Uno Editori: no al green pass al Salone del Libro.

Uno Editori dice no al green pass e si ritira dal Salone del Libro: "Per dire no a un sistema repressivo e coercitivo"

TorinoToday – Attualità – 23 agosto 2021

 

Continuano le proteste contro il green pass. Anche, un po’ inaspettatamente, in ambito letterario. Uno Editori ha infatti annunciato di aver ritirato la sua partecipazione al Salone del libro di Torino. Motivo: la casa editrice torinese in sostanza dice no alla certificazione verde che a ottobre, dal 14 al 18, durante la kermesse, come da disposizioni governative, sarà obbligatoria.

La vita inizia dove finisce la paura!” – scrive sui social Eusebio Prabhat, fondatore della casa editrice in questione – Questo è il tempo del coraggio, delle scelte difficili, scomode, non comprese, osteggiate dalle masse, ma necessarie. La vita non si fonda sulla parola, spesso effimera e danneggiata da sistemi di pensiero appesantiti da secoli di condizionamenti sociali, ma sull’azione consapevole che nasce da una visione utopistica del mondo e della collettività”. E così annuncia: “Ho quindi deciso, in accordo con altri editori, di rinunciare alla nostra partecipazione al Salone internazionale del libro di Torino. Rinuncio all’acconto dato per l’acquisto dello spazio e agli incassi dei cinque giorni di fiera e a dare lavoro a tutte le persone coinvolte in questi anni per la gestione dello stand“.

E poi ne spiega i motivi: “Per rispettare uno dei valori più elevati e sacri dell’universo, la libertà, non quella decantata dai politici o dai filosofi, ma la libertà di coscienza, da cui derivano tutte le altre; per dire no, a un sistema repressivo e coercitivo!  Per essere d’esempio, per le prossime generazioni e attenuare gli effetti della sociopatia dilagante di questa era, la falsa pandemia“. Prabhat non ha mai fatto segreto di aver partecipato alle manifestazioni no vax in piazza, a Torino, contro vaccino e green pass.

 

Link: https://www.torinotoday.it/attualita/uno-editori-rifiuta-green-pass-salone-libro.html?fbclid=IwAR1nsg34MayF-n6KBeLViMljWmNtOWPhuombHUecQ-6EWNFFTWpauCmrPEY

 

Notifica di
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
AnalisiPredittiva
Utente CDC
23 Agosto 2021 22:24

Adesso traduco in francese …quale sia secondo me il senso della frase “La vita inizia dove finisce la paura!” – di Eusebio Prabhat..

In sostanza Prabhat vuole dire che se sei un ECO-IGENISTA ossessivo compulsivo con la paura di morire e della imminente fine del mondo, quindi in pratica sei un Populista di Sinistra a 5 stelle…allora..STATTENE CHIUSO DENTRO CASA TUA INVECE DI ANDARE IN GIRO A ROMPERE I COJ1.. ALLA GENTE CHE VUOLE VIVERE…!!
e pretende di farlo pure serenamente..

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da AnalisiPredittiva
BastianContrario
Utente CDC
23 Agosto 2021 22:31

Complimenti per la decisione, fatti, non parole.E’ con queste azioni, nei settori più disparati, che si fa sentire il proprio dissenso, molto più che con processioni parrocchiali, preventivamente autorizzate, di migliaia di persone, alle quali non segue nulla, come atto di ribellione. Secondo me, (le processioni) hanno lo stesso valore di una regola, per il non rispetto della quale, ci si è scordati di prevedere una sanzione.

danone
Utente CDC
24 Agosto 2021 2:44

Col salone del libro o con i festival di matematica o di filosofia, oggi molto in voga, lungi dall’aver innalzato il livello culturale medio, siamo alla stregua di San Remo, robba d’alto profilo solo per l’italiano convinto vaccinato, quindi è giusto presentare il pass, è il posto giusto per queste disposizioni demento-governative. Kermesse intellettuali di regime, dove tra gli oratori trovi quei fenomeni dei Galimberti o dei Revelli, o come l’ex simpatico matematico Oddifreddi, tutti rigorosamente a favore del segregazionismo emergenziale da green-pass, per motivi di forza maggiore democratica, ovviamente. Sono eventi mainstream in sè, voluti e realizzati dai soliti ambienti influenti, creatori delle narrative da promuovere. Quasi meglio tenersi l’analfabetismo funzionale di ritorno, se la cultura che dobbiamo inocularci nelle vene del cervello, deve essere quella rappresentata da questi cattivi maestri, verso i quali esprimo il mio più profondo disprezzo, quasi più dei veri responsabili del delirio attuale, che capisco meglio, alle prese con le inevitabili aberrazioni che produce la gestione del potere. Ma questi intellettuali istruttori di pecore, che giustificazioni hanno? Sono sempre i più convinti fra gli utili idioti, accenderebbero ancora roghi se potessero. Chi si sente portatore di una vera voglia di sapere genuino, e l’ha… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
24 Agosto 2021 13:14

Non spari proprio a tutti. certo queste posizioni sarebbero state più gradite quando anni or sono non venne concesso lo spazio ad un editore marcatamente di destra (ed. La lanterna mi pare).

IlContadino
Utente CDC
24 Agosto 2021 8:49

Forse rischio di ripetermi, per me ogni voce contro è una iniezione di vita, assorbo le parole del buon Prabhat (che tra l’altro era il nome del mio socio a Varanasi) come una spugna ingorda. La coscienza personale vale ben più della legge, porca miseria. “Litigo” con gli altri gestori delle palestre su questa cosa, non me ne frega un caz.. se me lo dice la legge, io come gestore non posso aderire a questa assurda imposizione. Devo dire che alcuni sono sulla stessa linea, un paio sono andati a chiedere pareri legali su come tutelarsi. Avanti così, più numerosi siamo più forza abbiamo. Necessitiamo di persone che prendono posizione, che si espongono, questo al di là di ogni altra questione, frega nulla se sei ricco, povero, fascio, comunista, ammanicato, ruffiano o rivoluzionario, se ti esponi contro la questione del vaccino obbligatorio sei con me, punto. Ieri mia moglie ha raccolto le firme per conto di Granara, qualcuno dei firmatari si è detto pentito di non essere intervenuto prima, più precisamente nel 2017 con la legge Lorenzin, iniziano a notare i collegamenti, perchè è un unico processo che va avanti, se non lo fermiamo ora chissà fin dove ci porta.… Leggi tutto »

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
24 Agosto 2021 10:00

La coscienza personale vale ben più della legge, porca miseria. “Litigo” con gli altri gestori delle palestre su questa cosa, non me ne frega un caz.. se me lo dice la legge, io come gestore non posso aderire a questa assurda imposizione.

Sosterrò sempre queste lotte di coscienza, Conta.
Il bello è che a parole quasi tutti sono d’accordo, sul dover sapere fare certe scelte, per imparare così a responsabilizzarsi, ma quando poi si fanno, esattamente come stai facendo tu, seguendo coscienza e non le leggi palesemente illiberali, sei tu che rischi di passare per quello irresponsabile per coloro che fino a poco prima, erano d’accordo con te e con la tua chiamata alla responsabilità.
E allora scopri che i tuoi interlocutori sono sempre stati dentro il fantastico mondo di Amelie e tu te ne sei accorto solo adesso.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
24 Agosto 2021 10:51

L’altro giorno parlavo appunto di green pass con un amico titolare di una palestra, mio figlioletto ascoltava in disparte. A fine conversazione mi fa: “Anche lui è un non credente.” Io gli dico: “Non lo so, non so se crede o meno in Dio”. E il piccolo: “Ma no, intendo che non crede al virus”. Beata innocenza. Orami si palesa anche agli occhi dei bambini, c’è chi sta di qua e chi di là. Il bello è che chi sta di qua non pensa minimamente a passare di là, mentre non è vero il contrario. Mio cugino era un forte sostenitore dei vaccini, cercava di convincere i miei zii a farsi inoculare. Poi un paio di ragazzi di quarant’anni qui del posto, uno di loro padre di famiglia, pochi giorni dopo la puntura sono morti, ora mio cugino è un valoroso no-vax. Sua sorella, mia cugina, era stata consigliata dal suo medico a fare la vaccinazione, le ha detto che anche lui, la moglie ed il figlio si erano vaccinati, il figlio aveva giusto avuto qualche linea di febbre. Poi mia cugina incontra la moglie del medico e le chiede come sta il figlio. Lei le risponde che loro in… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da IlContadino
Primadellesabbie
Utente CDC
24 Agosto 2021 10:16

Siamo al punto di doverci aggrappare alle prese di posizione dei singoli, ci collochiamo un passo indietro rispetto ai disegni degli imprenditori utopisti sette/ottocenteschi.

Una pseudo sinistra combinata con una pseudo destra, stese sulla realtà con un pennello digitale da imbianchini daltonici hanno prodotto il capolavoro.

8
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x