Home / Attualità / TRUMP: SALTA FUORI CHE SONO STATI CAMBRIDGE ANALYTICA & FACEBOOK. (ma non erano stati i russi?)

TRUMP: SALTA FUORI CHE SONO STATI CAMBRIDGE ANALYTICA & FACEBOOK. (ma non erano stati i russi?)

DI PAOLO BARNARD

L’inglese The Guardian, lo stesso quotidiano che fece lo scoop su NSA-Edward Snowden, è fuori ora con un boato:

UN WHISTLEBLOWER CANADESE DI 28 ANNI CHIAMATO CHRISTOPHER WYLIE RACCONTA COME LA SUA AZIENDA, LA CAMBRIDGE ANALYTICA, HA LAVORATO PER CREARE IL POTERE DI STEVE BANNON E PER TRUCCARE L’ELEZIONI AMERICANE DI TRUMP CON UN’IMMENSA “INFORMATION OPERATION” CHE HA CLASSIFICATO I PROFILI PERSONALI DI 230 MILIONI DI AMERICANI USANDO PRIMARIAMENTE FACEBOOK.

Ma non erano stati i russi? Leggete

https://www.theguardian.com/news/2018/mar/17/data-war-whistleblower-christopher-wylie-faceook-nix-bannon-trump

p.s. Barnard lo aveva appena scritto che i russi c’entrano poco.

 

Paolo Barnard

Fonte: http://paolobarnard.info

Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=2056

18.03.2018

Pubblicato da Davide

3 Commenti

  1. Prima hanno provato ad usare i russi per tentare di deligittimare Trump. Constatando l’ineffiacia ora provano ad usare qualche fantomatico “whistblower” dai capelli rosa. Come se ci si mettesse tanto a pagarne uno per raccontare ciò che si vuole. E anche fosse tutto vero, embè dov’è la novità? Le stesse cose sono state a favore di Killary Klingon, con FB apertamente schierato dalla sua parte per ammissione dello stesso demo(n)cratico Zuckerberg, dove i post pro-trump venivano cancellati come ineggianti all’odio e al razzismo mentre quelli che ineggiavano alla morte di Trump e la sua famiglia no. E se anche risultasse che Trump abbia preso soldi da qualche russo (come se ne avesse avuto bisogno), ancora, embè? La Klingon ha preso miliardi dai sauditi. Temo che alla fine Trump cederà, manca poco. La narrazione la governa CNN, ripeti una menzogna 1000 volte e diventerà verità, anche nella testa degli intelligenti o supposti tali alla Barnard.

  2. Ma non era l’agenzia per cui aveva lavorato Regeni?

  3. Un popolo insipido, che manda giù cibi insipidi e poi siede, senza giacca e senza pensieri, nelle poltrone a dondolo irte di assurde decorazioni, ad ascoltare una musica meccanica, a dire cose meccaniche sull’eccellenza delle automobili Ford, e si considera il più grande popolo del mondo.
    (Sinclair Lewis)