Sempre più evidente il fallimento dei vaccini Covid

Dr. Joseph Mercola
articles.mercola.com

Nelle ultime settimane, sono emersi diversi segnali secondo cui i vaccini COVID-19 non sarebbero in grado di arrestare l’epidemia di COVID-19. Nel suo video [alla fine dell’articolo] del 15 luglio 2021, il Dr. John Campbell esamina i dati provenienti dal Regno Unito. Come nota a margine, non sono d’accordo su alcune cose dette da Campbell in questo video, come la promozione della mascherina, per esempio. È la sua analisi dei dati che è interessante.

Come descritto nel video, al 15 luglio, l’87,5% della popolazione adulta del Regno Unito aveva ricevuto una dose di vaccino COVID-19 e il 67,1% ne aveva ricevute due. Eppure, i casi sintomatici tra i “vaccinati” parziali e totali sono ora improvvisamente in aumento, con una media di 15.537 nuove infezioni al giorno rilevate, un aumento del 40% rispetto alla settimana precedente.

Nel frattempo, la media giornaliera di nuovi casi sintomatici tra i non vaccinati è di 17.588, in calo del 22% rispetto alla settimana precedente. Questo suggerisce che l’ondata tra i non vaccinati ha raggiunto il picco e che si è instaurata l’immunità naturale di gregge, mentre gli individui “vaccinati” stanno diventando più inclini all’infezione.

Gli ospedali britannici confermano che pazienti che hanno ricevuto la doppia somministrazione fanno parte della popolazione dei ricoverati in cura per un’infezione attiva da COVID e due città hanno emesso avvisi pubblici ai cittadini, comunicando loro che potrebbero finire in ospedale anche se hanno completato il ciclo della vaccinazione contro la COVID-19.

“Ci sono attualmente 15 pazienti ricoverati con COVID in tutto il Trust; il mese scorso non ce n’erano,” ha riferito lo Yorkshire Post il 9 luglio 2021 [1]. Un numero imprecisato ha ricevuto due dosi di vaccino COVID.

“Il messaggio che vorrei condividere con tutti voi è che alcuni dei loro pazienti sono doppiamente vaccinati,” ha detto al Post Heather McNair, infermiera capo degli York and Scarborough Teaching Hospitals [2].

“Questa è una malattia che può colpirvi e farvi stare veramente male anche se siete stati vaccinati due volte. Nel nostro ospedale abbiamo un reparto attualmente pieno di pazienti COVID e la situazione non migliorerà tanto presto.”

Anche se il numero di pazienti COVID ricoverati è raddoppiato in una sola settimana, il totale è ancora ben al di sotto dei dati del gennaio 2021 – una statistica che Amanda Bloor, responsabile del NHS North Yorkshire Clinical Commissioning Group, prende come prova che il programma di vaccinazione sta “avendo l’impatto previsto sulla riduzione del rischio di morte e delle complicanze gravi.”

La COVID aumenta nei Paesi dove i tassi di vaccinazione sono più alti

Non salterei subito alla conclusione che tassi di ospedalizzazione più bassi in piena estate sono un segno che queste iniezioni stanno avendo un impatto positivo.

Abbiamo anche dati [3] che mostrano che i Paesi con i più alti tassi di vaccinazione COVID stanno anche sperimentando le maggiori impennate dei casi, mentre i Paesi che hanno vaccinato meno sono quelli con i numeri più bassi. Questa tendenza “mi preoccupa molto,” ha detto il dottor Robert Malone, l’inventore della tecnologia del vaccino mRNA, in un Tweet del 16 luglio 2021 [4].

Potete vedere altri dati in questo articolo, postato da Corona Realism [5]. Cipro, dove più del 51% dei residenti ha ricevuto il vaccino, ha ora il più alto numero di casi nel mondo. È interessante notare che l’epidemia sulle navi della Marina britannica – di cui parlerò più avanti – era scoppiata poco dopo uno scalo a Cipro [6].

Il Bhutan offre una prospettiva interessante sugli effetti della “vaccinazione” di massa COVID. Erano riusciti ad iniettare il 64% della popolazione in una sola settimana, a partire dal 27 marzo 2021 e, quasi immediatamente, c’era stato un rapido aumento dei casi.

Nel primo grafico qui sotto, si vede il tasso di vaccinazione straordinariamente rapido del Bhutan passare da zero al 64% in pochi giorni. Nel secondo grafico, si può vedere l’effetto sui casi nelle settimane successive. Erano passati da quasi zero casi all’inizio della campagna vaccinale ad un massimo di più di 400 casi per milione nelle settimane successive.

Il numero dei casi è minore nelle nazioni a basso tasso di vaccinazione

Come rovescio della medaglia, vediamo il minor numero di test COVID positivi in nazioni che hanno anche i più bassi tassi di somministrazione del “vaccino” COVID. Anche se non è una correlazione chiara al 100%, è una tendenza e dobbiamo anche ricordare che i test PCR hanno problemi che complicano qualsiasi tentativo di analisi dei dati.

Il problema principale è che se si esegue il test PCR con una soglia di ciclo (CT) troppo alta, si finisce per avere un numero spropositato di falsi positivi [7,8,9]. La CT si riferisce al punto del test in cui si ottiene un risultato positivo. Una CT di 35 o superiore vi darà un tasso di falsi positivi del 97% [10].

Per la massima accuratezza, si dovrebbe usare una CT di 17 [11]. Non è chiaro cosa stiano usando tutti questi Paesi, ma è improbabile che stiano usando una CT inferiore a 20 come routine. Ciò significa che, in tutto il mondo, il numero dei casi è decisamente sovrastimato.

Questo, negli Stati Uniti, è particolarmente vero per gli individui non vaccinati, poiché per loro il test deve essere eseguito ad una CT di 40, mentre per i pazienti che hanno ricevuto [almeno] una dose di vaccino COVID il test PCR è previsto con una CT inferiore a 28. Questo [artificio] fa sembrare il numero dei casi più alto tra i non vaccinati, quando, in realtà, è solo un ulteriore artefatto di un test altamente inaffidabile e pochi di questi “casi” falsamente positivi sono effettivamente patologici.

Guardando il tasso di ospedalizzazione per la COVID-19 confermata negli Stati Uniti [12], vediamo che il numero di persone seriamente malate da richiedere un trattamento medico non è neanche lontanamente paragonabile a quello dei mesi invernali del 2021 e, poiché solo il 5,9% degli adulti americani aveva ricevuto le due dosi al 21 febbraio 2021[13], possiamo concludere che questo rapido calo dei ricoveri non è dovuto alla vaccinazione.

La migliore spiegazione per il declino sia dei casi che dei ricoveri dopo l’inizio della vaccinazione COVID è l’emergere dell’immunità naturale di gregge dovuta alle infezioni precedenti.

In un articolo di STAT News del 12 luglio 2021 [14], Robert M. Kaplan, professore emerito alla Fielding School of Public Health dell’UCLA, ha calcolato che, nell’aprile 2021, il tasso di immunità naturale era superiore al 55% in 10 stati degli Stati Uniti e, nella maggior parte di quegli stessi stati, le nuove infezioni erano in rapido declino già alla fine del 2020, in un momento in cui solo una piccola frazione della popolazione era stata vaccinata.

Il CDC non tiene traccia di tutti i casi di rottura

Dobbiamo anche ricordare che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stanno artificialmente abbassando il numero dei casi, dei tassi di ospedalizzazione e dei tassi di morte per gli Americani “vaccinati” riportando in modo selettivo i casi di infezione post-vaccino [breakthrough cases – casi di rottura]. [Il CDC]  infatti identifica e riporta solo le infezioni post-vaccino in cui il paziente viene ricoverato in ospedale o muore [15]. Non vengono conteggiati i casi lievi, anche se risultano positivi al test.

Un certo numero di media ha espresso preoccupazioni per questo modo distorto di riportare i fatti. Come notato in Harvard Health [16], la strategia del CDC ci impedisce di accertare se un vaccino è più o meno efficace di un’altro. Può anche nascondere problemi di produzione e impedirci di determinare se l’intervallo per la seconda dose potrebbe avere un’influenza sull’efficacia, così come innumerevoli altri aspetti.

Business Insider [17] ha sottolineato che non tracciare tutti i casi di rottura rende più difficile determinare quanto sia realmente pericolosa la variante Delta. NPR esprime un’opinione simile, affermando che “i critici sostengono che questa strategia potrebbe farci perdere informazioni importanti che potrebbero lasciare gli Stati Uniti vulnerabili, compresi i segni precoci di nuove varianti più abili a superare in astuzia i vaccini” [18].

Anche una copertura completa da parte del ‘vaccino’ non fermerà le infezioni

Il 14 luglio 2021, BBC News ha riportato [19] che 100 membri completamente vaccinati dell’equipaggio della portaerei della Marina britannica HMS Queen Elizabeth sono risultati positivi. Non è chiaro se qualcuno di loro abbia effettivamente dei sintomi. Secondo il Segretario alla difesa britannico, Ben Wallace, le misure di contenimento [a bordo] includono l’uso di mascherine, il distanziamento sociale e un sistema di tracciamento. Non ha fatto alcuna menzione di un trattamento effettivo per l’infezione acuta.

Altre navi da guerra stanno segnalando focolai a bordo, anche se Wallace non ha offerto alcun dettaglio su di essi. La flotta è attualmente nell’Oceano Indiano, in rotta verso il Giappone in una missione della durata di 28 settimane. BBC News ha detto che la Regina e il Primo Ministro erano stati a bordo della nave ammiraglia poco prima che salpasse.

Questo caso offre una visione non edificante dell’efficacia di questa terapia genica, poiché la HMS Queen Elizabeth ha ora un tasso di 1 caso su 16 [20] – il più alto tasso di casi registrato finora, che io sappia. Eppure il 100% dell’equipaggio era stato sottoposto ad una doppia iniezione. Questo vi dice che la narrativa sull’immunità di gregge indotta dai vaccini è una favola. Queste iniezioni non riescono a prevenire la COVID-19 neanche se somministrate al 100% di una data popolazione!

I dati israeliani indicano il fallimento del ‘vaccino’ Pfizer

Anche i dati provenienti da Israele offrono una visione lugubre sul vaccino COVID-19. Israele ha usato esclusivamente il vaccino mRNA di Pfizer, quindi possiamo farci una buona idea sulla sua efficacia.

Nel complesso, sembra un fallimento abissale, dato che la maggior parte dei casi gravi e dei decessi si stanno verificando tra coloro a cui sono state iniettate due dosi. Quello che segue è uno screenshot di grafici pubblicati su Twitter [21].

Il rosso sono i non vaccinati, il giallo si riferisce ai parzialmente “vaccinati” e il verde ai completamente “vaccinati” con due dosi. I grafici parlano da soli.

Nel complesso, non sembra che queste terapie geniche COVID-19 abbiano la capacità di eliminare efficacemente i focolai di COVID-19, e questo ha senso, visto che è matematicamente impossibile che lo facciano.

I quattro vaccini COVID disponibili negli Stati Uniti forniscono una riduzione del rischio assoluto tra appena lo 0,7% e l’1,3% [22,23] (i tassi di efficacia dal 67% al 95% si riferiscono tutti alla riduzione del rischio relativo). Nel frattempo, il tasso di letalità non istituzionalizzato tra gli infettati (IFR) nei vari gruppi di età è di appena lo 0,26% [24]. Poiché il rischio assoluto che deve essere superato è inferiore alla riduzione del rischio assoluto che questi prodotti possono fornire, la vaccinazione di massa, semplicemente, non può avere un impatto favorevole.

Il CDC cerca di nascondere i decessi causati dai vaccini COVID

Questi prodotti possono però causare morti inutili in individui altrimenti sani. Tragicamente, il CDC sta facendo tutto il possibile per nascondere l’effettivo numero dei morti. In quello che sembra essere un deliberato tentativo di inganno, il CDC ha “fatto fare un passo indietro” al suo rapporto sugli eventi avversi del 19 luglio 2021, riferendolo alle statistiche della settimana precedente. Ve lo spiego. Prendete nota delle date specifiche e del totale dei decessi in ciascuno dei seguenti estratti. Il rapporto del 13 luglio recita come segue [25]:

“Le segnalazioni di morte dopo la vaccinazione COVID-19 sono rare. Più di 334 milioni di dosi di vaccini COVID-19 sono state somministrate negli Stati Uniti dal 14 dicembre 2020 al 12 luglio 2021. Durante questo periodo, VAERS ha ricevuto 6.079 segnalazioni di morte (0,0018%) tra le persone che avevano ricevuto un vaccino COVID-19.”

Il rapporto originale del 19 luglio (salvato su Wayback) era però il seguente [26]:

“Le segnalazioni di morte dopo la vaccinazione COVID-19 sono rare. Più di 338 milioni di dosi di vaccini COVID-19 sono state somministrate negli Stati Uniti dal 14 dicembre 2020 al 19 luglio 2021. Durante questo periodo, VAERS ha ricevuto 12.313 segnalazioni di morte (0,0036%) tra le persone che hanno ricevuto un vaccino COVID-19.”

Si prega di notare che il numero dei morti è più che raddoppiato in una sola settimana. Quel rapporto originale del 19 luglio è stato poi cambiato in questo. La data sul rapporto è ancora 19 luglio [27]:

“Le segnalazioni di morte dopo la vaccinazione COVID-19 sono rare. Più di 334 milioni di dosi di vaccini COVID-19 sono state somministrate negli Stati Uniti dal 14 dicembre 2020 al 13 luglio 2021. Durante questo periodo, VAERS ha ricevuto 6.079 segnalazioni di morte (0,0018%) tra le persone che hanno ricevuto un vaccino COVID-19.”

In un momento in cui l’accuratezza e la trasparenza sono di una tale importanza critica per il consenso informato, è più che scioccante vedere il CDC impegnarsi in questo tipo di inganno.

Eppure eccoci qui. Ora viviamo in un mondo in cui i dati cruciali sulla salute pubblica vengono manipolati ad ogni passo. Per questo motivo, guardare a tendenze più ampie come quelle esaminate sopra può offrire un quadro più affidabile di quali siano le conseguenze nel mondo reale di queste iniezioni.

Dr. Joseph Mercola

Riferimenti:

Fonte: articles.mercola.com
Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2021/07/27/covid-vaccine-failure.aspx
27.07.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nicolass
Utente CDC
30 Luglio 2021 9:00

Non c’è solo il problema che anche i vaccinati possono infettarsi, infettare e quindi trasmettere il virus.. la mia percezione è che invece di in(o)culare il siero miracoloso in realtà stanno inoculando la malattia in maniera tale da mantenere in piedi tutto il carrozzone sanitario in atto. Sul fatto che i dati siano manipolati questo l’hanno fatto fin dall’inizio. Aumentando e diminuendo a piacere i cicli di replicazione virale per la PCR che analizza i tamponi possono far credere che aumentano i contagi tra i non vaccinati e diminuiscono invece tra i vaccinati a riprova dell’efficacia dei vaccini.. ma è solo un’illusione creata ad arte
.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
31 Luglio 2021 13:59

“… la mia percezione è che invece di in(o)culare il siero miracoloso in realtà stanno inoculando la malattia…”

La risposta del medico del seguente video conferma la tua percezione.

https://t.me/AllesAusserMainstream/8561
(breve video in inglese, tratto dal canale del dott. Bodo Schiffmann)

La nota stonata e allarmante, se dovesse venire confermata, è che la “malattia” verrebbe trasmessa anche ai non-vaccinati, mediante il fenomeno del “vaccine shedding” o trasmissione del vaccino.

simbe
Utente CDC
30 Luglio 2021 9:16

Salve, ho trovato questo video che smonta la narrazione ufficiale, e’ un po’ lungo ma deve essere visto.

http://accademiadellaliberta.blogspot.com/2021/07/diffondete-diffondete-diffondete-cavolo.html

IlContadino
Utente CDC
30 Luglio 2021 9:32

Ho appena letto un articolo a proposito di un fumetto in polemica contro i vaccini. Nel fumetto un bambino in classe viene vaccinato a forza da un medico chiamato dalla maestra. Il bambino con aureola e ali da angioletto se la prende poi con la maestra, coi medici, con la cieca fiducia nella scienza, con i vaccini.
Un fumetto del 1904.
È praticamente da quando sono stati creati i vaccini che esistono persone contro. Si è capito fin da subito che la cosa non quadrava.
Poco fa si sono inventati finte epidemie come pretesto per introdurre l’obbligo vaccinale sui bambini. Oggi sono arrivati a creare un finimondo pur di obbligare ogni singola persona a farsi iniettare Dio solo sa che cosa.
Amici cari, il vaccino va evitato a tutti i costi, non fatevi imbrogliare, non cedete al ricatto. Dobbiamo dimostrare di essere più intelligenti di quel che credono. L’intelligenza, la forza di volontà, il sacrificio e il coraggio verranno ripagati, trarremo sicuro beneficio. Non siamo zombi. Dimostriamo di essere vivi!
Se non ora quando?!

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
30 Luglio 2021 10:12

Confermo. CI furono svariate ribellioni popolari contro la vaccinazione obbligatoria del vaiolo, poiché questi aveva causato morti e disabilità varie. Anche allora le autorità del tempo si comportarono più o meno come adesso. Multando ed arrestando i renitenti ad eccezione del caso di Leicester che a seguito di una sommossa popolare ritirò la vaccinazione obbligatoria e la lasciò su base volontaria implementando però un sistema di sorveglianza e di assistenza per i contagiati ed i malati. Il vaiolo era una malattia molto pericolosa molto ma molto di più del Covid. Eppure il risultato di Leicester fu meraviglioso perché non ebbe più un’epidemia di vaiolo ma solo casi sporadici.
E chiaramente gli scientisti non accettarono mai i risultati e con vari salti carpiati sminuirono la portata dell’atteggiamento delle amministrazioni di Leicester. Ancora adesso.
E stiamo parlando di forse uno dei vaccini che ha avuto un certo risultato, pensiamo agli altri che sono completamente inutili che vengono somministrati a bambini ancora in fasce.

nicolass
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
30 Luglio 2021 10:40

mi autorizzi a divulgare questo tuo commento (citando la fonte) che mi pare molto calzante?

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
30 Luglio 2021 11:01

Certo. Se vuoi saperne di più, cerca il caso Leicester su un motore di ricerca (troverai anche quelli che lo sminuiscono). E consiglio sempre di leggere il libro di Suzanne Humphries e Roman Brystianyk “Dissolving illusion”. E’ stato tradotto anche in italiano ma in inglese si trova facilmente.
Molto dettagliato sui vaccini, con foto ed articoli dell’epoca, e fino ad oggi.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da LuxIgnis
VincenzoS1955
Utente CDC
30 Luglio 2021 9:50

Ma sta fantomatica epidemia o pandemia esiste veramente? Cosa si sa del coronavirus che provoca la covid-19?. Che cacchio rilevano i test pcr? A quanti cicli di replicazione vengono effettuati tali test? Oltre i 30 cicli la probabilità di avere un falso positivo è del 97% e in genere nei laboratori USA ed europei i test vengono effettuati con oltre 30 cicli.

AlbertoConti
Redazione CDC
30 Luglio 2021 10:01

“Questo vi dice che la narrativa sull’immunità di gregge indotta dai vaccini è una favola.” La favola più bieca che tutti i nostri organi d’informazione a larga diffusione veicolano ed elargiscono a piene mani è che nella recrudescenza delle infezioni e della malattia i più colpiti sono i non vaccinati, in un rapporto che taluni esplicitano in 10 a 1 rispetto ai vaccinati, a “dimostrazione” che i vaccini funzionano anche nel ridurre fortemente la contagiosità del vaccinato. Quindi la morale falsa della favola falsa basata su dati falsati è che i non vaccinati non solo intasano e intaseranno gli ospedali sempre più, ma che rappresentano la fonte principale della diffusione del virus, e quindi i colpevoli unici delle attuali e future restrizioni. Una delle conseguenze più tragiche di questa narrazione criminale è che i ragazzi dai 12 anni in su sono già stati vaccinati al 58% e molti kapò di regime già avanzano la proposta di green pass obbligatorio per insegnanti e allievi che vogliono tornare in classe a settembre. Perfino i dati statistici provenienti da Israele vengono presentati in questa luce falsa, contraria alla realtà, ma con una forza e una coerenza tali che nessuno tra il grosso pubblico… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da AlbertoConti
Rigel21
Utente CDC
30 Luglio 2021 10:27

Draghi sa benissimo che i vaccini sono fasulli. Infatti i suoi intendi sono altri. Non serve ricordargli che fauci ammette che meta’vaccinati si ammalino comunque, lo sa benissimo e recita. Il disegno e’altro……….e le pecore non se ne rendono conto!

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Rigel21
30 Luglio 2021 11:11

Draghi lo hanno messo lì per le vaccinazioni a tappeto.
Figliolo è una idea di Mattarella.
Vanno verso il semestre bianco in pieno caos governativo.Momento giusto perché arrivi un altro figliolo e ci ritroviamo con i militari in perfetto stile di Repubblica di bananas. Lo siamo già ma in tanti non lo hanno ancora recepito.

nicolass
Utente CDC
30 Luglio 2021 10:39

c’è anche l’eventualità come sostenuto da Blondet che in realtà la pandemia da Covid sia un’arma di distrazione di massa per altri inconfessabili pruriti .. https://www.maurizioblondet.it/il-covid-come-arma-di-distrazione-di-massa/

Astronauta
Utente CDC
30 Luglio 2021 11:03

https://www.iltempo.it/attualita/2021/07/30/news/covid-veri-dati-morti-confronto-luglio-2020-2021-numero-decessi-ministero-della-salute-variante-delta-vaccino-contagi-28153659/quote

Ci sono più decessi dell’ anno scorso a luglio di quest’anno. Nei prossimi mesi sarà peggio considerato che saranno evidenti gli effetti dei vaccini.La variante delta colpisce anche i vaccinati per cui si capisce la continua intimidazione di vaccinare tutt prima che il gregge di svegli alla realtà.

Pfefferminz
Utente CDC
30 Luglio 2021 11:12

Un canale Telegram tedesco pubblica la notizia secondo cui il governo britannico avrebbe intenzione di acquistare farmaci anticoagulanti per un valore complessivo di 3 miliardi di sterline. Le consegne dei farmaci anticoagulanti dovrebbero avvenire nel periodo che va dal novembre 2021 alla fine di marzo 2024.
https://t.me/frieden_rockt_offiziell/7986
(breve trafiletto in inglese e tedesco)

Qual è l’effetto collaterale finora accertato dei vaccini mRNA? La formazione di microcoaguli nel sangue.
Quali farmaci ordina il governo britannico?
Anticoagulanti…

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Pfefferminz
Pfefferminz
Utente CDC
30 Luglio 2021 11:34

Sembra che i non-vaccinati concorrano a formare l’immunità naturale di gregge, mentre i vaccinati costituiscono la variabile impazzita, in quanto albergano nel proprio corpo una tossina, la proteina Spike, dagli effetti imprevedibili, possono contagiare e contagiarsi e selezionare varianti più contagiose.

Se volevano creare il caos, bisogna ammettere che ci sono riusciti.

Bertozzi
Utente CDC
30 Luglio 2021 11:47

Per i bambini a scuola invece stanno pensando al modello francese’, i nostri geni, del tipo che se si ammala un bambino in una classe tra vaccinati e non, la DAD spetta a tutti i soli Non Vaccinati. Per proteggerli, capito. Ecco il livello della segregazione. Altro che scienziati.

Maurizio
Utente CDC
30 Luglio 2021 13:00

Ipotizziamo che sia tutto vero, i vaccinati si contagiano “ma di meno“, possono contagiare “ma di meno“, e che non si possano ammalare in forma grave o tanto meno morire.

Ipotizziamo di chiudere per un mese in una stanza 9 vaccinati e 1 cattivone novax, che ha già contratto la malattia prima.

Il cattivone assassino rincorre i 9 innocenti starnutendo e tossendo loro addosso, con il chiaro intento di provocare una strage.
Riesce a contagiarne 5, prima di morire ammazzato dal terribile nemico invisibile.

L’intruglio salvifico fa il suo dovere, e la carica virale dei 5 è bassa, ma comunque i 5 ne contagiano altri 3, che quasi non se ne accorgono perché l’intruglio salva anche loro.

Il terribile nemico invisibile muore, come anche l’assassino seriale di vaccinati, il bene trionfa e i buoni esultano (distanziati) … indi per cui, che m[nchia volete???

uparishutrachoal
Utente CDC
30 Luglio 2021 16:24

Bisogna fare attenzione a non autoprodurre la proteina dello scazzo veicolata dalle notizie..
E’ vero che è una reazione naturale a ciò che ci circonda..ma appunto per questo ancora più pericolosa di quella indotta dal baccino..
Consiglio di leggere le notizie masticandole con lentezza..e di posare il mouse tra un articolo e l’altro per neutralizzare la tossicità che provoca..
Bisogna stare attenti a non saturare il corpo di odio..che poi attacca la mente e lesiona i vasi sanguigni con travasi di bile..
Il non fare il baccino non ci può salvare se poi cediamo al colpo di coda che ci avvelena l’anima..
Io..per esempio..dopo la lettura dei vari giornali online ..ritorno al presente e osservo i dati reali..dove si evince che una pandemia discussa per definizione è una non pandemia..come se camminando per la strada qualcuno ci dice che siamo scivolati per terra..e ci vuol salvare.. mentre noi vediamo che siamo in piedi..
Dobbiamo salvarci dal baccino che mette dentro la spike e poi salvarci da noi stessi che produciamo sc.zzo velenoso..fare una manovra a tenaglia..che è l’unica completa salvezza..

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da uparishutrachoal
danone
Utente CDC
30 Luglio 2021 17:44

E’ da più di 100 anni che ce la menano e che abbiamo fra le balle i vaccini, che hanno fatto solo enormi danni alla salute, ovviamente questa è una verità ancora computabile da pochi, ma è già documentata per chi si vuole informare fuori dalla propaganda. Smettiamo di prenderci per il c.lo, almeno qui, sapete meglio di me che le uniche terapie che funzionano sono le terapie naturali che disintossicano, movimento, nutrizione, riequilibrio psichico per chi ce ne ha ancora uno, sole aria mare e un pò di amore per chi è fortunato ed è stato bravo a non diventare uno scorbutico s*****o, come il sottoscritto, con tutta questa alienazione e casino intorno. Poi certamente un osso rotto si ripara, un dolore intenso lo si attenua e la farmacopea naturale è piena di rimedi e sostanze naturali che ci possono aiutare, ma l’equilibrio è il nostro e solo noi possiamo ristabilirlo da dentro. Tutte le altre cure a base di molecole chimiche ed artificiali, a base di interventi invasivi di ogni tipo, a base di radiazioni magnetiche o nucleari, e chissà cos’altro si va a sperimentare come cavie in ospedale, sono avvelenamenti programmati per far restare ammalati, lo sappiamo… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
19
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x