Quei convegni COVID «del giorno dopo». Intervista al prof. Luca Marini

Rilanciamo l'articolo intervista di Renovatio21 al Prof. Luca Marini: anche i lettori di CDC trovano di consuetudine, ormai da anni, i molteplici e importanti comunicati del Comitato Internazionale per l’Etica della Biomedicina (CIEB)

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

renovatio21.com

Ci segnalano una quantità di convegni dedicati alla gestione del COVID.

La cosa colpisce chi da mesi tiene conto delle prove sugli effetti avversi del vaccino. Renovatio 21 ne ha parlato con il professor Luca Marini, docente di Diritto Internazionale alla Sapienza di Roma, a lungo vicepresidente del Comitato Nazionale per la Bioetica (CNB), tra i massimi esperti di biodiritto nonché promotore del Comitato Internazionale per l’Etica della Biomedicina (CIEB), di cui Renovatio 21 ha pubblicato i densi comunicati.

Il professor Marini ci fa sapere di essere «da sempre ostile alla retorica congressuale». Con la consueta verve, l’accademico ci spiega il perché.

  • Allora, prof. Marini, recentemente Lei è stato invitato a partecipare ad alcuni convegni sulla gestione del COVID organizzati anche da associazioni e movimenti anti-sistema. Ha forse cambiato idea sui convegni?

Dice bene: invitato, solo invitato. Perché in un convegno non mi hanno aperto il collegamento per intervenire da remoto, in un altro non mi hanno inviato il link per collegarmi e in un altro ancora problemi tecnici, diciamo così, mi hanno impedito di parlare, sempre da remoto. Un po’ come la «Sora Camilla» di romana memoria, «che tutti la vogliono e nessuno se la piglia». Comunque le confesso che ho trovato molto divertenti questi incidenti, che tali non sono in realtà, come confermano le email che ho ricevuto da alcuni colleghi dopo ciascun incontro.

  • Confessiamo di non sapere bene di quali eventi Lei parli. Tuttavia le chiediamo: crede ci sia un «complotto» nei suoi confronti?

Ma no! Semplicemente si sono accorti, magari un po’ in ritardo, di avere invitato chi avrebbe parlato contro, e non a favore, dei convegni «del giorno dopo», ossia dei convegni organizzati da gruppi, movimenti, partiti e associazioni che fino a ieri hanno sostenuto o avallato, in vario modo, la campagna vaccinale e la logica premiale a essa sottesa o che comunque non si sono opposti nei modi e nei tempi debiti alla deriva totalitaria che almeno dal 2020 è sotto gli occhi di tutte le persone di buona fede. E quindi, in fondo c’è da capirli, hanno deciso in extremis di liberarsi del sottoscritto.

  • Ma, scusi, non era più facile non invitarla e basta?

Ma no, perché il contestatore istituzional-salottiero, quello, per intenderci, che vive di finto dissenso ed è organico al sistema che finge di contestare, ama trovare una foglia di fico dietro cui nascondersi. Se poi la foglia di fico è ampia tanto quanto è stata la visibilità che ha avuto il CIEB in questi due anni, meglio: ciò che da solo spiega le ragioni degli inviti rivolti al sottoscritto. Comunque non è ancora finita.

  • Non ci dica che l’hanno invitata di nuovo.

Purtroppo. Stavolta si tratta di una associazione di docenti, parte dei quali ha ceduto al ricatto vaccinale forse perché consapevoli del fatto che non si fa carriera universitaria se ci si mette di traverso al proprio Ateneo. Del resto è buona regola per gli accademici essere sempre contigui al potere, nelle sue più diverse declinazioni, e non esporsi mai direttamente e personalmente contro nulla e nessuno.

  • Questi suoi giudizi sono durissimi. Come finirà con quest’altro invito?

Ho deciso di dare forfait. In un primo momento ho accettato perché non avevo motivo di dubitare della buona fede della persona che mi ha cortesemente invitato, ma poi ho cambiato idea, perché mi annoia l’ipocrisia di quando si alza la testa a giochi fatti, senza rendersi conto di altri pericoli incombenti, dall’ecotruffa alla guerra in Ucraina, e in più si aderisce incondizionatamente alle stesse logiche di potere che hanno condotto al COVID.

  • E quali sarebbero queste logiche?

Tanto per fare un esempio la patetica preoccupazione di rispettare grottesche gerarchie universitarie, ordinando i relatori per presunta autorevolezza accademica, anche a discapito della razionale organizzazione dei lavori scientifici: e infatti parliamo di un evento dove un medico commenterà la normativa europea sull’autorizzazione all’immissione in commercio dei vaccini. Che è un po’ come se a me venisse in mente di descrivere i processi metabolici del virus SARS-CoV-2…

  • Non crediamo che saranno questi soggetti a salvarci dalla prossima catastrofe…

Dice bene ancora una volta. Peraltro, anche a rischio di diventare polemico, non posso fare a meno di ricordare che si tratta degli stessi soggetti che a suo tempo osteggiarono il Referendum No Green Pass [quello organizzato da Olga Milanese, Francesco Benozzo e dallo stesso Marini, ndr] che a tutt’oggi è stata l’unica iniziativa civile, democratica e soprattutto concreta promossa contro la scellerata gestione biopolitica del COVID. Altro che «appello dei 1000 docenti»! Mettersi a organizzare convegni ora è come chiudere la famosa stalla dopo che gli ancor più famosi buoi sono scappati: ma io, anche se era il mio sogno da bambino, non faccio il cowboy.

renovatio21.com

Fonte: https://www.renovatio21.com/quei-convegni-covid-del-giorno-dopo-intervista-al-prof-luca-marini/

14.06.2023

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix