PRESIDENTE BERLUSCONI, PER IL BENE DELL’ITALIA, NON SI DIMETTA

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Presidente,

perdoni l’approccio informale. Sono il
giornalista e autore Paolo Barnard, lavoro da due anni con il gruppo di
macroeconomisti del Levy Institute Bard College di New York sulla crisi
dell’Eurozona. Siamo guidati dal Prof. L. Randall Wray dell’Università del
Missouri Kansas City, che coordina altri 10 colleghi inglesi e australiani.

Presidente, è incomprensibile che Lei
non scelga di salvare la nazione, e il Suo governo, rendendo pubblico
che:

a) l’Euro fu disegnato precisamente
per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.

b) esistono responsabili italiani ed
europei di questo “colpo di Stato
finanziario di proporzioni storiche
. (una definizione del tutto
ragionata offerta dell’economista americano Michael Hudson)

Presidente, dalle pagine del Financial
Times, del Wall Street Journal e persino del New York Times, da mesi economisti
del calibro di Martin Wolf, Joseph Stiglitz, Paul Krugman, Nouriel Roubini,
Marshall Auerback, Le stanno suggerendo
la via d’uscita
. A Parigi, l’eccellente Prof. Alain Parguez
dell’Università di Besancon ne ha trattato esaustivamente. Wray e i suoi
colleghi Mosler, Tcherneva e Hudson pure. Nel dettaglio, essi hanno scritto
che:

L’Italia è stata condannata a un’aggressione
senza precedenti da parte dei mercati dall’operato dei governi di centrosinistra
che La hanno preceduta, poiché essi hanno portato il nostro Paese nel
catastrofico costrutto dell’Eurozona. Le famiglie italiane e il Suo governo non
devono pagare per colpe non loro. Lei
deve dire alla nazione ciò che sta veramente accadendo, e chi ci ha condotti a
questo dramma.

L’Euro fu pensato nel 1943 dal francese
Francois Perroux con il dichiarato intento di “Togliere agli Stati la loro ragion d’essere“. La moneta unica
è infatti un progetto franco-germanico da quasi mezzo secolo (Attali,
Delors, Issing, Weigel et al.), col fine di congelare le svalutazioni
competitive d’Italia e Spagna, e col fine di deprimere i redditi del sud Europa
per delocalizzare in esso manodopera industriale per l’esclusivo vantaggio del
Neomercantilismo franco-tedesco.

Specificamente, la moneta unica:

– Esclude un prestatore di ultima
istanza sul modello Federal Reserve USA, proprio per portare la sfiducia dei
mercati sui debiti dell’Eurozona.

– I debiti dell’Eurozona non sono più
sovrani, poiché l’Euro è moneta che ogni Stato può solo usare, non emettere, e
che ogni Stato deve prendere in prestito dai mercati di capitali privati che lo
acquisiscono all’emissione. L’Euro è moneta di nessuno, non sovrana per alcuno.

– I due punti precedenti hanno distrutto
il fondamentale più importante della macroeconomia di Stato, che è “Ability
to pay
“, cioè la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio
debito emettendo la propria moneta sovrana. L’attuale aggressività dei mercati
contro il nostro Paese (ed altri) è
dovuta in larghissima parte proprio alla loro consapevolezza della nostra
perdita di “Ability to pay”
, la cui presenza è infatti l’unica rassicurazione che può
calmare i mercati
. Motivo per il quale il Giappone dello Yen sovrano, che
registra il 200% di debito/PIL, non è da essi aggredito e ha inflazione vicina
allo 0%. Motivo per cui l’Italia della Lira sovrana mai si trovò in condizioni
simili al dramma attuale, nonostante parametri ben peggiori di quelli oggi
presenti.

– L’Euro è moneta insostenibile,
disegnata precisamente affinché l’assenza radicale di “Ability to
pay”
nei governi più deboli dell’Eurozona inneschi un circolo
vizioso
di crisi che alimenta la sfiducia dei mercati che alimenta crisi.
Non se ne esce, qualsiasi correttivo non altera, né mai altererà, questo
fondamentale negativo, e i mercati infatti non si placano.

– Le estreme misure di austerità per la
riduzione del deficit di bilancio che vengono oggi imposte al Suo governo, sono distruttive
per la Aggregate Demand di cui qualsiasi economia necessita per crescere
. Sono
cioè il farmaco che causa la
malattia
, invece di curarla. Anche questo non accade per un caso.

– Tali misure ci vengono imposte proprio
perché il nostro debito pubblico non è più sovrano, a causa dell’adozione di
una moneta non sovrana. Infatti, ogni spazio di manovra del Suo governo al fine
di stimolare crescita e riduzione del debito attraverso scelte di spesa sovrana (fiscal
policy), è stato annullato dall’adozione della moneta unica, che, ribadisco,
l’Italia non può emettere come invece fanno USA o Giappone. Si tratta di una
perdita di sovranità governativa senza precedenti nella storia repubblicana, e di
cui le misure imposte dalla Commissione UE come il European Semester e
l’Europact sono l’espressione più estreme, ma di cui noi cittadini e Lei
paghiamo le estreme conseguenze
.

– L’Euro e i Trattati europei che
l’hanno introdotto, sbandierati a salvezza nazionale dal centrosinistra, stanno,
per i motivi sopraccitati, umiliando l’Italia, nazione che ha uno dei risparmi
privati migliori del mondo, 9.000 miliardi in ricchezza privata, una capacità
industriale invidiata dai G20, banche assai più sane della media occidentale, e
parametri di deficit che sono inferiori ad altri Stati dell’Eurozona. Lei,
Presidente, sarà il capro espiatorio, noi italiani ne soffriremo conseguenze
devastanti per generazioni.

Presidente, Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta
disegnata per fallire.
Lei può e deve smascherare le responsabilità del
centrosinistra italiano e dei governi ‘tecnici’ in queste scelte sovranazionali
catastrofiche.

Presidente, il team di macroeconomisti accademici del Levy
Institute Bard College di New York e dell’Università del Missouri Kansas City,
sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l’Argentina dal
default al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi. Essi
sono a Sua disposizione per definire sia la strategia comunicativa che quella
economica per salvare l’Italia, e il Suo governo, da un destino tragico e che
non meritiamo.

In ultimo una precisazione di ordine morale.

Presidente, io non sono un Suo elettore, e avrei cose dure
da dire sul segno che la Sua entrata in politica ha lasciato in Italia. Ma non
sono un cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale che ha posseduto
gli elettori dell’opposizione in questo Paese, guidati da falsari ideologici
disprezzabili, come Eugenio Scalfari, Paolo Flores d’Arcais, Paolo Savona, e i
loro scherani mediatici come Michele Santoro, Marco Travaglio e codazzo al
seguito. Perciò come prima cosa mi ripugna che Lei sia bollato come il
responsabile di colpe che Lei non ha, e che sono tutte a carico del
centrosinistra italiano. Incolpare un innocente, per quanto criticabile egli
sia, è sempre inaccettabile. Ma soprattutto, Presidente, se l’Italia verrà consegnata dal golpe finanziario in atto contro di
noi, e da elettori sconsiderati e ignoranti, nelle mani del Partito
Democratico, per noi sarà la fine.
Sarà l’entrata trionfale a Roma dei
carnefici del Neoliberismo più impietoso, sarà la calata della Shock Therapy su un popolo ignaro, cioè
il saccheggio del bene comune più scientificamente organizzato di ogni tempo,
quello che nell’Est europeo ha già mietuto più di 40 milioni di vite in due
decadi, senza contare le sofferenze sociali inenarrabili che porta con sé.

I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi,
di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa
nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice
si chiama Giorgio Napolitano.

Mi appello a Lei Presidente perché mi rendo conto che i miei
connazionali non hanno la più pallida idea di ciò che il centrosinistra
italiano ha già inflitto al nostro Paese, di ciò che gli infliggerebbe se
salisse al governo, ma soprattutto di
chi li guida dietro le quinte
. Le eminenze grigie sono le elite Neoclassiche,
Neomercantili e Neoliberiste, gente senza nessuna pietà.

Resista Presidente, affinché Lei possa usare il tempo che Le
rimane per smascherare il “colpo di Stato
finanziario
” che sta travolgendo, fra gli altri, la nostra Italia. I
mercati finanziari della “classe
predatrice
”, così ben descritta nella sua abiezione dall’americano James
Galbraith, la odiano a morte, ci odiano a morte. Sia, Presidente, colui che
piazza la mina nei cingoli della loro macchina infernale, rivelandone l’inganno
chiamato Euro e Trattato di Lisbona. Gli italiani non lo faranno. Non ne sono
capaci.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=257
7.11.2011

______________________________________________________

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori e in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere ritenuto responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi.
La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

– messaggi non concernenti il tema dell’articolo
– messaggi offensivi nei confronti di chiunque
– messaggi con contenuto razzista o sessista
– messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti.

172 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nuvolenelcielo
nuvolenelcielo
6 Novembre 2011 21:21

Complimenti. Bisogna diffonderla…

nuvolenelcielo
nuvolenelcielo
6 Novembre 2011 21:47

Ok, l’ho mandata a 5 siti/giornali. Fate la vostra parte…

BarnardP
BarnardP
6 Novembre 2011 22:09

Caro amico,ti ringrazio. Ma verremo sommersi di insulti da gente felice di farsi evirare mentre però gridano abbasso Berlusconi. Le belle anime italiane sono così. Apprezzo comunque il tuo gesto. P.B.

Maxim
Maxim
6 Novembre 2011 22:40

Berlusconi salvatore dell Italia , il vero unico patriota nostrano .
Se siamo a questo punto è perché’ Berlusconi ha sgovernato , negato la crisi , non presa nessuna misura per fronteggiarla ma Barnard non se ne è accorto .
La ricetta Barnard è lo Zimbabwe , Paese africano che ha conservato la sovranita’ monetaria e che ne ha fatto buon uso stampando a tutto spiano denaro , peccato poi che sia venuta un inflazione pazzesca ed una miseria diffusa

mikaela
mikaela
6 Novembre 2011 23:46

Caro Presidente Berlusconi, ci liberi da queste manette Noi siamo i ragazzi, gli uomini, le donne, i “nonni” e le “nonne” che da 2 anni a questa parte sosteniamo le tesi di MMT in Italia, sappiamo che Paolo Barnard e’ un giornalista onesto che non avrebbe mai tradito i suoi lettori, infatti per spiegarci concretamente chi veramente stava distruggendo l’Italia quando tutti attaccavano Lei ha dovuto studiato tantissimo . Ci ha spiegato chi veramente ha dichiarato guerra alla democrazia italiana. Ci ha spiegato il trattato di Lisbona, ci ha spiegato con parole semplici come funziona una moneta sovrana scrivendo unsaggio ” Il piu’ grande crimine” ci siamo messi tutti a studiare economia leggendo e traducendo le lezioni sul blog universitario pur di difenderlo dagli attacchi degli sciocchi obnubilati dalla sinistra italiana, dai vari Santoro e dai vari travaglio Noi abbiamo bisogno della nostra sovranita’ monetaria per rinascere, siamo in pochi ma con le idee chiare e se vedra’ le nostre bandiere sappi che siamo solo contro l’Euro e vogliamo che Lei si unisca a noi. Io vivo all’estero,e Dio solo sa’ quanto mi manca la mia patria e da quando tutta la stampa anglofona mi voleva fare vergognare d’essere italiana… Leggi tutto »

stefanodandrea
stefanodandrea
7 Novembre 2011 0:26

Per un lungo periodo non avevo affinità con Paolo Barnard, il quale si interessava dei temi più vari e scriveva articoli fondati su presupposti di valore che sovente non erano i miei; con l’aggiunta di fastidiosa isteria. Quando sono sceso nelle catacombe di internet, questo era il Barnard che circolava. E’ un po’ di tempo, invece, che condivido molto di ciò che Barnard scrive. E talvolta (quasi) tutto. L’appello che ha scritto e che offro in lettura, è ottimo. Svolgo qualche osservazione a margine, che forse può essere utile. 1. Se ci limitiamo alla sfera economica e anzi monetaria, la critica dell’euro è stata svolta anche da economisti Italiani (tra quelli che io conosco Pivetti, Bagnai, Cesaratto, Amoroso). Soprattutto, nella recente assemblea-convegno di Chianciano, Alberto Bagnai ha illustrato come tutti i più grandi studiosi di economia monetaria – alludo ai sostenitori del pensiero dominante, non agli economisti critici -, al tempo dell’introduzione dell’euro, oscillavano tra i fortemente scettici e coloro che consideravano la moneta unica europea un assurdo. 2. La critica del concetto di europa unita come (desiderato) stato federale senza nazione, è diffusa da tempo, anche in Italia, ed è nella logica delle cose. Basta conoscere le nozioni base… Leggi tutto »

backtime
backtime
7 Novembre 2011 0:31

[quote]Presidente, io non sono un Suo elettore, e avrei cose dure da dire sul segno che la Sua entrata in politica ha lasciato in Italia. Ma non sono un cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale che ha posseduto gli elettori dell’opposizione in questo Paese, guidati da falsari ideologici disprezzabili, come Eugenio Scalfari, Paolo Flores d’Arcais, Paolo Savona, e i loro scherani mediatici come Michele Santoro, Marco Travaglio e codazzo al seguito.[/quote] Capisco che l’intelligenza è un dono negato ai più, infatti, se comprendessi meglio quanto espresso dall’ottimo Barnard in questo suo scritto, egli non ti ha chiesto di divenire berlusconiano, ma semplicemente ha chiesto a berlusconi (e non sarebbe male se oltre lui, anche qualcun’altro si comporti in egual modo) di comportarsi da “Italiano” denunciando alla Nazione quanto sta accadendo e perché, quali sono le differenze tra i stati che emettono moneta nazionale e quelli che vi hanno rinunciato, compreso il rischio che si corre. Ora ti chiedo, è più importante per te essere un comunista privato della sua libertà, continuando a seguire una dirigenza che non vede l’ora di metterti le catene o accettare di buon grado un omucolo, che per quanto sia ha comprato puttane (come una… Leggi tutto »

amensa
amensa
7 Novembre 2011 0:37

caro Paolo

adesso è chiaro chi finanzia la tua campagna di menzogne.

Bud
Bud
7 Novembre 2011 1:42

Concordo pienamente con Paolo Barnard e mi congratulo per questa analisi e soprattutto per il coraggio che ha dimostrato nell’andare contro corrente. C’è da augurarsi che questo appello venga recepito.

Tonguessy
Tonguessy
7 Novembre 2011 1:42

Caro Andrea,
ho il sospetto che lo faccia aggratis. La provocazione comunque ci sta tutta: a chi dovrebbe rivolgersi un’indignado per tentare di ripristinare un po’ di sovranità nazionale? La chiamerei reductio ad absurdum. Se così non fosse…ormai ho anche smesso di meravigliarmi.

marco76
marco76
7 Novembre 2011 1:49

Io ho fatto lo stesso…spero che altri seguano l’esempio…Non mi faccio illusioni, ma non si sa mai…

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Novembre 2011 2:07

” ….. Resista Presidente, affinché Lei possa usare il tempo che Le rimane per smascherare il “colpo di Stato …” Invocare il grande buffone affinchè si smascheri in punto di morte è come dire a Giuda di pentirsi preventivamente davanti a Ponzio Pilato. Ci vuole una bella faccia di tolla per inoltrare un simile appello. Per il resto come non concordare, con tutte le riserve espresse da stefanodandrea.

backtime
backtime
7 Novembre 2011 2:07

Allo stesso modo è chiaro chi finanzia le tue, visto che, prendi sempre le parti delle banche.

Peppe
Peppe
7 Novembre 2011 2:11

Per quanto assurdo possa sembrare,in effetti Berlusconi è l’unico ad avere la possibiltà di fare una mossa audace come quella sostenuta da Barnard.
Ormai è con le spalle al muro,e politicamente finito.E’ quindi nelle condizioni adatte a lanciarsi in un colpo di teatro come quello della denuncia dell’Euro e del Trattato di Lisbona.
Cosa fondamentale,lui ha una forza di fuoco mediatica tale da permettergli di dare risalto a questi temi.B. non è censurabile come un Barnard qualsiasi.
Probabilmente in Europa “temono” che il Nano possa lanciarsi in una campagna anti europeista…Certo avviarsi in una cosa del genere significa iscriversi sul “libretto nero”.Ma dall’alto della sua smisurata megalomania,ne sarebbe capace.Badate che Berlusconi è l’unico ad avere le chiavi per entrare nella testa di una smisurata parte della popolazione.E quella è gente che non si metterà mai a “studiare” quella che Barnard chiama la”macchina infernale”.Si tratta di decine di milioni di italiani.
Per quanto possa provare DISGUSTO per Berlusconi,il nano rimane l’unica carta giocabile contro l’ormai programmato smantellamento italiano.
In questo Barnard ha visto giusto.Ovviamente i duri e puri del “basta che non vedo più il Nano”,non se ne faranno mai una ragione…

Cornelia
Cornelia
7 Novembre 2011 2:11

Pur essendo di “ultrasinistra” da tutta la vita, condivido assolutamente ciò che dice Barnard, in particolare per quanto riguarda il consegnarci ai carnefici finali del centrosinistra italiano.
Purtroppo, però, le “rivelazioni” di Berlusconi che Paolo auspica non avverranno. Per anni abbiamo sperato nell'”ultimo sussulto” di qualche politico importante, da Andreotti a Cossiga, ma sono morti o sono spariti senza mai rivelare nulla al popolo.
Evidentemente, chi li tiene per le palle ha fatto firmare loro un Non-Disclosure Agreement che vale anche dopo il pensionamento…

alexg
alexg
7 Novembre 2011 2:14

Che noia, sempre il solito esempio, Zimbabwe, Zimbabwe, Zimbabwe.
Ma cosa produce lo Zimbabwe?
NULLA.

Ecco che la soluzione di oliare il meccanismo fatto di un solo ingranaggio non ha funzionato. Certamente… come avrebbe potuto?

Ma l’Italia non è lo Zimbabwe, ci sono alcune differenze, la piu’ importante delle quali è che siamo tra le prime potenze economiche e produttive del mondo… nonostante tutto.

La ricetta Zimbabwe in Italia sarebbe salvifica.

Peppe
Peppe
7 Novembre 2011 2:18

Alberto,per come siamo messi,la carta Berlusconi che ribalta il tavolo del dogmatismo europeo me la giocherei volentieri.Anche perchè altre,che non prevedano un’improbabile immediata presa di coscienza collettiva dei temi di cui noi(piccolissima riserva indiana)ci occupiamo,non se ne vedono all’orizzonte.Ciao

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 2:18

L’appello di Barnard è corretto nei termini e nell’attribuire le responsabilità. Temo, invece, che sia sbagliato il soggetto a cui è indirizzato. Berlusconi è stato al governo dal 2001 al 2006 e dal 2008 ad oggi, farlo passare come una verginella innocente è quanto mai problematico ed assurdo. Pensare che questo figuro si metta sul pulpito e denunci i malfattori che ci hanno portato al disastro è quantomai fantasioso. Berlusconi è stato complice di questo disastro. Al più potrebbe andare in TV e denunciarsi e denunciare tutti coloro che sono stati artefici del disastro a cominciare da Prodi, Ciampi e concludere con Napolitano. Ne avrà mai il coraggio? Se lo farà avrebbe la mia ammirazione. Ma non lo farà perchè lui, contrarimanete a quello che pensa Barnard sta solo cercando di guadagnare tempo ed avere dai poteri che contano la certezza dell’incolumità delle sue aziende, per cui, questi poteri, non li denuncerà mai.
Questo non toglie che il vecchi puttaniere è senz’altro preferibile ai traditori del csx passati e futuri.

Peppe
Peppe
7 Novembre 2011 2:20

Vero,purtroppo.Ma da un megalomane narcisista ci si può aspettare di tutto…

materialeresistente
materialeresistente
7 Novembre 2011 2:21

Vorrei ricordare a Barnard che l’Argentina cresce anche grazie all’esportazione di soia transgenica e punta sullo sviluppo del nucleare.Magari può suggerire anche queste due cosine con i suoi “economisti” (a proposito ma chi è sono?) Detto questo penso che l’unico spazio residuale per le sue “provocazioni” siano proprio queste, immolarsi come qualche gerarca fascista insieme al suo capo. Mi ricorda Tognazzi nel federale, uno che si autopromuove per essere preso a calci nel culo subito dopo.

lucoli
lucoli
7 Novembre 2011 2:27

Come molti altri concordo in pieno nelle ragioni del messaggio di Barnard, eccetto per l’individuazione del destinatario. E’ ancora una volta la logica del meno peggio, del turarsi il naso, o roba simile. Se anche Berlusconi dicesse quanto richiesto da Barnard, il mio giudizio sul personaggio non cambierebbe. E’ sempre quello che nel periodo di crisi dell’euro e dell’economia mondiale ha incrementato il suo patrimonio personale in maniera maggiore che negli anni precedenti. Il ché lo pone come un beneficiario delle politiche economiche dell’elite. La contraddizione è enorme e a questo tizio non gli si può davvero chiedere niente. E’ altrove, al di fuori del ristrettissimo ambito parlamentare e “istituzionale”, che va trovata una alternativa, ma il passaggio per tempi bui mi sembra a questo punto inevitabile, prima di poter rivedere una qualche luce.

materialeresistente
materialeresistente
7 Novembre 2011 2:28

Magari Mediolanum che è di Berlusconi, ma dove vivi? Adesso abbiamo gli appelli al miliardario, il cervello è proprio fuso.

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 2:30

Stavolta sono d’accordo con te, sopratutto per la frase in latino che condivido.

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 2:38

La similitudine non mi sembra azzeccata. Berluska è sicuramente l’ultimo che possa fare la verginella, come ho già detto potrebbe, in un sussulto di dignità, denunciare gli infami traditori che ci hanno portato a questo punto. Berlusconi è finito anche se molti suoi avversari non vogliono rendersene conto, continuare a combattere un cadavere (politico) e non vedere gli infami che si stanno preparando ad annientarci è, questo si, fare come Ponzio Pilato.

luca
luca
7 Novembre 2011 2:46

Sono anarchico da quando ho conosciuto dall’interno, la corruzione del vero potere. Destra e sinistra sono finzione e funzione del potere. Quindi non voto da 20 e vivo senza tv da almeno 10 anni.
Non conosco Barnard, ma concordo con la sua missiva. Mi auguro che venga letta dal Cavaliere.
Luca

rebel78
rebel78
7 Novembre 2011 2:47

Vorrei solo ricordare al delirante Barnard che è proprio Berlusconi che ci sta portando al golpe finanziario. E’ lui l’utile idiota per fare questo.
Il vero problema è il sistema della moneta a debito concepito cosi come é oggi. Anche quando avevamo una moneta sovrana eravamo sotto speculazione (forse ce lo dimentichiamo) per cui sono tutte balle, balle, balle. E senza questo tipo di sistema monetario Berlusconi non avrebbe potuto accrescere le sue richezze in maniera smodata.
Inoltre vorrei ricordare che Leon Levy….il filantropista per la cui istituzione di macroeconomisti Barnard lavora è in sostanza il creatore degli hedge funds… per cui ho detto tutto.
non facciamoci infinocchiare dalle ricette…. l’unico vero problema é la creazione di moneta a debito …. che sia nostra o di qualcun altro poco importa, sono solo differenti livelli dello stesso fasicsmo

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 2:50

Ciao Paolo.
no comment su quanto hai scritto perche’ sai come la penso.
Quello che vorrei rimproverarti e’ che rendi vulnerabili le tue tesi,
perche’ hai argomentato troppo poco sul capitolo inflazione.
L’attacco e’ sempre lo stesso, e verte sul dogma massimalista “SPESA A DEBITO=INFLAZIONE”
Ecco sarebbe opportuno un tuo articolo ben dettagliato, sui vari momenti dell’inflazione
in tutti gli stati del mondo nell’ultimo secolo.
Credo che sia indispensabile smontare questo dogma che si mette di traverso,
con argomentazioni dettagliate e inattaccabili.
Altro rimprovero e’ quello di non aver messo troppo a fuoco
l’argomento Signoraggio sul PIU’ GRANDE CRIMINE.
Te lo confesso, non mi hai convinto troppo sull’argomento,
e credo che tu abbia attaccato eccessivamente i signoraggisti,
rifugiandoti in una torre d’avorio, senza accettare nessun contraddittorio.

Un abbraccio grande, e un ringraziamento per il tuo contributo alla causa
Ruggero

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 2:52

Ciao Mikaela, leggi il post fatto a Paolo
un cordiale saluto
Ruggero

Ciao Paolo.
no comment su quanto hai scritto perche’ sai come la penso.
Quello che vorrei rimproverarti e’ che rendi vulnerabili le tue tesi,
perche’ hai argomentato troppo poco sul capitolo inflazione.
L’attacco e’ sempre lo stesso, e verte sul dogma massimalista “SPESA A DEBITO=INFLAZIONE”
Ecco sarebbe opportuno un tuo articolo ben dettagliato, sui vari momenti dell’inflazione
in tutti gli stati del mondo nell’ultimo secolo.
Credo che sia indispensabile smontare questo dogma che si mette di traverso,
con argomentazioni dettagliate e inattaccabili.
Altro rimprovero e’ quello di non aver messo troppo a fuoco
l’argomento Signoraggio sul PIU’ GRANDE CRIMINE.
Te lo confesso, non mi hai convinto troppo sull’argomento,
e credo che tu abbia attaccato eccessivamente i signoraggisti,
rifugiandoti in una torre d’avorio, senza accettare nessun contraddittorio.

Un abbraccio grande, e un ringraziamento per il tuo contributo alla causa
Ruggero

Hamelin
Hamelin
7 Novembre 2011 2:53

Bell’articolo! Putroppo concorde…Se dobbiamo invocare l’aiuto di quel nano criminale di Berlusconi vuol dire che siamo proprio alla frutta…E se molla lui e ci mettono i sinistroidi in un governo tecnico niente dolce…se lo pappano i Neoliberisti che ci stanno conquistando legalmente con la truffa dell’ Euro.
Tenersi strette le mutande…questi sono capaci di portarci via pure quelle…

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 3:01

Ciao Stefano, e’ la prima volta che ti scrivo e avrei voluto farlo da tempo
Seguo il vs progetto UNITI e DIVERSI, non avrei mai potuto
partecipare alle Assemblee di Chianciano, per motivi economici.
Tra gli interventi, quello piu’ interessante e’ stato di MARIANO BADIALE.
In questa sede vorrei chiederti e ho fatto un post a P.B. in merito,
se il dogma “SPESA A DEBITO=INFLAZIONE” e’ inattaccabile.
un saluto
Ruggero

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 3:06

Nel mio paesello e’ arrivato un parrocco argentino di origini italiane,
Un giorno gli ho detto che non mi piaceva l’OGM.
Sai cosa mi ha risposto ?
Con l’OGM si produce di piu’ e si combatte la fame nel mondo.
Vedi come e’ schierata la CHIESA?
UN SALUTO

istwine
istwine
7 Novembre 2011 3:24

ragazzi, non rispondete a uno che scrive scrive scrive e non conosce neanche i rapporti contabili fra settori. amensa non è in grado di uscire dalla sua botte di ignoranza. è uno che non conosce le basi, è ovvio che scriva sempre e solo stupidaggini.

unodipassaggio
unodipassaggio
7 Novembre 2011 3:48

Purtroppo il destinatario della missiva sta solo cercando di salvare il suo culo. Non avrà questo coraggio.

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Novembre 2011 3:49

A Giancà, leggi bene prima di giudicare. Faccio riferimento al precedente commento di Stefano D’andrea, leggilo per intero. Quanto al “sussulto di dignità” del mafioso, mi pare peggio del mio paragone.

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Novembre 2011 3:54

Straquoto ogni parola

IVANOE
IVANOE
7 Novembre 2011 3:54

Presidente Berlusconi, spero che qualcuno le faccia leggere questo posti di Barnard e i commenti, io la penso come Barnard. E’ una sciagura anche se non è avvenuta che sento sulla pelle se lei dovesse mollare proprio adesso. Non si faccia commissariare da un governo tecnico ma li porti questi falsari e ipocriti del centro-sinistra ( solo la casacca hanno e non le idee che anche a me piacciono se fossero vere…) almeno alle elezioni in primavera, mi creda basterebbero pochi mesi e quelli della falsa opposizione si scioglierebbero come neve al sole tra litigi di galletti che vogliono a tutti i costi il potere…e il suo compenso sarebbe governare ancora fino alle nuove elezioni. Presidente, la storia le stà concedendo la possibilità unica che forse ad un uomo sopratutto fortunato come lei di poter riprendersi quella dignità che in parte lei e i suoi falsi collaboratori ( veda la carlucci… squallida interprete di un meretricio politico e mentale vergognoso) e in parte i suoi interessati detrattori le hanno tolto: ESCA DALL’EURO !!! Riporti tranquillità nelle famiglie italiane nel popolo vero che anche se umili e non tutti suoi sostenitori non meritano di fare la fine che gli stano preparando.… Leggi tutto »

ComeDonkeyKong
ComeDonkeyKong
7 Novembre 2011 3:56

Caro Paolo Barnard, la lettera è talmente tanto saggia e assennata che da sola spiega i motivi per cui ci ritroviamo in questa situazione. Intendo dire che non è tanto il contenuto della lettera a spiegare la nostra situazione tragicamente assurda, quanto il fatto che essa venga fuori oggi e sia scritta da una persona con la tua storia e indirizzata ad una persona con la storia di Berlusconi. Posso ipotizzare che se egli seguisse il tuo consiglio, sarebbe facilmente trasferito in manicomio, con la complicità dei suoi numerosi servi, pronti a darsi ad un altro padrone. D’altro canto, quando mai questo personaggio ha dato mostra di considerare l’orgoglio nazionale come qualcosa che faccia parte del proprio orgoglio? Il problema non è nei processi di Berlusconi, o nei lati oscuri del suo passato e del suo presente, è ovvio. L’insistenza di Travaglio, Santoro e altri su quei temi è solo un altro sintomo della mediocrità dei nostri tempi (gareggiano tutti a fare i RobertRedford della situazione: giornalisti-d’assalto-pronti-a-tutto-che-non-hanno-paura-di-chiedere-al-Presidente: “dove ha messo i calzini la sera scorsa? E perché sul suo comodino ci sono tre flutes con residui di champagne, dei quali due hanno anche tracce di rossetto?” Che forza!). Il vero… Leggi tutto »

Mangudai
Mangudai
7 Novembre 2011 3:56

..certamente!Producono di più le multinazionali, e la fame nel mondo non é provocata dalle sementi non OGM!…la chiesa non si pone queste domande!….

victorserge
victorserge
7 Novembre 2011 4:01

mi scusi signor barnard; ma lei è davvero convinto che berlusconi non faccia parte della cricca neoliberista che ci ha condotti in questi pasticci?
il suo appello a berlusconi è a scoppio ritardato o quantomeno sospetto.
berlusconi non ha mai detto di essere contro le politiche della bce, non ha mai detto di essere contrario alle privatizzazioni, non ha mai lasciato trasparire di essere contro il finanzcapitalismo che riduce il lavoro a semplice elemento di contabilazzazione dei profitti.
ma a quale berlusconi si sta appellando? a quello reale, il che mi pare un’ aberrazione o a un suo berlusconi ideale?
grandi sono le tenebre in questo mare di illusione.

geopardy
geopardy
7 Novembre 2011 4:08

Lancio una provocazione. Cerchiamo di fare un po’ d’ordine storico prima e poi torniamo all’oggi. Non è solo la moneta unica ad essere stata concepita per annichilire i paesi nazione, ma l’Europa stessa è stata concepita in modo tale ed altrimenti non potrebbe essere. Mi spiego, siamo un continente che ha scatenato due guerre mondiali in 20 anni e tutto a causa degli stati nazione, non so se siano poche due guerre di questo tipo, ma, evidentemente, ai politici del dopo guerra è sembrato abbastanza e concordo con loro. A furia di leggere gli eventi del mondo solo in chiave monetarista questo ci sfugge, ma è naturale, ormai, nelle nostre teste ci sono solo dollari ed euro. Quello che propone Barnard mi sembra sia stato già tentato dopo il 1929 e proprio in Germania , da lì a qualche anno si scatenò la seconda guerra mondiale. Questo, per il semplice fatto che un’economia con standard moderni di benessere (incluso il XX° secolo) non può essere autosufficiente ed abbisogna di attingere, comunque, da risorse altrui per essere mantenuta. Come vedete il problema si ripresenterebbe e, forse, in maniera ancor più grave con gli stati sovrani. Il Giappone viene lasciato in pace… Leggi tutto »

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 4:10

No! Non lo farà mai perchè lo tengono per le palle. Deve disperatamente salvare le sue aziende ed evitare che Marina e Piersilvio vadano a dormire sotto i ponti. Potrebbe farlo uno che non ha niente da perdere, ma lui ha troppo da perdere e se ne starà buono e zitto.

lacoontecassandra
lacoontecassandra
7 Novembre 2011 4:14

Svendita della sovranità nazionale economica e militare I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice si chiama Giorgio Napolitano . Nel forum c’è Napolitano, funzionario Bce [www.comedonchisciotte.org]. (clicca il blu ) Il cerimoniere si confessa corresponsabile di questa svendita di sovranità economica e militare…. La fonte di questa confessione è del Quirinale medesimo. Ma questo questo in CDC qualcuno “ finge ” di non capirlo… È vero che bisogna augurare Resista Presidente, affinché Lei possa usare il tempo che Le rimane per smascherare il “colpo di Stato finanziario” Ma le anime belle che ora si disgustano (considero particolarmente chi scrive Per quanto possa provare DISGUSTO per Berlusconi,il nano rimane l’unica carta giocabile contro l’ormai programmato smantellamento italiano ) e trovano il nano l’unica carta giocabile disgustano altrettanto perché per costoro l’unica carta è l’intrigo di palazzo e non la proposta. Facesse il nano la mossa del “matto” ( o del “disperato” ) ma poi cosa succede ? Non fa la mossa, cosa succede ? Bisogna ripartire dai granellini di sabbia da mettere negli ingranaggi del… Leggi tutto »

PeppoI
PeppoI
7 Novembre 2011 4:23

buahahah, adesso le ho lette tutte! bioparco!
chiedere di “resistere” per il bene della nazione ad un puttaniere che per anni ha negato la crisi, ha fatto solo i suoi interessi in maniera spudorata, ha corrotto e comprato giudici e parlamentari è davvero grottesco. Non credo a ciò che leggo.
Ho letto i suoi articoli dott. Barnard e il suo “il più grande crimine”, trovandoli interessantissimi, sensati e condivisibili. Ma scrivere questa lettera ad un uomo che non ha mai fatto politica ma solo interessi personali e incolpare la sinistra (di cui non sono elettore, chiariamoci) di aver portato l’euro… non scherziamo. Dov’era, allora, la fervida opposizione all’euro di Berlu, che da “esperto di economia” (buahaha) ci spiegava tutti i suoi limiti?? crede che a lui interessi (e capisca) qualcosa della nostra “gallina delle uova d’oro” ormai distrutta? ma per piacere… lei deve continuare nel suo importante lavoro di diffusione delle sue idee, dott. Barnard, ma senza chiamare in causa il non-politico italiano.

geopardy
geopardy
7 Novembre 2011 4:23

Strana tipologia di anarchico.

istwine
istwine
7 Novembre 2011 4:37

qua si confonde difficoltà oggettive con difficoltà ideologiche. l’euro è in difficoltà oggettive, dipendenti dall’assetto istituzionale. gli USA lo sono perché l’ideologia dominante è quella che tutti sappiamo. certo, anche l’assetto istituzionale europeo è conseguenza di una certa ideologia. ma la differenza è tra uno che dice di non poter correre perché ha le scarpe legate (gli USA, il Giappone ecc ecc) e uno che non ha i piedi (europa) sul Giappone sembra che ognuno abbia la sua idea, chi lancia il carry trading, chi lancia il fatto che il debito pubblico sia per la maggiore in mano a loro stessi, chi lancia che il giappone è prestatore di tutti. ma cosa significa prestatore di denaro per tutti? presta gli yen, perchè emette yen. solo quelli può prestare. viene lasciato in pace perché non esiste “opportunità di arbitraggio” nei paesi sovrani, a livello tecnico e logico pure. e dire che l’altro giorno, il signor goldman sachs Costamagna si è lasciato sfuggire che se in europa bisogna eliminare “l’opportunità di arbitraggio”. peccato che nessuno l’abbia capito in studio. una cosa, la moneta è uno strumento fondamentale per uno Stato, anzi, è ciò che differenzia uno Stato da una famiglia e un’azienda.… Leggi tutto »

kenoby
kenoby
7 Novembre 2011 4:52

ma sai almeno di cosa stai e stiamo parlando/trattando?? Credo proprio di no. Inizia dal principio andandoti a scaricare e leggere il saggio di Barnard “il piu grande crimine” e poi ne riparliamo con calma.

ale5
ale5
7 Novembre 2011 4:56

Ma l’ha mandato a silviuccio questo appello??
Compagn..eehm compatriota presidente dall’alto dei suoi 3-4 mld di euro salvi gli italiani dalla speculazione neoliberista.
Sì come no, già me lo immagino il berlusca che legge stà lettera, commosso e in uno slancio patriottico attacca, come dice il giornalista, l’elitè neoliberista…
Barnad è un genio

Iacopo67
Iacopo67
7 Novembre 2011 4:57

Berlusconi e Tremonti queste cose le sanno.
Il problema è un altro, è che il vero potere è micidiale, non perdona e fa paura.
E Berlusconi è un uomo di mondo, non un pazzo idealista cuor di leone.

Quando la BCE intimò all’Italia di mettere in ordine i propri conti, Berlusconi rispose mandando a quel paese la BCE, e non lo fece in via riservata, ma pubblicamente, attraverso un pesante articolo di Ida Magli sulla prima pagina de “Il giornale”. Il giorno dopo la pubblicazione di tale articolo il Wall Street Journal pubblicò un articolo in reazione a quello de Il giornale, chiedendosi se Berlusconi fosse impazzito. Il giorno dopo ancora, Berlusconi fu colpito in faccia da una miniatura del duomo di Milano scagliato dal solito pazzo isolato. Coincidenza ?
E quante cose non sappiamo che sarebbero da approfondire..
I morti che quest’europa si lascia dietro, Haider assassinato in Austria nel 2008 il giorno che il suo partito vinse le elezioni, Fortuyn assassinato in Olanda nel 2002 il giorno prima della vittoria del suo partito alle elezioni..
E’ facile incitare al coraggio, stando nelle retrovie, ma quella è gente che non scherza.

A-Zero
A-Zero
7 Novembre 2011 5:08

Barnard ci è o ci fa? Lui ha ragione nel sostenere che il problema sia originato dalla perdita di sovranità monetaria. Lui ha ragione, ma tanto questa è una ovvietà, che dopo Berlusconi ci saranno i governi BCE. Ma sperare in Berlusconi vuol dire aver impiegato tutte le energie a studiare macroeconomia monetaria e poi a non riuscire a fare quattro scalini per uscire dalla porta, sperando che lo porti fuori l’attuale tenutario della casa in fiamme. Sempre che Barnard sia in buona fede. Primo. Berlusconi è anche egli un ingranaggio del sistema, quanto meno. Quanto più è uno dei fattori del sistema: è uno dei grandi capitalisti, di fatto. E il suo aumentare il debito e nascondere l’evidenza ha di molto accelerato la posizione di rischio e di minaccia dello stato Italia. Poi è anziano, è rincoglionito da se stesso, è anacronistico. Dunque dovremmo sperare che questo qui faccia un colpo di testa e vada contro i suoi compari globali? Come se i suoi capitali non siano ammucchiati insieme ai capitali globali da qualche parte? Come se i suoi eredi possano prendersi la briga di salvare i suddetti capitali dalla punizione dei suoi compari globali? Allora Barnard ci sei… Leggi tutto »

athos
athos
7 Novembre 2011 5:21

A berlusconi purtroppo non gli importa un cazzo. questo è il problema. ma vorrei dire una cosa a chi continua a dire io sono di sinistra ma appoggio barnard, io da marxista sono però d’accordo… ecc. come ha riferito costanzo preve questa è una sfida “al sud europa” ed ha un significato geografico per cui si può e si deve rispondere con un senso culturale e pattriottico. l’italia e il sud europa sono l’oggetto del bersaglio, gli operai, gli immigrati e tanto altro ancora caro agli alternativi di sinistra si deve risolvere anzitutto partendo da una posizione di “equilibrio” e questo può avvenire solo edesclusivamente con la sovranita monetaria. punto e a capo. poi vorrei dire che per quel che possa valere…adesso,fermo restando che non credo più a nulla, però se berlusconi ha un identità politica, e molti degli esponenti del PDL tra cui brunetta tremonti eccettera non dimentichiamo che sono socialistiiiiiiiiiiiii(riformisti ma socialisti) e quindi statalisti! loro hanno imparato a far politica con gente come craxi e non c’è bisogno di dire che, sempre considerando il discorso dal punto di vista geopolitico, come occorre fare ora, è stato forse uno dei pochi esponenti della politica italiana che abbia pensato… Leggi tutto »

Iacopo67
Iacopo67
7 Novembre 2011 5:30

Maxim, alcune cose che dici sono giuste, però, scusami, ma di economia non ci capisci proprio.
A questa storia dell’inflazione ti ho già risposto in modo semplice e chiaro nell’articolo “Nonna, ti spiego la crisi economica 7 e 8”, ma tu non solo non mi hai risposto, forse non mi hai neanche letto, così come non hai letto Barnard, nè Wray, altrimenti la smetteresti di continuare a fare la figura del grullo con la storiella dell’inflazione.

Break74
Break74
7 Novembre 2011 5:31

Inutile sprecare ulteriori chiacchere.
Innegabile rendersi conto che nella maglia d’acciaio(mica na ragnatela) che ci ha inglobato completamente solo uno psicopatico e irresponsabile ometto che ha avuto tutto dalla vita ed ormai ha poco da perdere possa arrivare uno spiraglio d’orgoglio. E come possiamo noi, uomini comuni senza ormai nessun potere non affidarci a questo circondati dalle tenebre più profonde.
La domanda più lecita e come siamo arrivati fin qui? Domande inutili se la risposta è univoca.
Ecco perchè la mia famiglia continua a prendermi per pazzo da un mese a questa parte mentre farnetico tra me e me che se elezioni ci saranno, voterò proprio lui.
A casa mi hanno consigliato pure una cura a base di psicofarmaci, forse hanno ragione ma non posso che condividere al 100% la missiva di Paolo.

athos
athos
7 Novembre 2011 5:40

non mi definisco anarchico (troppo difficile darsi un etichetta simile)ma certamente la mia forma mentis e i miei percorsi intellettuali sono e vanno tutti in direzione libertaria. assolutamente sensata la posizione di questa lettera, per l’orientamento anarchico. l’autonomia e l’indipendenza sovrana ad orientamento localista-cultural-geografico e anticapitalista è in linea con le più dignitose battaglie ad approccio libertario. se si studia chi è il vero potere, si procede con una vera lotta anticapitalista/antiimperialista. qui barnard inoltre non scende a patti con nessuno nè tantomeno con un altra dimensione del potere, ma invitàa un rappresentante istituzionale a ragionare in termini di indipendenza e autonomia.concetti a pieno titolo anarchici e non comunisti nè marxisti. vi ricordo che il passato di molti esponenti del PDL è statalista-socialista (seppur riformista) ed inoltre la lotta partigiana aveva ANCHE una connottazione pattriottica, locale, di liberazione e autonomia indipendenza. in termini di globalizzazione mi ci ritrovo appieno.

athos
athos
7 Novembre 2011 5:42

purtoppo si ahimè…

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 5:42

http://www.italianiliberi.it/Edito09/sovranitamoneta.html

articolo della magli, peccato che vengano letti con superficialità le cose importanti e con attenzione le notizie di gossip…laqvaggio del cervello pilotato dai soliti ignoti?

Tetris1917
Tetris1917
7 Novembre 2011 5:44

I giornali di sinistra, sono vermente degni di quelli di destra. Stamattina La Repubblica titolava in homepage: “Berlusconi non molla, crolla di nuovo la borsa”; poco fa il titolo e’ cambiato “dimissioni vicine? La borsa vola”.
Questo e’.

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 5:45

qualche giorno fa ha detto che il sistema euro è completamente sbagliato e lo hanno zittito immediatamente….si deve alzare la voce del popolo forse?

Break74
Break74
7 Novembre 2011 5:49

la voce del popolo è molto confusa.

Break74
Break74
7 Novembre 2011 5:53

Esatto, adesso assisteremo a qualche giorno di sfrenate feste popolari sponsorizzate da Fatto & co che culmineranno nell’ovazione che giovedi darà Santoro. I messaggi di gioia su facebook si consumerranno. Benvenuti nel 2011 l’anno della liberazione. che amarezza.

Maxim
Maxim
7 Novembre 2011 5:54

Berlusconi è uno che fa gli interessi suoi e delle sue aziende , punto e basta.
Adesso certi vorrebbero vederlo come combattente contro la finanza internazionale e via dicendo .
La realtà’ è molto diversa e molto più’ triste .

lucmartell
lucmartell
7 Novembre 2011 5:55

HO LA NAUSEA!!!!!!…questi sono i giorni in cui mi rendo conto che il pianeta è SPACCIATO!!..e mi capita perchè capisco,che l’essere umano,colui che in primis dovrebbe avere interesse a che TUTTO ABBIA UN SENSO!!…sostanzialmente E’ UN IMBECILLE!!! 1) Paolo Barnard,se per te berlusconi rappresenta la salvezza dell’Italia $ù§@#*°#i!!!!!!!!! 2) Euro,a farci entrare nell’euro,fù il governo Prodi (tutta la classe politica e dirigente italiana APPLAUDIVA!!) tra cui il PIU’ RICCO D’ITALIA!!! sig. berlusconi che SICURAMENTE al 100% NON AVREBBE!! VOLUTO VEDERE QUOTATE LE PROPRIE AZIENDE IN LIRA ITALIANA NE’ TANTOMENO DOVER OPERARE ALL’ESTERO CON TALE MONETA!!!!!!!!!!! 3)Al subentro dell’euro,sulla lira ERA IN CARICA!! il governo berlusconi CHE NON VIGILO’ IN NESSUN MODO SULLA CONVERSIONE DEI PREZZI!!!!!!!!!!! (chissà perchè??) 1000lire,diventarono 1euro!!!!!!!! Sul fenomeno berlusconi,con cui il sig barnard ha un rapporto di odio/amore (una relazione complicata)…nn penso di dover aggiungere altro..anzi da TROPPO TEMPO mi auspico si possa parlare D’ALTRO!!! 4) Euro,la moneta unica di per sè,NON E’ IL PROBLEMA ..il problema è che è stata concepita MALE!!..e GESTITA PEGGIO!!!…e ora viene ARMATA! per DIVIDERE l’EUROPA,mentre invece dovrebbe UNIRLA E RAFFORZARLA!!!….. ricordate tutti che la crisi finanziaria E’ USA!!!!!!…l’Europa si “SAREBBE DOVUTA IMPORRE!!” perchè la pagassero I VERI RESPONSABILI!!!! 5)Irlanda,Islanda,Grecia…sono delle economie… Leggi tutto »

abbronzato
abbronzato
7 Novembre 2011 6:01

Condivido al 101%

maurisabba
maurisabba
7 Novembre 2011 6:09

Caro Paolo,
la seguo da molto tempo ma stavolta ha esagerato. Essere contro-contro-contro-corrente è un pò troppo per chiunque, anche per te.
L’analisi è giusta ma la soluzione è demenziale, ovvero non tiene conto di chi è Berlusconi.
Dimenticarsi di chi è al punto da invocarne un tardivo quanto inutile pentimento è fuori di ogni logica e diventa solo un inutile e sterile provocazione.
… si spenda ancora ma per qualcuno che sia credibile.
PS
Spero fortemente che anche lei non sia -in fondo- attratto dai benefici di chi sa che stare vicino ad un personaggio del genere conviene.

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:17

Totalmente d’accordo.
Dipingere ADESSO … (e non parlo occorresse da anni, ma da almeno qualche mese …) quell’essere viscido e repellente addirittura come un eroe nazionale potrà andare benissimo come provocazione e per sottolineare i disastri fatti da altri. Ma la cosa finisce lì.

Allarmerosso
Allarmerosso
7 Novembre 2011 6:19

La cosa assurda di persone come te è che nel attaccare Berlusconi gli date più importanza voi di chi in realtà magari l’ha pure votato. Pensare che la situazione attuale sia causa sua scusami ma è molto ipocrita superficiale ignorante e provinciale .
Spero tu possa posare la bandierina da ultrà che hai in mano e cercare di comprendere cosa porta uno come Barnard a scrivere un appello del genere.
Sarai mica anche tu uno di quelli che “l’importante è che se ne vada Berlusconi per risolvere i problemi…

Una domanda , preferisci esaudire i desideri della UE e del FMI e dei casinò chiamati “mercato”o pensi sia giusto pensare all’artigiano ,al negoziante, alla pensionata a 400€mese, ai disoccupati, ai servizi pubblici , agli ospedali , alle scuole , alle aziende che producono beni reali ?

non capisco come si possa ,da cittadino comune, accettare e difendere sistemi che predicano lacrime e sangue per ideologie assolutamente fuori dalla realtà della vita quotidiana delle persone che lavorano

Allarmerosso
Allarmerosso
7 Novembre 2011 6:21

ahh scusa … un’altra cosa , è facile fare l’esempio dello Zimbawe mentre sarebbe bello da parte tua un commento sul Giappone , o l’Islanda

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:22

Ok, finché si vuole provocare e fare gli “andanti contro corrente” va tutto benissimo.
Finché si vuole dire che i Prodi, Bersani e compagnia bella sono dei mascalzoni, va tutto benissimo.

Ma se qualcuno pensa seriamente che a Berlusconi fotta qualcosa dell’italia mi fa dubitare parecchio delle proprie capacità cognitivo-intellettive.

Allarmerosso
Allarmerosso
7 Novembre 2011 6:23

Da adesso bisogna trovare un nuovo nome agli schieramenti …
Sinistra e Destra non va più bene evoca nella mente della gente ignorante un passato che ormai non esiste più.

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:26

ESATTO …

Sancho2011
Sancho2011
7 Novembre 2011 6:27

Il “salvatore della patria” in questo momento è a Milano a discutere con Marina PierSilvio e Confalonieri della sorte delle sue aziende in caso di dimissioni. (Fonte Franco Bechis su Twitter). Questo è l’uomo a cui in buona o cattiva fede parte degli utenti di questo sito vuole affidare le sorti del Paese. Mi sembra iniziata la campagna elettorale e B., che sa usare tutti i mezzi di comunicazione, sta facendo lavorare i suoi scagnozzi. Forse in campagna elettorale dirà anche le cose che vorrebbe Paolo Barnard dicesse, ma lo farà solo se i suoi focus group gli faranno capire che la “ggente”, questo vuol sentire. E comunque sui siti di informazione alternativa farà arrivare le parole chiave adatte a quesi contesti, ai massoni dirà ciò che piace loro, agli imprenditori dirà altre cose ancora. E’ un bugiardo patologico a cui premono solo i propri interessi personali. E’ uno che si paga le prostitute con i soldi e i posti pubblici (e perciò non è vero che non ci interessa cosa fa nella sua camera da letto: se non devo pagare anch’io non mi importa, ma se paga con soldi anche miei allora mi importa eccome…). E’ lo stesso signore… Leggi tutto »

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:31

Ma sperare in Berlusconi vuol dire aver impiegato tutte le energie a studiare macroeconomia monetaria e poi a non riuscire a fare quattro scalini per uscire dalla porta

Eggià.
Quoto.

casumarzu
casumarzu
7 Novembre 2011 6:34

Bravo Paolo
vediamo se qualcuno le porta la tua riflessione – Bisogna affidarsi a Scilipoti
Quello che registri è la pura realtà . La mia difficoltà nel rappresentarla da diverso tempo alle intelligenze della sinistra è notevole . E dire che Gramsci aveva nel suo tempo avvertito del problema . Questi del PD, si pongono in testa e pretendono di fare istruzione civile ai giovani per poter poi far passare le loro idee che non si capisce chi sia il fondatore . Chiedere a Bersani a quale idea politica tende!!!!!
Governare l’Italia dei potenti dando il contentino di una pseudosinistraneoliberare.

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 6:41

IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI.
DOBBIAMO ATTACCARCI A TUTTO.
MA VOI SIETE OTTUSANDOLI.
BERLUSCONI E’ UN DELINQUENTE.
PRODI E’ UN ANGELO.
AVETE CAPITO TUTTO DELLA VITA.
COMPLIMENTI.

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 6:42

IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI.
TENTAR NON NUOCE.

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 6:43

IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI.

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:44

Perciò come prima cosa mi ripugna che Lei sia bollato come il responsabile di colpe che Lei non ha, e che sono tutte a carico del centrosinistra italiano.

Cazzate.
Se non è colpevole di questo, è colpevole di una marea di altre cose che un quarto già sarebbero troppe. Che poi il centro sinistra sia colpevole, colpevolissimo di questo ed altro è tutta un’altra questione.

Incolpare un innocente, per quanto criticabile egli sia, è sempre inaccettabile.

Innocente un bel paio di balle.

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 6:48

Che Berlusconi sia a Milano per difendere le sue aziende è talmente ovvio da non dover essere nemmeno commentato. L’ho detto anche questa mattina, cercherà di resistere finchè non gli avranno dato l’assicurazione che le sue aziende non verranno toccate. Gli hanno dato queste assicurazioni? Oppure si dimetterà senza averle ottenute?
Non è questo il discorso di Barnard. Il discorso è, ingenuamente, più complesso, Barnard come moltissimi di noi, è terrorizzato, giustamente, da quello che verrà dopo di Berlusconi. Questo fa di noi, come qualche forumista di CDC ha improvvidamente ed offensivamente scritto, “degli scagnozzi di Berlusconi”? Il discorso di preferire Berlusconi, che continuo a preferire al prossimo inevitabile governo tecnico, è un discorso legittimo. Molto meno legittimo è il discorso di chi, in ignoranza e malafede, si ingoierebbe tutto, ma proprio tutto, pur di vedere Berlusconi andarsene.

Nauseato
Nauseato
7 Novembre 2011 6:52

ormai ho anche smesso di meravigliarmi.

Ma per forza … la realtà supera sempre la fantasia non si dovrebbe mai dimenticarlo.

Invocare seriamente (anche con solo un minimo di serietà …) il signor Berlusconi buffone supremo, pappa e ciccia un tempo con i Craxi e il peggior PSI, poi con i Lunardi, poi Cicchitto, La Russa e Gasparri, Romano, Romani, Tremonti e tutta la banda è degno di un cabarettista. Che non fa neppure ridere.

clacchio
clacchio
7 Novembre 2011 6:55

d’accordo con te. B non si dimetterebbe non per far uscire l’italia dall’europa, ma solo per farsi gli affari suoi. Non capirlo significa essere fuori dalla realtà. E in ogni caso questa candidatura spontanea di Barnard doveva venire molto prima, e possibilmente direttamente a lui (bastava ingaggiare qualche escort). Oggi è un po’ tardi per recuperare

Iacopo67
Iacopo67
7 Novembre 2011 6:55

Mah, si vede che per te il discorso di mettere in dubbio la sovranità monetaria della BCE sono quisquilie …

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 6:56

Ma e’ altrettanto chiaro che chi e’ vissuto vicino ai banchieri come lei,
e’ stato plagiato.
Forse lei e’ una spia.
Alla larga, pensionato benestanti.
Io non ho piu’ nemmeno gli occhi per piangere.
Lei pensa ai suoi figli,
io penso a me stesso, a 50 anni rottamato
con 32 anni di contributi regalati alla disonesta agenzia delle entrate.
Se vuole le posso dare qualche lezione di fisco,
ieri sera S.BOURSIER ha fatto una figura barbina
con almeno 10 domande omesse.
Avrei voluto esserci io per domare quei vassalli delle
AGENZIE DELLE ENTRATE.
Mi dovrebbe spiegare i vari passaggi che fa l’agenzia delle Entrate
per determinare la cifra dell’evasione.
E mi dovrebbe spiegare perche’ l’UNICREDIT transa 150 milioni
a fronte di 900 di dovuti.
Al cittadino qualunque questo non e’ premesso,
ma forse se si svcegkliasse gli sarebbe pure permesso.
Il tizio dell’ AE, dice che si ci sono persone in difficolta’ tra i comuni
mortali,
invece a PROFUMO e company e’ permesso di transare,
perche’ persona onesta.
Siamo al delirio criminale.
un consiglio,
cambi hobby, c’e’ tanta terra da coltivare,
sarebbe molto dignitoso.
Lei e’ pericoloso.
Alla larga.
un’incazzato nero

LAZZARETTI
LAZZARETTI
7 Novembre 2011 6:58

tombola.
questo personaggio deve sparire da questo sito.
scio’

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 6:59

ma voglio vedere quale imprenditore non voglia vedere salve le sue aziende….togliamoci i paraocchi!! hai ragion da vendere a dire che B non è in piena onestà ma che facciamo? diamo le redini a bersani che ci condurrà dritto dritto nelle mani dei predatori? o ci facciamo mettere nelle mani di qualche scagnozzo di draghi e facciamo continuare il progetto iniziato nel 92? sveglia!!! la sovranità popolare su cui è fondata la nostra costituzione dov’è finita? forse qualcunoo non si rende conto che B. va fatto fuori perchè non esegue gli ordini e salvare le sue aziende vuol dire avere ancora un nemico da abbattere!!!

azul
azul
7 Novembre 2011 7:14

Sbagliano quelli che criticano Barnard in questo caso. La lettera andava scritta ed è aperta, indirizzata cioè a tutti gli italiani e in maniera retorica ed ingenua anche a Berlusconi. Potrebbe avere però anche una ripercussione mediatica ed è quello che mi auguro. Altro discorso è quello di aspettarsi una reazione da parte di Berlusconi. B non è mosso solo da interessi materiali, come molti pensano, c’è in lui anche una componente ambiziosa, orgogliosa e vanesia che lo porta al desiderio di passare alla storia come un grande statista. Messo con le spalle al muro, quindi, potrebbe anche avere uno scatto di orgoglio e denunciare il Vero Potere come vuole Barnard, senza contare che non gli mancherebbe certo la cassa di risonanza mediatica necessaria. Il problema è che non lo farà mai, perché è un pavido e un vigliacco. Uno che aveva una paura cane della impossibile vendetta (sacrosanta!) di Gheddafi, potrebbe mai avere il coraggio di affrontare il Vero Potere? Sicuramente deve già essere stato “avvertito” delle possibili conseguenze di un tale gesto e qualcuno deve avergli proposto un’uscita di scena e una pensionamento tranquillo in una casa di riposo, con codazzo di infermiere in lingerie al seguito. Il… Leggi tutto »

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 7:15

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2011/11/07/visualizza_new.html_642900949.html

ecco cosa vogliono questi porci! presidente ci porti fuori dall’ europa

clacchio
clacchio
7 Novembre 2011 7:19

il problema non è che B deve andarsene. Per me B potrebbe anche salvarsi tutte le aziende e farsi tutte le leggi ad personam che vuole, se poi facesse quello che suggerisce Barnard, ma è sicuro che non lo farà. Quindi non è un turarsi il naso, l’alternativa a sprofondare nel baratro preparatoci dalle elite è galleggiare un altro po’ prima di sprofondare nel baratro preparato dalle elite

epicblack
epicblack
7 Novembre 2011 7:20

Signor Barnard, Le voglio sommessamente ricordare che a far data giugno 2001 il virtuoso “Presidente” Berlusconi ha governato questo disgraziato Paese per ben 3079 giorni (otto anni e mezzo su 11 e mezzo, l’80% del tempo), senza mai porsi nessuna domanda sul sistema monetario. Ce ne a sufficienza per affermare che Silvio Berlusconi è asservito al sistema nè più nè meno degli altri personaggi che Lei nomina come il diavolo.
Comunque penso che B. leggerà la Sua lettera e penserà: ah, questo suggerimento di Barnard è una gran bella idea, che seguirò, anche per onorare ed emulare il mio amico Gheddafi, grande alfiere delle sovranità nazionali e delle monete auree.
(Ce l’avrà poi le palle il nostro Presidente per emulare Gheddafi?)

amensa
amensa
7 Novembre 2011 7:22

ovviamente, come vuole colui che sta di sopra, anche tu non hai capito nulla.
credi che il chiedere di tassare fortemente i ricavi delle banche, ottenuti col monopolio della gestione del denaro, sia far loro un favore ?

se c’è un favore fatto alle banche è vendere un mucchio di fumo, per lasciare il tutto così com’è.

cosa credi più facile e realizzabile, tassare le entrate delle banche o cambiare il sistema monetario, che poi non è chiaro se lo dovrebbe fare solo l’italia o tutto l’occidente.

svegliati pellegrino !!!!

Sancho2011
Sancho2011
7 Novembre 2011 7:23

La preoccupazione per il dopo non è solo tua, ma il presente non è comunque portatore di niente di buono. Non mi riferivo affatto a te come scagnozzo di Berlusconi, non mi interessa offendere, esprimo i miei dubbi e devo purtroppo dire che tu con la tua risposta li rafforzi. Mi parli di ignoranza e malafede, ma non entri nel merito. Così restiamo a livello di fazioni, io non apprezzo Berlusconi, non penso che risolva la situazione e non pernso che sia il meno peggio. Credo che senza di lui verrano allo scoperto tutti, a sinistra come a destra: non potranno più parlare solo di lui, ma dovranno dire che tipo di società hanno in mente. Non dovranno più dirci se stanno con o contro Berlusconi, ma se stanno con o contro noi cittadini o più semplicemente esseri umani, se vogliono il benessere di tutti o solo di un’oligarchia. Non ci sarà un falso obiettivo che nasconde il resto. Almeno questo è quanto mi auguro. Ho anch’io paura che su molte cose Barnard abbia ragione, il quadro di potere che egli indica nei suoi scritti è quanto vedo anch’io: prima di leggere le sue parole e quelle di altri come… Leggi tutto »

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 7:24

e mica i italia ci possono scaricare una caterva di missili! ti ricordo che abbiamo credo 90 testate nucleari che non ci appartengono e che non danneggiano solo noi

amensa
amensa
7 Novembre 2011 7:37

quando sostengo che Barnard ha ormai organizzato una bella claque, (tutte persone vere o molte virtuali ? ) per far sembrare vero e realistico quanto afferma, non occorre molto….. basta guardare quanti interventi ricevono i suoi post, e confrontarli con quanti ne ricevono gli altri.
o c’è qualcuno che legge SOLO i suoi, oppure bisogna pensare che la stragrande maggiornaza della popolazione la pensi come lui.
non c’è quindi da stupirsi, e questo è un dato OCSE, che due italiani su tre, siano da considerare perfetti ignoranti.
ripeto, non è una affermazione mia ma dell’OCSE in base ad una indagine fatta con metodologia identica sui circa 30 paesi economicamente più importanti del pianeta.
esattamente 39.146.400 unità, corrispondenti al 68,2% della popolazione.
e qui ne abbiamo un fulgido campionario ( sempre che siano tutte persone vere, reali)

mrpeacej
mrpeacej
7 Novembre 2011 7:49

io la metto in dubbio eccome la sovranità della BCE, così come metto in dubbio gli europarlamentari, non mi hanno mai chiesto se volessi essere un cittadino europeo, non ho mai votato per loro, non mi hanno mai chiesto se volessi l’euro e potrei continuare all’infinito…

fernet
fernet
7 Novembre 2011 7:50

Per la numerosa claque: in culo al verdone!!

istwine
istwine
7 Novembre 2011 7:50

andrea, ti ricordi quando sostenevi che il north dakota prosperava per via del pareggio di bilancio?

Giancarlo54
Giancarlo54
7 Novembre 2011 7:52

Chiaro il tuo discorso e chiedo scusa se l’ho male interpretato. Sul fatto che la richiesta a Berlusconi da parte di Barnard sia ingenua, sono stato io stesso a dirlo, a Berlusconi, almeno dal Dicembre 2010, interessa una cosa soltanto, salvare le sue aziende e per fare questo ha accettato tutto quello che gli “amici degli amici” gli hanno ordinato, guerra di Libia compresa. Si sarebbe steso come uno stuoino anche agli ultimi diktat del FMI, pensioni di anzianità comprese, se non fosse stato stoppato dalla Lega che rimane, o rimaneva, l’ultimo appoggio di cui dispone/va per tirare in là con il tempo per arrivare all’unico suo oramai desiderio: salvare Marina e Piersilvio dal dormire sotto i ponti.
Detto questo, non sono così sicuro che sparito Berlusconi gli antiberlusconiani non avranno più alibi, scommettiamo che la prossima manovra lacrime e sangue di un eventuale, e sempre più probabile, governo tecnico sarà addebitata a lui con il classico dei ragionamenti “abbiamo dovuto fare questo e quell’altro perchè Berlusconi ci ha portato a questo punto”? Scommettiamo? Meglio di no perchè non mi piace vincere facile.

Mandeville851
Mandeville851
7 Novembre 2011 7:57

Siamo arrivati all’8 Novembre. Governo Monti/Badoglio in vista. I panzer si apprestano a varcare il Brennero. Paolo, non ti curare di chi ti insulta, ma guarda e passa. Gli strali dei mortadella boys mi gasano 😉

cris79
cris79
7 Novembre 2011 7:58

Silvio salvaci tu, mi scuso per il modo informale in cui glielo chiedo, mi auto flagellerò di frustate per questa mancanza di rispetto verso voi, dio venuto in terra “l’unto del signore”. Tu solo tu puoi salvare questo paese, non ci abbandonare alla merce di questi banchieri. Solo tu sei sempre stato un cuore impavido. Hai gettato il cuore oltre l’ostacolo, ti sei sacrificato alla merce di questi cattocomunisti per il bene supremo, il tuo…ehm volevo dire il nostro. Tu che hai lottato fianco a fianco con i lavoratori mentre a tua insaputa facevate leggi per cancellare ogni diritto e speranza di futuro alle persone. Tu che come Barnard hai capito che i lavoratori che protestano contro di questo sono solo dei polli. Ma pensa te pensa se questa gente se la doveva prendere con Marchionne. Il vero nemico è Soros Bilderberg o come minchia si chiama. Tu che prima di tutti hai capito che la lotta all’evasione la convivenza con la mafia, il clientelismo, la corruzione, la cementificazione selvaggia, la distruzione del welfare non sono un problema, sono in realtà una risorsa per il paese. Perché solo tu e Barnard siete arrivati a capire che infondo basta solo tornare… Leggi tutto »

robybaggio80
robybaggio80
7 Novembre 2011 7:59

Purtroppo, è l’unico che, se volesse, di strumenti per resistere ne avrebbe. PURTROPPO. Comunque, questa lettera per me è una provocazione per svegliarci e per farci rendere conto di come siamo messi. Mai votato Berlusconi in vita mia, tanto per chiarire. E ho pure smesso di votare a “sinistra” da diversi anni, perché non ne potevo più di una sinistra di destra.

marco76
marco76
7 Novembre 2011 8:06

e Kaczynski…l’abbiamo dimenticato…?

amensa
amensa
7 Novembre 2011 8:18

finale stupendo !!!!!!