Pfizer si accaparra il mercato europeo dei vaccini COVID con un contratto da 1,8 miliardi di dosi

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Prof Michel Chossudovsky
globalresearch.ca

Introduzione

Il 14 aprile 2021, la presidente della Commissione europea ha confermato che Bruxelles sta negoziando un contratto con Pfizer per l’acquisto di 1,8 miliardi di dosi del suo vaccino a mRNA.

Questa astronomica quantità corrisponde al 23% della popolazione mondiale. È esattamente quattro volte la popolazione dei 27 stati membri dell’Unione Europea (448 milioni, dati 2020).

Questo è il più grande programma di vaccinazione nella storia mondiale, accompagnato dall’imposizione alla popolazione dell’UE di una diabolica “scaletta temporale” che prevede periodiche somministrazioni di vaccini a mRNA nei “prossimi due anni e oltre.”

L’intero processo sarà accompagnato da una implacabile campagna di paura e dall’obbligo del passaporto vaccinale, approvato dal Parlamento Europeo appena poche settimane prima dell’annuncio dell’UE.

Il passaporto digitale vaccinale dell’UE, che sarà realizzato da Pfizer BioNTech, fa parte del famigerato progetto ID2020 sponsorizzato dalla Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) di Bill Gates “che utilizza la vaccinazione collettiva come piattaforma per l’identità digitale.”

Se questo contratto UE con Pfizer, che è valido fino al 2023, dovesse essere portato a termine come previsto, ogni singola persona nell’Unione Europea verrebbe vaccinata quattro volte in un periodo di due anni (2021-2023).

Tenete presente che, al momento in cui scriviamo, il vaccino a mRNA di Pfizer (così come quelli dei suoi concorrenti, AstraZeneca, Moderna e J&J) sono legalmente classificati (negli Stati Uniti) come “non approvati” e “prodotti sperimentali.” Sono farmaci illegali.

Negli Stati Uniti, la FDA con una ambigua dichiarazione ha fornito una cosiddetta Autorizzazione all’Uso di Emergenza (EUA) al vaccino Pfizer-BioNTech, “per permettere l’uso di emergenza del prodotto non approvato, … per l’immunizzazione attiva...” (vedi sotto)

Ho fatto verificare questa affermazione da un noto legale. È palesemente contro la legge commercializzare un “prodotto non approvato” (indipendentemente dalle relative autorizzazioni governative).

Una fortuna multimiliardaria per Pfizer BioNTech

Parallelamente alla storica decisione dell’UE del 14 aprile 2021, Pfizer ha annunciato che il prezzo del suo vaccino è stato portato a 23 dollari a dose.

Grandi guadagni per Big Pharma. Questo progetto vaccinatorio da 1,8 miliardi di dosi costerà 41 miliardi di dollari, in gran parte da finanziare con denaro preso in prestito. Questa campagna vaccinatoria contribuirà quindi ad aumentare ulteriormente la crisi del debito pubblico, già aggravata nella maggior parte dei Paesi europei dai lockdown degli ultimi 14 mesi.

Nel frattempo, Pfizer ha esteso il suo mercato globale, in gran parte a scapito dei suoi concorrenti.

° Un contratto per fornire agli Stati Uniti fino a 600 milioni di dosi,
° In Brasile, circa 100 milioni,
° In Sud Africa, 20 milioni di dosi,
° Nelle Filippine, 40 milioni,

Il medio termine: 2021-2023 e “oltre.” Nessun ritorno alla “nuova normalità” una volta vaccinati

Quello che è previsto nell’UE è un piano cosiddetto “a medio termine” che si estende fino al 2022/23. Questo piano a “medio termine” implica forse una quarta e una quinta ondata?

Questo progetto a “medio termine” sarà realizzato in collegamento con il “Grande Reset” proposto dal Forum Economico Mondiale. Molto probabilmente sarà accompagnato da nuovi lockdown e da altre misure restrittive. Non è contemplata nessuna prevedibile uscita dalla “Nuova Normalità.” Ecco come ne parla la Presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen:

Ma permettetemi di concentrarmi anche sul medio termine. … È chiaro che per sconfiggere il virus in modo decisivo, dovremo essere preparati a quanto segue: … potremmo aver bisogno di richiami per rinforzare e prolungare l’immunità; … dovremo sviluppare vaccini che si adattino alle nuove varianti; e ne avremo bisogno presto e in quantità sufficienti. Avendo questo in mente, dobbiamo concentrarci su tecnologie che abbiano già dimostrato il loro valore. I vaccini a mRNA ne sono un chiaro esempio.

Sulla base di tutto questo, stiamo ora entrando in trattativa con BioNTech-Pfizer per un terzo contratto. Questo contratto prevede la consegna di 1,8 miliardi di dosi di vaccino nel periodo 2021 – 2023. E comporterà che non solo i vaccini, ma anche tutti i componenti essenziali saranno prodotti nell’UE.

I negoziati che iniziano oggi [14 aprile 2021] – e che speriamo di concludere molto rapidamente – sono un ulteriore passo importante nella risposta dell’Europa alla pandemia.

Voglio ringraziare BioNTech-Pfizer. Ha dimostrato di essere un partner affidabile. Ha mantenuto i suoi impegni e risponde alle nostre esigenze. Questo va a beneficio immediato dei cittadini dell’UE.

Partner affidabile? Ecco la fedina penale di Pfizer

C’è un’altro fattore, un “verminaio” che l’UE non vuole scoperchiare. Il più grande progetto di vaccinazione con un “farmaco non approvato” sarà attuato da una azienda di Big Pharma che ha una lunga storia di corruzione di medici e funzionari della sanità pubblica.

Pfizer è un “trasgressore abituale,” costantemente impegnato in pratiche di marketing illegali e depravate, compresa la corruzione di personale medico e la soppressione di risultati clinici sfavorevoli ai suoi prodotti. Dal 2002 l’azienda e le sue filiali hanno dovuto pagare 3 miliardi di dollari in condanne penali, sanzioni civili e risarcimenti. (Dr Robert G. Evans, National Institutes of Medicine)

Inoltre, negli Stati Uniti Pfizer ha un precedente penale, nel 2009 era stata incriminata dal Dipartimento di Giustizia per “marketing fraudolento.”

Pfizer, la più grande azienda farmaceutica mondiale, è stata colpita dalla più grande sanzione penale nella storia degli Stati Uniti, come parte di un accordo da 2,3 miliardi di dollari con i procuratori federali dopo una condanna per promozione impropria di farmaci e pagamento di tangenti a medici compiacenti.”(Guardian)

In una storica sentenza del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti del settembre 2009, Pfizer Inc. si era dichiarata colpevole delle accuse penali a suo carico. Era stato “Il più grande accordo per frode nell’assistenza sanitaria” nella storia del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Per vedere il video su C-Span cliccate qui.

Ma com’è possibile fidarsi di una multinazionale dei vaccini di Big Pharma che, di fronte al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ) si era dichiarata colpevole di accuse penali, tra cui “marketing fraudolento” e “violazione criminale del Food, Drug and Cosmetic Act“?

Con questa sentenza del 2009 del Dipartimento di Giustizia, Pfizer era stata per così dire “condannata a rimanere sotto vigilanza speciale” per un periodo di quattro anni. A Pfizer era stato ordinato di stipulare “un accordo di integrità aziendale” con l’ispettore generale del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (DHHS), che, di fatto, avrebbe agito come un “giudice di sorveglianza.” Quell’accordo prevedeva “procedure e revisioni per … evitare e rilevare prontamente” (futuri) comportamenti scorretti da parte di Pfizer, Inc.

Il “vaccino” assassino

Integrità aziendale? Le pratiche di “marketing fraudolento” di Pfizer BioNTech qui sono all’ennesima potenza, di fronte alla proiezione di 1,8 miliardi di dosi del suo “vaccino” “sperimentale” mRNA COVID-19, nome commerciale Tozinameran, non approvato, venduto con il marchio Comirnaty.

Quello con cui abbiamo a che fare è la “commercializzazione fraudolenta” di quello che sarebbe meglio descrivere come un “vaccino” killer.

Ma, in realtà, questo “vaccino” a mRNA che modifica il genoma umano “NON è” un vaccino. Si basa sulla terapia genica, combinata con un passaporto vaccinale ID incorporato.

Morti e lesioni risultanti dal “vaccino sperimentale” a mRNA

La Commissione Europea è forse intenzionata ad estromettere AstraZeneca e J&J (per conto di Pfizer?). Le dichiarazioni ufficiali suggeriscono che Pfizer BioNTech, alla fine, prenderà il controllo dell’intero mercato europeo dei vaccini.

All’inizio di marzo 2021, 18 Paesi europei, tra cui Francia, Italia, Germania e Spagna, hanno deciso di sospendere il vaccino di AstraZeneca. [Vaccinare la popolazioine europea con il prodotto di Astrazeneca] era l’obiettivo iniziale dei governi nazionali dell’UE, dell’Agenzia Europea del farmaco (EMA) e della Commissione UE.

L’UE ha ora confermato che non rinnoverà i contratti con J&J e AstraZeneca, nonostante il fatto (secondo i dati dell’UE e del Regno Unito) che i decessi e gli effetti collaterali risultanti dal “vaccino” Pfizer BioNTech siano molto più numerosi di quelli di AstraZeneca.

I dati ufficiali dell’UE relativi a decessi ed effetti collaterali da vaccino per Pfizer, Moderna e AstraZeneca [totali] indicano: 3.964 morti e 162.610 lesioni (27 dicembre 2020 – 13 marzo 2021)

La ripartizione (AstraZeneca, Pfizer, Moderna)

Reazioni totali per il vaccino sperimentale AZD1222 (CHADOX1 NCOV-19) di Oxford/AstraZeneca: 451 morti e 54.571 effetti collaterali fino al 13/03/2021

Reazioni totali per il vaccino sperimentale mRNA Tozinameran (codice BNT162b2, Comirnaty) di BioNTech/ Pfizer: 2.540 morti e 102.100 effetti collaterali fino al 13/03/2021

Reazioni totali per il vaccino mRNA sperimentale mRNA-1273 (CX-024414) di Moderna: 973 morti e 5.939 effetti collaterali fino al 13/03/2021

Anche i dati del Regno Unito confermano che i cosiddetti effetti collaterali sono significativamente più alti per il “vaccino” di Pfizer BioNTech (in confronto con quello di AstraZeneca). Vedere anche lo scioccante rapporto del governo britannico sugli effetti collaterali dei vaccini COVID: ictus, cecità, aborti spontanei.

Allora, perché i concorrenti di Pfizer, cioè AstraZeneca e J&J sono stati estromessi dal mercato UE?

C’è una guerra all’interno di Big Pharma.

Osservazioni conclusive

È ampiamente documentato che il vaccino non è necessario. Non c’è nessuna pandemia.

E perché la Commissione UE, che rappresenta 450 milioni di persone in 27 paesi, dovrebbe impegnarsi ad acquistare 1,8 miliardi di dosi del “vaccino” mRNA Tozinameran di Pfizer, che, già dopo pochi mesi, è noto per aver provocato innumerevoli morti e lesioni, tra cui reazioni autoimmuni, anomalie della coagulazione del sangue, ictus ed emorragie interne?

Chi c’è dietro questo spregevole progetto?

Da vedere la risposta di Doctors for Covid Ethics indirizzata all’Agenzia Europea del Farmaco (EMA).

Dite NO al virus assassino. Il “vaccino” di Pfizer sponsorizzato dall’UE deve essere l’oggetto di un movimento di base coordinato in tutti i 27 stati membri dell’Unione Europea e nel mondo.

L’evidenza scientifica conferma ampiamente che un vaccino Covid-19 NON è necessario.

Le stime dei cosiddetti casi positivi al Covid-19 si basano sul test RT-PCR che, secondo l’ultima dichiarazione dell’OMS (20 gennaio 2021), è totalmente inaffidabile e che è servito a far lievitare i numeri, giustificando anche la necessità di un vaccino a mRNA, che, a tutti gli effetti, non è un vaccino.

Da vedere: L’OMS conferma che il test PCR Covid-19 è difettoso: Le stime dei “casi positivi” sono assurde. I lockdown non hanno basi scientifiche

Mentre i media parlano senza sosta di un “virus killer” con “prove” scarse e contraddittorie, la verità è che bisognerebbe parlare di “un vaccino killer.

Stime fuorvianti sulle morti da Covid

Inoltre, le stime delle morti da Covid utilizzate per giustificare la necessità di un vaccino sono false. Negli Stati Uniti, i certificatori sono stati istruiti ad indicare come “causa di morte sottostante” Covid-19 “nella maggior parte dei casi.”

Da vedere: Covid-19 e la falsificazione dei certificati di morte: La clausola “nella maggior parte dei casi” del CDC .

Prof Michel Chossudovsky
Fonte: globalresearch.ca
Link: https://www.globalresearch.ca/big-pharma-conglomerate-with-a-criminal-record-pfizer-takes-over-the-eu-vaccine-market-1-8-billion-doses/5742812
18.04.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
30 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
30
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x