La Russia avverte che l’uso di munizioni all’uranio impoverito sarà considerato un attacco nucleare

Il cannone M242 montato sui veicoli da combattimento Bradley destinati all'Ucraina spara proiettili con l’anima di uranio impoverito

Kurt Nimmo
kurtnimmo.substack.com

La Russia ha annunciato che considererà l’uso dell’uranio impoverito alla stregua di un attacco nucleare.

Ecco cosa ha dichiarato Konstantin Gavrilov, capo della delegazione russa ai negoziati di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti, durante una riunione plenaria del Forum per la cooperazione sulla sicurezza dell’OSCE:

“Sappiamo che i carri armati Leopard 2, così come i veicoli da combattimento blindati Bradley e Marder, possono utilizzare proiettili all’uranio impoverito in grado di contaminare il terreno, proprio come era accaduto in Jugoslavia e in Iraq. Se Kiev dovesse essere rifornita di tali munizioni per l’utilizzo in mezzi militari pesanti occidentali, lo considereremmo come un attacco con ‘bombe nucleari sporche’ contro la Russia, con tutte le conseguenze che ciò comporta.”

Il governo statunitense e la NATO hanno stoccato in Europa munizioni al berillio e all’uranio impoverito. I veicoli da combattimento Bradley, secondo il canale di propaganda della CIA, Voice of America, arriveranno presto in Ucraina. Il cannone M242 montato sui Bradley utilizza munizioni all’uranio impoverito (DU). Inoltre, i carri armati Challenger inviati dal Regno Unito utilizzano proiettili sabot da 120 mm incamiciati con un rivestimento di DU.

“Il DU è stato utilizzato in Afghanistan e in Iraq, soprattutto nelle munizioni per aerei, carri armati e veicoli da combattimento Bradley, riferisce Iraq Veterans Against the War.

Durante l’invasione dell’Iraq, il governo statunitense aveva autorizzato l’uso dei proiettili al DU nei quartieri civili. “Il gruppo pacifista olandese Pax ha ottenuto le coordinate dei siti iracheni dove i jet e i carri armati statunitensi avevano sparato quasi 10.000 proiettili al DU durante la guerra del 2003,” aveva riferito The Guardian nel 2014.

“Secondo il rapporto [dell’IKV Pax Christi], che sarà pubblicato questa settimana, i dati mostrano che molti dei proiettili al DU sono stati sparati in aree popolate dell’Iraq o nelle loro vicinanze, tra cui As Samawah, Nasiriyah e Bassora. Secondo il gruppo, almeno 1.500 proiettili erano stati sparati contro truppe di fanteria.”

Va notato che il tentativo di verificare queste informazioni sul sito web dell’IKV Pax Christi produce una pagina che avverte che il sito è pericoloso e potrebbe essere stato hackerato. In altre parole, [nelle alte sfere] si è deciso che le informazioni sull’avvelenamento da DU in Iraq e Afghanistan, comprese le  gravi malformazioni neonatali, non sono qualcosa che la plebe distratta dovrebbe poter leggere.

Nel 2013, l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva cercato di minimizzare la contaminazione da DU in Iraq. In modo sorprendente e in contrasto con le numerose prove, l’OMS aveva riferito che, in Iraq, i risultati su aborti spontanei, nati morti e difetti congeniti neonatali “sono coerenti o addirittura inferiori alle stime internazionali. Lo studio non fornisce prove evidenti che suggeriscano un tasso insolitamente alto di difetti congeniti neonatali in Iraq.”

È davvero incredibile che le pagine web che pubblicano queste informazioni scompaiano. Invece, rimando a questo post del Guardian sull’argomento che, ovviamente, è troppo controverso per il cittadino medio occidentale. Dopotutto, se queste informazioni che rivelano la psicopatia del governo statunitense e del suo dipartimento della “difesa” creato dallo Stato di sicurezza nazionale fossero facilmente disponibili, la gente potrebbe opporsi, in numero molto maggiore rispetto ad oggi, al ruolo del governo statunitense in Ucraina.

L’Iraq non aveva armi di distruzione di massa, come avevano insistito Bush e i suoi neoconservatori, nonostante la totale mancanza di prove, e quindi non aveva potuto rispondere efficacemente all’invasione del suo Paese. Questo non è affatto il caso della Russia.

Sia Gavrilov che il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, insieme al presidente della Duma di Stato russa, Vyacheslav Volodin, hanno avvertito che la consegna di missili a lunga gittata al regime di Zelenskyy, come ha detto Volodin, citato da Sputnik International, “porterà ad un disastro globale e a misure di ritorsione da parte di Mosca con l’uso di armi più potenti.”

Gavrilov ha sottolineato che Mosca “intraprenderà dure azioni di ritorsione” se il governo statunitense persisterà nel consegnare missili a lungo raggio e anche munizioni all’uranio impoverito, che la Russia considera alla stregua di una “bomba nucleare sporca.”

È ormai evidente che l’Occidente è desideroso di attaccare le città russe. Fornirà armi di prim’ordine per continuare nella sua missione di distruggere la Russia, uccidere migliaia, se non milioni, di persone e frazionare il Paese in piccole e malleabili dittature pronte ad obbedire agli ordini neoliberali.

La Russia non cederà. Ogni 8 maggio, i Russi ricordano la “Grande Guerra Patriottica” che aveva sconfitto la Wehrmacht nazista quando l’Operazione Barbarossa, la più grande invasione della storia, si era arrestata di fronte al brutale inverno russo.

Il Generalplan Ost tedesco, che prevedeva la pulizia etnica, il genocidio degli “untermenschen” e la colonizzazione dell’Europa orientale (lebensraum), era miseramente fallito. Si stima che 26 milioni di russi siano morti per difendere il loro Paese dai nazisti, che altro non volevano se non ucciderli.

È possibile che i neoconservatori che guidano questo tentativo suicida di “indebolire” la Russia non siano in grado di capire che la Russia, con la sua giustificata paranoia dell’invasione (prima di Hitler c’era stato Napoleone), farà tutto ciò che è in suo potere, proprio come aveva fatto durante la Seconda Guerra Mondiale, per impedire che si realizzi ciò che i neoliberali e i neoconservatori hanno in mente?

Credo sinceramente che l’arroganza, il narcisismo e l'”eccezionalismo” abbiano deformato le menti di persone come Victoria Nuland e lo spregevole senatore Lindsey Graham. Niente, a meno di una guerra nucleare con le sue orribili conseguenze, farà riflettere queste persone sulla stupidità del loro Generalplan Ost.

Kurt Nimmo

Fonte: kurtnimmo.substack.com
Link: https://kurtnimmo.substack.com/p/russia-warns-depleted-uranium-will
26.01.2023
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Kurt Nimmo, scrittore, ex redattore e responsabile di un notiziario web ormai defunto, attualmente vive e dipinge nel Nuovo Messico.

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
31 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
31
0
È il momento di condividere le tue opinionix