J&J: baby talco all’amianto e vaccini per bambini

L’azienda, che sapeva che il proprio baby talco conteneva amianto, ora distribuisce il vaccino COVID-19

Matt Agorist – The Free Thought Project – 4 Marzo 2021

 

Dopo i vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna, quello di Johnson & Johnson è il terzo di cui è stata autorizzata la distribuzione negli Stati Uniti. L’approvazione ha prontamente suscitato una controversia, dal momento che la Conferenza Episcopale statunitense, unitamente ad altre diocesi americane, ha espresso “preoccupazioni morali” su questo vaccino che impiega, tra l’altro, cellule coltivate in laboratorio discendenti da cellule prelevate negli anni Ottanta da tessuti di feti abortiti.

Ma se l’impiego di questi tessuti potrebbe costituire una preoccupazione legittima per molti, è in realtà una pratica piuttosto comune in molti altri vaccini; il problema è che J&J già in passato ha dato ragioni ben più gravi di scetticismo verso i propri prodotti.

Pur essendo al corrente che il proprio talco era contaminato con amianto (noto cancerogeno), Johnson & Johnson ha nascosto per decenni quest’informazione ai consumatori e ai vari enti regolatori. Uno studio finanziato dal governo a metà degli anni Novanta ha scoperto che l’amianto era causa di cancro nei topi; altri studi hanno rilevato un aumento del rischio di cancro tra le donne che utilizzavano i prodotti J&J a base di talco. Come si è detto, la Johnson & Johnson era al corrente dei potenziali rischi già da molti anni.

Nel 2018 il colosso farmaceutico è stato condannato a risarcire 4,7 miliardi di dollari a migliaia di persone che risultavano aver sviluppato il cancro conseguentemente all’utilizzo dei suoi prodotti. Durante quell’azione legale 22 donne sostennero che i prodotti J&J a base di talco, incluso quello per bambini, contenevano amianto (già da anni noto come carcinogeno) che aveva provocato loro il cancro. Secondo vari resoconti, ci sarebbero più di 9.000 azioni legali contro la compagnia per i suoi prodotti a base di talco.

Attualmente oggetto di diverse azioni legali importanti per aver alimentato la crisi degli oppioidi negli Stati Uniti, Johnson & Johnson ha anche numerosi precedenti di corruzione di medici e funzionari governativi. Ancora più inquietante, un’indagine della Reuters ha scoperto che la J&J ha venduto consapevolmente un talco per bambini che sapeva contenere amianto, che causa il mesotelioma (uno dei tumori polmonari più gravi, n.d.t.).

Per quanto riguarda la questione dell’amianto, un altro esempio è il caso di Jacqueline Salter Fox, in Alabama, che aveva intentato una causa prima della sua morte, nell’ottobre 2015. La sua denuncia faceva parte di un richiesta di risarcimento più ampia presentata nel Missouri, che ha coinvolto quasi 60 persone, e che ha successivamente portato a un fiume di azioni legali contro l’azienda, la quale ha dovuto pagare risarcimenti per miliardi di dollari.

Dopo la morte di Jackie Fox a 62 anni, suo figlio è subentrato come querelante nella causa. Nel 2016 la famiglia Fox ha ricevuto 10 milioni di dollari come risarcimento effettivo, e 62 milioni di dollari come risarcimento punitivo.

Nella sua querela, la Fox ha detto di aver usato “Baby Powder” e “Shower to Shower” per l’igiene intima per più di 35 anni, prima che le venisse diagnosticato un cancro alle ovaie nel 2012. I suoi avvocati hanno sostenuto che il cancro ovarico terminale era stato direttamente causato dal talco all’interno dei prodotti per l’igiene personale. Hanno anche sostenuto che l’azienda era a conoscenza del rischio di cancro da decenni ma, in una corsa sfrenata al profitto, non ha voluto avvertire i consumatori.

Durante l’udienza del 16 febbraio 2016, Allen Smith, un avvocato della famiglia, ha dichiarato che l’azienda avrebbe dato “più valore ai guadagni che alle vite umane.”

La Johnson & Johnson era a conoscenza di questi studi risalenti a 30-40 anni fa“, ha dichiarato Smith, riferendosi allo studio finanziato dal governo verso la metà degli anni Novanta che aveva rivelato come il talco causasse il cancro nei topi.

Tuttavia, la presunta corruzione della Johnson & Johnson non si limita al mondo del talco per bambini. Nel 2018, è stata avviata un’azione legale per conto di vari membri dell’esercito americano che erano stati feriti o uccisi in azioni offensive tra il 2005 e il 2009. La causa sosteneva che Johnson & Johnson e gli altri produttori di vaccini Pfizer e Astrazeneca avevano finanziato il terrorismo in Iraq.

Secondo un servizio del New York Times, il Dipartimento di Giustizia ha successivamente avviato un’indagine riguardo le grandi aziende di farmaci e dispositivi medici che commercializzavano i propri prodotti in Iraq. Queste avrebbero saputo fin dal principio che le medicine ed altre forniture gratuite al governo iracheno per ottenere fette di mercato, sarebbero state impiegate per finanziare attacchi terroristici contro le truppe americane.

Per essere chiari, non vogliamo qui sostenere che il vaccino nuocerà sicuramente alla salute di un gran numero di persone, né che non sarà efficace per fermare il virus. Tuttavia, se riflettiamo per un momento sull’idea di “effetti a lungo termine”, appare chiaro come questi ci siano in realtà completamente sconosciuti. Eppure, sotto la pressione dei cittadini, degli addetti ai lavori e dei media, i governi di tutto il mondo hanno trovato il modo di spingere ed accelerare esageratamente l’approvazione dei vaccini.

Il processo è stato così veloce che anche coloro che lavorano in prima linea nella pandemia stanno ora esprimendo preoccupazioni e spesso si rifiutano di ricevere il vaccino.

Indubbiamente si sentono alcune affermazioni stravaganti, spesso basate su complete assurdità, fatte sia da coloro che si oppongono alle vaccinazioni, sia dai più incalliti sostenitori degli stessi. Eppure, gli esempi citati sopra mostrano chiaramente come ci siano ragioni molto concrete e pressanti per richiedere a gran voce sia il consenso informato, che garanzie di sicurezza per i vaccini. Nessuno di noi editori di “The Free Thought Project” intende suggerire a chicchessia cosa fare riguardo alle vaccinazioni. Piuttosto, noi esortiamo a non trascurare mai la sicurezza in tutti gli aspetti di questo delicato processo. Purtroppo però, coloro che si battono per la sicurezza dei vaccini vengono trattati sempre più come emarginati, e i legislatori e i media fanno pressioni per silenziarli completamente.

Lo scetticismo non è pericoloso, come i media vorrebbero farvi credere. È necessario per ottenere un prodotto sicuro, ma Johnson & Johnson e Pfizer hanno entrambe dei passati molto discutibili, con procedure operative che sono l’esatto opposto della sicurezza.

Nel 2000 il Washington Post ha pubblicato un’importante denuncia che accusava la Pfizer di sperimentare un nuovo pericoloso antibiotico, il Trovan, sui bambini nigeriani. Il tutto senza il consenso dei genitori. L’esperimento è avvenuto durante un’epidemia di meningite del 1996 in Nigeria. Nel 2001 la Pfizer è stata citata in giudizio in un tribunale federale americano da trenta famiglie nigeriane, che hanno accusato l’azienda di usare i loro bambini come cavie umane.

Nel 2006 un gruppo di qualificati medici nigeriani ha concluso che la Pfizer aveva violato il diritto internazionale. Nel 2009 l’azienda ha accettato di pagare 75 milioni di dollari per risolvere alcune delle cause che erano state intentate nei tribunali nigeriani. La causa negli Stati Uniti si è conclusa invece nel 2011, con una somma non rivelata di indennizzo.

Alcuni documenti classificati del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, resi pubblici nel 2010 da Wikileaks, indicavano che Pfizer aveva assunto degli investigatori privati per trovare “scheletri nell’armadio” dell’ex procuratore generale della Nigeria, allo scopo di fare pressioni in una delle cause rimaste aperte. Pfizer ha dovuto scusarsi anche per un’altra rivelazione emersa grazie a Wikileaks: il colosso farmaceutico infatti aveva falsamente affermato che anche il gruppo Medici Senza Frontiere somministrava il Trovan durante l’epidemia di meningite nigeriana.

Nel 2011, la Johnson & Johnson ha accettato di pagare 70 milioni di dollari per risolvere cause civili e penali con l’accusa di corruzione di vari medici in Europa e del pagamento di tangenti al governo iracheno per ottenere illegalmente accordi d’affari.

Dovremmo forse ignorare i precedenti di queste aziende che, deliberatamente, hanno fuorviato gli enti regolatori circa i rischi dei loro prodotti, contribuendo consapevolmente alla morte di più di 125 persone? O che hanno fatto esperimenti sui bambini? O che hanno pagato centinaia di milioni in risarcimenti per la morte di così tanti pazienti?

Lo ripetiamo: questi nomi famosi del Big Pharma hanno precedenti che includono la corruzione di funzionari governativi per sperimentare illegalmente i propri prodotti sui bambini, false dichiarazioni sui farmaci, e commercializzazione illegale. Queste aziende includono Johnson & Johnson, la cui pena totale su Violation Tracker è di 4,2 miliardi di dollari, AstraZeneca (1,1 miliardi di dollari), GlaxoSmithKline (4,4 miliardi di dollari) e Sanofi (641 milioni di dollari).

E ora la Johnson & Johnson, un’azienda che porta con sé uno strascico nefasto di morte e devastazione, ha annunciato che inizierà a testare il vaccino COVID-19 su neonati e bambini, per i quali la probabilità di morire per il virus è praticamente nulla.

 

Link: https://thefreethoughtproject.com/company-who-knew-asbestos-was-in-its-baby-powder-now-distributing-covid-19-vaccine/

Scelto e tradotto da ernestw per ComeDonChisciotte

 

 

 

 

44 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
IlContadino
IlContadino
11 Marzo 2021 2:39

Leggiamo ormai quotidianamente di decessi avvenuti dopo la vaccinazione. Ogni articolo dice che la morte “potrebbe” essere correlata al vaccino, “parrebbero” esserci delle connessioni, “esisterebbe” un rapporto di causa ed effetto… mai una certezza (maledetti loro).
La relazione non va cercata tra la morte e il vaccino. Va cercata tra la volontà di farsi vaccinare e la televisione appesa in salotto. Più è alta la definizione delle immagini più è sfocata la visione della realtà.

Platypus
Platypus
Risposta al commento di  IlContadino
11 Marzo 2021 3:48

Sono certe solo le morti per covid; anche se il defunto è stato trovato appeso ad un cappio con la scritta “addio mondo crudele” era covid.
E se lo dice la TV, lo confermano gli esperti e su internet un gruppo feissbuc lo sostiene strenuamente vuol dire che è vero.
E chi afferma il contrario è un terrapiattista, negazionista e fassista.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  IlContadino
11 Marzo 2021 6:41

Notizia fresca fresca: la Danimarca ha sospeso i vaccini Astrazeneca per problemi di coagulazione del sangue a chi veniva somministrato.
E ancora: “Sicilia, morto 2° agente delle forze dell’ordine a Catania: avevano ricevuto vaccino Astrazeneca dallo stesso lotto. Scattano inchieste, domani la prima autopsia“.
Adesso diranno che è morto per altre cause dopo l’autopsia. Ma quando si parlava di decessi di persone positive al COVID” ma con patologie preesistenti perché nessuno ha indagato sulla reale causa?

Alberto
Alberto
Risposta al commento di  VincenzoS1955
11 Marzo 2021 8:09

mentre l’asl di Bolzano va nella direzione opposta:
A seguito dell’approvazione, da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco per quanto concerne l’impiego del vaccino AstraZeneca anche per fasce di età superiori ai 65 anni , è ora possibile impiegare i vaccini anti Covid-19 di tale ditta anche per la categoria over 75. Le prenotazioni per questa fascia di età possono essere effettuate solo online tramite la piattaforma internet aziendale: http://www.sabes.it/vormerken.

A partire da ora anche i soggetti ad alto rischio (i cosiddetti ultrafragili secondo le “Indicazioni ad interim del Piano nazionale vaccini“ vedi tabella 2 allegata) possono essere vaccinati…

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Alberto
11 Marzo 2021 9:42

Tanto a rischiare di morire non sono loro…

Piramis
Piramis
Risposta al commento di  VincenzoS1955
11 Marzo 2021 7:20

È stato già accertato: l’agente è morto per reazione avversa all’autopsìa

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 7:34

L’esame autoptico e’ avverso, non si deve fare.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 9:43

😂🤣

Platypus
Platypus
11 Marzo 2021 3:43

L’entusiasmo con cui molte categorie di lavoratori, insegnanti in primis, hanno accolto la campagna vaccinale mi ricorda il suicidio collettivo (farlocco perché invenzione Disney) dei lemmings.
Evidentemente l’intelligenza media del gonzo italico medio è scesa al livello del simpatico roditore anzi, decisamente più in basso.
Giorni fa esprimevo le mie “perplessità” sui vaccini ad una giovane docente che sosteneva fieramente la sua scelta; dopo essere stato apostrofato come NoVax e negazionista (che fa rima con fascista) concluse la sua aringa affumicata pro Vax con un’affermazione tipo “beh, allora meno male che l’ho fatto, altrimenti sai che noia rimanere da sola in un mondo disabitato”.
morale della favola: meglio soli che male accompagnati.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Platypus
11 Marzo 2021 13:28

A me ha ricordato la prima scena del film ” Via dalla pazza folla,”ma il primo,non il remake, quello diretto da Losey, con julie Cristie e alan bates, che comincia con un cane pastore, impazzito, che di notte apre il recinto dell’ovile e trascina tutte le pecore in un burrone

IlContadino
IlContadino
11 Marzo 2021 4:27

Mi è venuto in mente quando è nato il mio primo figlio. Appena uscito era mezzo violaceo, tutto inzaccherato e profumava come nulla di paragonabile, odorava di Vita. Meraviglioso. È stato immediatamente appoggiato al seno della madre: ha dato una poppatina, ha fatto una cacchetta e si è addormentato. Perfetto. Dopo pochi minuti l’ostetrica mi ha chiesto se lo poteva lavare. Di risposta l’ho guardata fisso negli occhi, non mi fidavo, le avevo da poco detto che non volevamo nessuna profilassi di vitamina k per il bimbo che lei si ostinava a suggerire. Si è spaventata. Mi dice che vuole solo lavarlo con acqua tiepida. Acconsento, ma la tengo d’occhio. Infatti si presenta con un flacone di detergente J&J…ci ha provato, la furbacchiona! Questa volta l’ho fulminata con gli occhi e scosso la testa, niente J&J per la creatura. Da quel giorno è un continuo slalom per evitare le mille mila porcherie studiate per ottundere la persona e renderla debole. Vigilate gente, vigilate;)

AlbertoConti
AlbertoConti
11 Marzo 2021 7:03

“E ora la Johnson & Johnson, un’azienda che porta con sé uno strascico nefasto di morte e devastazione, ha annunciato che inizierà a testare il vaccino COVID-19 su neonati e bambini, per i quali la probabilità di morire per il virus è praticamente nulla”

Altro che annunciato, lo sta già facendo. E indovinate dove. A Milano, allo storico e rinomato ospedale dei bambini BUZZI.

E chi ha spalancato le porte a Johnson & Johnson per questa fantastica iniziativa?
Ma il primario pediatra del BUZZI, che diamine! E chi se no? Per la cronaca questo stimato professionista è anche capo della facoltà di medicina di Milano, e Salvini stava per proporgli un alto incarico di governo nella gestione covid. Dice lui stesso di essere figlio di operai, che l’hanno fatto studiare con grandi sacrifici. Ma lui li ha ripagati bene, a quanto pare.

Quindi bravi cittadini milanesi e più in generale lombardi, portate fiduciosi i vostri pargoli, da 1 a 18 anni, al BUZZI, non c’è di meglio sulla piazza!
Ma vada via i ciapp!

Piramis
Piramis
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 7:18

Ad integrazione, il vaccino J&J verrà sperimentato sui neonati da due mesi in su, ma il “nostro” primario, ha suggerito di partire da un anno, perché, prima, i neonati fanno già tante altre vaccinazioni e quindi, meglio non rischiare interferenze.
È uno attento alla salute dei bimbi, lui 🥰

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 7:36

Ma chi lascia alla J e J fare esperimenti su bimbi di due mesi?
Esperimenti praticamente nazisti, chiaro.
Chi ha cominciato a fare esperimrnti su neonati e a chi hanno chiesto per farli,all’insaputa dei genitori?
Di fatto i genitori sono estromessi da quanto fanno sui loro figli.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Astrolabio
11 Marzo 2021 8:24

Scusa, ma quando rispondi perchè non leggi dall’inizio?
Il primario che abbiamo descritto, io e Piramis, anzichè da 2 mesi procede da 1 anno di età, ma sempre ai genitori fa firmare il “consenso informato”.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 8:31

ma tu hai letto che cosa scrive Piramis?
Ho risposto a quello
Il nostro primario come lo chiama lui suggerisce soltanto non e’quello che vuole JeJ.
Che cosa fcciano in realta non ci e’dato sapere.
Che poi facciano firmare il consenso informato questo lo dici tu.
Nell’articolo si legge:

E ora la Johnson & Johnson, un’azienda che porta con sé uno strascico nefasto di morte e devastazione, ha annunciato che inizierà a testare il vaccino COVID-19 su neonati e bambini, per i quali la probabilità di morire per il virus è praticamente nulla.

Piu chiaro di cosi’.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Astrolabio
11 Marzo 2021 8:43

Scusa, credevo di essere stato chiaro anch’io, ma evidentemente non è così.
E’ lui, il primario che ha accettato di fare la sperimentazione del vaccino J&J, promuovendola presso i suoi “pazienti” (sani). E’ chiaro adesso?

Bontà sua, questo primario dai 2 mesi proposti da J&J procede “solo” da 1 anno, visto che nel primo anno i bimbi fanno già molte altre vaccinazioni. Ti pare che basti per assolverlo?

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 9:01

Quindi un pediatra del Buzzi ha potuto da solo fare esperimenti su bambini per conto della JeJ
all insaputa dell ospedale e senza autorizzazioni della sanita perche’le sperimentazioni su umani sono vietate?
Se anche procede da un anno non cambia nulla.Non si posdono fare esperimenti.
Dove sta il sistema sanitario nazionale che non vede quello che fanno negli ospedali e fa finta di nulla quando dovrebbe radiare un pediatra che tale non e’ ma che prende orofitti su irdine JEJ.
Il consenso informato se e’come per il vaccino attuale lo puo firmare chiunque, quindi i genitori non sanno nulla su quanto fanno al neonato.Che poi lo pseudo pediatra sperimenti veramente solo dopo un anno e’da vedere. Comunque devono essere i genitori che portano il bimbo dal bonaccione a due mesi o a un anno.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Astrolabio
11 Marzo 2021 9:04

E’ lui il BUZZI, è lui “la sanità”, è tutto “legale”, è Salvini il sistema, il consenso informato è obbligatorio e solo i genitori lo possono firmare.
Se non mi credi informati.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 9:12

Se stiamo discutendo da molto che il vaccino anti covid non puo’essere obbligatorio perche’ sperimentale come puo un pediatra sperimentare legalmente?
Non e’ che c e il consenso informato diventa il mezzo legale per sperimentare.
Questo pseudo pediatra sperimenta perche’ tutti sono convinti che sia legale. Siamo alla circonvenzione di incapaci.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Astrolabio
11 Marzo 2021 9:20
Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 9:27

Non si che cosa intendono con …Non sono cavie, i test sono sicuri….se stanno sperimentando.

“””Quando il linguaggio non ha piu senso, la societa’ sta collassando “”””

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 13:46

Agghiacciante.

Piramis
Piramis
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 9:15

Scusate, ma perché litigate? state dicendo le stesse cose.
Zuccottii – che il cielo lo strafulmini – primario dell’ospedale pediatrico Buzzi, ha accettato (o offerto, non si sa) di utilizzare i piccoli pazienti della struttura, per una sperimentazione di cui non si sa nulla, ma suggerendo (il che non vuol dire che sarà così) pare, di partire invece che da 2 mesi, da 12 mesi, in quanto, prima, già li riempiono di schifezze.
Chiaro che ai genitori faranno firmare un consenso informato, di imbecilli se ne trovano a iosa, basta guardarsi intorno,
Gente, sia il medico, che i genitori in questione, che sarebbe stato meglio se i rispettivi genitori avessero usato un contraccettivo efficace

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 9:34

Grazie. Comunque questo scambio d’idee ha prodotto un paio di link che spero chiarificatori per tutti. Anch’io la prima volta restai incredulo per un po’.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 9:41

Ma scusa, …utilizzare piccoli pazientidella struttura?
Non e’ cosi.
I genitori li devono portare al Buzzi.
Volontariamente.
Quoto l ultimo paragrafo e aggiungo che i genitori dei minorenni che vogliono cavie del Buzzi potevano usare molti contraccettivi se solo gli passava in mente di mettere al mondo una cavia da esperimento.

Ma dove vedi che si litiga?

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 7:34

Sì, sì, mai visto un bonaccione così, che infonde tanta fiducia!

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Piramis
11 Marzo 2021 12:59

Ma tutti quelli di comunione e liberazione che stazionano davanti alla Mangiagalli per protestare contro gli aborti, non potrebbero piazzarsi anche davanti al Buzzi? o pensano che il vaccino sia un salvavita?

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  emilyever
11 Marzo 2021 14:17

Nessuna, nessuna religione va contro i vaccini o la medicina attuale.
Sarebbe interessante capirne il motivo.
E dappiamo tutti che qui Dio non ha nulla a che fare.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 9:21

Sara figlio di operai ma questi non gli hanno insegnato che i denari fatti in una maniera insana non portano alcun frutto. I sacrifici dei genitori per farlo studiare che sfociano nel prender soldi dalla JeJ per sperimentare su bimbi come come cavie sono stati nefasti.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
11 Marzo 2021 6:40

Sono d’accordo, è oramai tutto assodato, ma andando in giro sento che la maggioranza del gregge crede ancora alla narrativa ufficiale.

mauriz
mauriz
11 Marzo 2021 7:31

Se veramente in modo indiretto hanno finanziato il terrorismo iracheno contro gli americani bisogna dargli una medaglia non penalizzarli.

Astrolabio
Astrolabio
11 Marzo 2021 12:21
emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Astrolabio
11 Marzo 2021 13:04

Dal tg 3 delle 19: L’Ema rassicura, con dati scientifici alla mano, dice, sono trenta i casi di trombosi, ma i vantaggi del vaccino sono superiori ai rischi.
non aggiungo commenti

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  emilyever
11 Marzo 2021 14:05

Se sono pochi trenta che muoiono per il vaccino, non so a quanti morti vogliono arrivare.

https://voxnews.info/2021/03/11/militare-morto-dopo-vaccino-astrazeneca-indagata-per-omicidio-colposo/
Astrazeneca e’indagata per omicidio colposo per il militare morto da vaccino

danone
danone
11 Marzo 2021 11:59

Tranquillo Gigio “loro” hanno già perso, ma non essendo animici non lo capiscono. Noi però dobbiamo imparare a lasciare che i morti seppelliscano i morti, e questo è un pò più difficile da fare, ma chi avrà volontà, riuscirà.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 12:48

Ma cosa sarebbero questi vaccini Nk che non ho mai sentito nominare? specie di anticorpi come i monoclonali?

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  emilyever
11 Marzo 2021 13:11

Ho trovato questo:

“In assenza di farmaci capaci di eradicare e/o curare infezioni virali,

la presenza di una risposta immunitaria efficiente è fondamentale sia

per il controllo che per la clearance di cellule infettate dal virus. Le

cellule Natural Killer (NK) sono una sottopopolazione

di cellule correlate ai linfociti che riconoscono e uccidono cellule

infettate e/o danneggiate secernendo citochine infiammatorie e

costituiscono, inoltre, il 5-20% delle cellule mononucleate del sangue e

della milza. Il curioso termine natural killer deriva dal fatto che

queste cellule, in vitro, sono in grado di uccidere le cellule bersaglio

senza necessità di attivazione. Le cellule NK non appartengono né ai

linfociti T né ai linfociti B e non esprimono recettori per l’antigene.

L’interazione di una cellula NK con una cellula bersaglio determina

un’azione che è il risultato dell’integrazione di segnali generati dai

recettori di tipo inibitorio e attivatori espressi contemporaneamente

dalle cellule NK e possono essere ingaggiati simultaneamente dai ligandi

presenti sulla cellula bersaglio. I recettori attivatori presenti sulle

cellule NK riconoscono un gruppo eterogeneo di ligandi che sono

espressi da cellule danneggiate o infettate da virus o da altri batteri

intracellulari oppure da cellule trasformate.”

https://www.microbiologiaitalia.it/immunologia/cellule-natural-killer-licenza-uccidere/

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 13:37

Mi par di capire che si tratti di “poliziotti” jolly dall’efficacia attenuata, che (pur offrendo un certo grado di protezione iniziale al vaccinato) lascia una via di fuga ai virus infettanti tramite mutazioni peggiorative della contagiosità e nocività.
Noi siamo “scienziati fai da te”, ma quelli sono apprendisti stregoni irresponsabili, ad essere buoni.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  AlbertoConti
11 Marzo 2021 15:02

Ti ringrazio, anche se ne capisco poco

fuffolo
fuffolo
11 Marzo 2021 13:11

Dai vaccini il morbo di still e poi l’artrite
Dagli anticorpi monoclonali una demielinizzazione cerebrale
Dagli oppiacei una farmacodipendenza durata anni
Evito il talco

Astrolabio
Astrolabio
11 Marzo 2021 14:15

Come dice un proverbio….il male va avanti se il bene non fa nulla e non lo ostacola.
Infatti….

emilyever
emilyever
11 Marzo 2021 15:14

Non ci posso credere, persino la Gruber stasera a otto e mezzo ha detto che il vaccino astrazeneca andrebbe sospeso come hanno fatto la Danimarca e gli altri, perchè immagina con che animo domani andranno a farsi vaccinare gli italiani. Certo, vedere i 600 anziani, credo ultraottantenni, che stamattina attendevano in fila davanti all’ospedale Niguarda faceva molta pena. Bertolaso si è scusato dalla sua pagina fb con loro e ha mandato la protezione civile. In Lombardia la piattaforma di iscrizione è andata in tilt e ne ha convocato la metà in più. Temo però che domattina ce ne saranno altrettanti, come se niente fosse, e se qualcuno farà domande gli risponderanno che quel lotto è sicuro e controllato