Il testamento politico di Adolf Hitler

di Paolo Germani
altreinfo.org

Il 28 aprile 1945, poco prima di mezzanotte, mentre a Berlino infuria la battaglia e la caduta del Terzo Reich è imminente, Adolf Hitler sposa la sua compagna Eva Braun, partecipa ad una breve cerimonia con un brindisi conclusivo, poi si ritira nello studio personale del bunker e detta il suo Testamento politico a Gertraud Junge, la sua fidata segretaria.

Alle ore 4:00 del 29 aprile, Adolf Hitler firma il testamento, che viene a sua volta controfirmato da quattro testimoni: Joseph Goebbels, Wilhelm Burgdorf, Martin Bormann e Hans Krebs.

Berlino è in fiamme.

Nel corso della giornata del 29 aprile il Führer viene informato della fine di Benito Mussolini. E’ stanco, sconfitto, prostrato.

Alle 15:30 del 30 aprile Adolf Hitler si suicida con un colpo di pistola alla tempia. Eva Braun lo precede con una pastiglia di cianuro. Poco dopo i loro resti vengono portati fuori dal bunker, cosparsi di benzina e bruciati.

Storia del Testamento

Il testamento di Hitler contiene le ultime volontà di Adolf Hitler. La prima parte è generale, analizza brevemente le cause della guerra ed elogia lo spirito di sacrificio del popolo tedesco che ha combattuto fino alla fine, con abnegazione e senso del dovere. La seconda parte è più specifica, indica chi saranno i suoi successori. Vi è infine una terza parte in cui Hitler dà disposizioni testamentarie sui suoi beni personali, una collezione d’arte e poco altro.

Il testamento viene diffuso in varie copie e portato a conoscenza dei destinatari. Si tratta quindi di un documento pubblico, redatto in lingua tedesca, tradotto in seguito in tutte le lingue delle potenze vincitrici.

Pochi mesi dopo, il testamento viene pubblicato anche dalla stampa internazionale, americana e britannica in primis. Suscita grande interesse tra i lettori e genera sin da subito molte controversie.

Il testamento divide l’opinione pubblica anglo-sassone ed anche a distanza di mesi le controversie non si placano.

Negli Stati Uniti e in Inghilterra l’antisemitismo, già molto diffuso prima della guerra, aumenta a dismisura. In un sondaggio del 1938, condotto negli Stati Uniti, il 41% degli intervistati concordava con l’idea che gli ebrei avessero nelle loro mani l’intero paese. Questa cifra cala notevolmente durante il conflitto, ma sale addirittura al 58% nel 1945, subito dopo la fine della guerra.

In quel periodo l’ambasciatore inglese a Washington riferiva al proprio governo che gli Stati Uniti erano da considerarsi un paese antisemita.

Sempre più americani si convincono di aver combattuto una guerra voluta dall’ebraismo internazionale e di aver dato un enorme contributo di sangue per appoggiare la causa di un altro popolo.

Tornano in auge Henry Ford e Charles Lindbergh, grandi oppositori dell’ebraismo internazionale.

La comunità ebraica è preoccupata, preme affinché la pubblicazione del testamento sia bloccata e il documento torni riservato. Si fa portavoce di questa richiesta il Ministro degli Esteri BritannicoErnest Bevin, che a gennaio del 1946 chiede alla stampa in generale ed ai governi americano e inglese in particolare, di non diffondere più i contenuti del documento e di limitarne l’esposizione al pubblico.

Nelle sue comunicazioni ufficiali il Ministro Bevin parla di una generica preoccupazione che il testamento di Hitler divenga un oggetto di culto per i tedeschi.

Ma i tedeschi, all’epoca, erano indaffarati per sopravvivere alle crisi alimentari generate dal Piano Morgenthau, la maggior parte degli uomini erano o morti in guerra o ancora prigionieri, e i tedeschi non erano affatto interessati al Testamento di Hitler, né tanto meno a ricostruire il Partito Nazional Socialista.

Le motivazioni della richiesta erano quindi altre, ben diverse da quanto sostenuto dal Ministro britannico.

Per capire come davvero stavano le cose, basta leggere con attenzione il testamento stesso. Ernest Bevin non era preoccupato per un’improbabile rinascita del nazismo in Germania, ormai sconfitto, morto e sepolto insieme al suo fondatore, ma piuttosto per le reazioni avverse che il testamento stava generando tra la popolazione anglo-americana, soprattutto sulle vere cause della guerra, sugli istigatori e promotori, individuati genericamente nella grande finanza ebraica e nell’ebraismo internazionale.

Anche se il governo americano, almeno in apparenza, non condivideva le preoccupazioni che sottostavano a questa richiesta, accetta comunque la richiesta di fermare la diffusione del testamento e lo ritira dal luogo in cui veniva esposto al pubblico, presso gli Archivi Nazionali del Maryland. Da quel momento in poi tutti i giornali occidentali smettono in contemporanea di pubblicare il documento e dei relativi contenuti si perde completamente la memoria.

Questo non fermerà l’antisemitismo nei paesi anglosassoni, che conosce punte altissime fino alla fine degli anni quaranta, ma distoglie l’attenzione da un documento divisivo che getta una luce diversa sulle cause della guerra e sui promotori del conflitto.

Una copia originale del testamento è attualmente conservata nel caveau di sicurezza degli Archivi Nazionali a College Park nel Maryland.

I contenuti controversi del Testamento di Hitler

Come si è detto in precedenza, il testamento di Adolf Hitler è suddiviso in due parti. La prima parte è il testamento politico vero e proprio, si sofferma su argomenti generali per poi disporre il passaggio dei poteri. La seconda parte è dedicata al lascito dei suoi beni personali (non tradotta).

La cosa più sorprendente del documento è il fatto che Hitler non consideri di aver combattuto una guerra contro le potenze alleate, non nomini mai Stati Uniti, Unione Sovietica, Francia e Gran Bretagna. Secondo Hitler non sono loro i vincitori, ma altri.

Hitler scrive che la guerra

“…è stata voluta e promossa esclusivamente da quegli statisti internazionali che erano o di discendenza ebraica o lavoravano per gli interessi ebraici.”

Sostiene in seguito:

“Ho fatto talmente tante offerte per il controllo e la limitazione degli armamenti, che i posteri  non potranno mai darmi la responsabilità per lo scoppio di questa guerra. Non ho mai voluto che dopo la prima fatale guerra mondiale dovesse scoppiare un secondo conflitto con l’Inghilterra, o con l’America.”

Per poi affermare:

“Passeranno secoli, ma dalle rovine delle nostre città e delle nostre opere d’arte, si rinnoverà sempre di più l’odio verso quel popolo che è il vero responsabile di tutto questo, e che dobbiamo ringraziare per quanto avvenuto: il giudaismo internazionale e i suoi collaborazionisti.”

“Tre giorni prima dello scoppio della guerra con la Polonia proposi ancora una volta all’ambasciatore britannico a Berlino una soluzione al problema tedesco-polacco simile a quella adottata per il distretto della Saar, messa sotto il controllo internazionale. Neanche questa offerta potrà essere mai smentita. Venne respinta soltanto perché i leader della politica inglese volevano la guerra, mossi in parte dalla speranza di arricchimento e in parte dalla propaganda dell’ebraismo internazionale.”

Quindi Hitler scrive nero su bianco che il vero nemico della Germania è stato l’ebraismo internazionale. In effetti, nel 1933 gli ebrei, subito dopo la presa del potere di Hitler, si erano riuniti in pompa magna a New York e avevano dichiarato guerra al Terzo Reich, prima ancora che Hitler minacciasse gli interessi della comunità ebraica internazionale.

Hitler considerava gli ebrei e l’ebraismo internazionale alla stessa stregua di un paese, che non figura nella mappa, ma che è in grado di manipolare gli altri paesi portandoli verso la guerra.

Questa era in realtà una convinzione già molto diffusa negli Stati Uniti, sostenuta soprattutto da Henry Ford e Charles Lindbergh.

Così continua il testamento:

“Non ho alcun dubbio riguardo al fatto che, se i popoli europei verranno trattati ancora una volta come pacchetti azionari da questi cospiratori internazionali della moneta e della finanza, allora anche quel popolo verrà trascinato nelle sue responsabilità, in quanto unico colpevole di questa lotta omicida: il giudaismo!

“Inoltre non ho alcun dubbio che questa volta moriranno di fame milioni di bambini appartenenti ai popoli ariani europei, non solo soffriranno la morte milioni di uomini, e non solo centinaia di migliaia di donne e bambini bruceranno nelle città o moriranno sotto i bombardamenti, senza che i veri colpevoli, sebbene con mezzi più umani, debbano espiare le loro colpe.”

Nel testamento l’argomento ebrei viene ancora ripreso una volta:

“…non voglio cadere nelle mani di un nemico che ha bisogno di un ulteriore spettacolo organizzato dagli ebrei per il divertimento delle loro masse isteriche.

E si conclude con queste parole:

“… incarico i leader della nazione e quelli al loro comando di rispettare scrupolosamente le leggi sulla razza e di opporsi spietatamente agli avvelenatori di tutti i popoli, il giudaismo internazionale.”

Ricordiamo che le leggi sulla razza, cui allude Hitler nel testamento, sono le cosiddette Leggi razziali di Norimberga, che discriminavano solo ed esclusivamente gli ebrei, e non gli altri popoli.

Il testamento politico di Adolf Hitler

A seguire, il testamento di Adolf Hitler tradotto in lingua italiana.

Il mio Testamento politico

Sono ormai passati più di trent’anni da quando, nel 1914, impiegai la mia modesta forza, a titolo di volontario, nella prima guerra mondiale, cui venne costretto il Reich.
In questi tre decenni sono stato mosso, in tutti i miei pensieri, nelle mie azioni e nella mia vitalità, soltanto dall’amore e dalla fedeltà verso il mio popolo. Mi hanno dato la forza di prendere le decisioni più difficili che abbia mai affrontato un essere umano. In questi tre decenni ho impiegato in questo tutto il mio tempo, le mie energie e la mia salute.
Non è vero che io o chiunque altro in Germania abbia voluto la guerra nel 1938. E ‘stata voluta e promossa esclusivamente da quegli statisti internazionali che erano o di discendenza ebraica o lavoravano per gli interessi ebraici. Ho fatto talmente tante offerte per il controllo e la limitazione degli armamenti, che i posteri non potranno mai darmi la responsabilità per lo scoppio di questa guerra. Non ho mai voluto che dopo la prima fatale guerra mondiale dovesse scoppiare un secondo conflitto con l’Inghilterra, o con l’America. Passeranno secoli, ma dalle rovine delle nostre città e delle nostre opere d’arte, si rinnoverà sempre di più l’odio verso quel popolo che è il vero responsabile di tutto questo, e che dobbiamo ringraziare per tutto questo: il giudaismo internazionale e i suoi collaborazionisti.
Tre giorni prima dello scoppio della guerra con la Polonia proposi ancora una volta all’ambasciatore britannico a Berlino una soluzione al problema tedesco-polacco simile a quella adottata per il distretto della Saar, messa sotto il controllo internazionale. Neanche questa offerta potrà essere mai smentita. Venne respinta soltanto perché i leader della politica inglese volevano la guerra, mossi in parte dalla speranza di arricchimento e in parte dalla propaganda dell’ebraismo internazionale.
Non ho alcun dubbio riguardo al fatto che, se i popoli europei verranno trattati ancora una volta come pacchetti azionari da questi cospiratori internazionali della moneta e della finanza, allora anche quel popolo verrà trascinato nelle sue responsabilità, in quanto unico colpevole di questa lotta omicida: il giudaismo! Inoltre non ho alcun dubbio che questa volta moriranno di fame milioni di bambini appartenenti ai popoli ariani europei, non solo soffriranno la morte milioni di uomini, e non solo centinaia di migliaia di donne e bambini bruceranno nelle città o moriranno sotto i bombardamenti, senza che i veri colpevoli, sebbene con mezzi più umani, debbano espiare le loro colpe.
Dopo sei anni di guerra, che a dispetto di tutte le battute d’arresto un giorno passerà alla storia come la dimostrazione dei più gloriosi e valorosi motivi d’esistenza di una nazione, non posso abbandonare la città che è la capitale di questo Reich. Poiché le forze sono troppo esigue per scatenare ulteriori attacchi contro il nemico e la nostra resistenza è gradualmente indebolita da uomini disillusi e privi d’iniziativa, vorrei rimanere in questa città, per condividere il mio destino con quei milioni di abitanti che hanno già deciso di rimanere. Inoltre non voglio cadere nelle mani di un nemico che ha bisogno di un ulteriore spettacolo organizzato dagli ebrei per il divertimento delle loro masse isteriche.
Ho deciso quindi di rimanere a Berlino e mi darò la morte quando riterrò che la posizione di Führer e cancelliere non possano più essere mantenute. Muoio con il cuore pieno di felicità, consapevole delle gesta incommensurabili e dei risultati dei nostri soldati al fronte, le nostre donne a casa, i risultati dei nostri agricoltori e dei lavoratori e dei lavori compiuti, unici nella storia, dei nostri giovani che portano il mio nome.
Dal profondo del mio cuore esprimo il mio ringraziamento a tutti, è altrettanto evidente che il mio desiderio è che voi dovreste, proprio per questo, in nessun caso abbandonare la lotta, ma piuttosto continuare contro i nemici della Patria, non importa dove, fedeli al credo del grande Clausewitz. Dal sacrificio dei nostri soldati e dalla mia persona uniti fino alla morte, nascerà di nuovo nella storia della Germania, il seme di una radiosa rinascita del movimento nazionalsocialista e quindi la realizzazione di una vera comunità di nazioni.
Molti degli uomini e donne più coraggiosi hanno deciso di unire le loro vite con la mia fino alla morte, ho pregato e, infine, ho ordinato loro di non farlo, ma anzi ho esortato loro di prendere parte ad un’ulteriore battaglia per la Nazione. Prego i capi degli eserciti, della Marina e dell’Aeronautica di rafforzare con ogni mezzo possibile lo spirito di resistenza dei nostri soldati in senso nazionalsocialista, con particolare riferimento al fatto che anche io, come fondatore e creatore di questo movimento, ho preferito la morte anziché alla codarda abdicazione o addirittura la capitolazione.
Possa, in futuro, far parte del codice d’onore dell’ufficiale tedesco – come già lo è nella nostra Marina Militare – l’impossibilità di resa da parte di un distretto o di una città, e che soprattutto i leader debbano marciare in avanti come fulgidi esempi, adempiendo fedelmente al loro dovere fino alla morte.

Seconda parte del testamento politico

Prima della mia morte espellerò l’ex maresciallo del Reich Hermann Göring dal partito e lo priverò di tutti i diritti di cui godeva in virtù del decreto del 29 Giugno , 1941, e anche in virtù della mia dichiarazione nel Reichstag il 1 Settembre , 1939 , ho nominato al suo posto Grossadmiral Dönitz , presidente del Reich e Comandante Supremo delle Forze Armate.
Prima della mia morte espellerò l’ex Reichsführer-SS e ministro degli Interni, Heinrich Himmler, dal partito e da tutte le cariche dello Stato. Al suo posto nominerò il Gauleiter Karl Hanke come Reichsführer-SS e capo della Polizia tedesca, e il Gauleiter Paul Giesler Reich come ministro degli Interni.
Göring e Himmler, a prescindere dalla loro infedeltà alla mia persona, hanno fatto un danno incommensurabile per il paese e a tutta la nazione con segrete trattative col nemico, che hanno condotto a mia insaputa e contro la mia volontà, tentando illegalmente d’impadronirsi del potere nello Stato.
Al fine di dare al popolo tedesco un governo composto da uomini d’onore – un governo che intende continuare la guerra con ogni mezzo -, ho nominato i seguenti membri del nuovo Gabinetto come leader della nazione:
Presidente del Reich: Dönitz Cancelliere del Reich: DR. GOEBBELS Ministro Partito: Bormann Ministro degli Esteri: Seyss-Inquart
[Qui di seguito altri quindici.]
Sebbene un certo numero di questi uomini, come Martin Bormann, il dottor Goebbels, ecc, insieme con le loro mogli, si sono uniti a me di loro spontanea volontà non volendo lasciare la capitale del Reich per nessun motivo, ma erano disposti a morire qui con me, debbo tuttavia chiedere loro di obbedire alla mia richiesta, e in questo caso mettere gli interessi della nazione al di sopra dei propri sentimenti. Con il loro lavoro e la fedeltà come compagni mi saranno più vicino dopo il mio trapasso, come spero che il mio spirito aleggerà tra loro. Lasciarli sarà duro ma non ingiusto, ma soprattutto non lascerò permettere alla paura di influenzare le loro azioni, e mettere l’onore della nazione al di sopra di qualunque cosa al mondo. Infine, far loro prendere coscienza del fatto che il nostro compito, quello di continuare la costruzione di uno stato nazionalsocialista, rappresenta il lavoro dei secoli a venire, che pone ogni singola persona sempre nell’obbligo di servire l’interesse comune e di subordinare il suo vantaggio personale a tal fine. Chiedo a tutti i tedeschi, tutti i nazionalsocialisti, uomini, donne e tutti gli uomini delle Forze Armate, di essere fedeli e obbedienti fino alla morte al nuovo governo e al suo Presidente.
Prima di tutto incarico i leader della nazione e quelli sotto il loro comando di rispettare scrupolosamente le leggi sulla razza e di opporsi spietatamente agli avvelenatori di tutti i popoli, il giudaismo internazionale.
Scritto a Berlino, il giorno 29 aprile 1945 04:00

ADOLF HITLER
————————————————————————————-

Testo in lingua tedesca

Presentiamo anche la trascrizione del testamento in lingua tedesca, fedele al documento originale, tratta dagli archivi  tedeschi dedicati al Nazional Socialismo.

Documento originale

Infine, il documento originale, completo di tutte le sue parti, tratto dagli archivi della rivista tedesca Bild.

Conclusioni

Nel suo testamento politico Hitler non scrive parole di comodo e non esprime idee che non pensa. Le accuse addossate alla finanza ebraica e all’ebraismo internazionale, considerati unici responsabili della guerra, non hanno lo scopo di scaricare su altri la responsabilità del conflitto, bensì quello di ribadire le sue convinzioni.

Le accuse contro gli ebrei Hitler le aveva espresse sin dalla prima stesura del Mein Kampf, ribadendole in tutti in tutti i suoi discorsi e nei suoi  scritti. In un libro di memorie, noto anche questo come Il Testamento di Hitler, dettato nei primi mesi del 1945 a Martin Borman, Hitler esprime le stesse convinzioni riportate nel documento ufficiale dettato alla sua segretaria il 29 aprile 1945.

In realtà Hitler non era l’unico che in quei tempi pensava che la guerra fosse stata scatenata dall’ebraismo internazionale. Le considerazioni di Hitler non erano infatti molto diverse da quelle espresse da Charles Lindbergh nel 1941, in un suo famoso discorso, tenuto prima che gli Stati Uniti entrassero in guerra. E non si discostano molto neppure da quelle di Henry Ford che considerava già sin dal 1920 come nefasta l’influenza che gli ebrei stavano esercitando sulla cultura americana, ed agli ebrei dedicava il libro “L’ebreo internazionale”.

E non dimentichiamo quel 58% di americani che nel 1945 pensavano che gli ebrei controllassero il loro paese.

Negli anni quaranta, agli ebrei non era imputata soltanto la seconda guerra mondiale, ma anche la crisi del ventinove, causata dalla grande finanza ebraica, con la conseguente grande depressione degli anni trenta. E, andando a ritroso nel tempo, alla grande finanza ebraica e all’ebraismo internazionale venivano addebitati la rivoluzione bolscevica, la prima guerra mondiale, la grande depressione di fine ottocento e il crollo in borsa del 1872, cui Otto Glagau aveva dedicato un libro di grandissimo successo.

Quindi, gli ebrei venivano considerati la fonte del male, non solo da Hitler e dal Nazismo, ma anche da altre centinaia di milioni di persone appartenenti a culture diverse, disperse in tutto il mondo.

di Paolo Germani

Bibliografia e sitografia

***

N.B. L’autore dell’articolo riporta fatti storici documentati, in nessun caso condivide le idee espresse da Aldolf Hitler nel suo testamento politico, ma si limita semplicemente a collocare i fatti nel tempo in cui si sono verificati. Il sito altreinfo.org è contro ogni forma di discriminazione, razziale, religiosa o di qualunque altro genere, come riportato nella politica del sito, la cui lettura è obbligatoria per tutti i visitatori prima di leggere gli articoli. Qualora il lettore dovesse ravvisare incongruità o errori nei testi dell’articolo, è pregato di segnalarlo alla redazione.

FONTE: https://www.altreinfo.org/una-storia-diversa/31371/il-testamento-politico-di-adolf-hitler-paolo-germani/
Articolo pubblicato da Tommesh per Comedonchisciotte.org con l’autorizzazione di Altreinfo.org

Notifica di
255 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
vegavega
vegavega
7 Maggio 2021 6:18

Argomenti da trattare con le molle, carissima redazione. Per molto meno si viene “marchiati a fuoco” come antisemiti. Complimenti però per il coraggio.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  vegavega
7 Maggio 2021 10:09

Complimenti per chi ha coraggio. Non per chi vede in altri dei coraggiosi senza nemmeno scrivere una propria idea.

Kozjak
Kozjak
7 Maggio 2021 6:27

Spinosissimo argomento…..chi tocca si brucia le mani….. Céline ha scritto in qualche suo libro che il ministro Rathenau, tedesco di famiglia ebraica, avesse dichiarato ” il mondo intero è governato da 300 israeliti che conosco”…. Tale dichiarazione risalirebbe agli anni 20 del 900…. E poi la storia è andata avanti

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 9:31

Dici che si siano ridotti in 30? Sai com ‘è….si litiga per l’ eredità, le donne, la cupidigia…

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 12:32

Walther Rathenau è stato assassinato il 24 giugno 1922, due mesi dopo che aveva firmato il contratto di Rapallo con i sovietici.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  Pfefferminz
7 Maggio 2021 16:57

Da Wiki: ”..Rathenau fu uno dei principali propositori della politica di assimilazione degli ebrei tedeschi. Egli sostenne che gli ebrei dovevano opporsi sia al sionismo che al socialismo, e che dovevano invece integrarsi nella corrente principale della società tedesca..”. Da unire all’ idea della ‘razza pura ebraica’ dei sionisti per capire chi armo’ la mano dei suoi assassini. Hitler era tanto antisemita da consentire alle SS di avere una legione ebraica al suo interno ( nonche’ tanti gerarchi che lo erano tipo Heydrich e Himmler ): https://it.wikipedia.org/wiki/I_soldati_ebrei_di_Hitler ( e’ un libro di cui non si parla nella psicopolizia di regime che abbiamo qui in Europa ). Ciao

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  oriundo2006
7 Maggio 2021 20:22

Walther Rathenau aveva anche altri nemici. Il trattato di Rapallo del 1922, di cui lui era uno degli iniziatori, era una spina nel fianco delle potenze occidentali, contrarie alla cooperazione fra Repubblica di Weimar e Russia. Quella domenica di Pasqua del 1922, Rathenau firmò il trattato, prima che lo potessero fare Francia e Inghilterra, anch’esse interessate. Si tramanda che gli attentatori fossero ultranazionalisti antisemiti.

XL
XL
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 13:48

I cosiddetti ebrei nel mondo oggi sono circa 20 milioni.
Quelli che comandano sempre 300.
Domanda: qualcuno pensa che a quei trecento degli altri 20 milioni gliene freghi qualcosa, o piuttosto distribuiscono un po’ di privilegi e li montano con dottrine di superiorità razziale per usarli come kapò nel prossimo lager mondiale?

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Maggio 2021 6:28

Hitler era convinto di amare il proprio popolo, fino al delirio di confondere il se con gli altri. Questo potrebbe essere una spiegazione del perchè volesse eliminare fisicamente tutti gli ebrei, identificando un popolo con qualche potente che di quel popolo era ritenuto rappresentativo. La logica paranoica era molto semplice: individuati i nemici politici, individuato il popolo nemico. Una logica dura a morire, anche 76 anni dopo che è morto Hitler. Ancor oggi si tende a confondere il sionismo col popolo ebreo, e la situazione oggettiva non aiuta certo a dirimere questa distinzione: la maggior parte degli ebrei vive in Israele governato dai sionisti e culo e camicia con le amministrazioni americane dove i sionisti sono ben rappresentati in posizioni apicali. La mia impressione è che gli ebrei siano vittime di questa situazione oggi come lo sono state nel loro tragico passato. Ma come tutte le popolazioni del mondo diventano automaticamente in parte complici dei loro governi, a prescindere dal valore democratico o meno di tali governi. Questo vale anche per noi italiani, che volenti o nolenti o indifferenti per pura e semplice ignoranza, diventiamo complici delle politiche aggressive e immotivate contro gli amici russi, ad esempio. Fa buon gioco… Leggi tutto »

SuperCiufffBG
SuperCiufffBG
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Maggio 2021 7:03

Bel commento.

vegavega
vegavega
Risposta al commento di  SuperCiufffBG
8 Maggio 2021 17:08

Concordo.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Maggio 2021 8:13

Hitler semplicemente ha portato a galla una guerra antica nell’era moderna. Siete voi che non capite e correte ai ripari per non sembrare anti-semiti. Adesso vi tocchera’ ad assaggare la loro vera natura e il tentativo di estinguere i popoli europei. Ce l’avete davanti agli occhi, ma ancora non capite, perche’ siete mentalmente succubi del 6iudeo.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:38

Non dico che tu abbia fondamentalmente torto. Il fatto è che Hitler con la sua follia, prevedibilità e quindi, manovrabilità ha solo fatto un gran polverone con milioni di morti inutili senza risolvere nulla, anzi…

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:38

Non dico che tu abbia fondamentalmente torto. Il fatto è che Hitler con la sua follia, prevedibilità e quindi, manovrabilità ha solo fatto un gran polverone con milioni di morti inutili senza risolvere nulla, anzi…

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:07

Ma guarda che sta decendo nel testamento che lo hanno costretto alla guerra

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 12:41

Perché si è fatto manovrare. Militarmente era prevedibile. D’altronde i crucchi pensano in un solo modo. Una volta deciso di combattere, una sola strategia: attaccare attaccare attaccare fino alla vittoria (o la morte). Sieg Heil!

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 12:59

Poteva non farsi trascinare.

Speriamo che Putin in Ucraina non faccia gli errori di Hitler in Cecoslovacchia e Polonia.

XL
XL
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 13:45

La situazione di Putin è un misto tra quella tedesca (le persecuzioni ai sudeti in Polonia, simili alle persecuzioni dei russi in ucraina) e quella giapponese (una escalation di provocazioni e di avvantaggiamenti militari finché i generali giapponesi dovettero confrontarsi al dilemma se reagire o soccombere preventivamente).
Tuttavia la Russia è molto più forte della Germania o del Giappone del 40, in termini militari e in termini di alleanze (Cina).

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 16:11

Trascinare? Gli inglesi avevano interessi sull Italia gia’allora.
Sul panfilo Britannia ci sono andati in diversi che ora sono al governo e sono solo pochi anni fa.
La storia se non si supera si ripete costantemente per mostrarci gli errori fatti.

vegavega
vegavega
Risposta al commento di  Holodoc
8 Maggio 2021 17:09

No, non lI farà.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 11:13

Niente, non riescono ad accettarlo.

Come detto, sono plagiati mentalmente dal 6iudeo.

XL
XL
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 13:49

E’ interessante perché è più o meno ciò che disse Mussolini e di cui vantava di avere le prove nel suo carteggio con Churchill.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  XL
7 Maggio 2021 16:06

Carteggio che gli costo’ la vita.
Si suppone ci fossero le prove che fu Churchill a ricattare Mussolini perche entrasse in guerra. Solo supposizioni.

alessandroparenti
alessandroparenti
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 16:31

Ad andare ad ammazzare i Sovietici però chi l’ha costretto?

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  alessandroparenti
7 Maggio 2021 16:42

Entrati in guerra tutti fanno guerra. E allora tutti ammazzano tutti.
Nessuno escluso.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:18

… anzi…

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 17:41

“… una guerra antica”

“Antica”, ma non troppo. Vedere le Hep-Hep Unruhen (Hep-Hep Riots), progrom contro gli ebrei iniziati in Baviera fra agosto e ottobre 1819, nel periodo dell’emancipazione ebrea.
https://en.wikipedia.org/wiki/Hep-Hep_riots
(inglese)

Jesus Garrido
Jesus Garrido
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Maggio 2021 9:51

Solito commento retorico, soggettivo e superficiale…
Bisogna studiare a fondo la storia e le circostanze che scatenano i fenomeni che conosciamo.
Se avesse aperto un libro su questo delicato periodo storico, si renderebbe conto che gli avvenimenti accaduti sono lo specchio dell’attuale situazione, e le previsioni fatte in passato si sono avverate.
Pochezza intellettuale.
Saluti

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Maggio 2021 10:20

La mia impressione è che gli ebrei siano vittime di questa situazione oggi come lo sono state nel loro tragico passato.

Mio suocero diceva spesso “guarda che se li sono venduti loro stessi”…, sono sempre più convinto che avesse ragione…

Simsim
Simsim
7 Maggio 2021 7:07

Ci vogliono forti pezze d´appoggio per sostenere un ribaltone storico di questo tipo. Temo che nonostante i quasi 80 anni, non siamo ancora neanche vicini al punto di sapere cosa é accaduto con precisione, continuiamo ad avere il racconto dei vincitori, i quali hanno ovviamente dato risalto solamente alla parte che corroborava la loro narrazione. Devono cadere teste un pó piú in alto (e tante) prima che possa esser fatta chiarezza su qualunque storia. Mi limito qui a prendere atto, conscio peró di essere di fronte ad una discussione potenzialmente irrisolvibile.

casalvento
casalvento
Risposta al commento di  Simsim
7 Maggio 2021 13:20

Forse la situazione geopolitica è immutata, quindi non è possibile dichiarare chiuse le vicende del novecento, che invece sono ancora aperte e in corso. Mi pare che dalla prima guerra mondiale sia iniziata una manovra di annichilimento degli imperi centrali germanici, continuata con la seconda guerra e anche oggi, con l’impedimento del movimento tra mondo germanico e russo, come se si volesse scavare un fossato per impedire per sempre la nascita di un’area che unirebbe Europa e Russia.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  casalvento
7 Maggio 2021 16:34

Ma oggi questa idea mi pare desueta. La tecnica l’ ha resa tale.

casalvento
casalvento
Risposta al commento di  oriundo2006
7 Maggio 2021 17:41

Ti riferisci al dualismo terra-mare? La tecnica salta confini e ostacoli?
Pensavo che, ora che la GB è fuori, l’Europa continentale non ha più ostacoli verso una qualche unione, che non può che nascere da una egemonia, che non può riguardare che la Germania. Ma dell’Europa fa parte anche la Russia e così può riprendere anche il moto di incontro-scontro tra Russia e Germania, che se possibile porterebbe alla formazione di una enorme area euroasiatica. Ma è proprio quello che gli altri, USA e GB, temono e così creano il caos nel mezzo: crisi Ucraina e incoraggiamento a pretese polacche, Bielorussia, ecc.. Insomma mi pare che in passato la GB abbia impedito egemonie spagnole, francesi e tedesche, mentre poi l’impedimento di un qualche incontro russo-germanico sia diventato l’ispirazione della geopolitica attuale.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Simsim
7 Maggio 2021 16:21

Ad essere sincero non ho ancora capito cosa avessero combinato di tanto orrido i fascisti. Il problema è che non se ne può parlare. Appena li citi saltano fuori l’ olio di ricino, il vestito nero, le leggi razziali e tutto finisce lì. Il resto è tabù!

ton1957
ton1957
7 Maggio 2021 7:49

Documento che dice molto dell’uomo Hitler, milioni e milioni di morti, la sua amata Germania in ginocchio e rasa al suolo, lui nascosto che si appresta al suicidio e scrive un testamento per nominare nuovi vertici, vieta il suicidio agli altri e gli ordina la vendetta chiamando alle armi anche i superstiti e affamati cittadini Tedeschi.
Direi che all’uomo Hitler mancó sino alla fine quel senso di colpa e responsabilitá che manca agli psicopatici, due righe di scuse ed un perdonatemi se a torto o a ragione ho scatenato l’inferno, forse sarebbe stata possibile una parziale revisione storica….ma qui fino alla fine vedo un “uomo” senza cuore e senza rimorso alcuno per i milioni di giovani che ha ucciso o fatto uccidere (Tedeschi compresi).
Se poi la colpa fú di altri puó anche darsi, una guerra fá comodo a molti, ma la responsabilitá sua é certa, non menzionarla, non assumersi le sue responsabilitá ma scaricarle su forze oscure che dominano il mondo, che certamente ci furono e ci sono ancora, mi pare sfogo di psicopatico.
Fu guerra tra forze oscure che dominavano il mondo ed uno pscipatico che voleva prenderne il posto per ambizioni personali. (la socialdemocrazia centra nulla)

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  ton1957
7 Maggio 2021 8:39

Soliti discorsi farneticanti, senza senso, con uno spiccato astio emotivo. Sintomo che si e’ toccato un punto dolente, che cozza con la morale comune accettata.

Vi hanno maniplati e indottrinati per bene.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 8:58

Sarà… a me la posizione della Germania pre-guerra ricorda molto quella della Russia di oggi nei confronti del Donbass. La differenza è che Hitler è caduto nella trappola, Putin, almeno per ora, si sta dimostrando più scaltro e soprattutto con la testa sulle spalle.

Hitler era accecato dalla sua ideologia, e per questo le sue mosse erano prevedibili. Putin invece mette a buon frutto gli insegnamenti di Sun-Tzu: mai far capire al nemico le nostre reali intenzioni.

Io mi sono sempre chiesto perché gli Alleati si siano così tanto accaniti contro la Germania da non lasciare in piedi nessuna città, neanche i centri minori. La versione ufficiale è la seguente: se il nemico pur essendo spacciato non si arrende, non ha senso smettere di attaccare. Il testamento di Hitler è la prova inconfutabile che è andata proprio così.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:21

Hitler era accecato dalla sua ideologia, su questo non ci sono dubbi

Hitler non aveva un’ideologia, ma una missione. Ha preparato la Germania allo scopo, perce’ allora piu’ idonea , ma determino’ anche una fine da Crepuscolo degli Dei. Lo spirito germanico ha questa vocazione.

L’accanimento degli Alleati sulla Germania non ha riscontri in ambito puramente razionalistico. Per dire hanno bombardato l’isoletta sperduta di Helgoland(Mare del Nord) senza nessun scopo militare, ma perche’ abitata anticamente dalla antica popolazione germanica dei Frisoni. Sono le connotazioni esoteriche, ma qui’ si aprirebbero dei discorsi piu’ “eccentrici”.

ton1957
ton1957
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:23

Missionario?
questa mi mancava.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  ton1957
7 Maggio 2021 9:32

Bisognerebbe chiedere ad Eva Braun…

ton1957
ton1957
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:58

Anche Eva aveva una missione…suicidarsi.
ci ha provato tre volte, la terza é andata bene

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  ton1957
7 Maggio 2021 10:01

(io intendevo di posizione del missionario… 😉)

ton1957
ton1957
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:18

non provocarmi!!
é quella che lei grida, nel’atto ”aih Hitler” nel mentre che fá il saluto romano?

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:32

Una missione irrealizzabile, tipica di ogni ideologia.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 11:52

Perche’non e’stata realizzata allora la missione credi che tutto sia finito? Militarmente e’finita la IIGM ma politicamente no.A mio avviso e’ dilagata in tutto il mondo.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 11:57

Esattamente.
Per gli stessi 6iudei non e’ finita, mentre la propaganda nazifobica e’ ancora piu’ presente che nel ’45.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 12:33

Quindi far durare una guerra 80 anni significa aver completato la missione con un successo? Ok…

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 16:00

Significa aver espanso sul pianeta l ideale.
In silenzio.

wahrheit
wahrheit
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:39

una weltanschauung

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 10:03

Il castello di Wewelsburg dice molto di piu’.
La IIGM era anche una guerra religiosa.
E’trionfato il monoteismo giudaico nel momento in cui gli hanno dato una terra mentre i germani e i giapponesi combattevano per i loro dei.
Non per nulla i vincitori si sono fidati del vaticano che in pratica era l unico potere rimasto in Italia che controllava il paese.Non si sarebbero opposti ad uno stato ebraico in Palestina e avrebbero lasciato fare al mossad quanto voleva sul territorio (cosa che DeGasperi avvallo’ quando arrivo al governo).

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 10:41

Tu hai capito.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 10:30

Per parlare di assurdità militari alleate, una squadriglia di bombardieri britannici di ritorno verso Napoli senza aver completato lo sgancio, si divertì a liberarsi del carico sulla casa di mio nonno, che al tempo era la più alta del paese…, lui, con la moglie, la figlia (mia madre, venti anni) si trovarono separati dalle macerie da un altro figlio con la moglie ed il piccolo di 1 anno…, mia madre mi raccontò che non riuscì a parlare per 48 ore.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 16:28

Perche’ solo distruggendo la Grande Germania potevano avere via libera al loro dominio planetario: come poi e’ stato. La Germania di allora, lasciamo stare quella di oggi, aveva poteri e saperi segreti di cui non e’ rimasta testimonianza scritta, ma c’erano, ed oltre a cio’ aveva ottenuto un iniziale ‘gradimento’ dall’ Alto. Questo ‘gradimento era dovuto a piu’ ragioni, esoteriche ed anche ‘umane’, ma fu ritirato quando la deriva del regime, attraverso la manipolazione mentale del Fuhrer, giunse a non avere piu’ limiti. Infatti, se ben guardiamo, ci sono state almeno tre fasi principali del regime, a ‘scendere’ sempre piu’ verso il totalitarismo folle e cieco finale: avevano accettato la sfida e vollero perderla infine per non utilizzare le superarmi che avevano.

ton1957
ton1957
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 8:59

Solitá fuga dalla realtá e presunzione di appartenenza a razza superiore (arianna nel paese delle meraviglie)

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  ton1957
7 Maggio 2021 8:59

Azzardo un pensiero…. forse è stato uno di quelli che dalla tempesta di fuoco e acciaio del fronte della grande guerra non uscì con la psiche serena…. ciò non giustifica, ovvio

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  ton1957
7 Maggio 2021 16:18

Anche per queste ragioni lo ritengo un falso. Non mi pare genuino. E non penso che nel gotterdammerung che si scateno’ allora il coautore del tutto si potesse esimere di citare le vere cause dell’ orrore. Quelle che sono scritte sono cause generiche. Mancano quelle specifiche, l’assurda sopravvalutazione delle forze militari nemiche in gioco, ad esempio e gli errori strategici terribili che furono fatti, nonche’ e questo e’ significativo, l’esistenza delle armi definitive che il Reich aveva e che non uso’, nonostante la propaganda finale del regime.
Circa l’ uomo H., noto la somiglianza con Mussolini: entrambi fagocitati in un confronto definitivo che avevano sottovalutato. Erano alla fine del regime, intellettualmente assai inferiori del ruolo che avevano occupato: sopraffatti dagli avvenimenti dimostravano che erano stati anch’essi pedine del Grande Gioco.

IlContadino
IlContadino
7 Maggio 2021 7:52

Argomento spinoso, oggi si comincia così:-) Hitler era pazzo, Hitler aveva una visione; gli ebrei dominano il mondo, gli ebrei sono vittime; il virus è mortale, il virus è un’influenza; vaccino sì, vaccino no. Facciamo sempre una fatica immane ad accettare il fatto che siamo noi e soltanto noi a decidere per la nostra vita. Hitler aveva molto in comune con ognuno di noi, quasi tutto direi, pure gli ebrei del resto, ed anche i trogloditi mascherati o i vaccinomani, siamo tutti sulla stessa barca. Tutti qui a pensare che le azioni di un singolo possano influire su quelle dei molti, stupidaggine. Casomai le azioni dei molti influiscono su quelle del singolo. Oggi lo stiamo notando, è un concetto che dovremmo far nostro. Impongono la mascherina perché tutti la vogliono, è un desiderio che si realizza non un’imposizione, la storia e soprattutto le guerre son fatte di momenti come questo, le moltitudini bramano qualcosa e ogni volta la ottengono, quasi sempre inconsapevolmente. Altro che èlite o pazzi visionari, osservo gli occhi di chi mi sta attorno e vedo tutto ciò che c’è da vedere.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  IlContadino
7 Maggio 2021 9:05

Concordo, ma le élite hanno i mezzi per influenzare le masse. Gli stessi mezzi usati dai nazisti per loro stessa ammissione. Siamo in pochi amico mio ad essere refrattari all’ipnosi di massa.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
7 Maggio 2021 8:02

Vero. La seconda guerra mondiale è stata “voluta” dalla finanza anglo-giudaica-ameri(kkk)ana che cercava “acqua e terra” , cioè nuovi mercati, dopo la disatrosa crisi del ’29. Ma il più grande errore della Germania, oltre a perseguitare tutti gli ebrei nei paesi da loro occupati, fu quello di invadere l’Unione Sovietica credendo così, gli alleati, di prendere due piccioni con una fava: eliminare o indebolire due sistemi “rivali”. Resta ancora irrisolto il “mistero” (se così si può chiamare) della fuga di Rudolf Hess in Inghilterra.
I tedeschi oramai si erano convinti di non potere vincere la guerra contro gli alleati e cercavano in tutti i modi un compromesso per arrivare ad un armistizio con loro. Trattativa che fu fatta fallire proprio dalle “lobbies finanziarie” giudaiche e che comunque spinse lo stesso la Germania ad invadere la Russia.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Maggio 2021 9:04

Anche l’episodio di Dunkerque resta difficilmente comprensibile.

giuseppe sartori
giuseppe sartori
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 12:12

quello che nessuno o quasi capisce è: l’inghilterra NON era nemica del nazismo ma voleva spingere la germania ad attaccare la russia e così KAPUT per tutti e due.
oggi l’inghilterra fa lo stesso gioco con la russia nel donbass: vuole spingere la russia ad attaccare il donbass per poi dire che i russi sono come hitler.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  giuseppe sartori
7 Maggio 2021 16:03

Ma a differenza del passato, oggi nessuno crede piu’ nelle virtu’ salvifiche del richiamo alla forza bruta, a questa ordalia di sangue chiamata guerra. E sopratutto oggi a livello supremo, sono in azione ‘entita’ che prima NON erano attivamente all’ opera. Siamo realmente nei tempi ultimi.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  oriundo2006
7 Maggio 2021 16:38

Esattamente. Solo che le entita’ all’opera sono di segno opposto acquelle dominanti ora.
E come si vede molto rigorose.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  giuseppe sartori
8 Maggio 2021 4:24

Intanto pero’ la GB e l’URSS si allearono per distruggere (perche’ di distruzione si tratta) la Germania.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Maggio 2021 11:50

Lo sai che la GB invase con l’URSS nel ’41 l’Iran?
Pero’ non ivase l’URSS con la Germania… che strano….

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 14:55

Strategie politiche…

Livius
Livius
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Maggio 2021 13:56

Non andò così … la Germania fu costretta ad attaccare la Russia perchè quest’ultima stava preparando ad attaccare per poi proseguire fino all’Oceano Atlantico ovvero Lisbona … basta leggere bene il libro “Il Rompighiaccio” di Viktor Suvorov, ti segnalo questo articolo su https://www.gianlucamusumeci.com/blog/viktor-suvorov-e-i-misteri-delloperazione-groza/

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Livius
7 Maggio 2021 14:54

Non diciamo corbellerie…

Livius
Livius
Risposta al commento di  VincenzoS1955
8 Maggio 2021 0:53

Basta leggere il libro o l’articolo che ho segnalato e i numeri delle unità militari schierate sul confine russo-tedesco e quanti soldati russi catturati nelle prime settimane dell’Operazione Barbarossa …
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Operazione_Barbarossa

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Maggio 2021 6:05

Argomento spinoso, per usare un eufemismo.

Filippo Candio
Filippo Candio
7 Maggio 2021 6:11

E ci giochiamo anche ComeDonChisciotte………..

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Filippo Candio
7 Maggio 2021 9:29

Speriamo di no dai…in fin dei conti è storia.

casalvento
casalvento
Risposta al commento di  Annibal61
7 Maggio 2021 12:57

Tabù, storia di cui non si può parlare, dopo quasi un secolo.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  casalvento
7 Maggio 2021 16:15

Non si sa nemmeno dei mandanti delle stragi italiane e non sono altro che un proseguo della storia di cui non si puo parlare. Pare vogliano far luce sul Lodo Moro. Dopo 43 anni da via Fani.
Speriamo.

Holodoc
Holodoc
7 Maggio 2021 8:33

I tedeschi razzisti solo verso gli ebrei?

Due miei amici hanno fatto un viaggio in Namibia, ex colonia tedesca, qualche anno fa. Sono rimasti inorriditi di come i turisti tedeschi che erano in viaggio con loro trattavano i camerieri neri nei ristoranti.

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:03

Questo lo vidi nel 86 in Turchia…turisti tedeschi ed inglesi, con arroganza e velato disprezzo verso i turchi….che li guardavano increduli, con quasi commiserazione…. l’educazione stava indubbiamente in terra anatolica

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 9:08

Beh i turchi si prendono però la loro rivincita, mai in nessun paese mi sono sentito a disagio come in Turchia… e sono un uomo. La mia compagna è stata derisa e umiliata perfino da un impiegato del museo Topkapi, il quale ha cambiato immediatamente atteggiamento non appena ha visto che era accompagnata da me!

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:17

Dopo un po’ che abitavamo in India io e mia moglie abbiamo iniziato a comprendere qualcosa della loro lingua, era diventato quasi insostenibile fare una passeggiata, capire cosa dicessero al nostro passaggio faceva bollire il sangue. Quante volte mi sono morso la lingua! A volte sbottava lei (lì mi divertivo). Gli australiani poi, forse anche peggio degli indiani. Così in tutta l’Asia o in America Latina. Ovunque nel mondo razzismo e disprezzo del prossimo. Ennesima qualità che tanto amiamo conservare…mah! Ci verrà imposta anche quella:-)

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  IlContadino
7 Maggio 2021 9:28

Eh eh basta parlare un po’ con qualche maestranza straniera: marocchini che parlano male dei romeni, romeni che parlano male degli albanesi, albanesi che odiano i serbi…

… lo schiavo perfetto è quello che odia chi è diverso da lui… Divide et Impera

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:00

Io invece sapevo che nelle spedizioni in Tibet..gli sherpa nepalesi accusavano gli inglesi di razzismo mentre scagionavano i tedeschi..
All’oggi la mentalità tedesca è quella più lontano dal razzismo di tutti i popoli europei..mentre non soffrono i comportamenti subumani..a prescindere..
Hitler ha dato un volto a quest’odio..identificandolo in una razza ..o presunta tale..ma più importante ..e per questo ha ricevuto sostegno..era il comportamento di questa etnia ad essere condannato..che poi trascinava anche la razza propriamente detta..

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 9:10

I tedeschi non erano razzisti coi NEPALESI perché li vedevano anche loro come i discendenti degli ariani e custodi delle loro tradizioni (e segreti), ecco perché.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:39

E’ vero…
Comunque ..negli anni settanta..avevo un conoscente operaio che mi faceva la capoccia tanta su quanto stava bene a lavorare in Germania a fronte della Svizzera e poi dell’Italia..
Mi parlava dei suoi amici tedeschi e delle bisbocce..impossibili a farsi da altre parti..
Ma anche senza esperienze indirette..sono dell’idea che il razzismo tedesco non sia connaturato al popolo..come quello inglese o ebraico..ma che sia stato imposto come sviluppo materiale al loro perfezionismo mentale..volgendolo a un fine superiore..
Lo dico perché una parte del mio sangue è di origine germanica…e capisco come la pensano..assieme alla parte italiana..anzi etrusca..

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 9:46

Beh etrusco lo sono anch’io 😉

I tedeschi li conosco per frequentazione e non si può non vedere che la loro mentalità e stile di vita sono vicini, per motivi di sangue ma anche storici, a quelli degli abitanti del Triveneto. E riguardo al razzismo…

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:56

Bè..razzisti siamo tutti..in senso buono..
La discriminante è se preferiamo frequentare un imbecille della nostra razza o un intelligente di razza diversa..
A seconda della nostra scelta si misura il livello di razzismo.. di affinità elettive..e quale simpatia è più forte..connotando il nostro livello castale..

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 9:49

I germani era una popolazione, come tante altre, della Persia.Cosi scrive Erodoto.

PietroGE
PietroGE
7 Maggio 2021 6:37

Mah, il testamento potrebbe anche essere autentico, il riferimento al suo suicidio e e la data potrebbero invece essere messi apposta per avvalorare la tesi del suo suicidio e per mascherare la fuga in Argentina, chissà. Fatto è che i resti di Hitler e di Eva Braun non sono mai stati trovati. Stalin ha portato in URSS i resti di H in una scatola perché il popolo sovietico voleva la testa del Fuehrer dopo aver subito milioni di morti. Quei resti però non erano né di H né della Braun. Il contenuto del testamento corrisponde non solo a quello che H pensava ma anche ai fatti storici. Le responsabilità della GB, con le ‘garanzie’ date alla Polonia (si è visto dopo la guerra quanto valevano), per l’estensione di una diatriba sui confini tra Germania e Polonia a guerra mondiale è stata rilevata da diversi storici, non solo da H. Le responsabilità maggiori ovviamente ricadono sull’ebraismo internazionale, come giustamente dice anche l’articolo, facendo notare che la guerra contro la Germania, intesa anche come guerra economica era iniziata nel 1933 , quando agli ebrei non era stato torto un capello. Bisognerebbe anche specificare la ragione di questa dichiarazione di guerra dell’ebraismo internazionale… Leggi tutto »

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  PietroGE
7 Maggio 2021 6:48

A proposito di Dunkerque Lo storico Liddell Hart disse “è indubbio che il BEF – Corpo di Spedizione Britannico – non avrebbe potuto essere salvato se dodici giorni prima, il 24 maggio, Hitler non fosse intervenuto a bloccare alle porte di Dunkerque le forze corazzate di Kleist“…ovviamente questo è noto solo a specialisti ed appassionati, per il popolino l’Operazione Dynamo (cioè l’evacuazione delle forze anglo-francesi) divenne il “miracolo di Dunkerque”, la verità era scomoda da accettare.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Hospiton
7 Maggio 2021 7:03

Hitler voleva l’accordo con gli Angli, impedito proprio dalla sudetta razza b******a.

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 7:26

Pare proprio di si. Riporto il paragrafo in cui lo stesso Liddell Hart tratta la questione nel suo “Storia militare della IIWW”: “Blumentritt – capo delle operazioni agli ordini del generale von Rundstedt – finì col convincersi che l’ordine di arresto non era stato impartito per ragioni esclusivamente militari, e che anzi esso rientrava nel quadro di un piano politico mirante a spianare la via al raggiungimento della pace. La cattura del BEF a Dunkerque avrebbe rappresentato per gli inglesi una macchia che forse essi si sarebbero sentiti obbligati a cancellare. Lasciando che il BEF si mettesse in salvo, Hitler sperava di riconciliarsi con gli inglesi. Questa versione è tanto più significativa in quanto proviene da generali che erano molto critici nei confronti di Hitler e che ammettono che in quei giorni avrebbero voluto annientare l’esercito inglese. Quanto essi ci dicono dei discorsi che Hitler andava facendo nei giorni di Dunkerque si accorda con molti dei concetti che egli stesso aveva esposto anni prima in Mein Kampf: a questo proposito, è interessante osservare come anche sotto altri aspetti egli tendesse ad attenersi alle idee contenute nel suo testamento spirituale. Numerosi sono gli elementi del suo modo di fare che inducono… Leggi tutto »

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 10:21

Una volta di più raccomando, a chi può leggerlo in inglese, “Churchill, Hitler and the unnecessary war”, di Pat Buchanan, americano non sospettabile di simpatie naziste…

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Hospiton
7 Maggio 2021 9:04

Chiunque ne sappia un pò capisce immediatamente che i tedeschi vollero risparmiare le vite dei soldati francesi e inglesi a Dunkerque lasciandogli il tempo di traghettare verso l’ Inghilterra. Furono ripagati con il bombardamento di Dresda e il piano Morghentau a guerra finita… Da animali o da goym…come trattano noi adesso.

XaMAS
XaMAS
Risposta al commento di  Annibal61
7 Maggio 2021 10:09

mi pare di ricordare che i francesi vennero presi a cannonate dagli inglesi, altro che salvarli

H. considerava gli inglesi vicini alla razza ariana e sapeva che il vero nemico erano i comunisti, ma avrebbe dovuto usare il bastone e non la carota : annientare l’esercito in ritirata a Dunkirk, prendersi Malta ed il controllo aereo del Mediterraneo ed arrivare fino ad Alessandria d’Egitto con Rommel
forse allora il maiale inglese si sarebbe seduto al tavolo a discutere di armistizio e successivamente la Wermacht anzichè a 10km da Mosca sarebbe arrivata agli Urali

Hospiton
Hospiton
7 Maggio 2021 6:43

Come dicono altri utenti, argomento a dir poco delicato…il fatto che il minimo tentativo di analisi storiografica fuori dai canoni esponga alle più infamanti accuse preconfezionate, che la questione sia tabù ad oltre 80 anni dall’inizio del conflitto, che sul mainstream nessuno abbia minimamente il fegato di discutere di quelle pagine di storia in termini che non siano autorizzati dall’alto (e se lo facesse verrebbe crocefisso in un amen), tutto ciò non può che indurre a severe riflessioni sulla realtà che ci circonda. Purtroppo è impossibile un confronto costruttivo su questi temi al di fuori di CDC e spazi simili, il plumbeo clima inquisitorio si avverte chiaramente anche in banali discussioni con persone comuni.

R66
R66
7 Maggio 2021 8:52

Per me è sempre stato difficile affrontare discussioni sul genere, nella maggior parte dei casi, per comodo, si finisce sempre a inveire contro l’orco di turno perdendo di vista il meccanismo.
Come si comportano i personaggi indicati come orchi?
Questi famigerati “giudei” che da secoli tirano i fili, oggi che cosa ci stanno facendo?
Ci stanno frustando? Ci stanno torturando?
No, assolutamente, essi si limitano a proporre e, tra le “invenzioni”, hanno proposto questa vita, tutto qua.
I motivi per cui la maggior parte si sveglia alle 7:00, per cui si mandano i figli a scuola, per cui si fa quasi tutto, è opera loro.

La realtà è dura da digerire: i più ne sono totalmente assuefatti e dipendenti.
A seguire, escludendo la via della disintossicazione, l’unica reazione che rimane è quella scindere l’orco dall’invenzione e pensare che l’invenzione senza orco possa essere ottimale.
Fatine e unicorni insomma.
A forzare la mano, si potrebbe imputar loro l’abbindolamento, non prima però di essersi reputati dei completi allocchi.
Quindi, orchi loro? No, babbei tutti gli altri.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 9:07

Bè..c’è un piano di circonvenzione di incapace..tenacemente e spesso violentemente perseguito..

R66
R66
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 9:23

Giusto, però mi sento di ampliare il termine incapace.
Oggi non c’è la cultura ellenistica, non c’è la cultura cristiana, oggi c’è la cultura holliwoodiana, in occidente impera, attira e smuove le persone.
Sappiamo tutti di chi è l’invenzione, ma più che sull’artefice io mi concentrerei sul perché essa ha fatto e continua a fa presa anche oggi.
Il perché lo si deve all’avidità, alla malizia, alla superbia ecc… insite nell’uomo, per via di queste si deve intendere l’incapacità.
Incapacità di dominarsi, incapacità di darsi un contegno.
Gli orchi conoscono tali debolezze e ci sguazzano nel mettere il coltello nella piaga.
Credo che Hitler l’avesse capito, il metodo c’era già allora, ma non per questo ne giustifico determinate reazioni.
Molti si soffermano sui tecnicismi di ripresa economica e sulle tattiche militari, lasciandosi sfuggire ciò che davvero ha innescato tutto, il quale ha vinto e continua tutt’ora da vincitore.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 9:26

Più che altro c’è la non cultura della “scienza” a cartoni animati alla Piero Angela.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 9:48

Più un popolo è incosciente e più si lascerà dominare..
E tralasciando l’individuale sviluppo spirituale..solo il pensiero di far parte di una collettività e comprenderne i veri interessi dalle sciocchezze è prova di altezza d’animo ormai quasi irrangiungible in Occidente..
La Cina sembra che lo abbia capito..la Russia pende..
Noi..ormai possiamo solo sperare nella clemenza della corte..

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 9:50

La Cina? I cinesi fanno quello che dice l’imperatore.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:04

Per ora l’imperatore li fa stare bene..e ubbidiscono volentieri..
A un popolo non si può chiedere di più..
Quelli invece che stanno male..o fanno la rivoluzione o scompaiono..
Noi siano la seconda..per ora..

Primadellesabbie
Primadellesabbie
7 Maggio 2021 8:57

Questo passaggio proviene da un testo di Robert Graves pubblicato nel 1948, di grande interesse per chi voglia esplorare la storia del pensiero religioso, “La Dea Bianca”, Adelphi, c. 26, pg. 549. Lo metto nella speranza che possa servire ad allontanare dall’ossessione antisemita coloro che non ne sono afflitti, e di elevare i pensieri mirando a far dubitare di alcune certezze. “Sir James Frazer ha attribuito i difetti della civiltà europea alla ‘dottrina egoistica ed immorale di religioni orientali che predicavano la comunione dell’anima con Dio e la sua salvezza eterna come gli unici scopi per cui valesse la pena di vivere’. Questo, a suo parere, indebolì l’ideale altruistico della società greca e romana, che subordinava l’individuo al benessere dello Stato. Anni dopo, più concisamente, Adolf Hitler disse: ‘La colpa di tutti i nostri guai è degli Ebrei’. Tuttavia entrambe le affermazioni erano storicamente false. Frazer, un’autorità sulla religione greca, doveva sicuramente sapere che l’ossessione salvazionistica degli orfici greci era di origine tracolibica e non orientale, e che l’idealismo delle città-stato si era dissolto dall’interno molto tempo prima che gli Ebrei della Diaspora introducessero nel mondo greco la dottrina farisaica dell’unicità dell’uomo con Dio. ……………………[omissis]……. La dichiarazione di Hitler, che… Leggi tutto »

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Primadellesabbie
7 Maggio 2021 9:23

“… La legge mosaica proibiva loro sia il prestito di denaro dietro interesse ai correligionari…”

appunto, una regola che valeva solo tra di loro.

Mauro Biglino cita in proposito il seguente versetto biblico:

“… farai prestiti a molte nazioni, ma tu non chiederai prestiti; dominerai su molte nazioni, ma esse non domineranno su di te.”

Ci sono le prove, al di là di forzature esterne, che la vocazione bancaria era insita nella loro eredità culturale.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:36

E se ci fosse capitato dii elaborare ed adottare il credo di una tribù di antropofagi saremmo finiti nel calderone, cotti e mangiati?

(Per colpa loro ovviamente).

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Primadellesabbie
7 Maggio 2021 9:53

La colpa è di entrambi. I carnefici spesso lo sono per l’ignavia delle vittime.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:31

Quelli che si sono fatti delle inaudite fortune lo devono ai vertici dell’Occidente, che per secoli non hanno esitato a sacrificare i sudditi e caricarsi di debiti per combattersi e prevalere l’un l’altro.

Inoltre c’è chi avanza dubbi sull’origine di buona parte di coloro ai quali viene attribuita l’origine ebraica, dei paperoni in particolare (The Invention of the Jewish People, Shlomo Sand):

https://en.wikipedia.org/wiki/The_Invention_of_the_Jewish_People

Poi, una approfondita ricerca (antropologica, che le lingue le possono imparare tutti) sui Germani potrebbe riservare spiazzanti sorprese (anche Tacito, per non parlare di A. H., possono sbagliare), ma gli ossessi hanno per archetipo la corrida…gli sventoli uno straccio colorato e si scatenano appagati.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 9:46

Il versetto biblico e’ del deuteronomio.
In pratica la finanza mondiale va avanti sul quanto scritto nel versetto.
Adesso non chiediamoci il perche’ dei mutui e dei prestiti. Tutti hanno sempre saputo che se non hai soldi da spendere meglio non comprar nulla.
Oltretutto l’usura, che in questo momento va alla grande, e’nata col giudaismo e potevano esercitare l’usura solo gli ebrei.

Si arriva subito a capire che il monoteismo ha rovinato tutto l’occidente.La bibbia e’ degli ebrei ma i cristiani hanno aggiunto ad essa i vangeli, in pratica un proseguo della bibbia con quanto in essa contenuto, vero o falso che sia.
L’islam molto piu tardi, sulla scia dei primi due e’riuscito nel farsi una breccia in occidente con l’intento che il monoteismo non venga dimenticato.A conferma Bergoglio si affida a loro.

casalvento
casalvento
Risposta al commento di  Astrolabio
7 Maggio 2021 13:41

Tutta colpa dello stolto Costantino …

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  Primadellesabbie
7 Maggio 2021 9:06

gli Ebrei furono costretti a ricorrere al potere finanziario per difendersi dall’oppressione dei Gentili.”
Bellissimo, c’è da compatirli, poveretti! La realtà è che gli ebrei hanno gestito l’usura per tutto il tempo nel quale hanno vissuto in Europa e che i cosiddetti ‘progrom’ erano dovuti proprio a questa pratica e non, come si cerca di far passare anche oggi, al ‘virus’ dell’antisemitismo. Simili bufale le credono solo gli ignoranti. La pratica dell’usura nelle leggi ebraiche è proibita nei confronti di altri ebrei ma è permessa verso i gentili.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  PietroGE
7 Maggio 2021 15:29

No, guarda che i pogrom ebbero il risultato di rinforzare dall’interno il cristianesimo, sopratutto quello cattolico: piu’ pogrom uguale piu’ societa’ dominate dal buon Gesu’ e dai suoi coribanti in tonaca. Quando questo non fu piu’ sufficiente ecco la Controriforma con i roghi e tutto il resto. Nei paesi di lingua tedesca fu l’ inizio di una lotta terribile fra cristiani, nelle cui lotte perirono il 50% delle persone, lotta cui gli ebrei guardavano con malcelato ‘ottimismo’…ma non fu cosi’. Anch’essi ebbero proprio per le ragioni che ho detto, le piu’ ampie persecuzioni: la koine’ religiosa cattolica si stava sfaldando e le colpe furono fatte ricadere anche su di loro ( e su questo ci sarebbe talmente tanto da dire, su questi sacrifici umani di cristiani, di eretici, di ebrei da scrivere un trattato …). Perche’ tutto questo ? Perche’, ragionando, sono sempre stati considerati estranei alle comunita’ in cui loro per altro vivevano ? Perche’ sono sempre stati discriminati, nel basso, ma altrettanto riveriti per il loro saperenell’ alto della societa’ ? E’ un fatto che i pogrom colpivano di preferenza il loro ‘popolino’, quello delle arti e dei mestieri, ed assai meno i rav che erano a corte… Leggi tutto »

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  oriundo2006
7 Maggio 2021 16:47

Una interpretazione esoterica interessante, ma, io credo, troppo profonda per l’accaduto. Non ci sono mai stati progrom contro i Rom o contro musulmani ad esempio o almeno non come contro gli ebrei. Perché? I rom venivano percepiti come criminali e basta, contro gli ebrei invece scattava l’invidia da parte di chi era costretto alla fame e vedeva quelli che non lavoravano e che campavano sulle necessità economiche degli altri. Quello che voglio dire è che la motivazione sarà superficiale ma spesso è proprio quella superficiale che muove le acque. La chiesa ortodossa (i progrom erano un fenomeno dell’Europa dell’Est) e quella cattolica come si comportavano? Non dicevano niente perché gli ebrei avevano il marchio indelebile del popolo deicida.

danone
danone
Risposta al commento di  oriundo2006
8 Maggio 2021 4:21

Sono d’accordo Oriundo, anche se va chiarito un aspetto importante e auto-limitante di questo “potere esoterico”, che certamente hanno sviluppato gli ebrei più di altri.
Scrivi:
“Quello appunto che da cattolici non riuscite a capacitarvi e’ appunto questo: hanno dei poteri (amplificati dalla Quabbalah ed oggi da una Super Quabbalah ) tali da giustificare la loro pretesa di essere ‘superiori’ agli altri”

Questo genere di poteri si sviluppano tramite pratiche ed esercizi di disciplina interiore. Queste pratiche, se non ben comprese ed integrate dentro obiettivi di nobiltà superiore alle istanze dell’ego, producono una crescita squilibrata dell’essere interiore e del suo carisma, che invece di risultare armoniosa, risulterà sbilanciata, con la parte super sviluppata che produrrà specifiche funzioni superiori, ma a danno e consumo delle parti meno sviluppate, che saranno ulteriormente atrofizzate, proprio dall’uso egoico e continuato dell’esercizio del potere stesso.
Ecco perchè i maghi neri, o gli Hasnamuss gurdijeffiani, in cui annoverò i quabbalisti mistici ebrei, non vanno oltre una certa soglia di conoscenza, per fortuna, e si auto-condannano immanchevolmente al fallimento e prima o poi dovranno decristallizzarsi e ripartire tutto da capo nella via della conoscenza.

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  Primadellesabbie
7 Maggio 2021 13:15

Grande rispetto per l’opinione di uno studioso della levatura di Graves (“La dea bianca” ed “I miti greci” sono pietre miliari)… sono d’accordo circa le inequivocabili responsabilità delle elites europee dell’età Moderna, l’alba del colonialismo e del capitalismo, il momento in cui la borghesia cominciò a far la voce grossa soprattutto nei Paesi interessati dalla Riforma ed una ben precisa mentalità iniziò a prendere il sopravvento; per quel che concerne le comunità ebraiche è indubbio che spesso vissero in condizioni precarie, tra esili (sefarditi), ghettizzazioni e proibizioni, altrettanto vero però come gli esponenti più in vista di tali comunità nel tempo abbiano fatto un pessimo uso delle abilità e conoscenze acquisite in secoli di attività bancaria/feneratizia, i risultati sono oggi evidenti nella gestione scellerata del comparto finanziario privato in cui spiccano numerose personalità di origine ebraica (anche se è da approfondire ciò che sostiene S. Sand e di cui hai parlato in un altro commento). Diciamo che storicamente c’è stata una bella compartecipazione ed è ovvio che alla lunga i più esperti nell’arte contabile abbiano riscosso maggior successo, tenendo sempre presente che si tratta di una faccenda tra elites e che muovere accuse generiche verso gli “ebrei” mi pare esagerato… Leggi tutto »

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Hospiton
7 Maggio 2021 16:41

Sottoscrivo quello che dici qui (tranne l’imprudente accenno alla mia ‘armatura’).

Un pessimo uso delle conoscenze dici? E chi non l’ha fatto in questa epoca? Gli scienziati, i giapponesi, i preti, gli artisti, gli industriali,…gli italiani?

Dobbiamo anche tenere presente che fino ai primi decenni del ‘900 molte procedure commerciali e procedimenti artigianali ed industriali, che oggi tutti conosciamo, erano tenuti rigorosamente segreti da chi li possedeva, e questo potrebbe spiegare molte cose.

La tendenza al “razzismo di segno opposto” la vedo ovunque, non solo bianchi – neri, da sempre, credo non ci fosse questo tipo di confronti prima che i nazionalismi chiudessero un’epoca, e dessero la stura a questa possibilità che ormai dilaga in ogni ambito e con intenti pregressi.

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  Primadellesabbie
8 Maggio 2021 4:19

Certamente, il “pessimo uso delle conoscenze” è purtroppo prassi alquanto diffusa e riguarda rappresentanti di praticamente ogni popolo o categoria. Si ripete una costante storica: la propaganda dominante di turno deve inventarsi un nemico a tutti i costi, alcuni fungono da parafulmine mentre altri son esenti da critiche, ad esempio oggi è difficile che si possa discutere serenamente di sionismo, un campo minato: mi è capitato spesso di sparare ad alzo zero contro le politiche di Netanyahu e sentirmi affibbiare l’etichetta di antisemita (anziché casomai quella più corretta di antisionista, se proprio mi si vuol etichettare in modo superficiale), l’accusa non mi tocca dato che leggo con immenso piacere Zweig, Joseph Roth, Scholem e Singer ma è indice di gran confusione e, in certi casi, malafede. Questo problema però è stato presente in ogni epoca, magari in forme diverse, qualsiasi periodo ha avuto i suoi capri espiatori, lo sappiamo bene. Adesso, dopo secoli di predominio, pare tocchi a noi subire (paradossalmente in un momento in cui ho idea che una consistente fetta dei bianchi europei abbia quasi del tutto abbandonato sentimenti razzisti nei confronti di ebrei, neri ed asiatici, scherzi della storia), ciò avviene inoltre con la fattiva partecipazione di… Leggi tutto »

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Hospiton
8 Maggio 2021 5:48

La cattedrale gotica ha preso il posto di quella romanica incanalando il cambiamento che era nell’aria in altre forme, adatte a nuove espressioni di esigenze perenni.

Così va il mondo.

Se quei costruttori avessero deciso di salvare la Tradizione ricominciando a costruire, che so, piramidi, avrebbero gettato l’umanità nel caos.

Che forma avranno le “cattedrali” adatte ai nostri tempi che dovremmo preoccuparci di immaginare?

Magari somiglieranno ai dischi volanti (i testi dicono che la Gerusalemme Celeste che scenderà dal cielo avrà forma rotonda…sarà anche digitalizzata?).

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Hospiton
8 Maggio 2021 5:48

La cattedrale gotica ha preso il posto di quella romanica incanalando il cambiamento che era nell’aria in altre forme, adatte a nuove espressioni di esigenze perenni, e tra queste possono aver posto anche esigenze fin lì trascurate o dimenticate (come proprio il gotico insegna).

Così va il mondo.

Se quei costruttori avessero deciso di salvare la Tradizione ricominciando a costruire, che so, piramidi o avessero insistito col romanico (pur delizioso) avrebbero gettato l’umanità nel caos.

Che forma avranno le “cattedrali” adatte ai tempi prossimi, che dovremmo preoccuparci di immaginare, individuando nel nostro caos le esigenze destinate a sopravvivere, in modi difficili da prevedere, segnando una ineludibile continuità?

Magari somiglieranno ai dischi volanti (i testi dicono che la Gerusalemme Celeste che scenderà dal cielo avrà forma rotonda…sarà anche digitalizzata?).

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  Primadellesabbie
8 Maggio 2021 6:52

In un’era in cui la tecnologia avanza in progressione geometrica (e quindi molto più rapidamente rispetto alla nostra capacità di assorbirla e padroneggiarla) temo che le cattedrali del futuro saranno virtuali, si consentirà ad ognuno di modellarla secondo le sue inclinazioni, di disegnare la sua realtà a piacimento (o almeno è ciò di cui ci convinceranno). Verranno spacciate per il non plus ultra della libertà ma che prezzo pagheremo dal punto di vista umano, in tutte le sue sfaccettature? Ogni innovazione porta dei mutamenti sociali (pensiamo all’avvento della tv) ma la prossima potrebbe costituire uno spartiacque di portata infinitamente superiore. Spaventano le intenzioni di coloro che si son trovati sul ponte di comando in questo frangente che pare inevitabile, fatale per la natura stessa dell’uomo: si riuscirà a gestire saggiamente questo passaggio epocale o finiranno per allestire una gabbia degna di matrix, sfruttando malamente AI e tutto il resto dell’armamentario high-tech a disposizione? L’establishment che vedo all’opera mi ispira ben poco a prescindere da razze e nazionalità, posso solo augurarmi che ci siano forze, a me poco visibili, in grado di equilibrare la transizione, capaci di ammorbidire un impatto che potrebbe essere devastante. Poi cerco di tener sempre a mente… Leggi tutto »

SettimoSigillo
SettimoSigillo
7 Maggio 2021 6:58

“Per l’uomo che verra’…”

Questo articolo fara’ la scrematura di quelli che sanno come stanno realmente le cose e gli indottrinati che seguono la propaganda.

clausneghe
clausneghe
7 Maggio 2021 7:04

Come abbiano fatto a dare retta ad un psicopatico paranoico con il culto del brutto e della morte milioni di Tedeschi è un mistero.
Come del resto milioni di Italioti di allora diedero retta a quel pagliaccio mortifero senza gloria nè onore finito appeso a testa in giù..

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 7:15

Vedi, la storia dei singoli é costellata da ripetizioni piú o meno simili degli stessi fatti, specie quando non si é imparato dai propri errori. La storia dell´umanitá non fa differenza. L´occidente, e piú in generale il mondo, hanno riassunto tutta quella vicenda con “Hitler era pazzo”. Che, attenzione, é certamente vero. Ma se nascondi volutamente l´altra metá della mela per salvaguardare chi ha sbagliato ANCHE dal lato occidentale, ti ritroverai prima o poi ad affrontare una situazione simile in futuro. 80 anni nella storia non sono tanti. Trovo non sia affatto casuale ció che sta accadendo oggi, e considerato che siamo di fronte probabilmente allo stesso blocco di potere (con i successori naturalmente) che si trovó a trattare con Hitler, stiamo semplicemente vivendo il secondo episodio di un processo non analizzato e non risolto. Per questo penso che sia ancora “troppo presto” per trovare una veritá qui. Deve prima venir giú la narrazione corrente, e poi (forse) potremo pensare di trovare dei legami con quell´epoca.

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  Simsim
7 Maggio 2021 9:12

Certo, giusto. Sia chiaro che considero alla stessa stregua di Hitler e Mussolini anche gli altri criminali di guerra, i vincitori ancora piu spietati (Hiroshima Dresda ecc)

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 10:31

Certo, chiaro. Specialmente perché apparentemente le bombe non servivano a chiudere la guerra, ma serviva sperimentarle e mostrare al mondo di cosa l´America disponeva. Altro dato di fatto, la guerra é lo stadio ultimo dell´essere umano, nel quale il piú innocente é un assassino.

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  Simsim
8 Maggio 2021 3:59

Si ritorna a Caino e Abele, in guerra.

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 7:17

Personalmente ancora meno capisco perché il mondo fosse stato tenuto sotto scacco per tre anni dal cosiddetto pazzo….

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  giovanni
7 Maggio 2021 9:11

Non era solo. Almeno quanto lui o forse più di lui lo erano ,folli, tutti i capi di allora, compresi quelli che hanno arrostito migliaia di civili a Dresda come a Hiroshima

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 10:25

Per non parlare di quello che la Storia (se ci sarà ancora) potrebbe un giorno dire di quelli che stanno distruggendo la vita delle genti del mondo con i vaccini…

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  CptHook
8 Maggio 2021 4:00

Questo è un altro capitolo tragico e noi siamo testimoni in diretta..

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 9:45

Eh, non si spiega eh, venti e più anni di gente tutta brava e onesta e lavoratrice, tutti col braccio destro alzato e fascista nel midollo, salvo poi redimersi qualche anno dopo, e ammettere senza colpo ferire di aver recitato, che nessuno in cuore suo era davvero di tal guisa. Eh, come no. Come no. Bei raccontini degni di qualche favoletta letta prima di addormentarsi. Guardateci oggi, quanti siamo che, non dico si oppongono, ma osano mettere in dubbio la versione ufficiale dei capi-bastone. Meno del 3 per cento. Figurarsi allora. E degli ultimi 50 anni, i peggiori di sempre, con la gente peggiore di sempre non parlo che poi mi inalbero.

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  Bertozzi
8 Maggio 2021 4:06

Bertozzi, l’Italia è una accozzaglia di voltagabbana e quaraquaqua, come già detto..

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  clausneghe
7 Maggio 2021 10:24

Forse hai anche un po’ di ragione, ma certo è che oggi Putin, che in tanti ammiriamo, sta propagandando idee sociali che furono di Mussolini…, lo vedo bene il Duce con LGBQT+…

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  CptHook
8 Maggio 2021 4:03

Sì, Putin ostenta troppo le sue armi e in un mondo pieno di armi la tentazione ad usarle è fortissima.
Io Putin non lo ammiro se non come nemico.
Infatti egli è proibizionista, militarista, burocratico.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  clausneghe
8 Maggio 2021 4:29

Si chiama ‘spirito del tempo’. Negli anni ’60 e ’70 del ‘900 era comunista: pareva che nulla si potesse dire di piu’ e oltre di quanto fosse gia’ scritto e detto da noti autori ottocenteschi, per altro ad onta di ogni ‘storicismo’ loro e altrui, volti alla ricerca del mitico ‘comunismo’ bachofeniano delle ‘origini’ incontaminate del passato. Poi e’ divenuto ‘liberista’ anglosionista: e si torno’ al ‘700 con Adam Smith e poco ci manco’ che non tornasse in auge anche il … minuetto. Poi mondialista/NWO a sfondo malthusiano: altro grande passo in…avanti: e qui essendo ancora vigente, sospetto che il prossimo sia il cannibalismo paleolitico a scopo apotropaico. Peraltro oggi il weltgeist si e’ assopito momentaneamente, stanco forse di non trovare adeguati antecedenti nel passato per proporli nel futuro prossimo, data la sua inclinazione ‘genealogica’ ‘ad majora’ per intortare meglio le masse. Ci si potrebbe chiedere se questa ricerca e contraffazione mitologica del passato ( Con Hitler il mito nibelungico, con Mussolini quello romano ), finisca per rendere vana la proposta strettamente politica, depotenziandola a propaganda per ignoranti e come tale offrendo molto materiale per il disprezzo dei posteri, felici di schernire il passato per non vedere il loro tetro… Leggi tutto »

ekain
ekain
7 Maggio 2021 7:17

spazzatura per spazzatura, esistono anche documenti rilasciati nel 2017 dalla CIA che dimostrano che Hitler non si suicidò, ma che quel suicidio fu una messa in scena, e fuggì invece in Sudamerica. Sotto ho messo un link…Perché non avrebbe dovuto farlo? Sapendo che ormai tutto era perduto.
L’autore di questo post potrebbe rileggersi Se questo è un uomo di Primo Levi, tanto per schiarirsi le idee… . Comunque i crimini nazisti vanno oltre l’olocausto, ci sono anche più di 20 milioni di russi morti a causa dell’invasione nazista, e in Germania, zingari, comunisti, omosessuali, disabili, oppositori politici. https://www.dailymail.co.uk/news/article-5035335/How-CIA-Hitler-alive-Colombia-1954.html

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 7:21

Purtroppo vi sono anche i crimini dall’altro lato della barricata….

ekain
ekain
Risposta al commento di  giovanni
7 Maggio 2021 7:24

E’ stata una guerra di aggressione, un reato chiamato “il crimine internazionale supremo” nella sentenza di Norimberga.

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 8:54

Crimini di aggressione non ne mancano dopo il 45….ma non ha mai pagato nessuno….e certi nemmeno prima del 45…. l’Italia, ad esempio

ekain
ekain
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 9:33

certo, l’ho anche scritto sotto.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 9:13

La sentenza di Norimberga vale come il due di coppe quando la briscola è denari. E’ stata scritta dai vincitori e tanto basta per renderla FUFFA. Diversamente a Norimberga doveva finirci il bombardamento di Dresda: dai piloti degli aerei colpevoli di “avere ubbidito ad ordini sbagliati…” Ai vertici di comando!

ekain
ekain
Risposta al commento di  Annibal61
7 Maggio 2021 9:31

sono i vincitori che decidono le sentenze, in guerra.

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 7:37

Chissà se quella quindicina di milioni di indiani morti per fame affinché i soldati inglesi al fronte fossero ben nutriti condividerebbero.

ekain
ekain
Risposta al commento di  giovanni
7 Maggio 2021 8:42

Sparare cifre sui morti non basta. Sto parlando di guerre di aggressione, non di colonialismo bianco, che è un altro problema. Dopotutto gli inglesi, da quanto scrivi, hanno fatto con gli indiani più o meno quello che i nazisti volevano fare e hanno fatto coi Russi, li hanno trattati da Untermenschen…https://it.wikipedia.org/wiki/Untermensch
Per cui di cosa ti lamenti?
A parte questo, anche la guerra all’ Iraq da parte degli Stati Uniti è stata una guerra di aggressione, anche quella alla Siria, ma la lista è lunga. Ciò non toglie che l’invasione della Russia da parte della Germania fu guerra di aggressione.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 8:54

La guerra tra il Reich e l’URSS era solo questione di tempo. Da ambo le parti si preparavano allo scontro (il patto di non agressione era proprio per prendere tempo). Stalin non si aspetto’ la mossa di Hitler, perche’ riteneva la Germania ancora non pronta, sopratutto fino a quando sarebbe stata occupata sul fronte occidentale. Per questo non credette alle informazioni riguardanti l’invasione da parte del Reich. Comunque ,Stalin stesso si preparava ad una possibile invasione sua della Germania (intanto mezza Polonia era gia’ stata occupata).

Hitler riteneva i Russi etnici alla pari dei Germani (anzi lo erano pure). Esisteva anche un divisione SS di soli Russi. Il problema non erano i Russi ma il dominio della nomenklatura 6iudaica che imprigiono’ gli stessi Russi in un regime disumano. Di fatto hanno inondato l’esercito sovietico della componente mongola e turanica.

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:11

Da ignorante, cosa ha che non va la componente mongola e turanica?… Non mi sembrano genti senza storia…qualcuno mi ha detto che nelle SS c’erano anche battaglioni mongoli o turanici

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Kozjak
7 Maggio 2021 11:08

Niente, solo che non sono veri Russi. I Russi originali sono Vikingi, cioe’ germanici. Almeno la componennte puramente aristocratica era questa (gli slavi sono un’altra componente indo-europea che vivevano nel territorio russo), che i 6iudeo-bolscevichi hanno perseguitato e sterminato.

Riguardo ai turanici c’e’ da dire che gli stessi ashkenazi discendono da essi (Kazari).

ekain
ekain
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:34

ma dai, la politica dell’URSS è sempre stata di non aggressione. Erano internazionalisti. Stalin sapeva che la Germania avrebbe invaso l’URSS, tutto lo sapevano, così prese tempo per armarsi. Intanto l’armata rossa si preparava a resistere, indietreggiando e attirando i nazisti verso l’interno. ”Per realizzare questa titanica missione, Zhukov e i suoi subordinati metteranno in atto l’arte operativa, questo legame tra strategia e tattica teorizzata dagli anni ’20 nelle accademie militari sovietiche dai più grandi pensatori militari del XX secolo. secolo: Svetchin, Triandafillov, Isserson, Varfolomeev e, naturalmente, Tukhachevsky. L’arte operativa non solo permette di spezzare il fronte nemico ma anche e soprattutto di sfruttare questa rottura nella profondità delle difese nemiche, a volte a diverse centinaia di chilometri dal fronte iniziale.”http://aurorasito.altervista.org/?p=7712

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 11:02

Non direi, dato che hanno invaso prima mezza Polonia, fatto guerra alla Finlandia, occupato il baltico e poi aggredito, in compagnia degli Angli, Iran nel ’41.

Ecco la tua pacifica URSS.

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 11:05

Ed in più, stavano preparandosi ad invadere l’Europa (operazione Groza). Hitler li ha solo disperatamente anticipati.
Vedi il libro con dati inoppugnabili , di Viktor Suvorov (non ricordo il titolo).

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Cangrande65
7 Maggio 2021 11:06

Lo so, ma non ha senso affrontare certi discorsi coi succubi dei 6iudei aka goym.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Cangrande65
7 Maggio 2021 11:32

Consideriamo che i russi stavano invadendo il Giappone e sono stati fermati dagli Usa.
Due atomiche servivano a fermare una i giapponesi e l altra i russi. A largo della baia di Tokyo sulla Missouri firmarono la resa anche i russi.
La disputa sulle Curili e’ancora in atto.

Livius
Livius
Risposta al commento di  Cangrande65
7 Maggio 2021 13:50

Esatto si tratta di Viktor Suvorov e il libro si chiama “Il Rompighiaccio”, altro sito interessante è https://www.gianlucamusumeci.com/blog/viktor-suvorov-e-i-misteri-delloperazione-groza/

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 16:33

Si, il fatto Filandia e’ stato dimenticato. Male, molto male: descriverebbe assai bene che tutti allora volevano la guerra mondiale.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 9:49

Dillo un altra volta che non si è capito, che era “una guerra di aggressione”

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 10:04

Dovevano ancora stabilire gli ebrei in Palestina.Stavano pompando contro i tedeschi.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  giovanni
7 Maggio 2021 10:04

…ma la storia la scrivono i vincitori.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  giovanni
7 Maggio 2021 10:26

Per esempio “Sangue chiama sangue” di Giorgio Pisanò, senza scomodare Renzo De Felice o Giampaolo Pansa…

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  ekain
7 Maggio 2021 8:17

Che Hitler se ne sia andato su altri lidi, non esclude affatto questo testamento, che e’ lucidissimo e parla direttamente a noi. Basta capirlo; ma non ci conto, la popolazione e’ mentalmente succube del 6iudeo e sara’ estinta e/oschiavizzata.

giovanni
giovanni
7 Maggio 2021 7:33

Come giustamente commentato “argomento spinoso”, assai….
Da tempo si inizia a considerare la seconda guerra una prosecuzione della prima, a mio molto umile parere, giustamente.
I fatti accaduti, la cui versione ufficiale è ovviamente contestabile, anche se il “revisionismo storico” è reato penalmente perseguibile, può meglio essere compresa dopo avere letto il mein kampf; un libro altresì interessante ed illuminante è “guerra e politica in Germania 1914-1918” di Paul Frolich.
Concludo ricordando un altro crimine compiuto nelle stesso contesto, anche se spesso dimenticato, che sono i due ordigni atomico sul giappone.

Bertozzi
Bertozzi
7 Maggio 2021 9:37

Se uno vuole andare ancor più indietro interessante sarà la lettura del libro “Degli ebrei e delle loro menzogne” scritto da un certo Martin Lutero nel 1543.

R66
R66
Risposta al commento di  Bertozzi
7 Maggio 2021 9:46

Credo che le motivazioni dell’astio di Hitler e di Lutero non siano molto dissimili, in ogni caso, entrambi hanno avuto la classica reazione che dalla ragione fa passare al torto.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 9:58

Esatto. la Riforma ha spianato la strada al Puritanesimo e alle altre “eresie” cristiane che considerano ancora valido il patto dell’Antico Testamento, e quindi la superiorità morale (e non solo) di chi quel patto ha stretto, nonostante la venuta di Cristo.

R66
R66
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 10:05

Dalla Riforma, seppur in seguito ne son venute fuori una miriade di denominazioni, alcune assurde ed eretiche, sempre da essa è “ripartita” l’idea della Sola Scriptura, senza la quale non oso neanche immaginare cosa avrebbe potuto essere o fare la chiesa cattolica oggi.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 9:54

Magari potresti leggere il libro suddetto prima di parlare di ragione o torto, o di ‘classica reazione’, che dici.

R66
R66
Risposta al commento di  Bertozzi
7 Maggio 2021 9:58

Conosco discretamente Lutero, ho letto parte dei passi di quel libro, ne comprendo le motivazioni, ma non le concepisco valide per la violenza indicata.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 10:31

Allora sbbiamo due letture diverse di tal libro, e probabilmente di molti fatti storici, soprattutto se difendersi è la diventata ‘la classica reazione’ che dalla ragione ti fa passare al torto, ragione o torto decisa dal vincitore di turno, beninteso, lui non violento, no. Un po’ mainstream, devo dire, non me l’aspettavo.

R66
R66
Risposta al commento di  Bertozzi
7 Maggio 2021 10:57

Non volevo intendere che il torto o la ragione sia decisa dal vincitore, ma che non ritengo validi alcuni metodi come “difesa”.
Possiamo parlare anche dei tempi attuali dato che non è cambiato molto.
Prima di tirare in causa la difesa, oggi si può realmente parlare di attacco?
Le conosci anche tu la percentuale di favore di cui gode la sponda dei vincitori e sai che non ce l’ha per via della violenza, ma perché attrae con altri mezzi, in pratica ha il consenso.
Si può pensare di liberare gli ingannati togliendo di mezzo l’ingannatore, come se il seguito potesse essere idilliaco con una moltitudine di gonzi allo sbando, oppure prendere atto che la vera colpa non è dell’ingannatore ma dell’ingannato e lavorare su questo, anche se ciò probabilmente significa non veder vantaggi in un lasso di tempo “tanto breve”.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 11:02

Ma infatti ‘difesa’ non è il termine adatto e tantomeno lo è ‘reazione’ ma è il meglio che ho trovato. E Lutero ‘gli attacchi’ li ha ben descritti e circostanziati, molto di meglio di come facciamo noi oggi.

Tipheus
Tipheus
7 Maggio 2021 9:40

Questo è l’articolo perfetto che vorrebbe scritto il NWO: Hitler era buono, hanno stato gli ebrei che gli hanno fatto perdere la pazienza.
Ho smesso di leggere quando si è detto che la guerra l’hanno voluta gli Ebbbbrei. Ma scusate, con tutta la ripulsa viscerale che provo per il sionismo….
L’1 settembre 1939 fu la Polonia a invadere la Germania vero? No, aspe’, nessuno dei due, non è mai successo. No, aspe’, fu la Germania, ma fu costretta dagli ebbbrei.
E che gli oppositori fossero uccisi (lasciamo stare le minoranze, proprio i tedeschi, specie i comunisti) è un’altra storia inventata da Bill Gates.
Anzi no, non è neanche vero che gli handicappati erano messi a morte, o forse è vero ma facevano bene. E il rogo dei libri è un’altra balla.
Altri due articoli così e vi saluto (lo so che a qualcuno non gliene importerà molto…).
Ma davvero dell’attuale dramma vi preoccupa la perdità totale di libertà, o è perché rimpiangete quella 1.0?

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 9:58

non c’è affatto bisogno di pendere da un estremo all’altro in maniera tanto infantile: se esiste un problema col “giudaismo” allora Hitler è buono.

Hitler è stato raccontato come un pazzo e il nazismo come un momento di estrema violenza e crudeltà.
Si può anche mantenere questa “verità” storica, compreso l’olocausto (ammesso che ne esistano verità storiche) e rendersi conto allo stesso tempo di che cosa sia il giudaismo internazionale.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 11:30

Insomma, un bis-pensiero.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 13:16

reputo piuttosto ottuso colui il quale vuole rigidamente definire le cose bianche o nere senza minimamente riuscire a vedere le altre varie possibilità che per esempio nel caso del nazismo/giudaismo possono essere piuttosto evidenti. A un problema “giudaismo internazionale” si reagisce in maniera altrettanto criticabile. Dov’è il bis-pensiero? Se parlo di “gasazione” c’è subito l’utente che mi avverte che probabilmente sono tutte balle… come se una “narrazione “propagandistica del modo in cui venivano sterminati ebrei e vari sia segno che non veniva sterminato nessuno. Non so, io ho smesso di pensare in questo modo intorno ai 4 anni. E’ possibile che una narrazione di stampo giudaico, propagandistica, abbia creato dei falsi storici (il numero di 6milioni, le camere a gas etc) senza minimamente intaccare il fatto che esistevano dei campi (ne esistono nelle guerre) dove venivano rinchiuse le persone per vari motivi/con vari scopi e normalmente nelle guerre la gente in quel genere di campi muore di morte violenta dopo aver patito vari tipi di pene. Altrettanto vale il contrario. A una fotografia che diceva di mostrare l’interno delle camere a gas, in particolare le pareti graffiate da unghiate di disperazione, faccio notare che le pareti sono di cemento “grezzo”… Leggi tutto »

Pierrot Lenolese
Pierrot Lenolese
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 13:38

E’ giusto quello che dice, ormai tutti qui su CDC abbiamo capito che lei non si fa infinocchiare dal bianco e nero. E va bene. Tuttavia si studia, si leggono libri, in questo caso un articolo, per cercare di avvicinarsi quanto più possibile ad una attendibilità storica. Per farsi una idea quanto più ampia e oggettiva possibile. Esponga la tavolozza dei suoi colori ci inebri con le sue sfumature e ci aiuti a capire come è stata possibile una guerra così atroce come la WW2 e come ancora oggi siamo così maledettamente proni a barbarie materiali e spirituali. Glielo chiedo perché da come si esprime, a volte, sembra che lei abbia la verità in tasca e gli altri son tutti ciechi che non la vedono. Con rispetto e stima.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  Pierrot Lenolese
7 Maggio 2021 21:11

Quale “verità in tasca” avrei espresso?

Il fatto di mantenere una visuale ampia e non pendere subito da un lato escludendo l altro è più un non affermare alcuna verità.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Violetto
8 Maggio 2021 4:21

Stai diffondendo supercaxxole per non ammettere di essere stato indottrinato di brutto. Non c’e’ nessuna obbiettivita’ nei tuoi commenti, ma solo opinioni opinabili, senzra dire precisamente nulla di concreto (in pieno stile democristiano).
E’ lo stesso metodo dei kovidioty, che non ammetteranno mai di essere stati presi per il cu*o sotto ogni punto di vista. La nazifobia e’ l’ultimo baluardo – ed il piu’ importante, preche’ sneza esso crollerebbe veramente tutto – del regima 6iudaico, che il 98% non riesce ad oltrepassare. Hanno speso e stanno spendendo una marea di risorse su questo fronte.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  SettimoSigillo
8 Maggio 2021 4:38

ma preso per il culo su cosa?
Ma de che stai a parlà?

Non riesci a capire ciò che leggi quindi sei un analfabetafunzionale (se va bene) quindi sparisci dalla circolazione con tali babbuini non ho voglia di perdere del tempo

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Violetto
8 Maggio 2021 4:56

Si, scusa, ho scambiato un altro commento per il tuo. In effetti sei piu’ moderato e ragionevole di molti altri nazifobici. Sta’ di fatto che in tempi di guerra (siamo in questi tempi), essere moderato e’ inutile.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 10:49

2 settimane piu’ tardi (15 settembre 1939) fu’ l’URSS ad invadere la Polonia (in accordo con la Germania).

Domanda: se – si dice – Inghilterra e Francia dihiararono guerra alla Germania (3 settembre 1939 (tecnicamente furono proprio Francia e Inghilterra a far scoppiare la WW2) in aiuto alla Polonia… perche’ non fecero altrettano con l’URSS?

Le vostre menti obnubilate e manipoalte, che risposta danno a tale quesito (scommetto poi che nemmeno sapessi di questa incogruenza)?

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 15:00

Ooh, grazie. Non lo sapevooo. Ma lei manco la strategia del Risiko conosce. Dove ho detto che F e GB hanno dichiarato guerra alla Germania perché erano “giuste”? E perché volevano “difendere la Polonia”? In politica estera ognuno si fa i fatti suoi. In quel momento il contenimento della Germania, che era in espansione continua dal 1939, non poteva fermarsi altro che con la guerra. Punto. Perché avrebbero dovuto pure attaccare l’immensa Russia da dove erano stati cacciati in malo modo negli anni ’20? Per farla saldare con la Germania e straperdere? Resta il fatto che mi pare abbia cominciato la Germania, o no? Anzi, se la vogliamo dire tutta, il Giappone nel 1936, quando invase la Cina, solo che quel conflitto era circoscritto e poi confluì nella grande deflagrazione. Poi se vogliamo riscrivere una storia in cui Chang Kai Shek invade il Giappone e Pilsudski la Germania, si accomodi.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Tipheus
8 Maggio 2021 4:16

Un altro commento inconcludente in pieno stile goy.

Non hai risposto ad un quesito logico, che ribalterebbe le tue certezze indottrinate. Francia e Gb potevano benissimo starsene in disparte e se volevano veramente fare le pulci all’URSS, si accordavano con la Germania sulla Polonia (perche’ Hitler voleva riprendersi i territori pre Prima guerra mondiale), non aizando i polacchi contro le minoranze tedesche (veri e proprio pogrom) e non permettendo l’occupazione delll’URSS di mezza Polonia. Invece hanno fatto tutto in favore all’URSS, aprendo un fronte occidentale con la Germania. Sai ancora ragionare, oppure stai pensando a Mengele che sperimenta vaxxini sui bambini?

Un’altra cosa che dovrebbe far riflterre. Tra agosto e settembre 1941, l’URSS, con l’appoggio della GB, invade l’Iran (alleato dell’Asse). Ti fa accendere qualche lampadina, oppure hai sempre in mente la bambina di Schindler List?

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 9:43

Ps. Fatevi un giro in Russia e vedete un po’ che ne pensano…

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 9:55

La libertà sta nel non censurare nessun punto di vista. Quale altro luogo oltre a CDC ti dà questa possibilità?

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  Holodoc
7 Maggio 2021 14:56

Tipo il regime di Hitler, dove nessuno era censurato.

giuseppe sartori
giuseppe sartori
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 10:29

riguardo all’invasione della polonia, vai a leggere i documenti se no non si capisce niente.

danone
danone
7 Maggio 2021 9:51

“Göring e Himmler, a prescindere dalla loro infedeltà alla mia persona, hanno fatto un danno incommensurabile per il paese e a tutta la nazione con segrete trattative col nemico, che hanno condotto a mia insaputa e contro la mia volontà, tentando illegalmente d’impadronirsi del potere nello Stato.”

Non sembra strano a nessuno che i due più grandi traditori di Hitler, citati e infamati nel testamento, che indubbiamente fecero un gran favore agli Alleati, finirono, non graziati e condonati come centinaia di dirigenti nazisti, poi finiti in Russia e negli Stati Uniti, ma uno condannato a Norimberga e suicidatosi col veleno, l’altro morto in circostanze mai ben chiarite, morto anche lui suicida col veleno, durante interrogatori fatti dagli Inglesi, ma stranamente il corpo non fu mai ritrovato? (forse perchè si era avvelenato col piombo e non col cianuro).
Se tutto fosse andato come da narrativa ufficiale, i due sarebbero passati alla storia come i due super pentiti, che aiutarono il bene assoluto a sconfiggere il male assoluto.
E’ evidente la totale propaganda contro la figura di Hitler anche ai più ingenui ormai.

Violetto
Violetto
7 Maggio 2021 9:55

“Il più grande inganno che il diavolo ha fatto all’umanità, è stato fargli credere di non esistere”

Prendendo spunto da questo si può vedere come esista un principale “argomento” intoccabile che è quello dei “giudaismo internazionale.

(Tuttavia personalmente preferisco chiamarla “mafia giudaica”.
Del resto quando si parla di mafia siciliana nessuno la associa al razzismo e così dovrebbe essere anche riguardo alla mafia giudaica.)

Allo stesso modo si può vedere che altri argomenti diventano “intoccabili” esattamente come il principale, cioè vengono associati velocemente e con estrema violenza a cose talmente negative che quasi ci si vergogna di pensarla in un certo modo.

Se ci si rende conto di quanto l’argomento principale sia intoccabile si capisce in che mondo viviamo.

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 15:02

Sono d’accordo con lei. Ma tanto odio per la mafia ebraica, che poi ingiustamente si butta contro gli Ebrei in quanto tali, ha una spiegazione. La mafia siciliana al 99% ha fatto vittime siciliane (e ha agevolato poteri esterni alla Sicilia). Quella ebraica al 99% ha fatto morire o sottomesso non ebrei.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
7 Maggio 2021 8:08

L’isteria congenita dei marxisti e cripto-marxisti, quando vedono cadere le loro false certezze, e’ sintomo della loro subumanita’.

Anche nei commenti non vanno argomentando i maniera obbiettiva, ma buttano tutto sulla questione emotiva e sui millllliiioooonnni di morti, che per loro determina quanto Hitler fosse pazzo. Il testamento invece e lucidissimo e parla proprio a noi e del nostro tempo; sembrano proprio discorsi complottistici tanto cari ai piu’. Se invece di Hitler, avessero detto che il testamento era di Che Guevara, anche i commenti avrebbero avuto tuttaltro tono. Sono semplicemente intellettualmente incoerenti.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 9:19

Condivido, incapaci di ragionare, vittime dell’ ideologia. Adesso pure vaccinati. Da ioti a zombi!

nicolass
nicolass
7 Maggio 2021 10:18

fa specie pensare che i nemici di allora siano gli stessi di adesso ovvero i membri dell’alta finanza apolide giudaico/massonica

GioCo
7 Maggio 2021 8:41

Hermann, Bormann come Eichmann. Quanti “…mann”, ma chi è che usa ribadire nel nome la radice di “uomo“?

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  GioCo
7 Maggio 2021 9:06

Il signor Sapiens…🙂

uparishutrachoal
uparishutrachoal
7 Maggio 2021 10:41

Tralasciando l’origine genetica di chi ha creato le leggi del mondo attuale..che tanto su questo punto Hitler è stato sconfitto..e questa strada oggi non è percorribile..quali sono le soluzioni..?
O almeno..quali soluzioni oggi possono ingaggiare una possibile lotta contro l’andazzo che non siano la terza guerra mondiale..distruttiva per tutti..?
Solo la Cina è oggi al posto della Germania anni 30..
Solo la Cina può competere contro lo strapotere della finanza mafiosa..e lo fa con l’industria e non con le armi come Hitler..
I prossimi anni saranno epocali..perché lo scontro sarà finale..
Hitler poi..pur vincendo la guerra non avrebbe potuto governare il mondo con i suoi valori..che erano pur sempre del passato..
E’ stato sconfitto perché non era il destinato..a raddrizzare il mondo..
Ma chi ..oggi.. può raddrizzare il mondo..?
Il presente bussa alla porta in modo vigoroso..ed è bene che ci chiarifichiamo le idee..se ne abbiamo..e lasciare le illusioni..le false verità che ci hanno condotto a questo punto..

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 16:38

Una nazione come casa, un pò di solidarietà all’ interno come in una famiglia…Il nazional socialismo, a mio modo di vedere, è l’ unica forma di governo che può vincere contro lo strapotere delle multinazionali.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Annibal61
7 Maggio 2021 17:05

Anche una semplice monarchia assoluta..dove il sovrano sia saggio o ben consigliato..e non privilegi nessun gruppo sociale..ma lo armonizzi al bene collettivo..

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 5:52

se trova il tempo dopo che si e’ fatto spompare dal harem

a me di solito viene sonno dopo

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Quasar
8 Maggio 2021 10:05

Se un istituto degenera non possiamo incolpare l’istituto ma chi lo ha fatto degenerare..
La monarchia.. è l’unico modo serio di governare senza ufficializzare il caos come sta accadendo al presente..
Cosa poi si debba intendere per monarca..ci sono varie possibilità..ma la base è che sia un’entità consapevole e cosciente..
Se fallisce il popolo muore o si ribella..o ambedue le cose..che la morte può essere un processo lento..
Alla fine nascerà un altro monarca..che la scelta è tra monarca buono o monarca cattivo..la democrazia è solo una monarchia nascosta per fini incofessabili..

gnorans
gnorans
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 5:50

Dopo millenni di stragi sembra che gli uomini abbiano capito – non proprio bene, ma insomma … – che la guerra non è una buona soluzione.
Il prossimo passo dovrebbe essere quello di porre un limite al potere personale costituito dalla ricchezza. Non saprei quanto ci possa volere.
Passo successivo, impedire l’esercizio del potere da parte di psicopatici e altri disturbati mentali.

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 5:50

la guerra e’ un modo, come un altro, per tenere sotto controllo la popolazione ed e’ cosi’ da millenni quindi non potremo evitarla ne’ si fara’ nulla per evitarla ci ritroveremo in mezzo senza neanche’ sapere il perche’ (cioe’ magari c’e’ anche chi lo sa pero’ anche saperlo non servira’ a nulla se non a disprezzare ancora di piu’ la razza umana)

l’unica variante al giorno d’oggi e’ che anche la guerra dev’essere sostenibile (hanno veramente rotto con la sostenibilita’ nelle pubblicita’…) quindi i carri armati saranno ad energia solare, le bombe saranno ad impatto zero sull’ambiente (non sulle persone solo sull’ambiente), ci saranno i filtri antiparticolato come sui diesel per impedire l’inquinamento dell’aria, la marina utilizzera le navi a vela per non inquinare i mari e le creature marine ed, in particolare, non si potra’ discriminare un nero, un asiatico, un gay, un ebreo o un mussulmano tutti dovranno morire allo stesso modo (aggiungerei orribile ma io sono un esteta quindi…)

l’unica riflessione che rimane da fare e’ che se la prima guerra mondiale ha fallito e ha portato alla seconda si puo’ pensare che la terza sia dovuta al fallimento della seconda guerra?

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 11:11

Hitler e’ stato sconfitto perche’ ha commesso la sciocchezza di andare contro la Russia. Come Napoleone prima di lui. Gli americani dovrebbero prenderne nota.

PietroGE
PietroGE
7 Maggio 2021 8:59

Un paio di note : nella GB c’erano sicuramente ambienti della nobiltà inglese che simpatizzavano per il regime nazista tedesco, altri che facevano notare come un Paese coloniale dove una buona parte della popolazione delle colonie non era bianca non poteva permettersi di allearsi con gente che proclamava la superiorità razziale ariana. La lobby ebraica, da sempre la più influente nella City, era ovviamente per la guerra contro la Germania a tutti i costi e alla fine ha prevalso. Il risultato : prima della WWI la GB era la superpotenza indiscussa sul piano economico, finanziario e militare con un insieme di colonie dove non tramontava mai il sole. Dopo la vittoria in due guerre mondiali è tornata ad essere una potenza regionale. Vittoria è a volte un termine relativo. L’unico documento nel quale si proponeva il sistematico sterminio di un popolo è stato un libercolo intitolato : ‘Germany must perish’ pubblicato nel 1941 dall’ebreo Theodore N. Kaufman e il popolo da distruggere era quello tedesco. Le recensioni entusiaste dei media tipo il NY Times testimoniano quanto per gli ebrei fosse in gioco con l’affermazione dei nazionalsocialisti tedeschi. Prove di una volontà di sterminio degli ebrei da parte nazista non ne… Leggi tutto »

wahrheit
wahrheit
Risposta al commento di  PietroGE
7 Maggio 2021 10:01

il volo di rudolf hess in scozia
fu emblematico a proposito

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  wahrheit
7 Maggio 2021 10:18

Infatti, lui era stato mandato proprio per tentare una trattativa di pace. Per questo ha pagato con il carcere a vita e in isolamento, non poteva scrivere niente e non poteva parlare con nessuno. Evidentemente c’era gente che aveva paura di quello che poteva dire. Alla fine visto che non moriva per conto proprio (aveva 93 anni) gli ‘hanno dato una mano’ e poi hanno detto che si era ‘strozzato da solo’ con il filo elettrico, tanto il popolo marionetta crede a tutto. Il punto più basso e più vergognoso raggiunto dalla storia millenaria della GB.

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  PietroGE
7 Maggio 2021 11:12

E ce ne sono, di punti bassi e vergognosi degli inglesi…. vedi cosa sta succedendo ora…. La “centrale” della Truffa è lì.

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  PietroGE
7 Maggio 2021 15:09

E glielo ha detto personalmente Hesse? Non potrebbe essere una sua fantasia?

giuseppe sartori
giuseppe sartori
7 Maggio 2021 9:08

il concetto più chiaro e ribadito del testamento è che hitler non voleva la guerra, e che essa era fermamente voluta da “questi cospiratori internazionali della moneta e della finanza.”
io sono convinto che sia così.
ma chi ha prestato i propri eserciti ai cospiratori internazionali?
la francia e l’inghilterra e poi gli usa.
quindi alleanza tra cospiratori internazionali e governi occidentali.
ma qual’era il fine? distruggere la germania proiettandola contro l’unione sovietica; nella prima guerra mondiale contro la russia.
e i finanziamenti arrivavano alla germania proprio dagli usa.
e gli usa contemporaneamente erano alleati dell’unione sovietica che volevano distruggere.
il vero panico per gli anglosionisti era la possibilità di una alleanza tra germania ed urss che sarebbero diventati leaders mondiali.
oggi siamo ancora allo stesso punto.
vi fanno litigare tra fascisti e comunisti, tra destre e sinistre ma intanto ve lo ficcano dove non batte il sole.
anda jaleo jaleo…

Cangrande65
Cangrande65
7 Maggio 2021 10:23

Inutile parteciare alla diatriba …
Anche utenti in perfetta buona fede, hanno il cervello condizionato da 75 anni di incessante propaganda.

Senza entrare nel merito della questione, consiglio di procurarsi e leggere i libri del grandissimo Gian Antonio Valli.

Un mostro di bravura nel raccogliere le fonti originali e le sue teorie e conclusioni sono inattaccabili.
Da consigliare specie a chi ha la visione a senso unico, data da decenni di martellante propaganda.

Era un medico di base. Di quelli “veri”. E grandissimo storico nel suo tempo libero. Morto prematuramente in circostanze poco chiare…
Chissà perché…

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  Cangrande65
7 Maggio 2021 13:23

Interessante la figura di Valli, in questo sito ho trovato un riassunto del suo volume “La fine dell’Europa – Il ruolo dell’Ebraismo”, vi sono una marea di notevoli considerazioni
https://evolaguenonebooks.wordpress.com/la-fine-delleuropa-il-ruolo-dellebraismo-di-gianantonio-valli/

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  Hospiton
7 Maggio 2021 15:19

Grazie per il link !
Articolo meraviglioso.

Le menti obnubilate dovrebbero leggerlo.

Amalia Iacoviello
Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 11:10

“In effetti, nel 1933 gli ebrei, subito dopo la presa del potere di Hitler, si erano riuniti in pompa magna a New York e avevano dichiarato guerra al Terzo Reich, prima ancora che Hitler minacciasse gli interessi della comunità ebraica internazionale.”

Sì, ma il mein kampf, l’aveva già scritto!

R66
R66
Risposta al commento di  Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 12:11

In quel libro ci sono le motivazioni del perché gli facevano schifo, si potrebbe obiettare dicendo che tali motivazioni non esistevano, ma non che non facciano schifo.
Erano vere?
Erano false?
Chissà…
Riscontrare oggi sia gli stessi metodi, potenziati dalla tecnologia, sia gli stessi autori, ci potrebbe essere d’aiuto o si tratta di una coincidenza?

Amalia Iacoviello
Amalia Iacoviello
Risposta al commento di  R66
7 Maggio 2021 12:54

Io, dal mio modesto punto di vista, vedo due fazioni di criminali che non hanno nessuno scrupolo a sacrificare la vita di tanta gente ignara. Purtroppo.

R66
R66
Risposta al commento di  Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 12:11

In quel libro ci sono le motivazioni del perché gli facevano schifo, si potrebbe obiettare che non erano fondate quelle motivazioni, ma non che non facciano schifo.
Erano vere?
Inventate?
Chissà…
Riscontrare oggi sia gli stessi metodi, potenziati dalla tecnologia, sia gli stessi autori, ci potrebbe essere d’aiuto o si tratta di una coincidenza?

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 11:18

E Lei lo ha letto ??

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 11:23

Erano gia stati scritti i protocolli degli anziani di sion e nel 1897, nel primo congresso sionista fu decretata di fatto la nascita dello stato di Israele da Heztl.
Ovvio che qualcuno si stava mettendo di mezzo ai loro piani e quindi dichiararono guerra. Solo che Roosvelt aveva stragiurato che non avrebbe mai portato gli Usa in una altra guerra.Per entrare in guerra ci volle Pearl Harbour.

MarioG
MarioG
Risposta al commento di  Amalia Iacoviello
7 Maggio 2021 13:27

… e prima che Hitler avesse scritto il Mein Kampf, il giudaismo aveva venduto la Germania, per comprarsi dal signor Balfour il “focolare ebraico” in Palestina.
Se gli USA non fossero stati tirati nella I Guerra Mondiale, la Germania non avrebbe subito la sconfitta disastrosa e le “piacevolezze” di Weimar.

Giusto per non fermarsi a un palmo dal proprio naso.

Violetto
Violetto
7 Maggio 2021 11:21

Le discussioni vertono sempre su bianco/nero.

Se è esistito ed esiste un problema giudaismo allora il nazismo ha fatto cose buone.

Non si riesce semplicemente a pensare in maniera leggermente più articolata?

Esiste un problema giudaismo che magari non andava affrontato gasando ebrei indiscriminatamente. E’ possibile non prendere posizioni sempre estreme ?

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 11:26

Ah, le gasazione…

Ti cito un frase (mi pare del 2009) dello storico sterminazionista Jan Van Pelt sulla consistenza di tale affermazione: “Del 99% di quello che affermiamo, non abbiamo prova alcuna”.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 11:26

Ah, le gasazione…

Ti cito un frase (mi pare del 2009) dello storico sterminazionista Jan Van Pelt sulla consistenza di tale affermazione: “Del 99% di quello che affermiamo, non abbiamo prova alcuna”.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 11:34

allora non mi spiego.

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  Violetto
7 Maggio 2021 15:05

Lascia perdere. Mi sento all’asilo. Con la lavagna dei buoni e dei cattivi. Questi post e le reazioni di tanti commentatori si spiegano con una psicologia infantile: la lavagna dei buoni e dei cattivi. In questa confusione c’è bisogno di aggrapparsi a qualcosa e si aggrappano a un mostro. Ma vorrei vedere se per loro sarebbe stato poi così bello vivere in un regime nazista.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Tipheus
8 Maggio 2021 3:44

Il “regime nazista” non era niente altro che una riproposizione del Mos maiorum romano, di cui, per altro, Hitler era grande estimatore.

La vostra idea di regime nazzzzzzista e’ solo un condizionamento mentale ed emotivo, propagandato da Hollywood e accademici marxisti. E’ tutto qui’ il vostro argomentare… e si vede dai commenti sempre uguale e pieni emotivita’ non obbiettiva.

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  SettimoSigillo
7 Maggio 2021 17:21

Invece siamo sicuri che il diario di Anna Frank era stato scritto con…una penna biro….

LuxIgnis
LuxIgnis
7 Maggio 2021 13:30

Tutte le ideologie, tutte le religioni, sono feccia. Alcune peggiori (nel senso di pericoloso) delle altre, altre meno, ma sono tutte feccia. Tutte si considerano in qualche modo superiori alle altre o agli altri, tutte hanno la verità in tasca, tutte si propongono di guidare l’umanità verso la gloria, la redenzione, l’illuminazione o altre str*te del genere. E falliscono tutte, miseramente e vigliaccamente dopo però aver lasciato alle loro spalle fiumi di sangue e di disperazione. E sono rette e guidate da psicopatici. Perché solo uno psicopatico può pensare di avere una missione che riguarda sempre gli altri, o l’umanità intera. I salvatori de sta ceppa. Non riguarda se stesso, ognuno di noi ha un compito personale da espletare ed è la cosa più importante da scoprire e compiere. Come dicono i Sufi: puoi fare 1000 cose nella vita ma se non hai fatto l’unica cosa che dovevi fare non hai fatto nulla. Così nel mondo abbiamo avuto gli Hitler, i Mussolini, gli Stalin, i MaoZiDong, i Churchill, i Savonarola, i Lutero, i papi, e così via che l’elenco sarebbe lunghissimo. Psicopatici, solo ed esclusivamente psicopatici. Persone con un delirio di onnipotenza grande quanto un oceano, presuntuosi, si credono invincibili… Leggi tutto »

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Maggio 2021 14:57

Napoleone era alto 1.68..con i tacchi poteva strappare 1.72..come Sarkozi o Putin..
Questo per rimanere sul concreto..
Al riguardo delle ideologie..si può dire che la gente va guidata in qualche modo a vivere con buone leggi..che da sola non ci arriva..almeno nel Kali Yuga..e sono pochi quelli che ne potrebbero fare a meno..
Esiste anche un’ideologia che è specchio mentale alla realtà..ed è quella Tradizionale..che nulla ha a che fare con i costumi..
Dice che gli uomini sono diversi..e suddivisi in caste..non trasmissibili in modo ereditario..e che ogni individuo trova il suo modo di realizzarsi solo nella casta di appartenenza..a cui spettano i compiti stabiliti dalla Natura..
Quando le caste si confondono.. succede quello che abbiamo sotto gli occhi..: la confusione e il più furbo che la sfrutta.
Ciò è doloroso per l’illusione democratica ma la realtà ..se amara all’inizio è dolce alla fine..perché se governassero quelli capaci di farlo..se producessero quelli che amano produrre e se i religiosi ascoltassero le leggi cosmiche e non BigPharma..le cose andrebbero meglio..anche per chi non volesse partecipare e avrebbe il diritto di isolarsi tutta tranquillità senza la paura di venir raggiunto da qualche decreto balordo..

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 3:39

Su Napoleone:
https://cultura.biografieonline.it/napoleone-altezza/
Era alto per l’epoca dove la media era 1,64 cm.
Tra l’altro la sua misura fu presa alla morte, e questo vuol dire che probabilmente era 1-2 cm. di più.
Per rimanere sul concreto.

Il tuo è il classico discorso da pecora belante a cui serve il cane pastore.
Le leggi non hanno nulla a che fare con l’ideologia. Le leggi servono (poche ma buone) le ideologie no.
A me i cani pastore non mi servono.
Unicuique suum

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  LuxIgnis
8 Maggio 2021 9:49

Visto che non comprendi quello che ho detto ..mi sa che l’ideologia ti oscuri la mente..
Solo in un caso si può fare a meno dell’ideologia..ed è quando viene sostituita dall’Illuminazione in senso metafisico ed iniziatico..quando..cioé..diventiamo legge a noi stessi..
In tutti gli altri casi l’ideologia serve a tracciare un percorso mentale di ricerca..che varia a seconda degli intenti che abbiamo..
Chi vuole salire una montagna non si affida al caso o al momento..ma studia i passi da compiere in relazione alle difficoltà che troverà..
L’ideologia ci consente di comprendere i fatti della realtà se è ben impostata..o ci oscura la stessa se è falsa..
L’importante è che l’ideologia non sia frutto della mente.. ma che la usi per incorniciare il reale..per renderlo più percepibile..
L’ideologia che stai assumendo ..se può essere utile per te stesso..non ti rende chiaro l’accadere sociale e le forze in campo..che poi è comprendere come ragionano gli altri ..che non ragionano come te..
Diciamo che è la fase iniziale di un percorso interiore dove importante è distruggere e meno il costruire..utile in certi momenti..ma poi va superata..altrimenti il mondo sarà incomprensibile..e anche chi ti sta parlando..

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 10:12

Sei tu che non comprendi. L’ideologia è sempre e solo frutto della mente e dell’ego (spesso sono stessa cosa). L’ideologia è fuffa e non ha nulla a che vedere con la legge. Poi puoi anche non essere d’accordo ma questo è un altro paio di maniche. A meno che tu non intenda qualcos’altro e continui a chiamarla ideologia.
Mi dispiace ma del tuo tipo di spiritualità che conosco benissimo, non so che farmene. Non porta da nessuna parte e spesso intrappola le persone.
E non esiste nessuna illuminazione, altra trappola.
Più chiaro di così.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  LuxIgnis
8 Maggio 2021 11:04

Si..è chiarissimo..

fuffolo
fuffolo
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Maggio 2021 3:41

L’ordine naturale delle cose, per rovinarlo se ne elimina qualche “suddivisione”. I vaccini possono andare bene

Nightwhisperer
Nightwhisperer
7 Maggio 2021 13:48

Finalmente un po’ d’aria fresca! Il martellamento Covid in tutte le salse e in tutti i contorni era troppo già da 9-10 mesi!

Certamente la storia di Hitler non mi convince oramai da un pezzo. È lodevole che sia stato riportato un documento, un po’meno i commenti che continuano a proiettare interpretazioni.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Nightwhisperer
8 Maggio 2021 6:30

Stupidi goym (cit.)

JeanAsterix
JeanAsterix
7 Maggio 2021 14:32

E’ vero o non è vero che Hitler non fece del male ai tedeschi di religione ebraica che erano stati decorati con la croce di ferro nella prima guerra mondiale? Scusate ma volevo introdurre nella discussione questo elemento di riflessione…

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  JeanAsterix
7 Maggio 2021 15:07

Mentre se Mengele giocava con i bambini non ha importanza vero? Ah, vero, è tutta na storia inventata.

JeanAsterix
JeanAsterix
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 15:37

Ti rispondo solo una volta… Vedi io ho fatto una domanda non ho negato niente di quello che fecero dei criminali e quello che fanno ancor oggi altri criminali nel mondo ai bambini. Quello che ho chiesto in sostanza è perchè Hitler non internò nei campi di morte anche questi ebrei, se li odiava tutti? le risposte possono essere varie e vorrei che altri ospiti di questo sito mi dessero risposte sul quale approfondire i miei perchè. O hai la coda?

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  JeanAsterix
8 Maggio 2021 2:01

Sopra ho riferito all’ esistenza di una Legione SS formata da ebrei ( https://it.wikipedia.org/wiki/I_soldati_ebrei_di_Hitler: e’ un libro di cui non si parla nella psicopolizia di regime che abbiamo qui in Europa ). In realta’, la cosa non detta, era che Hitler ed il rabbino capo della Germania di allora ebbero degli abboccamenti. Dopo l’ ostilita’ dei giudei non ebbe piu’ limiti. All’ inizio, Hitler voleva un accordo, sapendo dei poteri che detenevano, ma costoro rifiutarono. In realta’ le sue mosse non erano esplicitamente contrarie ad un accomodamento, in Palestina o altrove, almeno inizialmente, ne’ lo erano verso UK. Circa poi l’ olocausto, la versione attuale e’ falsa. Vi furono episodi apertamente sterminazionisti ma il piano generale non vi fu e del resto non e’ mai stato trovato nulla di scritto che lo indicasse. Tieni conto che almeno nei lager maggiori, la Croce Rossa internazionale vi svolse continue ispezioni e non trovo’ mai nulla che potesse poi dar ragione ai posteriori cultori della shoa’. Nulla. E’ tutto da riscrivere, tenendo conto del ruolo di Himmler sia durante che dopo la guerra…cosa fu a lui promesso se avesse aderito alla ideologia sterminazionista dei vincitori ? ( i cui capi, sia detto en… Leggi tutto »

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Tipheus
8 Maggio 2021 3:53

Ecco il solito commento in preda all’isteria emotiva. E’ il classico sintomo della manipolazione mentale.

Mengele e’ un personaggio in pieno stile horror, che come raccontato non ha niente di storico. Il solito giochetto degli archetipi, utilizzato per plagiare le menti stupide dei goym (con successo). Infatti i commenti inorriditi non vertono sulla obiettiva analisi del testo testamentario, ma sul lato emotivo, dei bambini, delle gasazione e milllllioni di morti… Tutto calcolato.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  JeanAsterix
8 Maggio 2021 3:48

Perche’ esisteva una certa volonta’ di arianizzazione, come la era romanizzazione.

Er
Risposta al commento di  JeanAsterix
8 Maggio 2021 10:50

Leggevo l’ultimo libro di Dezzani. Lo sapevate che a finanziare il nascente fascismo furono anche banchieri ebrei di Milano? … e che Muscolini prendeva 300 sterline d’oro alla settimana dai servizi inglesi prima della prima guerra mondiale per pompare l’interventismo? …

antonio
antonio
7 Maggio 2021 15:09

delirante!
e purtroppo il delirio sembra si stia estendendo a macchi d’olio!
non solo finti vaccini anche stupidaggini del genere tocca sopportare

Tipheus
Tipheus
Risposta al commento di  antonio
7 Maggio 2021 15:12

Già, un delirio dalla prima all’ultima parola. Lo specchio del mainstream, ma come i vecchi negativi delle foto. Che delusione. Pensavo che chi frequentava questo sito avesse un po’ di prurito per quella sacra parola che chiamo “LIBERTÀ”, quella libertà che oggi è in pericolo come mai prima. E invece scopro che vogliono solo scegliere il tipo di schiavitù.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Tipheus
7 Maggio 2021 16:07

Finché non c’è la libertà di parlare o diventare nazisti è chiaro che Hitler eserciterà un certo fascino come colui che ha osato..

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  uparishutrachoal
7 Maggio 2021 16:21

E’per questo che a Predappio, Italia, si radunano in molti ancora dopo anni.Nessuno dopo lui ha osato e si capisce che non sanno nemmeno cosa voglia dire osare dopo l’ammaestramento subito.
D’altra parte se non li ammaestravano a non essere italiani non riuscivano a fare una invasione di mezza africa.

ITALIA ENSEÑA
ITALIA ENSEÑA
8 Maggio 2021 0:45

Ho sempre pensato: se 300 ebrei comandano, sono loro troppo intelligenti o noi troppo stupidi? Oppure e’ una cavolata sta storia dei 300 ebrei?

Er
Risposta al commento di  ITALIA ENSEÑA
8 Maggio 2021 10:47

Non lo so.. pero’ leggiti il mio commento qui in fondo.

AlbertoConti
AlbertoConti
8 Maggio 2021 4:44

“La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa.” Di farse recentemente ne vediamo tante. Quel che succederà nella “terza volta” dipende solo da noi, e non è tanto la memoria ad aiutarci, essendo sempre viziata dal punto di vista, dall’inganno, dalla inevitabile perdita nel mare magnum dei ricordi che si accumulano oltre ogni capacità di discernimento critico. Di “giorni della memoria” ce ne dovrebbero essere molti di più di 365, relativi a tutte le epoche e a tutti i popoli che le hanno vissute. Invece ce ne sorbiamo solo uno, chiaramente come farsa. I fatti sono fatti, ma per comprenderli dobbiamo interpretarli. Quel che resta alla fin fine è una “morale”, che può insegnarci una sola cosa, che i fatti di domani possono e devono essere migliori di quelli di ieri. Ad es. il fatto di oggi è che vogliono mettere pesantemente le mani sui bambini, su tutti i bambini, con terapie geniche sperimentali del tutto inutili per loro stessi. La debolissima motivazione è che i bambini sani possono diventare pericolosi per la salute degli adulti. E’ certamente una bestialità, un pretesto vacuo per secondi fini inconfessabili, a fronte di un azzardo… Leggi tutto »

Giampaolo Alcamisi
Giampaolo Alcamisi
8 Maggio 2021 6:03

L’articolo mi sembra orientato sul tentativo di dimostrare che chiunque, anche Adolf Hitler, avesse sospettato una regia mondiale occulta nelle mani degli spietati ebrei e dell’ebraismo internazionale complottista, che operava per i propri interessi e contro quelli dei popoli occidentalizzati, avesse di fatto ragione, a prescindere dai metodi che ciascuna nazione avesse utilizzato per difendersi da questa presunta e presumibile minaccia alla propria “integrità morale” e alla propria “sovranità economica”. Non credo che lo scritto apporti frammenti di verità storica, se non si affiancano sulla medesima linea di tiro anche le mire geopolitiche antisemite, almeno altrettanto pervasive nei confronti dei poteri forti dell’epoca. In fondo gli strascichi di quella realtà proiettano le loro ombre sull’attuale tentativo di “reset globale”, di chiaro stampo antisemita.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  Giampaolo Alcamisi
8 Maggio 2021 6:28

Quindi il Forum di Davos sarebbe antisemita (tralasciando cosa siano effettivamente i semiti)…. Interessante.

Er
Risposta al commento di  SettimoSigillo
8 Maggio 2021 10:44

E buonanotte.

cachafaz
cachafaz
Risposta al commento di  Giampaolo Alcamisi
8 Maggio 2021 8:32

Potrebbe precisare che intende e comprende per antisemita? Chi controlla il grande reset. Le forze in campo secondo lei…

Er
8 Maggio 2021 9:44

Eeeh, piu’ studi di economia e finanza e piu’ dubbi ti vengono, anche a chi come me e’ stato “dessinistra” per i primi 30+ anni della sua vita. Esempio, andando a ritroso nel tempo: Ministro del Tesoro di Biden-Harris (2021-in carica) > Janet Yellen (ebrea), ex superboss della Fed. Ministro del Tesoro di Trump (2017-2021) > Steven Mnuchin (ebreo), “ex” superboss di Goldman (ebreo) & Sachs (ebreo) Ministro del Tesoro di Obama (2013-2017) > Jack Lew (ebreo), avvocato, nessun eclatante legame col mondo bancario pero’, che io sappia.. Ministro del Tesoro di Obama (2009-2013) > Timoty “wonderboy” Geithner, NON ebreo ma cresciuto all’ombra di Henry Kissinger (ebreo), ex Fed (vedere leggende sulla sua nascita) e vice di Robert Rubin (ebreo) e Larry Summers (ebreo) come Sottosegretario al Tesoro per gli Affari Esteri, poi membro del Council of Foreign Relations e dell’IMF (Fondo Monetario Internazionale). Artefice dei salvataggi a suon di migliaia di miliardi delle banche USA (e non solo) dopo il crash del 2008-2009, mutui suprime).. da qui l’idea che alcuni hanno che Obama sia stato soprattutto il toy-boy della grande finanza. Si vocifera che far fallire Lehman Brothers (anche lei una banca fondata da ebrei) fosse un desiderata di… Leggi tutto »</