Home / Attualità / Il 4 marzo: elezioni per il governo di alto tradimento

Il 4 marzo: elezioni per il governo di alto tradimento

DI GIANFRANCO LA GRASSA

facebook.com

Sul “Giornale” (quello on line), ci sono in questo momento ben 5 articoli contro i “grillini”. E’ una vera ossessione di F.I. che, se non prende abbastanza voti, non può proporsi come garanzia della possibilità di costituire un governo assieme al Pd (pur esso molto traballante come voti). E non è finita qui. Subito dopo c’è un articolo sull’intervista (penosa) al “nano”, in cui egli si è definito “il mago Silvio”. Cito un passo dell’articolo in cui si riporta una sua precisa dichiarazione (tra virgolette e sul suo giornale): Il nome del candidato premier di Forza Italia? «Penso che lo si sia abbastanza capito negli ambienti giornalistici, però mi sono impegnato a fare il nome solo quando ne avrò autorizzazione diretta e personale da lui, comunque prima delle elezioni. Sarà un uomo. Garantisco che sarà il candidato ideale, che avrà splendidi rapporti con tutti i Paesi europei e con il Partito popolare europeo».

Avete capito? Questo è il pestilenziale garante dell’asservimento dell’Italia ai servi degli Usa, i dirigenti di quella UE voluta, fin dalla fine della seconda guerra mondiale, dalla potenza predominante che pagò quei venduti; come ormai si sa (ma non se ne fa mai una bella propaganda) dai documenti ritrovati ancora nel 2000 da Joshua Paul della Georgetown University: http://www.google.it/url…

Chi voterà F.I. è un nostro nemico, anche peggiore di Renzi e del Pd perché questi almeno non fingono come i forzaitalioti e il loro capo, il peggiore di tutti gli uomini politici di ogni tempo in Italia (che ne ha avuti di traditori e nemici del paese). Chi sta con questo “ultrabadoglio” è poi inutile che venga a fare del patriottismo e sostenga l’orgoglio d’essere italiani. Chi sta in quella coalizione è infido e subdolo, un bugiardo fra i più vergognosi e pericolosi. Non andate a votare. O se proprio volete farlo, allora non restano che i “5 stelle”.

Proprio per il fatto d’essere pasticcioni, possono ostacolare la trama ormai non più oscura del “Gano di Maganza” (pardon: d’Arcore). Anche se queste elezioni non si giocano tra partiti (come nella prima Repubblica). Qui avremo almeno i tre quarti degli eletti pronti a passare di campo e a vendersi pur di non rischiare nuove elezioni, che farebbero subito perdere loro il lauto stipendio e, per i nuovi arrivati, il diritto ad un’ottima pensione per la quale deve passare un tot di tempo.

Nella passata legislatura, dei 1000 parlamentari (400 senatori e 600 deputati) ben 560 sono passati di campo. Adesso avremo almeno 8-900 quaquaraqua pronti al “salto della quaglia”. Non lo faranno tutti, solo quelli di cui i venduti alla UE e agli Usa hanno bisogno per fare un governo di aperto tradimento. Ma pensate come tutti vorranno essere quelli utili a tal uopo.

Sarà una corsa a chi fa prima. E qui, non vi è dubbio, vi saranno assai probabilmente un bel po’ di “grillini”, se saranno tanti e vi sarà quindi bisogno di loro. Tuttavia, penso che sia più probabile la svendita di chi già oggi si è messo nelle due coalizioni di gran lunga peggiori e al di là di ogni immaginazione. Sappiate quello che farete il 4 marzo!

Gianfranco La Grassa

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/gianfranco.lagrassa/posts/10211479107283405

16.02.2018

Pubblicato da Davide

99 Commenti

  1. Votare 5S, centrodx o PD é assolutamente lo stesso. Non andare a votare é una idiozia perchè significa dare lo stesso il voto alla triplice partitica. Ci sono movimenti, sia alla estrema destra che estrema sinistra, che non potranno governare ma almeno non ci raccontano balle e non tradiscono i votanti.

    • Non andare a votare significa semplicemente avere rispetto per se stessi, sempre che la dignità per te significhi ancora qualche cosa. Dal mio punto di vista è un’idiozia assoluta il perdere tempo a mettere crocette che sai benissimo non fare nessuna differenza sostanziale, che mantengono la situazione esattamente nello stato in cui è, che servono soltanto a legittimare il sistema che vorresti demolire. Il tutto soltanto perché sei troppo pigro per rinunciare ad un modo di pensare ormai decrepito e per ricominciare a usare la zucca, al posto delle matite copiative.

      • cenzino fregnaccia pettinicchi

        Ottima osservazione, ma, per quel che conta, torno a votare dopo 25 anni.

      • La conseguenza del non voto è l’attivismo. A me spiace ma non ho competenze e risorse per iniziare a sovvertire il sistema da zero, quindi voterò chi mi garantisce ciò che voglio. Non votare e non fare nulla è solo ipocrisia.

    • N.B.: i movimenti “che non tradiscono i votanti” li vedrai, nella loro stragrande maggioranza, passare dalla parte del governo quando quest’ultimo rischierà di cadere e di dover prepararsi ad una nuova tornata elettorale. Si tratta di movimenti i cui componenti provengono da ceti medio-bassi, i quali non saranno certo disposti a rinunciare al lauto stipendio e al prestigio della posizione parlamentare semplicemente per tutelare i princìpi morali astratti dei loro rincoglioniti elettori. Al momento opportuno – come giustamente prevede La Grassa – li vedrai passare a frotte dalla parte del PD/Forza Italia pur di tenere in vita la legislatura.

    • Sorprendente per non dire patologico! Quindi lei confonde la cioccolata (M5S) con la cacca (pd, fi, fdi ecc.ecc.)!!!

      • Definire “cioccolata” il M5S sembra esagerato anche a me. Diciamo che per il momento – ma solo per il momento – sono un po’ meno schifosi degli altri; in compenso sono inutili, cialtroni, incompetenti, completamente digiuni di politica, pieni della spocchia che viene dall’ignoranza più greve. In una parola: sono i candidati perfetti a diventare pezza d’appoggio del PD/Forza Italia quando quest’ultimo si troverà con una maggioranza traballante. Allora si vedrà un bel tradizionale “salto della quaglia”; in nome della “responsabilità istituzionale”, naturalmente.

        • Errore!!! Sono enormemente meno schifosi degli altri e scusi se è poco! Ovviamente siccome altri hanno virtù divinatorie ed in grado di predire il futuro prossimo venturo in maniera più puntuale ed esaustiva spariamo alzo zero sul M5S! Potrebbe accadere che diverranno predoni, stragisti, ladroni, devastatori del paese ecc.ecc.ecc. Ergo teniamoci da conto i delinquenti attuali che infestano le istituzioni, le ns vite ed il paese! Perbacco un bel processo alle intenzioni è quanto ci mancava!!!

          • Non si tratta di predire il futuro, si tratta di guardarli. Sono quasi tutti morti di fame, provenienti dai ceti sociali più bassi della popolazione. O sono degli eroi, pronti al sacrificio personale in nome della sacralità della linea di partito, oppure al momento opportuno decideranno di stare dalla parte di chi garantisce loro la continuità della cadrega e dello stipendio parlamentare. La realtà funziona così da secoli. Se lei vuole tenersi lontano dalla realtà e credere nelle favole sono poi affari suoi.

          • Ma vedo, con rammarico, che anche lei si pasce di idola malsani! Morti di fame!!! Ceti bassi!!!! Ma cosa dice????? Lei bestemmia in maniera vergognosa!!!

          • Siamo davvero nel Kali Yuga: la realtà delle cose è ormai equiparata a un idolo malsano, mentre la fantasia più sfrenata diventa realtà tangibile e abitabile.

          • Spiacente! Lei ha lanciato la palla in calcio d’angolo per scarsezza nella giustificazione! Troppo tardi e mi meraviglio come il moderatore consenta di definire gli esponenti del M5S come morti di fame e rappresentanti dei ceti bassi! Veramente indecoroso! Me ne ricorderò e provvederò in merito!!

          • Poillucci, che le devo dire? Voti pure per i suoi beniamini. Ci risentiamo qui tra qualche mesetto, per le risate consuete.

          • Non mi sembra che in questa legislatura il m5s sia stato una pezza d’appoggio di chiccessia. Hanno fatto opposizione, punto.

          • l’ M5S non sono quelli di 5 anni fà. Hanno abbracciato l’ euro e candidato qualche uomo del PD calato dalla massoneria…e me ne dispiace tantissimo perchè sono giovani e la gran parte onesti ma si sono mischiati con la merda!

        • uomoselvatico70 uomoselvatico7

          La tragedia dell’Italia ( ma anche di parecchi altri paesi..) è che manca completamente la formazione,
          istruzione e l’educazione, della classe dirigente e amministrativa un po’ a tutti i livelli.
          C’è una tristissima armata Brancaleone a Digiuno di qualsiasi concetto sia di economia che di diplomazia o di geopolitica, e priva di una qualsivoglia “visione di insieme” nell’ottica del miglioramento del proprio paese seppur in un contesto globale.
          Il pensiero da “uomo di stato” cioè quel tipo di pensiero che ti porta a fare l’interesse esclusivo del tuo paese, anche a discapito dell’arricchimento personale……. E che è indispensabile per una classe dirigente degna di questo nome, ti viene solo se uno è stato educato in tal senso facendo le scuole giuste, gli studi giusti e frequentando le persone giuste.
          Questo in Italia manca completamente e ci ritroviamo spesso e volentieri con veri e propri ladri o deficienti quando non entrambe le cose al comando, votati da imbecilli più imbecilli di loro e circondati da ruffiani, prostitute e mafiosi.
          Servirebbero delle scuole apposite per formare le future classi dirigenti pubbliche, e non solo non le abbiamo
          ma non si vuole neppure crearle.

      • Profetico ? anche la migliore cioccolata finisce nella cacca.

  2. Cribbio, complimenti a La Grassa!

  3. uomoselvatico70 uomoselvatico7

    io voterò’ CasaPound perché purtroppo ad oggi non c’è in giro un estrema destra ancora più estrema di loro.
    Ma se un domani si candidasse Hitler in persona, allora voterei lui senza problemi.

    • Con tutto il rispetto per CasaPound, un voto dato a loro non è un voto politico – vista la loro assoluta irrilevanza nella competizione elettorale – bensì un voto dato a te stesso e alle tue idee. Idee, intendiamoci, che potrei in parte anche condividere. Ma che non hanno neppure la minima chance di acquisire un peso politico. Almeno non tramite lo strumento del voto: Hitler, se non ricordo male, era giunto al potere con altri mezzi, prima di lasciar formalizzare dagli elettori la sua posizione.

      • Scusami tanto, vedo che hai molto da dire, ma, forse è colpa mia, continuo a non capire quello che dici, a parte dare quasi del povero deficiente a chi va a votare. Parli di forza militare, di tabula rasa, di metodi risolutivi hitleriani, ma chi dovrebbe metterli in pratica, una nuova elite? oppure il popolo, magari coordinato da gente con capacità maggiori della media? Perché se si tratta di affidarsi ciecamente ad elite illuminate ce lo possiamo scordare, perché non esistono per ora (magari in futuro con il passaggio a dimensioni più spirituali chissà…), al massimo quello che adesso si può fare è sfruttare le lotte di potere tra elite di vario corso, ma tenendo presente sempre che le elite sono nemiche del popolo.

        • E’ vero che non esistono per ora, perché non esistono le condizioni internazionali perché possano esistere. Il potere centrale (statunitense) deve indebolirsi a sufficienza da permettere a nuovi gruppi organizzati di emergere e imporsi. Non siamo ancora vicini a questa condizione, ma neppure lontanissimi, ormai.

          • ora comincio a capire, sei per i gruppi organizzati, per il paradigma di genere massonico, del tipo non siamo tutti uguali, solo una minoranza eletta e di intelligenza superiore è in grado di governare le masse, il popolo tuttosommato è solo una scocciatura. Il che chiude senz’altro il cerchio con l’invito esplicito all’astensione. Tranquillo, non ti romperò più le scatole, siamo troppo distanti.

          • Non capisco cosa significhi “paradigma di genere massonico”. I libri di storia sono stati scritti tutti dai massoni? Ti basta aprirne uno su una pagina a caso per vedere che sono i gruppi acculturati, benestanti, organizzati e di ceto elevato, non le masse disorganizzate, il motore della storia. Ripeto: è la realtà. Se la realtà non ti piace e preferisci le fantasie astratte sono affari tuoi, ma lascia stare i “paradigmi massonici”, che c’entrano come i cavoli a merenda.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            e allora inizia a pensare da adulto responsabile e fai delle scelte vere

          • Già fatte, da un pezzo. Tu?

          • “Posso scrivere liberamente quello che penso”. O è la battuta del secolo oppure, quando torni da Giove, devi spiegarmi cosa s’indossa lassù in questa stagione.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            Se quello che scrivi non lo pensi e’ un tuo problema.
            A proposito qui su Giove siamo in maglietta e pantaloncini.

          • Il mio problema è che ho a che fare continuamente con tipi che, a giudicare da quello che pensano e scrivono, vivono in un mondo tutto loro. Un mondo di fantasia sfrenata, in cui in Italia siamo liberi di scrivere ciò che vogliamo, in cui votando per partitucoli di morti di fame si salva la nazione, in cui il voto non serve a renderci impotenti ma nientepopodimeno e addirittura a cambiare i destini della creazione. Un tempo credevo che questa gente fosse nata cretina, ma in realtà è molto peggio di così: ci è stata resa e non c’è più verso di farla tornare coi piedi per terra.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            EMIGRA

          • Faccio prima a evitare i mentecatti come te. Saludos, Gutierrez.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            ecco SPARISCI

          • Sparisci tu, mentecatto.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            DA DOVE DA GIOVE?

          • Fai così: resta su Giove e non parlare di politica italiana, visto che si vede lontano un miglio che non è il tuo argomento. Torna al tuo cabaret e facce ride.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            “La fantasia distruggera’ il potere ed una risata vi seppellira”

            Mikhail Bakunin (1814-1876)

          • Se sei bravo a scrivere le cose giuste ti vengono a prendere all’istante.

          • Paco Gutierrez Cabarettista

            Anche su CDC ?

          • A te il potere statunitense fa molto comodo visto che, come europeo hai potuto continuare a gozzovigliare a spese del resto del mondo proprio per mezzo del potere militare americano posto a difesa del loro privilegio valutario e della possibilità di ottenere richezza dagli altri stati in cambio di pezzi di carta colorata e con la distruzione di intere nazioni (iraq libia siria yemen e ucraina) quando ciò si rende necessario per eliminare eventuali minacce a questo potere. Gli europei, servi fedeli, raccolgono le bricciole che gli elargisce il padrone per la loro fedeltà. Ma la gozzoviglia di gente come te sta per finire. Se pensi che gli europei potranno continuare a stare al calduccio spargendo con gli americani disperazione, miseria e morte presso intere popolazioni ti sbagli di grosso. La miseria, la disperazione (e probabilmente anche la guerra) stanno per arrivare anche in europa e in italia in particolare…e anche tu avrai la tua parte….ipocrita

          • Certo, è tutta colpa mia se gli americani hanno bombardato Iraq, Siria, Yemen, Ucraina, ecc. ecc.. Anche per Hiroshima e Nagasaki confesso di avere qualche responsabilità (non ero ancora nato, ma la mia antipatia per i giapponesi era già viva). Ansan, ne ho vista di gente scimunita dall’ideologia astratta, soprattutto su questo sito; tu però li batti tutti, veramente.

          • Nota bene che se davvero “la miseria, la disperazione (e probabilmente la guerra” arrivassero in Europa, come dici tu, non ti dico che per me sarebbe una festa, perché non sarebbe vero, ma di certo sarei in grado di vedere di queste tue fantomatiche apocalissi i molti lati positivi (fare un po’ di pulizia, riabituare le frotte di debosciati che mi vedo intorno alla vita vera, ripristinare un sistema di valori morali decente, ecc. ecc.). Quindi hai poco da lanciare anatemi e vaticini: so benissimo che i guai, per i popoli ridotti a ciurmaglie di imbelli, prima o poi arrivano, come qualsiasi libro di storia insegna. E spero tanto che arrivino prima che io stiri le zampe, per potermeli godere un po’.

          • Veramente non lo dico solo io ma parecchi commentatori. Giusto per fare un esempio recente il post di Dezzani:
            http://federicodezzani.altervista.org/lunedi-nero-le-banche-centrali-preparano-crollo/
            Comunque le apocalissi che mi attribuisci sono proprio quelle che si stanno consumando per mantenere il livello di vita iperconsumistico degli europei e degli americani. Gli europei e gli americani si stanno rendendo conto che la festa è per loro oramai finita, sanno benissimo che se paesi come la Cina (giusto per fare un esempio) raggiungessero lo stesso livello di consumi che hanno gli europei e gli americani non basterebbe, solo a livello energetico, l’intera produzione di petrolio del golfo persico per sostenerlo. Hai mai visto i grafici del cosiddetto Export Land Model e cioè l’evoluzione nel tempo del petrolio disponibile all’esportazione al netto di quello utilizzato per i consumi interni dai paesi produttori? Non lo sai che i paesi produttori si stanno pappando il petrolio destinato all’esportazione man mano che aumenta la loro popolazione e il loro tenore di vita? Non lo sai che l’unica maniera che gli occidentali hanno per mantenere il petrolio dei paesi produttori a loro disposizione per alimentare i loro eccessi consumistici è propio quello di distruggere i paesi produttori e riportarli a livelli di vita medievali come hanno fatto in iraq e in libia?
            Ma perche non ti leggi, giusto per fare un esempio, qualche libro di Alain de Benoist (che so “Sull’orlo del baratro”) che così forse riesci a farti un’idea più articolata e meno sempliciotta di quello che sta succedendo nel mondo e delle dinamiche profonde che governano gli eventi geopolitici?

          • Certo, è tutta colpa mia se gli americani hanno bombardato Iraq, Siria, Yemen, Libia, ecc. ecc.. Anche per Hiroshima e Nagasaki confesso di avere qualche responsabilità (non ero ancora nato, ma la mia antipatia per i giapponesi era già viva). Ansan, ne ho vista di gente scimunita dall’ideologia astratta, soprattutto su questo sito; tu però li batti tutti, veramente.

          • @gianlucafreda:disqus te l’ho già dovuto cancellare questo commento. Non puoi insultare chicchessia, leggiti le regole e le FAQ prima del prossimo commento.
            Al prossimo insulto sei fuori.
            Grazie.

      • uomoselvatico70 uomoselvatico7

        So che contano poco, ma se mi astengo dal voto faccio il gioco delle lobby politico-mafiose attuali, perché i politici, i loro familiari, le loro fameliche clientele e le varie mafie, a votare ci vanno lo stesso.
        Voto CasaPuond perché mi sembrano l’unica forza politica rimasta realmente sovranista, nazionalista, contro il sistema e lo schifo attuale.

        • Se vuoi sostenere CasaPound esistono sistemi più efficaci delle crocette su una scheda. Sistemi di cui non posso parlare, essendoci in Italia la famosa “libertà di scrivere ciò che si pensa” di cui parlava più sopra l’amico Cabarettista. Però credo che ci siamo capiti.

      • “Hitler, se non ricordo male, era giunto al potere con altri mezzi, prima di lasciar formalizzare dagli elettori la sua posizione”

        Il partito nazionalsocialista, NSDAP, capeggiato da Hitler, entrò in Parlamento (Reichstag) in seguito a regolari elezioni:

        – alle elezioni del luglio 1932 il partito raggiunse il 37,3% dei voti
        – alle elezioni del novembre 1932 il partito raggiunse il 33,1% dei voti.

        La storia del partito nazionalsocialista smentisce la sua posizione, secondo la quale andare a votare non conta niente.

        La avverto che la sua propaganda per l’astensionismo è controproducente: lei mi ha fatto venir voglia di andare a votare.

        • Non me ne può fregare di meno se lei vota o no, gentile Pfefferminz. Dal mio punto di vista votare o non votare è del tutto indifferente, come ho già spiegato più volte, quindi se ha voglia di sprecare 10 minuti del suo tempo, io non glielo impedisco di certo, ci mancherebbe altro. Sarò sempre qui a sghignazzare quando la cerimonia sarà terminata e tutto, con suo grande disappunto, sarà identico a prima. Quanto al NSDAP, dovrebbe ben sapere che i suoi risultati elettorali furono il coronamento di “campagne” condotte nel mondo reale con metodi ben più decisi e… ahem… pragmatici del semplice disegnare una crocetta da analfabeti su una scheda. Per capirci, la fondazione delle SA è del 1921, il (tentato) Putsch di Monaco è del 1923, e così via.

          • ” Sarò sempre qui a sghignazzare quando la cerimonia sarà terminata e tutto, con suo grande disappunto, sarà identico a prima”

            bene io ti sfido e tu intanto vai a votare i 5S e poi ci ritroviamo qui e vediamo chi sghignazza di piu e sono pronto a inchinarmi!
            anche tu da come ti esprimmi sei uno di loro il sistema ti va bene ma fai finta di combatterlo…..

          • No, grazie. Di partiti che, se votati, dovevano magicamente trasformare il mondo a 53 anni ne ho visti un bel po’, ormai. Basterebbe capire che il governo vero, quello che prende le decisioni importanti, non è qui in Italia, ma altrove. Non c’è nessuna materia di rilievo su cui l’Italia abbia mantenuto uno straccio di sovranità. Quelli per cui tu voti, chiunque essi siano, sono sguatteri del potere vero e nient’altro. Se anche ottenessero l’80% delle preferenze, non avrebbero la minima possibilità di cambiare le cose, potrebbero solo adeguarsi alle direttive dei padroni o togliere il disturbo. Probabilmente li voti perché hai bisogno di definire la tua identità, o perché ti piace tifare per una squadra, oppure vattelapesca, ma le loro possibilità di produrre una metamorfosi politica anche di minima entità sono pari a meno di zero. Nessuno usa più gli occhi per VEDERE (perché ormai non si tratta nemmeno di capire, ma solo di VEDERE) che il mondo è cambiato da molto tempo e profondamente; e che gli strumenti di partecipazione sociale che potevano avere una (limitatissima) utilità 50 anni or sono, oggi sono del tutto inservibili di fronte alla nuova configurazione del potere internazionale. Si continua, come cani di Pavlov rintronati, a ripetere gli stessi gesti, a compiere gli stessi riti, ormai privi di qualunque significato: il voto, lo sciopero a Roma, il TG della sera. Mamma mia come siamo vecchi! I più penosi sono i giovani, che sono i più vecchi di tutti.

          • be allora (come ho gia detto a 1 piu su) non ci resta che spararci o facciamo come sempre……frega chi frega,o forse tu hai una terza soluzione??

          • “Sei uno di loro il sistema ti va bene ma fai finta di combatterlo”.
            Ma per carità, non faccio neanche finta. Se il nuovo che avanza siete tu e i 5Stelle, allora il “sistema” (qualunque cosa voglia dire questa parola) mi va benissimo. Meglio i farabutti che già conosco che quelli di nuovo conio.

      • Hitler arrivò al potere tramite regolari elezioni. Poi perse la guerra e fu chiamato pazzo dittatore assassino.

    • Anche Casapound fa parte del gioco di raccoglitore e sterilizzatore del voto di protesta, tanto quanto il M5s. Purtroppo devo constatare che votare è inutile. Viviamo da sempre sotto dittatura, dolce e strisciante ma sempre dittatura.

      • anche tu contro i 5S?!
        ma allora non vi resta che spararvi…….no cosa dici???
        ce l’hai una soluzione?
        si scometto che ce l’hai solo che sei timido riguardoso…..non vuoi dirlo ti vergogni……masssi dai dillo!!!….ruba che ti rubo….frega che ti frego…..
        franza o spagna purchè se magna fino che ce papa e mamma………..

    • Solo le pecore hanno bisogno di un pastore che le guidi…

  4. Condivido in toto l’ articolo e pure sul’ M5S metterei qualche punto di domanda sopratutto dopo aver sentito a mò di conferma che tanti candidati sono stati calati dall’ alto e puzzano di PD! Vota di quà, vota di là, il 5 marzo il partito che ci troveremo al governo sarà il partito del CETRIOLO!
    (con buona pace di coloro che speravano vincesse il partito dei lampioni…)

    • Un bicolore PD/5Stelle mi pare un’ ipotesi tutt’altro da scartare. In quest’ottica si capiscono meglio di alti lai di Berlusconi sui grillini: non teme tanto loro quanto un blocco di sinistra movimentista e sx di governo che lo congedi definitivamente dalla politica attuando un patrimoniale monstre, un blocco dei trasferimenti all’estero, una stretta fiscale sulle ricchezze mobili, un congelamento del debito oltre una certa soglia individuale. C’e’ da dire che se anche uno dei punti sopracitati viene realizzato possiamo dire addio al benessere ancora presente oggi: B., il ricattatore lo sa e sulla base di queste ipotesi da sempre ha costituito il suo potere.
      P.S.: notate che B. ha costituito un sua personale Loggia massonica secondo Magaldi, loggia che pratica allegramente rituali e cerimoniali anche di ‘magia’ bianca o nera che sia ( leggersi le lettere al Fratello B. di Magaldi di qualche tempo fa e’ cosa sempre istruttiva ).

      • Se mi posso permettere, benché non condivida per nulla la presunta concordanza degli obiettivi fra M5S e PD, bisogna riconoscere che quella dell’accordo di governo fra queste due forze è una ipotesi interessante e seria sulla quale ragionare. Anche se non credo ad una reale collaborazione del PD con Il M5S, e semmai c’è da ritenere più probabile un tentativo del PD di infiltrare il M5S stesso, bisogna effettivamente vedere cosa potrebbe accadere una volta visti i risultati delle elezioni. Il M5S avrebbe tutto da perdere da un accordo del genere, persino se fatto da posizioni di forza, con un partito come il PD attuale. Ma certo che se il PD dovesse scendere di molto nei consensi, dovrebbe per forza cambiare politiche rispetto ad ora, e non è detto che Renzi possa rimanerne a capo.

      • Scusami Oriundo, concordo con te che il sig. Berlusconi sia il peggio, peggio di Badoglio…3 volte peggio…e magari riuscire ad impiccarlo (anche se credo che riuscire ad impoverirlo soffrirebbe di più)…detto questo perchè lasciarsi coinvolgere in discussioni sterili. Lascia perdere Berlusconi e pensiamo ai nostri interessi i quali in questo momento non sono rappresentati da alcuno. Io vedo che l’ economia italiana si è fermata con l’ introduzione dell’ Euro…è l’ Euro il problema! Pensare come uscirne no?

        • Ciao Annibale, guarda che l’Euro e l’Europa di oggi sono solo il lato ‘civile’ del complesso militare Nato: uscire dall’euro senza ridefinire sovranita’ e priorita’ di politica estera e’ a mio avviso impossibile se l’uscita e’ volontaria ( a parte le difficolta’ tecniche e politiche della cosa ) a partire da ragioni economiche e basta… Se invece ci sbattono fuori e’ diverso: ma con le 140 basi militari straniere che razza di autonomia volete avere ? Saranno i potentati stranieri ( ovvero USA direttamente od indirettamente ) a dettare le guidelinees ovunque e comunque di tutti i dossier. Chi vuole uscire dall’Euro si raffigura a mio avviso una Europa ed un mondo degli anni ’70/’80: non e’ quello di oggi. Oggi SIAMO IN GUERRA CONTRO LA RUSSIA: lo volete capire o no che questo domina completamente le strategie politiche e militari internazionali ? E l’Italia e’ il solito vaso di coccio, gia’ rotto per conto suo…

          • Sono d’ accordo con le tue motivazioni, uscire dall’ Euro sarà difficilissimo e inoltre io penso che non ti sbatteranno MAI fuori! Troppo comodo per loro sfruttare il paese con le rendita dei BTP. Detto questo gli interessi del paese sarebbero proprio per una uscita da questo lager e fanculo l’ EU comprendendo quindi una ridiscussione totale della politica estera e della difesa in senso patriottico. Sul fatto di far la guerra alla Russia gli americani e loro amici sionisti devono essere impazziti e pure rincretiniti. Aprano gli occhi sulle armi dei russi guardando youtube e si leggano qualche libricino di storia…

  5. La soluzione al problema relativo alla durata della legislatura ci sarebbe. Se ora nessuno si vuole dimettere prima dei 4 anni, 6 mesi e 1 giorno per non perdere lo scandaloso diritto alla pensione, si potrebbe allungare tale periodo a due mandati parlamentari. In tale caso un solo mandato non servirebbe a nulla e con due invece si potrebbe avere diritto. Cio’ dunque potrebbe anzi indurre a fare terminare anzitempo la legislatura. Il fatto e’ che non lo si voglia fare appunto per concludere la legislatura facendo controfirmare anche le piu’ assurde e talora incostituzionali leggi a scapito dei cittadini.
    P.S.: La soluzione migliore chiaramente sarebbe comunque quella di rapportare l’eta’ pensionabile e la durata del periodo lavorativo a quelle dei comuni lavoratori.

    • Ancora meglio: equipariamo la pensione da Parlamentare a quella da operaio.

      • Ma l’entita’ della pensione e’ abbastanza relativa. Il vero problema e’ il periodo di lavoro necessario a maturare il diritto al godimento, letteralmente ridicolo.

  6. Purtroppo c’è ancora gente che crede che il 5s sia un partito fuori dagli schemi. In realtà è un partito dell’establishment (tendenzialmente di sinistra con scappellamento a destra) il cui unico scopo è raccogliere il malcontento della gente. Ma in politica estera è pro euro, pro immigrazione https://www.maurizioblondet.it/consigliere-economico-dei-m5s/
    Ci fanno credere di essere in una democrazia perchè possiamo votare ma in realtà è una farsa che viene legittimata da noi stessi
    La soluzione è solo quella di scendere in piazza, non saremo noi a farlo ma ironicamente i popoli che ci avranno sostituito, sarà una vittoria breve e tutto poi si ripeterà.

    • e ti hanno dato anche 3 preferenze(per adesso)complimenti!!
      tu sei uno dei tanti peggio che ce nel paese e che si lamenta (ci scometto) da anni di questo governo ladro,che pero continua a votarlo e fa propaganda contro qualcosa di nuovo che si propone di cambiare il paese senza mai averlo messo alla prova!
      invece di blaterare a vanvera vottalo e poi tirrane le conclusioni,e gia 70 anni che lo prendi in kulo………….un anno piu uno meno non ne sentirai la differenza!
      chissa che questi dei 5S l’ho piu grosso e forse fara l’affare tuo??

  7. Berlusconi non prenderà più del 15%, smettiamo di dargli troppa importanza, usandolo come foglia di fico per coprire gli inciuci filo-europeisti guidati in primo luogo dal PD.
    Ma sono l’unico a percepire un sottile patto di non belligeranza fra i 5stelle e la Lega?

    • non mi sembra ci siano le condizioni per un patto del genere, con prospettive di governo, e di fatto non ci sono mai state. Per verificarsi una condizione del genere dovrebbe accadere qualcosa di veramente straordinario, tipo una astensione mai vista, oppure un successo del M5S tale che non può essere ignorato per un incarico di governo, ma dubito che accadrà. Comunque rimane anche questa una ipotesi su cui discutere.

  8. Berlusconi è al massimo al 15% e ricattabile al 100, non può fare niente di “pericoloso”, se non eseguire i soliti ordini, esattamente come tutto il resto del sistema politico, nessuno escluso.

    • Hai saltato un passaggio: é ritornato perché gli é stato ordinato di ripresentarsi a timbrare il cartellino: “altrimenti ti portiamo via i giocattoli che ti abbiamo lasciato accumulare!”.

      La medesima minaccia che era servita a farlo dimettere perché lasciasse il posto a Monti (e a chissà quante altre cosucce).

      E pensare che c’é chi lo ha sostenuto perché, dato che é ricco, sarebbe più libero da condizionamenti…

  9. Ma si, inizi pure l’invasione delle locuste … o grassi grilli … :))

  10. So che da Exit-pole inediti che il M5S dovrebbe attestarsi sul 34-35%, sono tutti preoccupati che finalmente possa cambiare qualcosa anche in Italia.

  11. volete vincere un po’ di elezioni…partito dei meno peggio…i peggio son sempre gli altri…

  12. Guarda che faccia, guarda… E certo: facciamo passare 5-6 anni: mettiamo al “governo” dei miei pupazzi (i pupazzi di una faccia di gomma), che fanno i loro danni e favoriscono loro stessi e gli amici degli amici… Poi, torno io, sperando che gli elettori si siano dimenticati dei miei scandali e delle mie porcate, e prometto le stesse minchiate di 25 anni fa… Và che strategia, eh? Non l’ha capita proprio nessuno…

  13. Visto e considerato che nel 2011 Il Berlusca scappò a gambe levate a causa dell’affondamento mediaset in borsa, direi che le larghe intese sono più che garantite. Piuttosto sarebbe utile capire per quale ragione il nostro Salvini (la Meloni manco la nomino, dove la metti sta) abbia accettato di schierarsi col cdx, ovviamente escludendo la carta dell’ingenuità perchè non ci crede nessuno.

  14. Cercavo un filmato o una foto di De Gasperi che sbarca dall’aereo, tornando dagli USA, sventolando insistentemente un assegno, si tratta di una foto famosa e di un momento emblematico, volevo mostrare, a chi non se lo immagina, da dove siamo partiti ed evidenziare quanto assurdo sia il momento che stiamo traversando.

    Non l’ho trovata, ma ho trovato questo filmato dell’Istituto Luce (c’é anche l’assegno per un attimo) che dura mezz’ora e vi farà fare qualche riflessione, se vorrete vederlo:

    http://senato.archivioluce.it/senato-luce/scheda/video/IL3000050938/1/Repubblica-anno-zero.html

  15. Non è difficile …andiamo a votare ….un antieuropeista un antieuro un antimmigrazione e antivaccinista … Perché può bastare, poi se si Rimangia tutto non importa noi popolino cretino è quello che volevamo ….sig

  16. Io non credo che sia impossibile ottenere qualche buon risultato anche se piccolo e parziale da parte di piccoli partiti. Vedete cosa è riuscito ad ottenere il SVP in Alto Adige, a loro detta non hanno mai ottenuto tanto negli ultimi 50 anni. Quindi se si crede alla politica dei piccoli passi credo che facendo una politica anche a banderuola si riesce ad ottenere qualcosa, che in un paese immobile e ciarliero come il nostro sembra chissà che.
    Credo di esprimere comunque il malessere di molti di noi che invece di poter scegliere tra le molte eccellenze che questo paese può esprimere siamo costretti a scegliere il meno peggio tra incompetenza e forme quasi palesi di delinquenza.

  17. Abbiamo capito tutti, vero, che per cambiare qualcosa ci vuole qualcuno con più appoggio di Tsipras e più palle di Varoufakis? Parlo di una forza politica in grado di rompere il vincolo del 3% e di impostare una politica sociale, energetica, culturale e tecnologica in questo paese. Io mi sento in un asilo dove i ragazzini votano su quale burattino aprirà lo spettacolino nel teatrino. Dove sono gli statisti? Intendo qualcuno disposto a prendersi del polonio inviato dalla UE perche considerato pericoloso. Qualcuno a cui cuciano un impeachment dopo la prima settimana di governo e che rimanga lo stesso per acclamazione popolare.

    • Quoto: noi decidiamo solo quale sarà il burattino.
      Chi tiene la mano dentro è sempre lo stesso..

      • Esatto… e dove si infila la mano al burattino? Per estensione a tutti gli italiani… inizio a pensare che ci piaccia così.

    • Secondo me, ripeto secondo me, rompere il vincolo del 3% non ti servirà a niente…anzi sarà peggio! Il problema è che devi avere moneta tua e debito pubblico INTERNO…come il Giappone. Un conto è pagare gli interessi sul debito al farmacista del paese notoriamente possessore di Bot un altro conto è pagare gli stessi interessi ad una istituzione al di là dell’ Atlantico. Nel primo caso i frutti del debito gireranno in zona e saranno motore per l’ economia…nel secondo caso è ricchezza che se ne va…Se aumenti il debito in Euro saranno solo che contenti i tuoi creditori!

      • Assolutamente d’accordo. È che fare ciao ciao alla NATO e istituire una moneta sovrana sarebbe più un colpo di stato che una linea politica. Per ora mi accontenterei di un banale afflato di pensiero politico… pretendere un rivoluzionario sarebbe una fantastica utopia.

  18. Qui avremo almeno i tre quarti degli eletti pronti a passare di campo e a vendersi pur di non rischiare nuove elezioni, che farebbero subito perdere loro il lauto stipendio e, per i nuovi arrivati, il diritto ad un’ottima pensione per la quale deve passare un tot di tempo”: e continuano a chiamarla “democrazia”…..
    Visto che la situazione internazionale volge rapidamente al “brutto tempo”, tanto vale continuare a ballare come fecero a loro tempo i passeggeri del Titanic.
    Io personalmente voterò il M5S perché hanno restituito parecchi soldi e perché non rubano, e di questi tempi non è davvero poco. Ciò detto, Di Maio non mi convince proprio perché ha già calato le braghe su Euro ed Unione Europea quando invece la Questione Dirimente tutti i nostri problemi sta proprio nel riacquistare al più presto la Nostra Sovranità Monetaria.

    • Guarda, sulla diversita’ del Movimento ti posso dare ragione, ma sulle idee dei 5stelle ho veramente troppi dubbi. Primo sulla collocazione internazionale dell’Italia in questo momento foriero di avventure militari Nato: da che parte stanno ? Direbbero di NO ? Secondo, come pensano di riformare l’enorme ed elefantiaco apparato statale ? Terzo, cosa pensano fare del debito pubblico ? Quarto, come pensano di trattare con Bruxelles ? Ecc. ecc. I punti del programma sono assai confusi e sopratutto Di Majo e’ ondivago, inaffidabile, incompetente su troppi punti importanti. Lascio per ultimo l’euro perche’ e’ da matti pensare di uscire dall’euro RITROVANDO IL MONDO DEGLI ANNI ’90: uscire significa lottare come dei disperati per non affondare, altro che benessere facile con stampa di bigliettoni a go’ go’: la sovranita’ monetaria ce l’hanno solo quei paesi fuori dai bankster sionisti…e hanno la guerra in casa. Siete disposti a morire per la nuova lira ? E aspettare trent’anni per ritrovare il BENESSERE CHE GIA’ CE’ ?

      • Sul fatto che Di Maio sia ondivago riguardo alla collocazione internazionale dell’Italia ti dò ragione e, a mio avviso, trattasi di scelta precisa: il M5S probabilmente si allineerà a UE e NATO senza fare troppe obiezioni in caso di nuove Avventure Militari Yankees. Spero di sbagliarmi ma non mi sembra che i 5 Stelle abbiano una caratura tale da opporsi in maniera decisa ai diktat di Washington.
        Quanto all’Euro non condivido assolutamente la tua posizione e ritengo che l’Italia debba riacquistare immediatamente la sua Sovranità Monetaria perché l’Euro è un banale Sistema a Cambi Fissi di cui ha beneficiato soltanto la Germania impoverendo tutti gli altri: il 25% del calo della produzione industriale italiana sta lì a dimostrarlo. Poi certo, in Italia ci sono ancora milioni e milioni di benestanti, questo lo so anch’io ma, a dir la verità, anche in Grecia ci sono ancora centinaia di migliaia di greci che godono di un elevato benessere ma non credo possano essere presi come esempio per nascondere la situazione disastrosa del Paese a cui l’appartenenza alla Moneta Unica l’ha condotta. Ma ripeto, rispetto la tua opinione pur non condividendola, e ci mancherebbe altro.
        E comunque, alla resa dei conti, PD, Forza Italia e adesso anche il M5S sono contrari all’uscita dall’Euro quindi il discuterne rimane una pura speculazione.
        Saluti