Home / Attualità / I cinque segni dell’Apocalisse

I cinque segni dell’Apocalisse

DI ALESSANDRA DANIELE

carmillaonline.com

Se fosse in atto l’inizio d’una zombie apocalypse, sappiamo che i media mainstream farebbero di tutto per nasconderla e dissimularla il più a lungo possibile, innanzitutto per evitare il panico.

Dovremmo quindi imparare a riconoscerne da soli i principali segnali.

1) Irrazionali e imprevedibili esplosioni di violenza individuale, spesso con armi improvvisate, i cui esecutori vengono sbrigativamente eliminati, e derubricati come lupi solitari, terroristi o psicopatici.

2) Razionamento idrico, per aumentare i controlli negli acquedotti sospettati di diffondere il contagio.

3) Incendi diffusi. Bruciare i cadaveri dei rianimati sarebbe infatti il modo più veloce per occultarli, e cercare di arginare il contagio. I falò organizzati in zone disabitate finirebbero spesso per degenerare, sfuggendo al controllo. Allarmi di nubi tossiche verrebbero lanciati per allontanare i curiosi.

4) Intensificarsi parossistico e pretestuoso del controllo poliziesco sulle piazze reali e virtuali, con brutali retate nelle zone di assembramento, e tentativi di controllare e censurare le notizie che circolano su internet.

5) Chiusure delle frontiere e blocchi navali, in contraddizione con tutti i precedenti accordi internazionali. Iniziative inutili, perché il contagio per sua natura sarebbe comunque già globale.

Naturalmente per ciascuno di questi avvenimenti verrebbe data una spiegazione ufficiale, ma se dovessero verificarsi tutti contemporaneamente sapremmo cosa sta accadendo davvero.

 

Alessandra Daniele

Fonte: www.carmillaonline.com

Link: https://www.carmillaonline.com/2017/07/30/cinque-segni-dellapocalisse/

30,07.2017

 

Pubblicato da Davide

  • neroscuro2014

    Veramente?

  • DesEsseintes

    Ahahah…ma si può pubblicare roba simile… 😀

    • MarioG

      Meno male.
      E mi permetto di richiamare l’attenzione sul punto 5)!
      La Daniele non si smentisce mai.
      E neanch’io

      • DesEsseintes

        E si è dimenticata di aggiungere “la gente che improvvisamente a metà a agosto va in ferie”…se vedi quello comincia a pregare…

  • PietroGE

    Ma dove la vede la Daniele questa “zombie apocalypse” ? Chi sarebbero gli zombies? I poliziotti come da foto o gli immigrati quando lamenta la chiusura delle frontiere? Boh

    • televisione falsa

      i zombi sono una metafora , l’ articolo parla di apocalisse per le cose che stanno succedendo : incendi dolosi , razionamento di acqua , immigrazione incontrollata , terrorismo ISIS-UE……

      • PietroGE

        Di nuovo c’è solo il terrorismo e l’immigrazione incontrollata, che sono in relazione tra di loro. Il resto : incendi, razionamento d’acqua e aggiungo io, inondazioni ogni volta che piove, terremoti ecc, in Italia ci sono da anni. Se poi una si lamenta perchè chiudono le frontiere e mettono blocchi navali non si dovrebbe meravigliare se c’è immigrazione incontrollata e terrorismo.

        • televisione falsa

          Attentati terroristici ISIS in Europa sono organizzati dai servizi segreti occidentali e israeliani

          • virgilio

            giusto e questo non bisogna stancarsi di ripeterlo,i musulmani saranno anche quel che saranno ma il 99% degli attantati in europa
            sono stati pensati e organizati dal MOSAD e rispettivi servizi segreti
            dei paesi occidentali

          • eternauta reloaded

            Verissimo. Gli attentati sono organizzati dai servizi segreti.

            Ma i terroristi sono tutti islamici.

            Un po come i terroristi italiani delle BR. Pedine dei servizi segreti senza dubbio……ma comunque comunisti.

            Un tempo i terroristi comunisti uccidevano e molti comunisti italiani se ne compiacevano.

            Oggi i terroristi islamici uccidono e molti islamici “integrati” festeggiano.

          • Epiphanius

            Vedasi alla voce SCUOLA HYPERION.

  • televisione falsa

    ci sono diversi segni dell’ apocalisse ma il piu’ terribile e’ obbligare 10 vaccini a tutti i bambini e ragazzini d’ italia per rovinargli la salute e indebolirgli il sistema immunitario

    • Jane “XD” Doe

      Appunto!

    • virgilio

      non erano 12 i vaccini??

      • televisione falsa

        Li hanno portati a 10 ma mi sto informando e praticamente di questi 10 due sono bivalenti quindi valgono per due, quindi in totale sono 14 vaccini velenosi per rovinare la salute dei bambini e per far fare una montagna di soldi alla Glaxo che è la casa farmaceutica che li produce è allo Stato italiano che ci guadagna con le tasse

    • Nathan

      Ahahah ancora co sta favola del grande inganno….. questi se vogliono fare soldi non gli servono gli spicci dei vaccini…. sono altri gli introiti spettacolari delle farmaceutiche …,,

      • RenatoT

        infatti a loro non interessano solo i soldi.
        Lo dice anche Bill Gates… grazie ai vaccini potremmo ridurre la popolazione mondiale del 10-15%.
        Inoltre i vaccinati, tra calo di vista, udito, attenzione, adhd, asme etc.etc.. cominciano a diventare clienti di Big Pharma e dei loboto-vassalli giá da bambini.
        La gente sana non fa Pil…

        • Nathan

          Altra stupidaggine per diminuire la popolazione e non fare troppo chiasso basta fare un paio di guerre o non aiutare i paesi in difficoltà… ribadisco la stupida è sterile querelle sui vaccini

          • RenatoT

            La popolazione sta aumentando con guerre e gestione della sanitá e del cibo da parte delle multinazionali.
            Secondo me tutto fa brodo, inoltre, ogni ceo e ogni multinazionale deve aumentare i fatturati per le ovvie regole del mercato sia che producano armi o medicine e i soldi, si sá, sono la merce piú desiderata oggi.
            Lei crede che le multinazionali come la GSK, giá condannata per varie frodi, oggi lavorino per il bene dell’umanitá?
            Questi pagano multe da 3 miliardi dopo averne fatti centinaia…

          • Epiphanius

            Talmente stupida che di fronte ad almeno 6/7 emergenze serie, han fatto un decreto d’urgenza lamentando esplosioni epidemiche…
            Vedo che c’è gente che ancora inghiotte certe “narrative”. Buon per voi. Il mio prof. di lettere molti anni fa diceva “Chi più sa più soffre”.
            Eppure Gesù Cristo diceva “la verità vi farà liberi”. Vedi da che parte vuoi stare.

      • giuseppe glavina

        Forse le favole le hanno raccontato a te. Con il solo vaccino antipolmonite le due maggiori aziende farmaceutiche inglesi hanno spillato qualcosa come 30 miliardi di dollari! Per dirimere le favole basta cliccare sui siti specifici e uno che parla chiaro in questo senso è quello di Medici senza Frontiere.

    • Epiphanius

      Sentite,è importante: un amico che segue da molto tempo l’argomento, anche perché genitore di bambina sotto i 6 anni, mi parla di possibilità di vaccinazione coattiva nelle scuole, in assenza dei genitori. Non ho sentito nulla del genere, ma me l’ha dato per verosimile e addirittura per già verificatosi in alcune regioni.

  • SanPap

    nessuno vende munizioni con i proiettili d’argento:
    ci vogliono disarmati e inermi !
    orsù uniamoci e andiamo a raccogliere rami di frassino

  • clausneghe

    Nella reale realtà invece abbiamo: La Russia che sfodera la sua potenza navale nella parata di Sanpietroburgo con un Vlad novello impalatore che arringa la folla di divise ( poi tutti assieme mollano un “Hurrà” veramente zombesco). Pronti alla morte, anzi già morti.
    Poi ci sono i Cinesi che stanno facendo ribollire le acque del mar Meridionale a forza di eliche in una folle corsa con gli Anglosionisti e alleati. Anche loro pronti alla morte.
    E che dire dello scimmione Coreano che lancia puzzolenti letali missili, così, giusto per giocare con la morte. Anche lui circondato da zombi in divisa, pronti alla morte, anzi già morti anche loro.
    E gli Ameri-cani? Gonfiati di cibo spazzatura, vaccini andati a male e pieni di panzane nel cervello sono stati i primi zombi, coloro che hanno diffuso il contagio.
    Anche loro sono già morti, anzi sono collettivamente quello che esprime la eloquente foto che adorna questo bell’articolo.

    • televisione falsa

      in italia invece vogliono ammazzare i bambini con i vaccini

      • clausneghe

        E noi, voi, non diamoglieli in mano.

      • RenatoT

        beh… hanno cominciato in USA e oltre ai vaccini hanno creato milioni di zucchero-dipendenti con tutte le patologie associate a partire da cancro, diabete, infarti etc. Noi in europa li seguiamo a ruota in differita come sempre.

        • Epiphanius

          ..e OGM.

          • RenatoT

            e Glisofato e pesticidi vari.

  • natascia

    Dalle mie parti si dice : ” Bertoldo si confessa ridendo ” . Ma anche tutti sti Bertoldi, che una bella volta buttassero la maschera e non pensassero sempre “ai schei” no?

  • Enrico S.

    Il vero indice di una Zombie-Apocalypse in corso ormai da tempo sarebbe questo: anche chi ci governa, e “gestisce” l’ “emergenza”, in realtà è un consesso di morti viventi. Meglio:
    un consesso di morti viventi che governa e gestisce una “società” di morti che non sanno di esserlo.

  • Anche questo articolo è un chiaro sintomo di decadenza

  • Kevin Palazzi

    qualcuno mi ha detto su luogocomune che comedonchisciotte era tornato agli antichi splendori. questo il primo articolo che leggo. complimenti

  • Marco Maria

    Verrebbe da dire: “ma l’erba così dove si trova?”
    Se l’articolo è una metafora, come qualcuno spiega o interpreta, bhe, diciamo che è poco fruibile se non incomprensibile ai più (me compreso). Oggi tra messaggi subliminali, condizionamenti, indottrinamenti e menzogne, parlare chiaro e parlare semplice è una dote più che aprezzabile per quanto rara.
    Proverò a rileggerlo per comprenderne l’utilità, ma anche provare a riscriverlo non sarebbe male 🙂

  • Davide

    AHAHAHHAHAHAHA

  • Sergio Tomasi

    Max Brux, figlio del regista e comico, ha scritto il libro ‘come sopravvivere all’appcalisse zombie’. A questo ‘saggio sociologico’ semiserio si ispira questo articolo. Ho letto moto seriamente sia l’articolo che il testo di Max. Sotto la patina di sci-fi si intravede una analisi sociale molto ben dettagliata e in anticipo sui tempi. Io eviterei di ridere e inizierei a riflettere.

    • Marco Maria

      Ciao Sergio. Ho letto l’articolo e non il libro che sicuramente ricalcherà un’analisi sociale molto dettagliata, perché dubitarne?! Diciamo però che di temi per delle riflessioni serie e urgenti ma sopratutto da “qui e subito” ne abbiamo anche troppe e quasi tutte non fan venir voglia di ridere. Questo ethos da fine del mondo però potrebbe alla fine dimostrarsi
      controproducente per qualsiasi comunità che intenda preoccuparsi dei
      suoi problemi reali e non-apocalittici. Questo pseudo pericolo dovrebbe forse risvegliare le nostre coscienze intorpidite dal refrain del sistema?
      Di temi per cui stracciarsi le vesti ne abbiamo già tanti ma non si vede nessun sussulto all’orizzonte. Forse il movimento FreeVax potrebbe essere l’unico che oggi esce dagli schemi. E’ uno schieramento trasversale e per quanto lo sia voluto dipingere estremista e ottuso, addirittura anti-sociale e pericoloso, è una realtà che saprà tenere il punto forse fino alle estreme conseguenze perché sta difendendo il diritto di libertà terapeutica ma più semplicemente difende i propri figli e la vera essenza della libertà.
      In questo forse tutti noi che restiamo a guardare rappresentiamo i morti che camminano, che non reagiscono più agli stimoli del rinnovamento, mentre la visione del mondo promossa dall’apocalisse zombie diventa senza speranza, ci annichilisce.
      Bene gli allarmi (o allarmismi) ma cerchiamo di indicare anche qualche soluzione o facciamo girare anche qualche notizia positiva.
      Ad esempio:

      “Nelle Marche il primo passo verso un ecovillaggio sostenibile e autosufficiente” (in rete si trovano articoli e dettagli). Ecco, speriamo che almeno li, esperti di permacultura, si decidano a coltivare l’erba (peri i conigli! – cosa avevate capito?!), quella buona per tutta la comunità del villaggio che così, in caso di pericolo, fumando (pardon – bruciando) qualche “paglia” possano tenr lontano gli “zombie maledetti”!

      • Sergio Tomasi

        Ciao, ottima la scelta del secondo nome 😉
        Per quanto riguarda l’articolo il tema non è l’apocalisse zombie e nemmeno l’apocalisse. Semplicemente esiste l’effetto Seneca che ci informa di come i sistemi complessi, che hanno impiegato molto o moltissimo tempo per formarsi ed organizzarsi, quando crollano, crollano all’improvviso e secondo una curva ripidissima. Ebbene ci sono segnali che indicano il collasso ambientale, sociale, economico ecc…
        Senza bisogno di richiamare deliranti millenarismi o profeti psicotici, l’autrice punta il dito e invita a unire i puntini dei segnali deboli che arrivano persino dai canali mainstream. Quando il dito indica la luna, lo sciocco guarda il dito.

        • Tizio.8020

          In realtà, di nome completo farebbe “Marco Maria Indica”, per distinguerlo da un altro suo simile, “Marco Maria Sativa”, molto meno efficace (come giornalista) di lui..

          • Marco Maria

            Tra M. Maria Indica e M. Maria Sativa le differnze sono tante e varie ma ritengo che tu ti riferisca allo stile di “scrittura”.
            Di contro, ci sarà anche un effetto “lettura”. Per chi si fa un bel articolo , diciamo tipo Indaca, l’effetto viene generalmente classificato come “stone”, indicando un effetto maggiormente incentrato sulla persona e sul suo corpo.
            E’ incredibile come la “lettura” di un articolo possa accentuare le sensazioni fisiche, quali il gusto, il tatto e l’udito.
            Di contro, un buon articolo “Indica” ha un effetto di tipo rilassante, a livello sia fisico sia mentale, ed a dosi più elevate (cioè un articolone) può essere soporifero.
            Per quanto invece un “articolo” Sativa ha un “peso minore” e del tempo di… di… (se fosse un fiore, direi fioritura) gestazione più lungo, Sativa è apprezzata tra i coltivat…, pardon, editori per il loro effetto “high”.
            Questo effetto può essere definito come cerebrale, energetico, creativo, allegro o anche “psichedelico”. Esso è meno dominante dell’effetto “stone” degli articoli Indica, e non causa sonnolenza in chi li assum… pardon, li legge 🙂

    • Glock

      E’ Max Brooks, non Brux e, per la precisione, ha scritto tre libri sul tema: The Zombie Survival Guide, The Zombie Survival Guide: Recorded Attacks e il celebre World War Z: An Oral History of the Zombie War, da cui fu tratto il film WWZ. Nella visione dei Brooks l’Apèocalisse zombi è un’epidemia che gli infetti trasmettono mordendo le persone sane che così, a loro volta, diventano zombi.

  • Che ci sia più violenza è un fatto riscontrabile da tutti: da tutti coloro che , per mille ragioni, escono, vedono, sentono, si incontrano, hanno rapporti con altre persone, parlano, dialogano. Uno per tutti: giorni scorsi, in un ospedale cui mia moglie accompagna un conoscente , anziano over 80, cui la moglie è da mesi ricoverata, succede che si sente un colpo fortissimo dato contro un armadio metallico; mia moglie e il conoscente, la persona che era con lei, si voltano e vedono un giovane visibilmente arrabbiato, e che cercava all’interno dell’ospedale, la persona che poco prima gli aveva tagliato la strada e a cui lui, tanto per gradire, aveva rotto lo specchietto retrovisore ma…evidentemente, non era ancora appagato. Gli voglio spaccare la faccia, avrebbe detto: mia moglie gli ha detto che, per non passare guai e dalla parte del torto, aver rotto lo specchietto era già un successo, e che non valeva la pena fare una cagnara, anche perché potevano intervenire vigilantes o polizia. Il giovane si è convinto e,cosa strana, ha ringraziato che gli avessero parlato e lo avessero convinto: aveva infatti spiegato che il tizio , uomo maturo comunque, non ragazzino o giovinastro, aveva iniziato a rallentare dopo che lo aveva superato, facendogli perdere il semaforo;lui, incazzato come una biscia, lo aveva ritrovato poco più avanti e aveva deciso di seguirlo. La storia finisce qui. Distinguerei il mio caso, di quando avevo pensato di suicidarmi dopo il fallimento ma , sempre nello stesso periodo avevo voglia di trovare qualcuno cui , se mi avesse fatto qualche sgarbo, tipo tagliarmi la strada, passarmi davanti mentre siamo in fila, o cose simili, lo avrei riempito di botte. Ho girato pure armato di coltello, piccolo è vero, una specie di victorinox made in china degli anni 80 . Poi non è che mi sia passata la rabbia e la sete di vendetta, che sono due cose simili ma che possono portare allo stesso risultato: per un motivo o per l’altro tu passi dalla parte del torto. Ho pensato di trovare un altro modo per avere soddisfazione ,ma forse è stata la mia psiche che cerca di prendere tempo o di calmarmi: un modo come un altro per dirmi che sono un vigliacco?

    • Lupus in fabula

      e’ una cosa seria e credo che sia anche abbastanza diffusa . Nessuno dovrebbe
      avere dubbi del genere ,in questo caso e’ chiaro che ha fallito la societa’ .
      Il singolo individuo e’ lasciato da solo contro se stesso , e questa sete di vendetta e’
      in ultima analisi violenza contro se stessi : un modo inconsapevole per suicidarsi . Non ascoltare queste voci …

    • Epiphanius

      Opinione molto interessante e argomentata. Mi viene subito un sospetto: MK ULTRA, in alcuni casi?Roba da dietrologia complottista, eppure gente che sbrocca o che schizza, ditelo come vi pare, ce nè davvero molta.
      Incidono sicuramente l’acool (ma questo anche 100 anni fa), ma anche tanti psicofarmaci e droghe…molta gente ne assume a iosa e ne viene deformata nel fisico e nell’animo. IN più lo stress della società moderna partorisce casi di soggetti schizoidi in grado di agire in modo incontrollato all’improvviso ed al minimo stimolo.
      Però una cosa: pare che in Africa (lo lessi anni fa su Blondet) le possessioni stile Kabobo non siano rare anzi…Lui ne dava una spiegazione di tipo mistico e religioso, io non approfondisco ma riporto il concetto per completezza.

  • gix

    quando si arriva anche solo ad una di quelle eventualità, purtroppo siamo già dentro l’apocalisse e quindi c’è ben poco da fare, siamo già fregati

  • Tipheus

    L’unica cosa che si capisce (per quelli ignoranti come me) di questo articolo è che dobbiamo spalancare le porte all’invasione, sennò siamo out.
    Del resto non ho capito niente.

    • Epiphanius

      Carmillaonline, l’ho già scritto, è un sito di sinistra, non so se antagonista, ma senza dubbio internazionalista e migrazionista. Gente per la quale l’identità è merd** e l’appartenenza è idiozia. La tradizione va sovvertita, i confini abbattuti, ecc.ecc. Prima che riescano consapevolmente e acriticamente a togliersi il gioco ideologico dovranno viverne, anche direttamente, tante in prima persona a causa del caos che si sta preparando e che loro stessi concimano quotidianamente e con entusiasmo e bravura, va detto (l’articolo è comunque un coacervo di concetti mal collegati e peggio argomentati, concordo, ignorando per giunta alcune basi fondamentali, tipo l’azione di soggetti mondialisti ed autorevoli, tipo quello presentatosi a Palazzo Chigi qualche mese fa).
      Come in Jean Raspail: i cantori del mondialismo arcobaleno e del NO BORDER alla fine finiscono vittime del sistema migrazionista e delle caterve allogene. Lo stesso avviene in Laurent OBERTONE… Sono solo fantasie di scrittori francesi…..sia chiaro.
      Questi qua di Carmilla stai sicuro, erano a Milano il 20 maggio.

  • Valter Melis

    I “SEGNI” che si stanno manifestando in ogni aspetto di questa attuale società, sono i segnali premonitori di una “fine” che velocemente si avvicina. Fine di una civiltà-umanità che già altre volte è avvenuta nel lontano passato.

    Gli Antichi sapevano che ciò che avviene sulla terra si ripete ciclicamente con dei tempi che riuscirono a comprendere e calcolare con precisione.

    Le Culture-Civiltà sorgono fioriscono e periscono in archi di tempo determinati da cataclismi e catastrofi naturali periodiche.

    Il fatto di essere nella parte finale dell’ultima età dell’umanità (Età del Ferro secondo la “Tradizione” Occidentale o nel Kali Yuga secondo la “Tradizione” Orientale) si può desumere dal disordine, caos, dissolvimento, degrado e mancanza di valori Morali, Sacrali – Spirituali che caratterizza la società attuale a livello globale. I “poteri” che a livello mondiale contribuiscono a creare questo stato di degrado convinti di poter trarre il loro potere e dominio proprio da questa situazione capiranno di essere stati dei “Poveri” illusi………

    Gli Antichi Sapienti hanno indicato proprio in queste caratteristiche negative, che sono l’essenza di questa umanità, il collegamento temporale con la manifestazione di eventi devastanti sulla vita del nostro pianeta Terra.

    Ma proprio perché tutto ciò è ciclico, dopo la fine vi sarà un nuovo inizio, e vi saranno “Nuovi Cieli e Nuova Terra”

    Ma noi non ci saremo…………………https://www.youtube.com/watch?v=XL15foPv1v8

    • PietroGE

      Questo però è un atteggiamento fatalistico, tipico di quelle società decadenti che subiscono la storia e non la fanno. I cieli nuovi e terra nuova uno se li deve guadagnare e non aspettare che, come la Gerusalemme celeste scendano dal cielo.

      • Valter Melis

        Infatti è proprio così, questa umanità, ormai a livello globale, non sta facendo niente per guadagnare “nuovi cieli e nuova terra” (è un linguaggio simbolico) ma l’esatto contrario, e raccoglierà quello che ha seminato……

  • Glock

    Paternale anticomplottista mascherta. Però divertente, per una volta.

  • Lupus in fabula

    L’Uomo di Romero soppiantera’ l’homo sapiens ? Cosi’ come quest’ultimo scaccio’ i
    piu’ umani Neanderthal ? e si’ non lo si puo’ negare … siamo un po’ + stro..etti …
    Magari l’homo sapiens sara’ solo lo stato intermedio per il piu’ grande successo della Vita sul terzo pianeta di Sol : Lo zombie !

  • Giuliano

    Li ho visti. Nella metro, per la strada, in bicicletta… vagano con lo sguardo vuoto, fisso sul display del cell. Manca solo “thriller” in sottofondo.

  • Steel Rust

    Gli zombie sarebbero decisamente portatori di infezioni meno immonde di quelle endemiche nella massa di “risorse” che ci stanno di fatto invadendo attualmente.

    E, per i soliti, buonicoli piddioti, ecco i DATI, ad esempio, sulla diffusione dell’HIV in Africa.

    Dati che, sicuramente, faranno dormire sonni tranquilli a tutte le europee quotidianamente molestate da dette “risorse”.

    “The WHO African Region is the most affected region, with 25.6 million
    people living with HIV in 2016. The African region also accounts for
    almost two thirds of the global total of new HIV infections.” – http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs360/en/

  • Epiphanius

    Comunistelli radical chic di Carmilla, il sesto (sarebbe il primo) segno è L’INVASIONE DELLE CATERVE ALLOGENE DI GOG E MAGOG…Quello cara mia è previsto nell’Apocalisse.
    Se ti fosse sfuggito, RASPAIL ci ha scritto un romanzo.
    Questo romanzo è del 1973, ma è di una tale profondità ed (prevedeva un papa sudamericano e pauperista, cantanti miliardari “impegnati” e terzomondisti, una saldatura tra sinistri/freak e ambienti cattolici progressisti “arcobaleno, ecc. il tutto sostenuto da editoriali altisonanti e onnipresenti, con dei media autentico PRIMO POTERE) che in Italia è stato a lungo bollato come “maledetto” e addirittura ho appreso ne siano stati acquistati i diritti (non so ancora da quale casa editrice) PROPRIO PER NON DARLO ALLE STAMPE. IN stampa ci è andato nel 1998, con una piccola casa editrice estremamente destrorsa e legata a un personaggio assai discusso..oggi si trova, non facilmente, ma anche online.
    Si intitola IL CAMPO DEI SANTI proprio perchè dice che “quelle genti” invaderanno la città celeste e il Campo dei santi.
    Se il blocco navale (CHE POI TALE NON E’, questa è una bugia propagandistica degna di TGCOM o SKYTG24 o dei TG made-in-Maggioni) è un preludio all’Apocalisse allora hai proprio sbagliato prospettiva.
    “« Quando i mille
    anni saranno compiuti, satana verrà liberato dal suo carcere e uscirà
    per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per
    adunarli per la guerra: il loro numero sarà come la sabbia del mare.
    Marciarono su tutta la superficie della terra e cinsero d’assedio il campo dei santi e la città diletta. Ma un fuoco scese dal cielo
    e li divorò. E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello
    stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta:
    saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli. » (20:7-10).