CDC Incontra l’avv. Brusa – Appunti della resistenza

Intervista all'avvocato italo-francese che ha denunciato il governo e sbugiardato le menzogne a fondamento della dittatura sanitaria

In questa puntata CDC incontra Carlo Alberto BRUSA, Avvocato al foro di Parigi dal 1994. Italo-francese, fonda nel 2020 l’associazione Réaction19 ( https://reaction19.fr/ ) che aiuta le persone multate o condannate per motivi di violazione delle norme sanitarie a difendere i propri diritti, a contestare le multe e a lottare contro la dittatura sanitaria.

Brusa ha effettuato inoltre un lavoro fondamentale sporgendo varie denunce relative all’uso delle mascherine e all’obbligo vaccinale dimostrando l’inefficacia e l’illegalità di queste misure con le operazioni Oxymètre, a difesa degli alunni dai 6 ai 18 anni, e Oxyjob, per tutelare i dipendenti dai danni causati dall’uso prolungato di mascherina facciale. Ha dimostrato inoltre l’incompatibilità dell’insieme del quadro normativo creato dal governo francese a partire dal mese di marzo 2020 con la legislazione vigente, la Costituzione e i vari trattati internazionali.

Esiste un modo per creare un’azione legale condivisa a tutela dei diritti umani e civili calpestati dagli stati d’emergenza coatti? Cos’è davvero l’Unione Europea, se invece di farsi garante dei diritti del popolo europeo, è il cane da guardia di Soros & Co.? L’avvocato Brusa non ha peli sulla lingua. Si unisce così alla cerchia purtroppo ancora ristretta degli uomini di legge, in Francia e negli altri paesi europei, che hanno il coraggio di schierarsi contro lo slittamento continuo dei governi occidentali verso forme dittatoriali sempre più palesi e la soppressione, giorno dopo giorno, dello stato di diritto.

Conduce Lucien Bôle-Richard. Produzione Bagony Snikett.

Buona Visione!

Notifica di
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
jeints
Utente CDC
1 Luglio 2021 7:42

Un eroe dei nostri tempi, appoggiamolo.

AlbertoConti
Redazione CDC
1 Luglio 2021 10:18

Avvocato Brusa, chiedo aiuto. Ho recentemente inviato un appello al COMICOST (https://www.comicost.it/) , al momento con risultati scarsi, per non dire nulli: “Carissimi combattenti, sono un vecchio laureato in fisica, quindi senza competenze specifiche in biologia-medicina e tantomeno in giurisprudenza, ma seguo e mi informo, anche grazie a Voi, sulla tragica questione covid-19, il nuovo 11 settembre contro i popoli. Ho sentito l’altro giorno al TG di radio24 l’ennesima propaganda alla vaccinazione anticovid dei minori, supportata dalla posizione ufficiale della SIP, antica “Società Italiana di Pediatria”, che rappresenta praticamente la quasi totalità dei pediatri italiani, almeno nell’immaginario collettivo. Sul loro sito ho trovato il documento in allegato (https://sip.it/2021/06/21/covid-le-8-raccomandazioni-sip-a-favore-delle-vaccinazioni-nella-fascia-pediatrica-e-adolescenziale/) , che contiene la sentenza e le motivazioni sull’opportunità di vaccinare giovani, ragazzi e bambini, chiara linea-guida propagandistica rivolta a genitori e loro pediatri. A mio avviso il documento nella sostanza contiene gravissime falsità scientifiche, che se le capisco io non sono ammissibili dai rappresentanti autolegittimati della “scienza medica”, tali da configurare un vero e proprio falso ideologico, dall’impatto devastante sull’opinione pubblica vista la presunta autorevolezza della SIP e l’amplificazione mediatica di cui gode. Se è vero, come è vero, che queste terapie geniche sperimentali applicate in massa all’intera popolazione pediatrica mondiale… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 3 mesi fa effettuato da AlbertoConti
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x