Appello di 93 medici israeliani: non usate il vaccino Covid-19 sui bambini

Arutz Sheva Staff
israelnationalnews.com

93 medici hanno firmato una lettera congiunta di protesta chiedendo di non somministrare il vaccino Covid 19 ai bambini.

In una lettere inviata stamane a Channel 12 (emittente televisiva israeliana), i medici hanno spiegato che “Non c’è alcun motivo per vaccinare ora i bambini,” fondano il loro appello sui “valori della cautela e dell’umiltà” e sostengono che “la fretta è diabolica.” Asseriscono inoltre che “è necessario riconoscere che non abbiamo ancora compreso appieno il virus ed il vaccino che lo vuole combattere” e che“ l’imperativo fondamentale della medicina è ‘primo non nuocere.”

La lettera include le firme del Dr. Amir Shachar, direttore del pronto soccorso del Laniado Hospital, del Dr. Yoav Yehezkeli, esperto medico internista e docente all’Università di Tel Aviv, e del Dr. Avi Mizrahi, direttore dell’unità di terapia intensiva al Kaplan Hospital.

I medici hanno indirizzato la lettera “ai dirigenti del Ministero della Salute, ai loro colleghi medici della nazione e alla popolazione intera.”

Hanno fatto osservare che “l’opinione prevalente e sempre più condivisa nella comunità scientifica è che il vaccino non possa portare all’immunità di gregge, pertanto non vi è alcuna giustificazione ‘di tipo altruistico’ per la vaccinazione dei bambini, al fine di proteggere la parte della popolazione considerata a rischio.”

Hanno aggiunto che, ancora oggi, non è ben chiaro se il vaccino riuscirà ad evitare la diffusione del virus ed il periodo per cui conferirà protezione e sottolineano che si stanno continuamente manifestando nuove varianti, che potrebbero rivelarsi più resistenti alla vaccinazione.

Pensiamo che neppure un numero esiguo di bambini possa essere messo in pericolo da una vaccinazione di massa contro un virus che per loro non rappresenta alcun rischio,” hanno scritto. “Inoltre, non si può escludere che il vaccino possa causare nel lungo periodo reazioni avverse che, attualmente, non sono ancora state rilevate, riguardanti anche la crescita, il sistema riproduttivo e la fertilità. Ai bambini dovrebbe essere permesso un rapido ritorno alla normalità: i numerosi test e i continui cicli di isolamento dovrebbero essere interrotti e non dovrebbe essere creata alcuna separazione nella sfera pubblica tra i vaccinati ed i non vaccinati. Dovrebbe essere permessa la vaccinazione della popolazione a rischio e, dopo la quasi completa vaccinazione di questa parte della popolazione, sarà possibile ritornare alla normale routine (con eventuali adeguamenti periodici) persino in presenza del virus COVID19.

[I relatori della lettera] hanno dedicato una sezione a parte al fatto che non esiste ancora un quadro completo dei gravi e rari effetti collaterali del vaccino, visto che molte persone non segnalano le reazioni avverse a cui vanno incontro. “Di conseguenza, noi pensiamo che, attualmente, vi sia una sottostima del numero di reazioni avverse. Inoltre, una relazione causale tra gli eventi  emergerà solo in itinere, mano a mano che sempre più eventi di un certo tipo si manifesteranno. Per esempio, se c’è un evento sanitario grave che, In Israele, si manifesta in 12 giovani all’anno (ossia una media di 1 caso al mese) e, nel frattempo, il vaccino causa questo evento grave in modo sporadico, ci vorranno molti mesi prima che si possa notare un aumento dell’incidenza di quell’evento e la correlazione tra il vaccino ed il manifestarsi di quello stesso evento.”

“Non affrettatevi a vaccinare i bambini finché il quadro non sarà chiaro. Il coronavirus non mette in pericolo i bambini e l’imperativo categorico in medicina è ‘primo non nuocere.’ Il quadro completo si avrà tra molti mesi, forse anni. Inoltre, si dovrebbe attendere  questa documentazione non solo in relazione allo stato di Israele, ma integrando i dati mondiali. In questo contesto, è il caso di aggiungere che le avvertenze a cui prestare particolare attenzione – avvertenze cioè di effetti collaterali gravi e rischiosi per la vita — si accumulano per mesi ed anni dopo l’approvazione di un farmaco, a causa del fatto che gli effetti gravi, ma rari, appaiono, di solito, solo dopo un certo tempo.“

Sulla base della stima di una terza dose che sarà richiesta agli adulti, scrivono “non riteniamo opportuno imporre i rischi di una vaccinazione alla popolazione pediatrica, dove il coronavirus non rappresenta un pericolo, soprattutto in questa fase, dove l’efficacia del vaccino nel lungo periodo non è affatto certa.” A loro parere, “La pediatria in Israele è una delle migliori al mondo e la terapia intensiva pediatrica ancora di più. È estremamente raro che un bambino possa morire a causa di una infezione virale e questo può accadere, purtroppo, a causa di una varietà di virus. Riteniamo non sia corretto gestire la vita privata e la politica di salute pubblica sulla base della attuale paura di una malattia virale che è molto raro possa danneggiare la vita dei nostri bambini.”

Alla luce del fatto che la vaccinazione della popolazione vulnerabile riduce il tasso di degenza ospedaliera e la mortalità da Covid,  pensiamo che gli effetti negativi del virus saranno di gran lunga minori quando la maggioranza della popolazione a rischio sarà stata vaccinata, come inizia ad accadere nella nostra nazione, e questo senza la necessità di vaccinare i bambini,” hanno spiegato.

“Pensiamo che ai nostri bambini dovrebbe essere permesso ritornare immediatamente alla normalità della loro vite innocenti e che non dovrebbero essere vaccinati contro il Covid 19,” hanno concluso i medici nella loro lettera. “I test sui bambini asintomatici, che non hanno rilevanza clinica ma causano un danno indiretto molto vasto, e i cicli di isolamento generale nel contesto scolastico dovrebbero essere immediatamente interrotti. Dovrebbe essere evidenziato alla popolazione che anche le persone vaccinate possono essere infettate ed infettare a loro volta e che le stesse regole di comportamento si applicano a tutti, senza alcuna relazione al loro status vaccinale. Dobbiamo smetterla di puntare il dito verso i non vaccinati, e dobbiamo smetterla di violare i diritti degli individui. Dobbiamo immediatamente fermare tutte le forme di esclusione e di separazione interpersonale nella sfera pubblica.”

Arutz Sheva Staff

Fonte: israelnationalnews.com
Link: https://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/304124
11.04.2021
Tradotto da Luna per comedonchisciotte.org

Notifica di
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
AlbertoConti
AlbertoConti
20 Aprile 2021 2:37

Parole sagge in un mondo di pazzi criminali scatenati. Che effetto potranno mai avere?

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  AlbertoConti
20 Aprile 2021 6:20

Zero per i bambini…salvo diffondere ulteriori divisioni e paure tra gli adulti. Il governo di Satana…

IlContadino
IlContadino
20 Aprile 2021 3:05

Il vaccino in età pediatrica è una vera follia. Così com’è una follia il vaccino in età adolescenziale, in età adulta o in veneranda età. Difficile trovare un periodo giusto per farsi vaccinare. Forse con la neve d’agosto o le rondini d’inverno.
O magari quando saremo tutti rinsaviti di fronte al grande falò delle televisioni…ma a quel punto chi vorrà farsi vaccinare?!!

Mario Poillucci
Mario Poillucci
Risposta al commento di  IlContadino
20 Aprile 2021 3:19

Non posso che condividere stimatissimo Contadino! La tua saggezza è un esempio per tutti, grazie! Le ”televisioni”!! Orrido terrorismo cinico e repellente finanziato da mascalzoni!!! Buona giornata!!!!

MEDIA MAINSTREAM FALSI
MEDIA MAINSTREAM FALSI
20 Aprile 2021 3:24

ma tanto ci sono tante mamme italiane coglione che lo faranno fare ai loro bambini

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  MEDIA MAINSTREAM FALSI
20 Aprile 2021 7:10

Plagiate, coglione, ignoranti irresponsabili, boccalone, idiote, ……
Potrei continuare a lungo, ma alla fine l’aggettivo che rimarrà addosso per sempre a queste “mamme” indegne è: CRIMINALI !!!

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  MEDIA MAINSTREAM FALSI
20 Aprile 2021 7:10

Plagiate, coglione, ignoranti irresponsabili, boccalone, idiote, ……
Potrei continuare a lungo, ma alla fine l’aggettivo che rimarrà addosso per sempre a queste “mamme” indegne è: CRIMINALI !!!

emilyever
emilyever
20 Aprile 2021 2:39

Chissà a che cosa si riferisce con ” evento sanitario grave” che capita a un giovane al mese e che sembra che il vaccino procuri.

lurker
lurker
Risposta al commento di  emilyever
20 Aprile 2021 3:59

E’ solo un caso ipotetico per spiegare che, per eventi che sono normalmente rari, se questi aumentano a causa del vaccino, ci vuole tempo per evidenziare la correlazione tra evento e vaccino (tempo che, con la fretta di vaccinare chiunque, non c’e’ stato).

AlbertoConti
AlbertoConti
20 Aprile 2021 5:33

Ovviamente nel nostro piccolo non ci facciamo mancare nulla:

https://comedonchisciotte.org/comitato-liberi-pensatori-no-alla-sperimentazione-sui-minori/

Il pediatra primario del Buzzi, responsabile della sperimentazione J&J sui minori da 1 a 18 anni, è amicone di Salvini. Quindi Fontana, che dovrebbe vietare questo crimine, dovrà vedersela coi suoi compagni di merenda (si suppone che s’incontrino ai merenda-party dei loro figli).

P.S. mi raccomando, firmate la petizione.

Dino79
Dino79
20 Aprile 2021 7:24

Ma i massoni globalisti vogliono proprio i bambini. Li vogliono vivi per saziare le loro voglie carnali, donde il tentativo di aprire un’altra finestra di Overton e cassare la pedofilia dall’elenco dei crimini; li vogliono mentalmente e culturalmente deficienti affincche’ siano dei bravi schiavi e non creino problemi; e li vogliono disabili e morti per distruggere il nostro futuro.

Bisogna salvare i bambini e lo devono fare in primo luogo i genitori, col sostegno di tutti gli adulti ancora in grado di vedere e capire.

giovanni
giovanni
20 Aprile 2021 7:30

La situazione vaccinale in Israele direi essere piuttosto particolare. Leggendo l’articolo ho pensato, o meglio, malpensato, che questo secondo olocausto, come è stato definito da alcuni, non sia ben pianificato per ripulire un poco la faccia di Israele nel mondo e soprattutto negli usa?
Da tempo le critiche allo stato ebreo ed alla finanza in mani giudaiche stanno crescendo e in America, ad esempio, causa anche la presidenza trump, crescono gli oppositori alle politiche sioniste e le sue guerre.

Seneca22
Seneca22
Risposta al commento di  giovanni
20 Aprile 2021 7:52

Intanto due donne di 75 anni e 79 che conosco pagano il conto vaccini. la prima è morta due giorni dopo il vaccino Pfizer di infarto (medici: nessuna relazione) e la seconda con vaccino Astrazeneca, dopo una settimana è rimasta paralizzata (medici: nessuna relazione con il vaccino).

Maurizio
Maurizio
20 Aprile 2021 11:00

X adulti invece tutto ok, avanti così… mah

uparishutrachoal
uparishutrachoal
20 Aprile 2021 11:11

I bambini vanno vaccinati perché sono i diffusori della malattia presso gli adulti..
Una volta che i bambini saranno tutti vaccinati..mancherà al virus il serbatoio di propagazione..e saremo liberi di tornare a vivere..
(Ecco..questo è il discorso che legittima il vaccino ai giovani..e dal momento che è affermazione apodittica..le vaccinazioni continueranno ..
Dire che i bimbi e i giovani non diffondono la malattia..sarebbe negare il valore di tutte le misure liberticide..e chi lo dice è fuori dal giro che conta..)
Palù..prima di diventare presidente dell’AIFA diceva che il virus non è la peste..e adesso dice che è una grave malattia..ecco..

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  uparishutrachoal
20 Aprile 2021 12:20

Vincenzo D’Anna nel 2017-18, da senatore, metteva in guardia contro il pericolo delle vaccinazioni obbligatorie sui bambini. Uno dei pochi a schierarsi contro, non le riteneva sicure.
Oggi, da presidente dell’ordine dei biologi, dice che i biologi saranno formati per poter somministrare le vaccinazioni contro il covid; probabilmente questo è un vaccino che lo convince di più.
Misteri della fede, le vie del signore sono infinite, ma quelle per inoculare sempre una in più;)

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  uparishutrachoal
20 Aprile 2021 12:20

Vincenzo D’Anna nel 2017-18, da senatore, metteva in guardia contro il pericolo delle vaccinazioni obbligatorie sui bambini. Uno dei pochi a schierarsi contro, non le riteneva sicure.
Oggi, da presidente dell’ordine dei biologi, dice che i biologi saranno formati per poter somministrare le vaccinazioni contro il covid; probabilmente questo è un vaccino che lo convince di più.
Misteri della fede, le vie del signore sono infinite, ma quelle per inoculare sempre una in più;)

Platypus
Platypus
Risposta al commento di  IlContadino
20 Aprile 2021 14:50

Condivido tutte le cose che dici ma ti devo segnalare un grave refuso; riferito a quella gente là, il verbo “inoculare” va scritto sempre senza la “o”.
ravvediti e sia lodato Bill Gates.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  IlContadino
20 Aprile 2021 17:00

Fin da bambini sono obbligati e premiati a dire menzogne se vogliono partecipare..
Da adulti saggiano dove tira il vento e si accodano..
La corruzione dell’animo è diventata prassi educativa..e poi esistenziale..nemmeno ci si fa più caso..
Chi non si allinea è il Franti dei nostri tempi..e va incontro al biasimo degli ubbidienti..ma salverà la sua anima e grandi saranno le soddisfazioni celesti..

19
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x