Archivi giornalieri: 15 Luglio 2008 , 19:00

AL DI LA' DELL'ETICHETTA: CANDELE

DI PAT THOMAS The Ecologist Sebbene niente sia più olistico di una bella candela, quel tepore caldo della fiammella potrebbe nascondere qualcosa di tossico, avverte Pat Thomas. Molti di noi sono consapevoli delle conseguenze, potenzialmente nocive per la salute, della combustione proveniente dalle principali fonti esterne, come automobili e centrali termoelettriche, e anche dalle più comuni sorgenti interne come le stufe. Pochi invece sono a conoscenza degli effetti sulla salute delle candele accese normalmente – anche se bruciano in ambienti …

Leggi tutto »

NE' RIDERE, NE' PIANGERE, CAMBIARE STRADA

QUESTA VOLTA NO! 27-28 settembre, Chianciano Terme Convegno Nazionale 1. Avendo invitato all’astensione in occasione delle recenti elezioni politiche siamo tra coloro che hanno causato l’affossamento della cosiddetta «sinistra radicale». Non è affatto sinonimo di qualunquismo che un consistente numero di cittadini di sinistra abbia disertato le urne mentre la gran parte accorreva al voto per premiare uno dei due poli sistemici. Questa diserzione indica anzi che c’è uno zoccolo duro che non è più disponibile ad essere utilizzato, via …

Leggi tutto »

CONTRO LO STATO

DI GIUSEPPE GENNA Carmilla on line Il primo commento alla indegna sentenza che riduce la tragedia della scuola Diaz a una rissa in cui qualcuno ha alzato un po’ troppo il gomito (col gomito fracassando calotte craniche e lacerando tessuti) sarebbe che ha ragione Berlusconi. La Magistratura è da riformare. Ogni sentenza risulta disomogenea rispetto alle altre emanate per vicende consimili. Sui fatti nodali della storia italiana, i giudici non hanno giudicato niente. Sul passato devastato di questa nazione, i …

Leggi tutto »

SULL' INEVITABILE GUERRA CONTRO L'IRAN

DI PAOLA PISI Uruknet Alcuni mesi fa un blog canadese aveva diffuso per primo la falsa notizia dell’isolamento internazionale dell’Iran da internet e per giorni, in maniera diluviale, i siti “alternativi” si erano riempiti di articoli che gridavano al complotto contro Teheran, al primo passo (il milionesimo “primo passo”) della guerra contro l’Iran, per arricchirsi in maniera metastatica di sempre più fantasiosi particolari (si è voluto bloccare la borsa petrolifero iraniana, che distruggerà per sempre il dollaro, e via di …

Leggi tutto »