Home / Spazio utenti / UNA MAPPA DELLA DISTRUZIONE ASSICURATA DELL'ECONOMIA EUROPEA SE LE SANZIONI VERRANNO MANTENUTE
13011-thumb.jpg

UNA MAPPA DELLA DISTRUZIONE ASSICURATA DELL'ECONOMIA EUROPEA SE LE SANZIONI VERRANNO MANTENUTE

TYLER DURDEN
Zero Hedge

Mentre gli alti funzionari in Germania aspettano il vertice dell’Unione Europea per discutere di un secondo giro di sanzioni contro la Russia (e avvertono che “devono evitare una spirale di sanzioni”), abbiamo pensato che valesse la pena analizzare quanto sono reciprocamente dipendenti queste due regioni. Come indica Pater Tenebrarum di Acting-man.com, le seguenti infografiche suggeriscono che un botta e risposta di sanzioni potrebbe essere un gran bel problema per l’Europa, e forse il motivo per cui i dirigenti europei stanno pregando in silenzio affinché questa crisi svanisca.

Scambi commerciali tra Russia e Germania (Russia Today)

zero1

Scambi tra Russia e Germania (Der Spiegel)

La Russia è l’undicesimo partner commerciale della Germania

zero2

Una lista di imprese tedesche che hanno una forte esposizione con la Russia (Der Spiegel)

zero3

Esposizione internazionale verso il debito russo (Reuters)

zero4

Questi sono i dettagli di queste esposizioni bancarie:

SOCIETE’ GENERALE

Secondo l’Autorità Bancaria Europea (EBA), la seconda banca di Francia aveva alla fine di giugno un’esposizione pari a 22.4 miliardi con la Russia. Che equivaleva a 15,7 miliardi di euro in risk-weighted asset.

SG Russia, che include Rosbank e altre strutture assicurative e finanziarie, l’anno scorso ha avuto un utile operativo di 239 milioni di euro, quasi il doppio rispetto al 2012, malgrado un aumento del 41% delle perdite da crediti inesigibili. La banca ha dichiarato di avere alla fine del 2013 13,5 miliardi di euro di prestiti ancora esistenti e depositi per 8.5 miliardi.

Morgan Stanley stima che il patrimonio netto di Société Générale impiegato in Russia sia il 7,7% del totale del gruppo.

UNICREDIT:

I dati dell’EBA hanno evidenziato che la maggiore banca italiana aveva a fine giugno un’esposizione di 18.6 miliardi di euro verso la Russia.

Unicredit ha dichiarato che i suoi ricavi dalla Russia sono stati di 372 milioni di euro nel quarto trimestre del 2013, con un aumento dell’l’80% rispetto all’anno precedente.

Morgan Stanley ha stimato che il capitale di Unicredit impiegato in Russia rappresenti il 2,7% del totale del gruppo.

RAIFFEISEN BANK INTERNATIONAL:

L’istituto di credito austriaco ha riferito di essere la decima banca in Russia, con prestiti per 10,2 miliardi di euro, due milioni e mezzo di clienti e 192 filiali. I suoi asset in Russia rappresentano il 12% del totale del gruppo, e la branca russa ha ricavato 507 milioni di euro nei primi nove mesi dello scorso anno, la gran parte del totale del gruppo.

I dati dell’EBA mostrano che Raiffeisen alla fine di giugno aveva un’esposizione di 13,2 miliardi di euro verso la Russia.

Morgan Stanley ha stimato che il patrimonio netto di Raiffeisen impiegato in Russia rappresenta il 15,6% del totale del gruppo.

OTP BANK:

I dati dell’EBA mostrano che a fine giugno la banca ungherese aveva un’esposizione verso la Russia di 4,4 miliardi di euro.

BANK OF CYPRUS:

I dati dell’EBA hanno indicato che a fine giugno la banca cipriota aveva un’esposizione verso la Russia pari a 1,6 miliardi di euro.

Ma, comunque, tutto questo non dovrebbe essere una cosa positiva?

E quando l’Ucraina appare voler ripiegare da ogni nuova iniziativa, ciò ci suggerisce che le potenze occidentali abbiano oramai oltrepassato la linea rossa che porta alla mutua distruzione assicurata (MAD, che in inglese significa anche pazzo, ndt).

********************************

TYLER DURDEN
Zero Hedge

Link: Mapping Europe’s Mutually Assured Economic Destruction As EU Plans More Sanctions

20.03.2014

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da SUPERVICE

Pubblicato da

  • albsorio

    Chi semina vento (USA) raccoglie tempesta (UE) 

  • ope

    La terza guerra mondiale e’ gia’ cominciata. Questa e’ la legge suprema. Quando tutto e’ intasato, il male che vuoi fare ad altri ricade su di te.
     Vale per le possibilita’, come vale per le leggi che regolano il mondo, apparentemente, perche’ sono da tempo e tutt’ oggi, sovrastate dal falso e dall’ abuso.
    Questo e’ solo l’ inizio. Ad ogni azione di soppruso in Ucraina e in Crimea e in tante altre parti ed eventi sopratutto in quei luoghi, dove le due teste di serie si confrontano, ogni incidente o azione, peggiorera’ le cose, e non sapranno piu’ dove mettersi le spine nei fianchi.

    Se ogni sistema forte, tipo UE USA RUSSIA CINA, sono soggetti ad azioni di guerra politica e deconomica fra di loro, penalizzando il marginale, non oterranno nulla, nel loro fare o intento giusto o sbalgiato che sia.
    Devono mettere in gioco elementi piu’ grandi e convincenti, che scavalchino le periferie che non destabilizzano, oppure che ne stabilizzino molte, per dare uno scossone al centro e al perno del nemico.

    Quandi, se oggi siamo ad acqua e sapone, con parole, a fatti, i danni si vedono, e le risposte di volta in volta, saranno sempre piu’ forti.
    Sapendo che, attivando i mezzi finanziari e politici, le parti si ledono a vicenda, il campo di scontro con meno ripercussioni e piu’ impatto, rimane quello militare su territori neutri, si fa per dire, poiche’ chi vinci, ha pure il valore della zona o dello stato predato.

    In Ucraina, le polveri sono state solo acese, il confronto sara’ su tutto, e le alleanze, si compatteranno ad alimentare ancora di piu’ la situazione.
    LIbano Siria Iran Russia Cina – Usa UE.

    Se pensiamo che l’ italia possa essere una protagonista nell equilibrio europeo,dando smacco con elezioni nazionali ed europee, a un buon numero di chi sa’ il fatto suo, messi assieme ai medesimi di altri stati detti piigs, come la Spagna e parte dei movimenti Francesi e Tedeschi, anche l’ europa potrebbe diventare una polveriera, e l’ Italia essere uno dei paesi causa, oltre che essere predisposto ad uno scombussolamento interno, dell’ appparato politico allo sbando, o da ingerenze e forze europee UE_nato_usa. 
    Manca pure la cosi’ detta causa provocata, e il paese allosbando, con in atto rivoluzioni per questo e quello, tipo la secessione del veneto, l’ uscita dall’ euro, e sopratutto il non pagamento del debito per intero.
    Questi non accettano mediazioni e ne sconti. SAPPIATELO. 
    Altrimenti non avrebbero continuato come fanno oggi a fare i veri mafiosi predatori. 

    E come detto sopra:in un mondo civile, le regole della finanza, sono una vera stronzata da dementi. La demenza che si vede oggi.   

  • s_riccardo

    Parole sante.