Home / Notizie dal Mondo / Perché le élite odiano la Russia
elite odiare russia

Perché le élite odiano la Russia

FONTE: ZEROHEDGE.COM

Nel nostro precedente articolo The Secret Truth about Russia Exposed, abbiamo elaborato il sistema per il quale la Russia è un comodo avversario per i politici e in particolare per il Partito Democratico (n.d.T. americano), per creare un nemico che in realtà non esiste, in modo tale da distrarre e confondere gli elettori. Ma come con qualsiasi ‘nemico’, se bombardate un paese, potreste far incazzare alcuni abitanti. Come spieghiamo nel nostro best seller Splitting Pennies – il mondo non funziona come si vede in TV – in effetti, funziona in un modo più serrato come si vede su Zero Hedge(1). Anche se la Russia è semplicemente un Paese nel posto sbagliato al momento sbagliato (cosa che nel corso della storia russa sembra essere per loro un tema ricorrente) – c’è davvero una ragione per cui le élite odiano la Russia. Non è perché sono xenofobi, sebbene vi sia anche quest’aspetto, ciò avviene a causa di diversi fattori chiave che rendono la Russia un potere unico al mondo, rispetto a Paesi simili.

  1. La Russia è un paese indipendente. Non è possibile manipolare la Russia tramite telecomando esterno, come succede nella maggior parte dei Paesi. Alle élite ciò non piace! La Russia ha cacciato “Open Society” di Soros:

La Russia ha messo al bando un ente di beneficenza a favore della democrazia, fondato dal miliardario degli hedge fund George Soros, dicendo che l’organizzazione rappresentava una minaccia sia per la sicurezza dello Stato, sia per la costituzione russa. In una dichiarazione rilasciata lunedì mattina, l’ufficio del procuratore generale della Russia ha riferito che due rami della rete di beneficenza di Soros – la Open Society Foundations (OSF) e l’Open Society Institute (OSI) – sarebbero stati inseriti in una “stop list” di organizzazioni straniere non governative, le cui attività sono state ritenute “non gradite” da parte dello Stato russo.

  1. Non è facile azzoppare la Russia, per mezzo di vie clandestine, sia che si tratti della CIA, dell’MI6(2), o di un conflitto militare vero e proprio. Da parte di alcuni altri Paesi BRIC(3), il che tuttavia non è il caso. Dite quello che volete sull’esercito russo, ma esso è alla pari e, in molti casi avanzato, rispetto all’esercito degli Stati Uniti. E questa non è un’opinione, è il parere degli alti comandanti militari statunitensi:

Verso la fine del mese di settembre, vi abbiamo reso pubblico l’articolo “US Readies Battle Plans For Baltic War With Russia”, in cui abbiamo descritto una serie di esperimenti mentali, intrapresi dal Pentagono, nel tentativo di determinare quello che sarebbe il probabile risultato, nel caso qualcosa risulti terribilmente “sbagliato”, nel percorso per far approdare gli Stati Uniti in una guerra calda con la Russia nei Balcani.

I risultati di questi esperimenti mentali non erano incoraggianti. Come promemoria, ecco come Foreign Policy ha riassunto tali esercizi: (n.d.T. manca un pezzo di testo già nella versione originale)

  • La cultura russa, e la lingua, è troppo complessa per l’”élite” di livello medio che finge di essere internazionalmente ben competente, perché aveva studiato francese per un paio di semestri. Ad esempio, quando il diplomatico Clinton (n.d.T. Hillary) era Segretario di Stato, ha proposto il reset che è stato tradotto con il significato opposto … ooops.

“Vorrei darvi un piccolo regalo, che rappresenta quello che il presidente Obama e il vicepresidente Biden mi hanno riferito, e cioè: ‘Vogliamo ripristinare il nostro rapporto, e così lo faremo insieme.’ …

“Abbiamo lavorato duramente per ottenere il giusto impegno da parte russa. Pensate che l’abbiamo ottenuto?” lei (n.d.T. Hillary Clinton) ha chiesto a Lavrov, ridendo. “Ha sbagliato la pronuncia”, ha detto Lavrov, dato che entrambi i diplomatici ridevano.

“Dovrebbe essere “perezagruzka” [la parola russa per reset]”, ha riferito Lavrov. “Se si dice ‘peregruzka,’ significa ‘sovraccarico.'”

Sì, è quasi una certezza che se la Clinton, per qualche terribile destino sarà presidente, allora ci sarà la guerra nucleare. Le guerre sono state avviate a causa di errori molto più sottili. Si potrebbe pensare, che la Clinton abbia un consulente che VERIFICASSE CIO’, prima di presentarlo in una cerimonia pubblica, di fronte ai giornalisti? Quanto si può essere più palesemente così poco professionali? Se i politici lavorassero nel settore privato, non durerebbero un solo giorno! In che modo le persone fanno carriera finora in politica?

  1. Chiaro e semplice, le élite non controllano la Russia. Mentre ci sono canali secondari di oligarchi russi che lavorano direttamente con gli interessi dei Rothschild occidentali, per esempio, semplicemente non hanno lo stesso livello di controllo come quello dei Paesi europei, come per esempio la Germania. O un altro buon esempio è la Cina, c’è questo discorso fanatico che la Cina possa disfarsi dei buoni del Tesoro americano e bla bla bla, il fatto è che la Cina è completamente dipendente dagli Stati Uniti e dai dollari americani, e così sarà per il resto della nostra vita. Forse nei 1000 anni della dinastia Dong ancora a venire governerà il mondo, ma ciò non accadrà presto.

La Russia è una delle culture più altamente fraintese in Occidente. Il che è strano, perché la Russia somiglia di più all’America, rispetto a qualsiasi Paese europeo:

  • Sia la Russia, sia l’America condividono enormi aree con ampio territorio non sviluppato
  • Sia la Russia, sia l’America hanno maggioranze cristiane prevalentemente bianche (anche se negli ultimi decenni, l’America cerca di essere di più un melting pot, considerando che la Russia favorisce la pulizia etnica)
  • Sia la Russia, sia l’America hanno combattuto contro Hitler e i nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, evento che ha determinato gli ultimi 60 anni

Ci sono state numerose situazioni interessanti in cui la Russia ha aiutato l’America e America ha aiutato la Russia su una serie di livelli, per saperne di più si vedano i seguenti libri:
Wall Street e la rivoluzione bolscevica. Armand Hammer: The Untold Story

Ancora più interessante, durante l’amministrazione Nixon, Kissinger pungolava Nixon a collaborare con la Russia il che, nella visione di Kissinger, avrebbe creato un’alleanza inarrestabile, e nessuno avrebbe potuto competere con un tale asse di superpotenza. Ma, ciò non è successo, dato che sono stati i ‘neocon’ ad essersi schierati contro, per lo più cattolici polacchi che avevano un po’ di paura genetica profonda di ogni cultura che utilizza l’alfabeto cirillico. Nixon invece ha scelto la Cina (che errore!) e ha creato Forex. Ma il punto è che, per mezzo di un piccolo slittamento del destino, la “Cina” potrebbe essere stata, in questa realtà alternativa di Kissinger, il ‘Grande Nemico Malvagio’ che ha piratato le nostre elezioni, il costo del petrolio sarebbe stato dieci centesimi al gallone(4) mentre guidiamo sull’autostrada che unisce l’Alaska alla Siberia senza alcun limite di velocità, e non avremmo avuto bisogno di far la guerra con il Medio Oriente.
Per ulteriori informazioni sul modo in cui il mondo funziona davvero, si veda il libro Splitting Pennies, oppure si veda Fortress Capital Trading Academy.

 

NOTE:

  • Zero Hedge è un blog scritto in inglese che riguarda la finanza, il quale aggrega le notizie e presenta opinioni editoriali, provenienti da fonti originali ed esterne. Zero Hedge è stato tratteggiato, nell’ambito dei media, come cospirativo, anti-establishment e pessimistico, produttore, occasionalmente, di informazioni erronee.
  • Il Secret Intelligence Service (SIS) è l’agenzia di spionaggio per l’estero della Gran Bretagna. È più comunemente noto con il nome di MI6 (Military Intelligence, Sezione 6). Dipende dal Foreign Office ed è sotto la formale direzione del Joint Intelligence Committee (JIC).
  • BRIC è un acronimo utilizzato in economia internazionale per riferirsi congiuntamente a: Brasile, Russia, India e Cina. Questi paesi condividono una situazione economica in via di sviluppo, una grande popolazione (Russia e Brasile centinaia di milioni di abitanti, Cina e India oltre un miliardo di abitanti ciascuna), un immenso territorio, abbondanti risorse naturali strategiche e, cosa più importante, sono stati caratterizzati da una forte crescita del prodotto interno lordo (PIL) e della quota nel commercio mondiale, soprattutto nella fase iniziale del XXI secolo.

Sono nati in seguito anche gli acronimi BRICS con l’aggiunta del Sudafrica e BRICST con l’aggiunta della Turchia.

  • Negli Stati Uniti si usa il gallone americano (S. gal) o U.S. liquid gallon: 1 U.S. liquid gallon = 3,785411784 L

 

globalintelhub

Fonte: www.zerohedge.com

Link: http://www.zerohedge.com/news/2016-10-27/why-elite-hate-russia

27.10.2016

 

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di NICKAL88

Pubblicato da Davide

  • Persicus Magus

    Non si riesce ad accedere al forum
    Volevo dire, a proposito di questo articolo sulle élite che odiano la Russia, che ho letto un post di sapore un po’ complottista di Primadellesabbie che a tutta prima mi era sembrato quantomeno difficile da verificare.
    Dopodiché però qualche verifica anche se non matematica l’ho trovata.
    Sto rovistando e ho scoperto delle cose molto interessanti.
    By the way, tanti saluti a quelli che credono che Trump sia dell’establishment.
    L’establishment bisogna capire cosa sia altrimenti si chiacchiera e basta.
    Qui siamo di fronte a una guerra intra-élite e Trump è dalla parte di “una” élite che si sta confrontando con un’altra o “altre”.
    Non ho fonti riservate di informazione quindi sto solo seguendo una ricerca ma quello che mi sembra di aver compreso è che effettivamente la chiave di tutto è se e come Trump riuscirà a stabilire un nuovo rapporto con la Russia.
    Su quello si decide del suo destino e di quella che credo che sia una sorta di rivoluzione in atto interna all’ “Iperuranio”.
    Se ho visto giusto il 2017 sarà un anno denso di avvenimenti.

  • orckrist

    “l’America cerca di essere di più un melting pot, considerando che la Russia favorisce la pulizia etnica”.
    Sinceramente sono molto perplesso su questa frase, semmai sembrerebbe proprio il contrario.
    Sfido chiunque a definirmi quale sia il “russo puro”.

    • Apollonio

      perdi senza speranza..!
      L’ Etnia Russa è prevalentemente Caucasica
      gli USA sono un melting Pot di Africani, Ispanici, Europei, Sudamericani, Asiatici
      fenomeno che si accentuato ancor piu dal 2001 in poi, nei secoli la Russia è sempre stato un Paese chiuso sia verso l’ interno delle sue repubbliche che all’ esterno verso il resto del Mondo, Gli Usa sono un paese di costituzione molto giovane e fondato sull’ immigrazione.

  • Apollonio

    ” La Russia è una delle culture più altamente fraintese in Occidente. Il che è strano, perché la Russia somiglia di più all’America, rispetto a qualsiasi Paese europeo:

    Sia la Russia, sia l’America condividono enormi aree con ampio territorio non sviluppato
    Sia la Russia, sia l’America hanno maggioranze cristiane prevalentemente bianche (anche se negli ultimi decenni, l’America cerca di essere di più un melting pot, considerando che la Russia favorisce la pulizia etnica)
    Sia la Russia, sia l’America hanno combattuto contro Hitler e i nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, evento che ha determinato gli ultimi 60 anni ”

    Da quest’ articolo si deduce che i MittleEuropei non vanno d’ accordo ne con I Russi ne con Gli USA per questo motivo hanno sempre dovuto difendersi da loro.