Home / ComeDonChisciotte / L'UCCISIONE DELLA SATIRA SACRIFICALE
14250-thumb.png

L'UCCISIONE DELLA SATIRA SACRIFICALE

DI PIOTR
Abbiamo appena fatto in tempo a scrivere il 14 dicembre scorso:

«Se i segni di nervosismo e di insubordinazione in Europa dovessero aumentare, non escludo la possibilità di clamorosi e sanguinosi attacchi terroristici sul nostro continente, fatti per dimostrare che il “pericolo fondamentalista” è reale (e per dimostrare a chi è in grado di udire, che il caos può essere usato ovunque, che non ci sono zone franche: tutto sommato, l’Italia non è stata bombardata terroristicamente per dieci anni di fila, negli anni Settanta?)».

Non lo avessimo mai fatto! Appena il giorno dopo, il misterioso sequestro di ostaggi al caffè Lindt di Sidney ha lanciato l’allarme sui “lupi solitari fondamentalisti” in Occidente. O meglio, lo ha rilanciato dopo l’ancor più strana azione di ottobre in Canada.

Oggi l’esecrabile strage alla redazione di Charlie Hebdo a Parigi ha aumentato il livello di allarme.

Ma prima di parlarne, il nostro pensiero va alle vittime dell’attentato di Parigi e ai loro cari.

La situazione è certamente allarmante, molto allarmante. Ma per che cosa dobbiamo lanciare l’allarme?

Per lupi così poco solitari che si uniscono in un branco ben addestrato (da chi?) ad azioni di commando?

Per singoli “lupi solitari”, come quello di Sidney, che poi salta fuori che era controllato 24 ore su 24 dai servizi e dalla polizia australiana? Ci dobbiamo allarmare perché questo controllo non è servito o perché è servito? La domanda è ancora più lecita da quando oltreoceano è pienamente emerso l’insano intreccio fra FBI e terroristi.
O forse ci dobbiamo preoccupare perché non siamo stati a sentire l’allarme vero e fondato di ormai moltissimi anni fa, quando studiosi di rango ci avvisavano che nei paesi musulmani il “faro Occidente” si era già perso nella nebbia, che non guidava più nessuno? E non siamo stati a sentirlo perché non potevamo farci nulla, perché, per dirla con Immanuel Wallerstein, il sistema capitalistico occidentale poteva accomodare gli interessi di alcuni milioni di operai occidentali ma non di centinaia e centinaia di milioni di abitanti di nazioni che uscivano dal colonialismo e cercavano il proprio posto nel mondo. E figuriamoci se è possibile farlo oggi che il sistema occidentale non riesce più ad accomodare nemmeno gli interessi dei propri operai e, anzi, tenta di scannarli assieme alla classe media.
Crisi sistemica significa crisi di un ordine mondiale. Alcuni, molto immaginifici, pensano invece che i nostri guai siano dovuti a un nucleo ristretto e coeso di potenti (framassoni, giudei, rettiliani, illuminati o altro) che stanno tramando un superordine mondiale già scritto nei suoi destini. Il famoso “complotto mondialista”.
Ma la realtà è ben diversa. La crisi sistemica crea il caos sistemico. Punto e basta. E nel caos sistemico i potenti, a seconda di come sono posizionati, possono fare solo due cose: cercare di sfruttare il caos e/o cercare di resistere al caos.
In realtà spesso le due opzioni si complementano, perché è difficile resistere al caos sistemico se non si cerca di sfruttarlo. In quale altro modo si riesce a spiegare, ad esempio, un sistema finanziario che più è sull’orlo del baratro più verso l’orlo si spinge sapendo perfettamente di farlo, moltiplicando ad ogni passo l’essenza di merda (e non già la famosa “essenza di valore”) dei propri titoli di “ricchezza”?
Di fronte a un’Europa in sfacelo, con disoccupazione giovanile a due cifre, come meravigliarsi se alcuni invece di sfogarsi andando a far casino in curva Sud, lo vanno a fare in Medioriente dove saranno sfruttati da ben addestrati “organizzatori del caos” (che sembra un ossimoro, ma non lo è per nulla)?
E perché lo stesso non dovrebbe succedere in Europa occidentale?
Sicuramente la strage di Parigi è stata organizzata in modo puntiglioso. Ciò che ancora non sappiamo, se mai lo sapremo, è il livello dei collegamenti degli organizzatori. È un livello ristretto a una banda? A un quartiere? O è più vasto?
Di sicuro sappiamo che la Superpotenza si è mossa subito. Barack Obama ha convocato il Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Ammesso quindi che non si tratti di un gruppo di killer professionisti, come invece tutti gli esperti francesi hanno commentato, ma che si sia trattata di una addestratissima banda di quartiere, i collegamenti che ha messo in moto sono mondiali.
Quello che ci verranno a dire già lo sappiamo e infatti lo avevamo detto e scritto meno di un mese fa a commento del simposio Global WARning e senza bisogno di sfere di cristallo. In realtà era una profezia tanto tragica quanto banale.
I potenti si muoveranno. Ahimè ne possiamo stare più che certi. E di sicuro Washington offrirà “protezione” a un’Europa che inizia a non voler più credere nella “minaccia russa”.
I potenti, sghignazzando o piangendo lacrime da coccodrillo, si muovono sempre sopra le vittime innocenti, perché le vittime innocenti sono il complemento alla loro potenza. Hanno creato un mondo dove un giornale satirico è un bersaglio migliore di un vulture fund. E non per sbaglio. Sia chi ha preparato il terreno, sia chi ha eseguito ha fatto bene i propri calcoli. Se l’essere umano non è più in grado di prendere in giro se stesso si trasforma in un simulacro inerte, come una statua. E una statua non può pregare. Però può essere adorata.
In definitiva chi uccide la satira restaura il paganesimo. Chi uccide la satira vuole né più né meno che il culto del dio-imperatore.
Piotr
8.01.2015

Pubblicato da Davide

  • Boero
    Altro articolo ad minchiam
    ”In definitiva chi uccide la satira restaura il paganesimo. Chi uccide la satira vuole né più né meno che il culto del dio-imperatore.”

    Sorry,what?
    Che cazzo centra il paganesimo?

    E di sicuro Washington offrirà "protezione" a un’Europa che inizia a non voler più credere nella "minaccia russa".

    Eccolo che arriva!
    E’ il famoso minestrone internettiano,che cosa centra la Russia adesso?
    Ma sì,buttaci anche un collegamento con l’ascesa di Tsipras in Grecia,e sei a posto.
    Broccoli,cipolle,porri,zucchine e carote finemente tritate,dai mescoliamo tutto.
     
  • maluco

    so what??

    prego,  una critica costruttiva, argomentare, spiegare, documentare,  ecc.
  • cardisem

    Sento una gran puzza di bruciato e di manipolazione…

  • Servus

    Hanno colpito la satira perché era l’unica stampa rimasta libera. Quale altra ormai lo è? Tutti i giornali sono ormai allineati e tutte le TV idem. 

    Chi l’ha colpita? La mano è inconfondibile: sono giovani islamici aizzati e addestrati dai servizi francesi e americani per "combattere" contro Assad. Dopo avere ucciso, depredato e violentato uomini, donne e bambini innocenti in Siria, tornati a casa che fanno? Sono destinati a continuare la "lotta per l’Islam" a casa nostra. Ammazzeranno a comando, basterà loro che qualche fanatico o qualche agente prezzolato o meno li spinga.
    Molti di questi mercenari o fanatici islamici sono già fra di noi, e i nostri governi dopo averli addestrati li accolgono liberamente.
    Tutta l’Europa sarà presto oggetto di questi attacchi terroristici, e molto presto anche l’Italia.
  • albsorio

    http://italian.ruvr.ru/news/2015_01_08/Parigi-attacco-al-Charlie-Hebdo-7-arresti-6404/

    Mha, chissà perche in Francia, resto sempre perplesso di fronte a queste cose, troppo "semplici", con tutto lo spiare di NSA, gliela fanno sempre sotto il naso, bho troppo semplice.
  • idea3online
    L’articolo dice:

    Alcuni, molto immaginifici, pensano invece che i nostri guai siano dovuti a un nucleo ristretto e coeso di potenti (framassoni, giudei, rettiliani, illuminati o altro) che stanno tramando un superordine mondiale già scritto nei suoi destini. Il famoso "complotto mondialista".


    Errore!

    Quello descritto non è il nucleo ma gli elettroni che orbitano intorno al nucleo.

    Il nucleo è Lucifero.
  • albsorio
  • gimo

    In Europa e in USA esiste una rete di controllo sociale che l’ex URSS in confronto è una scoreggina.

    Si intercettano telefoni, e-mail, si hackerano PC , ci sono telecamere anche sugli alberi nei boschi. I servizi segreti hanno una rete di informazioni quasi fantascientifica. Se peto cosi invece che pomi fra poco mi suonano a casa e mi ingabbiano.
    Questi dichiarati colpevoli dell’attentato erano già "attenzionati" dai servizi e dalla polizia francese…. Il che significa che dovrebbero avere avuto le cimici anche nelle mutande.
    L’ho già scritto in un altro post ma lo ricordo… In Italia per quattro minchioni che travestivano un trattore da blindato, gente che no avrebbe fatto male a una mosca ma solo atti dimostrativi infantili,  sono arrivati molto prima, avevano già le telecamere nel garage. Non avrebbero pututo sabagliare a buttare l’umido ci martedì invece che di mercoledì che li avrebbero cmq inchiapettati.   Non ritengo credibile che questi trovano le armi si organizzano compiono quello che compiono (chiaramente si scordano i documenti nella macchina…punto fondamentale) e ancora non li hanno presi.   
    E io sto parlando con un folletto che è qui suo divano accanto a me
  • Eshin
  • Fedeledellacroce

    Questo spazio é per i "commenti".
    Le tue sono "critiche", a mio avviso infantili e inutili, prive di interesse per la discussione.
    Se prorio non riesci a trattenerti da questo impulso criticone, cerca almeno di essere intelligente o simpatico.

  • Tetris1917

    Tra i tanti pistolotti in circolazione, questo si accoda ad altri. Sinceramente questi simpatici libertari (nel senso di anarchici sessantottini) hanno tirato la corda su un crinale pericoloso. In Francia ci sono 6 milioni di Musulmani, sono quasi il 10% della popolazione, la Francia è una nazione che in ambito postcoloniale ha continuato a giocare sporco, vedi guerre di religione nel Centrafrica oppure la Libia, solo per citarne qualcuna, oppure la recente Tunisia o la più datata Algeria. Allora, in un contesto altamente instabile, dove i toni a volte più bassi e di maggior rispetto della religione altrui dovrebbe essere d’obbligo, anche per gli atei; invece abbiamo dei simpatici ex-giovanotti che si sono messi a fare vignette quando non era il caso, a irridere quello che per il mio stesso vicino (che è Musulmano) è sacro. Come vogliono allora dialogare con loro? Queste vignette, partorite a sinistra, saranno il più grande regalo per la guerra continua e i guerrafondai di destra. Non ci sta nessuna libertà di stampa che tenga: questa è solo demenza generalizzata, chiaramente in nome dell’ideologia religiosa o di stampo falsamente illuminista, usata sempre per affermare il primato della classe dominante. Ogni luogo d’occidente è insicuro, ogni metropolitana, ogni bus, ogni fermata, ogni discoteca, ogni bar, ovunque! Come pensate di risolvere la questione? Come fanno in Israele? Altro che libertà di stampa…….fra poco avremo il coprifuoco.
     Il nemico è chi è nato e cresciuto in occidente, ma è stato tenuto a debita distanza dai diritti che gli ex-vignettisti giustamente godevano, sono stati allevati nelle periferie, nei centri di accoglienza, nei campi di pomodoro, in ghetti. A loro sono stati dati i lavori più sporchi e mal pagati; cosa pensate che generi questo se non rabbia ed odio? Chi si impossessa di questo odio? Chi lo utilizza per i propri scopi? Basta dare uno sguardo in Siria e vedere chi sono i capi dell’Isis e chi muove le fila da dietro. Insomma, i 12 morti libertari parigini sono utili solo per aumentare le fiamme delle barbarie d’occidente.

  • oriundo2006

    Si.

  • oriundo2006

    Si.

  • fabKL

    La satira non puo essere usata contro negri, pena accusa di razzismo.
    La satira non puo’ essere usata contro ebrei, pena anccusa di antisemitismo.
    La satira non puo’ essere usata contro omosessuali, donne e se vediamo bene nemmeno contro cani o animali domestici.
    Perche’ la satira puo’ essere usata contro la religione e non si parla di razzismo religioso o intolleranza?
    fino a 20 anni fa tutto era concentrato contro il comunismo perche’ osteggiava il sistema economico "costituito". oggi e’ rimasta solo la finanza islamica a contrastare il sistema finanziario mondiale e quindi bisogna mettere in atto primavere arabe, voli che spariscono, e attentati all’informazione. Ma forse non e’ cosi, la lotta e’ solo tra arabi e israeliani ed il tavolo da gioco e’ il pianeta. mah…..