Home / ComeDonChisciotte / E ADESSO CI TOCCA SOPPORTARLI ANCHE COME CAMPIONI
13497-thumb.jpg

E ADESSO CI TOCCA SOPPORTARLI ANCHE COME CAMPIONI

DI GEORGIOS

comedonchisciotte.org

All’inizio della crisi, nell’estate 2010, in una taverna (piccolo ristorante) vicino a Salonicco, era successo qualcosa che aveva fatto un certo scalpore in quasi tutta la Grecia. Più che indignazione questo fatto aveva provocato un senso di imbarazzo e, in molti, anche di incredulità.

Non ci eravamo ancora abituati ai memoranda e sapevamo per esperienza che, tra i turisti stranieri, quelli che di solito davano in escandescenze erano dei rappresentanti dei ceti bassi o medio-bassi inglesi durante le loro sbornie liberatorie nelle ore piccole delle loro vacanze nelle isole del paese.

Quella volta invece erano stati dei civilissimi e apparentemente agiati turisti tedeschi che avevano insultato pesantemente, tramite il malcapitato cameriere di turno, tutti gli ellenici, scansafatiche, fannulloni e buoni a nulla, che vivevano dei “loro” soldi e dei “loro” risparmi. La ragione? Il menù era scritto solo in greco ed in inglese. Non però in tedesco.

“E’ arrivato il momento che tutto questo cambi!”, avevano minacciato a 360 gradi i presenti che non credevano nei loro occhi e orecchie.

I tedeschi sono un popolo che hanno dato il loro contributo nella storia e nella cultura di tutto il mondo e bisogna riconoscere che non è stato un contributo di poco conto. A cominciare dalla filosofia fino a tutti i rami delle scienze la loro presenza è indiscutibilmente pesante.

Come gli altri popoli europei, anche loro durante il 18esimo e il 19esimo secolo, tramite la loro cultura e le loro tradizioni si sono cercati la propria identità nazionale: dal romanticismo rivoluzionario di Johann Fichte e di Heinrich Heine fino al socialismo internazionalista di Ferdinand Lassalle e al comunismo rivoluzionario di Karl Marx. Tutte queste correnti, ben presenti come parte integrante del pensiero del popolo tedesco, sono sopravvissute fino alla sconfitta del primo scontro diretto tra imperialisti a livello globale che è meglio noto come Prima Guerra Mondiale.

Dopo la sconfitta però è cominciata una deriva chiaramente reazionaria di questo pensiero, una deriva che arriva fino ai nostri giorni. Gli artefici di questa deviazione culturale sono stati i vincitori della guerra, allora noti come Triplice Intesa, cioè gli Alleati. Con la pace imposta sotto durissimi termini economici, hanno per la prima volta diffuso nel popolo tedesco il senso collettivo di colpa e la cosa ha avuto due conseguenze tragiche per tutto il continente: il fallimento della rivoluzione tedesca del 1919 e la controreazione dell’ascesa del nazismo che portò al secondo scontro globale, la Seconda Guerra Mondiale.

Il senso di colpa collettivo è diventato una vera e propria ossessione dopo la fine di questa nuova guerra, in quanto ad aggravare il peso sulla coscienza dei tedeschi, oltre alle nuove decine di milioni di morti, vi furono anche i crimini sistematici, lo sterminio metodico e scientifico di gente inerme, perpetrati dai nazisti.

Il posto della Triplice Intesa è stato occupato ora dai nuovi alleati d’oltreoceano, amici e liberatori con la tipica caratteristica di masticare lo chewing gum e di comportarsi molto affabilmente e con grande comprensione verso popoli arretrati e ignoranti dei loro sofisticati costumi. Questi nuovi padroni hanno trasformato la Germania in una colonia e hanno coltivato il mea culpa dei tedeschi nei loro confronti, perché, come era già stato dimostrato dopo la prima guerra mondiale, un popolo in colpa è un popolo docile e facilmente maneggiabile.

Così, oggi, i tedeschi sono ridotti come entità statale a livello di azienda e la loro vecchia costituzione (quella del 1919) è stata sospesa e sostituita da qualcosa che si chiama “legge fondamentale”.

https://it.wikipedia.org/wiki/Legge_fondamentale_della_Repubblica_Federale_di_Germania

Lo ha dichiarato chiaro e tondo, vantandosene pure, il loro ministro delle finanze Wolfgang Schäuble: “Noi in Germania fin dal 1945 non abbiamo più quel concetto superato di sovranità dello stato nazionale sul quale ancora si basa la vecchia legge internazionale. La nostra Legge Fondamentale prevede di servire la pace nel mondo come partner coeguale in una Europa unita”.

A parte il fatto che la “vecchia” legge internazionale non è stata sostituita da una nuova ed è ancora in vigore, Dr Schäuble non ci spiega il perché i paesi di tutta Europa dovrebbero cambiare le proprie costituzioni rinunciando alle proprie sovranità. Ce lo lascia capire: evidentemente per fare un piacere non solo di tipo morale ma sopratutto economico alla Germania.

Così quei vecchi valori di tradizione culturale e nazionale sono andati perduti. Chi si ricorda più di Fichte, di Kant o di Schiller? Adesso sono le riviste spazzatura come Bild e Focus che sono la fonte preziosa della nuova cultura popolare:

http://www.express.gr/news/finance/269540oz_20100223269540.php3

In base a questo nuovo insegnamento i tedeschi potranno essere servi degli americani ma rispetto al resto dell’Europa sono sempre degli ariani. E’ cosa che stanno dimostrando senza ombra di dubbio in Grecia ma anche in altri paesi specie del sud e dell’est europeo.

E, come se tutto ciò non bastasse, adesso sono pure campioni del mondo! Oltre alla superiorità economica e (sottintesa) razziale, ora c’è anche quella calcistica. Messi! Ci hai delusi, neanche questa piccola rivincita…

Sembra dunque che tutto vada a gonfie vele per la cancelliera e il suo ministro. Ma è così?

Ultimamente sono venute fuori delle voci di disaccordo tra Berlino e i loro padroni, cominciando dalle spiate della NSA sui suoi “alleati”, tedeschi in prima fila. E poi, i gasdotti, l’energia, la Russia, la Cina, il commercio etc. E’ inevitabile. Più prende quota l’economia tedesca, più sente il peso delle catene attaccate ai piedi. E purtroppo per la cancelliera e per il Dr Schäuble l’unico modo per contrastare le pressioni neanche tanto nascoste o garbate del vecchio Sam, è l’esistenza di uno stato nazionale.

Non tanto per il suo esercito nazionale che in nessun caso rappresenterebbe un deterrente per la superpotenza americana. Quanto per la coesione interna del loro paese, la coesione sociale che non può esistere senza quella nazionale in periodi come questi. Periodi in cui si rischia di far la fine dell’Ucraina senza tante storie, quando meno te lo aspetti.

Cari campioni. Questo discorso vale anche per voi. Kiev non è tanto lontana come la carta fa credere.

Georgios

Fonte: www.comedonchisciotte.org

14.07.2014

Pubblicato da Davide

  • RosannaSpadini

    Purtroppo esistono oggi nelle nostre pseudodemocrazie morenti due canali di comunicazione delle informazioni, quella istituzionale mainstream che racconta una verità distorta a difesa degli interessi delle oligarchie euroatlantiche e quella della rete che diffonde invece la verità, libera da ogni sorta di condizionamenti.

    Ci sono centinaia di testimonianze in rete che ci documentano le continue violazioni dei trattati da parte della Germania a danno degli altri paesi PIIGS, soprattutto la Grecia, che poteva essere salvata da un’Unione Europea veramente solidale, dato che rappresenta il 2% del Pil europeo, senza parlare dell’acquisto dei titoli tossici che è stata costretta a subire, e dell’acquisto forzoso di armi tedesche.

    Girando su internet si incontrano follie tragiche che sembrano riproporre, in un contesto solo "apparentemente pacifico", le atrocità dell’ultima guerra:

    •    In Ucraina hanno sventrato un bambino davanti agli occhi della madre.

    •    In Usa i rabbini hanno denunciato il genocidio in atto nella striscia di Gaza, dissociandosi dalle atrocità provocate dalla violenza sionistica e ricordando che prima della nascita dello Stato d’Israele gli ebrei sono vissuti pacificamente per migliaia di anni a fianco degli arabi.

  • dana74

    è TUTTA COLPA DEI TEDESCHI SE CI SONO LE INGIUSTIZIE LO SAPPIAMO

    sionismo? Usa? Banche??
    No i tedeschi.
    Dai sterminiamoli che il mondo troerà pace e amore.
    il FMI con capitale a maggioranza statunitense che compone la troika???
    Ostaggio della nazione SCONFITTA NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
    Niente di più logico no?
    La Ue fa comodo ai tedeschi??? Ma quanto fa comodo agli Usa questo odio verso i tedeschi
    Ma tranquilli con il TTIP gli Usa, i buoni nel mondo ci ANNETTERANNO
    ANNETTERANNO LA SUA CREATURA
    È proprio Donovan (Acue /Servizi segreti OSS) con un memorandum datato 26 luglio 1950, a dare istruzioni per una campagna a favore del Parlamento europeo. Ed è una comunicazione del Dipartimento di Stato USA datata 11 giugno 1965 e inviata al vice presidente della Comunità Economica Europea (CEE), Robert Marjolin, ad invitare a «portare avanti in segreto» i progetti di Unione monetaria: «non se ne deve parlare fino a che l’adozione di proposte del genere diventerà praticamente inevitabile».                      “Proposte” che sono sfociate nel varo dell’euro, considerato dagli USA uno strumento di dominio sulle economie degli Stati europei, essendo più semplice controllare –piuttosto che una pluralità di valute ed istituti di emissione– un’unica valuta emessa da una sola Banca Centrale, a sua volta pressoché svincolata dalle esigenze politiche e finanziarie di ogni singolo Stato.

    fonte

    si si è tutta colpa dei tedeschi
  • ericvonmaan

    Al di là di tutto, lasciamo sport e musica fuori dalle questioni politiche e sociali per favore

  • Whistleblower

    E’ che estrarre metafore dal quotidiano fa tanto fino…il borghesume de fiji de macellari…

  • Gil_Grissom

    Perché gli intellettuali devono sempre mischiare il calcio con questioni di carattere politico, etico, razziale e culturale? Il calcio e’ uno sport e se proprio andiamo a guardare quello tedesco non e’ certamente il movimento piu’ ricco in Europa per disponibilita’ finanziarie, come potrebbe lasciar intuire invece la loro netta supremazia economica. E non hanno vinto nemmeno perché sono una razza superiore giocando semifinale e finale contro meticci e mezzosangue, hanno vinto semplicemente perché hanno saputo valorizzare il proprio vivaio in maniera eccellente e senza affidare le sorti dei loro club a strapagati stranieri enormemente sopravvalutati, tipo Messi il cui valore di mercato prima della finale eguagliava quasi quello di tutta la Germania. Diamo a Cesare cio’ che e’ di Cesare. Sul fatto poi che siano un popolo docile e totalmente asservito agli americani avrei moltissime riserve, il tedesco nel proprio animo e’ convinto intimamente di essere razzialmente superiore a chiunque, se dunque si genuflette di fronte a qualcuno lo fa esclusivamente per convenienza e in attesa che sia poi l’altro a genuflettersi di fronte a lui. La storia lo dimostra.  

  • Jor-el

    sono d’accordo al 100%.

  • Jor-el

    La maggioranza degli americani bianchi sono di origine tedesca.

  • Gil_Grissom

    Ma quando la Merkel e’ al cospetto di Obama non credi che dentro di lei pensi di essere al cospetto di un untermenschen afroamericano?

  • Georgios

    Politica e’ tutto ciò che si fa nella vita. Anche lo sport e’ politica anche la musica.
    Ogni attività umana e’ politica che lo si capisca o no. Non esistono scompartimenti stagni.

  • Georgios

    Chi e’ "il borghesume de fiji de macellari"? Il 98% dei greci?
    A meno che non ti abbia capito naturalmente, nel qual caso spiegati meglio.

  • Georgios

    Chi ha detto che e’ tutta colpa dei tedeschi?
    Quando però ogni tanto Schäuble o chi per lui fa le sue dichiarazioni sulla Grecia che comportano lacrime e sangue per migliaia di gente vagli tu a spiegare che la colpa non e’ dei tedeschi.
    Vaglielo a spiegare.
    O credi veramente che i tedeschi non hanno nessuna colpa?

  • RosannaSpadini

    Che la Germania non sia la locomotiva d’Europa, ma il rimorchio dell’Unione Europea, lo dicono da anni i siti di economia più accreditati, e le testimonianze sono davvero tante, basta girare per il web, andando però a parare nel posto giusto. Certo che anche gli USA hanno la loro pesante responsabilità, dato che sono espressione dell’impero globalizzato, ma entrambi congiurano per massacrare l’economia dei paesi PIIGS. Quindi la Germania ci ha fatto fessi tutti, violando sempre e sistematicamente tutti i trattati:

    http://www.rischiocalcolato.it/2014/05/colpa-dei-tedeschi-delleuro-dellevasione-fiscale-verminaio-corruzzione-politica-allexpo.html

    http://www.tempi.it/la-greci-costretta-comprare-armi-da-germania-e-francia-come-lo-vogliamo-chiamare-ricatto#.U8TzRyckQTA

    http://www.ilnord.it/c-2473_INCHIESTA_BOMBA_DEL_NEW_YORK_TIMES__AZIENDE_TEDESCHE_HANNO_CORROTTO_FUNZIONARI_GRECI_PER_VENDERE_ARMI_PER_MILIARDI
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/ecco-banche-tedesche-fanno-pagare-crisi-allitalia-848886.html

    http://www.unita.it/economia/merkel-vuol-dare-lezioni-a-tutti-br-ma-ha-banche-piene-di-titoli-tossici-1.431901

  • Georgios

    E chi sarebbero questi intellettuali?
    Chi sa scrivere? Allora siamo tutti intellettuali.
    Che significa "mischiare" il calcio con queste "questioni"? Cosa sono queste questioni? Il fatto, per dire uno, che ti trattengono in clinica il tuo bambino appena nato se non hai da pagare o se non sei assicurata? E ti piantonano pure la camera? E’ una di "queste questioni" questa? Cercare di trovare da mangiare nell’immondizia e’ un’altra di "queste questioni"?
    Quando nel 1978 Cruyff non e’ andato a giocare i mondiali in Argentina a causa del feroce regime assassino fascista che buttava per farli sparire i prigionieri politici nel mare dagli aerei militari, ha "mischiato il calcio con queste questioni"?

  • Georgejefferson

    Non la maggioranza,ma il gruppo piu grosso:

    Sempre secondo il censimento del 1990, il gruppo maggiore (circa 58 milioni di americani) è di discendenza germanica, mentre 38,7 milioni hanno origini irlandesi e 32,7 milioni origini inglesi. Cospicuo è anche il numero degli abitanti di origine italiana e slava. La maggioranza bianca, durante gli anni Settanta-Novanta, si è ridotta percentualmente sia per l’immigrazione proveniente dall’Asia, dall’America latina e da altre aree, sia per i tassi di crescita più elevati fra la popolazione di colore. Nel 1990
    i bianchi costituivano circa l’80% della popolazione statunitense, i neri il 12,3%, gli amerindi lo 0,8% e gli abitanti provenienti dalle isole dell’Asia e del Pacifico il 3%. 
  • Georgejefferson

    58 mln sono poco piu di un sesto della popolazione

  • Gil_Grissom

    Cruyff nel 1978 aveva piu’ di trentun anni e si era gia’ ritirato da un anno dalla nazionale, tutti i suoi compagni sono andati e non hanno avuto nulla da obiettare sul regime fino a quando non hanno perso la finale prendendo un gol da fessi negli ultimi minuti per dare poi la colpa al regime che secondo loro aveva comprato il mondiale. Due anni prima l’Italia del tennis era andata a disputare una finale di coppa Davis in un Cile dove c’era un regime addirittura piu’ bieco di quello argentino e ha fatto benissimo: se uno dovesse disputare delle manifestazioni sportive solo in paesi con governi che gli piacciono probabilmente non si terrebbero piu’ manifestazioni sportive. Se uno domani non volesse venire a giocare in Italia perché sostiene che Renzi e’ un dittatore? Lo sport deve occuparsi dello sport e la politica della politica, sono due mondi differenti e separati e la storia del calcio dimostra che spesso da umili origini e da situazioni socialmente difficili nascono grandi campioni, vedi Maradona e Pele’. Il tutto per confutare la sua ipotesi di fondo che la Germania ha vinto i mondiali perché e’ una superpotenza economica, la Germania ha vinto perché ha lavorato benissimo coi vivai a costo quasi zero, punto. Non servono spiegazioni socio-politiche per spiegare la disfatta del Brasile, una squadra scarsa e male allenata.

  • Eshin

    Mi sa che ci siano le colpe da condividere…….

  • Georgios

    "Il tutto per confutare la sua ipotesi di fondo che la Germania ha vinto i mondiali perché e’ una superpotenza economica".

    Va be… Lasciamo perdere.

  • Ercole00

    C’è sempre aria di PROPAGANDA anti-tedesca, che più o meno dura dalla prima guerra mondiale, e che gode di nuova linfa negli ultimi tempi.

    I beneficiari della SUPER_PROPAGANDA naturalmente non sono i pigs ma sempre gli stessi che la fabbricano da più di un secolo.
    Diciamo che come sempre i pigs vengono attizzati in funzione anti-tedesca per far comodo ai veri beneficiari che tutti conosciamo. Per essere chiari, mi riferisco a quelli che abitano in quel continente isolato dal mondo e che rompono i coglioni a tutti, di nome USA. Quelli che hanno il vizio PROPAGANDISTICO di accusare gli altri dei loro principali difetti.
    Nello specifico le accuse storicamente più gettonate dalla PROPAGANDA e attribuite alla Germania e ai Tedeschi sono queste:
    -Razzismo
    -Militarismo
    -Ambizioni di dominio.
    In tutte e tre gli USA battono Germania 7 a 1.