Vaccini Covid: il contratto Pfizer – Albania

Kit Knightly
off-guardian.org

Negli ultimi giorni, un presunto contratto di fornitura di vaccini tra Pfizer e il governo dell’Albania è diventato di domino pubblico e ha infiammato i social media.

Non contiene nessuna informazione veramente nuova ma, se fosse autentico, confermerebbe certamente i peggiori sospetti che molti di noi avevano avuto sui termini degli accordi per la fornitura dei vaccini.

Il documento era stato pubblicato per la prima volta nel mese di gennaio dal media indipendente albanese Gogo.al, ma era venuto alla ribalta nell’anglosfera solo tre giorni fa, quando l’utente di Twitter Ehden aveva pubblicato un lungo thread che ne analizzava il contenuto. Il suo account era stato subito “limitato” (è capitato anche a noi), ma potete leggere il suo blog qui.

Nell’interesse di una discussione aperta, e senza avallarne l’autenticità, presentiamo l’intero documento. Raccomandiamo a chiunque sia interessato di scaricarlo  [LEXO-KONTRATEN-E-PLOTE] , nel caso in cui sparisca dalla rete, come tendono a fare i documenti potenzialmente imbarazzanti.

Allora, il documento è autentico?

È difficile dirlo. Se si trattasse di una falsa fuga di notizie non sarebbe di certo la prima volta . Un documento che fa affermazioni stravaganti, che attira subito molti media alternativi, solo per essere sfatato e screditare tutti quelli che lo avevano riportato. Succede. È il motivo per cui ci si dovrebbe sempre avvicinare con estrema cautela alle “fughe di notizie.”

Un argomento a favore dell’autenticità del contratto è invece la mancanza di qualsiasi “enorme e rivoluzionaria ammissione,” che sarebbe il segno distintivo di un falsa fuga di notizie.

Da quando era stato postato da Ehden, sono trapelati altri “contratti” che contengono formule e clausole simili. Ma, dato che anche questi non sono provati al 100%, sarebbe sbagliato usarli per corroborarli l’un l’altro.

Indizi più certi si possono reperire sul sito web del Ministero della Salute israeliano, dove hanno una copia (pesantemente redatta) del loro “REAL-WORLD EPIDEMIOLOGICAL EVIDENCE COLLABORATION AGREEMENT” con Pfizer (abbiamo scaricato una copia anche di quello, per sicurezza).

Questi due documenti hanno alcune forti somiglianze.

Sotto “definizioni”, per esempio, entrambi usano lo stesso fraseggio, parola per parola, per le definizioni di “prodotto” e “affiliato/i.” Anche il termine “proprietà intellettuale” è molto simile. Come molto del linguaggio sotto “Termine e rescissione.”

Questa è la prova che il documento potrebbe essere reale…OPPURE è la prova che su Internet è possibile reperire buone fonti per le formule legali dei contratti standard di Pfizer, come utile risorsa per i falsari. Sono credibili entrambe le versioni.

Naturalmente esistono prove circostanziali a favore dell’autenticità del documento. Il fatto che l’account Twitter che lo aveva riportato sia stato “limitato” quasi immediatamente, per esempio. Il fatto che sia rimasto su internet per quasi sette mesi e non sia stato oggetto di una sola smentita ufficiale dalle parti in causa e non abbia suscitato l’interesse di nessun “fact-checker indipendente.” Questi sono tutti punti a suo favore.

Per ora, comunque, è difficile esserne certi. Ma supponiamo, per amor di discussione, che sia reale. Che cosa dice?

Finora si è parlato molto dei terribili termini finanziari, ma questo non è affatto insolito nei contratti fra gli stati e le imprese private. I governi si accordano su condizioni contrattuali terribili per il contribuente, mentre accettano mazzette qua e là o un lavoro tranquillo per il futuro. È così che funziona il mondo.

In realtà, nelle cinquantadue pagine, ci sono due paragrafi chiave su cui bisognerebbe concentrarsi.

In primo luogo, nella sezione 5.5 “Accordi con l’acquirente” [grassetto aggiunto]:

L’Acquirente riconosce che il Vaccino e i materiali relativi al Vaccino, e i loro componenti e materiali costitutivi sono in fase di rapido sviluppo a causa delle circostanze di emergenza della pandemia COVID-19 e continueranno ad essere studiati dopo la fornitura del Vaccino all’Acquirente ai sensi del presente Accordo. L’Acquirente riconosce inoltre che gli effetti a lungo termine e l’efficacia del Vaccino non sono attualmente noti e che ci possono essere effetti avversi del Vaccino che non sono attualmente noti. Inoltre, per quanto applicabile, l’Acquirente riconosce che il Prodotto non sarà serializzato.

Questo è semplicemente e logicamente inconfutabile. Prodotti chimici che esistono da meno di un anno, per definizione, hanno effetti a lungo termine sconosciuti. (Che, per inciso, è quello che abbiamo detto ieri e che ci è costato la sospensione da Twitter).

In secondo luogo, nella sezione 8.1 “Indennizzo da parte dell’acquirente” [di nuovo, grassetto aggiunto]:

L’Acquirente accetta di indennizzare, difendere e ritenere indenne Pfizer, BioNTech, ciascuna delle loro Affiliate, appaltatori, subappaltatori, licenzianti, sub-licenziatari, distributori, produttori a contratto, fornitori di servizi, ricercatori di studi clinici, terze parti a cui Pfizer o BioNTech o una qualsiasi delle rispettive Affiliate possano essere direttamente o indirettamente debitori di un’indennità basata sulla ricerca, sviluppo, produzione, distribuzione, commercializzazione o uso del vaccino, e ciascuno dei funzionari, direttori, dipendenti e altri agenti e rappresentanti, e i rispettivi predecessori, successori e cessionari di ciascuno dei suddetti (“Indennizzati”), da e contro qualsiasi causa, rivendicazione, azione, richiesta, perdite, danni, responsabilità, insediamenti, sanzioni, multe, costi e spese (inclusi, senza limitazione, ragionevoli onorari di avvocati e altre spese di indagine o contenzioso), anche se derivanti da contratto, torto, proprietà intellettuale, o qualsiasi altra teoria, e sia legale, statutaria, equa o altro (collettivamente, “Perdite”) derivanti da, relative a, o risultanti dal Vaccino, incluso, ma non limitato a qualsiasi fase di progettazione, sviluppo, indagine, formulazione, test, test clinici, produzione, etichettatura, imballaggio, trasporto, conservazione, distribuzione, marketing, promozione, vendita, acquisto, licenza, donazione, dispensazione, prescrizione, amministrazione, fornitura o uso del Vaccino.

In pratica, Pfizer è totalmente protetta da qualsiasi responsabilità legale nel caso in cui il suo vaccino causi effettivamente uno qualsiasi dei suddetti “effetti avversi che non sono attualmente conosciuti.” Un paragrafo successivo stabilisce anche che il governo dovrà pagare le spese legali di Pfizer nel caso in cui venga citata in giudizio.

E non c’è motivo di pensare che questo riguardi solo l’Albania. Chiaramente, se lo hanno incluso in questo contratto, lo hanno incluso in tutti i contratti. In Sudafrica, per esempio, è noto che Pfizer ha richiesto beni sovrani a garanzia del suo scudo legale.

Riassumendo, se il documento è reale, i contratti di distribuzione dei vaccini Pfizer:

Riconoscono che il suo prodotto potrebbe non funzionare.
Ammettono che potrebbe avere effetti nocivi sconosciuti.
Riconoscono che potrebbe essere citata in giudizio, se questo fosse il caso.
Assicurano la protezione legale dei suoi enormi profitti.

Lo sapevamo già. Ma è sempre meglio averlo per iscritto.

Kit Knightly

Fonte: off-guardian.org
Link: https://off-guardian.org/2021/07/29/covid-vaccines-the-leaked-pfizer-contract/
29.07.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Utente CDC
31 Luglio 2021 12:10

L’aveva già letta la notizia e quindi avevo letto alcuni degli articoli tradotti del contratto. La prima cosa che ho pensato è che chiunque firmi e sottoscriva questo tipo di contratto è un idiota totale. E non parlo del contratto in specifico ma come forma di contratto in generale. Immaginatelo come un contratto sottoscritto con un meccanico per delle riparazioni, per fare un esempio semplicistico. Io credo che nessuno ma proprio nessuno lo firmerebbe e denuncerebbe immediatamente il meccanico.
Ma, ehi, è il COVID, il buon senso e le leggi sono state archiviate. Non servono più!

Mark.Twain
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
31 Luglio 2021 16:37

Concordo totalmente.
Avete mai visto una sola parte contraente firmare e accettare tutti i termini del contratto, a prescindere? Perfino quei contratti capestro dei concessionari auto o delle assicurazioni prevedono che entrambe le parti lo sottoscrivano.
Le responsabilità sono di entrambe le parti.

Eppoi ci domandiamo perchè Wanna Marchi è riuscita truffare così tante persone…

LuxIgnis
Utente CDC
31 Luglio 2021 12:12

Che alle sta attesa di approvazione che poi non arriva mai!
E’ il secondo da ieri. Mi passa la voglia di commentare

danone
Utente CDC
31 Luglio 2021 13:30

Rifatevi la bocca, 37 min di aria buona.

Dr. Fabio Milani di Bologna, intervistato da Red Ronnie..
https://www.youtube.com/watch?v=RcooLk1A2DY

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
31 Luglio 2021 23:10

bravo, ottimo video. Da solo vale più di quanto ho letto o ascoltato nell’ultima settimana

Pfefferminz
Utente CDC
31 Luglio 2021 13:35

“l’Acquirente riconosce che il Prodotto non sarà serializzato.”

Qualcuno può spiegare cosa significa questa frase? Grazie.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
31 Luglio 2021 15:54

Me lo sono chiesto anche io.

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
31 Luglio 2021 18:32

Credo significhi che non sará fatto in serie, la produzione in serie presuppone che tutti i pezzi siano uguali, con quella frase l’acquirente accetta che ci siano differenze da un vaccino all’altro come se la produzione fosse fatta a mano (due pezzi uguali non li trovi).
Termine che si usa anche in cucina dove le pietanze non vengono mai serializzate, ogni cuoco ci mette del suo in base a quello che trova nel frigorifero.

ndr60
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
31 Luglio 2021 18:47

Potrebbe dipendere dal fatto che questi prodotti vengono distribuiti in lotti (ad esempio, un siero di controllo per sierologia o chimica clinica).
Però questi vaccini a mRNA dovrebbero essere a produzione standardizzata, ossia la sequenza di acido nucleico dovrebbe essere costante, quindi non me lo spiego. A meno che non contengano altre cose…

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  ndr60
31 Luglio 2021 19:50

“A meno che non contengano altre cose…”

È proprio quello il dubbio che mi è balenato nella mente, leggendo la frase “il Prodotto non sarà serializzato”. Non insinuo ovviamente che il vaccino non contenga l’mRNA, ma la quantità, la qualità, la purezza o altre caratteristiche potrebbero variare, chissà. Sempre che il contratto sia autentico.

Tra l’altro in rete circola un video in cui un membro del governo inglese dice che anche chi ha ricevuto il placebo avrà diritto al green pass. Ufficialmente nessuno riceve un placebo. Strano.

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
31 Luglio 2021 20:18

Ma se non ci fosse un gruppo placebo non ci sarebbe una sperimentazione, quindi il gruppo placebo c’è. Nei trial iniziali era stato dichiarato del 50 per cento, in questa fase dovrebbe essere del 30 o 40, e io avevo ipotizzato che fosse stato inoculato a chi non abbia proprio nessuna reazione al farmaco, ma per carità, è solo una mia ipotesi, magari è una gran sciocchezza. Però in questi giorni più fonti hanno detto che la sperimentazione con il placebo sia finita…

ndr60
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
31 Luglio 2021 21:57

Ho sentito anch’io la notizia della rottura della sperimentazione a doppio cieco, ufficialmente per “motivi etici” (ossia: i benefici del vaccino sono così evidenti, che non sarebbe etico non fornirli al gruppo di controllo placebo). Un’idea geniale: così non si sapranno mai gli effetti avversi a medio/lungo termine sicuramente attribuibili alla vaccinazione. Credo che sia la prima volta che uno studio simile viene interrotto, ma ci siamo abituati, è nata la Nuova Scienza: la Covidologia, che tutte le altre scienze si porta via.

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  ndr60
31 Luglio 2021 20:46

Potrebbero anche contenere altre cose, o, visto che é sperimentale si riservano la possibilitá di modifica in corso d’opera.
Ma la cosa piú ovvvia, visto che ne hanno la possibilitá, é di mettere le mani avanti, con quella dicitura coprono tutto, logistica, conservazione e produzione, non dimentichiamo che é o almeno dovrebbe essere ”roba viva” quindi soggetta a vita, morte e malattia.

Astronauta
Utente CDC
31 Luglio 2021 14:04

E qui casca la tesi che il vaccino non sia sperimentale.
Pertanto il codice di Norimberga parla chiaro.
Il rifiuto di un vaccino sperimentale è sacrosanto.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
31 Luglio 2021 14:08

La protezione legale non serve.Il codice di Norimberga punisce i fautori degli esperimenti che non sono scambi di denaro ma pene da scontare dopo la sentenza di un tribunale.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
2 Agosto 2021 6:35

Il problema è che le leggi sono mere codificazioni dei rapporti di forza. I “diritti umani” servono unicamente a rompere i coglxxni ai nemici dell’impero anglosionista, mentre i loro amici possono violarli a piacimento. Se la guerra la inizia Tizio, è un’aggressione; se la inizia Caio, è una “operazione umanitaria”. Il codice di Norimberga il potere se lo fuma nella pipa: è concepito fin dall’inizio per essere applicato a eventuali nemici. Pfizer & soci, e i loro referenti politici, potranno essere portati in giudizio solo dopo che la mafia globale sarà stata vinta. Ma per abbattere una forza c’è bisogno di un’altra forza.

ndr60
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
3 Agosto 2021 18:59

Infatti il Tribunale internazionale de L’Aia (ovvero la Corte Internazionale di Giustizia) serve appunto a processare e condannare i nemici di Lorsignori (come Milosevic). E se poi vengono assolti e muoiono nel frattempo, fa lo stesso.

Divoll
Utente CDC
31 Luglio 2021 15:53

“In pratica, Pfizer è totalmente protetta da qualsiasi responsabilità legale”… correggetemi se sbaglio, ma non era per ottenere una situazione come questa che le multinazionali volevano far approvare in Europa un accordo speciale? Sono anni che si battono per diventare onnipotenti e libere di evadere le leggi e le regole imposte da ogni stato.

AlbertoConti
Redazione CDC
31 Luglio 2021 17:55

E’ il lobbismo, bellezza!

Come per la commissione europea, che legifera facendo da passacarte ai testi scritti dagli avvocati delle multinazionali.

Non c’è neanche bisogno di mettere lo Stato, l’acquirente, con le spalle al muro per necessità. Lo Stato sono loro, ancora loro, sempre loro. Figuriamoci se non firmano gli ordini dello stesso padrone.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da AlbertoConti
nicolass
Utente CDC
31 Luglio 2021 22:12

Vorrei andare un poco fuori tema ma non troppo.. domando: vi pare possibile che i politici nostrani, giornalisti e direttori di giornali, massoni di ogni ordine e grado, faccendieri e finanzieri, prelati e pretacci, nobili decaduti .. tutti indistintamente cantino la stessa messa: vaccini, vaccini e ancora vaccini impermeabili a ogni ragionevole dubbio sulla loro efficacia e sicurezza?? .. A me non sembra credibile. Ora due sono le cose: o sono tutti più cretini di quello che sembrano ma mi pare francamente improbabile oppure hanno avuto rassicurazioni da chi realmente detiene il potere che loro e la loro progenie saranno tenuti indenni dal massacro sociale, economico e sanitario in atto come contentino per la loro completa acquiescenza all’ordine costituito. Onestamente non mi vengono in mente altre possibili spiegazioni ma se qualcuno se la sente di avanzarne delle altre ne sarei felice.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da nicolass
Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
31 Luglio 2021 23:36

Quindi dovrebbero essere tutti al corrente di quello che accade veramente e che a noi è ancora ignoto. Se è così, hanno ricevuto, oltre alle rassicurazioni, anche la promessa di mantenere dei privilegi anche in futuro, quando il resto dell’umanità, secondo i loro piani, sarà ridotto in schiavitù. È l’ipotesi più plausibile, io non ne ho una migliore. La partita si gioca allora fra deep state e conniventi vari, ipnotizzati dalla TV e il manipolo di renitenti pensatori fuori dagli schemi.
A proposito di Querdenker, domani primo agosto 2021 a Berlino si svolgerà la prima grande manifestazione antilockdown NON autorizzata.

IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
1 Agosto 2021 8:17

Giusta osservazione. Neanche una maestrina riesci a trovare fuori dal coro, e nessuno di rilevanza mediatica: un cantante, uno scrittore, attore, poeta, pittore o chiunque tragga beneficio dal grande pubblico, perché in Italia se arrivi a parlare al grande pubblico vuol dire che ti è stato concesso, in un lampo ti può essere tolto, infatti quando vedi qualcuno di famoso che fa una dichiarazione fuori posto hai l’impressione di osservare una stella cadente, bagliore di un istante che non torna più, esprimi un desiderio;)
Secondo me un Jovanotti o un Pelù credono veramente che si stanno vaccinando, poi di certo gli faranno punturina di fisiologica, perché se stramazzano sul marciapiede fuori dall’hub diventa un po’ un casino, ma i poveri artisti che ne sanno?! Loro si sentono ricchi e famosi, arrivati e realizzati, guai a pisciar fuori che casca tutto, del resto frega un caxxo

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
2 Agosto 2021 7:05

Pelù non era quello che cantava: “Giro di notte con le anime perse / sì della famiglia io sono il ribelle”…?
E poi, con maggiore sincerità: “Tutta la storia è una grassa bugia / Tutte le vite per primo la mia”.

ndr60
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
3 Agosto 2021 19:04

Concordo, è per questo che ammiro gente come Enrico Montesano (non proprio l’ultimo arrivato) che, a differenza di decine di suoi colleghi, si è schierato contro questa farsa.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
2 Agosto 2021 6:54

Sicuramente sono mossi dall’amore per il proprio “particulare”: promesse come quelle da lei segnalate, e la banale constatazione che i loro privilegi, visibilità, posizioni ecc. sono legate all’obbedienza dimostrata. Ma probabilmente molti di loro, soprattutto i più importanti, sono anche personalmente sotto ricatto: di scheletri nell’armadio devono averne parecchi.

25
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x