Home / ComeDonChisciotte / USA: PRATICHE DI FALLIMENTO

USA: PRATICHE DI FALLIMENTO

DI GIULIETTO CHIESA
megachip.info

La notizia del giorno, che non avete trovato sulle prime pagine dei giornali, è questa: gli Stati Uniti d’America hanno iniziato le pratiche di fallimento.
Senza dirlo esplicitamente, ma si capisce lo stesso.
Come? La Federal Reserve, cioè la Banca Centrale americana, annuncia l'”acquisto” di 600 miliardi di $. Lo chiamano acquisto (purchase) in termine tecnico, ma si deve leggere “stampa”. Altri 350-500 miliardi di dollari verranno prelevati dal debito che la Fed ha già acquisito, proveniente dai derivati tossici dei mutui facili, e “investiti”. Leggi immessi sul mercato.

Totale: all’incirca 1000 miliardi di carta, semplice carta, che la Banca Centrale USA stampa per comprare i titoli del debito pubblico americano. La mano sinistra eroga i soldi alla mano destra.
Se, a questi, si aggiungono (e occorre farlo, perchè sono a bilancio) i circa 800 miliardi già stampati per salvare le banche americane dal tracollo, si arriva a un trilione e 800 miliardi di dollari.
Una creazione di moneta che non ha precedenti nella storia di tutti i tempi.

Perchè lo fanno? Bastino alcune cifre. Nel 2007 la Cina comprava circa la metà (esattamente il 47%) delle nuove emissioni di cedole americane. Nel 2008, in piena crisi finanziaria, la Cina aveva ridotto della metà, al 20% circa. L’anno scorso gli acquisti cinesi si sono drasticamente quasi azzerati. Eravamo al 5%.
In queste condizioni non c’è più modo per pareggiare la bilancia commerciale degli Stati Uniti.
Con un debito di queste dimensioni bisogna inoltre mettere a bilancio 300 miliardi di interessi annui da pagare. Come? Non lo sa nessuno.

Non resta che fare ricorso al gioco delle tre tavolette, e puntare la pistola alla tempia del resto del mondo. La neo presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha subito reagito accusando gli USA di far pagare la propria crisi a tutti gli altri. L’effetto primo sarà infatti una ulteriore svalutazione del dollaro. Ma la situazione è molto più grave di una, per quanto pesante, impennata inflattiva mondiale. Questi sono i sintomi di una gigantesca perturbazione in arrivo. Il fisico Guido Cosenza, in un suo aureo libretto intitolato “Il nemico insidioso”, definisce come “transizione di fase” sul piano economico-sociale, una situazione come questa, simile al passaggio dell’acqua dallo stato liquido a quello gassoso. Processo che noi conosciamo con il nome di ebollizione.

Stiamo cominciando a bollire. Il che significa, appunto in termini economici e sociali, l’inizio del collasso.
A quelli che annunciavano l’imminente fine della crisi, la ripresa economica, una nuova crescita del PIL, va ora ricordato che mentivano, probabilmente per stupidità.
Quelli che ci hanno creduto o non se ne sono accorti di dovrà avvertirli affinchè si preparino a una decrescita ravvicinata e, quindi, drammatica.

Quando Larry Summers (uno dei principali bancarottieri intellettuali e pratici del pianeta) fu chiamato da Barack Obama per entrare nel suo governo, disse (bancarottiere ma non stupido): “Quanto tempo il maggior debitore del mondo potrà continuare a essere la massima potenza?”

E l’America, ex impero che non lo sa ancora, mandando a quel paese Obama, dimostra che non intende rinunciare alla sua posizione dominante. Un bel guaio per tutti, perchè l’America non può più imporre la sua volontà, proprio in quanto non è più un impero. Questo dice che loro sono in bancarotta e noi tutti siamo nei guai, e fino a che la lasceremo fare, ne pagheremo le conseguenze.

Giulietto Chiesa
Fonte: www.megachip.info
Link: http://www.megachip.info/tematiche/kill-pil/4983-usa-pratiche-di-fallimento.html

6.11.2010

VEDI ANCHE: USA verso la bancarotta (Passato e presente debito pubblico) parte prima, parte seconda,

parte terza

Pubblicato da Davide

36 Commenti

  1. Se io fossi un grande paese in sviluppo me ne infischierei della svalutazione del dollaro, a meno che rinunci alla mia sovranità monetaria e lasci che siano i dollari a finanziare la mia crescita. In tal caso tutti i miei sforzi produttivi andrebbero in tasca agli speculatori internazionali, che con soldi falsi presi a prestito all 0,25% mi comprano la mia economia che gli rende il 12%. Anzi di più, visto che dopo aver cambiato i dollari in valuta locale questa si rivaluta sul dollaro finto. E’ esattamente quel che succede coi BRIC ecc. Succede oggi, ed oggi stiamo tutti lì a guardare il grande furto, basato sulla grande truffa. Peccato che il principale truffatore nel frattempo si consolida e dispone della forza militare dominante. Gran brutta faccenda, non può finir bene, soprattutto se noi staremo ancora a guardare passivamente.

  2. Si sta per concludere la preistoria della società umana.
    http://holos.wgov.org/holosbank.com/unigov/Caos-it.pdf da http://www.unigov.org/parse.cgi?f=2&l=ita da http://www.unigov.org/
    L’umanità nel suo insieme può ancora (ma per pochissimo tempo) cambiare e salvarsi. Ma deve affrontare con il massimo realismo la realtà che pochi hanno determinato e molti hanno accettato. Insieme si può.

  3. che siano i miracoli della sovranità monetaria USA ??

  4. Da che mondo è mondo si sa che il pesce grande mangia il pesce piccolo
    quindi a che prò fare elucubrazioni moralistiche; chissà perchè mi viene in mente una
    scena del film Il marchese del Grillo in cui Sordi rivolgendosi a quelli con cui aveva litigato in una bettola dice loro , dopo averli fatto arrestare, : Perchè io sò Io e voi non siete un cazzo! Finchè consentiremo a USA di fare il bello e il cattivo tempo(alias Marchese del Grillo) dobbiamo prendercela solo con noi stessi contenti di comportarci come pecoroni.

  5. Infatti gli USa non falliranno mai..solo i fessi possono crederlo.
    Invece la BCE eh? nonostante la FED ha “stampato” 2000 miliardi di dollari continua con la sua folle logica del pareggio di Bilancio.
    TRichet è un fesso o lavora per gli interessi della FED nel credere che gli USa non stanno adottando la strategia del dollaro debole?
    Il dramma della FED è che i soldi li danno alle banche e non ai cittadini, ma l’importante è che ancora una volta si è dimostrato che non ESISTE NESSUN LIMITE DI DEFICIT!

  6. Azz… Giulietto ci sei arrivato solo adesso, da queste parti si discute a lungo su questo e sul dopo possibile. Vorrei anche far notare se mai ce ne fosse bisogno che FED non è un entità astratta ma nomi, cognomi e lobbys annnesse ben conosciute, ma di che stiamo parlando? come già scritto in un altro post: Urge nuova guerra, il problema è : bersaglio piccolo o grosso? Perchè se solo si azzarda a pensare di colpire i bankster el negrito è andato, naturalmente è una mia supposizione. La vedo nera!!! Signora Marchesa. NWO INCOMBE….

  7. Digitiamo una storiella, va’.

    Il prestidigitatore ha fatto bisboccia, non ha piu’ un soldo, ma vuole mantenere il suo sfavillante stile di vita. Indossa l’abito piu’ scintillante del guardaroba, si cala in testa un bel cilindro, e s’appresta a fare il giro degli amici. Per salutarli. Gia’ che c’e’ chiede a ciascuno di loro un piccolo prestito, fino alla prossima esibizione, non oltre. “Te li ripaghero’ sull’unghia, mi conosci, sai che mantengo le promesse.”
    Gli amici sono amici. Siccome sono tanti, il nostro prestidigitatore se ne torna a casa con un gruzzoletto ragguardevole: 1 Milione!.

    Fra qualche giorno ci sara’ lo spettacolo pubblico, deve allenarsi.
    Il numero di quest’anno consiste nella moltiplicazione dei pani e dei pesci. Non e’ un numero proprio originale, ma fa sempre il suo effetto. I pesci pero’ puzzano col tempo. I pani fanno un mucchio di briciole. Il nostro prestidigitatore, adegua il suo numero: moltiplichera’ il costo dei pani e dei pesci. Non per niente e’ un genio della prestidigitazione. Come fa’? Sarebbe un segreto, per cui vi racconto solo il contorno e non il dettaglio. Il nostro abile prestidigitatore prende il milione degli amici, siamo nel locale privato dove si allena, puo’ permettersi qualche errorino che poi correggera’ sul palco, e zacc. Zacc, moltiplica il milione in 100 milioni. “Ce l’ho fatta evviva evviva, sono bravo come un banchiere!”

    Il giorno della prima il numero della moltiplicazione del costo dei pani e dei pesci ottiene un enorme successo. Pubblico in piedi, applausi fragorosi, richieste di bis, tris, quadris. Alla fine la platea entusiasta lascia lo spettacolo, ormai finito, nuotando in un mare di soldi, quelli della moltiplicazione del costo dei pani e dei pesci.

    Toh, una bancarella. Il piccolo Filippo ha fame: “Mamma prendimi un panino col pesce fritto dentro”. Solerte la mamma gli prende il panino col pesce fritto: “Quanto fa’?”
    “Sarebbero 10 milioni signora, se vuole le indico l’equivalente in volume: una carriola di banconote, signora.”

    Oh ho dimenticato di dirvi il titolo del numero del nostro prestidigitatore:
    I pesci ed i pani di Weimar.

  8. Caro Cirano, hai ragione ma non ti chiedo “e allora che possiamo fare”?Dato che non si può fare un bel niente, e che “l’uomo forte” ha perso le forze, come una bottiglia di alcool aperta, l’unico modo per contrastare il buon biglietto verde, ma non solo, è la soluzione invisa da molti, una moneta complementare, che non abbatte il debito, ma sicuramente allevierebbe gli effetti di una inflazione.Mi spiace per chi non crede in questo, ma se non lo si fa, ci resta una guerra civile, come ho visto paventata da qualche parte, negli USA.

  9. Conosco bene la storia Weimar, infatti hitler con i suoi crediti risolse palliativamente, ma risolse, ed è quello che insisto io nel esporre lo stesso concetto, anche se capisco che oggi il contesto è diverso da ieri .

  10. Hitler risolse con il lavoro coatto. Milioni di disoccupati mandati a costruire infrastrutture, con cui fece emissione di moneta. Stalin fece esattamente lo stesso. Oggi ci scandalizziamo per Stalin, ma osanniamo Hitler. Com’é sta storia?

  11. Conosci così bene la storia della repubblica di Weimar che non sai nemmeno che Hitler con questa repubblica non c’entrava nulla. Anzi, la fine di Weimar coincide proprio con l’ascesa di Hitler.
    Hitler pensava che la repubblica di Weimar fosse stata costituita da traditori della patria e fu proprio il risentimento della maggior parte dei tedeschi verso questa repubblica che favorì l’ascesa di Hitler.

  12. se gli USA non avessero il po po di esercito che hanno sarebbero falliti da almeno 10 anni…altro che baggianate tipo sovranità monetaria, panacea di tutti i mali…

  13. bel commento…a mio avviso l’unico modo di combattere le politiche monetarie distorsive degli USA è creare una maggiore unità politico monetaria europea…e finirla di criticare immotivatamente l’euro…visto che la moneta unica è l’unica che possa contrastare efficacemente le distorte politiche monetarie statunitensi…

  14. bel commento…la situazione della Germania di Weimar è abbastanza simile a quella attuale dell’Italia e potrebbe assomigliarci molto di più se uscissimo dall’euro cista la pasta di taluni politicanti al governo…la Germania risolse il problema del debito pubblico scaricandolo sulle spalle del cittadino e del risparmiatore…un capolavoro truffaldino…e dire che recentemente si sentiva parlare di predere in considerazione da qualche politicante inetto anche il livello di debito privato per sollevare la posizione del bilancio italiano…salute all’oligarchia politicante…

  15. Non dirlo troppo in giro, la gente potrebbe incominciare a ragionare, non sia mai
    Aggiungo: e che il dollaro e’ ancora (per poco) la prima valuta mondiale utilizzata per gli scambi.

  16. Non e’ possibile che ogni tanto spunta fuori sempre qualcuno con i Dhana…
    Dietro alla Dhana c’è una società italiana, la Avatar S.p.A., controllata dalla Holos Holding, una società lussemburghese. Queste come altre fanno capo a Valerio Marusi Guareschi, e sono state oggetto di inchiesta da parte della Guardia di Finanza. Con la Delibera n.14551 datata 11 maggio 2004 la CONSOB ha vietato la sollecitazione ad ogni investimento riguardante la Dhana (vedi testo delibera n.14551 sul sito Consob).

  17. Assumere Summers, Geithner e Volcker quali principali consiglieri economici, ergo ultraliberismo senza se e ma, pone delle contraddizioni molto importanti. Altri sostengono che fece parte della strategìa desiderata invece.

  18. Si contestano le élites e le autorità che le rappresentano nell’interesse di pochi e contro la maggioranza della gente e poi, senza conoscere i fatti, si crede a quello stesso potere ed a quelle stesse autorità. Così, non cambierà mai niente!

  19. Senza conoscere i fatti… a meno che non sia un politico guarda che chi deve finire in galera la maggioranza delle volte ci finisce per davvero.
    Esattamente i fatti, cio’ di cui cerco sempre di informarmi, e allora prendiamo alla mano questi fatti. Anni fa chiesi ad un utente tramite corrispondenza privata (quindi non posso fare nomi senza il suo consenso, ma non lo vedo piu’ da molto qua in giro) cosa ne pensava dei dhana. Comunque se vuoi puoi tranquillamente obiettare.

    http://holos.wgov.org/asmad.it/home4.html (il sito e’ cambiato ma la sostanza e’ la stessa.)

    Oh mamma!
    Nel link che mi hai mandato recita: “Ogni Dhana è interamente garantita da capitali
    del valore nominale equivalente ad un grammo
    di Platino 999/1000 per Dhana”
    Questo si chiama “presa per il culo”…con le parole! Sembrerebbe che questi Dhana siano convertibili in platino! Invece se leggi bene il Dhana è garantito da capitali che hanno un valore NOMINALE EQUIVALENTE ad un grammo di platino 999/1000.
    Adesso andiamo a vedere quali sarebbero questi capitali…
    Nel sito si recita: ”
    Holos Holding S.A. ha garantito con 150 miliardi di capitale di Avatar S.p.A. la emissione dei primi 6 miliardi di dhana. Altre società garantiranno successive emissioni.

    Il controvalore della prima emissione è stato di una dhana per 25 euro, pari a 150 miliardi di euro di capitale posto a garanzia diviso 6 miliardi di dhana emesse.

    Dhana è una moneta a valore nominale garantito e convertibile nella sua base monetaria, cioè in quote di capitale detenute da chi la garantisce.”

    QUINDI IL DHANA è CONVERTIBILE IN EURO! CARTA PER CARTA…SEMPRE CARTA è…LO SAI QUANTO CI METTEREBBERO PER STAMPARNE ALTRA? POCO MOLTO POCO…

    E ancora: “Dhana è emessa in moneta fisica, elettronica e telematica”

    MI RICORDA QUALCOSA…LA MONETA CARTA STRACCIA-ELETTRONICA-TELEMATICA…CHE GIà ABBIAMO! PERCHè PASSARE DALLA PADELLA…AD UN’ALTRA PADELLA? CHE CAMBIA?

    ancora: “Chi fa parte della Repubblica della Terra accetta pagamenti in dhana”

    TI RICORDA QUALCOSA? REPUBBLICA DELLA TERRA…GOVERNO MONDIALE-MONETA GLOBALE. INSOMMA SE QUESTI DOVREBBERO ESSERE I LIBERATORI!

    e ancora:”Chi fa parte della Repubblica della Terra può cedere partecipazioni in cambio di dhana alle società che garantiscono dhana”

    CEDERE PARTECIPAZIONI? CIOè SI INVENTANO UNA MONETA E SI FANNO PAGARE? E’ MEGLIO LO SCEC ALLORA!

    e ancora:”Dhana non produce interessi. In qualsiasi momento dhana può essere convertita con quote di capitale che in qualsiasi momento possono essere convertite in dhana”

    CONVERTITA CON QUOTE DI CAPITALE…SPERO I FAMOSI EURO! NO PERCHè CAPITALE SONO ANCHE AZIONI, ECC. ECC.

    e ancora:”Tutte le monete nazionali sono oggi prive di garanzia reale”

    VERO. MA I DHANA SONO GARANTITI IN EURO CHE è UNA DELLE FAMOSE MONETE NAZIONALI PRIVE DI GARANZIA REALE! QUINDI ANCHE I DHANA NON HANNO GARANZIA REALE! CAZZO QUESTO è PRENDERE PER IL CULO CON LE PAROLE! QUESTI O SONO SCEMI O CREDONO DI ESSERE FURBI.

    e ancora:”L’esigenza di una moneta universale corrisponde alla natura universale della Repubblica della Terra. Gli individui che si riconoscono nello stesso governo devono usare lo stesso mezzo di scambio, la stessa moneta”

    DUE PAROLE…OH MAMMA! ECCO IL GOVERNO MONDIALE E LA SUA MONETA GLOBALE. ATTENTO…GLI INDIVIDUI CHE SI RICONOSCONO NELLO STESSO GOVERNO DEVONO USARE LO STESSO MEZZO DI SCAMBIO, LA STESSA MONETA.
    DOMANDA: E CHI NON SI RICONOSCE? LO AMMAZZANO O LO RINCHIUDONO?

    E ancora:
    1) Dhana è la moneta universale della Repubblica della Terra.

    MONETA UNIVERSALE DI UN GOVERNO MONDIALE. SAREMO TUTTI LIBERI!

    2) Essa rappresenta una frazione del valore di scambio della ricchezza che la garantisce.

    CIOè COME LE MONETE DI CARTA DI OGGI! CHE CAMBIA?

    3)Dhana è un prodotto, un mezzo, con funzione di valore di scambio.

    CIOè COME OGGI! ESSENDO UNA MONETA HA QUESTA FUNZIONE.

    4)La base del valore di dhana è costituita da capitali di società ed enti

    CHE TIPO DI CAPITALI? IN MONETA CARTACEA…AH BELL’AFFARE! SOCIETà ED ENTI…CON SEDE ALLE CAYMAN????? CHI…NOMI E COGNOMI PER FAVORE!

    5)I requisiti di dhana sono:

    valore costante nel tempo;

    garanzia effettiva del valore che rappresenta;

    convertibilità nella sua base monetaria;

    scambiabilità con qualsiasi altro valore o valuta.

    VALORE COSTANTE….MA SE è CONVERTIBILE IN EURO CHE COME MONETA CARTACEA INFLAZIONABILE PERDE DI VALORE OGNI GIORNO! PER IL RESTO HA LE STESSE FUNZIONI DI UNA MONETA QUALUNQUE. QUALE è LA NOVITà?

    6)Il valore costante è determinato dalla ricchezza che rappresenta.

    QUALE RICCHEZZA RAPPRESENTA? L’EURO!? ESSENDO CONVERTIBILE IN MONETA CARTACEA CHE PERDE DI VALORE…QUALE RICCHEZZA RAPPRESENTA???

    7)La garanzia del valore è costituita dai capitali delle società e degli enti che mettono la loro ricchezza a disposizione di chi emette la moneta.

    OH MIO DIO! CIOè LORO EMETTONO MONETA E TU CON I TUOI CAPITALI GLI DAI RICCHEZZA…MA VAFFANCULO! E’ UNA BANALISSIMA FIAT-MONEY CIOè UNA MONETA FIDUCIARIA COME L’EURO!

    8)La convertibilità avviene con quote di capitale delle società ed enti detenute dai soggetti che garantiscono la moneta.

    QUANTI SONO I CAPITALI? DOVE SONO? CHE TIPO DI CAPITALI SONO?

    9)La scambiabilità dipende dall’essere una moneta forte e non svalutabile.

    COME IL DOLLARO. ALTRA FAMOSA MONETA DI CARTA. PECCATO CHE SI SVALUTA ECCOME! QUESTI CREDONO DI ESSERE FURBI!

    10)Il nuovo sistema monetario introdotto con dhana si regola da solo, senza l’intervento di alcuna autorità monetaria. Sarà chi la usa a decidere la quantità di moneta circolante e quella di credito.

    PECCATO CHE VENGA EMESSA DA QUESTE FAMOSISSIME SOCIETà ED ENTI CHE METTONO I LORO CAPITALI A GARANZIA! QUINDI LORO SONO L’AUTORITà MONETARIA! SI CHIAMA TRUFFA.

    11)Si stabilisce così la completa indipendenza fra sistema politico e rapporti economici.

    BAH! QUESTA FRASE LASCIA IL TEMPO CHE TROVA. PECCATO CHE PARLINO DI REPUBBLICA DELLA TERRA!

    12)Chi chiede di far parte della Repubblica della Terra dichiara di accettare pagamenti in dhana e sceglie il sistema di pagamento che preferisce: moneta fisica, elettronica o telematica.

    MA COME NON C’ERA DI MEZZO LA POLITICA E PARLANO DI REPUBBLICA DELLA TERRA? E CHI NON ACCETTA DI FARSI PAGARE IN DHANA…NON FA PARTE DELLA REPUBBLICA DELLA TERRA? MI SPEDISCONO SULLA LUNA O MI AMMAZZANO? SPERO CHE A QUESTO PUNTO TI SARAI RESO CONTO DELLA PERICOLOSITà DEI NUOVI LIBERATORI! COMUNQUE ANDIAMO AVANTI, MI STO DIVERTENDO.

    13) Riceve 100 dhana che potrà utilizzare per qualunque tipo di pagamento

    E CHI LI GARANTISCE? DEVONO ESSERE MOLTO RICCHE QUESTE SOCIETà ED ENTI DA POTER GARANTIRE 100 DHANA PER OGNI ABITANTE DELLA TERRA. SARà PERCHè SONO GARANTITI IN EURO CARTA STRACCIA STAMPABILE IN 5 MINUTI? LI GARANTISSERO IN ORO O PLATINO O ARGENTO O RAME O ALTRO BENE FISICO E VEDIAMO CHE FINE FANNO! BANCAROTTA!

    14)Dhana non produce interessi. Le azioni ricevute in conversione danno diritto al riparto degli utili della società emittente in proporzione ai valori ed ai periodi di tempo durante i quali sono detenute. I dividendi sono pagati in dhana.

    OH ECCO…I DHANA NON SONO CONVERTIBILI IN EURO, MA IN AZIONI DELLE SOCIETà ED ENTI EMITTENTI. QUINDI SE SEI FORTUNATO E LORO HANNO I FAMOSI EURO TE LI DANNO, ALTRIMENTI TI PAGANO IN AZIONI. E QUANTO VALGONO LE LORO AZIONI?????
    MI RICORDA MOLTO PARMALAT E CIRIO…ANCORA CREDI NEI DHANA!

    STO RIDENDO! BASTA, CARO EARTH ADESSO SAI CHI SONO I NUOVI LIBERATORI. STAI ATTENTO A CHI PROMETTE RICCHEZZA E FELICITà.
    LA GENTE DEVE IMPARARE CHE è LEI CHE PRODUCE LA SUA RICCHEZZA E FA LA SUA FELICITà, NON DEVE DELEGARE NULLA.

    CONCLUSIONI: I DHANA SONO LA MONETA CARTACEA DI UNA DITTATURA UNIVERSALE. PUNTO.

  20. Per chi fosse interessato a leggere, dal Sole 24 Ore:

    Cosi’ Ben Bernanke prova a rispondere ai dubbi sul doping valutario

    Bernanke Attempts to Soothe Doubters
    At a conference, the Fed chief, Ben Bernanke, says, “Our purpose is to provide some additional stimulus to help the economy recover and to avoid, potentially, additional disinflation.”

    http://www.nytimes.com/2010/11/07/business/economy/07fed.html?nl=todaysheadlines&emc=tha25 [www.nytimes.com]

  21. Gli USA non falliranno e il deficit e debito non saranno un problema, finché il dollaro sará la moneta di riferimento mondiale ed avranno il controllo del mercato del petrolio e delle materie prime. Certo gli USA sono in declino, Obama e Bernanke lo sanno bene ma la storia é lenta e il crollo tarderá anni ad attuarsi (l’impero romano ci ha messo due secoli). Credo che anche Chiesa lo sappia é solo incazzato perché sa che per ragioni anagrafiche non lo vedrá.

  22. circa l80% dei titoli che verranno comperati grazie al QE2 più i circa 350 miliardi di rimborso di titoli già posseduti dalla FED avrà una vita residua tra i 2,5 anni e i 10 anni.
    il restante 20% tra titoli con vita residua tra i 1,5 e 2,5 anni e superiore a 10 anni.
    tutte le seghe mentali fatte circa questa operazione, non hanno permesso di rendersi conto di dove sta il trucco.
    se voi aveste un tbond USA potreste venderlo con un clic del mouse, se avete già un appoggio in dollari.(una società alla quale dopo aver versato un certo importo esegue per voi le operazioni finanziarie negli USA).
    il fatto che ci sia un mercato estremamente fiorente e liquido dei titoli non solo americani ma anche di molte altre nazioni, consente ad ogni possessore di tali titoli di venderli e quindi realizzare denaro.
    adesso, qualcuno mi spiega che differenza c’è tra un titolo e del denaro, se non qualche millisecondo di tempo per venderlo ???
    ed è qui la stupidità di tutti i commentatori che si sono persi dietro frasi fatte messe in giro apposta.
    l’incremento della base monetaria, non avviene perchè la FED stampa denaro se lo fa per acquistare titoli del tesoro, essa avviene nel momento in cui il tesoro emette i titoli !!!!!!
    infatti, prima dell’emissione esiste solo il denaro del futuro acquirente, ma dopo che ha comprato il titolo esiste sia il denaro in mano al tesoro , sia il titolo in mano all’acquirente.
    la tecnologia e il mercato hanno trasformato i titoli in denaro, rendendoli vendibili ad ogni momento.
    quindi guardare asl QE2 è come guardare al dito mentre la luna sono le emissioni di titoli !!! quelli aumentano la base monetaria.
    il qe agisce invece in un altro modo perverso, ovvero tenendo basso l’interesse su tali titoli, che in assenza o scarsità di compratori volerebbero alle stelle. e questa, a casa mia è manipolazione del mercato, ma di questi due fatti, emissione di titoli e manipolazione del mercato, nessuno parla e nessuno si lamenta.
    se questo non è essere polli, senza offesa per i polli, non so proprio come chiamarli.
    credo che qui occorra ricominciare seriamente a ragionare con la propria testa, e non a ripetere come dischi rotti quello che viene propinato.

  23. Il raginamento non fa una grinza, che scenari ti aspetti nel futuro?
    come si evolverà secondo te il braccio di ferro con le economie emergenti?
    possiamo aspettarci un QE3 QE4 QE5?
    grazie per la risposta

  24. secondo me il QE2 ha principalmente lo scopo di tenere bassissimi i tassi delle emissioni future di bond da parte del tesoro.
    ricorda che il deficit commerciale consiste nel ritirare merci, beni reali, e pagare con carta moneta.
    poi, chi riceve carta moneta, che non rende niente ma progressivamente si svaluta, preferisce ovviamente acquistare con essa dei bond, che almeno un minimo di interesse lo pagano.
    e questoporta alla elevata richiesta degli stessi.
    solo che essi, per l’ampiezza dei valori messi in circolazione hanno creato un mercato tanto ampio quanto “liquido” ( il che vuol dire che tu potrai vendere i tuoi bond conoscendo a priori sia il quando che il quanto incasserai in cambio), trasformando in pratica un investimento in liquidità.
    è questo fatto, questa trasformazione avvenuta sia grazie ai mezzi moderni, che alla quantità dei titoli in circolazione, che ha operato tale trasformazione di cui nessuno parla e pare nessuno si sia accorto.
    ma proprio la quantità di titoli in circolazione, la necessità del governo USA di emetterne altre quantità enormi, nonostante la FED cerchi di mascherarne (acquistandone parte di quelli in circolazione) il volume ed il valore, che stà preoccupando i detentori degli attuali titoli.
    fossero posseduti solo o in gran parte da istituzioni interne agli USA, sarebbe un eventualmente solo un problema interno, come in giappone, ma così non è e questo sta appunto, svalutando il dollaro.
    fino a quando ?
    dammi una sfera di cristallo e ti risponderò, perchè la decisione dei paesi che oggi acquistano bond è squisitamente geopolitica, non sicuramente di convenienza finanziaria.
    ma se , ad esempio la cina, deve continuare ad esportare, per accrescere la ricchezza interna e permettere alla sua popolazione di diventare essa stessa acquirente dei beni prodotti, DEVE continuare a far credito agli USA acquistando bond, ma fino a quando non te lo so dire perchè i cinesi sono perfettamente consapevoli che tale operazione è in perdita, perdita però che accettano per ragioni politiche.
    la mia sensazione , comunque è che gli USA stiano bruciando le ultime cartucce a loro disposizione, prima di provocare una crisi interna tale da impoverire talmente tanto la popolazione da trasformare il paese da importatore netto a esportatore netto, magari, e mi auguro di no, di armi.

  25. Certo nessuno ha la sfera di cristallo, ma si intuisce che se gli attori sono sempre gli stessi e si va ancora avanti “as usual” dopo il disastro combinato mi pare che la road map sia più che segnata non credi? O credi che basti un qualsiasi “Basel 3” a sistemare le cose? grazie x la risposta.

  26. Bravo amensa, hai la fortuna di possedere una testa pensante. Mica è solo una fortuna, non credere. Anzi, ti farà sentirei sempre più solo e incompreso. Bravo, comunque.

  27. concordo, anche per quanto riguarda la frecciatina a chiesa…è abbastanza comune il desiderio che l’impero del male di turno crolli, credo sia sempre stato sempre così per quanto riguarda gli imperi del passato e sempre così sarà…chissà quanto i barbari odiavano l’imperialismo di roma, l’opulenza, le frivolezze e l’omologazione culturale. esercito armato fino ai denti e controllo delle risorse. in più ai giorni nostri turbocapitalismo (globalizzazione). cicli che si ripetono.

  28. grazie a te per aver posto una domanda seria senza insulti….
    c’è una cosa che non ho detto, ed è che “c’è sempre una prima volta per tutto !!”, e se non bastasse “quando tiri una pietra in alto, per forte che la tiri, prima o poi ritorna a terra !!!”.
    quindi non è detto che tutto continui sempre così !!

  29. Questi giochetti monetari si capiscono meglio con un grafico animato.

    Non tutti si occupano di queste cose per cui le spiegazioni sono sempre benvenute. Una domanda conseguente a queste manovre, che interressa un po’ tutti: come mai le banche centrali continuano a stipare le loro cosiddette riserve valutarie in dollari? Mi sembra un modo molto subdolo per far pagare a tutto il mondo i debiti USA. E contemporaneamente indebolire tutte le altre valute, visto che sono garantite in $!

    Le manovre della portaerei USA sono lampanti: essendo pieni di debiti (denominati in $) fino al collo, cosa c’e di meglio che una svalutazione costante e controllata del $. Succede da decenni ormai. Anzi, a naso, mi pare che tutte le valute con il tempo perdano valore, rispetto ai beni tangibili. Quelle piu’ cariche di debiti decadono piu’ velocemente, quelle con dietro una gestione piu’ oculata decadono meno velocemente.

    Parlo da outsider, da persona qualunque, fuori dal giro. Se ho fatto osservazioni sciocche, chiedo venia.

  30. la tua osservazione non è ne sciocca ne fuori luogo.
    per capire il perchè di questo devi sapere che dalla fine della WW2 (seconda guerra mondiale) i commerci tra nazioni hanno cominciato a farsi in dollari.
    Gli USA che non avevano subito devastazioni sul loro territorio, a differenza di tutti gli altri partecipanti , si trovarono con una enorme sovracapacità produttiva.
    con centinaia di migliaia di uomini al fronte, riuscivano a produrre un incrociatore della classe “independent” AL GIORNO.
    più carri armati, cannoni, aerei, ecc….
    con la fine della guerra, il ritorno dei soldati sarebbero sprofondati in una crisi nera se non fosse partito il piano Marshall.
    con esso gli USA davano a credito tutto quanto agli altri serviva, acciaio, materie prime, ecc… scaricando così la loro enorme sovracapacità produttiva e creandosi tanti futuri debitori.
    d’altronde gli altri, distrutti dalla guerra , avevano bisogno di tutto.
    così, anche per stabilizzare i cambi, il dollaro venne annunciato convertibile in oro ( visto anche che gli altri di oro non ne avevano più avendo usato tutte le risorse per la guerra), e così il dollaro divenne la moneta internazionale.
    se tu vuoi del petrolio , che si paga in dollari, i dollari li devi prima avere, e perciò ogni stato si è creato riserve di dollari.
    con la crisi del 71 la convertibilità venne denunciata, ma ormai il dollaro era la base dei mercati.
    poi gli USA hanno cominciato a produrre meno, poi a indebitarsi, e qui si è entrati nel dilemma del creditore, il cui debitore non potendo saldare il proprio debito, chiede ulteriori prestiti al creditore, mettendolo nella condizione di dover scegliere se avccollarsi la perdita e non concedere ulteriore credito, oppure concederlo e sperare di non raddoppiare così la perdita.
    soddisfatto ?

  31. Bene. Questo spiega parecchie cose, anche il dettaglio che Saddam voleva commerciare il proprio petrolio in Euro anziche’ in $ e sappiamo come fini’. La stessa fine l’aveva gia’ fatta in Iran Mossadeq nei primi anni ’50.

    Prima della 2a guerra mondiale la Germania era un leader indiscusso del mondo occidentale. Le maggiori rivoluzioni scientifiche, i progressi della matematica di quegli anni ruotavano attorno a scienziati tedeschi. Le industrie non erano da meno.
    Mi sembra che oggi stiamo un po’ ritornando in quella situazione. E’ la Germania che tira il carro europeo, pur avendo dovuto sobbarcarsi i costi non indifferenti di una riunificazione a marce forzate. Se l’Euro tiene non e’ di certo per via dei PIIGS o dei paesi dell’est.

    Pero’ non tutta l’UE e’ Germanica, da qui gli sconquassi interni, i piccoli e grandi terremoti in gestazione nel sottosuolo dell’UE.

    Sempre faccio fatica a capire perche’ le banche centrali tengano riserve enormi di $. L’unica spiegazione che mi so dare e’ di tipo politico, per dimostrare la propria lealta’ agli USA, oppure per tenerli a galla, che e’ la stessa cosa. E’ una specie di tassa occulta che gli paghiamo sottobanco, convinti, piu’ che altro dal loro armamentario e dalle loro ex prestazioni belliche. oppure per paura, si teme un sistema diverso che potrebbe essere troppo “anarchico”, non controllato insomma.

    Mi pare che nell’altro mondo, cioe’ nel mondo non occidentale, si sia meno legati a questo imperativo di commerciare in $. C’e’ un’evidente volonta’ di smarcarsi. Il gruppo BRICS va in quella direzione. Credo anche con qualche preoccupazione, se ho capito bene: chi ha un’economia in buona ripresa teme la concorrenza “sleale” di un futuro dollaro supersvalutato; e teme anche di vedere svanire in nulla le proprie riserve denominate in $. D’altro canto mi pare un timore relativo, se si tiene presente la politica industriale USA abbastanza scellerata degli ultimi decenni: si sono svenduti la capacita’ produttiva per concentrarsi sulla cosiddetta finanza creativa. Eccezion fatta per le industrie legate al militare, al petrolio, ad Hollywood e in parte a quella dei computer (che comunque sono essenzialmente di componentistica asiatica, eccetto le CPU).

    La domanda per noi e’: dove ci portera’ il fatto di essere imbarcati sul Titanic USA? Come smarcarsi senza farci piovere sulla testa qualche drone dissuasivo magari nucleare? Ce la faranno gli Yankee a capire che i paesi d’Europa forse vedono le cose diversamente da come le vedono loro? Ce la faranno gli USA a ridimensionarsi senza sussulti sociali devastanti?

    Dietro questo dollaro ci vedo tutta una filosofia che ha sconvolto la funzione iniziale del dollaro, quella di emanciparsi dalla sterlina. Con il tempo (e con la FED, i bankster ed i militari) e’ diventato una specie di guinzaglio che tiene legati a se’ con la forza della persuasione del piu’ forte (di nuovo militari, bankster e media d’intrattenimento) paesi che potrebbero tranquillamente andarsene per i fatti propri senza bisogno di guinzaglio.

    L’idea del guinzaglio la si coglie nettamente nei discorsi ufficiali di Obama e dei suoi predecessori, naturalmente sotto le finte vesti dei presunti ideali USA, esportare la liberta’, eccetera. Non ci crede piu’ nessuno. Un po’ come avveniva nell’ex URSS, nessuno credeva piu’ ai discorsi ufficiali. In piccolo sta capitando anche in Italia: la fiducia nella classe politica e’ sotto zero.

    Come andra’ a finire? Si adeguera’ il gigante USA all’idea di avere i piedi d’argilla? All’idea di sedere con altri, giganti o nani che siano? All’idea di piantarla di parlare continuamente in termini allarmanti, ingigantendo pericoli si’ reali, ma molto piu’ contenuti di quel che vogliano darci ad intendere.

    Da questa situazione di tremenda ingiustizia sociale globalizzata ben difficilmente potremo mai uscirne con una mentalita’ di tipo americana. Nemmeno con una di tipo cinese. In fondo in Europa abbiamo l”esempio dei paesi scandinavi. Non dovrebbe essere troppo difficile individuare i pochi errori commessi nel loro sistema per adeguarvicisi. Non sara’ un caso che uno dei paesi con la minore differenza di benessere fra classi sia la Norvegia. Fara’ freddo a nord, pero’ c’e’ ancora un senso dello stato, del rispetto delle regole di convivenza civile, del disprezzo per il furbastro. Sara’ anche per quello che i norvegesi diffidino dell’UE, cosi’ com’e’ costituita oggi.

    Ho capito, c’attende del freddo, nel futuro prossimo.

  32. bel commento e quasi tutto sottoscrivibile.
    come ho cercato di spiegarti, le riservein dollari servono per permettere di affacciarsi ai mercati internazionali con la garanzia di poter pagare… in dollari, appunto.
    per il resto , anch’io spero, perchè è l’unica cosa che ci resta, in quanto ad esempi, non sono belli.
    l’ultima grossa crisi si è risolta con la WW2, e niente lascia sperare che abbiano trovato, a tutt’oggi, un modo migliore per risolverle.
    la cosa che mi lascia sperare è che complessivamente si sia prodotta una potenza distruttiva tale da annichilire l’intero pianeta non 1 , ma 100 volte.
    per cui ci pensino bene, diverse volte , prima di ricorrere alla “distruzione creativa” perchè probabilmente stavolta non ci sarebbe proprio più nulla da creare.
    ciao, e speriamo in bene…..

  33. Un piccolo appunto: il processo di passaggio di stato non è conosciuto come ebollizione, dato che il passaggio di stato avviene, ad esempio per l’acqua, anche a temperature più basse di quelle che si raggiungono durante l’ebollizione.
    Nel merito: come dare torto a chi ha scritto che sono cose un po’ vecchiotte? il centro studi francese di Frank Biancheri parla da anni del declino della potenza americana. Ma Il declino di un impero è scritto nel suo DNA. Se poi aggiungiamo che qualcuno, sul finire degli anni Sessanta-inizio anni Settanta, ha pensato di accelerarne la caduta sciogliendo i patti che fecero nascere il Gold Exchange Standard, la previsione è fatta. Certamente chi sostiene che comunque la moneta americana è unità di conto per le transazioni internazionali e che difficilmente si cesserà di usarla dall’oggi al domani non ha tutti i torti. D’altronde, come racchiudere la complessità delle relazioni internazionali in un articolo quando non basta un intero saggio per tracciarne solo il profilo? Se le generazioni che vivono oggi non moriranno tutte sotto l’egida del dollaro, è molto probabile che chi ha oggi 50 anni non ha speranza: tra guerre ai fantasmi, nemici fantasma e colpi di mano, l’avvoltoio del dollaro volteggerà ancora sui nostri corpi.

  34. errore sull’ebollizione: volevo dire che non è l’unico processo che porta all’evaporazione. Chiedo venia

  35. segnalo qui, perchè si parla di SU e perchè non so come fare altrimenti, un interessante articolo apparso su reseau voltaire sulla probabilità di veder confluire le testate nucleari presenti in Europa su territorio italiano e turco.

    http://www.voltairenet.org/article167438.html