Trasferirsi all’estero

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Molti stanno seriamente prendendo in considerazione la possibilità di trasferirsi all’estero. Tutto questo è già successo in passato, qui da noi e ad altre latitudini: quando un regime diventa talmente oppressivo da non lasciare margini, l’esilio diventa la strada maestra. Una volta raggiunta questa consapevolezza, si viene assaliti da un’altra domanda: dove vado? e si finisce per essere presi dallo scoramento. Allo stato attuale delle cose, scegliere di trasferirsi in un altro paese equivale ad una rischiosa scommessa: la realtà di oggi potrebbe mutare già domani, ed il rifugio sicuro trasformarsi in un altro Inferno dal quale fuggire sarebbe ancor più difficile. Ultimamente, per dire, la Croazia e l’Ungheria sembrano uscite dalla lista dei paesi “vivibili”. Le piovre del covidismo e del transumanesimo minacciano di raggiungere coi loro tentacoli ogni angolo del mondo. In questa fase diventa fondamentale condividere informazioni. Non siamo soli in quest’Apocalisse.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x