navigazione Tag

teatro

Neo Skēnḕ: l’arte come necessità

Il teatro e le arti visive si ritrovano su un nuovo palcoscenico di Giacomo Ferri per ComeDonChisciotte.org La mancanza di nuovi eventi e di spettacoli per i teatri e per gli spettatori, di occasioni pubbliche per gli artisti e gli appassionati d’arte, ha dato vita ad un’iniziativa che non si era mai vista prima. Il progetto, che nasce dallo storico dell’arte Simone Teschioni Gallo e dal gallerista Niccolò Mannini, ha origine da una battuta amara del direttore del Teatro di Rifredi…

Moni Ovadia furioso: “Teatri e cinema chiusi ma si dà priorità a Sanremo, siamo un paese miserabile”

fonte globalist.it L'attore e regista Moni Ovadia si è scagliato pesantemente sulla questione Sanremo, affermando che è "inspiegabile" che cinema e teatri siano chiusi ma per Sanremo si stia pensando al pubblico: "Per Sanremo il discorso della sanità non conta niente? Se Sanremo è più importante della cultura allora vuol dire che questo paese è perso per sempre". "Se non si capisce quale è il valore prioritario della cultura e si favoriscono le kermesse mediatiche - spiega - vuol dire che…

Zeffirelli, falso e cattivo: il genio dietro l’immagine perbenista

DI PAOLO ISOTTA ilfattoquotiduiano.it Si fingeva cattolico, ma era una “recchia”. Portava bei ragazzi nella villa a Positano. Poi il cameriere li accompagnava nei negozi e lui prendeva la “stecca” dai commercianti Zeffirelli, falso e cattivo: il genio dietro l’immagine perbenista Mi odiava. Ho fatto per quarant’anni il critico musicale, e ho attaccato alcune regie liriche sue risibili e demagogiche. Perché era un retore. Si fingeva cattolico, figuriamoci. Si fingeva un adepto di…

I padrini di Sfera Ebbasta celebrano il trionfo alla Scala

DI ALCESTE alcesteilblog.blogspot.com La prima alla Scala (o: della Scala) fu, decenni fa, un evento importante. Non tanto per la borghesia italiana, ma per la sinistra italiana. Lanciare uova sulle pellicce era ritenuto un atto sovversivo davvero katanga; comunisti e borghesi, invece, dissentivano, a diversi livelli da tali modi della contestazione più crassa. I primi poiché avevano ereditato corpi e ideologie severi, poco inclini all’esibizionismo; i comunisti disprezzavano quelle…