Home / Attualità / Sui somari, gli imbecilli, i pigri e gli eroi

Sui somari, gli imbecilli, i pigri e gli eroi

DIMITRY ORLOV

lesakerfrancophone.fr

Qualche tempo fa, ho postato tre disegni di magliette, senza alcuna spiegazione sulle ragioni. “Ecco delle T-shirts -ho scritto – prezzo ragionevole, in tutti gli stili e colori, spedizione gratuita per ordini oltre i 100 USD, ecc..” Esattamente come mi aspettavo, poche persone hanno capito e alcuni hanno ordinato delle T-shirts. Gli altri non avevano nessuna idea di dove volessi arrivare; taluni lo hanno anche confessato nelle discussioni.

Era un test. È stato un successo. Ora che gli otto disegni pianificati sono disponibili, offro la spiegazione completa e la ragione dietro a ciò, il mio ultimo sforzo umanitario per raccogliere fondi.

Al di là del tentativo di mitigare la falsa idea, sostenuta da alcuni di coloro che leggono regolarmente questo blog, che il contenuto di alta qualità sul Web cresce su un albero magico e che non è dunque necessario, secondo loro, pagare per esso, questa nuova iniziativa è stata progettata per risolvere uno specifico problema societario. Settimana dopo settimana, centinaia di migliaia di lettori vengono su ClubOrlov e scoprono un aspetto importante della realtà di cui non sarebbero stati consapevoli se gli stessi avessero continuato a prestare attenzione ai media tradizionali, che alcuni scelgono di qualificare come “presstitute”. Questo non è il mio caso, perché io rispetto le lavoratrici del sesso.

Ciò lascia a molti dei miei lettori la sensazione di sentirsi bloccati in una piccola minoranza di persone ben informate. Purtroppo è così: la maggior parte della popolazione rimane nell’ignoranza. Alcuni lettori vorrebbero identificare queste altre persone, ma da dove iniziare? Parlare di argomenti difficili con la famiglia e gli amici determina spesso di alienarsi dai componenti della propria famiglia e di avere meno amici. Come stabilire se una data persona valga la pena che gli si parli apertamente?

Le persone meritano che gli parliate? Qualcuna sì. E avrete bisogno di alcuni di loro come alleati. L’individuo solo è debole, ma anche un piccolo gruppo di persone solidali possono spesso perseverare contro tutte le aspettative. È una cattiva idea quella di affrontarsi da soli il futuro. La famiglia e gli amici potrebbero aiutarvi – se siete fortunati. Se questo non è il caso, è meglio iniziare a cercare! Ma dovete saper cercare persone con cui non solo si può parlare, ma di chi ci si può fidare e di cui avere rispetto. A questo punto della storia umana, è come se doveste infilarvi furtivamente in una stalla di notte, al fine di rubare un cavallo, per galoppare a pelo attraverso il territorio nemico. Meglio non scegliere un cavallo zoppo, permaloso o da rodeo.

In tutti i miei viaggi e le mie conversazioni, ho potuto testare su me stesso, senza alcun dubbio, che la decisione di sapere a chi parlare non ha nulla a che fare con la razza, l’età, la classe, il sesso, l’etnia, la nazionalità, il QI, la professione o l’attività, i trascorsi criminali, l’appartenenza ad un partito, a una banda o ad una milizia, l’affiliazione religiosa, la formazione o il grado militare, le abitudini di consumare alcol e droghe e tutto ciò che voi potreste cercare di utilizzare per catalogare la gente. Classificare le persone in base alle loro caratteristiche comuni, semplicemente non funziona. Così, per determinare con chi vale la pena dialogare, tutto ciò che abbiamo, è l’intuizione, le prime impressioni e i colpi di fortuna. Ma vi chiedo, è ben l’optimum a riguardo? No, non è il caso!

Ecco perché ho deciso di intervenire e aiutarvi. Questi otto disegni possono anche avere un qualche merito artistico, ma non esattamente sono arte. Infatti, devono essere considerati come strumenti di campionatura mentale di precisione. Ogni modello presenta un motivo nautico semplice, composto da un cerchio e da 16 punti della bussola. Nel cerchio c’è uno slogan e dentro il cerchio, un pesce. Lo slogan è un gioco di parole sul pesce. Non avete capito? Continuate a leggere!

Ognuno dei modelli risulta un test cognitivo. Quando voi camminerete indossando una di queste magliette, alla ricerca di persone a cui parlare, è possibile applicare metodi specifici, spiegati di seguito, per interpretare la maniera con cui la gente reagisce alla vostra T-shirt. È quindi possibile effettuare una determinazione obiettiva riguardo a conoscere se una persona in particolare vale. Tale determinazione si basa su uno strumento elementare dei consulenti aziendali, l’analisi in quattro quadranti. In questo caso, le due dimensioni spaziali sono:

Asse x: la persona ha capito? (No |) Sì) Asse y: la persona ha riso? (No |) Sì)

Le uniche persone con quali risulta interessante dialogare sono quelle del quadrante superiore destro (Sì, sì); Coloro che hanno capito e si sono messe a ridere. Seguendo l’analisi dei quattro quadranti, li chiameremo gli “eroi”.

Imbecille / Eroe / Somaro / Pigro

Questa tecnica produrrà un certo numero di falsi negativi: alcune persone ricadranno nella categoria somaro, semplicemente perché non hanno prestato attenzione, o non vogliono parlarvi, o entrambe. In ogni caso, poiché siete alla ricerca di persone che sono attente e vogliono parlare con voi, questa fonte di errore sistematico risulta avere poche conseguenze. Ma tenete a mente che… “Ehi, cosa ne pensi della mia maglietta?” è una manovra perfettamente accettabile per cercare di testare coloro che sembrano promettenti, ma non ci offrono attenzione, anche se potete dare l’impressione di essere ubriachi. Per evitare falsi positivi, il vostro tono di voce e il vostro linguaggio del corpo dovranno mostrare che siete seri e ponete una domanda seria. Risulta più facile se lo siete realmente, ma è anche suscettibile di generare falsi positivi. Vi trovate sul filo del rasoio.

Ciò implica una parte di tecnica per determinare a quale dei due quadranti superiori – imbecille o eroe – dovrebbe essere assegnata una persona. Quando un individuo ride, la ragione non è sempre limpida. Alcune persone ridono per lo stesso motivo per cui i maiali grugniscono: per niente. Fortunatamente, queste magliette sono specificamente progettate per evitare questo tipo di ambiguità. Ognuna delle camicette non contiene una battuta qualsiasi, ma un gioco di parole e non uno qualsiasi, ma un gioco di parole gratuito: un gioco di parole per un gioco di parole. I giochi di parole gratuiti sono una sottile forma di abuso verso il pubblico, ed i sogghigni che provocano sono spesso accompagnati da gemiti, mugugni e rotazioni degli occhi. Questi sottili indizi vi consentono di distinguere una persona che li capisce -un eroe – da un sempliciotto – uno stupido.

C’è anche una certa quantità di tecnica implicata nella determinazione di sapere se una persona ha compreso ma non ha riso. Avere un senso dell’umorismo è essenziale per la salvaguardia della propria salute mentale, allorquando si giunge a capire di cose che possono causare gravi disagi mentali (che sono una marea) e le persone senza senso dell’umorismo rappresentano un pericolo per se stessi e per la società ed è meglio evitarle. Se una persona dice qualcosa del tipo “capisco, un wrasse è il buon pesce” e “il vostro wrasse” suona come “il vostro… ass [culo, NdT]… su un piatto…Oh, adesso ho capito! È una minaccia velata?” E poi, invece di ridere, vi guarda come una mucca alla porta di una stalla, è probabilmente una persona senza umorismo – un pigro. Scappate!

C’è un’ altra causa, molto più rara, che non fa giungere a far ridere. In questo caso, una persona vi guarda e dice semplicemente: “Sì, è abbastanza divertente”, a volte seguita da una o due battute ancora più divertenti, tutto senza ridere o addirittura smorzando un sorriso. E’ il caso in cui quello che avete davanti a voi è un attore professionista. La commedia è una faccenda seria, e non dovreste aspettarvi di vedere un comico ridere con voi, non più di quanto vi aspettate di vedere il vostro anestesista svenire davanti a voi. Dovete sempre essere gentili con i comici, perché altrimenti faranno battute su di voi. Ma spetta a voi sapere se dover cercare di individuarli, perché sono molto suscettibili di non poter continuare a far battute, dato che ciò che accade nel mondo non si presta molto a far ridere.

Una volta che siete convinti che avete davanti a voi un eroe, c’è un controllo di sicurezza supplementare da fare. È necessario in qualche modo determinare se questa persona è un signore ‘so-tutto-io’. Sono pericolosi perché hanno spesso un certo difetto caratteriale che rende difficile, se non impossibile, a se stessi ammettere la propria ignoranza. Questa lacuna, in alcune circostanze, può portare a un comportamento imprudente e pericoloso che non li differenzia dagli stupidi del livello III (spiegazioni di seguito). In questo caso, alcuni dei disegni sono più utili di altri: certi pesci mostrati sono abbastanza equivoci. Poche persone al di fuori di quelli che sono esperti in Ittiologia, sanno cosa siano un napoleone, un passera di mare, un pagello o una carpa. Qui, potete utilizzare un semplice stratagemma: far finta di aver comprato la T-shirt d’occasione o che ve ne abbiano fatto dono, ma non sapete ciò che essa rappresenta. Innocentemente quindi ponete la domanda: “che cosa è un napoleone?” e quindi valutate la risposta. Se la stessa inizia con “Beh, credo che…”, allora avete un vincente. Se inizia da “Beh, ovviamente…” allora potreste avere davanti a voi il formidabile signor ‘so- tutto-io’. Ricordatevi tuttavia di chiedere “Lei sarebbe per caso un ittiologo?” per evitare falsi positivi.

Un ultimo punto. C’è un uso molto limitato di mostrarsi come pigri e ingenui. L’intelligenza senza umorismo è ugualmente negativa come l’umorismo senza intelligenza. Ma se i somari non sono necessariamente inutili, gli esseri umani sono utili in tutti i campi. Ad esempio, alcuni di loro sono dei buoni animali domestici. Vale a dire: il vostro soldato americano tipico dell’esercito può trasportare 40 kg, in realtà, poiché questo è il peso del suo kit. Dato che ci muoviamo verso un’epoca di combustibili rari e costosi, ciò avrà un impatto sui trasporti. Pertanto, certe capacità non devono essere ignorate. Ma solo pochi sono veramente utili. Fondamentalmente, i somari possono essere classificati in tre categorie di stupidità:

Livello I: potenzialmente molto utile. Le cose impiegano molto tempo a salire al cervello, ma alla fine ci si arriva, spesso dopo alcune imbarazzanti e grandi quantità di tempo e di sforzi. Questi somari sanno che sono pagliacci e tentano di compensare le loro limitate capacità mentali con l’onestà, il duro lavoro e la resistenza fisica. Finché le loro teste sono assegnate per altri scopi che pensare – come tenere un secchio d’acqua camminando in salita – i loro fallimenti intellettuali possono risultare senza conseguenze.

Livello II: Forse utile, ma non sono così buoni. Qualcosa sale, ma niente arriva alla zucca. Però il tipo ne è consapevole e non dimostra alcuna pretesa. Non ci prova neppure. Ciò è potenzialmente pericoloso, perché la capacità di comprendere ed eseguire ordini semplici con precisione è talvolta importante. Se la reazione standard ad un ordine abbastanza semplice è quello di starsene lì, i piedi piantati per terra, tristemente a biascicare, allora non è un elemento positivo.

Livello III: Non dovrebbe essere utilizzato per nulla. Questi idioti sono così stupidi, che non hanno alcuna idea di quanto essi lo siano… stupidi. Spesso sono convinti che sono gli unici ad avere ragione e faranno le cose più assurde e controproducenti, ripetutamente, attribuendo i loro fallimenti a chiunque incontreranno. Cosa c’è di peggio con questi livelli III, è che il ciclo di feedback negativo tra i pensieri sciocchi e risultati degli atti stupidi che ne derivano, risulta interrotto. Possono essere estremamente imprevedibili e capaci di gesti incredibilmente idioti da mettere in pericolo coloro che li circondano.

Ecco qui dunque i messaggi delle otto magliette, in ordine alfabetico. Per favore, ordinate le T-shirt che più vi piacciono, indossatele, andate in giro e trovate persone intelligenti che valga la pena di dialogarci. Inoltre, per favore, passate parola e condividete i link: il successo di questo progetto dipende da voi.

Cliccate sui link qui a seguire per ordinare una T-shirt specifica, o visitate il negozio on line per vederle tutte.

1. Best shirt gar none!
2. Please don’t be so koi!
3. Happy dace are here again!
4. I have a bream!
5. In cod we trust
6. I like to play the bass
7. Your plaice or mine?
8. Your wrasse on a plate

Nota di Saker Francophone: Dmitry Orlov è un po’ sarcastico, ma in fondo, egli pone la questione vera dei rapporti di relazione

 

  • Dmitry Orlov
  • Fonte: http://lesakerfrancophone.fr/
  • Link: http://lesakerfrancophone.fr/sur-les-cancres-les-fous-les-faineants-et-les-heros
  • 22.11.2016
  • Tradotto dal francese  per Comedonchisciotte.org da OLIVIER

Pubblicato da Davide

  • RUteo

    Il triumvirato per la segreteria del PD !

  • clausneghe

    Onestamente, non c’ho capito una mazza…