PFIZER: CENTRI VACCINALI NECESSITANO DI UN RIANIMATORE E DI UNA TERAPIA INTENSIVA SUL LUOGO DELLA SOMMINISTRAZIONE

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

cityperugia.com

Secondo Pfizer i soggetti vaccinati dovrebbero rimanere in osservazione almeno 15 minuti come da attuali protocolli. Ma già dopo i casi britannici, il CDC di Atlanta ha comunicato che i soggetti con gravi allergie, potrebbero essere vaccinati in sicurezza, rispettando un monitoraggio per almeno 30 minuti.

Gli esperti infatti raccomandano non solo che il vaccino deve essere somministrato in ambienti che dispongono di scorte, inclusi ossigeno e adrenalina, proprio per gestire le reazioni anafilattiche, ma anche defibrillatore per una sorte di rianimazione immediata a seguito dell’inoculazione di queste “oscure sostanze” capaci di manipolare il DNA creando in futuro qualsiasi tipo di reazione avversa o patologia potenzialmente mortale.

Questo sarà il primo vaccino nella storia che necessita di un rianimatore e di una terapia intensiva sul luogo della somministrazione, come indicato dalla Pfizer stessa !

Fonte: https://cityperugia.com/pfizer-centri-vaccinali-necessitano-di-un-rianimatore-e-di-una-terapia-intensiva-sul-luogo-della-somministrazione/

Pubblicato il 23.12.2020

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x