La Russia resta in mani solide e antimperialiste

www.lantidiplomatico.it

di Fausto Sorini

Il partito di Putin si riprende la Duma: sfiora il 50% dei voti (meno 4% rispetto alle politiche precedenti), il che significa, considerando anche i risultati nei collegi uninominali, che esso avrà una maggioranza dei due terzi che gli consente anche modifiche costituzionali.

I comunisti attorno al 20% (+7% sulle precedenti):un ottimo risultato. Il riequilibrio tra Russia Unita e il PCFR è un fatto positivo e condiziona a sinistra la politica economico-sociale di Putin. La politica estera è condivisa.

Tutti gli altri partiti minori che superano la soglia del 5%, con varie accentuazioni, sostengono il Cremlino.

Fallisce clamorosamente ogni tentativo di affermazione di forze politiche e orientamenti filo atlantici, ivi compresi quelli di Navalny.

La Russia resta in mani solide e antimperialiste.

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-fausto_sorini__la_russia_resta_in_mani_solide_e_antimperialiste/5694_43127/

Pubblicato il 21.09.2021

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
31 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
31
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x