LA MEMORIA DELL'ACQUA

A CURA DI LINO ROSSI

Nella foto, Jacques Benveniste

Riporto parte di un capitolo del libro “AQUA” di Roberto Germano – bibliopolis editore (1) – nel quale si può cogliere, volendolo fare, l’esistenza della “memoria dell’acqua”. Per la spiegazione teorica rimando ad altre parti del libro ed all’opera del Prof. Giuliano Preparata (“Qed Coherence in Matter, “dai quark ai cristalli”, ecc.).

È singolare osservare come gli scalmanati negatori del fenomeno operino in siffatta goffa maniera senza entrare mai nel merito delle questioni. Per loro il metodo galileiano vale solo quando risulta coerente con le loro convinzioni, che spesso coincidono casualmente con quelle di big-pharma. Niente convinzione? Niente fenomeno! Galileo sta calmo.

Segnalo che le prove dell’esistenza della memoria dell’acqua sono innumerevoli e sono riportate nel libro.Precisazione: il fatto che il vostro cane si guarisce assumendo un farmaco omeopatico con CH12 o superiore (senza molecole del principio attivo) non è una prova della memoria dell’acqua; men che meno se vi guarite Voi.
Lino Rossi

L’AFFAIRE
BENVENISTE
 

L’infausta
sorte dei basofili degranulati
 

Nel nostro
corpo circolano indisturbati alcuni tipi di globuli bianchi, o leucociti
che dir si voglia, meno comuni degli altri e che vengono chiamati ‘basofili’.
I basofili trasportano al loro interno delle piccolissime vescichette,
dette granuli. Una delle sostanze contenute in questi granuli è la
gloriosa ‘istamina’, una sostanza vasodilatatrice che tutti gli allergici
di questo mondo sanno essere fortemente connessa ai loro starnuti o
reazioni allergiche varie. Infatti, ciò che accade quando starnutiamo,
o la pelle si arrossa, ad esempio in presenza di polline di parietaria
o di una graminacea (cioè una “fonte di allergia” o “allergene”),
è che i basofili stanno reagendo alla sollecitazione esterna rilasciando
nel circolo sanguigno i loro granuli, cioè stanno “degranulando”.
A questo punto, a loro volta i granuli rilasciano l’istamina e quindi
i capillari della pelle, delle mucose, e dei bronchi subiscono l’azione
vasodilatatrice che genera gli effetti allergici che ben conosciamo,
e che in termini tecnici viene definita reazione anafilattica. In pratica,
se questi benedetti basofili non degranulassero… niente starnuti!!
Ed ecco presentato il primo protagonista dell’Affaire Benveniste.

Veniamo
ora al co-protagonista: l’anti-IgE. Alcuni medici – forse un po’ sadici?
– si sono accorti che si può rendere una persona, che di per sé sarebbe
niente affatto allergica, comunque sensibile a delle sostanze “allergeniche”
utilizzando un anticorpo estratto da capre compiacenti: il cosiddetto
antiIgE. L’anti-IgE provoca la degranulazione dei basofili e quindi
le reazioni allergiche.

Ora, veniamo
alla pietra dello scandalo, l’articolo apparso sulla famosa rivista
internazionale “Nature”, il 30 Giugno 1988: 

E. DAVENAS,
E. BEAUVAIS, J. AMARA, M. OBERBAUM, B. ROBINZON, A. MIADONNA, A. TEDESCHI,
B. POMERANZ, P. FORTNER, P. BELON, J. SAINTE-LAUDY, P. POITEVIN AND
J. BENVENISTE

Human
basophil degranulation triggered by very dilute antiserum against IgE

(degranulazione dei basofili umani innescata da antisiero IgE molto
diluito)

“Nature”,
333, 816-818 (1988) 

In questo
articolo vengono descritti una serie di esperimenti condotti utilizzando
diluizioni omeopatiche del co-protagonista: l’anti-IgE, che malgrado
ciò – vale a dire: essendo scomparso dal solvente acqua – induceva
comunque in misura statisticamente significativa la degranulazione dei
basofili umani in coltura. Da ciò il tormentone di “memoria dell’acqua”
con cui è passato alla storia questo celebre quanto controverso risultato
sperimentale.

Lo stesso
Benveniste si rendeva ben conto che si trattava di qualcosa di veramente
eclatante ed “anomalo”, infatti fece il seguente esempio:
è un po’ come se uno buttasse le chiavi della propria macchina nella
Senna a Parigi e poi raccogliesse dell’acqua a Le Havre per fare uno
stampo delle chiavi con cui riavviare il motore…

A questo
articolo ne fu affiancato un altro, anonimo (ma, scritto probabilmente
dal Direttore di “Nature”, cioè John Maddox), dal titolo
“Quando credere all’incredibile”, in cui si evidenziava l’inspiegabilità
teorica dei fenomeni descritti, e si invitavano i lettori a sospendere
il giudizio fino a ulteriori controlli: 

When to
believe the unbelievable,
“Nature”, 333, 787 (1988) 

L’omeopatia
aveva dunque trovato la sua “validazione” grazie ad un esperimento
di immunologia di base effettuato da uno dei più stimati ricercatori
del campo, il professor Jacques Benveniste? 

A me gli
occhi, please!
 

Gli ulteriori
controlli non tardarono a farsi attendere e si sostanziarono nella visita,
lunga una settimana, al laboratorio di Benveniste di tre ospiti ben
assortiti: un famoso illusionista ed ipnotizzatore statunitense, James
Randi (membro attivissimo dello CSICOP, Committee for the Scientific
Investigation of Claims of the Paranormal, lo zio d’america dell’italiano
CICAP, per intenderci), il direttore di “Nature”, John Maddox,
ed il sedicente “acchiappa-frodi” Walter Stewart.

Ebbene, cosa
accadde alle pluriennali ricerche di Benveniste, riprodotte in laboratori
italiani, israeliani, e canadesi, da ricercatori di valore internazionale
che firmavano lo “scandaloso” articolo, durante tali “magici”
e “ipnotici” “controlli”, effettuati da tre persone
e durati una settimana, descritti da Benveniste come uno “spettacolo
da circo”?

Ovviamente,
l’attitudine dei tre era di scovare il trucco, la frode, l’imbroglio,
dovunque esso fosse, e in ogni caso essi erano ben certi della fallacia
dei risultati pubblicati da Benveniste.

I risultati
della “verifica” dei tre, furono prontamente pubblicati su
“Nature” il 28 Luglio 1988 (rapidissimamente, cioè soltanto
28 giorni dopo la pubblicazione di Benveniste, quindi dobbiamo supporre,
senza alcun “referaggio” internazionale!!!): 

J. MADDOX,
j. RANDI AND W. W. STEWART,

`High dilution’
experiments a delusion,
(esperimenti con “alte diluizioni”:
una delusione)

“Nature”,
334, 287-290 (1988) 

Nella sua replica
su “Nature”, Benveniste li accusò di “caccia alle streghe”
e di “maccartismo”. Ed in effetti, ci chiediamo: questi “risultati”
dei nostri tre elementi sono stati riprodotti da qualche scienziato?
E quali scienziati avevano fatto da referee al loro articolo?
Si tratta di domande retoriche, anche perché l’articolo, malgrado il
titolo ben netto, parlava sì di “pseudoscienza”, ma non chiariva
il mistero della memoria dell’acqua, né accusava alcuno di alcunché!!
Per cogliere l’attitudine dei tre non basta leggere l’articolo, ma bisogna
interpretarne le intenzioni: si dichiaravano ben sicuri della buona
fede di Benveniste (quale magnanimità!), però riferendosi alla coautrice
Davenas, ringraziandola per i conteggi, insinuavano che non fosse in
buona fede, cosa che poi Randi ha in effetti dichiarato esplicitamente
anche se soltanto privatamente; si concludeva poi che c’erano stati
degli errori di campionatura statistica.

Torniamo al
“controllo” effettuato nel laboratorio di Benveniste. Dopo
i primi giorni in cui i nostri tre investigatori non riuscivano a trovare
nulla di sospetto nelle procedure del gruppo di Benveniste, ciò che
Randi racconta di avere infine fatto per scovare il truffatore è questo:
registrando tutto con una telecamera, le soluzioni furono etichettate
in laboratorio, poi furono portate in una stanza senza finestre e lì
le etichette vennero sostituite, la corrispondenza tra le vecchie e
le nuove etichette venne trascritta su un foglio di carta, poi piegato
all’interno di un foglio di alluminio, e imbustato e sigillato con uno
speciale adesivo per rilevare le impronte digitali, la busta fu attaccata
sul soffitto del laboratorio e Randi “segnò” una scala per
vedere se qualcuno l’avrebbe utilizzata per raggiungere la busta con
la decodifica. Vennero restituite, dunque, le provette per continuare
l’esperimento e poi tutti andarono a cena. Il giorno dopo si fece il
conteggio dei risultati, che risultarono tutti negativi. Mentre Randi
osservò che la scala risultava spostata e che qualcuno aveva provato
ad aprire la lettera con una matita, senza riuscirci. Il tutto viene
considerato “avvalorato” dal fatto che le ricerche erano finanziate
da aziende di farmaci omeopatici!! Sappiamo che non è neanche il caso
di ricordare che se si annullassero tutte le ricerche mediche perché
finanziate da case farmaceutiche, ben poche ricerche sopravviverebbero!

Va detto, poi,
che l’illusionista James Randi, ancora una volta privatamente (ma non
troppo, visto che era ad un convegno nazionale del CICAP) ha ammesso
con vanto di aver usato l’ipnosi durante le sue “verifiche”
nel laboratorio di Benveniste. 

Il fenomeno
esiste…
 

Dopo tutto
il polverone che si era sollevato e l’enorme discredito che era stato
gettato sulla “memoria dell’acqua”, il direttore dell’INSERM,
Philippe Lazare, licenziò la Davenas; e stava quasi per fare altrettanto
con Benveniste; ma, invece, preferì saggiamente attendere i risultati
di ulteriori esperimenti ripetuti il cui controllo aveva egli stesso
affidato all’esperto statistico, prof. Alfred Spira, direttore dell’unità
292 delI’INSERM. Nel Gennaio 1990, al termine degli esperimenti da lui
supervisionati, il prof. Spira si è così espresso: 

«II fenomeno
esiste, gli esperimenti hanno dato risultati positivi e tuttavia, benché
sia stata seguita una metodologia corretta, i risultati appaiono strani
dal punto di vista statistico. È un fatto che non riesco a capire né
a spiegarmi». 

Ben 9 anni
più tardi, uno studio effettuato in parallelo in 4 laboratori indipendenti
sparsi per l’Europa (Gran Bretagna, Italia, Francia e Olanda) – mentre
il coordinamento, la codificazione, la randomizzazione e l’elaborazione
statistica è stata effettuata da un gruppo di ricerca in Belgio – sembra
segnare l’inizio della “riscossa” di Jacques Benveniste: 

P. BELON, J.
CUMPS, P. F. MANNAIONI, J. STE-LAUDY, M. ROBERFROID, F. A. C. WIEGANT

Inhibition
of human basophil degranulation by successive bistamine dilutions: results
of a European multi-centre trial
(inibizione della degranulazione
dei basofili umani tramite successive diluizioni di istamina: risultati
di un test europeo multicentrico).

“Inflammation
Research”, 48, supplement 1: S17-18 (1999). 

I dati validi
da analizzare ammontano a 772; la degranulazione media del gruppo di
controllo è del 48.8%, mentre nel caso delle diluizioni elevate (omeopatiche)
è del 41.8%, con la probabilità che ciò accada per puro caso che
è minore di 1 su diecimila!

Eppur degranula!
Bisogna ripetere col prof. Spira che il fenomeno, dunque, esiste.

L’Affaire
Benveniste
sembra così cominciare a giungere ad un lieto fine per
Benveniste e per la scienza. Peccato che nel frattempo Benveniste sia
morto.

Bisogna, però,
sicuramente dare onore al merito a chi, non facendosi ingannare dalle
apparenze, ha proseguito a sperimentare seriamente, infischiandosene
della tendenza a ridicolizzare interamente queste ricerche. 
 

  1. http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=10309

Lino Rossi
www.comedonchisciotte.org
12.08.2008

39 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
sultano96
sultano96
13 Agosto 2008 12:46

lino la ringrazio dell’articolo offertoci ma temo che non sarà sufficiente per convincere oniap e chi come lui.
Mi può partecipare del suo segno zodiacale di nascita? Mi sono dimenticato d’inoltrarle la richiesta nei nostri precedenti post.
Di nuovo e cordialità.

LonanHista
LonanHista
13 Agosto 2008 18:16

-mi permetto di fare alcune domande: “”””””è che i basofili stanno reagendo alla sollecitazione esterna rilasciando nel circolo sanguigno i loro granuli, cioè stanno “degranulando”. A questo punto, a loro volta i granuli rilasciano l’istamina e quindi i capillari della pelle, delle mucose, e dei bronchi subiscono l’azione vasodilatatrice che genera gli effetti allergici che ben conosciamo, e che in termini tecnici viene definita reazione anafilattica. In pratica, se questi benedetti basofili non degranulassero… niente starnuti!!”””””””””””””””” D: però perché ciò non avviene in tutti gli individui? Perché in determinati soggetti in presenza dell’agente stimolante non avviene la degranulazione? A differenziarsi tra un individuo a l’altro è il sistema immunitario? Quindi la predisposizione alla reazione difronte ad agenti esterni(es.c’è chi per una puntura di un ape muore e chi no!)Oppure sono i “basofili” che si differenziano e sono predisposti in maniera differente tra un individuo e l’altro? In sostanza la funzione e la predisposizione dei basofili è la stessa per tutti gli individui? E le reazioni, le de granulazioni dipendono appunto dal contesto in cui i basolfili sono inseriti, contesto che si differenzia da un individuo all’altro.(es.si possono avere più o meno globuli bianchi-cioè soldati a difesa dell’organismo, e quindi la… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 3:12

scrivevo su voceditalia (e non su la voce) ma ho interrotto la collaborazione perchè LORO avevano posizioni laiciste. va bene criticare tutti, ma MAI gratuitamente. lo screzio è su quel sito.

alla luce di questa precisazione non so quante tue domande risultano ancora valide.

il motivo dell’introduzione dell’argomento della memoria dell’acqua è assai semplice: pensavo fosse ormai assodato che la memoria dell’acqua è un fenomeno fisico reale e riproducibile (tranne che per i talebani del cicap – ma ciò non sorprende).
da qui https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=4895 potrai vedere che mi sbagliavo. ho ritenuto quindi opportuno mettere in evidenza ciò che ancora proprio evidente per tutti non è. neanche per chi frequenta un sito libero come questo. non condivido le tue critiche a questo sito.

sultano96
sultano96
14 Agosto 2008 3:29

lonanhista mi permetta di rivolgerle alcune domande per meglio capire ciò che ha inteso esprimere nel suo lungo commento. Sostiene di avere più di un figlio, perciò perchè solamente uno ha manifestato allergia alla coperta merinos, dal momento, presumo, che anche il resto della prole e lei e sua moglie sarete dotati di analogo arredo? Se si, mi può spiegare perchè l’aspirina o qualsiasi altro tipo di farmaco, secondo i medici e Piero Angela, sortiscono lo stesso effetto su tutti i pazienti? Lino Rossi ed altri, non molti a dire il vero, continuamente avanzano proposte in questo forum, ma normalmente vengono attaccati ideologicamente e non con valide e supportate motivazioni, io stesso, in altre occasioni riguardanti le cure patogene, ho suggerito la lettura di Louise L. Hay “Puoi guarire la tua vita” che fornisce un modo diverso nell’affrontare l’eziologia delle malattie. In un altro articolo di questo forum inerente sempre la medicina- Appello: “La scienza medica e noi”- lei potrà sincerarsi di quanto da me sopra esposto. Un certo oniat è arrivato ad accusarmi di misticismo e sciamanesimo in base a cosa, lei l’ha capito? Non basta, si è espresso in modo riprovevole con massiccio uso di maleducazione e protervia,… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 3:35

il Prof. Giuliano Preparata l’ha spiegato il perchè. trattasi della coerenza connessa ai campi elettrodinamici quantistici: “QED coherence in matter”

oniat
oniat
14 Agosto 2008 4:17

Caro Lino , sarò anche uno scalmanato, ma questa nota storiella non dimostra assolutamente la valididità dell’omeopatia e mi sa che ti sei dato la zappa sui piedi. Al massimo dimostra che è stato documentato un fenomeno che è apparentemente inspiegabile. Ovviamente io credo più a Nature che a Germano e Benveniste, ma io ormai è assodato, secondo la vostra logica non aristotelica galileana simpatizzo per Big Pharma( forse ti dispiacerà sapere che in passato ho collaborato con voi e quindi anche voi siete sospetti). Scherzi a parte non ho alcuna simaptia per Big Pharma , ma ne ho meno ancora per l’irrazionalità condita con la paranoia. Comunque c’è da spiegare un piccolo particolare: ammesso e non concesso che esista il fenomeno descritto, cosa ha a che vedere con i preparati omeopatici? In altre parole perchè tale fenomeno ti autorizza a pensare che qualsiasi preaprato omeopatico di cui l’acqua conserverebbe memoria sia efficace? E poi perchè l’acqua conserverebbe memoria di alcune sostanze e non di altre? Che ne è dello spritz che ho preso al bar? e della purga che mia nonna ha preso nel ’23? Pensaci bene: mia nonna prende la purga, poi va in bagno, i suoi escrementi… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 4:50

caro Franco, se avessi letto, con sufficiente attenzione il libro di Germano, avresti scoperto che in queste faccende svolge un ruolo fondamentale la succussione o dinamizzazione. niente succussione? niente memoria (e dire che Hahnemann dovresti conoscerlo).
avresti anche scoperto che l’effetto memoria nell’acqua non è eterno e che dopo un certo tempo svanisce. c’è addirittura la curva.

mi dispiace che interpreti i miei strali come attacchi personali. intendo solo mettere in chiaro i concetti ed i fenomeni.

ricambio calorosamente.

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 4:53

ho risposto in un messaggio privato. saluti

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 5:10

il fenomeno è spiegabilissimo: trattasi della coerenza connessa ai campi elettrodinamici quantistici: “QED coherence in matter” – Giuliano Preparata – World Scientific

marko
marko
14 Agosto 2008 5:46

http://www.brainmindlife.org/benveniste.htm “Estratti i codici dalla busta si procedette alla conta e, con questa, si rovinò la festa a Benveniste: le diluizioni omeopatiche non producevano alcun effetto, ovvero l’acqua non rivelava alcuna proprietà magica come il ricordo e la creazione del fantasma di milioni di molecole. Il risultato era così nettamente evidente da non concedere alibi come quello invocato dagli indagati, ossia di un errore nella realizzazione del campione statistico. (…) Ma la commissione di Nature non fu l’unica a sottoporre ad esame l’ipotesi della memoria dell’acqua. (…) Lo studio fu promosso da Science et vie, rivista francese di divulgazione scientifica il cui prestigio è legato ad un attivo impegno a tutela della salute dei cittadini. I redattori della rivista ritennero un proprio dovere morale partecipare all’accertamento della verità, anche in considerazione del fatto che in Francia, in quel periodo, un medico su quattro prescriveva rimedi omeopatici. La ricerca promossa da Science et vie fu condotta quello stesso anno presso il laboratorio allergologico del Rothschild Hospital di Parigi: in nessuna delle prove fu mai possibile assistere ad un fenomeno che desse adito a qualche dubbio.” Ma, dico, provate ad applicare la logica: -in un bussolotto avete 99 palline bianche ed UNA… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 8:15

mi pare che l’ideologia dei rothschild in questo commento sia ben espressa.

siamo alle solite? non “capiscono” un fenomeno e … allora … il fenomeno non esiste. qui non si tratta di contare le palline. qui si tratta di fare degli esperimenti SCIENTIFICI (ben documentati nel libro indicato) – fase dell’osservazione. poi viene la teoria (CQED) e poi la verifica. la scienza si fa così. chi vuol studiare i campi elettrodinamici quantistici col pallottoliere, che si accomodi. equivale a pretendere che i bambini di prima elementare comprendano il modello standard.

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 8:20

questa ricostruzione dei fatti equivale a quella degli usraeliani che accusano la russia di aver attaccato la georgia. se guardi sul sito del cicap trovi proprio la ricostruzione cicappesca (ovvero completamente falsa, come questa).

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 9:06

allora marko … come la mettiamo con la relatività?

200.000 km/s + 200.000 km/s col pallottoliere fa 400.000 km/s.

invece la relatività ci dice che fa 300.000 km/s. Einstein è un deficiente?

come mai, caro marko, non perdi occasione per manifestare il tuo conformismo e la tua ignoranza?

oniat
oniat
14 Agosto 2008 9:10

Grazie Marko, non me ne voglia nessuno, ma finalmente un ragionamento sensato.

lino-rossi
lino-rossi
14 Agosto 2008 9:12

perchè prima di mettere mano alla tastiera non ti documenti? hai letto AQUA? hai letto “dai quark ai cristalli”? hai letto “QED coherence in matter”? prendi la pagina che non ti convince ed esponi i tuoi dubbi. le balle sono nel tuo pallottoliere.

LonanHista
LonanHista
14 Agosto 2008 14:02

Lino e sultano, chiedo perdono perché volevo dire tante cose ed alla fine non ho detto niente. COMUNQUE ANCHE VOI AVETE LETTO DI SFUGGITA QUELLO CHE HO SCRITTO SENZA RIFLETTERCI…TANTO è QUEL ROMPIBALLE DI LONAN HISTA CHE SI DIVERTE A PROVOCARE,,,E CHE DICE SEMPRE LE STESSE COSE..e da bravi italiani badiamo solo a quello che abbiamo da dire noi e non vale la pena riflettere su quello che dice un altro, perché ognuno ha la sua ragione da imporre.. invece se tra le cazzate e le provocazioni si riflettesse su quello che scrive lonan hista, si sarebbe appurato da mesi(se non anni)che l’europa è la vera vittima dell’iperinflazione del dollaro, perché bce e fed sono strettamente imparentate ed oltretutto ai figli di p*****a della city(londra,vera dominus del danaro che si crea)fa comodo avere il piede in 2 staffe:la sterlina ballerina su cui speculare e l’euro iperapprezzato che tutela il capitale finanziario sia mobile che immobile a scapito della produttività e quindi di tutta la società europea. (ED OLTRETUTTO SE LINO ROSSI E SULTANO ALMENO LORO, NON HANNO ANCORA COMPRESO CHE DA 20 ANNI LA POLITICA ECONOMICA DI USA ED ITALIA è ARCHITETTATA, ORCHESTRATA MANOVRATA E POSTA IN OPERA DA GOLDMAN… Leggi tutto »

danpar84
danpar84
14 Agosto 2008 16:13

Mi dispiace ma non sono d’accordo con alcune cose scritte da te. Che la Goldman Sachs influenzi la politica italiana sarà anche vero…ma non possiamo addossare a loro tutte le colpe! Con questo nn li voglio giustificare, tutt’altro, ma credimi che tra Italia e gli altri paesi europei c’è un mondo di differenza. Sai perchè l’Italia e gli Usa hanno Grillo e Moore e gli altri no? Perchè entrambi sono governati alla cazzo di cane! Gli altri paesi nel mondo non sono certo perfetti, ma te lo sei mai fatto un giro in Germania? Io sì, e ti dico che c’è un abisso di differenza! Fatti un giro e vedi se ci sono delinguenti, spacciatori, prositute (ok ci sono quelle dei night ma sono legali)…in sei mesi nn ne ho beccato uno, fortuna? Io non so se Grillo e Moore sono pagati per tastare il polso agli italiani, io mi limito a giudicare x quello che dicono e fanno, e quando hanno ragione li elogio, quando sbagliano li critico. Che ne sai te che sono pagati? Dimostramelo! Poi dici che l’evoluzionismo è la più grande cazzata partorita dalla mente…quella dell’evoluzionismo è una teoria, quindi perfezionabile, ma che basi hai x… Leggi tutto »

sultano96
sultano96
15 Agosto 2008 2:04

lonanhista sicuramente è un mio limite ma mi era parso che il suo commento avesse come tema la cura della patologia, e in tal senso sono intervenuto, se non le sono stato d’aiuto me ne rammarico profondamente. Come al solito, però, la lingua batte….e lei ha spostato il bersaglio sull’economia, a mio modesto avviso completamente fuori tema, mi risponda a proposito, come già in altre occasioni l’ho invitata ad attenersi. La invito, in futuro, a non assimilarmi a chicchessia, per quanto riguarda la questione socio-economica, per me, ha già la soluzione, da molto tempo partecipatagli. Su Tremonti la penso esattamente come lei e tutta la classe politica, come più volte in questa sede sostenuto, la farei passare per la rupe Tarpea. Mi riferisco a circa un milione di italiani, perchè tanti sono coloro che vivono di gestione socio-amministrativa. La invito, inoltre, a non citare più i “grembiulini” perchè è evidente che la materia, come a moltissimi altri, le è del tutto sconosciuta! Se un individuo ragionasse con la propria testa come potrebbe agire nell’agone politico, sede del compromesso? Alle forze occulte che governano le masse abbisogna di individui facilmente manovrabili, per qualsiasi motivo: sesso, denaro e potere; pena l’eliminazione fisica,… Leggi tutto »

LonanHista
LonanHista
15 Agosto 2008 18:45

Dovrei astenermi dallo scrivere quando sono incazzato. E come si fa a non essere incazzati quando si è costretti a subire?Quando devi sopportare le angherie e devi sottostare al fatto di essere trattato come un auto a noleggio, il caporalato legalizzato delle agenzie interinali e quindi operaio precario devi lavorare per le tasse per il padrone e per le adecco.e poi per ricevere il magro stipendio(sempre il livello più basso) devi elimosinare e addirittura trovare 17 ore di straordinario non pagate. E chi mi dovrebbe tutelare invece va per salotti, svacanza a capalbio partecipa ai convegni, alle solite chiacchiere della sinistra intellettuale che come argomento ha solo berlusconi, e senza berlusconi avrebbero parlato degli animali abbandonati,Oppure i parassiti sindacali che difendono i parassiti come loro, gli impiegati statali che escono prima dal lavoro e si fanno timbrare i cartellini dai colleghi. Perché succede questo?Perché dopo la caduta del muro è in atto un piano volto alla cinesizzazione delle masse. Quando c’era lo spauracchio sovietico ed il pci i padroni hanno dovuto concedere alla massa.Oggi lo spauracchio sovietico non c’è più ed i padroni si riprendono quello che avevano dato, INFATTI I RICCHI DIVENTANO SEMPRE PIù RICCHI ED I POVERI SEMPRE… Leggi tutto »

danpar84
danpar84
15 Agosto 2008 20:36

Ti rispondo x punti: 1) sono pienamente d’accordo con te sull’inutilità (ma ti dirò di più…sul danno all’umanità!) della sinistra e dei sindacati italiani 2) il tuo pensiero su grillo e moore è e resta un pensiero…il tuo discorso può anche essere vero, ma non dimostra che Grillo e Moore siano pagati x tastare le masse. E comunque meglio un grillo, seppur pagato dall’alto, che dice cose giuste e non mentana&co che sono anche essi pagati dall’alto no? 3) E’ vero che probabilmente senza acqua non c’è vita, ma è anche vero che la sola acqua non porta alla vita. Immagina un pianeta con un grande oceano d’acqua, senza una molecola organica (la cui nascita non è detto che dipenda dall’acqua)…non troveresti neanche un pesciolino rosso in quell’oceano 4) è vero il problema italiano non è solo berlusconi e la goldman sachs…ma sono gli italiani! Se non c’è chi davvero rappresenta le masse sarà perchè forse è quello che ci meritiamo no? 5) non so cosa ti dia tutta questa fiducia su cofferati…io sono stato un anno e mezzo a Bologna e la sua politica non è che mi abbia entusiasmato! A me sembra uno dei tanti… 6) purtroppo è… Leggi tutto »

sultano96
sultano96
16 Agosto 2008 2:06

LonanHista siamo alle solite! Lei gode fino all’orgasmo nel leggersi, ma zero come impegno per capire quello che le viene proposto. Psicologicamente parlando l’allergia di suo figlio significa non riconoscere il proprio ruolo nella vita, e te credo con un padre come lei! Invece di vomitare livore ed invettive dovrebbe ritirarsi nel deserto per 40 gg. a meditare, ne subirebbe una catarsi evolutiva. Cosa spera di ottenere comportandosi maleducatamente nei confronti del prossimo? Nessuno le ha mai detto che si raccoglie ciò che si semina? Sia io che Lino Rossi al posto di critiche le abbiamo offerto soluzioni e lei come ci ha ringraziato? Antropocrazia significa potere all’uomo, ma tali bisogna esserlo, se il progetto in questione non è ancora in essere significa che non ci sono uomini ma surrogati! L’antropocrazia ha le sue radici nella storia dei tempi e al suo interno prevede il reddito di cittadinanza che risolverebbe i suoi problemi economici e non solo, d’incanto. Ma lei non trova il tempo di studiarla è troppo impegnato a detrarre me e tutti coloro che si sono offerti per aiutarla moralmente. A gente come lei dovrebbe essere tolta la possibilità di procreare altro che la ghigliottina per il suo… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
16 Agosto 2008 4:01

prendo le ferie e poi leggo.

mannaggia! ma con la sintesi proprio non ci vai d’accordo?

lino-rossi
lino-rossi
16 Agosto 2008 11:43

Per LonanHista D. … Sarò generico: come mai negli ultimi anni sono apparsi fenomeni di allergie che fino a 20 anni fa non esistevano? R. molto dipende dalle vaccinazioni; molto dal grano che non è più grano. Dal dopoguerra è tutto OGM attraverso radiazioni nucleari. Gli enzimi giusti molti li hanno e molti no. Idem per tutte le altre trojate che ci fanno mangiare. Grazie per l’istruttivo insegnamento della lana merinos. D. … Mi si consenta ma questo è un paragone del ca..o. Dall’acqua della senna non si può certo fare lo stampo delle chiavi. MA LA SENNA Può BENISSIMO TRASPORTARE LE CHIAVI. ..questa è la sottile differenza. R. quando eccedi CH12 non c’è più neanche una molecola del principio attivo, quindi ha ragione Benveniste. Le chiavi non vengono ritrovate e l’informazione delle chiavi è nell’acqua (senza chiavi). D. … forse anche il suo padrone signor Lino-Rossi? R. su “la voce” c’è un errore (scrivevo su voceditalia e non la voce). Spero che tu ti sbagli circa il nostro futuro, ma non è fa escludere lo scenario che hai disegnato. Ora scrivo su soldionline. D. … politiche economiche dissanguatrici impoveriscono la massa. R. hanno scritto la stessa cosa sia Geminello… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
16 Agosto 2008 12:38

la memoria dell’acqua deriva da proprietà dei campi elettromagnetici quantistici. circa la bontà dei rimedi omeopatici, dipende dall’esperienza di chi li prescrive o da dove attinge le informazioni.

LonanHista
LonanHista
16 Agosto 2008 21:32

ATTENZIONE: Non ho la pretesa e neppure la capacità di informare ne tantomeno divulgare chissà quale verità. Mi piacerebbe solamente che ciò che leggerete sia uno stimolo, un incentivo ad attivare la vostra curiosità e cercare notizie ed approfondimenti ai temi(tanti) trattati in questo commento. consiglio di fare il copia&incolla e mettere questo pezzo in word badando a fare degli stacchi dove ho messo le righe tratteggiate==== Siccome il commento appare senza stacchi e spazi, comportando difficoltà nella lettura,dando un senso di “appiccicaticcio”consiglio appunto di fare il copia&incolla e trasportarlo su word badando di lasciare spazi di 2-3 righe dove io ho messo i tratteggi===== Sembrerà assurdo, ma sono un “analista” dilettante che ha un suo metodo di studio e valutazione. Ciò che leggerete e che avete letto di mio, non è inventato o preso per sentito dire(quando succede lo specifico),ma frutto di 30 anni di studio e di informazione, arrivando a leggere per un certo periodo(per comprendere le differenze) 12 quotidiani al giorno e per anni ho letto contemporaneamente espresso panorama avvenimenti europeo, assistendo al mutamento radicale dell’informazione in Italia,iniziato con l’avvento della tv commerciale e conclusosi con la caduta del muro di berlino e la guerra tra berlusconi… Leggi tutto »

LonanHista
LonanHista
16 Agosto 2008 21:55

Non hai capito:cofferati lo voglio a capo della sinistra, quella che deve avere almeno un 15-20%,MA CHE NON DEVE ASSOLUTAMENTE GOVERNARE. vOGLIO quella sx e quei sindacati che debbono fare casino e rompere i coglioni, che debbono fare un opposizione democratica ma se occirre scatenare la piazza.. riguardo a tremonti non mi è mai piaciuto, ha un modo di ragionare troppo egocentrico e non ascolta gli altri. i limiti della sua intelligenza sono proprio questi:non ascoltare gli altri, mentre un vero leader deve saper ascoltare gli altri e se occorre fare proprie le idee degli altri. tremonti inoltre non capisce un cazzo..ha svenduto il patrimonio immobiliare e gli sono rimasti(anzi ci sono rimasti)sul groppone gli edifici fatiscenti cartolarizzati a valori fuori mercato voleva nel 2003 far ipotecare le case come negli usa per poi spendere i soldi per i consumi il 5 per mille è un altra cazzata perché non si sa dove finiscono i soldi..mentre occorrerebbe un 10 per mille per finanziare progetti di ricerca portare innovazione nelle scuole, fare in modo di scremare le menti migliori ed istruirle per farle diventare la futura classe dirigente del paese.. E LA ROBIN TAX..NEPPURE STALIN O MAO HANNO OSATO TANTO…GUAI A… Leggi tutto »

danpar84
danpar84
17 Agosto 2008 18:04

Direi che stiamo andando parecchio fuori tema dal 3d…vabbè x me non ci sono problemi! Sono un ragazzo molto giovane, ieri ho compiuto 24 anni, quindi non posso certo ricordare Craxi e gli esordi di Berlusconi, però conosco una canzone di Gaber che si chiama “Io se fossi Dio”, scritta nel 1980 e subito censurata. E’ una delle mie canzoni preferite perchè descrive perfettamente la società e la politica odierna nonostante abbia ormai 28 anni! Nel 1980 Craxi non aveva ancora quel potere che conquistò dopo solo 3 anni. Da quel poco che conosco della recente storia italiana penso che i problemi della nostra politica nascano prima di Berlusconi e De Benedetti e non lo dico solo x via delle parole di Gaber (che comunque rispecchiano in toto il mio pensiero sull’Italia). I problemi risalgono a uno dei movimenti più ipocriti che la storia ricordi, quelli del 68! Il movimento dei sessantottini, partito con le migliori intenzioni (rispetto dei diritti umani, della classe operaia ecc) portò al potere l’attuale classe politica, e per attuale intento come mentalità. Fintamente a rappresentanza del popolo, ma nella sostanza autorappresentativa, con l’aiuto delle banche e di altri poteri forti. Prima di Craxi e Berlusconi… Leggi tutto »

marko
marko
18 Agosto 2008 4:01

Peccato che, a differenza della memoria dell’acqua, la relatività sia stata provata in diversi esperimenti, da diversi scienziati, in maniera indipendente e riproducibile.

Quando ciò avverrà anche con la memoria dell’acqua, non avrò problemi ad adeguare il mio pensiero ai FATTI. Le chiacchiere, i libri di gente pagata dalla lobby dell’omeopatia, stanno a zero.

PS noto con dispiacere che, al di là di commenti denigratori, non hai risposto né al ragionamento delle palline, né al problema di come riconoscere una soluzione “buona” da una “cattiva”. Io ti rispondo facilmente all’osservazione 200.000 km/s + 200.000 km/s: la somma non è lineare, ma va fatta tenendo conto delle trasformazioni di Lorentz, che fanno “tornare” tutti i conti. E, guarda caso, per velocità molto piccole, le trasformazioni di Lorentz sono pari alla somma algebrica. Non è come vuoi far credere tu che la matematica non si applica; si deve applicare la matematica corretta. Io posso anche aver torto sul ragionamento delle palline, ma allora, qual’è la matematica corretta dell’omeopatia?

lino-rossi
lino-rossi
18 Agosto 2008 4:39

sei proprio patetico. il ragionamento delle palline dimostra solo il tasso ideologico di quell’intervento. se anzichè parlare a vanvera, come tua abitudine, avessi letto AQUA, ti saresti risparmiato l’ennesima figuraccia. ma quando il QI è troppo basso non c’è santo che tenga. le palline sono un ragionamento di tipo elementare, così come la somma delle due velocità per la relatività. se non hai la capacità di seguire questo tipo ragionamento non posso farci niente. la memoria dell’acqua implica concetti di elettrodinamica quantistica che superano la fase del pallottoliere al quale il tuo cervello è rimasto, così come la relatività implica il superamento del medesimo pallottoliere. ma questa sequenza logica è troppo difficile per te. le balle sono solo nella tua testa e non certo nella memoria dell’acqua.

il conformismo è proprio una brutta malattia. vai a chiedere aiuto ad attivissimo, magari impari ad essere perlomeno un po’ più scaltro.

lino-rossi
lino-rossi
18 Agosto 2008 4:42

ritengo inutile affrontare tanti argomenti tutti in una volta.

lino-rossi
lino-rossi
18 Agosto 2008 8:31

mi pare di ricordare che sei un mezzo “fisico”. ma dimmi un po’ … dove insegnano la fisica con il pallottoliere? devo consigliare a degli amici delle facoltà serie e non vorrei inciampare in quella che hai frequentato tu.

marko
marko
18 Agosto 2008 15:01

Oltre alle offese sai anche proporre qualche ragionamento articolato?

lino-rossi
lino-rossi
19 Agosto 2008 0:50

studia attentamente ciò che ho indicato e poi vedi di ravvederti. i ragionamenti te li ho proposti, ma evidentemente non hanno sortito grandi risultati, CON TE. ma da un quartino di “fisico” col pallottolliere cosa si può pretendere? già nell’intervento di Germano venivano indicati delle pubblicazioni, che se fossi stato più prudente ti dovevano mettere in guardia. il percorso di Giuliano Preparata è lì a certificare la tua grassa ignoranza, la tua cocciutaggine ed il tuo livello di conformismo decisamente cronico. SE NON AVESSI TITOLATO IN QUELLA MANIERA DEMENTE IL TUO COMMENTO, AVRESTI FATTO UNA FIGURA SICURAMENTE MIGLORE. VERGOGNATI!

sultano96
sultano96
19 Agosto 2008 1:59

LonanHista ha deciso? Sono un scientologista? A tutti gli altri che mi hanno catalogato in modo diverso cosa rispondo? Mi avete “quasi” convinto di essere l’alter ego di Berlusconi. Per i sinistrati, quest’ultimo, è responsabile di ogni cosa, per i partecipanti a questo forum io sarei una specie di cloaca ricettaria di ogni definizione! Ma cosa avete nella testa? Ma ce l’avete una testa? Nutro seri dubbi in proposito, dal momento che non siete in grado di confrontarvi intellettualmente, senza rincorrere a stampelle ideologiche fondate sull’etichettismo! Provate ad esprimere un vostro pensiero che non sia lo vomitatura dell’elaborato sinaptico di qualcun’altro!

marko
marko
19 Agosto 2008 3:49

Si scrive “crassa ignoranza”, non “grassa ignoranza”.

lino-rossi
lino-rossi
19 Agosto 2008 4:58

con la “g” rende di più l’idea. anche se preferirei non dover ricorrere a tali metodi per confrontarmi.

marko
marko
19 Agosto 2008 5:58

Basta non offendere.

lino-rossi
lino-rossi
19 Agosto 2008 7:49

se mi prometti che leggi AQUA, “dai quark ai cristalli” e “QED coherence in matter” ti prometto che mi calmo e che la prossima volta sarò più disponibile a passare sopra a qualche atto conformistico. attento che interrogo.