Home / Attualità / Kill The Children
Save the Children UK staff member, Susannah Parker, holds seven month-old Abdou Bassinou at Bande feeding centre

Kill The Children

DI PINO CABRAS

megachip.globalist.it

In mezzo alle polemiche sulle organizzazioni non governative internazionali che traghettano verso l’Italia i disperati raccolti sulle coste libiche, la mia attenzione è stata attratta dal profilo dei componenti del Consiglio Direttivo italiano di una di esse, Save The Children:

https://www.savethechildren.it/il-consiglio-direttivo

Nella lista ho notato in particolare un nome, quello di Marco De Benedetti, che – oltre ad essere il figlio dell’oligarca italiano naturalizzato svizzero Carlo De Benedetti – ricopre la carica di Managing Director e Co-Presidente Europa di The Carlyle Group.

Ora, The Carlyle Group non è un’azienda qualsiasi, ma un gigante mondiale nella gestione degli attivi di aziende di tanti settori, incluse le industrie del complesso militare-industriale. Carlyle ha sede al centro dell’Impero, a Washington, e vive di una perenne commistione politica-affari, tanto che ha reclutato fra i suoi super-faccendieri anche ex direttori CIA ed ex presidenti USA come George Bush padre e l’ex primo ministro britannico John Major. Nel 2008-2016 il suo direttore dei servizi finanziari globali è stato un pezzo grosso di Wall Street, Olivier Sarkozy, fratellastro dell’ex presidente francese Nicolas, mentre fra gli amministratori di Carlyle c’è anche il numero uno della General Motors, Dan Akerson.

Insomma, parliamo di un architrave del capitalismo globalizzato, che gestisce “asset” per centinaia di miliardi dollari, di quel capitalismo al centro delle rapine finanziarie, delle guerre mediorientali, e di un’altra serie di fenomeni che potremmo ribattezzare “Kill The Children”.

Vediamo così adesso i bambini fuggiti da una casa perduta per via di una bomba aeronautica o di una bomba finanziaria ricollegata a imprese partecipate da Carlyle, mentre sono raccolti in mare da un’azienda dell’assistenza che incrocia la sua orbita con la Carlyle, e magari fornirà loro farmaci e cibo di aziende partecipate da Carlyle. Il capitalismo è tentacolare, apre e chiude cicli, è completo, e si fa anche bello, con tanto di riviste patinate e siti cinguettanti che vantano i buoni rapporti dei pezzi grossi del non profit con le multinazionali quotate nelle grandi borse del generoso Occidente.

Nel 2014, l’ex primo ministro britannico Tony Blair fu insignito di un premio istituito dall’influente ramo statunitense di Save the Children, il Global Legacy Award, durante una cena di gala a New York. Proprio lui, Blair, non esattamente il salvatore dei bambini iracheni e afghani.

L’industria della filantropia compie gesti buoni. Ma la muovono salotti esclusivi che incrociano le loro strategie con quelle dei padroni della geopolitica, cioè i signori delle guerre e delle ondate di profughi.

Nella statistica delle singole vite salvate, che fanno un bel rumore, scompaiono le masse sommerse e silenziate dai grandi media, a loro volta pilotati dagli stessi salotti.

 

Pino Cabras

Fonte: http://megachip.globalist.it

Link: http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=127783&typeb=0&kill-the-children

3.05.2017

Pubblicato da Davide

  • nicolass

    la tratta degli schiavi sotto mentite spoglie….

    • marcobaldi

      …neanche tanto mentite…

  • Mario Poillucci

    E già, the carlyle group in cui figura o figurava, tra gli azionisti rilevanti, anche la famiglia di un certo Osama Bin Laden! Mentre le nefaste torri venivano tirate giù con esplosioni programmate la nobilissima cia accompagnava la fam laden in aeroporto a scopo prudenziale!! Mortacci vostri e di chi non ve lo dice saltarellando! E noi ci lasciamo tiranneggiare da quella feccia oscena, delinquente, delinquenziale, corrotta che niente e nessuno e rispetta! VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Giacomo_B

    Terrificante. Ancora piu’ terrificante e’ che queste notizie, pubblicamente alla luce del sole, attirino la stigma degli ‘anticomplottisti’ per ideologia.

  • Holodoc

    Riguardo alla vicenda delle ONG straniere che salvano i profughi davanti alle coste libiche, c’è una domanda che vorrei fosse loro posta ma che nessuno fa: dato che li recuperate a due passi dall’Africa e dato che non siete italiani… perché diavolo li scaricate in Italia???

    • Invisible man

      Ti rispondo io anche se la tua domanda era retorica: sostituzione etnica.

      • Holodoc

        la domanda era retorica ma la soddisfazione di vederli arrampicare sugli specchi davanti ad un microfono mi farebbe piacere togliermela!

    • Lupis Tana

      save the citroen, intesa come macchina da guerra,
      che deve salvare i bilanci e rovinare l’italia… saluti t l

  • Invisible man

    Più leggo ste notizie, più mi vien voglia di mandare il mondo a quel paese per vivere da eremita. È l’unico modo per conservare la dignità a questo punto.

  • Hito

    La UE ha legalizzato quanto di più marcio esisteva al mondo: la corruzione è diventata lobbismo e i nostri governanti lo incensano dicendo che almeno è regolamentato; la tratta degli schiavi è diventata un gesto umanitario (non so se avete sentito che oggi Soros è ospite a palazzo Chigi, proprio quando iniziano a girare voci sulle ONG); le leggi non si sa bene chi le faccia, i parlamentari non servono a nulla se non a dare una parvenza di democrazia, ma le decisioni le prende la “cupola” come nella mafia e possono incaprettare uno Stato intero senza risponderne a nessuno, il capo è un alcolizzato che non prenderebbe neanche il voto di mia nonna; hanno fatto fuori i sindacati e qualsiasi forma di protezione per i lavoratori; hanno fatto fuori l’informazione (e non mi riferisco alle solite classifiche utili allo scopo, visto che in Francia o Germania stanno messi come se non peggio di noi). Qualcuno gentilmente mi spiega perchè non la si può definire associazione a delinquere?

  • Vamos a la Muerte

    “L’INDUSTRIA DELLA FILANTROPIA”.
    Non credo ci sia bisogno di alcun commento a tale definizione.
    Queste orrende Ong servono solo ai Criminali in giacca e cravatta per farsi belli agli occhi del popolo bue non abituato a ragionare.
    E che tali Ong gestiscano traffici di essere umani è un Fatto palese che solo i conniventi (vedasi qualche scribacchino nostrano e varie congreghe religiose) e gli stolti non vedono o fanno finta di non vedere.

  • Dag

    Certo… e guarda caso tutti (compreso il PM che ha denunciato le possibili collisioni tra ONG e scafisti) ci tengono a dire che non si riferiscono a Save the Children ma solo alle ONG piccole…. che strano, no?
    Sinceramente nutro più sospetti verso le grosse e conosciute ONG che verso quelle piccoline…
    In generale basterebbe permettere ai migranti di prendersi un aereo spendendo un quinto dei soldi che spendono ora per un viaggio della speranza e avendo così ancora qualche migliaio di euro per cominciare la propria nuova vita in Europa.
    Basterebbe che i soldi che vengono spesi per CIE, espulsioni, processi per reato di clandestinità, ecc. venissero usati per progetti seri, ad esempio per ripopolare i piccoli borghi in abbandono dell’Italia prendendo due piccioni con una fava: un tetto per i migranti, un lavoro con cui sbarcare il lunario e la prevenzione del dissesto idrogeologico mantenendo ad esempio i muretti a secco dei terrazzamenti, pulendo i boschi e vigilando contro quelli che usano qualsiasi posto un po’ isolato come discarica a cielo aperto e tante altre cose che andrebbero a vantaggio di tutti, compresi degli italiani.

  • Antonello S.

    Ottimo articolo.
    Ce ne vogliono tanti di giornalisti così che vadano a fare le pulci su tutto ciò che ruota intorno a questo mondo, in modo da scoprire verità inaspettate.
    Per esempio il National Endowment for Democracy (NED), secondo quanto scritto sul loro stesso sito, è una fondazione privata e senza scopo di lucro dedicata alla crescita e al rafforzamento delle istituzioni democratiche in tutto il mondo. Ogni anno, NED ha più di 1.000 sovvenzioni per sostenere i progetti di gruppi non governativi all’estero che lavorano per obiettivi “democratici” in più di 90 paesi.

    Che c’è di male? Bè diciamo che questa fondazione riceve ogni anno milioni di dollari dal Congresso degli USA per finanziare tutte quelle ONG dedite ad esportare nei Paesi che ne hanno bisogno il sacro verbo della democrazia (come è successo in Siria), magari organizzando meravigliose rivoluzione colorate…

    • marcobaldi

      Putin le ha messi alle strette in Russia.
      La i furbi non si permettono di farlo. La gente li conosce… NON ABBOCCA

  • Tra le varie ong ne ricordo una o forse erano due, fondate o cui partecipava, uno dei figli di Licio Gelli: non ricordo dove avesse sede e di cosa si occupasse. Ci fosse una Ong che si occupasse dei lavoratori, di chi ha perso il lavoro, la casa, la fiducia nella vita, forse sarebbe meglio. Così come tutte queste energie finanziarie e fisiche e mentali, i volontari e rispettive associazioni , le mettessero per (dare una mano a )risolvere i problemi degli italiani…

    • Lupis Tana

      la tana tana del lupo saluta il lupo dei cieli, hai detto una cosa saggissima chapeau.
      ciao

    • Enrico La Pulce

      Mi permetto di sottoporre alla Tua attenzione una delle tante paginette che potrebbero interessarTi.
      Buona giornata.
      https://www.disinformazione.it/ritornodigelli.htm

  • gianlu

    Se la politica fosse sana, le ong non avrebbero ragione di esistere…se gli attivisti delle ong si unissero per lottare politicamente contro le ingiustizie e per un mondo migliore darebbero un contributo più importante ed efficace invece di fare opere di assistenza che però non producono nessun cambiamento…

  • Servus

    Ora c’è anche uno studio della Oxford University, studio redatto da 2 italiani, che dice “anche i bambini appena nati si possono uccidere, sono come dei feti”:

    http://www.telegraph.co.uk/news/health/news/9113394/Killing-babies-no-different-from-abortion-experts-say.html

  • marcobaldi

    Bellissimo articolo.
    È.
    Oggettivamente.
    Non ideologico (chi pensa che sia ideologico è semplicemente destinato a ‘non capicce un catso)

  • Tonguessy

    Come non ricordare l’infame storia di Kill the Children ad Haiti? Mentre la gente moriva per strada questi “volontari” se ne andavano a spasso su SUV nuovi di fabbrica e dormivano in hotel a 5 stelle. KIll the Children ha poi un record spaventoso: parte della cifra raccolta grazie alle donazioni fu messa in un fondo speculativo (inesistente) gestito da Dino Pasta, che li fece sparire. Alla fine ad Haiti si poteva leggere sui muri “ONG tornatevene a casa!”
    http://www.ilgiornale.it/news/truffa-ai-bimbi-haiti-spariti-9-milioni.html

  • enricodiba

    Per fortuna il m5s ha fatto aprire gli occhi alle persone anche su queste cose.

    • Hito

      Siete senza vergogna. Grazie al M5S non esiste più il reato di clandestinità che, ricordo, esiste in tutto il mondo; La Lega, che queste cose le dice da anni, è stata sempre tacciata di xenofobia e razzismo…

      • enricodiba

        Perché non sai che dire è diverso.

        • Hito

          Cerco di essere educato: mentre DA ANNI qualcuno cercava di far aprire gli occhi alle persone voi gli davate del razzista zenofobo e intanto VOTAVATE l’abolizione del reato di clandestinità, che esiste in tutto il mondo. Soros e chi vuole la distruzione di questo paese Vi saranno per sempre grati. Siete una delle tante rivoluzioni colorate.

          • enricodiba

            Ancora con queste bufale, quella della moretti e il topo era più divertente.
            https://www.youtube.com/watch?v=4ZAmvQ0DdqA

          • Hito

            Di Maio è un truffatore, lo vedo bene a vendere i lettori DVD di legno agli autogrill… Il fatto è che sta già arrivando mezza Africa senza creare allarmismo con le donne che vengono a partorire qui per la cittadinanza ai nascituri, anche grazie alle leggi da VOI approvate e che fanno del nostro paese un paradiso per delinquenti e una barzelletta nel resto del mondo. Ricorda molto quelli che prevedono sfaceli in caso di uscita dall’euro, mentre è con l’euro che si sta sperimentando disoccupazione ai massimi livelli, valore della casa in continua discesa etc. Stamattina ho visto il tuo truffatore preferito in TV, diceva in sintesi che ci dobbiamo dare al turismo e al commercio e dimenticarci l’industria che tanto ormai va verso est… (come vorrebbe mamma Merkel).

          • enricodiba

            Certo poi c’è anche il bambino morso dal topo della moretti…

          • Hito

            Si infatti, poi abbiamo i M5S che fanno affari con la tratta di schiavi, e mentono, perchè l’onestà andrà di moda…
            https://www.facebook.com/nicola.finco/videos/10212596594580647/
            ma quando vi svegliate?

          • enricodiba

            Appunto era più divertente il topo della moretti.

  • Stefano Grimaldi

    Tutte queste ONG, nessuna esclusa, sono travestite da organizzazioni umanitarie ma in realtà sono manovrate dai soros , dalle mafie italiane ed estere nonché dagli stessi terroristi dell’ISI. I distinguo che i vari gentiloni, i grasso, le boldrini e company si prodigano a fare sono pura ipocrisia anzi peggio: sono aperta complicità affinché questi traffici continuino con grande gioia di mafie e criminali vari.
    Quel poveraccio di magistrato di Catania è stato subissato di critiche e accuse per il solo fatto che ha sollevato un qualche dubbio su queste ONG e sui motivi veri per cui operano.
    Ora, dopo un po’ di maretta, tutto sembra essere ritornato a posto per cui mafie, criminali e terroristi vari possono continuare impunemente i loro traffici.
    Anche i bergoglio saranno felici e così pure i d’alema che in passato si sono prodigati nel favorire queste ondate migratorie e ora hanno la pretesa di voler rappresentare l’anima popolare del PD.
    Detto per inciso, quasi mi sento vicino a renzi quando denuncia questo vecchio ceto di farabutti alla d’alema travestiti di sinistra.
    Francamente sono molto scettico che qualcuno riuscirà mai a fermare questi traffici di gente che quando arrivano qui gli si legge in faccia la gioia di poter essere coccolati e vezzeggiati a spese nostre, anzi alla faccia nostra!
    Non è che sembrino dei morti di fame, tutt’altro! Sono tutti ben pasciuti e in forze.
    Vengono non per fuggire da chissà quali miserie e persecuzioni ma semplicemente per poter vivere a scrocco … complici consapevoli delle mafie che li organizzano e li traghettano sulle coste italiane.
    Complici dei piani dei soros e company di utilizzarli non solo per deprimere le condizioni di vita degli italiani ma a tempo debito di utlizzarli come poliziotti nei conflitti sociali o come carne da cannone nei futuri probabili conflitti con la russia.
    Altro che “poveri disperati” come spesso vengono definiti anche qui sopra.
    Ma dove diavolo la vedete la “disperazione” di questi futuri terroristi o criminali o parassiti nella migliore delle ipotesi?