Inno dei vaccinisti

di Francesco Benozzo & Fabio Bonvicini
Inno dei vaccinisti
(“Andarsi a vaccinar”)
Canto composto sull’aria del canto fascista “Inno dei sommergibilisti” (1942).
Francesco Benozzo: voce e arpa bardica
Fabio Bonvicini: voce e fischio
Registrato in presa diretta a Pazzano di Serramazzoni (Appennino modenese) il 13 aprile 2021

Francesco Benozzo, professore di filologia all’Università di Bologna e candidato al premio Nobel per la Letteratura dal 2015, ha pubblicato in questi mesi, anche su ComeDonChisciotte, diversi interventi critici e polemici sulla situazione emergenziale in atto, confluiti nei suoi recenti libri Poesia, scienza e dissidenza (Bologna, 2020) e Memorie di un filologo complottista (Lucca, 2021).
Fabio Bonvicini unisce all’attività di docente quella di musicista, polistrumentitsta e ricercatore delle tradizioni musicali emiliane, ambito nel quale ha pubblicato diversi album in collaborazione con diversi gruppi.
Benozzo e Bonvicini hanno realizzato insieme i CD Libertà l’è morta, Ponte del Diavolo e Un requiem laico. Hanno vinto per due volte il prestigioso Premio Nazionale Giovanna Daffini per la musica tradizionale e si sono esibiti in numerosi festival internazionali, in Italia e all’estero (Danimarca, Isole Faroe, Canada).
Su CDC hanno pubblicato la canzone L’anno del grande inganno.

Testo

Valican le frontiere e raggiungon le città,
schiere di camion, treni e navi con celerità.
Giungono irrefrenabili,
sicuri ed invincibili,
Cure e vaccini
Da ogni dove,
salvan l’umanità!
Andarsi a vaccinar,
con Astra, Pfizer, forse Sputnik o Moderna!
Sperare di campar
Per inseguire il sogno della vita eterna.
Ecco qui il dono che verrà,
un vaccino qui ed un altro là;
Per la vita finchè durerà,
ogni anno un vaccin ci salverà!
Ogni regione è fiera di iniziare a vaccinar,
ogni ospedale intriso di vigore nazional,
i militari e i medici,
gli alti ministri e i chierici,

padri e figliuoli,
spose e mammine,
verso la libertà!
RIT.

Verso l’estate calda torneremo anche a viaggiar,
in vorticosi amplessi di vacanze e di nudità,
al mare ed in montagna,
tornerà la cuccagna,
cine e teatro,
da ogni lato,
il virus sconfitto è già!
RIT.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
CptHook
CptHook
18 Aprile 2021 6:43

Che cos’è il genio?
Questo.

Luigi Dodi
Luigi Dodi
20 Aprile 2021 14:19

Forse schizofrenicamente, abbinerei l’ascolto con Dotti, medici e sapienti, di Edoardo Bennato, album Burattino senza fili (1977). Il finale è illuminante.
Bennato, quello che scriveva che “per scuotere le gente / non bastano i discorsi / ci vogliono le bombe” (Il rock di Capitan Uncino, album Sono solo canzonette, 1980). Poi è invecchiato, come molti di noi…
(ah, giusto per… Le bombe sono metaforiche, le mie almeno)