Home / Notizie dal Mondo / Il Gruppo Danone si prepara forse alla fine della fertilità dei suoli?

Il Gruppo Danone si prepara forse alla fine della fertilità dei suoli?

DI CHARLES SANNAT

insolentiae.com

Le riflessioni del padrone della Danone devono far discutere.

Prima di tutto c’è questa idea, che la carne sia cattiva per la salute e questa è un’asineria perché la carne è indispensabile per una buona salute e noi ne abbiamo bisogno.

In epoca feudale i “signori” (1) uccidevano senza esitare i bracconieri, e ci stiamo tornando, la realtà è che spieghiamo ai pezzenti che per loro la carne finirà, non per i ricchi …
Inoltre, ridurre la quantità di vera carne rende appetibile la carne industriale che ormai siamo capaci di produrre senza la mucca.

Danone e gli altri, naturalmente per il bene del pianeta, finiranno per fabbricarci della carne in provetta, coltivando delle “cellule” di carne… Semplice e affascinante. Soprattutto l’utile che ne ricaveranno, perché è tutta questione di “malloppo”, l’ambiente e la salute non sono che un pretesto.

Ancor più grave è che il patron di Danone, deplora “che vi siano delle possibilità che già nel solo volgere di una generazione la terra non sia più fertile e noi non possiamo più utilizzarla “. Ma certo, a forza di avvelenare le nostre terre con fertilizzanti e additivi e a forza di colture intensive abbiamo bruciato i nostri terreni. Niente può negare che ci stiamo avvicinando ad un periodo di diminuzione importante e generalizzata della produttività agricola.
A quel punto i prezzi prenderanno il volo prima …che scoppi la carestia mondiale.

Allora scopriremo che le carte false non si mangiano.

Charles SANNAT.

“Questo è un articolo “Presslib” e non gravato da diritti, ovvero è la sua riproduzione intera o in parte è libera a condizione che il presente capoverso sia riprodotto in calce. Insolentiae.com è il sito sul quale Charles Sannat scrive quotidianamente ed espone un’interpretazione impertinente e senza sconti dell’attualità economica. Grazie perché visitate il mio sito. Potete abbonarvi gratuitamente al notiziario quotidiano sul sito www.insolentiae.com “.

Il patron della Danone spiega quali abitudini alimentari avrà l’umanità nel futuro.

Il consumo mondiale di carne potrebbe diminuire della metà nel futuro e quella dei prodotti caseari del 20%, secondo il direttore generale dell’industria francese Danone, Emmanuel Faber, secondo quanto riferisce il sito Russo RBC Pro (2). La ragione è che le persone cercano un’alternativa ai prodotti di origine animale.

Il consumo di carne e di prodotti caseari diminuirà su scala mondiale, prevede Emmanuel Faber direttore generale dell’impresa francese Danone. È quello che ha detto in un’intervista accordata al sito Russo RBC Pro.
Ha spiegato che secondo gli studi macroeconomici e sanitari che ha esaminato il consumo mondiale di carne dovrebbe diminuire del 50 % e del 20% quella dei prodotti caseari.

Le ragioni di queste diminuzioni sono differenti a seconda delle generazioni. Secondo Emmanuel Faber oggi i giovani sono più preoccupati per il pianeta, i consumatori che hanno dai 25 ai 35 anni non pensano soltanto all’ambiente ma anche alla loro salute. Le persone più anziane, nel regime alimentare delle quali la carne ha occupato grande spazio, si preoccupano anch’esse prima di tutto per la loro salute.
Poi ha ricordato che i regimi alimentari contemporanei non favorivano la salute e che le tecniche agricole utilizzate avevano come conseguenza lo sfruttamento delle terre e la perdita della biodiversità Sì rammarica perché vi è la possibilità che in una sola generazione la terra non sia più fertile e noi non possiamo più utilizzarla.

Per la salute dell’uomo e quella del pianeta, l’utilizzo di prodotti di origine animale, secondo il parere del direttore generale di Danone, deve essere ridotta. Secondo lui la riduzione del consumo colpirà soprattutto il latte e i formaggi, meno i prodotti a base di latte. Sottolinea che questi ultimi sono indispensabili all’organismo umano e contengono elementi come la caseina che non possono essere facilmente sostituiti.

Oggi il consumo di prodotti a base di latte nel mondo secondo Emmanuel Faber aumenta di circa il 3% all’anno grazie ai mercati indiano, africano e cinese, ma le persone cercano di diversificare il loro regime alimentare e di includervi una maggior quantità di prodotti vegetali. Per il futuro Danone ha l’intenzione di triplicare la vendita dei prodotti vegetali che attualmente rappresentano circa il 15% del fatturato e per questo prevede diverse possibilità di investire in vari paesi, compresa la Russia.

 

Charles Sannat

Fonte: https://insolentiae.com

Link: https://insolentiae.com/le-groupe-danone-se-prepare-t-il-a-la-fin-de-la-fertilite-des-terres/

20.11.2019

 

Fonte: agenzia russa Sputnik.com

(1) Saigneur : gioco di parole tra la parola Saigneur che in antichità voleva dire signore e la parola Seigneur che ha lo stesso significato oggi La parola “saigneur” oggi significa “sgozzatore” e potrebbe interpretarsi nel contesto come “sanguisuga” .
(2) RBC Pro : Sito russo di informazione, con video e giornale in diretta sulla rete.

Tradotto per comedonchisciotte.org a cura di  GIAKKI49

Pubblicato da Davide

Lascia un commento