Home / Attualità / La Russia interviene sugli USA per la Risoluzione Healthy-Baby

La Russia interviene sugli USA per la Risoluzione Healthy-Baby

 FONTE: SPUTNIKNEWS.COM

Una delegazione russa è dovuta intervenire per correggere un errore dell’amministrazione Trump, quando ONU e OMS non hanno fatto nessuna opposizione alle richieste degli Stati Uniti per sostenere gli interessi delle grandi imprese a discapito della salute dei bambini.

In un confronto serrato, altro esempio dell’appoggio dato dall’amministrazione del Presidente USA Donald Trump per gli interessi delle multinazionali in materia di salute pubblica e ambiente, i delegati USA hanno chiesto che il settore dell’ONU che si occupa della salute – il WHA, organo di governo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – non approvasse una risoluzione che tende ad incoraggiare i programmi educativi a livello mondiale per promuovere l’uso del latte materno che fa crescere bambini sani.

Durante la conferenza della Assemblea dell’OMS (WHA) di Ginevra lo scorso maggio, i rappresentanti USA hanno spinto l’Ecuador a rinunciare all’introduzione di una semplice risoluzione globale che incoraggia l’allattamento al seno, una pratica conosciuta come la  miglior prevenzione per la salute dei bambini.

Molti hanno notato che l’incomprensibile richiesta dell’amministrazione Trump di minimizzare l’importanza del latte materno della madre per il suo bambino era in linea con le piattaforme politiche proposte dai produttori di latte artificiale, tra cui la Nestlé svizzera e i Laboratori Abbot americani.

Alla Conferenza di Ginevra l’Ecuador, di fronte alle minacce dell’ambasciatore americano Todd C. Chapman, che Washington avrebbe ritirato le truppe americane attualmente schierate a difesa delle regioni devastate dalla violenza sul confine con la Colombia, si è opposto all’introduzione della risoluzione Healthy-Baby.

A quel punto è intervenuta la Russia.

Nel reintrodurre la risoluzione globale della WHA per sostenere l’allattamento al seno, la delegazione russa – in linea di principio – ha cercato di correggere un torto, secondo quanto scrive il New York Times.

“Non stiamo cercando di fare gli eroi”, ha dichiarato un delegato russo dell’OMS che ha chiesto di rimanere anonimo per evitare ripercussioni personali politiche e professionali.

Riteniamo che non sia gusto che un Grande paese cerchi di stravolgere le decisioni che prendono i piccoli paesi, specialmente su un problema che è davvero importante per il resto del mondo”, ha sottolineato il delegato russo, citato dal NYTimes.com.

La quantità di schermaglie messe in atto dai delegati USA dell’amministrazione Trump contro un’iniziativa a favore dei bambini ha scioccato chi lavora per la sanità globale.

“Siamo rimasti stupiti, sbalorditi e anche rattristati”, ha osservato Patti Rundal,  responsabile della politica di Baby Milk Action, membro del gruppo del Regno Unito nell’organo decisionale della WHA dalla fine degli anni ’80.

“Quello che è successo equivale a un ricatto, con gli Stati Uniti che tengono in ostaggio il mondo e cercano di ribaltare il lavoro fatto in quasi 40 anni sul consenso sul modo migliore per proteggere la salute dei neonati e dei bambini”, ha spiegato la Rundall.

Benché i delegati USA abbiano cercato prima di cancellare la risoluzione Healthy-Baby – che semplicemente chiede ai governi di “proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento al seno” – e poi abbiano provato con la coercizione, comprese le minacce di punire con sanzioni commerciali e con il ritiro di aiuti militari essenziali, Washington ultimamente – secondo il NTYimes.com – non sta avendo successo nelle sue tattiche da Hardball, secondo l’opinione di più di una dozzina di delegati di diversi paesi presenti alla prova di forza del WHA di Ginevra.

Oltre a mostrare interesse nel garantire alti margini di profitto per le multinazionali sulla scienza della salute-pubblica, la delegazione USA ha fatto eco al My-way-per-le-linee guida tattiche di negoziazione volute dalla Amministrazione Trump, buttando all’aria vecchie alleanze internazionali e politiche tradizionali e creando uno scompiglio che va solo a favore di partenership multilaterali che vanno dagli accordi climatici di Parigi del 2016, all’accordo sul nucleare dell’Iran JCPOA del 2015, alla partecipazione a organizzazioni ad alto profilo per i diritti umani e per accordi economici.

Ilona Kickbusch, direttore del Global Health Center del Graduate Institute di International and Development Studies di Ginevra, ha manifestato un sospetto sempre maggiore che la politica di Trump possa danneggiare profondamente istituzioni sanitarie internazionali come OMS e Nazioni Unite, anche se queste organizzazioni lavorano per contenere epidemie globali tra cui Ebola, diabete e malattie cardiovascolari in aumento nei paesi in via di sviluppo.

“Questo ci fa sentire tutti molto nervosi”, ha osservato la Kickbusch. “Se non riusciamo nemmeno a trovare un accordo sul multilateralismo nel campo della salute, su che tipo di multilateralismo possiamo andare d’accordo?”

L’Associazione Mondiale della Sanità (WHA – costituita dai ministri della salute dei suoi 194 stati membri – è l’organo direttivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ed è la più alta organizzazione di politica sanitaria del mondo.

 

Fonte :https://sputniknews.com

Link: https://sputniknews.com/society/201807091066172520-Russia-saves-UN-Healthy-Baby-Resolution/

9.07.2018

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org  e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario