GENERALI AMERICANI PREOCCUPATI PER POSSIBILI DISORDINI

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

LEGATI ALLA CRISI DELL’EURO

A CURA DI AFP.COM

Un funzionario militare USA di alto livello, il Generale Martin Dempsey ha detto venerdì di essere “straordinariamente preoccupato” per la stabilità dell’euro a causa della possibilità di disordini civili e della rottura dell’Unione Europea.

“L’eurozona è a grave rischio”, ha detto ai giornalisti il comandante del Consiglio degli Stati Maggiori [Joint Chiefs of Staff N.d.t.], affermando che non è chiaro se le misure intraprese sino a oggi “riusciranno a essere la colla che tiene assieme i pezzi”.

“Siamo straordinariamente preoccupati per la salute e la stabilità dell’euro perchè in parte siamo esposti per via di contratti, ma anche per la possibilità di disordini e della rottura dell’unione che è stata forgiata su di esso,” ha aggiunto Dempsey.Il suo commento è giunto mentre i leader UE si riunivano per appoggiare misure di rinforzo economico, con 26 dei 27 membri che hanno dichiarato la loro volontà a far parte di una “unione fiscale” per risolvere la crisi.

Ma la spinta franco-tedesca per varare nuove regole fiscali in un trattato europeo modificato è fallita quando la Gran Bretagna (fuori dall’unione monetaria) si è rifiutata di dare il suo appoggio.

Le forze armate USA stanno rivedendo la loro strategia per adattarsi ai tagli di budget volti a ridurre il deficit in crescita degli USA. Dempsey, presidente del consiglio militare supremo, ha dichiarato la propria preoccupazione per l’euro mentre discuteva i rischi strategici posti da diverse zone del mondo.

In uno studio pubblicato giovedì, il Council on Foreign Relations ha messo l’eurozona tra le maggiori minacce per gli Stati Uniti.

Esso ha indicato il rischio di una “intensificazione della crisi europea del debito sino al crollo dell’euro che innescherebbe una ricaduta nella recessione USA e un ulteriore limite delle risorse finanziarie”.

Altri paesi identificati come priorità per gli interessi nazionali USA sono Cina, Iran, Corea del Nord, Messico, Pakistan e Arabia Saudita.

Titolo originale: ”

Top US General Worries About Euro, Potential Unrest”

Fonte: http://www.afp.com/afpcom/en/
Link
09.12.2011

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da ALCENERO 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
9 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
9
0
È il momento di condividere le tue opinionix