GENDARMERIE UE. ANZI, USA

DI ALESSIO MANNINO
ribelle.com

Praticamente non ne ha parlato nessuno. Praticamente la ratifica di Camera e Senato è avvenuta all’unanimità. Praticamente stiamo per finire nelle mani di una superpolizia dai poteri pressoché illimitati. Che sulla carta è europea, ma che nei fatti è sotto la supervisione statunitense. Tanto è vero che la sede centrale si trova a Vicenza, la stessa città dove c’è il famigerato Camp Ederle delle truppe USA

Alzi la mano chi sa cos’è il trattato di Velsen. Domanda retorica: nessuno. Eppure in questa piccola città olandese è stato posto in calce un tassello decisivo nel mosaico del nuovo ordine europeo e mondiale. Una tappa del processo di smantellamento della sovranità nazionale, portato avanti di nascosto, nel silenzio tipico dei ladri e delle canaglie.

Il Trattato Eurogendfor venne firmato a Velsen il 18 ottobre 2007 da Francia, Spagna, Paesi Bassi, Portogallo e Italia. L’acronimo sta per Forza di Gendarmeria Europea (EGF): in sostanza è la futura polizia militare d’Europa. E non solo. Per capire esattamente che cos’è, leggiamone qualche passo. I compiti: «condurre missioni di sicurezza e ordine pubblico; monitorare, svolgere consulenza, guidare e supervisionare le forze di polizia locali nello svolgimento delle loro ordinarie mansioni, ivi comprese l’attività di indagine penale; assolvere a compiti di sorveglianza pubblica, gestione del traffico, controllo delle frontiere e attività generale d’intelligence; svolgere attività investigativa in campo penale, individuare i reati, rintracciare i colpevoli e tradurli davanti alle autorità giudiziarie competenti; proteggere le persone e i beni e mantenere l’ordine in caso di disordini pubblici» (art. 4). Il raggio d’azione: «EUROGENDFOR potrà essere messa a disposizione dell’Unione Europea (UE), delle Nazioni Unite (ONU), dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e di altre organizzazioni internazionali o coalizioni specifiche» (art. 5). La sede e la cabina di comando: «la forza di polizia multinazionale a statuto militare composta dal Quartier Generale permanente multinazionale, modulare e proiettabile con sede a Vicenza (Italia). Il ruolo e la struttura del QG permanente, nonché il suo coinvolgimento nelle operazioni saranno approvati dal CIMIN – ovvero – l’Alto Comitato Interministeriale. Costituisce l’organo decisionale che governa EUROGENDFOR» (art. 3). 

Ricapitolando: la Gendarmeria europea assume tutte le funzioni delle normali forze dell’ordine (carabinieri e polizia), indagini e arresti compresi; la Nato, cioè gli Stati Uniti, avranno voce in capitolo nella sua gestione operativa; il nuovo corpo risponde esclusivamente a un comitato interministeriale, composto dai ministri degli Esteri e della Difesa dei paesi firmatari. In pratica, significa che avremo per le strade poliziotti veri e propri, che non si limitano a missioni militari, sottoposti alla supervisione di un’organizzazione sovranazionale in mano a una potenza extraeuropea cioè gli Usa, e che, come se non bastasse, è svincolata dal controllo del governo e del parlamento nazionali. 

Ma non è finita. L’EGF gode di una totale immunità: inviolabili locali, beni e archivi (art. 21 e 22); le comunicazioni non possono essere intercettate (art. 23); i danni a proprietà o persone non possono essere indennizzati (art. 28); i gendarmi non possono essere messi sotto inchiesta dalla giustizia dei paesi ospitanti (art. 29). Come si evince chiaramente, una serie di privilegi inconcepibili in uno Stato di diritto. 

Il 14 maggio 2010 la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana ratifica l’accordo. Presenti 443, votanti 442, astenuti 1. Hanno votato sì 442: tutti, nessuno escluso. Poco dopo anche il Senato dà il via libera, anche qui all’unanimità. Il 12 giugno il Trattato di Velsen entra in vigore in Italia. La legge di ratifica n° 84 riguarda direttamente l’Arma dei Carabinieri, che verrà assorbita nella Polizia di Stato, e questa degradata a polizia locale di secondo livello. Come  ha fatto notare il giornalista che ha scovato la notizia, il freelance Gianni Lannes (uno con due coglioni così, che per le sue inchieste ora gira con la scorta), non soltanto è una vergogna constatare che i nostri parlamentari sanciscano una palese espropriazione di sovranità senza aver neppure letto i 47 articoli che la attestano, ma anche che sia passata inosservata un’anomalia clamorosa. Il quartiere generale europeo è insediato a Vicenza nella caserma dei carabinieri “Chinotto” fin dal 2006. La ratifica è dell’anno scorso. E a Vicenza da decenni ha sede Camp Ederle, a cui nel 2013 si affiancherà la seconda base statunitense al Dal Molin che è una sede dell’Africom, il comando americano per il quadrante mediterraneo-africano. 

La deduzione è quasi ovvia: aver scelto proprio Vicenza sta a significare che la Gestapo europea dipende, e alla luce del sole, dal Pentagono. Ogni 25 Aprile i patetici onanisti della memoria si scannano sul fascismo e sull’antifascismo, mentre oggi serve un’altra Liberazione: da questa Europa e dal suo padrone, gli Stati Uniti. 

Alessio Mannino

www.ilribelle.com
28.02.2011

Per gentile concessione de “La Voce del Ribelle”

La Voce del Ribelle è un mensile – registrato presso il Tribunale di Roma,
autorizzazione N° 316 del 18 settembre 2008 – edito da Maxangelo
s.r.l., via Trionfale 8489, 00135 Roma. Partita Iva 06061431000
Direttore Responsabile: Valerio Lo Monaco
All rights reserved 2005 – 2008, – ilRibelle.com – RadioAlzoZero.net
Licenza SIAE per RadioAlzoZero n° 472/I/06-599
Privacy Iscrizione ROC – Registro Operatori della Comunicazione – numero 17509 del 6/10/2008

31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Hamelin
Hamelin
28 Aprile 2011 6:39

Sono talmente shockkato da questa notizia che sto male.Mi vien da piangere .
Grazie a CDC per pubblicare sempre ottimi articoli !

illupodeicieli
illupodeicieli
28 Aprile 2011 6:56

Anch’io ogni volta che mi ricordo di questa eurogendarmeria mi sento male, ma fa bene CDC a riproporre il tema che non so se chi ha più voce autorevole e diffusa della mia è mai stato interrogato in merito. Mi riferisco ad esempio a IDV e Di Pietro o a Beppe Grillo o a Santoro o a chi gestisce delle trasmissioni tv che ,se pure senza fare record di ascolti, sono prese in considerazione dagli altri media. Se per ipotesi un programma come Matrix o l’Infedele ne parlasse e affrontasse questo o argomenti importanti ma che non appaiono sulle pagine dei giornali stampati, è possibile che questi temi vengano ripresi e,allora forse l’incostituzionalità di questa europolizia verrebbe a galla e sarebbe manifesta.Se così fosse non avrebbe valore e autorità nel nostro paese.Quanto ai soliti che dicono che non hanno niente da temere, beh si ricordino di Equitalia, che a fronte di pagamenti effettuati e dimostrati, va avanti egualmente: come pure ci ricordiamo dei tempi in cui esistevano tempi assai lunghi di “fermo o arresto cautelare”. Quindi su certe cose, come su questa europolizia, non c’è tanto da prenderla sottogamba e non è nemmeno il caso di sottilizzare ipotizzando che dedicando… Leggi tutto »

Morire
Morire
28 Aprile 2011 7:30

Ho qualche dubbio sulla fattibilità di ciò: “La legge di ratifica n° 84 riguarda direttamente l’Arma dei Carabinieri, che verrà assorbita nella Polizia di Stato, e questa degradata a polizia locale di secondo livello.”, mi sembra un’ipotesi un pò troppo forzata e fantasiosa, almeno sul breve periodo. Per il resto, aspettiamo il verificarsi di un evento pilota, che ci possa dimostrare sul campo, il funzionamento di questa macchina infernale.

kenoby
kenoby
28 Aprile 2011 7:56

quando si comincia a dare immunità a forze di polizia si pongono i semi per un governo dittatoriale (anche se mondiale o transnazionale). E’ stato sempre così (in tutti i sistemi dispotici della storia antica e moderna), prepariamoci al peggio indipendentemente da quando questo sarà!

kenoby
kenoby
28 Aprile 2011 8:04

aggiungo un’ultima cosa… mi viene da vomitare (sul serio)

antsr
antsr
28 Aprile 2011 9:19

Posso sbagliarmi, ma chiedo questa decisione non è ottemperto nel trattato di Lisbona?

EmmeEmme
EmmeEmme
28 Aprile 2011 9:54

Salve, lo scorso anno ne aveva parlato anche Solange Manfredi sul sito di Franceschetti.
Per gli interessati – coNato di vomito permettendo – questo è il link:

http://paolofranceschetti.blogspot.com/2010/03/leurocrazia-si-prende-larma-per.html

Cari saluti

Matt-e-Tatty
Matt-e-Tatty
28 Aprile 2011 9:58

“i gendarmi non possono essere messi sotto inchiesta dalla giustizia dei paesi ospitanti”.
Estremizzato significa che abbiamo della gente armata in giro che ha diritto anche di vita e di mote. Mi ricorda un certo periodo del 900 di cui mi parlava mio nonno.
Schiereranno i carabinieri alle prossime manifestazioni? Non si sà… ma di sicuro quando il paese saltrà davvero per aria tipo Grecia (che potrebbe coincidere con un “risveglio” delle masse) di questi gendarmi per le strade ne vedremo parecchi.

kenoby
kenoby
28 Aprile 2011 10:07

precisamente, la tela del ragno è molto fitta e ben articolata!!!
complimenti per aver unito i puntini alla fine verrà fuori una bella figura: NWO!

kenoby
kenoby
28 Aprile 2011 10:09

è quello che temo, anzi che prevedo.

backtime
backtime
28 Aprile 2011 12:50

Tutti noi che sappiamo, abbiamo l’obbligo civile di informare i nostri connazionali e tutti assieme poi chiedere l’abbandono della UE ai nostri governanti acconsenzienti o meno come il presidente della vergogna, o come farà la Francia dove mi auguro vinca Marie Le Pen, la quale ha già detto che in caso di vincita dalle elezioni tirerà fuori la Francia da questa sottospecie di Europa gestita dall’america.

fix
fix
28 Aprile 2011 12:52

Art. 1 L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. Ma come dice bene la realta’, CHI LAVORA COMPRENDE chi non lavora FA LAVORARE GLI ALTRI, INTRODUCE LA SPECULAZIONE E NE ESERCITA L’ ILLECITO, E CHI NON LAVORA NON SOLO SPECULA MA COMANDA IL POPOLO BUE E CIECO. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione La sovranita’ del popolo viene esercitata sulla costituzione, CHE A SUA VOLTA LA COSTITUZIONE STESSA, DELEGA PER IL POPOLO CHI IL POPOLO CIECAMENTE ELEGGE. Hai voglia di parlare di costituzione, quando la costituzione e’ solo una favola per imbecilli, e quando il popolo no la esercita, ma delega chi, la esercita a modo suo, partitico, politico, economico, affaristico, e di controllo totale. E cosi, si da’ il via, con autorita’ interna ed esterna alla repressione e al confronto bellico internazionale. Di fatto, l’ azione contro Gheddafi, non e’ altro con principio di polizia. Si pensa: se la giustizia e’ suprema, dare alla giustizia un’ azione ampia e mondiale, non cambia nulla. Ma se la… Leggi tutto »

Lestaat
Lestaat
28 Aprile 2011 13:40

Marie Le Pen è JEAN Marie Le Pen.
E’ un uomo, ed è a capo di un partito xenofobo di stampo neonazi.

Iacopo67
Iacopo67
28 Aprile 2011 14:25

Gli avvenimenti sono coerenti.
Da una dittatura europea, fortemente determinata a imporre crimini neoliberisti sui popoli, che li porterà per forza di cose sempre più all’esasperazione, è ovvio aspettarsi la costruzione di forze di polizia, che non debbano render conto dei danni che potranno fare, per fare “rispettare l’ordine”.
Se Barnard sta pensando di andarsene dall’Italia, lo capisco.
Io ci ho pensato, ma è una scelta estrema, difficile.

Earth
Earth
28 Aprile 2011 14:28

Finalmente una ottima notizia! Era ora, non ne potevo piu’ di tutta questa transizione, siamo arrivati alla conclusione dei giochi.

Earth
Earth
28 Aprile 2011 14:30

Se va in america lo uccidono il giorno dopo. Dove vuole andare?

fefochip
fefochip
28 Aprile 2011 18:54

perche dopo questa notizia mi viene voglia di giocare al mio gioco di guerra per imbracciare un AK47?

AlbertoConti
AlbertoConti
29 Aprile 2011 2:41

L’antico motto dell’arma dei CARABINIERI è sempre stato “fedele nei secoli”. Ma, da bravi “CARABINIERI”, manca qualcosa di essenziale per il comprendonio: fedele a chi? Sottinteso? Si è visto quanto è sottinteso! Parallelamente alla degenerazione della “ragione sociale” è aumentata la corruzione interna. E chi la controlla se sono loro stessi i controllori? Porelli, i “politici” gli hanno triturato le nobili motivazioni originarie, e anche loro devono tirare a campare, adeguarsi. Conosco un giovane carabiniere che, quando gli chiedono perchè succede così o cosà di paradossale, risponde: ” … è una vita difficile”. Come dire, si fa quel che si può. Tuttavia i CARABINIERI sono sempre stati un anomalia nel panorama europeo in quanto doppione della Polizia di Stato. Un doppione che però è (o era?) un arma dell’esercito, con mille specializzazioni d’eccellenza ma anche una capillare base generalista di basso livello, che ha alimentato per anni la letteratura delle barzellette sui CARABINIERI. Quest’ultima descritta nell’articolo però non fa affatto ridere, vuol dire che sono diventati il cavallo di Troia ufficiale per la cessione anche formale di quel poco di sovranità locale che ci era rimasta. Quando le provincie diventano così centralmente governate vuol dire però che l’impero è agli… Leggi tutto »

terzaposizione
terzaposizione
29 Aprile 2011 2:57

Lestaat si riferisce a Marine Le Pen, la figlia che si candiderà per la Destra.Fossi in te mi informerei su quanto essa rifiuti il Trattato di Lisbona e tutte le magagne che include,da xenofoba ad anti-UE.

terzaposizione
terzaposizione
29 Aprile 2011 3:02

Nel Trattato di Lisbona si dispone che la Polizia UE nel caso di sommosse-proteste di piazza – etc. è autorizzata a sparare;inoltre per i responsabili di gravi disordini è prevista la pena di morte.
Informare i cittadini che ignorano tali disposizioni? Per sentirsi rispondere ” che mi frega, i miei figli mangiano lo stesso”?
Mi dispiace, ma mi farò l’11 comandamento e mi convertirò alla teoria di Malthaus.

Matt-e-Tatty
Matt-e-Tatty
29 Aprile 2011 3:06

Non sò se Bernard vuole emigrare, ma se io dovessi andarmene, il luogo più vicino per ricominciare sarebbe la Norvegia.

In_Car_Tato
In_Car_Tato
29 Aprile 2011 3:30

diciamo che è ancora poco secondo alcuni trattati gia redatti ed approvati, in caso di insurrezioni popolari entra in vigore legge marziale pena di morte!! all è lui ha
good luck

goodkat
goodkat
29 Aprile 2011 13:26

Effettivamente leggendo la notizia vengono i brividi.
Poi però uno va sul sito del Senato a cercarsi questa legge di ratifica (basta cercare EUROGENDFOR sul sito http://www.normattiva.it per trovare LEGGE 14 maggio 2010, n. 84) e scopre che:
1) non c’è scritto da nessuna parte che, come sostiene il post rilanciato da davide, “… l’Arma dei Carabinieri, che verrà assorbita nella Polizia di Stato, e questa degradata a polizia locale di secondo livello”
2) e che, soprattutto, all’art.4 è previsto un onere per lo stato di euro 191.200 annui !!!
Ma allora mi chiedo, di che stiamo parlando? Meno di duecento mila euro annui sono pari probabilmente allo stipendio di 3-4 ufficiali dei carabinieri (o forse 1 o 2).
Insomma altro che istituzione di una nuova Gestapo!!!
Io apprezzo tantissimo questo sito per la quantità e qualità delle informazioni, ma per favore cerchiamo di fare tutte le verifiche prima di contribuire alla crescente entropia della rete.

Iacopo67
Iacopo67
29 Aprile 2011 14:23

Non è detto che l’impero sia agli sgoccioli e la sua fine vicina.
E’ normale che il governo europeo non potrà mantenere il controllo coi soli metodi politici; quando si governa contro il popolo, e loro sapevano bene sin dall’inizio che avrebbero governato contro il popolo, (come si vede dal contenuto del trattato di Lisbona, o da come distruggono i rimasugli di democrazia, o anche dalla loro ferrea determinazione nell’applicare politiche neoliberiste), arriva il momento che il popolo si rivolta, (succederà anche qua, loro lo sanno) e allora il governo deve usare la violenza, il terrorismo di stato, la tortura e tutte queste belle cose per mettere il popolo a tacere.
Non per debolezza, ma perchè così fanno le dittature.

Albert_Wesker
Albert_Wesker
29 Aprile 2011 18:06

L’articolista prima dice che si tratta di una futura polizia militare d’europa,la qual cosa porterebbe ad una competenza esclusiva sul
personale militare e non civile.Poi dice invece che questa nuova forza
assumera’ “tutte” le funzioni delle normali forze dell’ordine,quindi da
questa seconda frase la sua competenza sembrerebbe estendersi anche
ai civili.Quale delle due e’ vera?
Questa nuova forza di polizia sarebbe poi addirittura investita di poteri
incredibili quali “indagini ed arresti”.Voi conoscete delle polizie che non
facciano indagini od arresti?Io francamente no.
Infine come chicca finale la si definisce una nuova Gestapo,cioe’ una
polizia segreta(questa tanto segreta non sembra visto che si sapeva gia’
tutto prima che nascesse)che incarcera,uccide,perseguita le minoranze
etniche,deporta civili e militari ed e’ asservita indissolubilmente ad un
fuhrer,prima ancora pero’ che cominci a funzionare.
Mah,caro Mannino,io non sono per nulla spaventato dalla presenza di
forze dell’ordine in aggiunta a quelle esistenti,sono tra coloro che
preferiscono un poliziotto in piu’ piuttosto che uno in meno visto che
a mio avviso l’italia odierna,pur coi suoi mille difetti,non ha per fortuna
nulla in comune con la Germania nazista.

Affus
Affus
29 Aprile 2011 21:19

sento odor di Stay behind.
sento odor di Gladio moltiplicato x 1000

Albert_Wesker
Albert_Wesker
29 Aprile 2011 21:34

Gladio non avrebbe piu’ senso oggi visto che il comunismo e’ crollato.

Kiddo
Kiddo
30 Aprile 2011 10:55

Le barzellette sui carabinieri sono una normale operazione di intelligence,lo scopo è quello di farli sottovalutare dalla massa.

Rodelli
Rodelli
30 Aprile 2011 12:42

“Inevitabilmente una minoranza organizzata, la quale agisce sempre coordinatamente trionfa sempre sopra una maggioranza disorganizzata”. Gaetano Mosca, Sulla teoria dei governi e sul governo parlamentare.
E se smettessimo di vomitare e tentassimo di organizzare la maggioranza disorganizzata ? La frutta l’abbiamo mangiata e ci stanno digerendo. Siamo al punto zero e non v’é più tempo. Poiché tutto sta affiorando non c’é posto per gli scrupoli: “o noi o loro”. Da fare. Giuliano Rodelli