Elezioni, ContiamoCi! e le altre associazioni del dissenso si rivolgono ai partiti: ecco i 10 punti non negoziabili

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

ContiamoCi! assieme a Di.Co.Si. – Assis – Comilva – Condav – Comitato Ascoltami – Coscienze Critiche – Studenti contro il Green Pass – CUB – Coordinamento Comitati Guariti COVID – Immuni per sempre – N.A.L. – Eunomis – Associazione Jenner – Arbitrium – Sindacato d’Azione – ACU Marche e La gente come Noi, annunciano una conferenza stampa per il giorno 10 settembre, alle ore 11, presso Palazzo Santa Chiara a Roma.

Le comunicazioni saranno rivolte a tutti i partiti e i movimenti che si presenteranno alle prossime elezioni allo scopo di

dar voce a quella parte di cittadinanza che, sempre più numerosa, sempre più informata e motivata, si trova oggi priva di una rappresentanza politica.

Attraverso 10 punti “NON NEGOZIABILI” si intende

misurare l’azione di ciascuna forza politica e del futuro Governo, pronti alla mobilitazione qualora essi vengano ancora pervicacemente disattesi.

I punti sono di seguito elencati:

1. impegno a rispettare la dignità della persona umana e l’inviolabilità dei diritti e delle libertà fondamentali, nel solco del dettato e dello spirito della Costituzione Italiana;

2. abolizione di ogni obbligo vaccinale, nel pieno rispetto della libertà di scelta terapeutica;

3. istituzione di programmi di vaccino-vigilanza attiva a breve, medio e lungo termine, predisposizione di accurati triage prevaccinali unitamente a progetti di ricerca per il riconoscimento, lo studio e la risoluzione degli eventi avversi post vaccinazione, accesso gratuito alle terapie di recupero per i soggetti danneggiati;

4. abolizione della certificazione verde e di qualsiasi altra forma di controllo digitale; impegno a non istituire alcun passaporto vaccinale;

5. impegno a rispettare il consenso/dissenso dei cittadini al trattamento dei propri dati sanitari e alla digitalizzazione dei medesimi per qualsiasi finalità, specie in assenza di garanzie di sicurezza informatica;

6. revoca, con efficacia retroattiva, di tutte le sospensioni dal lavoro derivanti dalla non ottemperanza all’obbligo vaccinale e di conseguenza: restituzione degli emolumenti non percepiti dai lavoratori sospesi o demansionati, loro reintegro nei rispettivi ruoli e ripristino dei diritti acquisiti nel periodo di sospensione (scatti di carriera e conteggio pensionistico);

7. promozione della assoluta autonomia e indipendenza degli ordini professionali, attualmente configurati come organi sussidiari dello Stato;

8. cancellazione di tutte le procedure sanzionatorie per gli ultracinquantenni a seguito della inottemperanza all’obbligo vaccinale e restituzione delle somme eventualmente versate;

9. abolizione dei protocolli scolastici incentrati su mascherine, test di screening e didattica a distanza, a favore di investimenti nell’edilizia scolastica con adeguamento delle strutture, dei sistemi di ventilazione e di ricambio dell’aria;

10. sviluppo della prevenzione primaria ambientale e comportamentale quali pilastri fondanti di una Sanità priva di conflitti d’interessi e rispettosa dei principi ippocratici.

FONTE: https://www.contiamoci.eu/2022/09/02/consultazioni-elettorali-del-25-settembre-i-10-punti-non-negoziabili/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
9 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
9
0
È il momento di condividere le tue opinionix