Democratizzare la Dittatura

Le Catilinarie della propaganda contro i no vax

di Ivana Suerra, ComeDonChisciotte.org

Democrazia: dal greco DèMOS ‘popolo’ e KRàTOS ‘potere’. “Forma di governo che si basa sulla sovranità popolare e garantisce a ogni cittadino la partecipazione in piena uguaglianza all’esercizio del potere pubblico” (1).

Con buona pace dell’enciclopedia Treccani, alcuni giorni fa è apparso sul Corriere della Sera un articolo a firma di un illuminante Emanuele Trevi dal titolo I no vax che non ti aspetti, impossibili da persuadere al vaccino pe il Covid” (2).

Curioso che sia stata proprio la democrazia a consentirgli di esprimere liberamente un pensiero tanto fatuo senza – per ciò solo – dover temere forme di sanzioni o discriminazioni…Pur non trattandosi di lettura istruttiva, se ne ricava un’interessante concezione di democrazia: quella che esiste nella mente del Trevi. A detta del critico letterario, le persone che non intendono sottoporsi alla terapia sperimentale anti Covid “ignorano che l’essenza della democrazia è fidarsi di chi sa” (3).

Ora, se la democrazia consiste essenzialmente nel fidarsi di chi sa, si rende necessario, con certa urgenza, apportare modifiche incisive non solo ai dizionari della lingua italiana ad alle enciclopedie, ma anche ai trattati di diritto e alle concezioni giuridico filosofiche che ci accompagnano sin dai tempi della civiltà ellenica.

Nel frattempo, occorrerà predisporre linee guida esplicative del concetto di ‘sapere’ e un elenco esaustivo dei nomi di ‘chi sa’, con l’ovvia esclusione di Socrate, il quale sapeva di non sapere. Altrettanto certa, ammonisce l’illustre Trevi, è l’esclusione di chi crede che “la democrazia sia farsi un’opinione” (4): al fine di eradicare un fenomeno di tale gravità, si auspica, a breve, la diffusione dei manuali di democrazia sui quali gli opinionisti del Corriere sono soliti consolidare, mediante una “lenta conquista che costa lacrime (e) sangue” (5), il proprio sapere.

Nel solco di cotanta autorevolezza si inseriscono, da settimane, i commenti di numerosi altri propagandisti: dai presentatori televisivi ai giornalisti di punta, dai noti influencers ai personaggi pubblici in cerca della notorietà perduta.

La democrazia consente a costoro di esprimersi liberamente, anche quando le loro opinioni sfociano nell’incitazione all’odio verso le persone che hanno scelto, altrettanto liberamente, di non inocularsi il vaccino sperimentale anti Covid.

Tutto ciò alimenta, come titolano i quotidiani, ‘la caccia ai no vax’, in forza della quale diviene lecito intimorire, minacciare, screditare e diffamare una larga parte dei cittadini di questo Paese democratico.Democratizzare la Dittatura

Nihil sub sole novum (6).

La propaganda volta all’individuazione del nemico pubblico ha permeato, in ogni epoca, tutte le società, dando frutti tanto efficaci quanto terrificanti.
Abile propagandista del suo tempo, seppur dotato di uno stile oratorio di tutt’altra stoffa, è stato Marco Tullio Cicerone, di cui si ricordano le c.d. ‘Catilinarie’ (7). 

Le orazioni contro Catilina nascevano dall’esigenza di screditare la figura del Senatore romano reo di aver organizzato la famosa congiura ai danni della Repubblica. L’immagine di un Catilina malvagio, violento e pericoloso per la sicurezza di Roma ha avuto successo nella storia, così come ne ha avuto la descrizione del Nerone incendiario (la cui confutazione ha richiesto non poca fatica agli storici) (8).

Questo tipo di narrazione – favorita da certa storiografia romana – è stata spesso riservata ai personaggi che erano invisi al Senato, invisi ‘al potere’ di quell’epoca.
Ed è proprio dando credito a siffatte narrazioni che si commette l’errore di non comprendere la storia. Quella storia ‘maestra’ che è solita ripetersi.
Ciò giustifica il fatto che, mentre tutti gli studenti ricordano Catilina come un sadico cospiratore, nessuno si interroga sulle cause scatenanti della congiura.

Così facendo, si dimentica che a Catilina – politico di rilievo appartenente alla classe patrizia – fu negato per ben due volte l’accesso alla Carica di Console, seppur legittimamente ottenuta. Si ignora che il consenso riservato a Catilina proveniva da quella parte del popolo romano che condivideva il suo programma di miglioramento delle condizioni della plebe. Si scorda che simili promesse non potevano essere tollerate dai senatori, spaventati dalla possibilità di perdere ricchezze e privilegi (9).

Eccolo il contesto in cui maturò la congiura, ma su tutto questo la propaganda non proferì parola. Per converso, la propaganda fece parlare a gran voce l’Avvocato Cicerone, il quale, con le sue doti oratorie, abbagliò il popolo ed ottenne la condanna a morte dei congiurati in totale assenza di Processo.
Il Senato è il potere, Cicerone è il Senato e la propaganda incenserà proprio l’Avvocato come il salvatore delle sorti di Roma; mentre il popolo, dando retta a Cicerone – colui che sa – tradì se stesso.

Ricordare tutto ciò serve a comprendere le ragioni per cui è stato utile fare di Catilina un nemico pubblico.

Duemila anni dopo, nell’Europa democratica, la condanna a morte suonerebbe anacronistica, pertanto, avverso i nemici pubblici di oggi, è doveroso far ricorso ad altri, pur ben consolidati, strumenti repressivi.

Segregare: dal latino SEGRĕGARE ‘allontanare dal gregge’. “Isolare un individuo, o un gruppo di individui, dalla comunità di cui fa parte, tenendolo lontano da questa” (10).

Ne è un vergognoso esempio storico la diffusione di politiche segregazioniste riservate alle persone di colore, politiche note comunemente come Apartheid e sostenute a suo tempo dalla propaganda.
Negli ultimi giorni è sotto agli occhi di tutti un esempio analogo: trattasi dell’introduzione di un passaporto vaccinale attestante l’avvenuta sottoposizione alla terapia sperimentale anti Covid, noto comunemente come Green pass e fortemente sostenuto dal Corriere della Sera.

Cambiando la terminologia, il concetto non cambia.

Limitare l’accesso a determinati luoghi e la fruizione di specifici servizi ad una categoria di individui significa mettere in atto una politica di segregazione per annientare il nemico pubblico individuato.
Questo genere di politiche fa a pugni con il concetto di democrazia, soprattutto quando è di natura liberale…Questo dovrebbe capirlo anche Emanuele Trevi!

Eventualmente, in aiuto alla memoria, è consigliabile dar credito alle centinaia di migliaia di persone che hanno occupato, per giorni, le strade di Francia.

Lo hanno fatto sia per dire no al Green pass quale forma di Apartheid moderno, sia per richiamare all’ordine coloro che ignorano che l’essenza della democrazia è (anche) il legittimo dissenso.

Democratizzare la Dittatura

di Ivana Suerra, ComeDonChisciotte.org

 

NOTE

(1) Vocabolario della lingua italiana dell’enciclopedia Treccani;

(2) Emanuele Trevi, Corriere della Sera del 16 luglio 2021;

(3) Ibidem;

(4) Ibidem;

(5) Ibidem;

(6) Niente di nuovo sotto il sole;

(7) Cicerone, Orationes in Catilinam;

(8) Carlo Palumbo, “La vita di Nerone”; Edizione Peruzzo 1985;

(9) Massimo Fini, “Catilina. Ritratto di un uomo in rivolta”; Edizione Feltrinelli 2019;

(10) Vocabolario della lingua italiana dell’enciclopedia Treccani.

Notifica di
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mealuirao
Utente CDC
23 Luglio 2021 12:37

Mi sembra che esiste una piattaforma per creare una petizione..

Proporrei di creare e di firmare una petizione assurda
Che “suona” all’incirca così:

Si propone l’obbligo vaccinale indiscriminato (tutta la popolazione mondiale)

Si propone che le aziende farmaceutiche possano utilizzare l’occasione vaccinale per sperimentare liberamente e gratuitamente (per il bene futuro dell’umanità) nuovi ritrovati scientifici

Si propone che le aziende farmaceutiche non abbiano alcuna responsabilità in caso di decessi, o gravi invalidità causate da suddette sperimentazioni (per il bene futuro dell’umanità)

Altre cavolate del genere…

Platypus
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
23 Luglio 2021 12:50

basta firmare il consenso informato che ti propinano prima di inocularti, la sottoscrizione di tale carta è esattamente il beneplacito a tutto ciò.
La parte tragica è che la tua è una provocazione mentre la Loro è una coercizione.

Mealuirao
Utente CDC
Risposta al commento di  Platypus
23 Luglio 2021 13:15

Esattamente.. da girare soprattutto ai “pro vax” magari scritto così capiscono meglio..

Platypus
Utente CDC
23 Luglio 2021 12:54

Nervosetti, eh? nonostante il titanico impiego di truppe cammellate, media, influencer, nani e giullari della gioiosa corte le cose non stanno andando troppo bene.
L’importante è che a perdere le staffe per primi siano loro e non noi.

ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  Platypus
23 Luglio 2021 13:36

ottimo commento, infatti adesso la cosa essenziale è mantenere la calma. Paura, rabbia, frustrazione sono pessimi consiglieri, anche se la loro manifestazione di questi tempi è pienamente comprensibile

IlContadino
Utente CDC
23 Luglio 2021 13:25

Non facciamo di tutta l’erba un fascio, tirare in ballo le vicende di Cicerone credo possa essere un tantino fuori luogo. L’essere umano in duemila anni ha fatto grandi cambiamenti, le conquiste tecnologiche conseguite ci hanno modificato, siamo diventati troppo diversi per essere paragonati a uomini e dinamiche di duemila anni fa

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
23 Luglio 2021 13:42

Su Catilina avrei qualche perplessità e non cambierei così la storia di Sallustio, non vorrei si cadesse oggi nel fenomeno di capovolgere tutte le parti in commedia e di riscrivere la storia. Non era un cattivone, Catilina, ma mi ricorda personaggi politici moderni, che pur appartenendo ad un’oligarchia, si presentano alle elezioni ogni volta alzando la posta: un anno per essere eletto console aveva promesso una forte riduzione delle tasse e, non avendolo votato, alle elezioni successive promise l’abolizione totale delle tasse. Anche allora non gli credettero. Ho sempre pensato che gli antichi romani fossero più colti di noi e non cadessero nella trappola dei demagoghi… poi magari sbaglierò e si riabiliterà anche Catilina, ma ho i miei dubbi

Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
23 Luglio 2021 14:38

Massimo Fini scrisse una bella biografia su Catilina, non so come l’abbiano giudicata gli specialisti (come Canfora) ma ne usciva un ritratto sorprendente.

Platypus
Utente CDC
Risposta al commento di  Hospiton
23 Luglio 2021 16:48

La conosco, descrive Cicerone come un democristiano della sua epoca. il libro è gradevole ed interessante, quanto alla veridicità ed all’attendibilità storica non posso giudicare.

Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  Platypus
23 Luglio 2021 17:20

Nella bibliografia cita storici importanti come Mommsen, Seager (oggi probabilmente un po’ datati), Carcopino, oltre alle principali fonti antiche, Sallustio, Livio, Svetonio, Plutarco, le orazioni e le lettere di Cicerone. Insomma il materiale su cui Fini ha lavorato è di qualità, certo la sua simpatia per i “ribelli” potrebbe aver condizionato il giudizio complessivo su Catilina ma credo meriti comunque una lettura (come più o meno tutti i libri di Fini).

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Hospiton
emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  Ivana Suerra
23 Luglio 2021 18:18

La ringrazio del suo intervento, in effetti mi ha incuriosito questo libro e ho apprezzato molto il Massimo Fini di ” Sudditi” di cui addirittura un mio studente anni fa disse che gli aveva cambiato la vita. Sono poi d’accordo con Fini che le donne non capiscono il fuori gioco nel calcio:). Grazie alle vostre risposte stavo appunto pensando a chi poter avvicinare Cicerone: brillante avvocato, apparentemente difensore della repubblica, che trama invece nell’ombra per costruire una dittatura, pensando di poterla manovrare nell’ombra, e di cui invece rimane vittima. La stessa sorte di Seneca… Mi chiedevo, più che avvicinarlo ad un democristiano, che può starci, dove siano oggi questi intellettuali che tirano o credono di tirare le fila del potere. O forse la loro è stata sempre un’illusione.Come eminenze grigie dietro il potere mi vengono solo in mente Gianni Letta e Dell’Utri.

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
23 Luglio 2021 18:58

Quelle che hai citato sono solo le eminenze grigio topo, robetta nostrana di poco conto.
Per scovare le vere eminenze grigie dietro il potere, devi orientarti più verso il grigio “fumo di Londra” :-))

IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
23 Luglio 2021 19:22

Ho letto il tuo commento a voce alta, la biografia di Cicerone sulla mensola in salotto è caduta inspiegabilmente a terra

Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
23 Luglio 2021 20:54

A me quella di Seneca

mystes
Utente CDC
23 Luglio 2021 14:04

Proprio ieri sera nel corso di una live. il presidente brasiliano ha ribadito che imporre dall’alto l’obbligo della vaccinazione, specialmente di un vaccino sperimentale, è un atto anti-democratico, per cui in Brasile la vaccinazione NON sarà obbligatoria. Ecco, questo è un vero esempio di democrazia e di libertà, una lezione a tutti i soloni europei, come Draghi e Macron i quali con i loro comportamenti autoritari e illiberali confermano di agire nell’interesse delle lobby globaliste e non dei popoli europei.

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  mystes
23 Luglio 2021 15:11

prova a dirlo all’idi0ta di turno (prima però fai un bel respiro), ti risponderà che non è obbligatoria nemmeno da noi, nessuno ti obbliga basta che ti chiudi in casa.

Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  mystes
23 Luglio 2021 20:48

Suvvia, lo sanno tutti che bolsonaro è un dittatore…..

danone
Utente CDC
23 Luglio 2021 14:09

Ho sentito dichiarazioni di politici, espertologi, giornalisti, in questi giorni, per giustificare l’introduzione del green pass, che davvero non si può capire il mio sbattezzo, se non parafrasando la celebre frase del film cult di fantascienza Blade Runner..”ho sentito cose che voi umani non potete nemmeno immaginare..”.
Ieri sera, conferenza stampa di Mario Draghi, vi rendete conto di cosa ha detto?

Tranquilli, siamo sicuramente dentro un episodio della serie tv anni 50, “Ai confini della realtà” di Jan Sterling, non c’è altra ipotesi plausibile.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da danone
IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
23 Luglio 2021 16:32

Proprio ieri leggevo Nisargadatta Maharaj, titolo del capitolo: La vita, una grossolana commedia. Se lo dice lui qualcosa di vero deve esserci.
Poco fa mia moglie leggeva il testo di legge in Gazzetta Ufficiale, quella “… recante misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19…”, da brividi! Non ci si crede. Continuano a chiamarla persone disperate, soprattutto genitori, il male che stanno facendo a bimbi e ragazzi è davvero indicibile, giocano sporco, se la pigliano coi deboli. Eppure le scappatoie ci sono, ma la gente non lo sa, ascolta cosa dice quel caxxo di tv!! Li mortacci. Ho divagato, scusa, piccolo sfogo.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da IlContadino
emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
23 Luglio 2021 18:23

Grazie, almeno posso condividere questa sensazione che ho dal mattino appena mi sveglio, quando per un attimo penso di essere uscita da un incubo.

ton1957
Utente CDC
23 Luglio 2021 15:06

causa la fretta e momentanea paralisi al dito medio che si é posizionato, (giusto,giusto) unico tra le dita, in verticale, si sono dimenticati di includere il parlamento ed i parlamentari tra gli obbligati al greetin-pass e di conseguenza alle due (per ora) vaccinazioni.
La dimenticanza é sfuggita anche al perspicace giornalista della Repubblica Emanuele Trevi, al ministro Speranza (speranza che gli italiani non se ne accorgano) ed al plurivaccinato generale Figliuolo (assente per richiamo vaccinale in Iraq)

Simsim
Utente CDC
23 Luglio 2021 16:57

Allora…

Io non ho la naturalezza in questi controlli. Ma apparentemente il decreto approvato tecnicamente ieri non é mai apparso in Gazzetta ufficiale ancora, significando che stanno testando le reazioni e che di fattivo ancora non c´é nulla. Qualcuno di piú avvezzo alle alchimie politiche puó darmi conferma di questa cosa?

Io sono senza parole da ieri, siamo ad un livello di bassezza e di impunitá che il mio cervello fatica a processare.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Simsim
nicolass
Utente CDC
23 Luglio 2021 17:04

Per me ha ragione Draghi… con 17 mila morti riconducibili alla vaccinazione di massa e oltre 500 mila danneggiati di cui almeno la metà in forma grave ..”l’appello a vaccinarsi è un appello a morire o a far morire gli altri “

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da nicolass
Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
23 Luglio 2021 17:44

Precisamente

Ho letto da qualche parte che anche l’autista del bus a Capri era stato vaccinato 48h prima dell’incidente, che pare acclarato essere stato causato da un suo malore.

Qualcuno sa qualcosa in merito?

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
23 Luglio 2021 19:22

Ne parla Blondet, ma senza prove, l’unica cosa che ho trovato è un tweet su Leggo che è stato subito accusato di sciacallaggio. Però non passa giorno senza notizie di qualcuno che non soffriva di cuore o patologie pregresse che non si accasci al suolo per un malore, basta dare un’occhiata a esclusacorrelazione.it
https://www.leggo.it/italia/cronache/emanuele_melillo_autista_morto_capri_vaccino_twitter_23_luglio_2021-6098105.html

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
23 Luglio 2021 22:38

Se intendi le prove che si sia vaccinato non saprei, ma dato che Capri è spacciata per località “covid free” fatico a credere che un autista ci possa lavorare senza aver fatto almeno 2 punture.

Se intendi prove che vi sia correlazione ovviamente nessuno le potrà mai fornire

giordano bruno clemente
Utente CDC
23 Luglio 2021 20:52

“ignorano che l’essenza della democrazia è fidarsi di chi sa”
Non so da dove cominciare. Tale bestemmia epistemologica grida vendetta.
Basterebbe citare Popper: “solo alcune questioni di geometria possono dirsi certe”.
Oppure Stuart-Mill: “solo la matematica contiene certezze”.
La medicina, insegnava mio padre, primario e professore universitario, non è una scienza. Non è prevedibile, non è ripetibile, raramente è misurabile. È un’arte. Infatti in medicina c’è controversia.
Mi stupisco sempre dell’ignoranza dei più dotti. Sono in realtà mediocri travestiti.

gin
Utente CDC
Risposta al commento di  giordano bruno clemente
25 Luglio 2021 12:24

Ars medica, infatti!
Non scienza. Fanno passare quattro magnaccia con una laurea in medicina, biologia, veterinaria per scienzati, acuendo così ai più l’odio per le scienze

oriundo2006
Utente CDC
Risposta al commento di  giordano bruno clemente
26 Luglio 2021 21:04

La democrazia è pensare con la PROPRIA testa. Sempre che uno ce l’abbia…

BrunoWald
Utente CDC
24 Luglio 2021 1:57

“Questo dovrebbe capirlo anche Emanuele Trevi!”

Dicono che la propensione a pensare sia inversamente proporzionale ai vantaggi che si ottengono astenendosi dal farlo.
Comunque bisogna ricordarsi di questi cialtroni, nella remota eventualità che un giorno esista una giustizia davanti a cui farli rispondere.

GioCo
Utente CDC
25 Luglio 2021 0:02

La pura e semplice evidenza è che noi (come cittadini) siamo stati venduti per esperimenti che con la malattia hanno a che fare come l’OGM con la lotta ai parassiti in agricoltura. Ci crede chi crede nelle favole.
Il motivo della vendita è semplice, siamo passati da uno Stato-Nazione a uno Stato-Azienda e da una relazione contrattuale con lo Stato Sociale a una con uno Stato Padrone, principalmente perché rivendica sempre più apertamente il diritto di disporre come gli pare del nostro corpo. La transizione non è completa e alla fine verrà fuori una porcata, ne carne ne pesce, tipo il porcellum. Per cui permane “la dittatura della minaccia” caratteristica dei pavidi (mediocri) con la posta continuamente alzata da chi la spara più grossa, come nei migliori bluff che già il Bomba (meglio noto come “Renzi“) e il Cavaliere con lo stalliere bombarolo ci hanno insegnato a suo tempo essere indispensabili per fare politica post prima repubblica. Ma poi, lo sappiamo bene che se non hai gli attributi, certi meriti che ti fanno salire la gerarchia del potere, nonostante tutto non te li guadagni.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da GioCo
32
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x