DE MARI & SCHILIRO’: DIALOGHI TRA FEDE E RIVOLUZIONE

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

di Valentina Bennati
comedonchisciotte.org

Silvana de Mari e Nunzia Alessandra Schilirò. Due donne straordinarie e coraggiose, impegnate nella battaglia per la verità e la libertà. Molto amate, ma anche criticate e contrastate.
Una medico; l’altra poliziotta, ex vice questore a Roma, adesso sospesa.
Entrambe scrittrici e sotto procedimento disciplinare per aver espresso le loro opinioni (la Schilirò è, al momento, al quinto procedimento disciplinare; la dottoressa De Mari, invece, ne ha collezionati tre) si sono confrontate in un incontro video organizzato dalla ricercatrice indipendente Samantha Liati.

Qualcosa di diverso dalla solita intervista, una bella chiacchierata che spazia attraverso temi molto diversi. Un’ora e dodici minuti, molto piacevoli da seguire, in cui hanno parlato di quel che è accaduto in questi ultimi due annicon regole che sono state cambiate continuamente che hanno distrutto in maniera sistematica il turismo e tutte le attività economiche perché l’Italia sia svenduta come è avvenuto per la Grecia” e di cosa significa essere poliziotto “che deve essere all’altezza della divisa che porta e che non può torturare i cittadini in nome di una legge che è illegittima, oltre che ingiusta, perché è in totale violazione, non solo della Costituzione, ma anche della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, della Carta Fondamentale dei Diritti dell’Unione Europea, del Codice di Norimberga e della Convenzione di Oviedo”. Ma anche di diritti, di SARS-CoV-2 “che, se curata correttamente da subito, ha una mortalità dello 0.5%, mentre invece abbiamo moltiplicato la mortalità da cancro e infarto che non sono stati più curati né prevenuti”, di medicina “che non è una scienza esatta”, di effetto placebo e nocebo, di come tenere alto il sistema immunitario, di cosa significa essere medico e del tradimento “imperdonabile” che è stato fatto da parte dei laureti in medicina “tranne poche eccezioni”.

E ancora hanno affrontato tematiche come conformismo “che ha fatto piegare la maggior parte della gente a un’imposizione totalmente sbagliata”, manipolazione del pensiero e distopia in cui oggi stiamo vivendo per cui ciò che, di fatto, è una ‘tessera di schiavitù’, viene invece vista come ‘tessera di libertà’ e si finisce col credere che la pace si conquista mandando armi, cioè facendo la guerra e aumentando le spese militari”.

Infine, hanno conversato dell’importanza di leggere, di fede, di cattolicesimoche sta diventando una religione piena di zucchero filato e panna montata”, della preghiera come arma, della necessità di unire le persone che hanno le stesse affinità elettive per dare una risposta politica, difenderci da quel che sta accadendo e creare il mondo che desideriamo con infinita pazienza” senza abbandonare la speranza perché “non sempre le battaglie sono state vinte in una generazione, a volte ce ne sono volute due o tre”, ma “sono le minoranze che cambiano la storia”.

Ecco, dunque, un video da non perdere, buona visione!

 

 

___


ComeDonChisciotte.Org

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
8 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
8
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x