Home / Opinione (pagina 67)

Opinione

Le opinioni sui vari argomenti

La morte di Fidel e il punto di svolta della crisi: una coincidenza non casuale

DI PIOTR megachip.globalist.it Non è nostalgia del bei tempi andati, delle cosiddette illusioni e delle cosiddette delusioni. È la constatazione che è scomparso un gigante e la sua scomparsa sommerge i nanerottoli politici che gli sopravvivono e si ostinano a volerci governare. Con la morte del comandante Fidel Castro si è chiusa un’epoca. Dire ciò è dire una cosa ovvia che però ne nasconde una che può sorprendere. La lunga vita di Fidel ha coperto tutto il passaggio dalle speranze …

Leggi tutto »

Siete a conoscenza di questi scandali sui vaccini nel corso della storia?

DI ETHAN A. HUFF naturalnews.com Vi è attualmente consenso generale della maggior parte dei professionisti sul fatto che i vaccini siano stati completamente controllati e testati come sicuri ed efficaci mezzi di prevenzione di malattie infettive. Ci viene detto continuamente che la scienza ha dimostrato in modo definitivo che i vaccini funzionano come dichiarato, e che qualunque perplessità o informazione che contraddicano questo assioma sono imputabili a paranoia o ciarlataneria, come si presume sia provato dal loro efficace uso da …

Leggi tutto »

Maltempo o malgoverno ?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it “La persona intelligente è colei che, contemporaneamente, riesce a soddisfare se stesso e gli altri. Lo stupido è, invece, colui che riesce, contemporaneamente, a danneggiare se stesso e gli altri.” Carlo Maria Cipolla (storico) – 1922 – 2000 L’Italia è sotto scrosci d’acqua: per mia fortuna è intervenuto il mutamento climatico – del quale, in questa sede, non m’interessa indagare le cause – che ha contribuito, grazie al riempimento delle “riserve” sotterranee delle sorgenti (dovuto alla …

Leggi tutto »

Le “false notizie” sono il nuovo “cospirazionismo” ?

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Barack Obama circa le false notizie: “Abbiamo dei problemi se non riusciamo ad accorgercene”. Il Presidente ha denunciato l’ondata di disinformazione nelle piattaforme social come Facebook, aggiungendo che anche la politica potrebbe esserne vittima. – Guardian – Il concetto di “falsa notizia” andrà sostituire quello di “teoria della cospirazione”, si dice che potrebbe essere, a noi sembra probabile. Ciò accade perchè il termine “teorie della cospirazione” ha perso credibilità come smentita per le critiche ai media …

Leggi tutto »

Vaccinarsi è bene, ma senza isterismi

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it La decisione della regione Emilia-Romagna di non ammettere agli asili nido i bambini che non siano stati vaccinati contro la poliomielite, la difterite, l’epatite B, il tetano ha suscitato qualche polemica ma in linea di massima è stata accolta in senso favorevole e una analoga norma dovrebbe essere presto adottata dalla regione Lazio. Qui sono in contrasto due diritti: quello di libertà garantito dalla Costituzione all’articolo 32 che recita “Nessuno può essere obbligato a un determinato …

Leggi tutto »

Cronache dalla provincia profonda

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it Venerdì. Parto per il mio annuale pellegrinaggio nel Viterbese, a ridosso dell’Umbria. La raccolta delle olive. Col tempo questa ricorrenza è mutata nel mio animo. Qualche anno fa era una ricorrenza felice, con dei pallidi riflessi orgiastici, una sorta di Dionisiache dell’autunno. Oggi assomiglia a un itinerario del dolore, della privazione. Già quando si scavalla sulla Cimina ci si accorge che qualcosa non va. I castagni lungo la strada, che una volta donavano liberamente e spontaneamente i …

Leggi tutto »

Donald Trump e “Lo Stato profondo” – Brogli da entrambe le parti … Nomine chiave

DI PETER KOENIG globalresearch.ca Le elezioni potrebbero essere state truccate, probabilmente da entrambe le parti, dato che l’élite sfuggente, o quello che viene anche chiamato lo ‘Stato profondo’, potrebbe essere stata in contrasto (n.d.T. al suo interno). Sembra che il miglior ‘maneggione’ si sia rivelato vincitore. Il conteggio finale del voto popolare indica un leggero vantaggio di Hillary su Trump. Non importa, il sistema è stato volutamente progettato in modo non-democratico nel 18° secolo dai Padri Fondatori, che non hanno …

Leggi tutto »

Perché The Economist (disperato) vota “no” al referendum

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org La scelta della più celebre rivista dell’oligarchia finanziaria, The Economist, di sostenere il “no” al referendum del 4 dicembre, ha lasciato molti interdetti: ma come, i poteri forti, dopo aver scritto la riforma, consigliano ora di affossarla? La decisione del potente settimanale inglese nasce dall’imprevisto esito delle elezioni americane e dalla condotta, sempre più imprevedibile, di Matteo Renzi nei confronti di Bruxelles: la vittoria del “no” e la formazione di un successivo governo tecnico, docile a malleabile, …

Leggi tutto »

La grande fragilità di papa Bergoglio dopo la sconfitta di Hillary Clinton (e di George Soros)

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Si è chiuso, senza gloria né echi, il Giubileo straordinario della Misericordia indetto da papa Jorge Mario: il buon senso avrebbe consigliato al pontefice una pausa per riflettere sul sostanziale fallimento dell’Anno Santo. Il papa, invece, ha moltiplicato gli sforzi per blindare la svolta modernista impressa alla Chiesa: nuova creazione di cardinali a lui fedeli e concessione a tutti i sacerdoti della facoltà di assolvere l’aborto. Forse Bergoglio ha fretta, perché sa che il contesto internazionale …

Leggi tutto »

Perchè brucia Israele ?

DI GILAD ATZMON  gilad.co.uk Il paesaggio rurale di Israele è saturo di alberi di pino. Questi alberi sono una novità per la regione. Quegli alberi di pino vennero introdotti nel paesaggio palestinese nei primi anni ‘30 dal Fondo Nazionale Ebraico (JNF) nel tentativo di “rivendicare quella terra”. Nel 1935, il JNF aveva piantato 1,7 milioni di alberi su una superficie totale di 1.750 acri. In oltre cinquanta anni, il JNF ha piantato oltre 260 milioni di alberi in massima parte …

Leggi tutto »

REFERENDUM! Occhio che stavolta è diverso

DI JACOPO SIMONETTA crisiswhatcrisis.it A proposito del referendum, vorrei profittare di questa pagina per ricordare alcuni punti ed esprimere un’opinione. Il primo punto da ricordare bene è: qui non si tratta di abrogare o modificare una norma specifica, bensì di modificare in maniera sostanziale la Costituzione. Ovvero la base stessa della legalità. Si può essere a favore o contro, ma non si può pensare che sia poco importante. Il secondo punto è che questo non è un referendum abrogativo, bensì …

Leggi tutto »

Una volta tanto

DI GIANFRANCO LA GRASSA conflittiestrategie.it Questa volta devo esprimere solidarietà verso i pentastellati. Sono accusati per le firme false raccolte al fine di presentare le liste (mi pare sia così). Per quel che ho sempre saputo, tutti e reiteratamente hanno raccolto firme del genere, da che mondo è mondo. Il fatto è che, come sempre (anche questo da che mondo è mondo), la magistratura si muove non dico su comando, ma quando riceve il benestare di qualcuno. Così accadde nell’operazione …

Leggi tutto »

Make America Breaking Bad

DI RAFFAELE ALBERTO VENTURA 24ilmagazine.ilsole24ore.com Per cinque stagioni, dal 2008 al 2013, una serie televisiva ha raccontato quell’America disperata che si preparava a votare Donald Trump: si tratta di Breaking Bad. Ovvero la storia di un insegnante scolastico di chimica che, non potendosi pagare le cure per il cancro, inizia a produrre e spacciare droga. Ma è proprio in questo stringatissimo riassunto – e nel rapporto di causa ed effetto che suggerisce – che sta tutta l’ambiguità della serie, nonché …

Leggi tutto »

Madame le President Marine Le Pen – Prossimo Terremoto politico in Europa?

DI FINIAN CUNNINGHAM Information Clearing House Dopo lo shock della Brexit e l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, ormai tutto sembra possibile nel mondo politico. Tra sei mesi Marine Le Pen, il capo del Fronte Nazionale francese (FN), si vedrà a portata di mano la presidenza. Questa è una possibilità che non è la sola Le Pen a   trumpeting – strombazzare – dopo la votazione-sorpresa in Gran Bretagna per uscire dall’Unione Europea e l’altrettanto sorprendente vittoria di Trump negli USA all’inizio …

Leggi tutto »

“Guarite il cancro, poi svegliatemi”

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it La Scienza, nel suo inesausto tentativo di spazzar via dalla nostra vita tutto ciò che è umano, sta preparando altri piatti tanto appetitosi quanto avvelenati. Al lettore non sarà certamente sfuggito (sul Fatto ne ha parlato Caterina Soffici) il caso della ragazzina londinese di quattordici anni che si è fatta ibernare nella speranza di poter un giorno risuscitare attraverso la tecnica chiamata della criogenesi. Ma non è la sola, negli Stati Uniti ci sono già 200 …

Leggi tutto »

Nessun segreto, il voto è social

DI ANDREA FABOZZI ilmanifesto.info Referendum. Gli italiani all’estero stanno votando. E pubblicando le loro schede segnate su Instagram. Crescono i dubbi sulla regolarità del sistema previsto dalla legge Tremaglia. E il comitato del No annuncia un ricorso nel caso alla fine questi voti dovessero risultare decisivi In un bar italiano di Sidney, vedete la foto qui sopra, qualcuno ha appeso al muro una scheda elettorale originale del referendum costituzionale. Ha aggiunto oltre al Sì e al No una terza opzione, …

Leggi tutto »

UNA MONETA PER LA RICOSTRUZIONE

di Stefano Di Francesco e Fabio Conditi Comedonchisciotte Sono trascorse appena poche settimane dalla devastante scossa che ha di fatto spaccato l’Appennino centrale, causando notevolissimi  danni a molti centri urbani ed il loro conseguente abbandono da parte della popolazione. Ma già oggi, questa tragedia epocale sembra essere scivolata nel dimenticatoio, superata dalle notizie  e dagli eventi che inesorabilmente  occupano i media nazionali. Sempre più va diffondendosi nelle popolazioni colpite dal sisma, il sentimento di essere state già abbandonate al loro …

Leggi tutto »

Come vengono realizzati i video dei Caschi Bianchi

FONTE: MOON OF ALABAMA Il video qui sotto è stato caricato il 18 novembre sul canale Youtube del RFS Media Office (Ufficio Stampa delle Forze Rivoluzionarie di Siria), un’organizzazione propagandistica che sostiene diversi gruppi che combattono contro il governo siriano. In esso si vede la “ripresa” di una scena dove alcune persone in tenuta da Caschi Bianchi “portano in salvo” un uomo. Per circa 20 secondi i due “soccorritori” e la “vittima” rimangono immobili, aspettando il comando per iniziare una frenetica …

Leggi tutto »

Il grande raggiro del CETA (e il futuro dell’Unione Europea)

FONTE FAILEDREVOLUTION (BLOG) Con l’imminenza del voto presso il parlamento Europeo sul trattato UE-Canada noto come CETA e i potenziali diverbi riguardo alla sua ratifica che potranno susseguirsi nei vari parlamenti nazionali UE, il CETA continua ad attirarsi pesanti critiche. Dando uno sguardo più da vicino al testo dell’accordo, e a recenti dichiarazioni mirate a rassicurare i critici e ottenere appoggio alla sua realizzazione, mostrano che le preoccupazioni rispetto al CETA sono ben fondate. Oltre i tentativi di pubbliche relazioni …

Leggi tutto »

Le origini lontane dell’ascesa di Trump

  DI GEORGE MONBIOT monbiot.com Come una rete spietata di ideologi super-ricchi ha ucciso il potere di scelta e distrutto la fede della gente nella politica La serie di eventi che ha portato all’elezione di Donald Trump è iniziata in Inghilterra nel 1975. Durante un incontro pochi mesi dopo che Margaret Thatcher era diventata leader del partito conservatore, uno dei suoi colleghi stava esponendo quelli che secondo lui erano i valori fondanti del conservativismo, o almeno questo è ciò che …

Leggi tutto »

Alexander Dugin incontra Alex Jones di infowars

FONTE: DEDEFENSA.COM Certamente è un incontro che a noi sembra uno dei più improbabili nel campo della politica intellettuale: Alexander Dugin (1) considerato spesso come il più grande filosofo russo vivente e come teorico della dottrina geopolitica-spiritualista dell’eurasismo, e Alex Jones, direttore ed animatore tonitruante del sito Infowars.com. In generale nel mondo del blocco BAO (2) tutti gli intellettuali allineati all’ideologia del Sistema, e anche qualcuno – se non parecchi- di quelli che fanno parte del pensiero anti-Sistema, (che hanno …

Leggi tutto »

Se Renzi volesse…o potesse, o sapesse…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Se Renzi non fosse un burattino nelle mani del potere finanziario e delle burocrazie europee, non si sarebbe mai sognato di progettare una riforma costituzionale: avrebbe continuato a giocherellare con la sua immagine, con l’album delle sue figurine. Invece, gliel’hanno ordinato, e lui obbedisce. Penso che nemmeno questa volta la riforma passerà – a meno di clamorosi brogli: hanno assoldato legioni di scrutatori “embedded” – poiché il popolo italiano è stanco e sfiduciato, e non è …

Leggi tutto »

Io, astensionista, voto No, convinto dal fronte del Sì

DI MASSIMO FINI Ilfattoquotidiano.it Ora che si è quasi esaurita l’orgia sulle elezioni americane e sul controverso personaggio Donald Trump, in Italia l’attenzione torna a concentrarsi sul Referendum costituzionale. La Costituzione, qualsiasi Costituzione, non è un tabù. Risente del momento storico in cui è stata concepita. La nostra è stata varata alla fine della guerra, dopo la caduta del fascismo e ha fra i suoi intenti principali quello di impedire il riaffiorare di un ‘uomo forte’ ed è quindi fatta …

Leggi tutto »

Renzi come Hillary: la propaganda non funziona più

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Ma perché Renzi non piace più? Perché non riesce più a convincere gli italiani? Me lo ha chiesto un giornalista de il sito ilsussidiario.net, Federico Ferrau, intervistandomi sulla campagna referendaria. Ne è uscita una bella intervista, che potete leggere integralmente qui. La mia tesi è che Renzi stia ripetendo gli errori di Hillary Clinton, puntando soprattutto al controllo dei media mainstream. Controlla la Rai, Mediaset lo aiuta, i principali giornali sono favorevoli o …

Leggi tutto »

Unione Europea sui trampoli: gli ultimi caotici, folli, mesi di Bruxelles sono iniziati

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org C’è dell’isteria nella reazione con cui il presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha accolto l’elezione di Donald Trump: “Credo che perderemo due anni, è il tempo che Trump impiegherà per fare il giro del mondo che non conosce”, per poi ribadire, “non riesco a immaginare cosa accadrebbe se mettesse in pratica ciò che ha detto in campagna elettorale, campagna che peraltro ho trovato disgustosa”. Reazione scomposta ma giustificata, quella di Juncker, perché con la nomina …

Leggi tutto »

Il genio nordico e il teoema del riscaldamento centralizzato

  DI FRED REED fredoneverything.org Oggi vi spiegherò come è avvenuta la civiltà, nella misura in cui c’è stata una civiltà, o che possa essere spiegata, e da dove siano venute le cose, e chi abbia fatto cosa e perché. Dopo non ci sarà più nulla da dire al riguardo. In tutto il paese si sentiranno sbattere porte e chiuderanno molte facoltà universitarie. Dunque, la storia è zeppa fino all’inverosimile di letteratura, arte ed invenzioni, come le gomme da masticare …

Leggi tutto »

REMIX DELLA GLOBALIZZAZIONE VS TRUMPISMO

DI PEPE ESCOBAR facebook.com Thomas Piketty, scrivendo per l’ex grande quotidiano Le Monde ora lacchè neoliberale, centra comunque alcuni punti. Si è accorto che Hillary è stata condannata dalla deregulation finanziario/commerciale: il Partito Democratico adora fare affari con Wall Street, il Partito Democratico se ne sbatte di Bernie. Ha ragione anche quando dice che “è ora di cambiare l’atteggiamento politico verso la globalizzazione”. (Come? Non dà suggerimenti) Ha anche ragione nell’affermare che lo sviluppo sostenibile necessita di “servizi pubblici, infrastrutture, sanità …

Leggi tutto »

Il TPP è morto? Il Congresso assicura che NON sarà approvato sotto la presidenza Trump

DI DANIEL BARKER naturalnews.com Repubblicani e democratici possono concordare almeno su una cosa: l’elezione di Donald Trump rappresenta il colpo di grazia definitivo al Partenariato transpacifico (TPP).      Il controverso accordo commerciale era già tenuto in vita artificialmente durante i mesi che hanno portato alle elezioni di novembre, con un’opposizione crescente da entrambi gli schieramenti politici e sempre più forte fra i repubblicani nel momento in cui la campagna elettorale di Trump ha acquisito slancio. Dal Washington Post: “Questo trattato non …

Leggi tutto »

Il Medio Oriente adesso dipende tutto da Putin

  Di ROBERT FISK independent.co.uk Su Trump e il Medio Oriente si stanno dicendo molte prevedibili sciocchezze. Come può il mondo musulmano avere a che fare con un uomo che è islamofobo? Perché Trump è esattamente questo. È una disgrazia per il suo Paese e il suo popolo – che, Santo Cielo, ha eletto proprio questo stravagante personaggio. Ma c’è un pensiero che mi rincuora. Il prestigio degli Stati Uniti nella regione è sceso talmente in basso, le aspettative del mondo …

Leggi tutto »

La rabbia, la paura e la speranza

DI JACOPO SIMONETTA crisiswhatcrisis.it La maggioranza di noi si sente defraudata di un benessere e di una fiducia nel futuro che eravamo abituati a dare per acquisiti una volta per sempre.   Dimenticando che “per sempre” nella realtà riguarda eventualmente le perdite, mai le acquisizioni. La reazione la vediamo quotidianamente sul web e sulla stampa: rabbia, rabbia e ancora rabbia.   Ed uno spasmodico desiderio di cambiamento: di un evento drammatico o di leader carismatico che rimetta il mondo sul giusto binario, …

Leggi tutto »