Home / ComeDonChisciotte / PERCHE' LA RUSSIA DOVREBBE RITIRARSI DA TUTTE LE ORGANIZZAZIONI EUROPEE
12957-thumb.jpg

PERCHE' LA RUSSIA DOVREBBE RITIRARSI DA TUTTE LE ORGANIZZAZIONI EUROPEE

THE SAKER
vineyardsaker.blogspot.it

Ho appena visto un altro pezzo di pura propaganda della BBC che mostra alcuni osservatori dell’OSCE (l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) respinti da un checkpoint in Crimea, come risulta da certi filmati di repertorio dove si vede un giornalista che viene picchiato e si odono alcuni spari che, la BBC dice, miravano alle gomme di un’auto. Cercherò di ignorare tutte le sciocchezze che racconta questo cosiddetto giornalista” che Alain Soral definirebbe “une pute“, ma voglio mettere a fuoco il punto centrale di questo evento: in Crimea sbagliano o hanno ragione se negano l’accesso agli osservatori militari disarmati “?

A parer mio, hanno assolutamente ragione. Ecco perché:

La Russia ha già visto questi cosiddetti “osservatori” in Cecenia, in Bosnia, in Kosovo, in Ossezia del Sud ed è sempre la stessa identica storia: questi ragazzi sono ciechi-professionisti” e non vedranno mai nulla che potrebbe contraddire i fatti su cui si basa la versione ufficiale dei loro capi gerarchici. Per prima cosa, buona parte di loro sono agenti dei rispettivi servizi di intelligence militare (e, a stento, lo nascondono). Per questo hanno un modo di fare che dimostra una cultura militare. Riuscite a immaginare che un osservatore” polacco o uno estone riuscirebbe a trovare qualcosa di buono in quello che fanno i militari russi? Certo che no. Ho incontrato questi ragazzi personalmente e posso attestare – che non c’è nessuna possibilità.

Ma c’è un’altra cosa, ancora più importante: l’OSCE, come tutte le altre organizzazioni europee, è una organizzazione marcia fino al midollo, gestita da burocrati che vogliono solo fare carriera. Francamente, credo che la Russia farebbe bene a ritirarsi dalla OSCE, dovrebbe chiudere gli uffici che ha in Russia e semplicemente ignorarla. E dico ancora di più, credo che la Russia dovrebbe ritirarsi da tutte le organizzazioni europee, tutte, non solo l’OSCE. Che cosa ha fatto finora il Consiglio d’Europa per la Russia? E il Consiglio di Cooperazione del Nord Atlantico: ha mai fare qualcosa di buono per la Russia? Che ha fatto il Consiglio di Cooperazione-euro- -atlantico, e la Cooperazione per la Pace e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo ? C’è qualcuna di queste organizzazioni che ha mai fatto qualcosa di buono per la Russia?

Certo che no!

Queste organizzazioni europee hanno solo due scopi: per prima cosa, far sembrare che l’Europa sia veramente preoccupata e, seconda cosa, trovare dei buoni posti di lavoro ben pagati per un esercito di burocrati. La realtà, naturalmente, è che c’è una sola entità che conta in Europa: La “NATO”, la longa manu dell’ Amministrazione Coloniale degli Stati Uniti. Se i russi hanno veramente bisogno di parlare con il Boss – basta che facciano il numero della Casa Bianca o che parlino con l’ambasciatore USA. Anche quando si tratta dei “cosiddetti affari europei”. Perchécome entità politica l’Europa non esiste. E se qualcuno ha qualche dubbio su quello che dico, mi basta che risponda a una semplice domanda : quando mai una organizzazione europea ha mai alzato la voce per dire “NO” allo Zio Sam? Okay, va bene, qualche volta l’ ha fatto, ma solo su questioni banali e per qualche affare commerciale.

Ma su una questione politica internazionale importante? Mai

Così tutto quello che fa la Russia, come membro di queste organizzazioni, è solo dare credibilità al mito che ci sia un’Europa indipendente là fuori, mantre ce n’è proprio nessuna

La triste realtà è che l’Europa è la cagna dell’America, e farà tutto quello che dice lo Zio Sam e la bandiera dell’UE potrebbe essere sostituita da con una in cui si vede sventolare un barboncino sottomesso. Quindi, se la Russia, o la Crimea, hanno deciso di far entrare in Crimea qualcheosservatore”, che è in realtà agli ordini dello Zio Sam, non farebbero prima e meglio a far entrare direttamente degli osservatori della 82° Airborne o degli Agenti Speciali della CIA, senza perdere tempo con questi euroclowns che arrivano dall’ Estonia o dalla Slovenia? Almeno gli americani sarebbero veri professionisti, non farebbero finta di essere soldati

La EU non merita nessun rispetto e la Russia dovrebbe smetterla di comportarsi come fanno gli Europei, quando è chiaro che non vorrebbero obbedire.

The Saker

Fonte: http://vineyardsaker.blogspot.it

Link: http://vineyardsaker.blogspot.it/2014/03/why-russia-should-withdraw-from-all.html

8.03.2014

Il testo italiano di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte ComeDonChisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque.Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • roberto4321

    Beh, anche se magari non è attinente io conosco sia i russi (vedendoli ahimè spesso dove vado in villeggiatura) che gli americani (visto che passo negli Usa ogni anno parte delle mie ferie) e devo dire che considero i russi uno dei popoli peggiori, più scortese e volgare che abbia mai conosciuto, e gli americani uno dei migliori.
    Detto ciò sono ben contento che "l’Europa sia la cagna d’America", e non sono per ragioni di feeling affettivo ma  anche e soprattutto perchè ho visto che finchè l’Italia obbediva direttamente agli ordini degli Usa (referente la DC dal dopoguerra alla caduta del muro di berlino) qui si stava molto meglio. I problemi sono iniziati quando gli Usa hanno potuto dare un po’ di indipendenza all’Europa, ed ecco che il paese più forte, quello la cui popolazione si considera Uber alles, la Germania usa tutte le sue forze non per costruire una casa comune europea, ma per mettere noi e tutti noi "schifosi" ed inferiori PIGS letteralmente sotto i tacchi, mandarci in deflazione, distruggere la nostra produzione industriale, comprare a prezzo di saldo i nostri gioielli industriali per mezzo di politici nostrani comprati, salvo poi andare a stringere accordi energetici e commerciali con Putin allargandosi ad est. Beh se le cose stanno così allora sono molto ma molto contento che gli Usa abbiano detto basta, e prendendosi l’Ucraina (perchè se la sono presa almeno la sua parte occidentale) hanno piantato qualche bel paletto che andrà a ridimensionare le ambizioni sia tedesche che russe. E se i russi vogliono uscire da tutte le organizzazioni europee facciano pure, ma magari e già che ci sono escano pure dal WTO, poi mettano su un’altra bella cortina di ferro e che ci vadano pure quelli che li amano tanto come questo The Saker.

  • gm

    ma bravo! vai a ripetere quello che hai scritto ai milioni di persone che sono
    crepate sotto le bombe Usa che tanto ami!

  • stimiato

    Scusa ma non potevo non intervenire su un punto fondamentale. Tu dici:
    "[…] ho visto che finchè l’Italia obbediva direttamente agli ordini degli Usa (referente la DC dal dopoguerra alla caduta del muro di berlino) qui si stava molto meglio. I problemi sono iniziati quando gli Usa hanno potuto dare un po’ di indipendenza all’Europa […]".
    Il punto è che dalla caduta del muro di Berlino, ossia del blocco sovietico, gli USA non ci hanno dato un po’ di indipendenza, semmai tutto il contrario. Il periodo di relativa pace e prosperità che va dalla fine della seconda guerra mondiale al ’91 è stato possibile grazie alla presenza di quell’enorme contrappeso politico e militare che era l’impero sovietico, che con la sua esistenza e vicinanza geografica ha costretto gli USA a una gestione "morbida" dell’Europa occidentale per scoraggiare eventuali tendenze rivoluzionarie che avrebbero inevitabilmente portato quei paesi nel patto di Varsavia. Quando l’URSS si è dissolta lo stato di relativa prosperità dell’Europa occidentale (mi riferisco, ad esempio ma non solo, allo stato sociale) è passato ad essere da uno strumento di divisione di classe e di controllo della società a un costoso ed inutile peso. In quanto alla Germania il mio parere è che si tratti semplicemente di un subimperialismo europeo nel quadro dell’imperialismo americano, ossia i tedeschi si stanno facendo (ovviamente avvantaggiandosene) interpreti ed esecutori del disegno USA per la nuova situazione in Europa.

  • roberto4321

    il ruolo geostrategico dell’Italia è cessato nel 1989 con la caduta del muro di Berlino. Fino ad allora l’Italia è stata indirettamente aiutata dagli USA, che non ci ci hanno "invaso" con le sue multinazionali ma ha  lasciato sviluppare la "piccola e media industria". Dopo la caduta del muro invece occorreva far convergere gli aiuti alla Germania ovest in modo che potesse sostenere i costi della riunificazione (prima che l’impero russo potesse resuscitare). Qui è venuto in aiuto l’Euro, studiato a tavolino in modo da favorire la Germania a scapito di noi PIGS. Quindi non è che l’indipendenza gli americani l’hanno data a noi, ma oltre a smettere di aiutarci hanno consentito alla Germania di assoggettarci. Questi sono fatti ormai storici, poi ci sono le congetture sulla situazione attuale che posso fare leggendo le dichiarazioni di Bernanke che chiedono all’Europa (cioè alla Germania) più stimoli monetari e le risposte piccate dei loro omologhi tedeschi alla Schauble, nonchè l’irritazione tedesca sul caso datagate (ed il ripensamento dell’intera rete internet tedesca) che lascia intendere che tra una Germania che sta per distruggere l’Euro con la politica dell’austerity e gli USA favorevoli agli stimoli monetari e magari preoccupati da un’eccessiva dipendenza energetica di Berlino da Putin non corra più buon sangue.

  • gm

    L’italia sarebbe stata "aiutata" dagli Usa perché non ci hanno invaso con le
    loro multinazionali ma hanno permesso la crescita della piccola e media
    industria!!

    Infatti hanno "permesso" anche che ammazzassero un Mattei che
    gli dava fastidio oppure un Moro. Ci hanno riempito di loro basi e di bombe
    atomiche; hanno fatto della sicilia e della sardegna le loro portaerei per tutti
    i loro porci comodi e, tanto per finirla qui, ci hanno permesso di sviluppare
    solo un’industria di frigoriferi e lavatrici perché quando qualche italiano ha
    provato a mettere mano a qualcosa di più importante dal punto di vista
    produttivo e innovativo, gli hanno segato le gambe tant’è che non abbiamo mai
    potuto sviluppare una vera industria elettronica. Che poi non ci abbiano invaso
    con le loro multinazionali questo sarebbe tutto da verificare ma tralascio
    perché non ho dati precisi da contrapporre a questa che, comunque, mi sembra
    un’affermazione avventata.
    Se gli Usa aggrediscono l’Ucraina (assieme al
    codazzo dei loro lacchè europei) con l’ennesima finta rivoluzione colorata, per
    lor signori amanti degli Usa va tutto bene così come va bene se in tutta la loro
    esistenza hanno causato milioni di morti in tutti i punti del globo!
    Bravo,
    continua così! Ripeto: prova a raccontare tutte queste schifezze a quelli che
    sono crepati a causa dell’imperialismo Usa…anzi raccontalo agli eventuali
    loro parenti che forse sono ancora in vita!
    Quanto alla germania certamente
    fa schifo anch’essa (d’altronde è un sistema capitalistico anch’essa) ma si può
    essere certi al 100% che se quella ha fatto la politica che ha fatto è stato
    solo grazie al consenso americano. Perciò è da sciocchi imputare alla sola
    germania la responsabilità della politica economica che ci ha messo in
    ginocchio. Ora forse c’è qualche piccola divergenza tra germania e Usa ma già il
    totale allineamento della germania alla politica aggressiva Usa in Ucraina
    dovrebbe far capire anche ai ciechi e ai sordi chi comanda realmente nel
    mondo!