Home / ComeDonChisciotte / INCIDENTE DEL FALCON 50 DEL NUMERO UNO DI TOTAL: UN ATTENTATO ?
13922-thumb.jpg

INCIDENTE DEL FALCON 50 DEL NUMERO UNO DI TOTAL: UN ATTENTATO ?

FONTE: RESEAUINTERNATIONAL.NET

L’incidente avvenuto nella notte fra lunedì e martedì all’ aeroporto Vnukovo-3 di Mosca, che ha causato la morte del PDG di Total [Président-Directeur Général N.d.T] Christophe de Margerie, ha già sollevato numerosi interrogativi che per ora restano senza risposta.

Nell’attuale contesto geopolitico, il Web si è scatenato nella caccia agli indizi, e la minima informazione sarà passata al setaccio per cercare di capire qualcosa in più su questo incidente, che malgrado la prudenza ostentata dai commentatori nel parlarne è tutto fuorché “banale”.

Christophe de Margerie non è un personaggio qualsiasi. È protagonista dei fatti che in questo periodo stanno smuovendo le relazioni fra Russia e Occidente.

Qual’era il suo ruolo nel turbolento confronto in atto? Qualunque indagine sulle cause dell’incidente che ha provocato il suo decesso non può dunque trascurare questo aspetto. Soprattutto se alcuni elementi al riguardo dell’incidente sono deliberatamente taciuti.

Per esempio, in relazione all’ esplosione del Falcon 50, non esiste nessuna foto dello spazzaneve che sarebbe stato la causa principale dell’incidente e dell’esplosione. Eppure c’è pur stata un’esplosione, ma il conduttore dello spazzaneve ne è uscito indenne! D’altra parte, nessuno ha spiegato cosa ci facesse uno spazzaneve solo, in quel posto, e in quel momento, quando normalmente – a quanto dicono alcune fonti – gli spazzaneve lavorano a gruppi e disponendosi a «rastrello».

Come si fa a non porsi altre domande…?

Reuters_RTR4B04O_top
Nella foto: le scatole nere

Fonte: http://reseauinternational.net

Link: http://reseauinternational.net/crash-du-falcon-du-pdg-total-attentat/

23.10.2014

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MARTINO LAURENTI

Pubblicato da Davide

  • MarioG

    Se e’ stato un attentato, come gli indizi lasciano credere, comporta fra le altre cose un certo danno di immagine per Putin, che si e’ lasciato ammazzare un alleato in casa. Certo, non si puo’  avere il controllo totale, ma si deve almeno dare al nemico la certezza che atti simili comportano ritorsioni adeguate.

  • clausneghe

    Probabilmente questo strano "incidente" è un episodio della guerra strisciante in corso, dove si sfoggiano sorrisi diplomatici intanto che si piazzano i colpi-messaggio più cattivi, da entrambe le parti, anzi allargati anche a terzi. Ma la verità non viene mai detta, in quanto quasi sempre scomoda.

  • mago

    Strano che al controllo aereo per una persona di questo calibro abbiano lasciato una stagista,strano che lo stesso non fosse seguito discretamente dai servizi russi e francesi,ma se fosse stato un attentato vorrebbe dire che putin non ha esattamente in mano il controllo della situazione  e certi oligarchi le giocano contro come una parte dei servizi francesi non ha fatto il suo lavoro,putin non ne esce bene da questa mano… a seguire.

  • oriundo2006

    Che vi saranno. I Russi hanno un proverbio: sono lenti a sellare i cavalli ma dopo corrono dannatamente veloci…

  • rebel69

    Compiere una manovra del genere dimostra come anche in territorio russo  la CIA il Mossad o addirittura i servizi segreti francesi abbiamo uomini infiltrati in barba al controspionaggio.Vediamo sul web l’evolvere della situazione , visto che dalla TV difficilmente uscirà qualcosa.

  • Ercole

     Non capisco tutta questa indignazione e queste  discussioni sul vuoto è la dinamica di questo sistema barbaro un  servo del capitale in meno  tutto qui .Questo sistema si macchia di crimini  ogni giorno contro chi lo combatte da secoli.

  • Zengan

    E soprattutto: che ci faceva lì un mezzo spazzaneve se non c’era alcuna neve da spazzare?

  • lanzo

    Vabbe’ la butto cosi’: E se invece il baffuto grand president directeur general – tutti sti titoloni mi fanno pensare ai film di Fantozzi, ci mancava solo Lup. Mann. – grande amico di Putin, ma quando lo ha incontrato a quattroocchi gli avesse detto, caro Vlad, la situazione globale e’ cambiata, mi stanno ricattando e non posso continuare la relazione speciale fra Total e Russia ?

    Allora ecco una telefonatina ed il posizionamento ben calcolato di uno spazzaneve sulla pista avrebbe senso. 
  • MarioG

    Nient’affatto, in uno scenario simile la telefonatina, come se avesse in tasca un rimpiazzo fidato e potesse collocarlo a suo piacimento, non avrebbe alcun senso.