Home / ComeDonChisciotte / WINSTON CHURCHILL E GLI ILLUMINATI

WINSTON CHURCHILL E GLI ILLUMINATI

DI HENRY MAKOW, Ph.D.

Un confronto tra i raid su Londra del 1940-41 e i recenti attentati
terroristici, rivela come questi ultimi siano voluti.
Il primo raid aereo nazista su Londra ebbe luogo il 7 settembre 1940 e
uccise 306 persone.
Dopo aver visitato le macerie, Winston Churchill affermò: ” Mi
festeggiarono come se gli avessi portato la vittoria, invece delle case fatte a pezzi” . (416)
Churchill stava dicendo il vero.
All’insaputa dei Londinesi, egli aveva rifiutato la proposta di Hitler
di risparmiare gli obiettivi civili. Al contrario, spinse Hitler a bombardare Londra
avendo per primo colpito Berlino e altri obiettivi civili.Churchill ordinò al suo Capo di Stato Maggiore dell’Areonautica di ”
non
usare mezze misure con

il nemico ” e diede istruzioni al suo gabinetto secondo cui ” il
bombardamento di obiettivi

militari, da interpretarsi in senso sempre più ampio, appare al
presente la
nostra migliore

opzione “. Impedì anche alla Croce Rossa di monitorare le vittime
civili
(440)

Prima della fine del settembre 1940, 7000 Londinesi, inclusi 700
bambini,
erano morti
Alla fine della guerra, più di 60.000 Inglesi e 650.000 tedeschi, tutti
civili, risultarono

vittime di bombardamenti “strategici”.

Nel 1940, Churchill si trovava di fronte alla necesssità di deviare gli
attacchi dai campi

d’aviazione della RAF, ma era anche nelle sue intenzioni dare inizio
alla
carneficina. Un anno

era trascorso senza grandi azioni militari. Veniva chiamata ” la guerra
fasulla “. Hitler andava

avanzando generose offerte di pace che molti inglesi avrebbero voluto
accettare.

Ma se l’Inghilterra avesse concluso la pace, non ci sarebbe stato
nessun
Olocausto ebraico.

Churchill descrisse la Seconda Guerra Mondiale come la ” guerra più
inutile
della Storia “. Ma

essa fu utile ai banchieri della City che gli avevano rifuso le perdite
azionarie in borsa e

salvato la sua amata Chartwell dalle ipoteche. Maniaco
depressivo,prosperò
nel caos della guerra

ed ebbe scarsa considerazione per la gente comune.

So che questa non è l’edulcorata versione della storia che ci viene
normalmente propinata. Ciò

che definiamo “storia” è per lo più propaganda, vale a dire una
copertura.

La mia fonte, per quanto esposto finora, è il libro ” Churchill’s War”,
di
David Irving ( Avon

Books, 1987 ), che dà un taglio all’adulatoria servilità che
caratterizza la
maggior parte dei

resoconti della Seconda Guerra Mondiale.

In che modo ciò getta luce sui recenti attentati a Londra? La Seconda
Guerra
mondiale ha

costituito un grosso passo in avanti in un programma a lungo termine
per
ridurre l’umanità in

schiavitù, in una dittatura mondiale retta dagli illuminati ( monopolio
capitalista con base a

Londra ).

Gli illuminati provocano le guerre per accrescere la loro ricchezza e
il
loro potere e per

controllare, ridisegnare e brutalizzare la società. La ” guerra al
terrorismo” è intesa a farci

rinunciare ai diritti civili e ad imbarcarci in un’altra guerra
inutile,
stavolta contro l’Islam.

La maggior parte della classe politica ( Churchill, Bush, Blair, etc.,
) è
costituita da

tirapiedi, imbroglioni, traditori e criminali, confezionati e venduti
al
pubblico dai mass media

e dalle università ( di proprietà dei banchieri )

Chi era Winston Churchill ?

Il fatto essenziale riguardo Winston Churchill è che il padre di sua
madre
era Leonard Jerome (

già Jacobson, 1818-1891 ) speculatore e socio in affari di August
Belmont (
nato Schoenberg,

1813-1890 ), il principale rappresentante americano dei Rotschild.

Il matrimonio di Jennie Jerome con Randolph Churchill, secondo figlio
del
Duca di Marlborough, ha

tutta l’aria di un matrimonio di convenienza, tipico di molte unioni
tra
aristocratici

spendaccioni inglesi e le figlie di finanzieri ebrei.

A quanto pare le obiezioni dei Marlborough vennero meno dinanzi ad una
dote
di 50.000 sterline,

circa 5 milioni di dollari odierni. Tuttavia, nell’aprile del 1874,
essi non
parteciparono alle

nozze e la Duchessa si riferiva al giovane Winston, nato sette mesi più
tardi, definendolo un

parvenu.

I biografi tendono a descrivere Churchill come poco “inglese” e fanno
riferimento a stereotipi

ebraici. Della sua “prematura” nascita William Manchester dice: ” Non
aspettava mai il suo turno

” ( ” The Last Lion “, p. 108 )

Beatrice Webb registrò di una cena in cui sedette accanto a lui: ”
Prima
impressione: irrequieto,

in modo quasi intollerabile così..egotistico,presuntuoso,superficiale e
reazionario ma con un

certo magnetismo personale…Ha più dell’affarista americano che
dell’aristocratico inglese.

Parlò esclusivamente di se stesso e dei suoi progetti elettorali…” (
John
Pearson, ” The

Private Lives of Winston Churchill “, 114 )

La spiccata dote di Churchill è attribuita al fatto che i suoi genitori
lo
trascuravano e gli

avevano fatto intendere che l’amore bisognava guadagnarselo in termini
di
riconoscimento sociale.

( Egli voleva inoltre riscattare suo padre la cui carriera politica e
la cui
stessa vita furono

stroncate dalla sifilide ). Winston divenne un autore di successo a 24
anni
e ministro a 33. La

sua ascesa fu agevolata dalle conoscenze di sua madre nel circolo dei
Rotschild, incluso il

potente banchiere Ernest Cassell.

Nel 1930 gli amci banchieri di Churchill fecero di lui l’esponente più
in
vista della loro lobby,

il ” Focus Group “, guidato dal direttore della British-Shell, il
sionista
Sir Robert Waley-

Cohen. Churchill divenne il principale oppositore della ” distensione”
e
infine il principale

ostacolo alla pace con Hitler.

Nel 1936, il primo ministro Stanley Baldwin disse ad una delegazione
guidata
da Churchill: ” Se

guerra deve esserci in Europa, preferirei che fossero nazisti e
bolscevichi
a combatterla “. Ma

questa non era la politica programmata dagli Illuminati.

Ho già descritto gli Illuminati come una cricca/culto composto da
finanzieri
ebrei e

aristocratici britannici uniti tramite matrimonio, denaro e credenze
occulte
( Frammassoneria ).

Churchill, massone, rientra nella descrizione.

Essi posseggono grandi cartelli finaziari intrecciati tra loro (
banche,
petrolio, farmaceutica,

chimica, industria mineraria, mezzi di comunicazione, etc. ) e
controllano
la società e il

governo tramite le corporazioni e le categorie di professione, i media,
le
società segrete, i

“think tank”*, le fondazioni e i servizi segreti. Il loro obiettivo è ”
assorbire la ricchezza

del mondo ” ( nelle parole di Cecil Rhodes ). Nazioni ( Inghilterra,
Stati
uniti, Israele ),

movimenti ( Sionismo, Socialismo, Comunismo ) e popoli ( Americani,
Tedeschi, Ebrei ) sono le

loro pedine, pronte ad essere sacrificate, come si usa per le pedine,
nei
loro folli schemi

megalomani.

In base al documento ” Red Simphony”, gli Illuminati crearono Hitler
per
controllare Stalin e far

scoppiare una guerra. Ma pare che Hitler si alienasse i banchieri
stampando
denaro in proprio.

Ciò costituiva una grave minaccia alla “Rivoluzione” ( cioè il
controllo
mondiale degli

illuminati ).

“L’imperdonabile crimine della Germania prima della Seconda Guerra
Mondiale
– disse Churchill – è

stato il suo tantativo di sottarre il suo potenziale economico dal
sistema
commerciale

internazionale e di creare un proprio meccanismo di scambio che avrebbe
negato alla finanza

mondiale di conseguire le proprie opportunità di profitto” ( Churchill
a
Lord Robert Boothby,

citato nella prefazione di ” Propaganda in the Next war “, di Sidney
Rogerson, 2001 2^ Ed.,

org.1938 )

Domande senza risposta

Hitler non desiderava combattere contro l’Inghilterra. Considerava gli
Inglesi fratelli razziali e temeva una guerra su due fronti. Fu autore di diverse proposte di
pace,
promettendo di

sostenere l’Impero Britannico e chiedendo in cambio campo libero in
Europa,
dove promise una

considerevole autonomia nazionale ( sull’esempio della Francia di Vichy
).

Spedì il suo rappresentante Rudolph Hess in Inghilterra, per
contrattare la
pace, nel maggio del

1941. Churchill lo fece prigioniero. Non capisco come Hitler potesse
ignorare il potere decisivo

detenuto dai banchieri ebraici degli Illuminati in Inghilterra, cosa
risaputa Oltremanica. Mi

domando se gli Illuminati lo avessero in qualche modo messo fuori
strada o
se non lavorasse

addirittura per loro.

Dopo l’invasione della Russia nel giugno 1941, la politica di Hitler
verso
gli Ebrei passò

dall’espulsione allo sterminio. Considerava il Comunismo russo come un
fenomeno di matrice

ebraica. Con il bombardamento di centri civili e il rafforzarsi della
resistenza in Russia, la

Germania si trovò sempre più coinvolta in un mortale sforzo genocida. (
In
nessun modo si vuole

con ciò minimizzare le atrocità commesse, tanto dai nazisti quanto
dagli
alleati ).

Ciò non sarebbe accaduto se l’Inghilterra avesse accettato la pace, o
una
resa condizionata. Ma

abbandonare la Russia non era nei programmi. Il Comunismo, come il
Fascismo,
era stato creato dal

monopolio capitalista ( gli Illuminati ). Ma essi potrebbero aver perso
il
controllo di Hitler,

non potendogli poi permettere di costruire un impero in Europa.

Franklin Delano Roosvelt affermò che nulla nella storia avviene per
caso.

L’obiettivo degli

illuminati attraverso la Seconda Guerra Mondiale era di carattere
economico,
politico e occulto:

arricchirsi distruggendo al contempo gli stati nazionali europei (
Inghilterra compresa ) e

sacrificare milioni di vite al loro dio Satana.

Anche l’Olocausto ebraico faceva parte del piano, per giustificare la
creazione di uno stato

“ebraico” massonico. Scrive Bernard Wasserstein, ” Nel corso dei primi
due
anni di guerra, quando

le autorità tedesche diressero i loro sforzi ad assicurare l’esodo
degli
ebrei dal Reich e dai

territori occupati dai nazisti, fu il governo britannico a prendere
l’iniziativa di sbarrare le

vie di fuga dall’Europa a danno dei rifugiati ebrei ” ( ” Britain and
the
Jews of Europe ”

1939-1945, pag.345 )

Stiamo facendo il nostro ingresso in un’era alla “1984” di Orwell,
caratterizzata da paura
e malcontento, virus e bombe, propaganda e sorveglianza. La guerra al
terrore, come tutte le

guerre, è contro l’Umanità. Le misure di sicurezza sono progettate per
essere usate contro di noi

, dopo che essi avranno fatto crollare la borsa o dopo che ci avranno
colpiti con pestilenze o

armi nucleari. Sarei felice di sbagliarmi al 100%, ma rararmente il
benessere è associato con

l’impotenza. Il nostro potere è basato sulla libertà individuale, su
una
stampa onesta e sulla

genuina democrazia.

L’insegnamento della storia consiste nel ricordarci che nulla è ciò che
sembra. Tutto è

orchestrato in base ad un piano vecchio di secoli. L’Umanità sembra
trovarsi
ormai sull’orlo

dell’abisso.

Henry Makow, Ph.D.

Fonte:www.thetruthseeker.co.uk/
Link:http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=3386
24.07.05

traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di WATU

* think tanks= “pensatoi”, comitati di esperti ( per consulenze,
previsioni
e simili )

Pubblicato da Davide

  • Zret

    Qualcuno oserà dire che David Icke è un visionario, un autore dalla fervida fantasia?