Voto in Germania: gli scenari possibili e una certezza

www.lantidiplomatico.it

di Fabrizio Verde

Chi sarà il prossimo Cancelliere tedesco che avrà il compito di raccogliere l’eredità di Angela Merkel alla guida della prima economia dell’Unione Europea?

Il partito socialdemocratico ha ottenuto una stretta vittoria sulla CDU/CSU guidata da Armin Laschet. Il candidato dei socialdemocratici Olaf Scholz, vice-cancelliere uscente e ministro delle Finanze ha quindi affermato che il risultato è stato “un mandato molto chiaro per mettere insieme un buon governo pragmatico per la Germania”. Un governo che il socialdemocratico si candida a guidare.

Nonostante la CDU/CSU abbia fatto segnare il peggior risultato elettorale di sempre si candida a rimanere al governo alleandosi con i partiti minori. A tal proposito Laschet ha dichiarato ai propri sostenitori che “faremo tutto il possibile per formare un governo sotto la guida dell’Unione, perché la Germania ora ha bisogno di una coalizione per il futuro che modernizzi il nostro paese”.

Il candidato dell’SPD Olaf Scholz, invece, punta alla cosiddetta coalizione “semaforo” con i liberal/liberisti dell’Fdp e i Verdi. “Tre partiti hanno vinto domenica: Spd, Verdi e Fdp”, ha rivendicato il socialdemocratico. Anche i Verdi sostengono il ministro socialdemocratico: “La gente vuole Olaf Scholz come cancelliere, non Armin Laschet”, ha affermato il Segretario Generale dei Verdi, Michael Kellner, in un’intervista ad Ard Morgenmagazin.

Scholz definisce il suo programma come “pragmatico, ma orientato al futuro”. Un futuro che sembra però non molto diverso dal passato rappresentato dalla Cancelliera Merkel. Se la crisi innescata dalla pandemia ha costretto la Germania a ricorrere allo strumento del debito, Berlino resta ossessionata e pare voler continuare a portare avanti quella austerità che tanto ha danneggiato l’intera Europa.

Unico imperativo per la Germania sarà uscire dal debito: “Di questo non c’è da temere, ci siamo già riusciti una volta, dopo l’ultima crisi del 2008/2009, e ce la faremo di nuovo tra poco meno di dieci anni”.

Un’impostazione che nonostante differenze, forse solo apparenti, viene apprezzata anche dai liberali e liberisti dell’Fdp. Il partito vicino agli imprenditori guidato dal ‘falco’ liberista Christian Lindner – probabile prossimo ministro delle Finanze – vuole una riforma del Pattò di Stabilità europeo che lo renda ancora più rigido, con sanzioni contro gli Stati membri che violano le ottuse regole dell’Unione Europea sula rapporto deficit-Pil. “Sostenere una politica fiscale ultra-espansiva per l’Europa sarebbe un grosso pericolo”, ha tuonato Lindner in un’intervista al Financial Times.

In Germania possono cambiare gli uomini al governo ma il dogma austeritario pare immutabile.

Dal punto di vista della politica estera, secondo Deutsche Welle, Scholz è sinonimo di continuità. Quindi con una sua elezione a Cancelliere la Germania lavorerebbe per un'”Europa forte e sovrana” che parli “con una sola voce”, “perché altrimenti non giocheremo un ruolo”, come spiegato dal socialdemocratico. Scholz vede inoltre la cooperazione con gli Stati Uniti e nella NATO come un principio fondamentale.

In un’intervista rilasciata a Deutsche Welle ad agosto Scholz invocava una “nuova politica” verso Europa dell’Est e Russia.

Nella stessa intervista definiva la questione della Crimea “un problema enorme che continua ad alimentare le tensioni nell’Ucraina orientale”.

“Ecco perché è imperativo tornare allo Stato di diritto”. Non escludendo un incontro con il presidente russo Vladimir Putin, visto che il governo tedesco “si è sempre incontrato con il governo russo” e che ci sono stati molti colloqui negli ultimi anni.

Riguardo la nuova Guerra Fredda 2.0 lanciata dagli Stati Unito contro la Cina, in caso di elezione a Cancelliere Scholz porterà Berlino più nettamente nel campo di Washington? Secondo Feng Zhongping, direttore dell’Istituto di studi europei dell’Accademia cinese delle scienze sociali, la politica tedesca è diversa, che sia pro-USA o amica della Cina, la sua politica è sempre basata sugli interessi della Germania.

L’esperto cinese crede, come riferisce il quotidiano Global Times, che chiunque si insedierà a Berlino è probabile che le relazioni tra Cina e Germania attraverseranno una spiacevole transizione nell’era post-Merkel tra la pressione degli Stati Uniti sulla questione dei diritti umani e le aree dove c’è competizione tra i paesi.

C’è poi anche l’incognita rappresentata dai Verdi: il partito ambientalista tedesco si caratterizza infatti per russofobia e sinofobia. Sicuramente se dovesse entrare in una coalizione di governo (Giamaica o semaforo) Berlino si avvicinerebbe inevitabilmente a Washington, con una Germania che sarebbe meno eurasiatica e più atlantica.

In ogni caso dalla Cina si augurano che il prossimo Cancelliere tedesco pur se dovesse adottare una linea più dura e di confronto verso Pechino, non faccia deragliare il percorso generale della Merkel.

Più in linea con la politica della Cancelliera uscente è sicuramente Armin Laschet. Il leader dell’Unione Cristiano Democratica. In un’intervista rilasciata al Financial Times circa tre mesi prima delle elezioni Laschet esprimeva dubbi circa la politica aggressiva dell’amministrazione Biden contro Cina e Russia.

“La domanda è: se stiamo parlando di ‘limitare’ la Cina, questo porterà a un nuovo conflitto? Abbiamo bisogno di un nuovo avversario?”, domandava il leader tedesco. “E lì la risposta europea è stata cauta, perché, sì, la Cina è un concorrente e un rivale sistemico, ha un modello di società diverso, ma è anche un partner, in particolare in cose come la lotta ai cambiamenti climatici”.

Armin Laschet affermava inoltre che l’Occidente avrebbe dovuto cercare di “stabilire una relazione ragionevole” con Mosca. “Ignorare la Russia non ha servito né i nostri né gli interessi degli Stati Uniti”, diceva, elogiando la decisione di Biden di incontrare il presidente russo Vladimir Putin a Ginevra.

Un approccio che potrebbe creare un potenziale scontro con i Verdi, che sono molto più desiderosi di sfidare apertamente Cina e Russia su questioni come i diritti umani e hanno un’agenda praticamente scritta direttamente a Washington.

In ultima analisi possiamo affermare che a prescindere dalle trattative che porteranno alla formazione di un nuovo governo, qualunque sia la coalizione, Giamaica (CDU/CSU, FDP, Verdi) o semaforo (SPD/FDP/ Verdi), assisteremo a una intensificazione delle politiche neoliberiste e anti-popolari in quella che è considerata la “locomotiva” dell’UE e dell’Eurozona, sotto il manto della “transizione verde”. Una transizione che in Germania, così come in Italia, sarà pagata dai lavoratori salariati.

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-voto_in_germania_gli_scenari_possibili_e_una_certezza/82_43221/

Pubblicato il 27.09.2021

Notifica di
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
Utente CDC
29 Settembre 2021 14:56

L’unica cosa che differenzia l’Italia dalla Germania è che, mal che vada come di solito và, i tedeschi hanno degli ottimi funzionari-amministratori. Ma Angela Kasner/Kazmierczak/Merdel/Sauer (kraut), l’ex kapò sovietico pare di origine scemita come dimostrerebbe la sua tendenza a mascherarsi dietro i cognomi, più che da santificare andrebbe denunciata per alto tradimento non solo verso la Germania ma tutta l’Europa.
Ha fatto più danni socio-culturali per gli anni a venire lei che la II guerra mondiale.

PS Variante di Kasner è Kushner come il genero giudeo di Trump

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
29 Settembre 2021 23:39

“… i tedeschi hanno degli ottimi funzionari-amministratori.”

Come quelli che hanno messo in guardia dalle masse d’acqua che stavano per riversarsi su di loro gli abitanti della Renania Palatinato e della Renania Settentrionale Vestfalia nel luglio 2021.

https://comedonchisciotte.org/forum/notizie-dal-mondo/alluvione-in-germania-la-merkel-era-stata-avvisata-giorni-prima/

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da Pfefferminz
JA
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
30 Settembre 2021 10:06

E’ un dato di fatto dimostrato anche nel Tirolo italiano.
Visto quello che succede da noi come regola ad ogni temporale un poco anomalo, forse non sarebbe molto difficile dire come altri si sarebbero comportati in una vera emergenza epocale e non lasciare Roma si allaghi ad ogni “pisciata” dal cielo.
In molti casi il nazionalismo fa più danni che guadagni.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
30 Settembre 2021 10:23

Non nego che ci siano ottimi funzionari… come Stephan Kohn… sospeso dal lavoro…

JA
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
30 Settembre 2021 11:33

Ucci, Ucci, sento odor… dato quel cognome era meglio lo sospendessero dalla nazione.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
30 Settembre 2021 11:56

A inizio maggio 2020, Stephan Kohn scrisse un’ottima perizia dal titolo “Coronakrise 2020”, una disamina corredata di validi pareri di medici e scienziati, in pratica tutto quello che si doveva sapere sul tema Covid a quella data. Il Ministero degli Interni prese le distanze da quella perizia e sospese l’autore dal lavoro. (da Wikipedia.de)

JA
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
30 Settembre 2021 14:42

…di ebreucci

Pfefferminz
Utente CDC
29 Settembre 2021 23:30

Indipendentemente dal fatto che sia la SPD o la CDU a entrare nella coalizione di governo, chi darà l’impronta decisiva alla politica tedesca sarà, a mio avviso, Annalena Baerbock dei Verdi, una Young Global Leader.
Nel corso della campagna elettorale nessun partito di quelli in lizza per formare il nuovo governo ha tematizzato la (falsa) pandemia. Chissà perché.

oxalidaceae
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
30 Settembre 2021 2:52

La credevo interessante, l’ho seguita, ma nel tempo mi sono ricreduta, (almeno nelle notizie spero veritiere, giunte fino a me).

Belle le sue dichiarazioni:
Fine dell’allevamento di animali domestici “Eliminando i cani nella sola Germania, possiamo risparmiare circa 19 milioni di tonnellate di anidride Kolenstoffioxid. Ciò corrisponde a quasi la stessa quantità di CO2 che un’auto genererebbe diecimila volte in tutto il mondo – quasi il 10% del traffico stradale. Inoltre ci sono gatti e cavalli e molti altri animali. La custodia privata degli animali deve quindi finire e se avviene attraverso una tassa sul CO2 sugli animali domestici, “dice Annalena Baerbock (39)(Verdi).

Una Forum of young Global Leader (WEF)
https://www.younggloballeaders.org/community?utf8=%E2%9C%93&q=baerbock

Ho un suo breve e datato video dove chiede di legalizzare il sesso con i bambini

Sembra pure bugiardella:
https://www.bild.de/politik/inland/politik-inland/baerbock-nennt-keine-fakten-wo-ereignete-sich-der-n-wort-skandal-77222106.bild.html

Inoltre sulla copertina del Titanic c’era la sua facciona con sotto scritto:
Gender-Terror bei Familie Baerbock: Ihre Kinder dürfen nicht “MAMA” zu ihr sagen!

Eh insomma, anche in Germania il nuovo che avanza.

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da oxalidaceae
JA
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
30 Settembre 2021 10:16

Ma su Marte, secondo te, saranno stati i marziani a lasciarlo in quelle condizioni?
Intanto qualcuno stà arricchendo al 40/60% e poi si vedrà quanti resteranno sul campo.
Le nuove classi “digerenti” occidentali stanno avanzando come i gamberi rossi: gretini lattanti con problemi psichici.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
30 Settembre 2021 10:28

“Eh insomma, anche in Germania il nuovo che avanza”

Nel video una bella canzone critica di Estéban Cortez: “Annalena, non voterei mai i Verdi” (Annalena, ich wuerde niemals die Gruenen waehlen)

https://youtu.be/xftXelgrRUE

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
2 Ottobre 2021 7:03

Incarna perfettamente il tipo di psicopatici prodotti nei laboratori dell’elite globale, destinati a dirigere il parco buoi per conto dei loro padroni.
Poi, se per miracolo qualcuno un giorno riuscisse a fucilare questa gente, non mancherebbero quelli che “i diritti umani”… e via frignando.

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Ottobre 2021 6:23

orizzonte degli eventi, un casino evergrande, sulle elezioni in germania: minuto 1:33:56
https://youtu.be/gBgGIxo-3EI?t=5592
1. di tale registrazione ne sai qualcosa?
2. cosa ne pensi?
3. imponenti manifestazioni anti lockdown ed esiti elettorali parrebbero incongruenti; tu come te lo spieghi?

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
2 Ottobre 2021 10:33

Ciao Gino, ho visto anch’io la trasmissione, per me una delle più interessanti nel panorama contro-informativo.
Ormai dobbiamo farcene una ragione, tutte le elezioni, i sondaggi, le statistiche, le cifre e i dati di ciò che è davvero importante o decisivo, sono completamente manipolate, in Occidente soprattutto.

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
3 Ottobre 2021 3:55

è un’opinione che anch’io condivido
p.s.
anzi, ambedue…

Ultimo aggiornamento 23 giorni fa effettuato da Gino
Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
2 Ottobre 2021 23:16

Ufficialmente si è trattato di una panne tecnica. Da notare che i risultati elettorali effettivi si discostano dalle proiezioni mostrate due giorni prima per sbaglio. Al posto del 22,6% della registrazione abbiamo ad esempio per la SPD 25,7% e per la CDU 24,1%, quindi non credo che ci sia motivo di allarmarsi più di tanto. Le “imponenti manifestazioni anti lockdown” e gli esiti elettorali sono incongruenti anche secondo me, ma non so spiegarmelo. Un attivista di destra si è detto soddisfatto del 10,3% (4.802.097 voti) raggiunto dall’Alternative für Deutschland e ha affermato che l’AfD si sarebbe trasformata da un partito di protesta in un partito con basi solide. Il partito DieBasis con candidati del calibro del dott. Fuellmich e del prof. Bhakdi ha preso solo l’1,5%. A Berlino c’è stato il caos il giorno delle elezioni, schede elettorali che mancavano, gente che faceva la fila per votare anche per più di un’ora, votazioni avvenute dopo la chiusura dei seggi, quando già venivano comunicate le proiezioni. Una responsabile ha poi dato le dimissioni. Il seggio di Charlottenburg-Wilemsdorf invece di comunicare i risultati, ha reso noto delle stime. Ovvio che molti dissidenti pensano che ci siano stati dei brogli, ma non mi… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 23 giorni fa effettuato da Pfefferminz
Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
3 Ottobre 2021 3:41

Bosco, Martini, Bizzi; ciascuno dei tre è originale a modo suo. Sugli argomenti scientifici Martini è molto competente (molto molto al di sopra della media dei divulgatori normalmente disponibili); inoltre è molto molto preparato in un gran numero di settori di cultura generale. Insomma, in quanto al livello culturale, il suo punteggio a mio parere è ottimo. (altrettanto a mio parere è vero anche in relazione a Bizzi, sebbene non altrettanto di Martini nei campi prettamente scientifici). Ciò nonostante nel video linkato una corbelleria Martini l’ha detta, parlando di decremento della popolazione cinese negli ultimi anni… Un decremento finora non c’è mai stato, seppure sia scontato che inevitabilmente dovrà avvenire a breve, a causa della così detta piramide demografica, che da oltre vent’anni triangolo (piramide) non è, bensì essendo diventato un pentagono, come quello dell’Italia e di ogni altro paese europeo. A tutti, prima o poi, inevitabilmente deve capitare di fare errori. Questo di Martini è comunque l’unico da me finora rilevato. Personalmente non considero importante la stravaganza di alcune delle posizioni di chi ascolto. Importante è sempre e solamente il bilancio complessivo dell’intero insieme dell’informazione e delle idee comunicate. In tale bilancio l’onestà intellettuale per me è un parametro… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 23 giorni fa effettuato da Gino
Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
4 Ottobre 2021 1:02

“Personalmente non considero importante la stravaganza di alcune delle posizioni di chi ascolto.”

Tutto condivisibile quello che scrivi, anche la frase che ho estrapolato. Io però non riesco a conciliare l’eventuale “stravaganza” di chi dice di ricevere rivelazioni dagli alieni con l’onestà intellettuale. Per me non è più una “stravaganza”, ma è un problema mio.

Oltre a ciò farei attenzione alle previsioni sbagliate che, se non erro, sono già state fatte in passato. Ora parlano dell’ “ottobre rosso”… Voglio dire, se per l’ennesima volta non succede niente, la credibilità di certi soggetti và a finire nelle ortiche.

Grazie comunque di avermeli fatti conoscere.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
4 Ottobre 2021 1:14

Ti segnalo che ultimamente l’avvocato tedesco Holger Fischer insiste su un argomento sul quale tu hai richiamato l’attenzione: le proteine malripiegate come causa di malattie neurodegenerative in seguito ad infezione Covid o vaccinazione. Holger Fischer ipotizza che questi “prioni” possano venir trasmessi da vaccinati a non vaccinati. I prioni potrebbero dar luogo, attraverso una specie di reazione a catena, all’encefalite spongiforme, al morbo di Kreuzfeld-Jakob e all’Alzheimer.
Fonte in tedesco:https://t.me/HolgerFischerRA/2273

Ultimo aggiornamento 22 giorni fa effettuato da Pfefferminz
Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
4 Ottobre 2021 20:07

grazie; interessante.
yandex ha prodotto una traduzione del tutto comprensibile

20
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x