Studio sudafricano: meno ricoveri grazie all’immunità naturale. 

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

 

Zachary Stieber – The Epoch Times – 22 dicembre 2021

 

Secondo due nuovi studi, un’alta immunità tra i sudafricani, derivante principalmente da un’infezione precedente, è probabilmente un fattore che contribuisce al ridotto tasso di ospedalizzazione che il paese ha registrato durante l’ondata di casi di Covid-19 dopo che la variante Omicron del virus CCP (Partito Comunista Cinese) è diventata dominante.

Nelle ultime settimane le infezioni di Covid-19 in Sudafrica sono salite alle stelle, ma i ricoveri sono aumentati molto più lentamente rispetto all’ondata precedente, che era causata dalla variante Delta.

Nei primi 31 giorni dell’attuale ondata, sono stati registrati 164.911 casi, ma solo 3.432 pazienti hanno richiesto cure ospedaliere e 194 sono morti.

In confronto, durante lo stesso periodo di tempo dell’ultima ondata, sono stati registrati 38.577 casi, con 10.088 che hanno richiesto cure ospedaliere e 668 sono morti.

Riteniamo che l’evoluzione dell’immunità cellulo-mediata da precedenti infezioni naturali e vaccinazioni abbia portato allo scostamento tra gli alti tassi di casi visti con la variante Omicron e i tassi di malattia grave“, hanno detto i ricercatori sudafricani in uno dei nuovi studi, un preprint finanziato con fondi della Bill & Melinda Gates Foundation.

L’immunità è “principalmente dovuta all’infezione naturale, con o senza vaccinazione COVID-19”, hanno aggiunto in seguito.

Nell’altro studio, anch’esso non ancora sottoposto a revisione paritaria, gli scienziati sudafricani hanno detto che le persone che si infettano hanno circa l’80% di probabilità in meno di avere bisogno di cure ospedaliere rispetto alle persone affette da Covid-19, variante Delta.

Inoltre, le persone che vengono ricoverate in ospedale hanno una minore probabilità di sviluppare una malattia grave e rimangono, in media, per un periodo più breve.

Questo è probabilmente dovuto in parte a “alti livelli di immunità della popolazione (a causa di infezione naturale e/o vaccinazione)“, hanno scritto i ricercatori, che hanno ricevuto finanziamenti dal South African Medical Research Council.

Mentre le stime di sieropositività sono state elevate in Sudafrica, i tassi di vaccinazione sono stati relativamente bassi. A partire da questa settimana, circa la metà degli adulti di 18 anni o più aveva ricevuto un vaccino Covid-19, comprese le persone che hanno fatto solo una dose.

Studi recenti indicano che Omicron è in grado di sfuggire meglio all’immunità indotta sia da una vaccinazione che da un’infezione precedente, anche se entrambe le immunità avevano dato ottimi risultati nei confronti dell’ospedalizzazione e della malattia grave. In Sud Africa, solo l’1,7% dei pazienti con Covid-19 ha necessitato di un ricovero ospedaliero, contro il 19% durante l’ondata Delta, ha detto la settimana scorsa ai reporter il Ministro della Sanità Joe Phaahla.

Le dosi di richiamo del vaccino, nel frattempo, sembrano promettenti contro la variante Omicron, anche se gli esperti non sono sicuri su quanto durerà la protezione ripristinata.

Secondo l’Istituto Nazionale per le Malattie Trasmissibili in Sudafrica la maggior parte delle persone che ricoverate negli ospedali o morte con Covid-19 nelle ultime settimane non erano state vaccinate o avevano ricevuto solo una dose. I funzionari stanno incoraggiando le persone a fare il vaccino o un richiamo se ne hanno già ricevuto uno.

Cheryl Cohen, un professore di epidemiologia presso l’Università del Witwatersrand che ha contribuito al secondo studio, ha detto ai giornalisti in un briefing virtuale mercoledì che i ricercatori non potevano dire se la vaccinazione, l’immunità naturale, o un’intrinseca ridotta virulenza di Omicron hanno giocato il ruolo più grande, ma che lei crede che i risultati sono generalizzabili ad altri paesi in Africa sub-sahariana, che hanno livelli simili di infezione precedente.

“Penso che ciò che non è chiaro è come il quadro sarà simile nei paesi in cui ci sono alti livelli di vaccinazione ma livelli molto bassi di infezione precedente”, ha aggiunto. “L’epidemiologia di base è diversa. Ma penso che, in modo convincente, i nostri dati suggeriscano davvero una storia positiva di una ridotta gravità di Omicron rispetto ad altre varianti”.

Anche i dati del mondo reale da altri paesi indicano tendenzialmente  una gravità ridotta, compresi i tassi di ospedalizzazione più bassi in Danimarca e Regno Unito rispetto alle ondate precedenti.

Allo stesso tempo, i ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno detto la scorsa settimana che non hanno trovato alcuna prova di gravità inferiore con Omicron rispetto a Delta. In Danimarca, a causa della ridotta quantità di dati da studiare finora, Troels Lillebaek, professore di epidemiologia delle malattie infettive presso l’Università di Copenhagen, ha detto The Epoch Times in una e-mail che “il giudizio è ancora sospeso”

Eppure, sembrano esserci abbastanza prove che mostrano che Omicron è meno grave di ceppi precedenti, “ma non sappiamo ancora se questo è a causa della crescente immunità cellulare nella popolazione nel dicembre 2021 contro una proprietà intrinseca del ceppo che lo rende meno virulento o entrambi,” ha detto via e-mail a The Epoch Times la Dr.ssa Monica Gandhi, direttore dello University of California, San Francisco-Bay Area Center for AIDS Research,.

Oltre l’alta immunità in Sud Africa “questo potrebbe essere parzialmente perché il ceppo è meno virulento e ci sono stati dati dell’Università di Hong Kong la scorsa settimana che è meno probabile che sia in grado di infettare le cellule polmonari rispetto alle varianti precedenti, una scoperta replicata da un laboratorio presso l’University College di Londra,” ha aggiunto.

 

Link: https://www.theepochtimes.com/mkt_morningbrief/natural-immunity-likely-contributing-to-lower-hospitalization-rate-in-south-africa-amid-omicron-surge-studies_4172207.html?utm_source=morningbriefnoe&utm_medium=email&utm_campaign=mb-2021-12-24&mktids=e2885dee5a222f426922dc5edc1c3bf4&est=ulNVCd%2BCVhScTZNMConHKzriEB5fCv87g8t8raMtLJnGpT99RHTybyvxHxXQGsFZu2HlqQ%3D%3D

 

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix