Home / ComeDonChisciotte / SCIENZIATI USA SPINGONO PER PROCEDERE CON MODIFICHE GENETICHE

SCIENZIATI USA SPINGONO PER PROCEDERE CON MODIFICHE GENETICHE

SUL VIRUS DEL VAIOLO

DI SARAH BOSELEV E JULIAN BORGER

Gli scienziati USA stanno attendendo l’approvazione dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità per iniziare gli esperimenti per modificare geneticamente il virus del vaiolo, uno degli organismi più micidiali mai conosciuti dal pianeta.
I ricercatori hanno già ricevuto l’approvazione da un comitato tecnico dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità che accetta il concetto che le ricerche potrebbero portare nuovi vaccini e trattamenti per il vaiolo a breve termine. Questa settimana il dibattito continuerà per l’approvazione finale sotto l’assemblea generale del WHO, i cui rappresentanti dei 192 stati membri iniziano oggi l’annuale meeting di 10 giorni a Ginevra (CH).
I promotori della campagna, supportati da alcuni scienziati, hanno lanciato un tentativo tardivo di fermare l’assemblea che approverà esperimenti di MG sul vaiolo. La loro paura è che gli esperimenti rendano più probabile l’uso del vaiolo nel bioterrorismo e puntano sul fatto che la stessa assemblea ha concordato 11 anni or sono di distruggere tutte le riserve del virus.

Una piccola rilassatezza sulle regole di sicurezza consentirebbe a piccole parti del DNA del virus di essere distribuite a laboratori attorno al mondo. I contestatori affermano che esiste un serio rischio che le parti potrebbero essere utilizzate in una ricostruzione artificiale del virus, da utilizzare in una eventuale guerra biologica.

Donald Henderson, della Johns Hopkins University di Baltimora, Stati Uniti, ex direttore del programma per l’estinzione globale del vaiolo del WHO sostiene che permettere gli esperimenti proposti in un gran numero di laboratori è una cosa sconsigliabile, stante la situazione del mondo odierna.

“Il problema è che abbiamo molte persone con un grande talento che stanno lavorando in laboratori biologici in tutto il mondo e molti di questi sono molto ben preparati e il potenziale per un uso criminale è molto cresciuto” ha affermato.

Il vaiolo è stato debellato come malattia nel 1977. Da allora campioni di virus sono stati conservati volontariamente solo in due laboratori sicuri – il Centers for Disease Control del Governo USA di Atlanta e presso lo Institute for Viral Preparations Di Mosca. Tuttavia, non sono sempre stati sotto lo stretto controllo del WHO. La Russia nel 1996 ha ammesso che, senza l’approvazione del  WHO, ha spostato i campioni del virus a Novosibirsk in Siberia.

La data originale per la distruzione di tutti i campioni era stata fissata per il 1999, ma sia Russia che USA hanno temporeggiato. Il  WHO ha allora fondato il Comitato Consultivo per la Variola per fornire al WHO informazioni scientifiche su cosa dovrebbe essere permesso e cosa non dovrebbe. Il comitato, conosciuto come VAC, ha gradualmente modificato la sua posizione fino ad escludere la distruzione. Al suo ultimo meeting, in Novembre, il comitato ha raccomandato di approvare le proposte USA per ulteriori esperimenti sul virus vivo, incluse le modificazioni genetiche.

Data la delicatezza dell’argomento, il direttore generale del WHO, Lee Jong-wook, ha rivisto la proposta. Ha respinto la raccomandazione di permettere l’inserimento di geni del vaiolo nei virus relativi, come il vaiolo della scimmia e il vaiolo bovino, ma ha ammesso altri quattro esperimenti, inclusa la modificazione genetica, che possono iniziare prima della odierna assemblea generale che dovrebbe decretarne l’approvazione finale.

La campagna per la totale distruzione del virus è condotta da Third World Network e dalle sedi Americane di  Sunshine Project, che hanno obiettato il fatto che il comitato consultivo è sbilanciato. Quasi i due terzi dei partecipanti provengono da USA ed Europa, con un ulteriore 14% dalla Russia. Sul sito della loro campagna,  www.smallpoxbiosafety.org “, affermano inoltre che il comitato è viziato dalla presenza di scienziati che hanno interessi personali nella conduzione delle ricerche sul vaiolo “.

Edward Hammond, direttore del Sunshine Project, ha affermato: “Il blocco delle raccomandazioni rimane sostanzialmente immune dalle opinioni di esperti in salute pubblica, sicurezza degli organismi geneticamente modificati e rende il virus disponibile per una eventuale deliberata epidemia della malattia.”

Gli scienziati sono divisi sui benefici che si potrebbero ottenere da ulteriori esperimenti. Anne Solomon, un’esperta biotecnologia impiegata presso il Centre for Strategic and International Studies, afferma che le conoscenze sulle modifiche genetiche dei virus sono così diffuse che gli Stati Uniti dovrebbero iniziare a preparare delle contromisure, in particolare perché non vi è l’assoluta certezza che i campioni di virus del vaiolo rimarranno confinati in Russia e USA.

“La possibilità è concreta,” ha affermato la Signorina Solomon. Il professor Henderson, in ogni caso, ritiene che, anche se ci fossero dei campioni illegali in qualche luogo, il mondo sarebbe più sicuro se Usa e Russia distruggessero quelli che possiedono, e le Nazioni Unite dichiarassero crimine contro l’umanità il possesso del virus, sia da parte di persone, laboratori o nazioni.

Sarah Boseley e Julian Borger
Fonte: www.guardian.co.uk
Link:http://www.guardian.co.uk/international/story/0,3604,1484694,00.html
16.05.05

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da MILHO

Pubblicato da Davide