Sancho special – Fulvio Grimaldi – Il sole di Napoli e le ombre del Grande Reset

Special estivo da guardare tutto d'un fiato

Il team Sancho, riunitosi a Napoli per ribadire l’importanza della socialità e del contatto umano, ha colto l’occasione per offrire a tutti voi uno special estivo da guardare tutto d’un fiato, in una stupenda e insolita location – il parco Virgiliano, nel quartiere Posillipo di Napoli.

Partendo da alcuni ricordi di Fulvio Grimaldi, che come i nostri spettatori sapranno ha vissuto durante l’infanzia nella città partenopea, affronteremo insieme temi di attualità analizzando il punto di vista di tre generazioni a confronto. Graditissimo ospite della puntata, e ponte generazionale, è infatti Jacopo Brogi, colonna portante della redazione di Come Don Chisciotte.

I 2 ospiti ed il conduttore, lasciandosi trasportare dalle sensazioni e dalle emozioni scaturite dal bellissimo panorama naturale, si confronteranno in particolare su 3 argomenti:

– Napoli: ultimo baluardo contro il globalismo
– Gender e Covid: assalto all’infanzia
– Dove passa il Capitale non cresce più l’erba

*CI SCUSIAMO IN ANTICIPO SE DAL MIN. 18:09 A 32:54 L’AUDIO È STATO LEGGERMENTE COMPROMESSO DAL VENTO FORTE*

“Sancho. Settimanale d’attualità con Fulvio Grimaldi” da un’idea di Giuseppe Russo. Conduce Massimo Cascone. Ospite Jacopo Brogi. Videoproduzione Bagony Snikett e Ruggero Arenella.

Buona Visione!

Notifica di
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Primadellesabbie
Utente CDC
2 Luglio 2021 4:38

Frances Yates è un’autorità indiscussa nello studio dei fenomeni culturali che stanno alla base del Rinascimento.

Questo passaggio, da una sua opera, mi sembra abbia attinenza con quanto espresso nella scampagnata culturale dai nostri impeccabili amici e praticato dalla città che li ospita:

“Per lo gnostico pessimista (o dualista) il mondo della materia, profondamente penetrato dall’ influenza fatale delle stelle, è essenzialmente il male; se ne deve fuggire mediante una condotta di vita ascetica che eviti, nei limiti del possibile, ogni contatto con la materia, finché l’anima illuminata non possa innalzarsi, attraverso le sfere dei pianeti, spogliandosi nell’ascesa del loro influsso maligno, alla sua vera dimora, nel divino regno immateriale.

Per lo gnostico ottimista, al contrario, la materia è impregnata di divino, la terra vive, si muove, per una vita divina, le stelle sono viventi animali divini, il sole brucia di una forza divina, tutte le parti della natura sono buone, perché sono tutte parti di Dio.”

Ultimo aggiornamento 3 mesi fa effettuato da Primadellesabbie
LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
2 Luglio 2021 10:47

Gnostico ottimista, presente!
Ma devo dire che a volte una parte di me fa una capatina anche nel filone pessimista.
🙂

Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
2 Luglio 2021 11:16

E forse non fu un caso se proprio a Napoli potè operare (nel contesto di un’Italia settecentesca) uno dei più celebri esoteristi italiani, Raimondo di Sangro, ingegno paragonabile a quello degli “Uomini universali” del Rinascimento.
Di seguito un articolo sul Principe di Sansevero, un’esistenza affascinante profondamente legata a questa splendida città
https://www.mysteriumtours.com/it/raimondo-di-sangro-un-principe-massone-e-il-suo-tempio/

Ultimo aggiornamento 3 mesi fa effettuato da Hospiton
Primadellesabbie
Utente CDC
Risposta al commento di  Hospiton
2 Luglio 2021 13:45

Ecco una faccenda difficile da liquidare per gli scettici!

GioCo
Utente CDC
2 Luglio 2021 17:49

Un saluto caro a Fulvio, Jacopo, Massimo, Ruggero e tutti quelli di CDC che si impegnano con tanta lena a combattere l’ingiustizia. Beati i giusti diceva qualcuno un tempo, oggi quelli che pretendono di lottare per la giustizia, sono demoni, quindi ancora più beati sono coloro che si sono fatti carico da soli della responsabilità, tutta la resposabilità del Mondo e la portano avanti, nonostante tutto. Questo per dire che il mio appunto non significa che non ho gradito, anzi. Il problema se mai sono io, che a furia di stare attento a ciò che manca, non posso fare a meno di notarlo. Quando avete parlato di gender, vi siete focalizzati sull’uso strumentale delle parole per manopolare la percezione pubblica di cos’è la sessualità “normale” o peggio “naturale“, in un mondo in cui l’inquinamento genetico sarà un problema crescente e con esso parole come queste saranno sempre più attaccabili e deprivate del loro significato originale, perché nemiche dell’agenda dei padroni del discorso, fino a quando dovremo pervertirle o abbandonarle anche per mera sopravvivenza, dato il mondo che ci attende. Come tante altre parole che stiamo per perdere perché evolvono si adattano alla situazione (ovviamente) ed è per ciò il loro… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 3 mesi fa effettuato da GioCo
Iskender
Utente CDC
5 Luglio 2021 8:34

Le pattuglie miste.a.Vicenza sono dovute al fatto che i problemi di ordine pubblico sono causati dai militari della base.

6
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x