Russia butta fuori i media occidentali

Dopo Facebook e Twitter, anche i principali media pappagalli dei globalisti vengoni banditi da Mosca

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Pesanti multe e fino a 15 anni di prigione per chi pubblica notizie false: la legge che è passata ieri a Mosca ha causato il fuggi fuggi generale di tutti i media controllati dai globalisti, che con tale azione hanno ammesso esplicitamente che di falsità ci campano. L’establishment russo ha dovuto rispondere alla valanga di bugie che vuole dipingere una presunta brutalità dell’esercito russo contro i civili, e una presunta riscossa ucraina che starebbe causando significative perdite – entrambe frutto della propaganda atlantista. Già ieri, l’agenzia regolatrice dei media russa Roskomnadzor ha imposto un divieto generale sulla piattaforma Facebook. La decisione è stata presa in risposta al fatto che Facebook ha bloccato l’accesso ai media russi, come ha riferito in un comunicato l’agenzia:

“Da ottobre 2020, abbiamo riordinato 26 casi di discriminazione contro i media e le risorse informative russe da parte di Facebook. Negli ultimi giorni, il social network ha limitato l’accesso agli account del canale televisivo Zvezda, l’agenzia di stampa RIA Novosti, Sputnik, Russia Today, Lenta.ru, e i punti di informazione Gazeta.ru.”

Dopo Meta, anche Twitter è stato bloccato e si sta valutando di oscurare anche YouTube, di proprietà della tech Google che ha limitato l’accesso ai contenuti dei punti vendita di proprietà della holding governativa dei media Rossiya Segodnya su Google Discover e Google News. Una vera e propria guerra di informazioni è in atto.

Dopo la promulgazione della legge di ieri, oggi BBC, CNN, ABC News, CBS News, Bloomberg e la Rai hanno sospeso le attività nella Federazione e rimandato in patria gli inviati, il Washington Post ha subito rimosso le firme degli articolisti che si sono occupati di Russia. Tutti, ovviamente, gridano allo scandalo, alla legge-censura, all’attacco al giornalismo indipendente, ma Mosca ha le idee chiare, come fa sapere Russia Today (che, tra l’altro, in UE non potete leggere):

Coloro che sono accusati secondo la nuova legge sui media potrebbero essere imprigionati fino a 15 anni se sono trovati colpevoli di diffondere consapevolmente e deliberatamente informazioni false sul conflitto della Russia con l’Ucraina in modo da danneggiare significativamente la sicurezza nazionale. Chiunque sia trovato colpevole di diffamare l’esercito russo potrebbe anche ricevere una multa fino a 13.500 dollari o tre anni di prigione, mentre coloro che chiedono sanzioni anti-russe potrebbero ricevere multe fino a 5.000 dollari.

Vyacheslav Volodin, il presidente della Duma di Stato, ha sostenuto che la legge era necessaria “per proteggere i nostri soldati” e “proteggere la verità”.

“I social network americani, controllati da Washington, hanno lanciato una guerra di informazione contro la Russia”, ha dichiarato Volodin, aggiungendo: “È necessario prendere una decisione per combattere la diffusione di informazioni false”.

L’ostracizzazione della Russia, come si vede, sta solo portando ad acuire la separazione del mondo in due blocchi mediatici ed economici, spingendo Mosca sempre più a est e trasformando l’Occidente in un pantano di disinformazione e censura.

MDM 05/03/2022

https://www.rt.com/russia/551260-bbc-cnn-bloomberg-russia/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x