Mosca avverte Roma del tracollo economico in arrivo. Cingolani risponde: “L’Italia non segue ordini”

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

La guerra delle sanzioni avanza senza scrupoli e il mercato TTF sta mettendo in ginocchio l’economia italiana.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ci avvisa:

Il ministro Roberto Cingolani ha presentato il suo piano per ridurre la dipendenza dell’economia italiana dagli idrocarburi russi. È chiaro che questo piano è imposto a Roma da Bruxelles (che, a sua volta, agisce su ordine di Washington), ma alla fine è il popolo italiano che dovrà soffrire. Le imprese in Italia vengono distrutte dai “fratelli” d’oltreoceano perché ognuno dovrà sopravvivere alla crisi globale da solo. Il popolo italiano e l’economia italiana sono intrappolati dalle insensate decisioni politiche di Washington e Bruxelles.

Le drastiche parole di Zakharova però hanno fatto storcere il naso al ministro della Transizione ecologica, che su Rai3 in ‘Il cavallo e la torre’ ha replicato seccamente:

È la logica di un rappresentante di uno Stato totalitario che pensa che si possa imporre ad uno Stato qualcosa.
L’Italia è una grande democrazia che lavora in un’Europa di grandi democrazie: si figuri se l’Italia puo’ seguire gli ordini di qualcuno.
Il piano di risparmio energetico è abbastanza tranquillo, non draconiano. Si tratta di un piano elaborato a partire da dati tecnici che dice che piccoli sforzi individuali danno risparmi enormi.

La Zakharova però non prevede soltanto un futuro molto critico per gli italiani, in cui magari sarà normale pure imporre ai cittadini tasse per finanziare, “orwellianamente”, la guerra che questi ultimi non hanno mai voluto.

Ancora la Zakharova:

Le sanzioni sono diventate uno strumento di concorrenza sleale contro i produttori italiani, secondo la quale quando le imprese italiane crolleranno, saranno comprate a buon mercato dagli Yankee.

Per il ministro Luigi Di Maio però la Russia è solo decisa ad “entrare direttamente nella campagna elettorale” e “sta giocando un ruolo che è chiaramente di ingerenza“.
Sembra infatti che per il nostro  ministro degli esteri ancora in carica questa dinamica internazionale sia solo uno show, che ha come unico obiettivo le elezioni del 25 settembre. Giusto per tirare acqua al suo mulino, Di Maio ha avvertito i cittadini che penserà lui ad aiutare gli italiani.

Anche il portavoce della Commissione europea ha rilasciato una dichiarazione in merito all’avvertimento di Zakharova, ma è stato liquidato con queste parole:

Non perdo tempo a commentare le dichiarazioni folli delle personalità russe. C’è un’eccellente cooperazione fra l’Ue e gli Stati membri sul tema energetico, i Paesi lavorano insieme per rispondere alle sfide create dalle azioni russe.

Nonostante l’ovvietà del dramma che i popoli stanno subendo, nubi di fumo vengono sparse davanti agli occhi dei cittadini; sembra infatti che il risparmio energetico servirà solo per tenerci in una condizione di scarsita’ costante, con tutto cio’ che essa potra’ significare per la nostra vita quotidiana.

 

FONTI:

Sara Iannaccone, 07.09.2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
29 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
29
0
È il momento di condividere le tue opinionix