LETTERA APERTA A PAOLO FRANCESCHETTI

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

DI LUIGI CORVAGLIA

Caro Franceschetti, chi scrive è persona nota per il proprio scetticismo e oggetto di critiche per la proprie tendenze dietrologiche. Da libertario (sui generis ), infatti, diffido di ogni forma di potere e mi interesso di “criptocrazia”. Da psicoterapeuta mi interesso di simboli. Tanto premetto affinché lei non pensi di essere oggetto delle critiche di un fondamentalista dello sguardo superficiale e del pensiero qualunquista. E’ però nelle stesse vesti – cioè di libertario e di psicologo – che sento di dovere sottolineare alcune cose. Da clinico della psiche, infatti, noto nelle sue argomentazioni un tipo di logica basato sul disinnesco della legge della implicazione (“se p ne deriva q”), tipica della soluzione paranoide, che rende infalsificabile qualunque affermazione.

Questa strategia crea una immunizzazione delle sue teorie a qualunque invalidazione. Ma una teoria infalsificabile, disse Popper, è inutile. Io aggiungo che, nella tematica specifica, è anche pericolosa, perché mescolare spunti di grande interesse – ad esempio l’ipotesi, che ho sempre condiviso con lei , della connotazione rituale del delitto di Perugia o quelli del mostro di Firenze– a inverosimili salti nel buio della teoria infalsificabile rischia di disinnescare anche i molti elementi di verità di quanto scrive. Una teoria che spiega tutto, alla fine non spiega niente. Mi lancio in un esempio.

Possiamo dire che gli ottimisti anni ’60 finiscono nel 1969 (1+9+6+9= 25=2+5= 7, numero simbolico, come ben sa) con l’eccidio rituale di Charles Manson detto “Satana”. Visto che sono bravo anch’io? Già. Ma quello stesso anno venne pubblicato l’album “Abbey Road” dei Beatles con la celeberrima fotografia in copertina che avvalorò la “Paul is dead conspiracy”. In pratica, si tratta della balzana idea – che lo stesso McCartney definì ironicamente “esagerata” – che questi fosse morto in un incidente stradale e che quello che all’epoca cantava e suonava il basso nei Beatles fosse un sosia. Infatti, la foto è piena di “indizi”: i quattro recitano un corteo funebre, Paul è scalzo come lo sono le salme nella cultura celtica, ha la sigaretta nella mano destra pur essendo mancino, non è al passo con gli altri e la macchina sullo sfondo è targata “28 IF”, cioè “28 Se”, cioè gli anni di Paul se questi fosse stato vivo. Alla luce dei suoi articoli, posso ora aggiungere anche che la foto è stata scattata il 30 Gennaio 1969 (3+0+1+1+9+6+9= 29= 2+9= 11!) . Tra l’altro, il 30 Gennaio è anche la data dell’omicidio del piccolo Samuele a Cogne (oltre che – tremate – il mio compleanno!). Tutto è verificabile. Ma non è la verificabilità il criterio della scienza, è, ripetiamo con Popper, la possibilità di falsificare le teorie. Bene, per quanto la cosa fosse notoriamente una bufala di enorme calibro, non mi sembra affatto che sia meno inverosimile delle ipotesi che le iniziali RC di Rifondazione Comunista siano l’acronimo della Rosa Rossa, che il povero Simone Cristicchi avrebbe vinto San Remo con una canzone dedicata alla stessa setta, perché il suo nome (“che richiama Cristo”) richiamerebbe i Rosacroce e il testo rimanderebbe ad un romanzo, “Il maestro di Margherita” e, come lei dice, “Margherita è il nome di Santa Rita, ovverosia proprio di quella Santa che, nel linguaggio criptato della Rosa Rossa, indica la Rosa Rossa”. Molto più plausibile la teoria che Paul sia veramente morto, soprattutto a giudicare dal valore di quanto ha prodotto dopo i Beatles! Per non parlare di quando dice che “non è un caso che il cronista del TG5 che si occupa di Meredith si chiami Remo Croci. Oppure che dopo la strage da sette morti sull’autostrada – non sarà definito anche il numero dei morti? (NdR) -,avvenuto quest’estate l’ 8.8.2008, i TG abbiano poi intervistato un camionista che si chiamava Massone”. Sic! Non è un caso, allora, che il maggiolone di Abbey Road fosse targato “28 If”. Si potrebbe continuare con gli errori nel tema di maturità del 2008 che sarebbe un segnale via media per gli affiliati della combriccola. Questa assomiglia molto ai deliri dei paranoici riguardo alle trasmissioni televisive. Una teoria che spiega tutto, non spiega niente. Il fatto che gli indizi possano coincidere con la teoria non vuol dire affatto che la teoria sia vera. Ha mai pensato che nel notissimo caso del dollaro USA in cui, fra le altre cose, si nota la ridondanza del numero 13, il fatto che gli stati originari fossero tredici potrebbe aver rivestito un qualche ruolo? Si, ma la Rivoluzione Francese, quella americana, Washington (l’uomo e la città)? E allora? Io ci aggiungo anche l’ Illuminismo. Tutta roba buona, direi. E la P2? Lei rimanda. Risponde Gustavo Raffi che la P2 sta alla massoneria come le BR al PCI.

E’ facile utilizzare dati di realtà relativi a responsabilità oggettive di un attore storico per addossargli responsabilità fantasmatiche.

Insomma, non è il caso di considerare incontrovertibili i dati che presenta. Ciò è particolarmente vero se pensiamo che lei, non di rado, poggia le sue affermazioni su terreni già malfermi, a voler essere teneri. Mi spiego meglio. Un suo costante riferimento bibliografico è il famigerato e onnipresente libro “La faccia occulta della storia” di tal Epiphanius. Sa chi si cela dietro questo pseudonimo, chi è l’autore del testo più frequente nei siti dell’estrema destra e del cattolicesimo integralista? E’ Piero Mantero, creatore della rivista “Il segno del soprannaturale” , vicina ad ambienti carismatici estremi, e responsabile delle famose “croci di Dezulè” che infestano i prati italiani su commissione della veggente M. Aumont. Sulla sua rivista, Mantero predica un anti-rivoluzione alla De Maistre contro ogni ipotesi di libera scelta individuale e, nel libro che fa bella mostra di sé nella sua libreria come in quella di tanti sinistri e alternativi, dice che “Il temporalismo ebraico è continuamente rimesso a punto…I protocolli dei Savi di Sion sono una di queste rimesse a punto, parallela all’elaborazione del piano sinarchico”. Da libertario, non posso che provare più simpatia per gli ideali di libertà, uguaglianza, fratellanza e tolleranza che hanno prodotto la modernità.

Altro suo riferimento, il “criminologo” Cosco, al quale dedica anche un articolo in coabitazione con Rino Gaetano. Giuseppe Cosco, detective privato, ufologo, grafologo, esoterista, lettore della mano e ipnotista, collaboratore della rivista di Mantero-Epiphanus, fonde in unico calderone, come scrive Miguel Martinez, “la Madonna di Fatima, la congiura giudaico-massonica che avrebbe permesso la rivoluzione russa, l’astrologia, le terribili profezie su Roma, la tesi secondo cui il cancro altro non sarebbe se non un fungo, 160 tonnellate di luce che ogni giorno ci bombarderebbero dal sole inducendo infarti e suicidi, la storia segreta dell’ AIDS, la pedofilia attribuita ad apprendisti stregoni travestiti da scienziati a loro volta associati agli illuminati di Baviera” e molte altre amenità. Insomma, se bizzarri possono apparire i riferimenti culturali e i riti di certe conventicole a cui si usa attribuire ogni nefandezza della storia seguente la discesa dall’australopiteco dagli alberi, avere idea di quale sia il brodo di coltura da cui provengono le teorie “incontrovertibili” utilizzate a conferma di questa teoria può essere utile per valutare la fiducia da accordarvi. Se quanto rilevato non bastasse, menzione speciale merita la sua prediletta Gabriella Pasquali Carlizzi. Lei sa bene, ma forse non tutti i suoi lettori, che la signora, già condannata per diffamazione per le fantasiose affermazioni che coinvolsero, fra gli altri, Alberto Bevilacqua, dirige un cenacolo di visionari cristofili pseudo fondamentalisti carismatici condannati dal vicariato della Diocesi di Roma il cui fondatore, Padre Gabriele, le manda regolarmente messaggi apocalittici dall’oltretomba. Sempre quando non è disponibile la Madonna, Gesù o Mosè. Questi i suoi informatori degni di fiducia. E quando ardisce a presentare i dati come indiscutibili? Credo che possano bastare due esempi. Il primo, riguarda i papi rosacroce, cioè anticristiani. Sarebbero Paolo VI e Giovanni XXIII. Lei suggerisce di approfondire l’argomento sul sito di “Chiesaviva” e di leggere i libri di Don Luigi Villa, quello di Radio Maria. Molto scientifico e assolutamente neutrale in materia di massoneria. La cosa si fa grottesca nell’altro caso, quando dice che “se vogliamo attenerci a fonti certe” la massoneria ha ideato tre guerre mondiali per realizzare il Nuovo Ordine Mondiale, come scritto nel carteggio fra Giuseppe Mazzini e Albert Pike. Carteggio mitico che nessuno ha mai visto! Però lei si premura di avvertire che “il carteggio fra Mazzini e Pike è a pag. 165 del libro “Massoneria e sette segrete. La faccia oscura della storia” (il libro di cui già si è detto….).

In definitiva, nel suo pur pregevole lavoro di ricerca e dal suo prezioso sito che, come avrà visto, seguo con attenzione, lei rischia di mescolare perle di splendente verità con la pura melma del pregiudizio e della paranoia. Ciò rischia, non solo di invalidare il meglio del suo lavoro, ma anche di fare il gioco di quegli ambienti culturali che, lo so, lei, come me, osteggia.

Saluti.

Luigi Corvaglia
26.11.08

Vedi anche: Risposta a Luigi Corvaglia

86 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Duffy
Duffy
26 Novembre 2008 6:46

una sola domanda mi sorge spontanea

chi definisce il confine tra cosa è giusto che sia oggetto di indagine… e cosa invece è “pura melma del pregiudizio e della paranoia” e quindi non va indagata ?

su certe cose si ragiona per stereotipi e per concetti acquisiti come pre-costituiti

siamo cosi’ certi che l’attuale pensiero collettivo che etichetta come “non degno di indagine” certe cose sia assolutamente perfetto e nel giusto ?

mirko1313
mirko1313
26 Novembre 2008 7:29

Splendido post, sono d’accordo con l’autore, soprattutto nel mettere in luce l’intestardirsi di Franceschetti nel tantativo di ricondurre ad un’unica causa tutti i mali del mondo. Così come in una partita a scacchi si avvicina di più alla vittoria chi cerca debolezze nella propria strategia così chi vuole avvicinarsi alla “verità” dovrebbe continuamente mettere in discussione le proprie convinzioni, non andare alla disperata ricerca di indizi che avvalorino le proprie tesi.

ilBarone
ilBarone
26 Novembre 2008 7:51

Quest’articolo rileva dubbi reali mescolati a preconcetti ideologici. se è vero che franceschetti si inerpica con una certa imprudenza su affermazioni indimostrabili (ed a volte un pò semplicistiche) è vero anche che l’autore di questo post rifiuta fonti solo perchè non ne condivide il contenuto ‘ideologico’.

Non solo la discussione sui ‘protocolli’ è stata chiusa ‘d’ufficio’ dai detentori della criptocrazia (ma ce ne sarebbe da dire sulle vere fonti ‘primarie’), ma il tomo di Epiphanius riporta (a parte qualche scivolone) una serie di documenti e tesi ‘inoppugnabili’.

Mi spiace, ma così non se ne esce…..

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
26 Novembre 2008 9:06

A LUIGI CORVAGLIA.
Egregio Signore, la invito cortesemente ad astenersi da commenti diffamatori e calunniosi nei confronti della mia persona.
Mi stupisco di tale suo comportamento, atteso che chi come lei, e giustamente, non parla senza prima documentarsi alla fonte e non la fonte della maldicenza, ma la fonte di cui si pretende di parlare, mi stupisco che lei non mi abbia chiesto se le sue affermazioni pubbliche rispondono a verità oppure sono la conseguenza di “sentito dire” nell’ambito di attacchi strumentali alla sottoscritta.
Mi farebbe estremo piacere riceverla presso la mia redazione, mostrarle i documenti che attestano le falsità da lei profuse sul mio conto, ed ottenere da lei scuse pubbliche nell’ambito di una rettifica che una persona per bene non esiterebbe a fare.
Mostri il suo essere un galantuomo, e le ripeto, venga presso il mio studio ed estragga copia degli atti giudiziari che attestano la realtà dei fatti.
Mi dispiace che questo sito consenta diffamazioni sul conto di terze persone, tuttavia ho già provveduto a trasmettere ai miei legali la sua lettera aperta al professor Franceschetti, onde tutelare la mia immagine nelle parti della stessa lettera che la ledono gravemente.
Gabriella Pasquali Carlizzi

robertom1976
robertom1976
26 Novembre 2008 9:14

Spregevole e infamanti le sue accuse verso Giuseppe Cosco che essendo morto no può nenache difendersi, basta questo per far capire a qualunque persona dotata di intelligenza il suo fine offensivo e il fatto di scrivere sotto dettatura . Complimenti per il buon gusto

Stopgun
Stopgun
26 Novembre 2008 10:04

Non mi mettete in discussione Franceschetti, Cosco, Martinez e la Carlizzi.

Leggete quello che dicono e valutatelo.
Se li leggete bene c’è qualcosa in più rispetto alla gran massa degli altri “portatori di verità”(gatekeppers).

Se non vi piaccono, non li leggete; ma, per favore, niente polemiche inutili.

reza
reza
26 Novembre 2008 10:34

666 ! 16 – Inoltre faceva sì che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla loro mano destra o sulla fronte, 17 – e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 – Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei. (apocalisse di Giovanni) Ora! se la matematica non è un’opinione: 5+7+18+15+5+7 ( G e o r g e) 23+1+12+11+5+18 ( W a l k e r) 2+21+19+8 ( B u s h) la somma di tutto è 177: 177 = 1+7+7 = 15 = 1+5 = 6 questo è il primo dei tre 6. la data di nascità di Goerge W. Bush è 6 luglio 1946 quindi; 6+7+1+9+4+6 = 33 =3+3= [6] ed ecco il secondo 6. per il terzo 6, si sa che l’anticristo lotta per conquistare tutto il mondo e consegnarlo a satana cioé, alle forze del male, ebbene, il primo passo verso tale obiettivo, G.W.Bush lo ha compiuto quando diventò il governatore di Texas: è diventato… Leggi tutto »

geopardy
geopardy
26 Novembre 2008 10:43

NO COMMENT. ANTICIPAZIONI. LO SCRITTORE HA RACCONTATO IN UN LIBRO IL CLAMOROSO CASO DI DISINFORMAZIONE GIORNALISTICA E DI EQUIVOCI GIUDIZIARI DI CUI E’ RIMASTO VITTIMA Io, Bevilacqua, praticamente mostro di Firenze Un’ esperienza che ricorda i racconti di Kafka. Svegliarsi una mattina e trovarsi sbattuto in prima pagina come un serial killer ————————- PUBBLICATO —————————— ANTICIPAZIONI Lo scrittore ha raccontato in un libro il clamoroso caso di disinformazione giornalistica e di equivoci giudiziari di cui e’ rimasto vittima TITOLO: Io, Bevilacqua, praticamente mostro di Firenze Un’ esperienza che ricorda i racconti di Kafka Svegliarsi una mattina e trovarsi sbattuto in prima pagina come un serial killer – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – E’ un mattino di marzo del ‘ 94. Lo scrittore Alberto Bevilacqua scende all’ edicola per comprare il giornale. Qui gli accade qualcosa d’ inverosimile: apprende di essere un mostro. Si’ , un mostro sbattuto in prima pagina. E presto, di accusa in accusa, diventa qualcosa di peggio di assassino: un superbruto, un serial killer fuoriserie, il Mostro di… Leggi tutto »

geopardy
geopardy
26 Novembre 2008 10:49

MESSAGGIO PER CREDENTI CRISTIANI ( E NON):
—-” CHI E’ SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA”—-

Egon
Egon
26 Novembre 2008 10:56

Bush è un demone che i satanisti iracheni hanno invocato con il necronomicon

Egon
Egon
26 Novembre 2008 10:57

Bush è un demone che i satanisti iracheni hanno invocato con il necronomicon

Franky_Ramone
Franky_Ramone
26 Novembre 2008 11:12

dai la roba sugli omicidi delle donne a Roma era interessante, ma con gli ultimi articoli sulla rosa rossa che si trovava ovunque effettivamente aveva un pò scazzato.
Sarà che sono un cristiano, però il libro di Epiphanius non dispiace, anche se effettivamente la corrispondenza tra pike e mazzini ha dell’incredibile.
Mha

Franky_Ramone
Franky_Ramone
26 Novembre 2008 11:19

…e comunque Paul Mc Cartney è morto per davvero e al suo posto c’è un automa programmato dai Rothchild, Anche Yoko Ono è un automa e si trombava John Lennon per farlo andare fuori di melone e fargli lasciare i Beatles. Quindi ci sono sempre dietro LORO anche per quanto riguarda lo scioglimento di una delle più grandi band di sempre.

ADANOS
ADANOS
26 Novembre 2008 11:20

Quoto in pieno Gabriella e robertom1976!

citazione :

” chi scrive è persona nota per il proprio scetticismo e oggetto di critiche per la proprie tendenze dietrologiche”

Poi metti in dubbio il fatto che le guerre mondiali servano per l’istaurazione del Nuovo Ordine Mondiale, mi vien da pensare che queste tue “tendenze dietrologiche” siano altra cosa… non è che hai sbagliato termine?

ciao

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
26 Novembre 2008 11:22

A LUIGI CORVAGLIA L’ILLUSTRE AUTORE DELLA LETTERA APERTA A FRANCESCHETTI, LETTERA “SPAZZATURA”, HA COSI’ CALUNNIATO LA SOTTOSCRITTA: “Se quanto rilevato non bastasse, menzione speciale merita la sua prediletta Gabriella Pasquali Carlizzi. Lei sa bene, ma forse non tutti i suoi lettori, che la signora, già condannata per diffamazione per le fantasiose affermazioni che coinvolsero, fra gli altri, Alberto Bevilacqua, dirige un cenacolo di visionari cristofili pseudo fondamentalisti carismatici condannati dal vicariato della Diocesi di Roma il cui fondatore, Padre Gabriele, le manda regolarmente messaggi apocalittici dall’oltretomba. Sempre quando non è disponibile la Madonna, Gesù o Mosè. Questi i suoi informatori degni di fiducia. E quando ardisce a presentare i dati come indiscutibili? Credo che possano bastare due esempi. ” EBBENE, IO HO POSTATO UNA PRIMA REPLICA INVITANDOLA A “FARSI AVANTI” ED HO PREPARATO PER LEI IL CERTIFICATO DELLA MIA FEDINA PENALE, PERCHE’ SE LO ATTACCHI SULLA SCHIENA E CI FACCIA UN GIRO PER IL MONDO. SI METTA A STUDIARE, CARO SIGNORE, E SCOPRIRA’ CHE A DENUNCIARE IL BEVILACQUA FU TALE ANNA MARIA RAGNI E SCOPRIRA’ ANCHE CHE IO NON SONO STATA CONDANNATA, E SE NON CI CREDE CHIEDA AL MIO AVVOCATO CARLA ARCHILEI DEL FORO DI PERUGIA, LA QUALE STA… Leggi tutto »

ilBarone
ilBarone
26 Novembre 2008 11:22

comunque uno dei blog di luigi corvaglia si chiama “lucifero” e lo ha aperto l’11-11-2007….mah….

Cornelia
Cornelia
26 Novembre 2008 11:32

Bravo barone.
E come pseudonimo usa “Baphomet” (cliccate su “il mio profilo” nel blog Lucifero http://lucifero.spazioblog.it/profiles/baphomet/ ).
Uno che si definisce anarchico, ateo e anticlericale non dovrebbe dimostrare tanto attaccamento a sciocchi simboli religiosi… altrimenti cade tutto il castello.

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
26 Novembre 2008 11:34

A PAOLO FRANCESCHETTI….
Caro Paolo, stai alla larga da certi “Dragoni”, e per favore reagisci senza subire. Tu sai che LUIS CIFER ringhia e sbava ogni volta che si scoprono i misteri ingannevoli dentro i quali manovra i suoi adepti…
LUIS CIFER farebbe bene a rassegnarsi, ormai ha perso la sua battaglia, e dovrebbe sapere da sempre che ” IL DIAVOLO FA LE PENTOLE MA NON I COPERCHI!”…
Come ti ho detto, l’argomento che hai affrontato richiede alcune precisazioni, tuttavia hai avuto prova di aver pestato i piedi a LUIS CIFER , il quale da VIGLIACCO com’è ancora non ha il coraggio di rispondere alle mie repliche alle sue calunnie…
Non preoccuparti Paolo, sono le ultime sue CODATE, il tempo dei GIUSTI è ormai alle porte!
Un abbraccio
Gabriella Carlizzi

Cornelia
Cornelia
26 Novembre 2008 11:35

Aggiungo che l'”ateo” (molto tra virgolette) sig.Corvaglia dovrebbe ricordarsi ciò che dice Beppe Grillo: prima di pontificare su Internet, teniamo presente che la gente sa usare Google…

psycho
psycho
26 Novembre 2008 11:43

Gentile signora Carlizzi, sono l’autore della lettera che ha consegnato ai suoi legali e sono stupito quanto lei lo è nel vedere il mio comportamento. Non stupito nel constatare la scarsa magnanimità di una cattolica del suo calibro o che la direttrice dei Volontari della Carità manifesti in ben piccola misura detta virtù. No. Stupito nel notare che lei vuole riservare solo a me il trattamento legale dai quali, mi sembra, ha risparmiato altri che con lei sono stati, forse, perfino più malevoli. Per cominciare, le rammento Miguel Martinez, il quale è passato indenne dopo aver scritto ( http://www.kelebekler.com/occ/satana3.htm ) : Condannata nel 1995 a quattro mesi di reclusione per diffamazione in seguito ad alcune fantasiose affermazioni fatte nell’ambito del caso Moro, la Carlizzi si è poi distinta per accuse lanciate contro vari personaggi noti (tra cui Alberto Bevilacqua, anche lui accusato di essere il “mostro di Firenze”). Attualmente, oltre al “Partito Cristiano della Democrazia”, la Carlizzi dirige un’organizzazione dall’ingannevole nome di “Associazione fra i Volontari della carità”, in realtà un cenacolo di carismatici visionari, condannati dal vicariato della Diocesi di Roma. Da dodici anni, la signora Carlizzi riceve regolarmente messaggi apocalittici dal defunto fondatore del cenacolo, Padre Gabriele, e… Leggi tutto »

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:18

Studierò, studierò. Però lei perchè strilla? Si contenga.

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:21

Ah, ah, ah! Non me ne ero mai accorto! Ebbene si, sono parte integrante del programma sinarchico. E sono anche un rettiliano. Ehi, non sapevo ci si divertisse tanto qui!

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:23

TUTTO è degno di indagine. ho anche detto che molte cose che dice Franceschetti sono interessanti. Lo mettevo solo in guardia da certi trappoloni in cui un alogica di quel genere può far cadere.

Luigi Corvaglia

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:27

Bah! Ciò che ho scritto di Cosco è riportato sano sano dall’articolo di Martinez (hai notato le virgolette?) scritto quando il sedicente criminologo era in vita. Ho anche risparmiato la sua teoria sul tema strologico. Buon gusto? Forse mi è difettato, ma vorrei capire sotto la dettatura di chi avrei scritto. Sono curiosissimo, si si…

LC

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:35

Aggiungo: Si, è vero. Circa la sua personale sfera religiosa dovrei tacere. Trattasi di fatti assolutamente privati. Il fine della mia lettera, però, era di far notare a tanti alternativi “di sinistra”, laici, non di rado anticlericali, che alcune fonti del buon Franceschetti erano tutt’altro che laiche. Questo, è ovvio, non è una colpa, certo, ma è elemento che potrebbe mutare, e di molto, la prospettiva di un determinato tipo di lettore.

LC

psycho
psycho
26 Novembre 2008 12:46

Simboli religiosi? La mancanza di ironia è una iattura!

biopresto
biopresto
26 Novembre 2008 13:00

non sto più nella pelle finalmente posso fare una domanda ad un rettiliano, erano anni che aspettavo questo momento…..eheheh
Innanzi tutto Le porgo i miei omaggi e mi presento io sono un comune terroide, sarebbe così gentile da dirmi cosa mangiano quelli della sua specie?

psycho
psycho
26 Novembre 2008 13:16

Se il tempo dei giusti è alle porte, non vedo perchè scaldarsi tanto. Io, che giusto non sono, però, non capisco perchè confortare il buon Franceschetti che, pur criticandolo, non ho insultato e mi è simpatico. Forse l’avvocato non vuole concedermi immeritata importanza, forse, signorilmente, non vuole scendere a scazzottate verbali da suburra con tanto di minacce. Forse ha capito che, corna che mi cingono la testa a parte, non sono Luis Cifer e non ho la coda. Forse ritiene la sua reazione un isterismo inutile e imbarazzante per la sua posizione di santa donna. Vede, proprio perchè sono, come lui, dalla parte dei deboli contro i forti, ho solo voluto sottolineargli come certe ingenuità rischino di essere contrproducenti proprio per il nostro comune obiettivo. Fra queste ingenuità, a mio modestissimo avviso, la fiduca eccessiva riservatale. Non è lui ad essere finito alla pubblica gogna. Una critica, l’avvocato, saprà ben tollerarla. Che sia lei ad aver avuto la reazione inconsulta con annessa perdita del bene cristiano della pazienza è ben spiegabile.

MatteoMantovani
MatteoMantovani
26 Novembre 2008 13:54

Carissimi Gabriella, Paolo e Roberto, in quale triste occasione ci troviamo a commentare questo articolo? Questo è un cattivo esempio di quanto si chiama diritto di espressione. Perchè è bene che chi scrive determinate cose sappia documentarsi, sopratutto quando queste potrebbero violare i diritti altrui. E sempre nel caso fossero vere (come purtroppo in questo caso non è) colui che scrive dovrebbe usare la massima responsabilità a tutela della dignità altrui. E sopratutto elaborare un proprio punto di vista. Una propria teoria sostenibile. Scrivere come scrive il Sig.Corvaglia è prevalicare il buon senso e il sano utilizzo dei mezzi di informazione gratuiti. Tutto questo credo in fondo perchè il suo articolo manca di un autentico punto di vista e quindi si limita a “sminuire” le altrui visioni, senza averne una propria. E questo è dimostrabile perchè l'”attacco” a Cosco e a Gabriella non ha nessuna connessione con l’argomento in essere. Mi permetto di chiudere questo articolo in difesa di tre persone. A Gabriella in quanto la vicenda di Bevilacqua che il Sig.Corvaglia accenna, è stata sottoscritta a verbalie da ben altra persona con documenti dimostrabili. Ma questa non è la prima volta. Non capisco perchè qualcuno insisti in continuazione a… Leggi tutto »

mirko1313
mirko1313
26 Novembre 2008 13:57

all’inizio pensavo fossi ironico, ma alla fine mi sono reso conto che ci credevi davvero in tutti quei numeri…incredibile!

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
26 Novembre 2008 14:04

A LUIGI CORVAGLIA
EGREGIO SIGNORE PERCHE’ GIOCA A FARE IL FURBO? HA FATTO BENE A CITARE IL SITO http://www.kelebekler.com/occ/satana3.htm ,
PERCHE’ QUI SI VEDE LA SUA MALAFEDE. PROVATE TUTTI A DIGITARE SU GOOGLE INSIEME A QUESTO SITO LE PAROLE “REPLICA GABRIELLA CARLIZZI” E CONSTATERETE CHE IL TITOLARE DEL SITO, DOPO AVER AVUTO UN COLLOQUIO PRIVATO CON ME, HA INTESO PUBBLICARE LA MIA REPLICA CHE MAI FU CONTESTATA DA ALCUNO .
QUANTO ALLE QUERELE DA ME SPORTE IN QUESTI ANNI NEI CONFRONTI DI CHIUNQUE ABBIA LESO LA MIA IMMAGINE, POSSO DIRLE CHE MI HANNO CONSENTITO DI INVESTIRE E CREARE UNA MIA CASA EDITRICE CHE GRAZIE A DIO STA ANDANDO BENE OLTRE OGNI PREVISIONE. VISITI IL MIO SITO http://WWW.LAGIUSTAINFORMAZIONE2.IT , SUL QUALE TROVERA’ GLI ALTRI MIEI SITI COMPRESO QUELLO DALLA MOND&EDITORI SRL OVE SONO IN VENDITA LE MIE OPERE.
PURTROPPO QUESTO FORUM NON PRENDE LE IMMAGINI, ALTRIMENTI AVREI PUBBLICATO QUI IL CERTIFICATO DELLA MIA FEDINA PENALE SUL QUALE A DISPETTO DI QUANTI COME LEI, C’E’ SCRITTO “NULLA”
TANTO DOVEVO
GABRIELLA CARLIZZI

TitusI
TitusI
26 Novembre 2008 14:05

Senza entrare nel merito, sta di fatto che io mi stavo facendo una pessima opinione della signora da cio’ che lei ha scritto, e sembra che non ve ne fosse motivo, sembra che almeno per quanto concerne la fedine penale della signroa Carlizzi Lei abbia torto marcio, per cui chieda scusa, che i tribunali gia’ sono pieni di lavoro.

T.D.S.

mirko1313
mirko1313
26 Novembre 2008 14:24

è leggendo reazioni scomposte come questa che mi viene da mettere in dubbio la lucidità di certe persone, al di là di dove possa stare la ragione.

psycho
psycho
26 Novembre 2008 14:42

Non ho mai affermato di conoscere padre Gabriele e confesso di non tenerci neppure particolarmente. Mi bastava rimarcare che parla dall’oltretomba alla signora Carlizzi. Questo, per usare le sue parole, signor Mantovani, significa per me “prevalicare il buon senso”. Di buon senso, vedo, siete invece molto ben dotati, lei e la signora Carlizzi. Me ne compiaccio. Apprendo con sgomento, ad ogni modo, dell’esistenza di un cattivo “diritto di espressione”. E’ cattivo, sembrerebbe di capire, quando si esprimono perplessità su visioni mistiche. Al contrario, affermare quanto Introvigne dice la Carlizzi affermi è buon esempio di diritto di espressione. Altro esempio di lampante “buon senso”. Ma questi cacasenno sembrano non cogliere neppure quale sia il nesso “con l’argomento in essere”. Mi si accusa di non documentarmi? Mi sono documentato con tutto ciò che è disponibile ad un mortale per documentarsi. Non basta. Non è “buon senso”.

psycho
psycho
26 Novembre 2008 14:44

Quanto a Cosco, ribadisco quanto già detto: mi sono limitato a riportare, virgolettato, quanto già scritto da Miguel Martinez quando questi era ancora vivo (non mi risultano isterismi del povero Cosco al riguardo). E comunque Martinez non ha detto niente di più di quanto lo stesso Cosco scriveva sul suo sito personale ancora attivo:http://cosco-giuseppe.tripod.com/

psycho
psycho
26 Novembre 2008 14:45

Capito di cosa stiamo parlando?

psycho
psycho
26 Novembre 2008 14:50

Guarda, mosche e insette vari fra due fette di pane azzimo.

reza
reza
26 Novembre 2008 14:55

A dire la verità, nella cosa, come si presenta qui, non credo affatto, ma credo nel significato dei numeri, che secondo il pensiero orientale è qualcosa di ben diverso dalla smorfia. Nel caso di Bush, credo che i numeri non servono nemmeno, poiché il numero degli innocenti da lui ammazzati è altissimo, quanto è alta la sua fedeltà verso i sionisti, e quanto è falsa la sua lotta contro i salafidi. Resta il fatto che i yaziditi in Iraq sono una realtà, come è reale anche il fatto che sono alleati degli yankees! I yaziditi sono davvero adoratori di satana, e questo (anche se ti potrà sembrarae “incredibile” ) dimostra il fatto tangibile che Bush lavora per conto di satana ma nome di Gesù! In realtà l’attacco di Bush all’Iraq era per portare il suo esercito vicino al Monte Lalesh, luogo dove vivono i yaziditi ovvero; gli adoratori di satana, questo luogo è vicino all’antica città Assira di Nineveh e lungo una linea di circa 300 miglia ci sono gli Ziarahs; le Sette Torri di Satana con la torre centrale sul Monte Lalesh. In Iraq, chiamano questa torre la “Casa delle Sette Torri” che è una struttura a forma di… Leggi tutto »

psycho
psycho
26 Novembre 2008 15:01

Beh, allora non mi resta che avere un colloquio privato con lei e che questo sito pubblichi una sua PUNTUALE replica alle mie malignità. Le querele le fanno bene al portafogli, dunque, eh? Non intendo affatto contribuire al suo fondo pensione, mi scusi, sa. Ad ogni modo, anche lei, egregia signora, fa la furbetta. Si è limitata a parlare della sua replica a Martinez e della pulizia della sua fedina penale, glissando totalmente su quanto espresso nell’articolo del CESNUR. Sono curiosissimo di sapere se anche l’inquietane lntrovigne, che parla dei suoi rende vouz col Cristo, il diavolo (cioè con me) e altri personaggi, nonchè dei procedimenti di chiusura dei suoi siti (che visiterò con grande curiosità), sia uno dei contribuenti del suo fondo pensione. No, perchè allora non capisco perchè una pagina diffamante come quella sia ancora libera e bella. La faccia chiudere.

StefaniaNicoletti
StefaniaNicoletti
26 Novembre 2008 15:21

Cosa non si farebbe per un briciolo di notorietà… alle spalle degli altri, vero Corvaccio? A mio parere gli stiamo dando più attenzione di quanta merita. Con il suo “scritto” non ha dimostrato un bel niente. Ha solo sparato a zero su tutti. Vi pare che stiamo qui a perder tempo con uno che intitola delle offese “Lettera aperta a Paolo Franceschetti” solo per stare al centro dell’attenzione? Brutta cosa il protagonismo.

geopardy
geopardy
26 Novembre 2008 16:03

Non so se sia protagonismo, casomai fosse, a me sembra in buona compagnia.
Ci tengo, comunque, a precisare che ha espresso i miei stessi dubbi in merito alle connessioni numeriche portate all’eccesso.
Seguo Franceschetti con interesse ed ho anche letto e comprato il libro della Carlizzi anni fa.
In entrambi ho trovato spunti di interesse, ma arrivare a linciare chi ha messo per iscritto quelli che non saranno certamente i miei soli dubbi, mi sembra eccessivo.
In questi commenti riscontro un monotono accanimento, scusatemi il termine, da adepti di una setta religiosa.
Sicuramente non sarà così, ma lo sembra.
Gabriella Carlizzi Pasquali = 9+8+8 = 25 = 5+2 = 7.

Cosa ne dovrei evincere?
Ditemelo voi non sono così esperto.
Ciao

Franky_Ramone
Franky_Ramone
26 Novembre 2008 17:06

mi sento partecipe di una gigantesca jam session GABBA GABBA HEY!!!

Cornelia
Cornelia
26 Novembre 2008 17:14

Ah ho capito! Per prendere per i fondelli gli odiati preti lei si ribattezza Lucifero! Che fine ironia!
Sarebbe come dire che mi ribattezzo Befana per prendere per i fondelli gli sciocchi che credono a Babbo Natale?

zeppelin
zeppelin
26 Novembre 2008 18:04

però che tristezza fare “investimenti importanti” in questo modo 🙁
e vantarsene poi è ancora più triste…

NerOscuro
NerOscuro
26 Novembre 2008 20:36

L’articolo ha spunti interessanti ed anche simpatici che non meritano il linciaggio organizzato da chi la vede diversamente. Alcuni tra questi mostrano pure dove e a cosa si limita il concetto di libertà d’espressione, facendoci una figura pessima! Corvaglia ha anche circostanziato alcune affermazioni che potranno sembrare pesanti, ma seppure non ho controllato, sembrano assolutamente vere e si incrociano con i precedenti pareri di altre articolisti. Forse Corvaglia sta rischiando il penale per scrivere col suo nome e cognome inventando ciò che ha fatto la Carlizzi o Epiphanius. Può darsi. Ma La reazione assolutamente scomposta della Carlizzi, non mi fa per nulla propendere per la sua buona fede.

biopresto
biopresto
27 Novembre 2008 0:09

di persone che vanno fuori di testa per le orientali ne ho viste molte, io pure sono tra queste,
allora cosa dovrei pensare ?
A dimenticavo soffro anche di ragadi anali, magari controllano anche quelle………

paolapisi
paolapisi
27 Novembre 2008 2:01

Mettersi a discutere con questa gente non ha senso. E’ ovvio che hai ragione, anzi, sei stato fin troppo buono. Questo è il Corriere della sera (2+ 27+ 44+ 51= 124=7): http://archiviostorico.corriere.it/2001/settembre/06/Caso_Pacciani_psicologo_del_Sisde_co_0_0109066179.shtml Tra loro anche Gabriella Carlizzi, già condannata per calunnia per aver accusato lo scrittore e regista Alberto Bevilacqua di essere il «mostro». Ora la donna è tornata sulla scena. Dopo aver affermato di conoscere la verità sul delitto Moro, sull’ omicidio di via Poma, su quello di Marta Russo, la Carlizzi ha prima affermato di sapere dove fosse nascosta la pistola del serial killer e poi ha dichiarato di conoscere particolari sui componenti della setta che guidava il «mostro». Ed è arrivata a ipotizzare un collegamento tra gli omicidi delle coppiette e l’ assassinio di Serena Mollicone, la giovane uccisa ad Arce, in provincia di Frosinone, il 3 giugno scorso. «Anche lei – ha affermato la Carlizzi – è una vittima della setta». Mica voglio insinuare che il corriere scriva la verità: è chiaro che mente per diffamare questa insigne studiosa in contatto con l’aldilà. Evidentemente il Corriere della sera (2+ 27+ 44+ 51= 124=7) fa parte della setta della rosa rossa e di una ancora più cattiva… Leggi tutto »

buzz
buzz
27 Novembre 2008 3:08

Gran bel lavoro ti sei preso la briga di fare… ma tanto è inutile. Sono malati.

Davide71
Davide71
27 Novembre 2008 5:25

Ciao a tutti: rivolgo un cortese invito a contestare le idee non le persone. Luigi Corvaglia ha ragione a dire che, allo stato attuale delle nostre conoscenze la numerologia non costituisce “prova”. Però ricordo che le organizzazioni segrete, per varie ragioni, tendono a “marchiare” i loro atti in modo da promuovere il loro simbolismo e, nel caso dei delitti, generare timore nei loro confronti anche a distanza di tempo; certi numeri, veri o fittizi che siano, sono dei “marchi” riconoscibili. Quella di minare l’attendibilità delle fonti é una tecnica vecchia come il mondo, ma qui non c’era nessuna necessità di farlo. Quasi tutti coloro che rivolgono la loro attenzione ai misteri del mondo moderno lo fanno ricorrendo a fonti non ufficiali. Incluse le visioni mistiche! Se Luigi Corvaglia é ateo e materialista e non considera valide tali fonti sono fatti suoi. Semplicemente si limiti a dire “non ci credo” e presenti la versione dei fatti che ritiene corretta. Anch’io posso dire che il materialismo ateo é un meccanismo di rimozione di una nevrosi ossessiva nei confronti di tutto ciò che il suo Io non riesce a razionalizzare. Ma raramente mi metto a psicanalizzare le persone, perché questo é un altro… Leggi tutto »

NerOscuro
NerOscuro
27 Novembre 2008 6:03

Hai dimenticato http://www.lagiustainformazione2.it! Che ridere, considerando la quantità di numeri naturali che si possono mettere in un indirizzo, non ce ne libereremo mai!
Continua così.

PaoloFranceschetti
PaoloFranceschetti
27 Novembre 2008 6:10

Davide grazie del tuo intervento. Devo dire che questo post di Corvaglia ha offerto lo spunto per interventi interessanti, che spaziano da Introvigne alla Carlizzi, che daranno magari la possibilità ai lettori di approfondire le vicende che riguardano tutte queste persone e farsi un’idea personale. Quanto a Corvaglia, ho preparato una lettera di risposta che Don Chisciotte mi pubblicherà ma, se non mi sbaglio, la sua lettera è una colossale provocazione, intelligente e sottile. Mi ricorda una provocazione di tanti anni fa, che feci io quando dirigevo la pagina di un quotidiano. Avevo pubblicato degli articoli in materia di educazione ed università. Poi comparvero delle feroci lettere di critica ai miei articoli, a firma di Fabio menicacci (un mio amico che risale alle elementari) cui io replicai… Una persona mi disse “Caro Franceschetti gliele ha cantate quel Menicacci eh? Così impara a scrivere quelle cazzate!!! Ha avuto un bel coraggio a pubblicarle, visto come la critica”. Risposi: “quelle critiche me le sono scritte da solo… Fabio menicacci è un mio amico, e ho solo scritto le cazzate tipiche delle persone che la pensano come lei, per avere un’occasione di replicare e di ribadire alcune cose che mi interessano”. Ecco… Corvaglia… Leggi tutto »

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
27 Novembre 2008 6:18

NON VEDO PIU’ IL MIO POST CHE POSTO NUOVAMENTE QUI DI SEGUITO. COMUNICO ALTRESI’ CHE IL SIGNOR CORVAGLIA MI AH INVIATO UNA EMAIL CORTESE ED IO HO CORTESEMENTE RISPOSTO, STABILENDO DI INCONTRARCI AL PIU’ PRESTO. DUNQUE TRA NOI C’E’ UN ARMISTIZIO. L’ESIGENZA DI FAR LEGGERE IL GIUDIZIO DI INTROVIGNE SU BEVILACQUA SCATURISCE DAL FATTO CHE I DUE NOMI SONO STATI USATII E CITATI A SOSTEGNO DI QUANTO SI E’ DETTO SUL MIO CONTO. VI PREGO PERTANTO, PER DIRITTO DI REPLICA, DI NON CANCELLARE QUESTO POST. All’indice degli articoli e delle note firmate Articoli e note firmate Il testo completo dello studio critico di Massimo Introvigne su due romanzi dello scrittore di Parma che — pubblicato in sintesi in Avvenire del 5 novembre 1993 con il titolo Ma quanto “New Age” c’è dietro i romanzi di Alberto Bevilacqua — ha provocato una virulenta replica dello scrittore, una risposta di Massimo Introvigne — cfr. Lo scrittore, il Cirlìnn e il lago tibetano, ibid., 18-11-1993 — e un successivo dialogo fra lo stesso Massimo Introvigne e Vittorio Messori — cfr. Sensitivi, non chiudiamo la porta all’imprevisto, ibid., 20-11-1993. MASSIMO INTROVIGNE, Cristianità n. 223 (1993) La nuova religione di Alberto Bevilacqua Un nuovo “profeta”?… Leggi tutto »

PaoloFranceschetti
PaoloFranceschetti
27 Novembre 2008 6:19

Re: LETTERA APERTA A PAOLO FRANCESCHETTI (Voto: 1) di PaoloFranceschetti il Giovedi 27 Novembre 2008 (6:08) (Info Utente | Invia un Messaggio) Davide grazie del tuo intervento. Devo dire che questo post di Corvaglia ha offerto lo spunto per interventi interessanti, che spaziano da Introvigne alla Carlizzi, che daranno magari la possibilità ai lettori di approfondire le vicende che riguardano tutte queste persone e farsi un’idea personale. Quanto a Corvaglia, ho preparato una lettera di risposta che Don Chisciotte mi pubblicherà ma, se non mi sbaglio, la sua lettera è una colossale provocazione, intelligente e sottile. Mi ricorda una provocazione di tanti anni fa, che feci io quando dirigevo la pagina di un quotidiano. Avevo pubblicato degli articoli in materia di educazione ed università. Poi comparvero delle feroci lettere di critica ai miei articoli, a firma di Fabio menicacci (un mio amico che risale alle elementari) cui io replicai… Una persona mi disse “Caro Franceschetti gliele ha cantate quel Menicacci eh? Così impara a scrivere quelle cazzate!!! Ha avuto un bel coraggio a pubblicarle, visto come la critica”. Risposi: “quelle critiche me le sono scritte da solo… Fabio menicacci è un mio amico, e ho solo scritto le cazzate tipiche… Leggi tutto »

Truman
Staff CDC
27 Novembre 2008 6:21

Ho rimosso un po’ di commenti inutili nell’ottica su esposta di discutere di fatti più che di persone.
Data l’abbondanza di commenti, ho anche rimosso qualche commento che esortava a discutere di fatti ed a lasciar perdere le polemiche, sempre nell’ottica di dare un minimo di leggibilità.

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
27 Novembre 2008 6:26

A DAVID 71
Carissimo ho letto il suo commento. Non so cosa ne pensino i responsabili di questo sito, ma le ricordo che un invito come il suo può scatenare in anonimi maleintenzionati quanto imporrebbe azioni a tutela della immagine di chiunque, da parte della Plozia Postale. A meno che non si intenda usare questo sito come se fosse un tribunale, conravvenendo alle normative che ne consentono la messa in rete.
Gabriella Carlizzi

reza
reza
27 Novembre 2008 6:27

eh, bravo, ma i commenti ora sono mescolati e non si capisce quale è il filo del discorso;-))

Vedi se poi mettere ordine cronologico per i commenti, thank you very mattece;-)))

NerOscuro
NerOscuro
27 Novembre 2008 6:27

Tutti santi dopo la morte, evvai!

LonanHista
LonanHista
27 Novembre 2008 8:11

mizzeka!!!postato 24 ore fa e già 57 commenti + 1 = 13 appunto 58 otto e cinque tredici con l’asporto di minkiate che denotano pur nel piccolo la deriva di questa epoca: ABBIAMO CAPITO TUTTO AL PUNTO DI NON AVER CAPITO UN CAZZO! era quasi meglio che la terra fosse restata piatta, almeno la fantasia poteva liberarsi a cercare la realtà la luce, passare da quelle figure piatte senza sfondo alle favolose fotografie di leonardo michelangelo raffaello caravaggio etc etc. la fantasia oggi cosa cerca? satura di tutto, non sa più dove svernare e basta sincerarsi delle orrende rappresentazioni artistiche, delle quali lo psicoterapeuta potrebbe fornire spiegazioni sulle turbe psichiche della nostra epoca, dove siamo saturi di tutto, intossicati nel fisico e nella mente. e franceschetti comunque prova che volendo qualunque teoria potrebbe avere conferme , cioè ognuno di noi ha la sua verità che può provare e se nell’epoca dell’oscuramtismo esisteva una sola verità obbligata oggi esistono miliardi di verità e di fatto siamo nel caos e nella confusione più totale, nell’anarchia ideologica al punto che anche le leggi si sono anarchizzate. ma a parte il metodo, ognuno di noi ha la sua verità, interessa il merito di franceschetti… Leggi tutto »

geopardy
geopardy
27 Novembre 2008 8:53

Ti sbagli,
il conteggio sarebbe 58+1, poichè è stato cancellato il mio commento di invito a riprendere una discussione civile, quindi 5+8+1 = 14 = 5.
Non so cosa significhi, ma qualcuno ce lo dirà.
Ciao e grazie

MatteoMantovani
MatteoMantovani
27 Novembre 2008 9:11

Carissima Paola Pisi,

come prima cosa se fossi in lei dubiterei della “precisione” delle fonti da lei riportate in questo commento. Ma per questi particolari credo che sarà la diretta interesata ad attivarsi nel proprio interesse, e a rispondere adeguatamente a tale ostinato e spregiudicato suo intervento.
Purtroppo devo chiedermi il perchè di tale ostinato abuso nei riguardi di Gabriella. E credo che sia doveroso che dopo questa esternazione, che non ribatte le teoria della Carlizzi e come solito non dice nulla perchè di idee proprio non c’è ne sono, ora spiegare questo suo accanimento.
Io ci stò pensando… ma non trovo alcuna motivazione valida. Provo ad indovinare.
E forse dovuto al fatto che la Carlizzi è molto più bella di lei?

MatteoMantovani
MatteoMantovani
27 Novembre 2008 9:38

Gentile Sig. Davide71,

mi devo purtroppo ripetere, se la Costituzione garantisce la libertà di opinione, questa non deve diventare un abuso, in quanto ciascuna fonte di informazione andrebbe ben valutata.
Dissaprovo in assoluto quanto proposto, non solo perchè riguarda Gabriella, ma verso chiunque altro, nel sottoporsi a questa arena di spovveduti internettiani, che mette sullo stesso piano conoscenza e credibilità, passando sopra il reale intendimento dei contenuti proposti, in quanto non possiende un reale punto di vista, ne una adeguata cultura per affrontare questi argomenti, ma unicamente un intento iconoclasta verso purtroppo quelli che rischiano di proprio esponendosi nei confronti di grandi poteri.
E qui, mi permetta un invito, invece di tentare una caccia alle streghe, cerchi di decidersi da che parte stare. O per meglio dire, decidere se stare dalla parte di chi prende i soldi sui disastri della nostra epoca, usando come copione il quotidiano. O invece da parte di chi è difficile condividerne le idee o trovarne un punto di contatto solamente perchè differenti dai soliti lunghi monologhi che dicono sempre la stessa cosa anche se apparentementi letti alla rovescia.

geopardy
geopardy
27 Novembre 2008 10:01

Concordo con il fatto che l’essere umano si voglia spesso dare una spiegazione degli eventi proporzionale alle sue conoscenze, anche se in genere esiste ciò che egli creda che esista, aldilà di un qualsiasi riscontro oggettivo, non concordo, però, con la pretesa di avere un’ unica verità e se essa non può essere dimostrata, spesso si creano le condizioni di imporre comunque la propria visione delle cose, daltronde nella storia è stato sempre così. Prima la terra era piatta ed un tempo le stelle erano bivacchi degli dei, aldilà della palese non veridicità di questa cosa, che l’avvento della scienza moderna, ma prima ancora quella greca, hanno ampiamente dimostrato, i suddetti modelli sono serviti ad instaurare certi tipi di società definendone l’esistenzialità. Quindi chi vuol ancora fondare la propria esistenza su determinate concezioni luciferine, sicuramente si curerà di avere un sistema di verifica degli eventi, ritenuti manifestazione dell’incarnazione del male, con associato, perchè no, un semplice sistema matematico (non solo numerologico, poichè si applicano ad esso delle operazioni di matematica semplice, ad esempio l’addizione e la scomposizione). Franceschetti utilizza anche le lettere, però, quindi la possibilità combinatoria, già strepitosa per i numeri, va ad abbracciare l’intero sistema del linguaggio. Così… Leggi tutto »

mat612000
mat612000
27 Novembre 2008 10:18

A volte ho come il sospetto che questo forum assomigli sempre di più ad una gabbia di pazzi.

NerOscuro
NerOscuro
27 Novembre 2008 10:41

Hai detto quello che avrei voluto dire io. Questo tuo post penso e spero chiarisca il contenuto dell’articolo a quanti si ostinano a vedere in esso un tentativo di negare l’esistenza delle sette e di un loro simbolismo, piuttosto che una più semplice critica all’usare la numerologia “a posteriori” per decifrare le mosse di queste sette.

GabriellaCarlizzi
GabriellaCarlizzi
27 Novembre 2008 11:09

AI RESPONSABILI DI QUESTO SITO WEB. Egregi Signori, ringranziandovi per l’ospitalità concessami fino ad oggi, sono costretta ad informarvi che avendo assunto decisioni legali per quanto si continua a diffondere in danno della mia reputazione da parte di taluni, da questo momento in poi, pur leggendo e documentando i post che faranno a me riferimento, non posso più intervenire, dovendo attenermi al rispetto di quanto i miei legali riterranno doveroso a tutela del mio nome e degli Enti da me rappresentati. Rassicuro in tal senso il signor LUIGI CORVAGLIA, con il quale mi sono chiarita e presto ci incontreremo, come si fa tra persone civili. E lui ha dimostrato di esserlo. Non posso purtroppo dire altrettanto per altri, in particolare di tale PAOLA PISI, la quale ha postato una serie di articoli del Corriere della Sera, a suo tempo tutti da me querelati, con condanna degli autori, oltre che provvedimenti disciplinari a loro carico da parte dell’Ordine dei Giornalisti e dell’allora Garante per l’Editoria. Va da se, che sebbene tali articoli non sia facile toglierli dai motori di ricerca, essendo in ogni caso il loro contenuto diffamatorio, e non potendone stabilire nemmeno la veridicità, chiunque se ne serve e ne… Leggi tutto »

ilBarone
ilBarone
27 Novembre 2008 11:23

Beh, aver tirato in ballo i ‘rettiliani’ (a Napoli lo chiamano il ‘fatt’apposta’) ti qualifica alquanto…..bello scivolone!

paolapisi
paolapisi
27 Novembre 2008 12:42

Se gli autori delle “diffamazioni”, e cioè il corriere della sera e altri giornali, si vorranno scusare pubblicamente con la signora Carlizzi, sarò ben lieta di leggere le loro umili richieste di perdono. Ovviamente per quanto mi riguarda non ho assolutamente nulla di cui scusarmi, e ci mancherebbe solo che uno non sia libero di postare i link di articoli del maggiore quotidiani nazionale accessibili su internet . Sì, certo, è un reato, come no. Fra l’altro si tratta di brevi lanci in quanto tali privi di autore, per cui non comprendo come la sign.ra Carlucci abbia ottenuto “la condanna degli autori, oltre che provvedimenti disciplinari a loro carico da parte dell’Ordine dei Giornalisti e dell’allora Garante per l’Editoria.” Ma questo dipende dalla mia limitatezza mentale, mai mi permetterei di mettere in dubbio la parola della signora, che anzi esorto a far oscurare i pezzi del corriere e di altri quotidiani di diffusione nazionale per cui ha ottenuto la condanna per diffamazione (dovrebbe avvenire in automatico, ma evidentemente la magistratura non sempre è solerte). Oltrettutto la onorabilità della signora Carlizzi dovrebbe essere lesa maggiormente dal fatto che il Corriere non abbia rimosso gli articoli in questione che da quello che… Leggi tutto »

PaoloFranceschetti
PaoloFranceschetti
27 Novembre 2008 13:12

Gabriella… questo è uno dei tanti lati che non capisco. perchè querelare e far perdere tempo alla giustizia con queste idiozie. A parte il fatto che, secondo me, ove ci sia libertà di stampa, ci deve essere libertà di dire tutto, comprese cose sbagliate e non documentate. Salva la possibilità di replicare per chi è chiamato in causa direttamente. Per il resto, Gabriella, le tue reazioni ti espongono a due conseguenze negative. Scendi al livello di determinate persone (non alludo a Corvaglia, il quale ha volutamente preso in giro, secondo me, proprio le persone che più lo sostengono e lo hanno applaudito, ma è ovvio che loro non lo capiscano); e in secondo luogo perdi tempo ed energie inutili che potresti impiegare in modo migliore. Per il resto, sai bene che chi sostiene certe cose come noi è destinato ad essere preso per visionario o matto, e screditato in varie sedi. Per cortesia… occupati di cose più importanti. Fallo per te stessa, ma anche per noi, perchè se finalmente aprirai quel sito sulla Rosa Rossa sarà meglio per tutti.

PaoloFranceschetti
PaoloFranceschetti
27 Novembre 2008 13:15

gabriella aggiungo una cosa. Arrabbiandoti non fai altro poi che prestare il fianco ad altri attacchi. Ignorando certe cose, gli attacchi inevitabilmente diminuiscono e puoi concentrarti su cose più importanti.

StefaniaNicoletti
StefaniaNicoletti
27 Novembre 2008 13:28

Veramente la frase corretta è: “Ama Rosa Bazzi, la sua sposa. ROSA SOPRA OGNI COSA”. Allora prima di fare citazioni, si vada a vedere il video originale, anziché riprendere le notizie di agenzia e copia-incollarle. Non è una polemica, veramente. E’ solo una precisazione e un consiglio.

MatteoMantovani
MatteoMantovani
27 Novembre 2008 14:21

“SULLA BASE DELL’ARTICOLO 596 DEL CODICE PENALE, CHI E’ COLPEVOLE DEL REATO DI DIFFAMAZIONE NON E’ AMMESSO A PROVARE A SUA DISCOLPA LA VERITA’ O LA NOTORIETA’ DEL FATTO ATTRIBUITO ALLA PERSONA OFFESA. ”
Pertanto poichè gli articoli di giornali vanno letti con il beneficio del dubbio,
chiunque se ne serve come se fossero la verita’ oggettiva, commette a sua volta il reato di diffamazione, e se se ne serve mediante uno strumento pubblico come internet capace di amplificare la diffamazione, ciò costituisce un aggravante della pena.
Sono d’accordo con l’iniziativa legale di Gabriella, anche perchè lei rappresenta Associazioni ed Enti che risultano diffamati di conseguenza, e che si presume chiedano i danni costituendosi parte civile nel processo contro le persone che Gabriella intende denunciare.

geopardy
geopardy
27 Novembre 2008 14:40

Cara Paola Pisi,
il tuo ragionamento non fa una piega.
Sì che di polemiche tra di noi ne abbiamo fatte, senza ricorrere ad intimidazioni di alcuna sorta, anche se, talvolta, siamo stati reciprocamente duri.
Quello che non capisco è come mai mi sia stato cancellato il post in cui esorto la signora Carlizzi (e per primo, facendo notare che i gestori del sito erano latenti in merito) a demordere dalla polemica monopolizzante e non so perchè il mio ultimo commento di oggi, in cui faccio un’analisi, come si sarebbe dovuto fare nel commento di un articolo, rispetto alle dichiarazioni di Corvaglia ed al sistema di lettura degli eventi utilizzato dall’avvocato Franceschetti e dalla signora Carlizzi, non sia stato ancora pubblicato.
Forse la somma numerologica dell’articolo era compromettente?
Scherzo, naturalmente.
P.S.
Gabriella Carlizzi Pasquali = 9+8+8 = 25 = 7, non so cosa significhi, ma pur avendolo chiesto in un commento precedente, nessuno ha saputo delucidarmi in merito, puoi farlo tu?.
Ciao
Geo

geopardy
geopardy
27 Novembre 2008 16:32

NON CAPISCO COME MAI NON RIESCO PIU’ A POTARE COMMENTI CHE NON SIANO NEI RISPONDI DEI SINGOLI COMMENTI.
VORREI SAPERE QUALCOSA IN MERTITO DAI GESTORI.
CORDIALMENTE
GEO

paolapisi
paolapisi
27 Novembre 2008 16:47

Ciao Gepardy No, purtroppo non sono in grado di decodificare la sapienza numerologica. E’ uno dei miei infiniti limiti. Comunque davvero a me della Carlizzi, di franceschetti, della rosa rossa, del tulipano giallo, delle margherite a pallini e quant’altro non me ne può fregare di meno, e neanche sto a commentare i ridicoli tentativi di intimidazione verso chi li critica. Chissà quanti ce ne saranno che si comportano così in giro per l’Italia e per la rete. Quello che trovo davvero devastante, anche se forse prevedibile, è il punto a cui si è arrivati a forza di correre dietro a ogni “complotto” e a ogni teoria “alternativa”. Si è arrivati precisamente alle rivelazioni di Padre Gabriele. Perché il complottismo è diventato autoreferenziale, non era più funzionale a svelare dinamiche e comportamenti del potere, ma semplicemente presunte trame occulte e oscure fini a se stesse, un un corto circuito mentale e politico. E così, in nome del complottismo, per prima cosa si è abbattuta ogni barriera politica e ogni autentica ricerca della verità dei fatti: non importava se il presunto rivelatore di oscure trame fosse un ultra-estremista di destra, e assai meno importava se quello che raccontava fossero un mare di… Leggi tutto »

PaoloFranceschetti
PaoloFranceschetti
28 Novembre 2008 4:34

Sa cosa mi stupisce di lei, signora Pisi? Il fatto che nonostante tutto continui a leggerci. E’ come se io andassi in un sito satanista e continuamente mi mettessi e leggere e criticare quello che scrivono i satanisti. O introvigne. O scrivessi sempre a Emilio fede dicendo che è in mala fede, e che – per ribaltare le sue parole – le cose che dice sono una miseria umana, sono devastanti ecc… Questo è un vero mistero. Se “non gliene può fregare di meno” che perde tempo a fare? A me non me frega nulla dei siti di cucina, o di moda, e infatti non ci vado mai e tantomeno ci perdo tempo a scrivere dei messaggi. Inoltre… ha mai pensato di fare la giornalista o il magistrato? Lei sarebbe perfetta per il sistema, non ci sarebbe neanche bisogno di corromperla, o di minacciarla, avendo gli occhi e le orecchie foderate da sola, senza aiuti esterni.

LonanHista
LonanHista
28 Novembre 2008 7:02

ti hanno cancellato?
e no, questi di come don, daccordo che sono di san giovanni valdarno e quindi provincialotti stile benigni che fa il donchisciotte però intanto incassa miliardi si ruffiana con gli ebrei e fa un film sull’olocausto e si becca l’oscar) vuoi vincere l’oscar? fai un film sugli ebrei, parla bene degli ebrei e l’oscar ed il successo è sicuro).
appunto predicano bene e razzolano male e si permettono di andare nella posta privata e cancellare i messaggi, cosa questa da codice penale.

e no…appunto come don dimostra il vero succo della sx, criticano belusconi perché sono come berlusconi.SI FANNO I CAZZI LORO E SE NE SBATTONO DEGLI ALTRI..

non si tagliano i commenti, anche perché chi scrive è registrato e si assume le sue responsabilità..per esempio avrei lasciato anche gli articoli di effedieffe, dato che un eventuale denuncia avrebbe fatto pubblicità al sito e se consideriamo i tempi della giustizia italiana blondet avrebbe avuto “giustizia” fra 10 anni.

mat612000
mat612000
28 Novembre 2008 7:42

La signora Pisi ha tutta la mia più piena e incondizionata solidarietà. Le sue osservazioni sembrano la luce di un faro nella tempesta e nelle tenebre di tutte le assurdità che si leggono a proposito di complotti esoterici e tutto quanto ai tempi in cui la gente parlava con maggiore schiettezza era definito non elegantemente ma efficacemente “cazzate”. Sorprendente è la reazione di tutti i vari venditori di miraggi: se messi di fronte ad alcune razionali osservazioni o fatti appurati o appurabili, come dicono a Bologna, gli scende la catena…impazziscono letteralmente e minacciano addirittura azioni legali…come se la magistratura non avesse altro a cui badare che alle loro farneticazioni. Se è pur vero che è illecito diffamare, è anche pur vero che è illecito plagiare le persone o abusare della loro buona fede. E’ lo sdegno istintivo verso tale forme di approfittamento che credo muova la sig. Pisi ed il sottoscritto e che li fa intervenire in certe discussioni e su certi blog nei quali mischiate a notizie anche interessanti si trovano autentiche panzane. Credo che non si voglia contestare il diritto a pubblicarle ma a tale diritto fa da contraltare un equivalente e con pari dignità diritto di critica.… Leggi tutto »

mirko1313
mirko1313
28 Novembre 2008 7:50

ci si potrebbe scrivere un fantasy…senza per questo voler mettere in dubbio che sia vero eh…uff

mirko1313
mirko1313
28 Novembre 2008 8:02

Bravo, ridere fa bene al cuore e alla salute

LonanHista
LonanHista
28 Novembre 2008 10:48

Ecco di cosa non ha bisogno il web, di persone come questa signora che per qualche opinione o parola pronunciata in assoluta libertà ed al cospetto di un numero limitato di persone, minaccia vie legali e addirittura scomoda la polizia postale impegnata in ben altre questioni, su tutte la caccia ai pedofili che nel web hanno trovato un mezzo di scambio e diffusione delle loro nefandezze ed azioni che non si possono definire neppure bestiali, perché gli animali anche i più feroci non arrivano a tanto.E scomodare la polizia postale solo per aver espresso un opinione discordante appare un azione infantile, come il bambino al quale si ruba la caramella e va a piangere dalla mamma. Se nel web tutti si comportassero come questa signora alla fine più della metà di siti blog e forum verrebbero chiusi. E del resto la signora coglie ogni opportunità per diffamare o accostare persone a tragiche ed orrende vicende come quella sul mostro di firenze, sul quale da anni vanta di conoscere tutta la verità mentre in realtà sono solo fantasie alimentate da spunti e chiacchiere da Bar. E inoltre vantando di aver vinto cause e dal quale risarcimento avrebbe avviato attività impreditoriali potrebbe… Leggi tutto »

geopardy
geopardy
28 Novembre 2008 14:05

Cara o caro Lohanista,
Truman mi ha delucidato in merito ai commenti, è il sito che non riesce più a ben gestire il traffico visibilmente aumentato negli ultimi tempi, infatti ci sono state diverse interruzzioni nel recente passato.
Mi fido, non ho motivo di pensare male, poichè non erano commenti che avessero chissà cosa di trascendentale.
Ciao e grazie della solidarietà comunque.
Geo

geopardy
geopardy
28 Novembre 2008 14:06

Lo so che interruzioni si scrive con una z sola, è stato un eccesso di tastieraggio.
Ciao

ilBarone
ilBarone
29 Novembre 2008 5:16

ah Psycho…..!!
..mica c’abbiamo l’anello al naso…!

NerOscuro
NerOscuro
29 Novembre 2008 9:36

l’adottare e il rovesciare i simboli cari a qualcuno anche se privi di significato per chi li adotta allo scopo d’irridere qualcuno è una delle tecniche della satira. Questo è un esempio da manuale. Nella fattispecie Corvaglia adotta la definizione che certa parte del mondo clericale e dei credenti darebbe di lui, come titolo onorifico.
Ha anche dei richiami al mondo Templare-Massonico, ma questo lo sa lui se è intenzionale.

MeryRose
MeryRose
18 Febbraio 2009 12:04

Sono disgustata, non immaginavo che Bevilaqua avesse fatto quella fine, era meglio l’esaurimento ora chi lo libera più?
Ma tantomeno credo che facendo 2+2 o sim sala bim si abbia la Sapienza infusa, che assurdità siamo di nuovo nella condizione di Babele?
Ma non avete capito ancora a chi appartiene la Sapienza?
E chi è l’unico che la sa decriptare?
Certo anche la scimmia sa tante cose, ma se te le svela non è per favorire l’uomo, ma per allontanarlo e renderlo nemico della Verità!
Non c’è bisogno di congetture filosofiche per spiegare gli eventi, gli artefizi mentali servono solo per affermare una superiorità, tutto legato alla superbia dell’essere e del divenire!

vraie
vraie
1 Febbraio 2011 15:44

Gli articoli di Polo Francescehtti sono circostanziati ed EQUILIBRATI