Home / ComeDonChisciotte / LE ULTIME ORE DI PALAZZO GRAZIOLI

LE ULTIME ORE DI PALAZZO GRAZIOLI

DI ALESSANDRO ROBECCHI
ilmanifesto.it

Ieri, nel corso di una frettolosa cerimonia, al cospetto degli ultimi fedelissimi rimasti nel bunker di palazzo Grazioli, Silvio Berlusconi ha sposato Eva Braun. Poi si è di nuovo piegato sulle carte, valutando la situazione, constatando lo sfarinamento delle sue divisioni, il tradimento di molti ufficiali e la capitolazione di alcuni avamposti considerati strategici per la difesa del quartier generale. Ha ordinato di promuovere e decorare gli ultimi gerarchi fedeli, ha mandato due panettoni e un orologio del Milan ad Alfano e Verdini e firmato i moduli per la fucilazione di una ventina di colonnelli infedeli, che si sono consegnati al nemico.


Chi si aggira per Berlino in queste ore disperate può osservare la situazione in tutta la sua gravità, anche se in un comunicato del governo si legge che «i ristoranti sono pieni». Intanto, affluiscono al comando alleato decine di messaggi tutti da interpretare. «Berlusconi? Mai conosciuto», ha scritto Valter Lavitola dal suo rifugio segreto. Gli ha fatto eco una nota del ministro Rotondi: «Berlusconi? Questo nome l’ho già sentito… gioca nel Napoli?…».

La notizia che il corpo motorizzato dei Responsabili, recentemente creato per rafforzare l’artiglieria, ha defezionato nottetempo fuggendo a piedi verso il Gruppo Misto, ha gettato nello sconforto il Führer, che ha subito convocato una riunione d’emergenza con i più stretti collaboratori. Gelmini e La Russa non si sono presentati perché erano dal dentista a farsi innestare una capsula di cianuro in un molare. Solo la lettura della Sallusti Zeitung ha un poco rincuorato gli animi nel bunker. Il titolo a tutta pagina diceva: «Abbiamo l’arma segreta, presto conquisteremo il mondo», ma è stato un sollievo di breve durata, perché è subito giunta la notizia della cattura di Renato Brunetta, scovato dagli alleati sotto il tendone del circo Medrano, dove tentava di passare inosservato.

A tarda sera, il comando alleato ha intercettato una lettera di Ghedini diretta a Norimberga e composta da una semplice telegrafica domanda: «Quando scatta la prescrizione?».

Alessandro Robecchi
Fonte: www.ilmanifesto.it/
Link: http://www.ilmanifesto.it/archivi/commento/anno/2011/mese/11/articolo/5731/
7.11.2011

______________________________________________________

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori e in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere ritenuto responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi.
La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

– messaggi non concernenti il tema dell’articolo
– messaggi offensivi nei confronti di chiunque
– messaggi con contenuto razzista o sessista
– messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti.

Pubblicato da Davide

  • Mandeville851

    Cortesemente potreste evitare di postare questa fuffa pseudosatirica?

  • cardisem

    Non apprezzo, ma capisco che ognuno può vederla come gli aggrada. Personalmente, proprio in questo momento che sembra sia la fine del Cavaliere, non voglio fare come avvenne in Italia con la fine del fascismo (quanto per continuare l’immagine): prima erano tutti fascisti, dopo tutti antifascisti. Io sono stato un sostenitore di Berlusconi, per motivi che ho spiegato numerose volte. Non sono mai stato un berlusconiani,, nel senso che non sono mai stato un uomo di corte e non ho MAI ricavato il benché minimo vantaggio. In un certo senso sono contento che sia giunta la fine di Berlusconi, che tutti ci aspettavamo, ma ne sono contento nel senso che mi libero di tutti i berlusconiani che si erano attaccati al carro di Berlusconi, attirati dall’odore dei suoi soldi. Con questi parassiti non ho mai avuto nulla a che fare e meno che mai avrò a che fare una volta cessato Berlusconi, il quale aveva possibilità che altri non avevano… Ha perso! In questo paese né Lui nè la gente “conta un cazzo”… Contano i poteri esterni, a cui tutti i nostri parlamentari sono proni…. Mah! Avremo modo di parlarne! La cosa è lunga ed ora incomincia appena… È morto Berlusconi. Viva Berlusconi.

  • Terence

    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

  • Santos-Dumont

    Chissà perché nessuno mai pensa a pronunciarla al contrario: “Approvo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il diritto a criticarti”.

  • amensa

    l’onore delle armi si concede a chi si arrende con dignità…… ma lui non si arrende, si fa cacciare a calci, e la dignità non la conosce , nemmeno come parola.

  • Mandeville851

    Ragazzi, la massima di Voltaire è condivisibile ma nel pezzo di Robecchi non c’è nulla, la solita solfa melensa letta miliardi di volte, una satira modello Cuore assai stinta che non esercita più la resistenza ma solo l’imbecillità umana.

  • warewar

    Concordo pienamente…piuttosto si potrebbe pubblicare qualcosa per far capire meglio la realtà sul debito pubblico e l’inutilità di creare titoli di stato…

    (“Il segreto del debito pubblico”: http://www.cobraf.com/blog/)

  • luca

    Io anarchico da quando (25yrs ago) ero nel sistema, ho potuto conoscere in quali mani era il vero potere (Von Manstein li defini’ “gente spaventosa”).
    La situazione descritta nel post, nella prima parte, non e’ molto distante dalla realta’.
    L’italianita’ nella storia,si è sempre dimostrata coerente, (Vedi Ist WW & IInd WW): traditori per codardia. (prego contestualizzare eventuali proteste con testi storici). E posso parlare io che ho avuto la fortuna di conoscere miei nonni, contadini combattenti, fronte Isonzo (dopo Cavalieri Vittorio Veneto)!! …altro che el’ poareto de napolitano
    Collegandomi alla missiva di Barnard, (non lo conosco personalmente, le sue analisi mi sembrano sensate, aldila’ di tutti i dispensatoi di dabbenaggine e i vari “so’ tut mi”.
    Il Cavalier con tutti i suoi difetti e compromessi con la societa’ italiana gia’corrotta da molto tempo, rif. (Mussolini fu tradito dai suoi ed altrui, sodali degli anglo americani. vedi, rapporti Lucky Luciano-servizio informazioni US e partigianerie filo Urss ma pagate da usa)
    bene farebbe a prender tutti contro piede.
    …meglio con un atto di forza, purche non siano polizie o esercito corrotte (la maggior parte).
    Sarebbe davvero emozionante.
    luca

  • dana74

    a parte paragoni a personaggi e situazioni completamente fuori luogo dato che sia i personaggi citati che la situazione è completamente lontana nel tempo ed immersi in situazioni completamente diverse, ma questo articolo che significa?
    Cioè, in sostanza? Capisco che l’euforia del momento può aver fatto fare sogni strani al Robecchi, ma poi?
    Che significa questo articolo? Forte che proprio sul manifesto ogni tanto pubblicano qualche articolo che mette in guardia su ciò che ci attende e che solo chi sarà in grado di eseguire i programmi della troika sarà tollerato dai Mercati.

    Basta questo per gioire? Evidentemente sì.

  • lpv

    Geniale

  • lpv

    Un articolo scenografico, ma praticamente vuoto di qualsiasi contenuto. Ogni tanto va bene anche staccare dalla serietà delle cronache, ma allora dateci Bill Hicks.

  • maremosso

    Il “manifesto” ha la stessa valenza dello stallatico invecchiato ma la satira di Robecchi non è sgradevole

  • Giancarlo54

    A me l’articolo è piaciuto, il “Manifesto” mi piace unicamente quando non parla di politica e di economia, è questa è una della poche occasioni.