Home / ComeDonChisciotte / LE PENE PER LA CORRUZIONE POLITICA IN CINA E NEGLI USA

LE PENE PER LA CORRUZIONE POLITICA IN CINA E NEGLI USA

A CURA DI CORPORATE CRIME REPORTER

Zheng Xiaoyu e Lester Crawford si sono incontrati.

Lester Crawford è l’ex presidente della Food and Drug Administration statunitense (FDA).

Zheng Xiaoyu è l’ex presidente dell’istituzione cinese equivalente.

Entrambi sono stati accusati di avere commesso crimini quando erano ancora in servizio.

All’inizio della settimana, Zheng è stato condannato a morte.

Quest’anno Crawford è stato condannato a tre anni di libertà vigilata..

Zheng è stato condannato a morte per avere ricevuto bustarelle dai fabbricanti di sostanze [in inglese viene usato il termine “drug” che indica i farmaci ma anche sostanze quali additivi, coloranti, dolcificanti ecc. N.d.r.] in cerca di vie brevi per raggiungere i propri scopi.

Zheng ha preso denaro e regali da otto compagnie, sia a titolo personale che tramite moglie e figlio affinché venissero legalizzate medicine del tutto finte.

Zheng è stato ritenuto colpevole dopo dieci giorni di processo a porte chiuse.

E condannato a morte.

Un processo e una sentenza politica che è venuta in seguito a notizie che avevano minato l’economia cinese, orientata all’esportazione.

Cosa preoccupava tanto la leadership politica cinese?

Erano forse le bustarelle?

Erano i bambini morti di fame nella provincia di Anhui nel 2004 per aver loro somministrato finto latte in polvere privo di valori nutritivi?

E’ stato forse l’antibiotico approvato dalla food and drug agency durante la reggenza di Zheng che ha ucciso almeno 10 pazienti nel 2006 prima del ritiro dal mercato?

No, no e no.

Sono stati i cani e i gatti che stavano morendo negli Stati Uniti a causa di cibo contaminato di provenienza cinese.

E’ stato il dentifricio esportato che conteneva sostanze chimiche usate nell’antigelo.

Sono state le medicine cinesi che hanno causato vittime a Panama.

La notizia che la merce cinese esportata stesse uccidendo all’estero ha minato le fondamenta dell’economia cinese.

E qualcuno doveva pagare il prezzo.

Questo qualcuno è Zheng Xiaoyu.

Qual è il messaggio che trasmette il nostro sistema quando l’ex presidente della FDA è intrappolato nelle grinfie del Dipartimento di Giustizia?

Nessuna detenzione.

Tre anni di libertà vigilata.

90.000 dollari di multa.

Un lavoro ben pagato in un’azienda di consulenza farmaceutica.

Un invito alla Harvard University entro l’anno per affrontare l’argomento.

Non è stata l’ ideologia imprenditoriale a mettere nei guai Crawford l’anno scorso.


[Lester Crawford e Zheng Xiaoyu]

E’ stato il cercare di nascondere l’espandersi dei suoi legami con le multinazionali.

Lo scorso anno ha lavorato per un’azienda di consulenza, la Policy Directions.

Ed è previsto come keynote speaker al FDA Regulatory and Compliance Symposium presso la Harvard University.

Steve Nissen è preoccupato dei legami delle industrie farmaceutiche con i poliziotti federali.

Nissen è a capo del dipartimento di Medicina Cardiovascolare alla Cleveland Clinic Foundation.

Si occupa dello “squilibrio di potere fra la FDA e l’industria”.

“Quando gli studi sulle droghe hanno rivelato la tossicità o la mancanza di efficacia, alla FDA non è consentito diffondere i risultati e spesso le scoperte non vengono pubblicate. Quindi si nega l’accesso a informazioni di vitale importanza per pazienti e scienziati”, ha affermato Nissen in un commento dell’anno scorso presso il National Press Club a Washington D.C.

Il motivo?

Conflitti di interesse ai massimi livelli nella FDA.

L’intero budget della FDA per il controllo delle droghe è di circa 500 milioni di dollari e grava per intero sulle tasse sanitarie versate dai contribuenti alle case farmaceutiche, ha affermato il dottor Nissen.

Di conseguenza la FDA è indebitata con le compagnie che deve regolamentare.

Nissen ha puntato il dito scontro il dottor Scott Gottlieb, che sedeva proprio al suo fianco all’incontro del National Press Club.

Gottlieb era un commissario della FDA all’epoca. In seguito rassegnò le dimissioni per lavorare all’American Enterprise Institute.

“Per molti anni, abbiamo avuto un commissario ad interim per la FDA, Lester Crawford, che appena dopo la conferma, all’improvviso rassegnò le dimissioni, apparentemente perché lui e la moglie partecipavano ad imprese regolamentate”, ha affermato.

“Poi l’amministrazione ha designato Andrew Von Eschenbach quale nuovo commissario ad interim, creando un ulteriore conflitto”, ha affermato Nissen. “Nel suo ruolo di direttore del National Cancer Institute, Andrew Von Eschenbach deve cercare l’approvazione della FDA per testare nuovi medicinali o per l’approvazione di nuove droghe contro il cancro, un chiaro conflitto di interessi.”

“Ciò che è peggio, è che l’amministrazione ha indicato Scott Gottlieb come un commissario”, prosegue Nissen. “Ha ricoperto quella posizione senza nessuna analoga esperienza precedente, direttamente da Wall Street, dove lavorava come analista di biotecnologie e stock promoter. Von Eschenbach e Gottlieb insistevano costantemente sull’urgenza di accelerare lo sviluppo delle sostanze. Quindi mentre gli Americani si preoccupano della sicurezza delle sostanze, i leader della FDA ci dicono che c’è urgenza di un’approvazione rapida.”

Quando gli fu chiesto delle sue relazioni industriali, Gottlieb disse di rispettare i limiti imposti dalla legge.

Ma secondo Nissen questo non era il punto.

E’ legale negli Stati Uniti per le compagnie farmaceutiche comandare sulla FDA.

Non c’è bisogno di nessuna pena di morte.

Corporate Crime Reporter si trova a Washington, D.C.. Possono essere contattati tramite il loro sito web

Fonte: http://www.corporatecrimereporter.com
Link: http://www.counterpunch.org/ccr05312007.html
31.05.2007

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ELEONORA BIANCHINI

Pubblicato da Das schloss

  • Truman

    L’articolo va bene, ma vale la pena di ricordare che molto spesso, quando si usa la pena di morte per punire un crimine di minore importanza, vuol dire che quel genere di crimine normalmente resta impunito e si vuole dare una punizione esemplare per mettere paura agli altri.
    In generale la pena di morte è semplicemente terrorismo di stato.