LE ILLUSIONI DELL'IMPERO (E QUELLO CHE ACCADE NEL MONDO REALE)

DI PEPE ESCOBAR
asiatimes.com



Barack Obama non sarà mai così sprovveduto da usare un Discorso alla Nazione per annunciare un “asse del male”.

No. Doppia “O” (Obama-bis), dotato della sua esclusiva licenza di uccidere (Lista Nera), è molto più astuto. Con la stessa sicurezza con cui ha lanciato un nuovo programma di Governo USA più “intelligente” (e non più ampio), si è tenuto ben strette le carte della sua “nuova” politica estera.

Poca è stata la sorpresa quando è risuonata la promessa che “entro la fine dell’anno, la nostra guerra in Afganistan sarà terminata”; non lo sarà per nulla, ovviamente, perché Washington lotterà fino alla fine pur di mantenere ben salde a quel suolo le truppe anti-insurrezione – per contrastare – come dice Obama – “quei residui malvagi di al-Qaeda”.Obama ha promesso di “aiutare” la Libia, l’Yemen e la Somalia, per non parlare del Mali. Ha promesso di “impegnare” la Russia. Ha promesso di sedurre l’Asia con partnership Trans-Pacifiche – in poche parole con qualche accordo commerciale amichevole di libero scambio. Per il Medio Oriente, ha promesso di schierarsi dalla parte di chi vuole la libertà; escluderebbe quindi la popolazione del Bahrain.

E poiché qui parliamo di Capitol Hill, non poteva mancare il passaggio “impediremo all’Iran di acquisire armi nucleari”; “faremo ulteriori pressioni sulla Siria” – il cui “regime sta uccidendo il suo popolo”; e “proseguiremo nell’alleanza con Israele”.


Anche la Corea del Nord è stata citata. Ben sapendo cosa ciò voglia dire, il ministro degli esteri di Pyongyang ha pensato di lanciare un attacco preventivo, sottolineando che il test nucleare di questa settimana era solo “una prima risposta” alle minacce statunitensi: “Se Washington prosegue nelle sue ostilità, saranno lanciati un secondo e un terzo attacco di maggiore intensità”.

Obama non si è per niente disturbato a rispondere alle critiche alle sue “guerre ombra”, all’Impero dei Droni e al tiro a segno legalizzato sui cittadini americani; ha solo detto, così, “en passant”, che tutte queste attività saranno svolte in modo “trasparente”.

Tutto qui? No, c’e’ molto, molto di più.

IL GIOCO DI DOPPIA “O”


Dal 9/11, la strategia di Washington degli anni di G.W. Bush – segnati dai neo-conservatori – è consistita per lo più in un ritorno alla guerra terrestre. Ma poi, dopo lo sconquasso iracheno, si è aggiunto un ulteriore sviluppo strategico, che potrebbe riassumersi nello scontro Petraeus vs. Rumsfeld. Il mito della “vittoria” di Petraeus, fondato sulla sua ascesa “Mesopotamica”, offriva difatti a Obama l’opportunità di lasciare l’Iraq con l’illusione di una mezza vittoria (un mito fatto proprio e alimentato magistralmente dai grandi gruppi d’informazione americani).

Si arriva poi al vertice di Lisbona di fine 2010, indetto per trasformare la NATO in un clone del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, con un format tipicamente occidentale, in grado di lanciare proprie operazioni militari – comprese quelle preventive – in tutto il mondo. Nessuna soluzione di continuità, quindi, tra Bush e Obama.


Il vertice della NATO di Lisbona sembra che abbia istituito ufficialmente una paradisiaca visione neo-liberalistica dei complessi rapporti tra guerra ed economia; tra operazioni militari e quelle di polizia; e tra il continuo sviluppo degli armamenti e il progetto politico di un intervento globale a carattere “preventivo”.

Tutto questo, ancora una volta, sotto la supervisione di Obama.

La guerra in Afganistan, per parte sua, ha decisamente contribuito a promuovere la NATO, così come la NATO ha decisamente contribuito a promuovere la guerra in Afganistan – anche se ancora non è riuscita a diventare il Consiglio di Sicurezza dell’intero Impero Americano, sempre pronto a dominare o circuire le Nazioni Unite.

Quale che sia la missione in cui la NATO è coinvolta, il controllo e il comando restano sempre nelle mani di Washington. Solo il Pentagono è in grado di elaborare la logistica di un’operazione militare transcontinentale globale. Libia 2011 ne è un esempio. All’inizio, francesi e inglesi si coordinavano con gli Americani. Ma poi l’AFRICOM – con base a Stoccarda – prese il commando e il controllo dei cieli libici. Il comandante in capo virtuale di tutto quello che la NATO ha fatto dopo, era solo Barack Obama.

Quindi, la Libia appartiene a Obama. E anche l’attacco a Bengasi è una risposta all’operato di Obama.


I fatti della Libia sembrano aver annunciato il consolidamento di una NATO/Coalizione su scala mondiale, capace di organizzare guerre in tutto il mondo facendo credere di agire sulla base di un consenso politico e militare, unificato da una dottrina tipicamente americana di ordine mondiale, pomposamente intitolata “Concetto di Strategia NATO”.

La Libia è stata “vinta” dalla doppietta NATO-AFRICOM. Ma poi è arrivata la provvidenziale linea rossa della Siria, imposta da Russia e Cina. E nel MALI – contraccolpo della Libia – la NATO non fa per niente parte del quadro; i francesi possono anche credere di poter mettere al sicuro nel Sahel tutto l’oro e l’uranio di cui hanno bisogno, ma è l’AFRICOM che trarrà i maggiori vantaggi dalla situazione, levando i suoi scudi contro gli interessi africani della Cina.


Ciò che è certo è che in questo processo contorto, Obama si è definitivamente assestato in quella logica che l’analista geopolitico francese Alain Joxe definisce “Neoliberalismo bellico”, ereditato dagli anni di Bush; in poche parole, non è altro che una definizione raffinata della lunga, infinita guerra del Pentagono.

L’EREDITA’ DI DOPPIA “O”

Quello che ci resterà dell’amministrazione di Obama sta già prendendo forma. Possiamo chiamarlo “Guerre-ombra per sempre”, insieme al persistere di Guantanamo. Il Pentagono, da parte sua, non abbandonerà mai il suo sogno “ad ambio spettro” dell’egemonia militare, che idealmente dovrebbe controllare il futuro del mondo in tutte quelle sfumature di zone grigie che vanno dalla Russia, alla Cina, alle terre dell’Islam e all’India, e all’Africa, e all’Asia…

Qualche lezione, almeno, è stata appresa? Ovviamente, no.

Obama-Due non credo abbia neanche sentito parlare dell’eccezionale libro di Nick Turse: Uccidi tutto quello che si muove: la vera guerra americana in Vietnam (1), in cui l’autore è riuscito a documentare con grande sforzo il modo in cui il Pentagono ha prodotto “un vero e proprio sistema di sofferenza”. Una simile analisi, applicata alla guerra in Iraq, non potrà essere pubblicata prima del 2040.

Obama può permettersi di mostrarsi sicuro di se stesso perché l’Impero dei Droni è al sicuro [1]. La maggior parte degli americani pare ne sia soddisfatta – finché i terroristi restano stranieri e non sono cittadini americani. E nel sottobosco della guerra globale al terrore (GWOT), proliferano miriadi di approfittatori gongolanti.

Questa settimana un ex Navy SEAL e un ex Berretto Verde hanno pubblicato un libro, Bengasi: il rapporto finale, dove ammettono chiaramente che l’attacco di Bengasi è stata una controffensiva alla guerra-ombra condotta da John Brennan, poi ricompensato da Obama con la nomina a capo della CIA.


Il libro sostiene che Petraeus è stato affondato da un attacco interno della CIA: i veterani dell’agenzia avrebbero costretto l’FBI a condurre un’indagine sulla sua relazione con l’intrigante biografa Paula Broadwell. Il motivo: questi agenti erano furiosi perché Petraeus stava trasformando l’agenzia in una forza paramilitare. Eppure, è proprio quello che Brennan continuerà ora a fare: l’Impero dei Droni, le guerre ombra, la lista nera: esattamente le stesse cose. Petraeus-Brennan, nessuna soluzione di continuità.

E poi c’e’ Esquire, che ha deciso di sfruttare al massimo la storia di un anonimo ex SEAL membro del Team 6: l’uomo che ha sparato a Geronimo, nome in codice per Osama bin Laden. [2]

Sono copioni a noi familiari, l’agiografia di un Grande Killer Americano, “che con tre colpi ha cambiato la storia”, ora abbandonato da un meccanismo governativo menefreghista, ma non di certo trascurato da chi poteva trarre profitto dalla sua saga, qualcosa che andava ben oltre le frecciatine – peraltro tecnicamente perfette – all’uso della tortura del film rivale che gli contende l’Oscar – Zero Dark Thirty.

Nel frattempo, ecco cosa accade nel mondo reale. La Cina ha sorpassato gli Stati Uniti ed è ora il primo paese al mondo per il commercio – e la sua corsa non si ferma. [3] Questo è solo il primo passo verso l’affermazione dell’yuan come nuova valuta commerciale internazionale. E poi arriverà lo yuan-nuova valuta per le riserve mondiali, insieme alla fine del primato del petrodollaro. Beh, tutti ormai conosciamo il meccanismo.


Questo ci porta a riflettere sul vero ruolo politico degli USA nell’era Obama. Sconfitti (dal nazionalismo iracheno) – e in ritirata – in Iraq. Sconfitti (dal nazionalismo Pashtun) – e in ritirata – in Afganistan. Sempre tranquilli con la medievale Casa di Saud – basi segrete droni comprese (cosa ben nota fin dal Luglio del 2011). [4] “Pivoting” nell’Oceano Indiano e nel Mare Meridionale della Cina, e “pivoting” anche verso tutto quel fascio di varie latitudini africane; tutto questo nel tentativo di “contenere” la Cina.


Quindi la domanda che Obama non avrebbe mai il coraggio di porsi in un Discorso alla Nazione (e tanto meno in un Discorso all’Impero): gli USA sono ancora un potere imperialistico mondiale? Oppure gli eserciti del Pentagono – e quelli ombra della CIA – non sono altro che mercenari di un sistema neoliberalistico globale che gli USA s’illudono ancora di poter controllare?



Pepe Escobar è autore di Globalistan: How the Globalized World is Dissolving into Liquid War (Nimble Books, 2007) e Red Zone Blues: a snapshot of Baghdad during the surge. Il suo ultimo libro, appena pubblicato, è Obama does Globalistan (Nimble Books, 2009). 

Lo si può contattare a questo indirizzo: [email protected]

Fonte: www.atimes.com
Link: http://www.atimes.com/atimes/Global_Economy/GECON-01-130213.html
13.02.2013

Traduzione per www.comedonchisciotte.org cura di SKONCERTATA63



Note


1. Inchiesta: il 45% approva la gestione economica di Obama, CBS News, 12 Febbraio 2013.

2. L’uomo che ha ucciso Osama bin Laden…è fottuto. Esquire, 11 Febbraio 2013

3. La Cina eclissa gli USA come maggiore nazione di scambi commerciali,Bloomberg News,12 Febbraio 2013
4. Le basi droni segrete segnano una nuova accelerazione degli attacchi USA ad al-Qaeda, The Times, 26 Luglio 2011.

57 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 11:11

Assolutamente d’accordo. Gli USA fanno il lavoro sporco (e prendono la colpa) per l’Oligarchia occidentale europea. Europei sono per lo piú coloro che possiedono la FED. Gli USA sono, infatti, i mercenari di lorsignori. “Chi possiede attualmente le Banche Centrali della Federal Riserve? La Banca Rothschild di Londra La Banca Warburg di Amburgo La Banca Rothschild di Berlino La Lehman Brothers di New York La Lazard Brothers di Parigi La Banca Kuhln Loeb di New York Le Banche Israel Moses Seif in Italia La Goldman, Sachs di New York La Banca Warburg di Amsterdam La Chase Manhattam Bank di New York” “Il rappresentante McFadden ha continuato, “Il Consiglio di amministrazione della Federal Riserve ha fatto ogni sforzo per occultare il suo potere ma la verità è che il Consiglio di Amministrazione della Federal Riserve HA USURPATO IL GOVERNO DEGLI STATI UNITI. ESSO CONTROLLA TUTTO QUI E CONTROLLA TUTTI I NOSTRI RAPPORTI INTERNAZIONALI. FA E DISFA I GOVERNI A SUO VOLERE.” http://www.signoraggio.com/fedprivata.html (Una tra tantissime fonti) ‘… The most powerful men in the United States were themselves answerable to another power, a foreign power, and a power which had been steadfastly seeking to extend its control over the young republic since… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 12:05

Bella fonte: infatti “Le Banche Israel Moses Seif in Italia” non esistono e mai sono esistite, e pure il nome Seif è sbagliato ma è ripetuto ovunque. Roba da Novella 2000. Infatti “signoraggio” ecc…

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 12:31

Nel frattempo, ecco cosa accade nel mondo reale. La Cina ha sorpassato gli Stati Uniti ed è ora il primo paese al mondo per il commercio – e la sua corsa non si ferma. [3] Questo è solo il primo passo verso l’affermazione dell’yuan come nuova valuta commerciale internazionale. E poi arriverà lo yuan-nuova valuta per le riserve mondiali, insieme alla fine del primato del petrodollaro. Beh, tutti ormai conosciamo il meccanismo.
Questa del sorpasso del “commercio” è una cialtronata che circola spesso ultimamemente.
Lui poi ci ha aggiunto una “riflessione sua” sulla valuta, e ha partorito felicemente una cialtronata ancora peggiore.
Peccato, perchè non era tutto malissimo, ma appena è richiesta una minima conoscenza e informazione su, appunto, “il mondo reale”, peraltro non cose difficili da ottenere, ecco che casca l’asino regolarmente.
Solo dei copia-incolla da qualche altro cialtrone, informazione mainstream, o quella “consapevole” che riesce quasi sempre nell’impresa di essere anche peggio.
Uno schifo totale in entrambi i casi, ma va benone. Siccome non protesta MAI nessuno sulla qualità, non gli frega nulla, significa che è proprio lo schifo assoluto lo standard adatto all’utente medio.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 12:54

Il bello è che i “consapevoli” controinformatori (prendiamo solo quelli in buona fede, perchè il 90% sono delle canaglie pro-sistema mascherati da “buoni”)
Dovrebbero essere una critica informata, di qualità, allla propaganda mainstream. E cosa fanno?
Prendono una notizia mainstream come oro colato, se quella va bene alla loro visuale e ideologia, allora non gli importa se è falsa, e nemmeno si fanno mai una domanda.
Se invece non va bene al loro catechismo o la contestano o la escludono, ma non controllano mai un caxxo lo stesso.
Poi nemmeno è detto che l’abbiano letta, quasi sempre rimbalzano e copia-incollano qualche altro “consapevole” “controinformatore” che a sua volta chissà se l’ha letta. E se l’ha capita anche, visto il livello medio generale.
Meglio le oligarchie. Molto meglio. Loro la spandono con un fine preciso la merda almeno. Una testa mostrano di averla, se non altro.

Mondart
Mondart
15 Febbraio 2013 13:07

Tu come lo spiegheresti, in poche righe, il “mondo reale” ? CHI, COME, PERCHE’ … le classiche domande del bravo giornalista.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 13:26

L’altra cosa meravigliosa è la percezione creata dal mainstream, rilanciata e bombardata regolarmente dai “contronformatori” “consapevoli” a pagamento del suddetto mainstream (90%) e bevuta e rilanciata anche dal 10% (ottimistico) di quelli in buona fede. Pressapoco suona così: USA sempre più deboli, sull’orlo della rovina, e dollaro che ormai non conta più. Nel frattempo gli USA hanno espanso basi militari ovunque. Russia circondata, Cina circondata, Iran circondato. Mai vista un’espansione di questo genere. Interventi militari, guerre di aggressione in Africa, senza nemmeno più pretesti e foglie di fico ONU. Rivoluzioni arcobaleno ovunque aftte da Soros, Rich, l’AEF e varie ONG fasulle. L’Europa costretta a un patto “Interatlantico” che significa in soldoni e di fatto una sudditanza ratificata. Una presenza lobbystica in Europa spaventosa, con ormai banche USA che fanno e disfano i Governi o perlomeno la politica dei Governi. Le Polizie Militari Europee sotto Euregendfor, cioè un organo non Europeo, ma NATO, cioè USA, provviste di un mandato ampissimo, e nessuna possibilità di incriminarle per eventuali abusi commessi negli Stati Europei. Un Presidente che ogni settimana manda droni ad assassinare gente in giro per il mondo e nessuno fiata. Lo stesso Nuovo Ordine Mondiale che viene rimbalzato sarebbe meglio chiamarlo… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 13:53

Io non rispondo sui “concetti” Mondart. Quelli uno se li forma, ma è ovvio che se li forma “anche” in base ai fatti che uno riporta. O NO? Quindi, magari qualcosa contano per formarsi i “concetti”. Quando una valuta, il dollaro, fa l’85% degli scambi mondiali e lo yuan l’1% circa, non scriverei come scrive quel signore. Quando delle riserve mondiali l’USD fa il 62%, l’EUR il 25%, Giappone 3% Sterlina Svizzero ecc.. 2% e lo YUAN zerovirgola%, non direi che si appresta a diventare la valuta di riserva mondiale. Tu sì? Se il “commercio” che poi penso intenda imp+exp è vero che è circa pari a USA, mancano i servizi, che è quel che esporta USA. Fanno il doppio gli USA con quelli. Il PIL USA fa quasi 14.000mld con 300 milioni di persone. Quello Cinese fa circa 7.300 mld, metà, con 1,3 miliardi di persone, più di 4 volte tante. Quello Giapponese fa quasi 6.000 mld, con neanche 130 milioni di persone. Il mainstream ha un interesse a queste cose, e si capisce, cioè una persona “normale” lo capisce. I “controinformatori”, ammesso pure che questo sia nel 10% in buona fede, e non uno del 90% a stipendio,… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 14:34

“E poi arriverà lo yuan-nuova valuta per le riserve mondiali, insieme alla fine del primato del petrodollaro. Beh, tutti ormai conosciamo il meccanismo.
Chissà perchè “primato del petrodollaro” poi e non del dollaro e basta.
L’avrà letta su qualche altro blog e gli sarà piaciuta.
E poi suona bene, “petrodollaro” fa molto “uno che sa”.
E infatti: “Beh, tutti ormai conosciamo il meccanismo.”
Quale “meccanismo?” Il lettore poverino si vergogna anche a chiedere “ma quale meccanismo?”, perchè “lo conosciamo tutti” e lui no, da vergognarsi. Quindi ora lo conosce anche lui, e poi basta che un altro blog lo riscriva.
Il “meccanismo” diventa una certezza. Tutti ormai lo conosciamo.
Il meccanismo.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 15:35

Go deeper, Mincuo.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 16:06

http://www.zerohedge.com/news/2013-02-10/guest-post-china-surpasses-us-number-one-global-trading-power

(La China supera gli USA come potenza commerciale globale).

“U.S. exports and imports last year totaled $3.82 trillion, the U.S. Commerce Department said last week. China’s customs administration reported last month that the country’s total trade in 2012 amounted to $3.87 trillion. China had a $231.1 billion annual trade surplus while the U.S. had a trade deficit of $727.9 billion”

Cioé, US Commerce Department ha detto che nel 2012 l’import-export degli Stati Uniti ha raggiunto $ 3,82 “trilioni” e la GAC cinese ha riportato per lo stesso concetto $ 3,87 “trilioni”.

Questo coincide con la tendenza in Argentina (importazioni):

http://trade.nosis.com/es/Comex/Importacion-Exportacion/Argentina/Todos/AR/00

http://www.brasil.gov.br/noticias/arquivos/2012/03/29/china-e-parceiro-mais-estavel-do-brasil-em-exportacoes-e-importacoes

(Ció vuol dire: La Cina é il socio piú stabile del Brasile nell’Import-Export)

Se hai altre fonti migliori per favore informaci. Dici anche chi possiede e controlla la FED. Hai guardato a chi appartengono le banche centrali in Europa? A chi appartiene la FED?.

Mio zio raccontava sempre una storiella di un vasco testardo, cosí testardo che masticando il sapone diceva: “sembra sapone ma é formaggio”.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 16:16

Mincuo, tu forse credi che l’11 settembre 2001 dei terroristi islamici hanno sequestrato aerei, gli hanno dirottati senza essere disturbati, due si sono schiantati nelle Torri Gemelle che sono cadute prolissamente in forma assolutamente analoga ad una demolizione controllata, che un terzo aereo si é schiantato nel Pentagono senza lasciare traccie e altri… 2? sono caduti a terra senza che fosse possibile reperire i resti dei passeggeri, e che un passaporto miracolosamente intatto sia rimasto ai piedi delle Torri Gemelle demolite dove neppure un corpo, neanche uno, é rimasto in condizioni di essere riconosciuto?

Credi tu che non ci sia rassomiglianza alcuna nel processo di saccheggio dell’Argentina con quanto sta capitando ai cosidetti PIIGS in Europa?

Credi che il governo USA controlla la Federal Reserve invece che coloro che controllano la Federal Reserve controllano il governo USA?

Etcetera….

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 16:34

Non so cosa intendi con “go deeper”. Comunque: quello è un elenco sbagliato. Credo preso da Mullins e poi rimbalzato ovunque. Non significa che il “succo” o parte delle cose non sia giusto. Paul Moritz Warburg fu una mente dietro la FED, ad esempio. Però, e in connessione anche col mio commento sull’articolo, la questione è che uno appena informato o di discreta cultura che verifica e vede cialtronate tipo “Moses Seif”, dirà: “questi sono inaffidabili, dei cialtroni”. E non solo loro, ma tutti questi “complottisti”. E non è vero questo. E tra l’altro non avrebbero mai dovuto accettare di farsi chiamare “complottisti” e avrebebro dovuto distiguersi da quelli che vedono “complotti” ovunque. La contrinformazione sarebbe stata una buona occasione, ma doveva avere molta qualità. Invece per partigianeria o per ignoranza accetta tutto, scrive qualunque cosa. E così è solo una propaganda contraria al mainstream, che è una propaganda ugualmente, ma ha molti più mezzi. Così è anche molto facile screditare quel che c’è di buono, e molti sono proprio dei disinformatori, dei “finti amici”. La tecnica è che quando viene fuori una cosa che non puoi più nascondere allora il “finto amico” la scrive lui stesso, diventa un eroe… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 16:50

Te l’ho già scritto. Basta leggere. Mancano i servizi. Con quelli gli USA fanno 4093 mld. Ma perchè Bloomberg ha messo in questo modo. “Il Sorpasso” ” allarme”. Per mostrare il “Pericolo Cina” agli Americani. E per forzare sul cambio. Tanita non lo capisce neanche se glielo spieghi.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 16:56

Purtroppo non sembri capire quel che ho scritto. Non ci posso fare nulla. Se uno non capisce non capisce. Io più semplice di così non so come dire. Anche per il 9/11 è uguale. La versione ufficiale è falsa e ridicola, però quella complottista poi è stato affogata da un sacco di puttanate, una dietro l’altra, gente di merda, e anche disinformatori, e il risultato è stato di creare mille complotti fantastici e così sputtanare quello che c’era di buono e di serio.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 17:01

Mincuo, ma per l’appunto. La banca a cui mi riferivo sopra sarebbe ora la Bank of America. Ma non sono americani quelli che controllano queste banche, la Federal Reserve, le banche centrali europee. Sono un pugno di famiglie. Vai a vedere BlackRock e la sua “alleanza strategica” con Rothschild. Vai a vedere cosa sta cercando di controllare ora BlackRock. Poi vai a vedere che i Rothschild hanno azioni nelle 500 maggiori corporazioni al mondo come Monsanto, McDonalds, Alcoa Inc., Altria Group Inc., American International Group Inc., AT&T Inc., Boeing Co., Caterpillar Inc., Coca-Cola Co., DuPont & Co., Exxon Mobil Corp., General Electric Co. (Fukushima Daichii e Fukushima Daini, i reattori…), General Motors Corporation, Hewlett-Packard Co., Home Depot Inc., Honeywell International Inc., Intel Corp. ed altre… Poi la BIS, Bank of International Settlements, la “banca delle banche”, che non si assoggetta a nessuna legge di nessuno Stato, le banche centrali europee tutte, ma chi le controlla, quale governo? Non ti sembra che siano le banche a controllare i governi? http://www.zerohedge.com/contributed/worlds-biggest-central-bank-has-private-shareholders E poi lo IOR, con questo signore Von Freyberg, dell’Ordine dei Cavalieri di Malta (o almeno é quanto riporta Repubblica e tante altre fonti), tutta questa roba da signori feudali… http://www.docstoc.com/docs/135278689/Mergers-Acquisitions-Debt-Advisory-Restructuring… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 17:10

Corridge: 4,93.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 17:13

Non sottovalutare. Io capisco i dati di fatto e i dati di fatto dicono che ormai il Brasile, l’Argentina, il Sudamerica commercia piú con la Cina che con gli USA ed Europa.

A chi appartiene Bloomberg?

A chi appartiene la FED?

A chi appartengono le banche centrali europee?

A chi appartiene la BIS?

A chi appartengono i mainstream di tutto occidente?

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 17:15

Definisci “complotto”.

Perché se il 9/11 non é stato un complotto io sono Alice in Wonderland.

Mondart
Mondart
15 Febbraio 2013 17:28

Mah … ho letto attentamente tutti i commenti, e secondo me il quid è sempre lo stesso: voler attribuire la “volontà” di quel che accade ragionando solo in termini di nazioni, monete o etnie specifiche si avvita sempre … non c’è un cazzo da fare, si avvita. Coi dollari ci commerciano in tanti, l’ esercito Nato fa comodo a tanti, la struttura mediatica e bancaria ebraiche fan comodo a tanti … e probabilmente non solo “occidentali”.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 17:43

Guarda era molto più semplice. Terra terra. Ma tanto è “il concetto che conta” per il resto puoi raccontare qualunque troiata. E infatti quello fanno. E fanno benissimo.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 18:02

Vedi questo intendo. La BIS è un centro di potere importante, e in cui sarebbe difficile poi portare alla luce responsabilità e nomi su operazioni precise, sono cose molto complicate, e io conosco anche chi ha lavorato e anche si è esposto pubblicando qualcosa, intendo cose tecniche, non le cose che mostri tu da talk show. E infatti lui è stato subito affogato in un mare di merda come “le macroattività” “il braccio armato” “gli avvoltoi” ecc..Vanno smpre bene. E si fa sempre così col popolino, così si sputtanano immediatamente le cose serie. Meno mirabolanti ma responsabilità precise. Il popolino manderà in tribunale semmai “il braccio armato” e “le macroattività”.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 18:04

O il “meccanismo, che lo conosciamo tutti”.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 18:23

Bene bene. OK.

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 18:30

Per le fonti Tanita non guardo “noticias” e “stabile”. Guardo i dati.
Come questi Tanita.
http://www.bea.gov/newsreleases/international/trade/2013/pdf/trad1212.pdf

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 18:54

In Tribunali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mondart
Mondart
15 Febbraio 2013 18:59

Che dire: io comunque non sputtanerei così tanto “il concetto”, tutto sta a discernerlo dalle balle … NUMERI: Che affidabilità danno infatti i “numeri” in una contesto puramente fasullo ( bolle virtuali ) di 10-15 mondi a 1 ? In un’ economia occidentale dove il moltiplicatore bancario viaggia sul 2% del reale ? … A proposito: che fine fa alla fine tutta questa virtualità non esigibile, oltre che creare le crisi ? STORIA: Come molto affidamento non farei sulle “fonti ufficiali”: quale sarà la futura narrazione storica ufficiale dei giorni nostri, se non la stessa oggi venduta dal mainstream ?? PROPAGANDA: A ben guardare alla fine la fonte più attendibile è proprio la propaganda stessa: una pubblicità ci dice sempre molto sul suo committente e sul perchè la faccia. E anche spiluccando queste sere un Sanremo peraltro più “tranquillo” dei precedenti, si vede benissimo il “concetto” ispiratore un’ intera “Weltanschauung” retrostante. Ed è ovvio che anche l’ intera controinformazione web vada considerata propaganda sulla quale lavorare, e molto, di setaccio: si cerca la cassa di risonanza emotiva a direzioni volute, non certo l’ osservazione critica; e si sfrutta l’ emozionalità “oppositiva ideologica” sulle bandiere precedentemente create, non certo una logica… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 19:10

Ah! Le fonti. Cmq il tuo fogliettino di News non dice niente del Brasile, dell’Argentina, della Cina.

Io, il governo del Brasile.

http://www.brasil.gov.br/para/press/files/fact-sheet-brazil-china-trade

(tanto per citarne uno, di link). Ma si sa, i governi dei nostri paesi sottosviluppati raccontano balle e noi, in questi paesetti, che ‘azz ne sappiamo!

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 21:35

Mondart hai sbagliato persona con me, ce ne sono tante che ti possono dare soddisfazione, ma io non sono adatto. Non sono adatto al benaltrismo, e faccio un atgometo alla volta. Questo era terra terra. Uno dice menzogne. Punto. Non c’è metafisica, epistemiologia, proprio balle. Non è il “significato” e il “significante”. Ma una cosa semplice. limitata. Dice balle perchè è un cialtrone nella miglior delle ipotesi. Non c’è altro. Anzi di altro c’è che è così un po’ ovunque.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 21:39

Il bello é, Mincuo, che tu disprezzi tutti ma non aggiungi un solo dato. Allo stesso modo in cui si puó leggere su Israel Moses Seiff, si puó leggere su Attila: é vero, la storia, come dice quella nostra canzone, “la scrivono coloro che vincono” quindi “esiste un’altra storia”. Ma non ci hai detto chi controlla la Federal Reserve. Chi controlla le banche centrali europee. A chi controlla, ad esempio, The Bank of England. Bank of England appartiene allo Stato inglese. E’ parte della Banca Centrale Europea senza che l’Inghilterra abbia adottato l’Euro. Allora, che ci fa la Banca d’Inghilterra nella Banca Centrale Europea? Perché la Banca d’Inghilterra ha creato la Bank of England Nominees Ltd.? Quali sono i suoi propositi? Chi é Vitor Costancio, vice presidente della Banca Centrale Europea, che da lezioni sul vostro futuro, in cui la vostra sorte economica e finanziaria sará ancor piú determinata fuori dalle vostre frontiere? http://www.ecb.europa.eu/press/key/date/2013/html/sp130212.en.html (questa fonte, cioé la BCE, sará affidabile?) CHI SONO QUESTI TIZI CHE REGGONO LE VOSTRE FINANZE E RISUCCHIANO LE VOSTRE RISORSE?????? (e non prendermi in giro per l’uso della lingua, non é la mia madrelingua, prova tu a leggere, scrivere e parlare in spagnolo, inglese, francese… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
15 Febbraio 2013 22:05

Non sono news Tanita. Quelle. E’ un rapporto su export USA Governativo. E quello te l’ho pescato anche gratis, che non è riclassificato. Per il resto a me va bene tutto. Ho detto già della controinformazione, della qualità, era quello che volevo dire. L’ho già detto.

Tanita
Tanita
15 Febbraio 2013 23:58

Se io fossi te scenderei un pochino dal pedestallo immaginario in cui ti sei ficcato e cercherei di pensare un po’ al di fuori degli schemi proposti dagli USA poiché il governo USA é, da tempo, un covo di bugiardi e assassini patologici. Nulla di ció che dicono o scrivono é affidabile. Pensa nel 9/11. Pensa nelle armi di distruzioni di massa dell’Iraq. Pensa in Gheddaffy. O ancora piú indietro, pensa in Kennedy!! Pensa. E poi dimmi per quale ragione i loro papers sarebbero affidabili. Il governo USA, come quello italiano, greco, spagnolo, del Portogallo, é tutto coperto dai loro uomini.

Pensa. Greenspan ha detto proprio oggi che “the stock market is the key player in the game of economic growth.”

Ma ti rendi conto?

Ci pigliano per i fondelli.

P.S.: Non intendevo “news” in senso stretto. Non posso credere che una persona cosí elevata come te non sappia cogliere un minimo di significato implicito.

rebel69
rebel69
16 Febbraio 2013 3:28

Non ricordo se Truman,Wilson o Lincoln,in discorsi all’unione,misero in guardia dal pericolo dall’esistenza di governi ombra non eletti.Se tali governi esistessero,cosa ci sarebbe di meglio del controllo della moneta per comandare nell’ombra?Proprio vero che la più bella trovata del diavolo è stata quella di far credere che non esiste!Mi sono visto il video”I padroni del mondo”di Mazzucco e una delle tante conferenze di Mauro Biglino,tutto su you tube.Secondo me illuminanti anche se fantascientifiche.

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 5:15

Qui dentro bisogna immergersi con lo scafandro da palombaro, e neanche allora si riesce a distinguere una cippa … peccato.

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 5:23

Continuiamo a non capirci, peccato, perchè non sto difendendo nessun “altro”. Qualunque discorso esuli dai tuoi “numeri” viene stroncato sul nascere. Eppure dovresti avere ben chiaro che l’ “economia” altro non è che l’ ennesimo strumento di una ben superiore conduzione. Ma tu sei l’ ennesimo che cerca l’ opposizione perpetua, n’ est-ce pas ?

Pace, Amen, così è … ed è inutile continuare su questi toni. Io non mi sono mai sognato di attaccarti, tu non fai altro, con chicchessia … e per quanto mi riguarda puoi anche attaccarti al cazzo.

yago
yago
16 Febbraio 2013 6:17

Intanto nel mondo reale in nostro Nalolitano è andato a ripronarsi agli USA che secondo me sono un po’ disorientati . Non capiascono come andranno le elezioni , se le loro basi in Italia rimarranno indisturbate, se potranno contare su di noi per le loro guerre , se continueremo a comprare gli F35 , se potarnno nuovamente pretendere il ministero della difesa e degli esteri ecc. Napolitano ha escluso che qualsiasi cane sciolto sarà messo in condizione di nuocere , ha riassicurato che di Bersani si possono ultrafidare, che Vendola non conterà una cippa e che a Monti non sarà creato nessun ostacolo sulla sua politica economica che toglie soldi dalle tasche degli Italiani per trasferirli in quelli della finanza.

Skoncertata63
Skoncertata63
16 Febbraio 2013 7:51

Se permette, il lavoro sporco casomai lo fanno solo i soldati americani, e tutti i soldati che fanno parte dell’asse occidentale, Turchia compresa.
Non lo fanno di certo quelli del Congresso, ne’ i direttori delle Banche o delle agenzie di rating.

E se permette, il lavoro sporco non lo fa nessuno di quelli che governano qualsiasi paese del mondo di qualsiasi “asse” o “blocco”, o fronte.

Il lavoro sporco, come lo chiama lei, lo fanno solo quelli che stanno sotto di loro, e che desiderano una sola cosa: lavorare e vivere in pace, E questo non gli e’ consentito, perche’ ai piani alti piace fare la guerra.

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 8:09

Fatti: (Per “loro” intendo coloro che pretendono reggere i destini del mondo cominciando dall’Occidente in cui le cose stanno riuscendo loro abbastanza bene. Sono ivi compresi i Rothschild, i Rockefeller, i Morgan, i Mellon e via dicendo ). Leggendo un commento di un compagno in un’altro blog ho capito l’anno scorso perchè la musica di Travaglio, ad esempio, mi è risultata sempre un po’ fuori tono. Diceva lui che grazie a quelli come Travaglio il popolo in genere ha centrato l’attenzione su questioni secondarie piuttosto che su quelle di fondo ed infatti sono convinta che è così. Travaglio infatti ha spacciato Il Fatto Quotidiano come “indipendente” che quindi doveva essere l’alternativa ai non indipendenti Repubblica, Corriere e via dicendo. (Questi “media indipendenti” gli hanno creati in tutto occidente). Infatti Travaglio continuava a scatenare la sua proverbiale loquacità contro il nano e dintorni. Inoltre Travaglio attacca di continuo e senza pietà tutti i partiti e tutti i politici d’Italia. Ma non l’ha mai fatto contro Monti, che è di gran lunga peggiore di quel pagliaccio furbacchione e mafioso di Berlusconi. Perchè quelli come Monti sono al servizio degli sfruttatori del mondo, i più micidiali che si conoscano. Per i vari Monti… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 8:47

Non credo che si rivolga a me, ma nel caso non so di quale “lavoro sporco parli”, e men che meno di quale ho parlato io.

yago
yago
16 Febbraio 2013 9:13

Italiani , Europei , Americani , Russi ecc . E’ sbagliato parlare per nazioni.
Negli USA ci sono milioni di poveri che non contano nulla e l’America è anche loro. I poteri forti sono ormai i grandi capitali che non conoscono confini. Usano i paradisi fiscali per evadere le tasse e tutto il mondo per arricchire. Se si va in estate a Porto Cervo , o in qualsiasi altro posto alla moda, si assiste allo spettacolo di barche enormi , con eliporto e decine di persone di equipaggio . Si assiste ad una ostentazione di ricchezza sfrenata , spudorata ed arrogante . Forse , facendo qualche conto della serva si scopre che un giorno di vacanza di questa razza eletta si avvicina al milione di euro. Un anno ho visto stendere un lungo tappeto rosso alla discesa di uno di questi vip , affinche le sue scarpe non toccassero terra.
La ricchezza di costoro non viene di sicuro dal lavoro.

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 9:23

TANITA: Ma pensa che scoperte. Non leggi nemmeno Tanita. E se leggi sembra che non capisci. O non vuoi capire. PROVO PIU’ CHIARO ANCORA. La propaganda mainstream è una merda, ma la controinformazione è una merda altrettanto e forse peggio. Più chiaro di così. E per il 90% la “controinformazione libera” è propaganda mainstream travestita da controinformazione. Del 10% che avanza, diciamo gli “onesti”, il 9,9% è a un livello miserabile, da parrucchiere. Lo 0,1% che finalmente resta è buono, e però più complicato, ma chissenefrega dello 0,1%. CHIARO COSI’? Basta che ti prendi questo articolo della BIS, qui su CdC. “Chi controlla il denaro”. E’ un esempio come 1000 altri qui. Il livello è sempre quello, uno vale l’altro. LINK [www.comedonchisciotte.org] Lo stesso per mille altri del genere. Ad esempio per 20 anni Goldman Sachs la gente media non sapeva nemmeno che fosse. Solo “Berlusconi” conosceva. Il Padrone del mondo Berlusconi quando conta meno che niente al mondo. Poi dopo 20 anni non si è potuta nascondere Goldman Sachs (che non è la più importante) neanche alle scimmie. Allora hanno infilato subito un sacco di altra merda: lo IOR, il Vaticano, Bilderberg, CFR, i Massoni, I Osacrociani, gli Arabi,… Leggi tutto »

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 10:01

E questo qui che gli racconta? Che “controlla il denaro”, si riunisce la domenica sera (alla scimmia puoi dire di tutto, anche questa) e poi c’è il tavolo rotondo, le orchidee bianche, gli stuzzichini di antipasto e l’arredamento. Poi un po’ di “molti dicono che” “tutti sanno che” poi infili i DSP, i Diritti Speciali di Prelievo, tanto la scimmia non sa un caxxo di cosa sono e se vede una sigla gli fa tanto “mistero”. Ci infili un po’ di Nazisti, che fa tanto “cattivo”. Poi solito “casinò” “padroni del mondo” “segreto”. E cosa hai detto? UN CAXXO. Ma tanto colore però. Se la scimmia non leggeva un merda simile che cosa sapeva? Grosso modo che c’è un elite che ha grande potere, e si approfitta dei popoli. Ed è giusto. Ma questo lo sapeva già. Ma non sa bene chi, cosa e come di preciso, nè che rapporti hanno, nè quanto pesano realmnete, cosa hanno. Tu puoi prendere una cosa anche importantissima come i media mondiali. La scimmia non deve sapere di preciso come sono strutturati, chi ha le quote, i nomi, che legami hanno, quanti sono, cosa controllano di preciso. Deve sapere “banksters” “capitalisti” “avvoltoi” “speculatori” “le… Leggi tutto »

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 10:31

CHI: Contrariamente a quanto sostiene Mincuo, anche se è pur vero che queste PERSONE ( Azionisti, famiglie, clan di rilevanza storica ) non sono anagraficamente identificabili dai comuni mortali, è anche vero che non è indispensabile poter VEDERE L’ ATOMO per costruirsi un modello sufficientemente ragionevole a spiegare determinate dinamiche ( idem per un virus, o per un batterio prima dell’ invenzione del microscopio, l’ universo, e la teoria della relatività: Einstein non poteva verificare empiricamente l’ esattezza di un “modello” costruito solo in base a pure DEDUZIONI DINAMICHE ). Anzi, l’ IPOTESI PROGETTUALE è il “metodo scientifico” per antonomasia: si rappresenta un modello ragionevole e lo si tiene finchè non si dimostra essere sbagliato o superato. PUNTO: e, con buona pace di mincuo, questo è appunto procedere per “concetto”. Quello stesso concetto che spiega perfettamente la reazione atomica ( o chimica, è la stessa cosa ) senza poter certo “misurare” l’ atomo. COME: Ovvio anche che una strategia d’ azione complessa richiede una CONCERTAZIONE tra i singoli attori: concertazione che si avvale di STRUMENTI, che non vanno confusi con gli ATTORI: Banche, esercito, stati nazione sono stati via-via gli STRUMENTI usati da una “sinarchia” di potere, a mio vedere… Leggi tutto »

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 11:00

PAESI “LIBERI” ? Non penso ci siano ad oggi grandi nazioni in tutto e per tutto svincolate da tale processo: la sudditanza di colonie da stati coloniali risale appunto al periodo coloniale, e le rivoluzioni masdoniche hanno fatto il resto in epoca successiva: chi gestì le grandi rivoluzioni francese, italiane ( risorgimento ), americana, russa, cinese ? Venendo poi a quanto successo in America Latina: penso si tratti di un necessario “allentamento del guinzaglio” per permettere loro la necessaria ripresa ( pena il collasso economico di un’ intero continente coloniale, cosa che nessun “parassita”, benchè figlio di p*****a, si augura di certo ! A tutti gli effetti: 1) Sono ancora vincolati al debito con il FMI 2) Stanno organizzandosi in una sorta di federazione sovranazionale 3) Vanno verso l’ adozione di una moneta comune. Ho fatto l’ esempio del PARASSITA non a caso: il cosiddetto “nuovo ordine mondiale” discende direttamente dall’ ESIGENZA del parassita ( coloniale ) di trasformarsi in QUALCOS’ ALTRO, ossia abbandonare la “parassitosi” per una qualche forma di “simbiosi” ( QUESTO è il “nuovo ordine” ). Trasformazione necessaria in primis al parassita stesso, se non vuole rischiare di morire assieme all’ organismo parassitato. Per QUESTO alcune delle… Leggi tutto »

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 11:35

TUTTO MALE ?: per finire, non sono nemmeno così sicuro che il processo in atto sia completamente “malvagio e satanico” come vorrebbero certe descrizioni. Innanzitutto perchè la “massa popolare” viene utilizzata dalla massoneria quale LIMITATORE della stessa classe borghese migliorandone via-via le condizioni di vita ( almeno di questo bisogna renderle atto ).

Secondariamente perchè si mettono in moto fenomeni ( come nei casi eclatanti della diffusione informativa web e di Grillo ) che, benchè “approssimativi”, innescano dinamiche irreversibili. Se si unisce questo alla “equalizzazione” dei poteri globali in corso, alla mobilitazione di masse e borghesia … beh, può essere che dal mix ne esca qualcosa di non solo malvagio.

In effetti la mia immagine finale è quella di popolazioni “depotenziate internamente” ed impossibilitate a prevaricare e prevaricarsi, inserite in un contesto dove la “nuda proprietà” di stati e strutture farà da regolatore estremo sovranazionale ( e se ho ragione sulla direzione, il ritorno alla “piena” sovranità e sovranità monetaria puoi scordartele ! ). Questo per quanto riguarda il rapporto di poteri; quanto alla forma sociale, sinceramente non riesco ancora a costruirmi un’ immagine.

Ciao !

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 12:28

Grazie, Mondart. Trovo molte coincidenze con quanto dici, cosí come con altri commentatori. La realtá occidentale comprende tutti noi, certamente. Non penso proprio che noi ne siamo fuori anche se ci sono moltissime sfumature che ci staccano dalla situazione europea e americana (del nord). Per quanto riguarda l’adozione di una moneta comune devo dirti che tale eventualitá é stata assolutamente scartata dai nostri governi. Infatti fare una cosa del genere sarebbe da scemi o da agenti del Potere, cosa che pare non siano né Correa, né Dilma, né Evo, né Cristina, né Chávez, né Mujica. Anzi: L’idea di farci andare in quella direzione, che data dal 1885, il cui ultimo tentativo é stato fatto dal governo Bush (ALCA), si é trovata sconfitta nel IV vertice delle Americhe quando Kirchner, Chavez e compagni gli dissero di NO. http://www.youtube.com/watch?v=BMPlQNp_YXg Allo stesso tempo la maggior parte dei nostri paesi é riuscito a mantenere le banche centrali quali istituzioni dello Stato, all’incontrario di quanto é capitato negli USA e in Europa. Inoltre la maggior parte dei nostri paesi é riuscito ad evitare l’istallazione di basi militari USA che invece ci sono in Colombia, Paraguay e altrove. Non siamo riusciti a liberarci da Monsanto, ad… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 12:47

Ad AMDOCS, a BlackRock, io ci sono arrivata da tempo. Ho fatto una tesi dottorale sulle strutture corporative internazionali e l’indibolimento degli stati-nazione anni fa. La differenza tra me e te é che io non disprezzo il resto del mondo né considero gli altri degli ignoranti. Tantomeno gli insulto. Nella nostra concezione, in un mondo cosí appositamente complesso, la realtá si costruisce pezzo per pezzo e tante volte si fanno delle approssimazioni e delle spiegazioni semplificate che peró la gente comune riesce a capire. Quando i boliviani, con le loro scarse conoscenze, popoli per lo piú originari, cacciarono via la Betchel Edison nella loro lotta per l’acqua, lo fecero con qualche nozione basica e un dato di fatto: la loro acqua era controllata da altri e se non potevano pagare morivano di sete. Quindi li cacciarono via. Intanto tu fai i tuoi tête–à–tête con le top organizations del Potere, qualche scimmietta come noi si da da fare per sé e per gli altri. A queste scimmiette come noi non serve essere erudite in strutture finanziarie complesse scogitate per la dominazione dei popoli. Noi umili mortali, animaletti primitivi, vediamo fatti che capitano o ci minacciano e cerchiamo di combatterli. E’ un… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 13:50

Moses o non Moses il “concetto” di fondo é vero: La Federal Reserve non appartiene allo Stato americano. Appartiene ed é controllata da entitá propietarie o proprietari la maggior parte dei quali sono europei. Se hai ulteriore informazione, forniscila invece di insultare.

E giá che ci siamo, fai un sondaggio. Quanto ne sa l’italiano medio sulla Banca d’Italia e la BCE?

Mondart
Mondart
16 Febbraio 2013 13:50

“Un’ordine nuovo ci dovrá essere in tempi storici relativamente brevi, ma credo propio – e cosí lo auguro a tutti noi – che non rassomiglierá troppo a quello che hanno in mente”. Infatti … ormai tutti i segni anche da noi indicano una direzione “altra”, quella predicata da Modigliani, per capirci … quella di Grillo, ecc. Ora ( ed è solo una sottigliezza logica ) penso proprio che sarà così, ma non grazie ad “oppositori” ( per i quali non metterei la mano sul fuoco ), ma proprio in quanto la “volontà agente” non è “americana” ma globalista, e si va nella direzione “multipolare” di cinque ( credo ) grandi aree ( ora in via di formazione ) e loro successiva concertazione globale ( il che non esclude il preciso impegno della gente in tal senso: dico solo che lo “consentono” in quanto è esattamente la cosa ORA voluta ). Quindi penso proprio vi lasceranno finalmente in pace. ( Mantengo invece le riserve sul fatto se sia una pace definitiva o solo “fasica” ) … … Prendila ovviamente per quel che può valere: verissimo il fatto che noi ( per supponente quanto imbecille presunta “superiorità” ) sappiamo poco o niente… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 14:00

Sorry per quest’errore grossolano:
“indibolimento “.

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 16:53

Ma non è quello il punto. Eludi le cose: le quote di Goldman Sachs? Non te le dicono. E quelle di AMDOCS? nemmeno. E non le conosci. E sono cosette. Ma niente da fare però. Ai contrinformatori non interessano MAI quelle cose. “Le orchidee bianche” “le macroattività” “i banksters” di quelli in compenso te ne dicono a palate. Meglio che fai finta di non capire cosa ho detto.

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 17:11

“If you want to identify the real rulers of any society, simply ask yourself this question: Who is it that I cannot criticize?”.

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 18:23

I was a child, an highschool little girl. I was in Italy. We used to sing “La locomotora”, “L’internazionale socialista”. Those were fine times, up there in Pinerolo’s beautiful city. I’ve learned so much. One day we needed a room to show our collection of pictures about WWII: there wasn’t any available. So I went to the principal, excellent G.B., with the blessing of another outstanding man, A. B. (some time later, many times in charge of Pinerolo’s city hall), and said: “We need your office”. He stared at me, taken by surprise… But said yes. It’s sad how much was lost since I came back to Argentina in 1983. I traveled to Italy often, last time in 2008. The country I knew and loved wasn’t there anymore. Mi uncles, my cousins, they didn’t know (they still don’t know) what was happening. In here, slowly but steady, among lot of obstacles on the way, we walked ahead. Neither in Italy nor in Argentina I had to deal with something I couldn’t criticize. In my region I managed to make some law’s amendments, even new laws. There’s nothing I can’t criticize right now. I’m as much free as a person can… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 18:27

Grazie, Mondart. Mi si strizza il cuore nel pensare quante peculiaritá italiane andrebbero perse se l’Italia si fondesse in un’Europa sotto la leadership della Germania.

mincuo
mincuo
16 Febbraio 2013 18:45

Not is not an answer for sure. A miserable hypocrisy.

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 19:02

Ho capito benissimo. Ma io ho trovato e seguito pubblicazioni con i Major Holders di Goldman Sachs. Ad esempio, qui:

http://finance.yahoo.com/q/mh?s=GS+Major+Holders

http://www.goldmansachs.com/s/prospectus/Principal.html

e in tanti altri siti.

(Lí avevo trovato Corzine, Paulson, Zuckerberg, Weinberg… Sumitomo Bank Capital Markets… Ed inciampi sempre nei soliti nomi: “Edmond de Rothschild Asset Management has launched a new Japan fund to be
run by Sumitomo Mitsui AM” and they’re associated in Sumitomo Metal Mining Co. Ltda. whose gold bars are traded by “The Industry Collection of Gold Bars Worldwide” which “is the culmination of a worldwide effort to create a unique collection of standard, innovative and unusual gold bars to support the promotion of gold”.

“Founder was N M Rothschild & Sons (Australia) Limited, associated with N M Rothschild & Sons Limited, London.”

Insomma, tutte le strade sembrano portare a Roma, isn’t it?

Le transazioni di quote parti sono molto interessanti.

Cosa si trova, se cerchi? Precisamente ció che circola nei siti visitati dalle “scimmie”.

Sono affidabili questi dati? Mah. Peró stanno lí. La gente comune ha, come si dice da noi, “il piú comune dei sensi: il buonsenso”.

(P.S.: “Monkey” doesn’t suit me. I’m a beautiful woman. Salut.)

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 19:05

Hypocrisy? Why?

Tanita
Tanita
16 Febbraio 2013 19:14

I’m no government.

Never been.

I was referring to amendments promoted by citizens. As citizens we did that. AS CITIZENS.

(If it’s that what you were referring to. Otherwise tell me: I’m absolutely sincere, always).