Le banche dicono NO alla Russia fuori dallo SWIFT

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Un articolo pubblicato ieri su bloomberg.com rileva l’opinione di Wall Street circa la paventata possibilità, di cui vi abbiamo accennato ieri, di escludere la Russia dal circuito SWIFT.

Ebbene, secondo alcune delle più grandi banche di Wall Street, la fuoriuscita della Russia al sistema di messaggistica finanziaria SWIFT avrebbe ricadute di vasta portata che andrebbero a danneggiare l’economia globale, e di conseguenza anche i paesi sanzionatori.

Per questo motivo, aziende tra cui JPMorgan Chase & Co. e Citigroup Inc. hanno suggerito a Washington di attenersi ad altri tipi di provvedimenti per punire la Russia per aver invaso l’Ucraina.

Dopo questa tirata d’orecchie, attendiamo di capire quali saranno le nuove sanzioni che Stati Uniti e Unione Europea decideranno di imporre. Sicuramente le loro scriteriate scelte ricadranno sulle popolazioni, in particolar modo quelle dell’Europa occidentale, che da questa guerra hanno tutto da perdere e nulla da guadagnare.

Massimo A. Cascone, 27.02.2022

Fonte: https://www.bloomberg.com/news/articles/2022-02-25/wall-street-counsels-washington-against-kicking-russia-off-swift

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x